Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Ambiente
Il trimarano B.B.
in perlustrazione
alla riserva marina
A pagina quattro
LOSSERVATORIO
Sai 8, riattivato ieri
il servizio call center
E stato riattivato
nel primo pomerig-
gio di ieri il servi-
zio di call center
della Sai 8, al quale
fare capo per avere
notizie.
A pagina due
CRONACA CRONACA
SPETTACOLI IL CASO
Citt di Rosolini
Fer un avversario
Ridotta a 5 giornate
squalifca a Rosa
A pagina quattro
Patteggia il siracusano che minacciava le fdanzate di pubblicare foto os
Nascondeva quasi un
chilo di marijuana in auto
ma gli andata male per-
ch stato fermato.
A pagina cinque
Nascondeva
una pistola
sotto il letto
di Salvatore Maiorca
Il Governo dimezza i contributi alle Camere di commercio
(sancendone di fatto ormai la inutilit).
Infitti 3 anni e 4 mesi per il reato di estorsione
Amore ti amo tanto
ma... dammi i soldi
di Concetto Alota
Nel settembre del 2010,
muore a Catania la Si-
gnorina Gloria Pustizzi.
Il fratello, Dimitri, che
risiedeva all'epoca, come
ancora oggi, in Polonia
da circa dieci anni per
motivi di lavoro, ritorna
ad Augusta per presen-
ziare ai funerali della so-
rella, ma qualcosa non gli
appare chiaro e cerca di
capire fatti e circostanze
sulla morte della sorella,
della madre deceduta po-
chi mesi prima e del pa-
dre morto nel 2001.
Sparito
patrimonio
di famiglia
La tecnica era pi che
collaudata. Bastava chat-
tare su facebook; prendere
di mira una donna, lusin-
gata dalle parole galanti
e incuriosita dalla richie-
sta di incontrarsi. Die-
tro quella realt virtuale,
per, si nascondeva un
uomo che, una volta co-
nosciute e ottenuto il loro
cuore, tirava gi la ma-
schera presentando il suo
vero volto non pi fatto di
dolcezza e cuore.
A pagina sette
A pagina sei
mercoled 15 ottobre 2014 Anno XXVII n. 237 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
Una distrazione alla guida
costata la vita a tre operai
mentre un altro ricove-
rato in gravi condizioni
A pagina cinque
Distrazione
e poi...
il disastro
Sar pubblicato questa
mattina il bando per la se-
lezione del nuovo sovrin-
tendente della Fondazione
Inda. La decisione stata
presa nel corso della se-
conda riunione del Cda.
A pagina due
Sovrintendente
Inda: oggi
il bando
Lente camerale
vuole aumentare
il costo tributi
A pagina dodici
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 15 oTTobRe 2014, MeRcoleD
Sar pubblicato que-
sta mattina il bando
per la selezione del
nuovo sovrintendente
della Fondazione Inda.
La decisione stata
presa nel corso della
seconda riunione del
consiglio dammini-
strazione che ha visto
lorganismo presiedu-
to da Giancarlo Garoz-
zo approvare anche il
piano triennale delle
attivit della Fonda-
zione.
Due le novit princi-
pali contenute nel ban-
do. La prima legata
proprio alla procedura
per la laffdamento
dellincarico, con-
siderato visto che la
terna di candidati da
proporre al ministero
dei Beni culturali sar
scelta attraverso una
selezione pubblica per
meriti. Altra novit ri-
spetto al passato la
durata dellincarico
visto che il sovrinten-
dente rimarr in cari-
ca non pi per quattro
anni ma per due, rin-
novabili per altri due
anni.
E' una scelta fatta nel
segno della pi totale
trasparenza - ha di-
chiarato il presidente
della Fondazione Inda
Giancarlo Garozzo -.
Abbiamo deciso di
procedere con un ban-
do pubblico proprio
per garantire la pi
ampia partecipazione e
premiare il merito e le
competenze professio-
nali per un ruolo cos
delicato come quel-
lo del sovrintendente
della Fondazione Inda.
Trasparenza signifca
anche che renderemo
pubblici i bilanci cos
come le gare dappalto
e le delibere del consi-
glio damministrazio-
ne". Il bando rimarr
pubblicato sul sito isti-
tuzionale della Fonda-
zione, indafondazione.
org, per un mese. Li-
stanza di partecipa-
zione e la documenta-
zione dovranno essere
consegnate entro e non
oltre le 18 del 15 no-
vembre 2014 in for-
mato cartaceo a mez-
zo raccomandata A.R.
indirizzata alla sede
operativa dellINDA,
Corso Matteotti n.29
e a mezzo pec allin-
dirizzo indafondazio-
ne@legpec.it
La riunione del con-
siglio damministra-
zione, che ha visto
la partecipazione del
consigliere delegato
Walter Pagliaro, dei
consiglieri Arnaldo
Colasanti, Paolo Gian-
siracusa e Antonio
Presti e di Enrico Di
Luciano in rappresen-
tanza dellassociazio-
ne Amici dellInda,
ha poi dato il via libera
anche al piano trien-
nale. Tra gli obiettivi
pi ambiziosi del-
la programmazione
2015-2017 lorganiz-
zazione di un Festival
internazionale del tea-
tro antico da allestire,
a partire dal 2017, al
termine del tradizio-
nale ciclo di rappre-
sentazioni classiche.
Nel piano triennale
anche il rilancio della
rivista Dionsio e il
consolidamento sia del
Festival internazionale
del teatro classico dei
giovani sia dellattivit
dellAccademia dar-
te del dramma antico
Giusto Monaco.
Pubblicato
oggi il bando
sovrintendente
dellInda
Sanguonosa
rapina
a un centro
rottamazione
le DoMAnDe enTRo TRenTA gioRni
CRONACA
Un uomo rimasto lievemente
ferito a seguito della reazione ad
una rapina messa a segno da mal-
viventi, che si sono presentati di
mattina presso un centro di rotta-
mazione di Noto.
Lallarme scattato intorno alle
ore 9 di luned scorso, quando gli
agenti del Commissariato di pub-
blica sicurezza di Noto sono inter-
venuti in una ditta di rottamazio-
ne sita in contrada Fontana del
Cucco dove, poco prima tre indi-
vidui di cui due armati con fucile
a canne mozze ed uno con pistola,
dopo aver minacciato i titolari si
impossessavano della somma di
230 euro.
E stato riattivato nel primo po-
meriggio di ieri il servizio di call
center della Sai 8, al quale fare
capo per avere notizie e informa-
zioni sulle bollette idriche reca-
pitate in questi giorni agli utenti
della provincia di Siracusa. Il
malfunzionamento del call center,
dovuto esclusivamente ad un pro-
blema tecnico, stato ripristinato
alle ore 14.45.
La Curatela Fallimentare con-
sapevole dei disagi a carico degli
utenti scaturenti dall'emissione
delle bollette di chiusura per le
competenze fno alla data del 25
maggio scorso, fne dell'eserci-
zio provvisorio. Sono state infatti
emesse, per i 10 comuni gestiti, circa
100 mila bollette quando, di norma,
questo numero di bollette venivano
emesse nell'arco di circa 3 mesi. Ci
sta determinando un'enorme affus-
so di telefonate e di richieste di chia-
rimento.
La curatela fallimentare della Sai 8
ricorda che, come da accordo sot-
toscritto, entro la fne del mese di
agosto, i Comuni avrebbero dovuto
trasmettere le letture dei contatori
affnch le bollette potessero essere
correttamente emesse. Solo i Comu-
ni di Siracusa, Solarino e Buccheri
hanno comunicato le richieste let-
Fallimento Sai 8
Riattivato il servizio
di call center
ture, per i contatori accessibili. Per-
tanto, per tutti gli altri Comuni, le
bollette sono state emesse sulla base
dei consumi storici risultanti nei si-
stemi informatici. Per ogni chiari-
mento o richiesta di riemissione di
bolletta, la curatela consiglia di in-
viare una richiesta all'indirizzo di
posta: Fallimento SAI8 S.p.a., viale
Santa Panagia 141/E - Siracusa o
per posta elettronica agli indirizzi:
sai8@pec.it o info@sai8.it. La cu-
ratela della Sai 8 invita gli utenti a
regolarizzare le rispettive posizioni
per non incorrere in ulteriori san-
zioni che lieviterebbero il costo della
bolletta.
In foto, la sede dellInda di Siracusa.
15 oTTobRe 2014, MeRcoleD Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
E venuto a mancare allaffetto dei suoi cari luned scorso il dottor
Aldo Fortuna: aveva 86 anni e da tempo era affetto da una grave ma-
lattia. Il dottor Fortuna stato un valido ed effciente funzionario della
Provincia di Siracusa dove ha ricoperto diversi incarichi come quella
della programmazione culturale e degli spettacoli oltre che delle attivit
produttive. Sotto il suo impulso e la spinta degli amministratori pubblici
Scomparso il dottor Aldo Fortuna
ex funzionario della Provincia
Il gettone di presenza
agli alluvionati di Genova
nulla di fatto
ieri per gli ar-
gomenti inse-
riti allordine
del giorno
PRoPoSTA Del conSiglieRe coMunAle SAlvo cASTAgnino
Tutti rinviati a data da
destinarsi i punti all'or-
dine del giorno della se-
duta di ieri del consiglio
comunale, che ha tratta-
to, ,invece, la questione
relativa allalluvione di
Genova con uniniziativa
a cura del consigliere co-
munale Salvo Castagni-
no. La decisione, adottata
all'unanimit, stata presa
perch le proposte erano
prive dei pareri delle com-
missioni competenti. In
discussione c'erano le mo-
difche dei regolamenti di
polizia mortuaria, del ser-
vizio taxi e noleggio con
conducente e di quello
sugli asili nido; all'ordine
del giorno anche il nuovo
regolamento che introdu-
ce la commissione sulle
mense scolastiche.
Per il rinvio si erano pro-
nunciati Gianluca Romeo,
Stefania Salvo e Carmen
Castelluccio. Per Elio Di
Lorenzo le proposte erano
trattabili, mentre Simona
Princiotta aveva criticato
il lavoro della conferenza
dei capigruppo che non ri-
spetterebbe la cronologia
delle proposte portate alla
sua attenzione.
Unico atto esitato dell'as-
semblea stata l'appro-
vazione dei verbali delle
sedute precedenti: quella
del 3 febbraio e tutte quel-
le di luglio ed agosto fno
al 2 settembre, azzerando
in questo modo l'arretrato.
La seduta, per, si era
aperta con due comunica-
zione che hanno modifca-
to la geografa dell'assem-
blea. Con un intervento
letto in aula, il gruppo Sel
(Enrico Lo Curzio, Gae-
tano Malignaggi e Giu-
seppe Rabbito) ha an-
nunciato il passaggio
all'opposizione, critican-
do le scelte dell'Ammini-
strazione e la mancanza
di confronto tra Giunta e
consiglieri di maggioran-
za. Altra novit riguarda
Gaetano Favara che ha an-
nunciato la sua adesione al
gruppo misto e l'abbando-
no di Siracusa amarla per
cambiarla.
Poi ha preso la parola Sal-
vatore Castagnino che ha
lanciato un appello all'au-
la affnch il gettone di
presenza di ieri sia devo-
luto ai cittadini di Genova
colpiti dall'alluvione.
R.L.
Tutti rinviati a data da de-
stinarsi i punti all'ordine del
giorno della seduta di ieri
del consiglio comunale. La
decisione, adottata all'una-
nimit, stata presa perch
le proposte erano prive dei
pareri delle commissioni
competenti. In discussio-
ne c'erano le modifche
dei regolamenti di polizia
mortuaria, del servizio taxi
e noleggio con conducente
e di quello sugli asili nido;
all'ordine del giorno anche
il nuovo regolamento che
introduce la commissione
sulle mense scolastiche.
Per il rinvio si erano pro-
nunciati Gianluca Romeo,
Stefania Salvo e Carmen
Castelluccio. Per Elio Di
Lorenzo le proposte erano
trattabili, mentre Simona
Princiotta aveva criticato il
lavoro della conferenza dei
capigruppo che non rispet-
terebbe la cronologia delle
proposte portate alla sua at-
tenzione.
Unico atto esitato dell'as-
semblea stata l'approva-
zione dei verbali delle se-
dute precedenti: quella del
3 febbraio e tutte quelle di
luglio ed agosto fno al 2
settembre, azzerando in
questo modo l'arretrato.
La seduta, per, si era aper-
ta con due comunicazione
che hanno modifcato la
geografa dell'assemblea.
Con un intervento letto in
aula, il gruppo Sel (Enrico
Lo Curzio, Gaetano Mali-
gnaggi e Giuseppe Rabbito)
ha annunciato il passaggio
all'opposizione, critican-
do le scelte dell'Ammini-
strazione e la mancanza di
confronto tra Giunta e con-
siglieri di maggioranza. Al-
tra novit riguarda Gaetano
Favara che ha annunciato
la sua adesione al grup-
po misto e l'abbandono di
Siracusa amarla per cam-
Cinquecento
persone
partecipano
alla maratona
del Fai
Sono stati sorteggiati questa mattina,
nel Salone Paolo Borsellino di palazzo
Vermexio, 56 lotti per la realizzazione di
altrettanti orti sociali urbani.
Ad ognuno degli assegnatari, che hanno
regolarmente partecipato ad un bando di
gara, stato affdato uno spazio di 60 me-
tri quadri, previo pagamento di un con-
tributo di 100 euro che servir allAm-
ministrazione a completare la recinzione
degli spazi e per preparare il terreno alla
coltivazione. In effetti ha detto las-
Sorteggiati gli orti sociali
sessore alle Attivit produttive Maria Gra-
zia Cavarra gli spazi disponibili erano
120; per i 64 che hanno rifutato per vari
motivi rifaremo il bando. Scopo dellinizia-
tiva, quello di promuovere nuove abitudini
familiari, di indirizzare verso il consumo
sostenibile e riscoprire una pi pertinente
etica alimentare.
Gli assegnatari potranno rinnovare la con-
cessione degli spazi ogni due anni, se non si
sono persi i requisiti indispensabili al loro
mantenimento.
cinquAnTASei loTTi in viAle ScAlA gRecA
In foto, lalluvione di Genova.
100 MilA le bolleTTe RecAPiTATe in PRovinciA
del tempo, ha tenuto a battesimo diverse iniziative poi entrate
nella storia recente della crescita economica siracusana. Tra le
iniziative da lui portate a compimento si ricordano la Sirvini, la
Sirfor ed altre importanti iniziative che hanno fatto crescere il
territorio e le aziende dei diversi settori produttivi. I funerali del
dottore Aldo Fortuna si sono tenuti presso la Basilica di santa
Lucia al Sepolcro, nel pomeriggio di ieri.
La Direzione e la redazione del quotidiano Libert e dellemit-
tente televisiva Video66 lo ricordano con affetto e si associano
al dolore dei familiari.
Durante levento delittuoso, atte-
sa la resistenza di una delle vitti-
me, uno dei rapinatori esplodeva
un colpo di arma da fuoco che
feriva leggermente uno degli av-
ventori della ditta. I malviventi
hanno poi fatto perdere le pro-
prie tracce. Indagini in corso ad
opera della polizia.
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 15 oTTobRe 2014, MeRcoleD
Aggred un calciatore in campo
Squalifca ridotta a 5 giornate
E stata ridotta da sei a cinque giornate la squalif-
ca con la quale stato sanzionato un calciatore del
Citt di Rosolini, reo di avere aggredito a fne gara
un calciatore avversario. La Corte Sportiva di Ap-
pello Territoriale ha accolto parzialmente lappello
proposto dalla societ del Citt di Rosolini, che aveva
chiesto lannullamento della sanzione nei confronti
del difensore Corrado Rosa perch larbitro lo aveva
erroneamente indicato come lautore dellaggressio-
ne ai danni di un calciatore del Patern a fne gara.
Per la dirigenza rosolinese larbitro sarebbe probabil-
mente incorso in uno scambio di persona indicando
nel proprio referto il nominativo del calciatore Rosa
quale autore del gesto violento Sostiene in proposito
il Citt di Rosolini che il calciatore Rosa al momento
del fatto contestato si trovava ben distante dal calcia-
tore colpito e che forse larbitro ha confuso il n.3 di
maglia (quella di Rosa) con il n.13 (Salvatore Gen-
naro). Il Rosolini aveva chiesto la revoca della squa-
lifca infitta al suo tesserato in quanto ingiustifcata
e comunque eccessiva. La Corte Sportiva di Appello
Territoriale ha rilevato che nel rapporto dellarbitro,
che fa piena prova in ordine ai comportamenti posti
in essere dai tesserati nel corso delle gare, il difensore
Rosa stato con certezza individuato nellatto di col-
pire violentemente con due pugni un calciatore della
societ Patern 1908 provocando un taglio al viso.
Per i giudici, insomma, non emerge quindi dubbio al-
cuno che sia stato proprio il Rosa lautore del gesto
contestato, per leffetto apparendo immotivate e non
comprovate le dichiarazioni di parte che invocano un
presunto scambio di persona.
ScUolA
Regolamento
asili nido
Le proposte
avanzate
da Articolo
uno Siracusa
LAssociazione Cultura-
le Articolouno di Siracusa
ha deciso di attivare una
specifca petizione popo-
lare per chiedere allAm-
ministrazione Comunale
di Siracusa, ed in partico-
lare al Sindaco e allAs-
sessore alle politiche so-
ciali, alcune importanti
modifche al Regolamento
degli asili nido comunali.
Due i punti:
1Il ripristino immediato
delle tariffe minime per le
fasce di reddito comprese
tra zero euro e 10.000;
2Lestensione dellero-
gazione del servizio ad 11
mesi lanno e precisamen-
te dal 1 settembre al 31
luglio.
Riteniamo, infatti, che
nellattuale momento di
grave diffcolt econo-
mica che coinvolge fasce
sempre pi ampie di po-
polazione e di famiglie
sia inaccettabile la scelta
assunta dallamministra-
zione comunale di eli-
minare le tariffe minime
di pagamento. Rimane
incomprensibile la conte-
stuale cancellazione delle
tariffe agevolate e la di-
minuzione per le fasce di
reddito piu alte. Ritenia-
mo, inoltre, che trattando-
si di un servizio destinato
a genitori lavoratori non
proponibile la sospensione
dello stesso servizio per
un periodo superiore solo
al mese di agosto. In tal
modo si producono due
effetti negativi: quello di
determinare un evidente
disagio per lutenza e di
mettere i dipendenti impe-
gnati in condizione di non
percepire reddito alcuno
per quasi 3 mesi. LAsso-
ciazione Culturale Artico-
louno, nellassumere tale
iniziativa ritenendola di
assoluto interesse colletti-
vo e sociale, invita singo-
li cittadini, associazioni,
consiglieri di quartiere e
comunali, organizzazioni
sindacali ad aderire e so-
stenere la nostra iniziati-
va. La petizione ci vedr
impegnati tutte le mattine.
15 oTTobRe 2014, MeRcoleD Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Una distrazione
costata la vita
ai tre operai
le AMMiSSioni Del conDucenTe Del TiR
Una distrazione alla guida
costata la vita a tre operai
mentre un altro ricove-
rato in gravi condizioni
allospedale Cannizzaro
di Catania.
Lammissione dello
stesso conducente del Tir,
che in meno di unora
ha raccontato agli agenti
della Polstrada i retroscena
dellincidente. Lautotra-
sportatore di 56 anni origi-
nario di Ragusa, infatti, ha
subito ammesso le proprie
responsabilit sostenendo
di avere avuto un attimo di
distrazione proprio quando
lautotreno che conduceva
si trovava allaltezza del
tratto di strada in cui gli
operai della Covir stavano
seguendo la manutenzio-
ne. I test sulleventuale
utilizzo di stupefacenti e
quello alcolemico esegui-
ti sullautotrasportatore
ragusano sono risultati
negativi.
Portato durgenza nel no-
socomio della citt etnea,
il giovane stato operato,
e nel bollettino medico
si legge: Il complesso
intervento si protratto
nella notte. Dalle prime ore
della giornata il paziente
si trova in osservazione
nellarea dellEmergenza,
in attesa di potere essere ri-
coverato in Rianimazione.
Le condizioni delluomo
sono giudicate stabili dai
medici, che comunque
mantengono riservata la
prognosi.
I sindaci dei comuni di
Cesar e di San Teodoro
hanno proclamato il lutto
cittadino.
R.L.
Due incendi si sono verifcati la scorsa
notte a Siracusa. Il primo avvenuto poco
prima delle ore 1.30 in via Luigi Cassia
nella zona alta del capoluogo. Per cause
in fase di accertamento, ha preso fuoco un
furgone Ford Transit. Le famme lambiva-
no, unautovettura Fiat Punto parcheggia-
ta a ridosso del mezzo pesante. Sul posto
sono intervenuti i Vigili del Fuoco. Le in-
dagini sono a cura della Polizia di Stato,
la cui pattuglia intervenuta subito dopo
essere scattato lallarme.
Notte di fuoco a Siracusa e a Noto
Laltro episodio si verifcato poco prima
delle 4 del mattino in Ronco Bentivegna
sempre nel capoluogo. I questo caso ad an-
dare in famme stato un motociclo Honda
Chiocciola. Anche in questo caso sono inter-
venuti i vigili del fuoco e una pattuglia delle
unit Volanti della Polizia. Le cause del rogo
sono in fase di indagine. Intorno alla mezza-
notte odierna Agenti del Commissariato di
P.S. di Noto sono intervenuti in via Raffaele
Trigona per lincendio, per cause in fase di
accertamento di unautovettura Fiat Panda.
un FuRgone in FiAMMe in viA luigi cASSiA
Nascondeva una pistola e le relative
munizioni illegalmente detenuti in ca-
mera da letto sotto il materasso. A di-
stanza di cinque mesi dalla scoperta
fatta dai poliziotti, ha indotto limputa-
to a ricorrere al rito del patteggiamento
Sotto il letto
una pistola
e munizioni
PATTeggiA 2 Anni Di RecluSione un cARlenTineSe
per chiudere la partita con la Giustizia. Il
Gup del tribunale, Michele Consiglio, ha
applicato la condanna a 2 anni di reclu-
sione e 2 mila euro di muta a carico del
catanese Alfo DAntoni di 39 anni, assi-
stito dallavvocato Salvatore Cannata.
Luomo, oltre che della detenzione ille-
gale, era accusato anche del reato di ri-
cettazione dellarma e delle munizioni.
Lirruzione nella sua abitazione a Car-
lerntini stata eseguita il 21 maggio scor-
so dai poliziotti della squadra mobile,
che nel corso della perquisizione hanno
rinvenuto sotto il letto una pistola cali-
bro 9x21 marca Bernardelli e 13 cartucce
dello stesso calibro.
In foto, vigili del fuoco in azione.
Le vittime sono quasi tutte
di Cesar, piccolo centro
del Messinese. Silvestro
Cerro, 57enne, Giuseppe
Leanza, 45enne di San
Teodoro. Ma c anche
un 46 enne di Giarre,
Salvo Cristaudo, super
tifoso del Giarre calcio
che da alcuni anni si era
trasferito a Cesar. Aveva
trovato impiego alla Covir
una societ che si occupa
di manutenzioni stradali e
che segue alcuni appalti
per conto dellAnas.
Il quarto operaio, ricove-
rato in gravi condizioni
allospedale Cannizzaro
di Catania, ha riportato
lesioni multiple da schiac-
ciamento agli arti inferiori.
Sopra, la pistola marca Bernardelli.
Sotto, da sinistra, Leanza, Cerro e Cristaudo.
Le famme interessavano anche una Merce-
des vicino parcheggiata.
Tra visite guidate, im-
mersioni e pattugliamen-
ti, lattivit del trimarano
veloce Brigitte Bardot
di Sea Shepherd stata
frenetica sin dallarrivo
in citt. La speciale im-
barcazione, donata dalla
famosa attrice francese
allorganizzazione in-
ternazionale che si batte
per la difesa degli oce-
ani e delle creature del
mare, sta appoggiando
lattivit di Sea Shepherd
nellAmp del Plemmirio.
Lequipaggio del trimara-
no, accompagnato da per-
sonale e biologi dellArea
Marina Protetta del Plem-
mirio e in collaborazione
con Capo Murro Diving
Center, ha effettuato una
immersione alla Secca del
Capo, in piena zona A
la pi tutelata delloasi
marina.
Qui, i volontari hanno po-
tuto constatare il ripopo-
lamento ittico promosso
dalla tutela delle acque e
il gruppo di subacquei ha
avuto modo di imbatter-
si tra laltro in un nutrito
branco di barracuda e so-
prattutto in alcuni grossi
esemplari di rara Cernia
Bruna. Nella serata di ieri
invece, a salire a bordo
In foto, lequipaggio di Sera sheperd.
Pattuglie in ispezione
lungo la riserva marina
La Polizia ambientale ha riscontrato la presenza
di alcune barche in area marina zona B
volonTARi Di SeA ShePeRD Sul TRiMARAno bRigiTTe bARDoT
del trimarano stata la
Polizia Ambientale, gui-
data da comandante Ro-
mualdo Trionfante, che
ha effettuato un controllo
in mare.
Loperazione di pattuglia-
mento fa parte del piano
di controlli previsto dalle
autorit locali in collabo-
razione con Sea Shepherd.
Durante tale attivit sta-
ta riscontrata la presenza
di alcune barche che dopo
il tramonto si trovavano
in Area Marina e pi in
particolare nella zona B
denominata Punta dellE-
lefante, quasi al confne
con la zona A. Laccer-
tamento ha prodotto il ri-
scontro di attivit di pesca
non consentita, documen-
tata da rilievi fotografci
che sono stati allegati alla
relazione di servizio rea-
lizzata in Amp del Plem-
mirio.
Non possiamo affer-
mano i vertici dellAmp
del Plemmirio , il presi-
dente Sebastiano Romano
e il direttore Rosalba Riz-
za che essere soddisfatti
dellintensifcarsi del mo-
nitoraggio in Area Marina
Protetta e della sinergia
creatasi tra i volontari di
Sea Shepherd e le auto-
rit preposte al controllo
del mare. Il fenomeno
del bracconaggio marino
rappresenta purtroppo un
fenomeno diffcile da de-
bellare.
lA coRTe SPoRTivA FeDeRAle RigeTTA il RicoRSo Del RoSolini
Nel settembre del
2010, muore a Ca-
tania la Signorina
Gloria Pustizzi. Il
fratello, Dimitri,
che risiedeva all'e-
poca, come ancora
oggi, in Polonia da
circa dieci anni per
motivi di lavoro,
ritorna ad Augusta
per presenziare ai
funerali della sorel-
la, ma qualcosa non
gli appare chiaro e
cerca di capire fatti
e circostanze sulla
morte della sorel-
la, della madre de-
ceduta pochi mesi
prima e del padre
morto nel 2001. I
sospetti a duo dire,
annotati in una serie
di denunce e quere-
le presentate dallo
stesso in varie fasi
alla magistratura
inquirente del Tri-
bunale di Siracusa e
a quella di Messina
successivamente.
Il patrimonio di fa-
miglia, costituito
da soldi depositati
in banca, terreni e
altro, per un valore
di circa un milione
di euro, "... appari-
va inspiegabilmen-
te in parte scom-
parso con vendite
ed espropriazioni
sospette - annota
nei suoi esposti". E
scrive ancora nel-
le sue denunce alla
magistratura: "... il
sottoscritto durante
il soggiorno a Cata-
nia e Augusta cerca
disperatamente di
comprendere cosa
fosse accaduto du-
rante la propria as-
senza, ma a tutti i
tentativi di trovare
una logica dei fatti
occorsi alla propria
famiglia, furono
soggetti a scontrar-
si con un muro di
omert, menzogne
e tentativi di velate
minacce di ritorsio-
ni ai propri legali".
Questo, tra le altre
cose, scrive testual-
mente il denunciate
negli esposti alla
magistratura. Ed
ancora:
"A causa di quanto
esposto sopra, l'o-
dierno esponente
(Dimitri Pustizzi)
dopo aver raccolto
- a suo dire - pro-
ve evidenti circa
unipotesi di truffa
Sparito il patrimonio
di famiglia: qualcuno
deve darmi giustizia
perpetrata e conti-
nuata sino a oggi
(data della presen-
tazione dell'esposto
alla Procura della
Repubblica di Mes-
sina il 4 settembre
2013) ai danni della
propria famiglia e
conseguentemen-
te al sottoscritto
in qualit di uni-
co erede, decide di
presentare, con non
poche diffcolt,
varie denunce ben
circostanziate alle
Autorit Giudiziarie
contro alcuni av-
vocati sia del Foro
di Siracusa sia di
Catania rei di truffa
(...)".
Il comandante, Di-
mitri Pustizzi, nelle
sue circostanziate
denunce, ricostru-
isce tutta la lunga
e articolata storia,
elencando nomi
e cognomi, fatti e
circostanze con al-
legati documenti, e
che nella sua ultima
articolata e circo-
stanziata denuncia
che ha presentato in
data 17 febbraio del
2014, sia alla Procu-
ra della Repubblica
di Siracusa, sia a
quella di Messina,
producendo un'inf-
nit di documenti al-
legati, come articoli
di giornali, denunce,
memorie, contratti
di compravendita di
terreni, visure ipo-
tecarie e catastali,
opposizioni a decre-
ti e le note di archi-
viazione, come tanti
altri ancora.
Noi abbiamo fatto
il nostro dovere di
cronisti e non ab-
biamo voluto pro-
durre nomi, fatti e
circostanze per non
ostacolare il corso
della Giustizia che,
per il caso raccon-
tato, appare naturale
che faccia il suo giu-
sto percorso, specie
quando nelle de-
nunce e negli espo-
sti presentate dal
comandante Dimitri
Pustizzi, s'insinua il
sospetto di un possi-
bile connubio tra la
magistratura e la po-
litica; situazioni per
le quali sono ancora
in corso sia processi,
sia indagini per i fa-
mosi floni d'inchie-
sta denominati "Ve-
leni alla Procura" e
"Attacco alla Pro-
cura" fno al recente
pentimento dellex
consigliere comuna-
le di Augusta, Fabri-
zio Blandini.
Concetto Alota

dove sono chiamati
in causa avvocati,
magistrati sia requi-
renti sia giudicanti,
uomini della politica
e tanti altri a vario
titolo.
Nella sua lunga rela-
zione alla magistra-
tura competente, ac-
cusa a ventaglio tutti
gli attori di questa
vicenda, dove, a suo
dire, vi sarebbe stata
una truffa organiz-
zata contro il patri-
monio della sua fa-
miglia. I magistrati
che si sono occupati
del fascicolo giudi-
ziario a vario tito-
lo, hanno espletato
l'iter previsto dalle
norme di legge, con-
tingentando anche
l'archiviazione di
merito da parte sia
del Gip competen-
te come dell'Uffcio
del Pubblico Mini-
stero. Ma Dimitri
Pustizzi insiste nella
sua tesi accusando,
elencando nomi, fat-
ti e circostanze, an-
Qualcosa
non gli ap-
pare chiaro
e cerca di
capire fatti e
circostanze
sulla morte
della sorella,
della madre
deceduta
pochi mesi
prima e del
padre morto
nel 2001.
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 15 oTTobRe 2014, MeRcoleD
Estorceva soldi a due
donne: condannato
la coalizzo-
one tra due
donne ha
permesso di
boccare un
siracusano
che avrebbe
incassato 15
mila euro
La tecnica era pi
che collaudata. Ba-
stava chattare su fa-
cebook; prendere di
mira una donna, lu-
singata dalle parole
galanti e incuriosi-
ta dalla richiesta di
incontrarsi. Dietro
quella realt virtuale,
per, si nascondeva
un uomo che, una
volta conosciute e
ottenuto il loro cuo-
re, tirava gi la ma-
schera presentando
il suo vero volto non
pi fatto di dolcezza
e cuore, ma aggres-
sivit e interessi per-
sonali e soprattutto
richieste pressanti di
denaro fno ad arriva-
re alle minacce. Ne
sanno qualcosa due
donne, una residen-
te a Palermo, laltra
a Rosolini, le quali
hanno avuto un rap-
porto sentimentale
con questuomo dal
quale ne sono uscite
con le ossa rotte e
con il portafogli al-
leggerito.
Proprio grazie alla
coalizione tra le due
donne deluse e arrab-
biate, scatta la denun-
cia e, di conseguen-
za, i guai giudiziari
per luomo, Alessan-
dro Sessa, siracusano
di 39 anni, il quale
ricorso al rito del
patteggiamento per
chiudere la partita
con la Giustizia.
Limputato, che si
trova in regime di
arresti domiciliari
ed ha affdato la sua
difesa allavvocato
Alessandro Cotzia,
comparso ieri matti-
na dinanzi al Gup del
tribunale di Siracusa,
Michele Consiglio.
Questi, su richiesta
delle parti, ha appli-
cato la condanna a
3 anni e 4 mesi e 10
giorni di reclusione
oltre al pagamento di
800 euro di multa.
I fatti oggetto della
contestazione si rife-
riscono ad un periodo
compreso tra il 2009
e il mese di aprile di
questanno. Il capo
dimputazione lo ve-
deva accusato del re-
ato di estorsione.
Linizio della sua fne
lincontro tra le due
vittime di questa vi-
cenda. Le due don-
ne, si scambiano le
esperienze scoprendo
che luomo le avreb-
be raggirate. Cos
ritengono di recarsi
presso la caserma dei
carabinieri di Ortigia,
dove mettono nero su
bianco quanto loro
accaduto.
La trentasettenne, or-
ginaria di Modica ma
residente a Rosolini
, quella pi ricca di
particolari. Ha rac-
contato ai militari
dellArma di avere
conosciuto limputa-
to attraverso la chat
del social network.
E rimasta impres-
sionata dalla sua ca-
parbiet nellottene-
re un incontro con
lei. Tra i due inizia
una storia damore
con le intenzioni di
fare le cose sul serio.
Nel maggio 2009, i
primi sintomi di un
atteggiamento che
pian piano emergeva.
Luomo decide di ac-
quistare unautomo-
bile, che fa intestare
alla fdanzata. Lui
non riesce a pagare le
rate e a pi riprese le
chiede di anticipare
i soldi. La donna si
sente sfruttata e non
appena chiede spie-
gazioni del suo com-
portamento, luomo
reagisce con violen-
za. Per farsi dare i
soldi non tergiversa
a farle delle minacce.
In particolare, quella
In foto, il palazzo di
Giustizia di Siracusa.
Trasportava
droga in auto
Patteggia
AuguSTAno RiMeDiA lA conDAnnA A 1 Anno e 10 MeSi Di RecluSione
Nascondeva quasi
un chilo di marijua-
na in auto ma gli
andata male perch
stato fermato ad
un posto di control-
lo e bloccato dopo
avere tentato di
travolgere i carabi-
nieri.
A distanza di nove
mesi dallepisodio
ha deciso di pat-
teggiare la pena
Antonio Campisi,
augustano di 27
anni. Luomo, assi-
stito dallavvocato
Francesco Fazzino,
si visto applicare
dal Gup del tribuna-
le, Michele Consi-
glio, la condanna a
1 anno e 10 mesi di
reclusione oltre al
pagamento di 3 mila
euro di multa.
Lepisodio che gli
stato contestato si
verifcato il 18 gen-
naio scorso a Sorti-
no. Campisi si trova-
va a bordo della sua
Mercedes classe A
quando s imbattuto
in un posto di con-
trollo dei carabinieri
della locale stazione.
Allalt, per, luo-
mo non si fermato.
Anzi, ha accelerato
la marcia tentando
di eludere il con-
trollo. I carabinieri
lo hanno inseguito e
dopo un breve tratto
di strada lo hanno
costretto a fermarsi.
E scattata, quindi, la
perquisizione della
vettura, che ha dato
esito positivo. Na-
scosto nellabitacolo
del mezzo, infatti,
vi era un panetto da
un chilogrammo di
marijuana, che gli
stato sequestrato.
Limputato doveva
anche risponde del
reato di resistenza a
pubblico uffciale per
avere forzato il posto
di controllo rischian-
do di travolgere i ca-
rabinieri.
I magistrati che si sono occupati del fascicolo
giudiziario a vario titolo, hanno espletato liter
previsto dalle norme di legge, contingentando
anche larchiviazione di merito
da parte sia del Gip competente
come dellUffcio del Pubblico Ministero.
Dimitri Pustizzi insiste nella sua tesi accusando,
elencando nomi, fatti e circostanze
In alto, il palazzo di
Giustizia di Messina.
di pubblicare delle
foto compromettenti
di rapporti sessuali
avuti fra i due s. Fini-
sce per dargli 12 mila
euro.
Simile la storia rac-
contata dalla qua-
rantasettenne paler-
mitana. Anche lei ha
conosciuto luomo in
chat e dopo due gior-
ni le si presentato
sotto casa con tutte
le buone intenzio-
ni. Peccato che gi
al primo incontro le
aveva chiesto di pre-
stargli i soldi per pa-
gare il pernottamento
in albergo. Anche in
questo secondo caso
sarebbe emerso il
carattere aggressivo
delluomo, che con-
tinuava a chiedere
soldi sempre con il
ricatto di pubblicare
foto os. 3 mila euro
la somma che sareb-
be riuscito a ottenere
dalla malcapitata.
Ad aprile larresto a
seguito di una trappo-
la, innescata dai cara-
binieri. La rosolinese
gli diede un appun-
tamento per conse-
gnargli la somma che
aveva preteso. Dopo
avere riscosso i soldi,
per, sono piombati
i militari dellArma,
che avevano preven-
tivamente fotocopia-
to le banconote per
arrestarlo. Sabato
scorso ha lasciato il
carcere per gli arresti
domiciliari
F.N.
15 oTTobRe 2014, MeRcoleD Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Rubava
limoni
Arrestato
Agenti del Commis-
sariato di Avola hanno
arrestato Sebastiano
Caldarella di 42 anni
avolese, per il reato
di furto di 300 chi-
logrammi di limoni
presso un terreno sito
in contrada Cavalata.
Larresto stato ope-
rato in fagranza di
reato dagli agenti che
operavano un servizio
di prevenzione atto a
contrastare i furti nei
fondi agricoli del ter-
ritorio avolese.
Il Caldarella stato
accompagnato presso
la propria abitazione
15 oTTobRe 2014, MeRcoleD Sicilia 9 VITA DI QUARTIERI
Culotti: Situazione inaccettabile,
si installino le telecamere
La via Ver-
ne in ba-
lia dei soliti
maleducati,
in mezzo
ai rifuti
e asfssiati
dai cattivi
odori
Ancora discariche in via giulio verne. e sullo sconto tari del
10%: gran parte dei cittadini non ne sono a conoscenza
Abbiamo il piacere di
ospitare nella nostra sede
un importante seminario
formativo gratuito che ha
lobiettivo di trasferire, agli
imprenditori e al loro staff
dirigenziale e non, le mi-
gliori tecniche di manage-
ment per gestire il capitale
umano e per fare della crisi
attuale una opportunit di
crescita. Il seminario verr
tenuto dagli esperti di OSM
Value (organizzazione e
sviluppo management).
I relatori spiegheranno come
approfttare della "crisi" per
affrontare e risolvere alcune
ineffcienze interne (persona-
le improduttivo, scarsa visio-
ne del futuro, modelli di bu-
siness ormai inadeguati, etc).
Verranno trattati i seguenti
temi:
Gestione Delle Persone
(come aggiornare le compe-
tenze manageriali)
Marketing (come proporre
al meglio lAzienda al merca-
to di riferimento e riportare a
Seminario: Imprese
che battono la crisi
crescere i livelli di fatturato)
Controllo degli aspetti f-
nanziari (fatturato, liquidit,
fussi di cassa etc.). Inoltre
durante il seminario sar pre-
sentata l'analisi HT del poten-
ziale che verr somministrata
allimprenditore, o a chi ap-
positamente designato, per
fornire un esempio di valu-
tazione oggettiva dei punti di
forza e debolezza dellattivit
manageriale. Sar altres con-
dotto un dibattito sulle azio-
ni di successo.
i RelAToRi SPiegheRAnno coMe APPRoFiTTARe DellA "cRiSi"
Il giorno dopo la se-
gnalazione di nuovi
cumuli di spazza-
tura abbandonati in
via Giulio Verne,
il presidente della
Circoscrizione Nea-
polis Peppe Culotti
a prendere ancora
una volta la parola
sull'ormai famige-
rata vicenda della
raccolta rifuti nelle
zone balneari.
"Siamo ormai arri-
vati al punto di non
ritorno - dice Culot-
ti - per una vicenda
che ha dell'assurdo.
Nonostante la deli-
bera del Consiglio
di Quartiere datata
23/12/2013 indi-
casse chiaramente
all'amministrazione
i punti nevralgici
dove sistemare le
telecamere, e cio
traversa Carrozzieri
e via Giulio Verne,
si provveduto sol-
tanto nel primo caso,
lasciando i cittadini
di via Verne in balia
dei soliti maleducati,
in mezzo ai rifuti e
asfssiati dai cattivi
odori".
"Tale intervento -
continua Peppe Cu-
lotti - non pu pi
essere rinviato, per-
ch la sopportazione
di quei cittadini, trat-
tati come se fossero
di serie B nonostan-
te le cartelle Tari di
categoria "tripla A",
ha pur sempre un li-
mite". E a proposito
di Tari, Culotti sol-
leva un altro proble-
ma, molto concreto:
"sebbene riteniamo
la riduzione del 10%
per gli abitanti delle
zone balneare poco
pi che un pannicel-
lo caldo - dichiara
- apprendiamo con
amarezza come nei
fatti anche un cos
misero sgravio f-
scale non sia a cono-
scenza di gran parte
degli aventi diritto.
Sarebbe stato meglio
quindi - conclude
l'avvocato Culotti
- che le cartelle re-
capitate ai cittadini
conteggiassero gi
all'origine il piccolo
sconto previsto ma,
in mancanza di tale
accortezza, auspi-
chiamo almeno un
intervento di sem-
plifcazione da parte
degli uffci compe-
tenti.
Esprime
gratitudine
al reparto di
cardiologia
di Avola
Una donna paler-
mitana, M.C.C.,
ricoverata nel re-
parto di Cardio-
logia e Utic del
presidio ospeda-
liero Di Maria di
Avola a causa di
un malore avver-
tito mentre si tro-
vava in viaggio
nel territorio sira-
cusano, ha voluto
esprimere con una
lettera frmata il
suo ringraziamen-
to al personale del
reparto diretto da
Corrado DellAli,
per la tempesti-
vit e la qualit
dellassistenza.
Si riporta di se-
guito il contenuto
della lettera indi-
rizzata al cardio-
logo Paolo Costa:
Essere colti da
un grave malo-
re mentre si in
viaggio rende la
situazione anco-
ra pi traumatica.
Non avere infatti
i punti di riferi-
mento che ciascu-
no di noi ha nella
propria citt ac-
cresce la paura e
il disorientamen-
to. Ricoverata nel
reparto dellUTIC
ho per immedia-
tamente compreso
che ero in ottime
mani. La disponi-
bilit, lumanit,
la grande profes-
sionalit e laffet-
tuosa sollecitudi-
ne che avete avuto
nei miei confronti
mi stata di vero
conforto e mi ha
certamente aiuta-
to a superare quel
brutto momento.
Sar sempre grata
alla sua persona
ed a tutto il per-
sonale medico ed
infermieristico.
Ringrazio inoltre
i medici Manca,
Russo e Failla per
lattenzione pro-
fusa nei miei con-
fronti.
In foto, i soliti citta-
dini maleducati.
ASTE GIUDIZIARIE 8 Sicilia 15 oTTobRe 2014, MeRcoleD
TRIBUNALE DI SIRACUSA
ProSSImA InSerZIone:
19/10/2014
le VendIte GIUdIZIArIe
Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne
il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassi-
stenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fscali (IVAo Imposta di Registro), con
le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
- dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
dallaggiudicazione defnitiva. La trascrizione nei registri
immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura cata-
stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
allaproceduradel Giudice, ordinalimmediataliberazione.
Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e le-
secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
della procedura. Le ASte GIUdIZIArIe saranno
inserite dalla data di pubblicazione del ban-
do fno alla data prevista per l'asta sul sito:
www.astetribunale.com
VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI
come PArtecIPAre
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato alleffcacia delle offerte relative ai
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita.
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le
societ), il proprio cod. fscale, se intende avvalersi dellagevolazione fscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si
trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente
(che consenta allo stesso lidentifcazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. Achi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in
calce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale
alluffcio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio;
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile alluffcio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Uffcio
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e
recapito tel. Luffcio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affnch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.
InSerZIonI GrAtUIte
AUTOPIU'
ITALIANE
FIAT Ulisse Monovolu-
me 2.1 t.d., E 1200 Tel.
339/5018529
FIAT Punto 1.2,anno 2005,
in buone condizioni, E
2500 Tel. 331/7789330
ore pasti
VENDESI Fiat Coup
Tel . 0931/ 759208 -
327/8246513
STRANIERE
FORD Focus SW colore
blu, anno 2001 unico pro-
prietario,cambio manuale,
climatizzatore, perfetta-
mente funzionante dal
punto di vista meccanico,
km 172.000 colore blu,
cambio batteria giugno
2014 con scontrino, re-
visione effettuata marzo
2014, euro 1500 trattabili
Tel. 366/1974369
OPEL Astra 1.9 CDTI
SW Sport, anno 2010, km
90.000, clima, navi, cerchi
in lega, pelle, cambio au-
tomatico Euro 5.800 Tel.
392/5664789
QUADRICICLO minicar
Lieger XT Zero Max
in buone condizioni Tel.
0931/39299
AUTO Tata 1.4,anno 2008,
km 92000,carrozzeria non
in ordine,motore perfetto,
bollo pagato, autoradio E
1500 Tel. 328/4471549 -
339/2018727
BMW 320 D Berlina,anno
2001, colore argento, km
200.000,ottime condizioni
E 3000 Tel. 0931/769509
MINICOOPER 1.6, km
117.000,anno 2003,colore
rossa con tetto bianco,
full optional E 3.500 Tel.
328/2684876
OPEL Corsa 12cv,benzina
gpl, color canna da fucile,
km 15.000 effettivi, fne
ottobre 2012. Prezzo 4
ruote. Non si accettano
scambi o permute Tel.
327/4224612
PEUGEOT 307, s.w. hdi,
anno 2005,perfetta E 2700
Tel. 339/5018529
PRIVATO vende Bmw
320 diesel, grigio chiaro
met.,anno 99, km 100.000
originali,unicoproprietario,
climatizzatore,vetri elettri
anteriori e posteriori, cer-
chi in lega originali Bmw,
comandi radio al volante,
sedili in pelle grigio chiari,
ottime condizioni, usata
pochissimo, solo privati.
E 2500 Tel. 338/5810382
PRIVATO vende a solo
privati, causa errato ac-
quisto, nuova Ford Fiesta,
anno 2014, 5 porte, 1.5
diesel, ultimo modello,
super accessoriata, blue-
toot, computer di bordo,
km 0, occasione, 2 anni
di garanzia E 11.700 Tel.
338/5810382
SUZUKY Swift colore gri-
gio,anno 2007,full optional,
perfette condizioni, im-
pianto gpl basso consumo.
Qualsiasi prova, occasione
E 4000 Tel. 338/5850600
AUTO DEPOCA E
SPECIALI
CI TROEN del 1953
nol eggi asi per matri -
moni Tel. 348/3153272
- 393/7779171
FIAT 500 del 1966,con luci
a led interne,colore bianco
e altri particolari, targhe
originali. Assolutamente
da vedere. Prezzo da con-
cordare Tel. 340/8646562
PALAZZOLO
SUZUKI Samurai anno
2000 1.9 turbo diesel.
Ottime condizioni, tenuto
maniacalmente, 127000
km. Mai fatto fuoristrada,
usato solo per tragitti brevi.
Manutenzione ordinaria
effettuata regolarmente.
Distribuzione nuova a km
110000, gomme al 70Tel..
Interni impeccabili. Prezzo
tratt
ACCESSORI AUTO
MARMITTA Porche 911,
buone condizioni vendesi
Tel. 339/6374744
FANALINO posteriore,
acquistato nuovo, per
Peugeot 206 immatrico-
lata nellanno 2002 e mai
montato Tel.333/7129665
RUOTA di scorta Skoda
Wagon, prezzo da con-
cordare Tel. 327/9933040
- 333/3789293
STEREO auto con cari-
catore cd E 130 tratt Tel.
347/4092546
VENDESI stereo Blau-
punkt con cassetta per
automobile Fiat Punto E
20 Tel. 320/0289050
AUTO SPECIALI
MOTORE per Ape 50
completo di forcella,ruote
e altro. Prezzo da concor-
dare Tel. 329/0868899
CAMI ON Ti po Ford
Transit E 2500 tratt Tel.
333/9594738
SI LENZI ATORE Yari s
ultimo tipo, nuova per
inutilizzo vendesi E 80 +
mozzo completo di disco
e ganasce ruote posteriore
sempre stessa Yaris ultimo
tipo E 50 Tel. 346/7611561
VENDESI iveco daily mul-
tijet, anno 2004, climat. 9
posti, prezzo affare Tel.
347/6549854
MOTOPIU'
ITALIANE
BEVERLY 300,colore nero,
anno 2009 E 1800 Tel.
0931/701369
SCOOTER Aprilia sport
city 200, condizioni da
vetrina, anno 2006, km
20000, E 900 non tratt.
Vero affare. O permuto
con macchina di piccola
cilindrata Tel.342/0033811
VESPA 150 TR Anno 01,
km 11000 c/a come nuova,
verifcabile in loco, prezzo
700 E tratt, per eventua-
li contatti telefonici Tel.
333/5797929
PIAGGIO Beverly 500
Cruiser, anno 2007, in
ottime condizioni, solo
11.000 km. E 3800 Tel.
331/5785079
SI Pi aggi o E 100 Tel .
388/3577428
VESPA LML CC151, anno
08/2013, km 425, colore
grigio antracite, con para-
brezza e bauletto originali.
Affare da non perdere Tel.
333/6797445
VESPA 50, 4 tempi, anno
2004, seminuova, compre-
sa di parabrezza E 600 Tel.
388/7452365
STRANIERE
CAUSA inutilizzo, BMW
F800R grigia, depoten-
ziata, ottime condizioni
KM 20.000, prezzo af-
fare, no perditempo Tel.
338/9067198
HONDA Deauville 650,
anno 2001, ottime condi-
zioni, usata poco E 1000
tratt Tel. 347/1164093
HONDA Schadow 125,
poco usata, ottime con-
dizioni. Occasione Tel.
347/1980497
MOTO Deauville 600,
poco usata, prezzo affare.
O cambio con Quad Tel.
349/8115266
M O T O R E B a l i
Tel . 0931/ 759208 -
327/8246513
SUZUKY Burgman 400AN,
giugno 2011, con antifurto
elettronico, km 18.000,
colore bianco, in perfette
condizioni E 3700 tratt Tel.
338/2236635
TDM 900 Yamaha, blu
e nera, anno 2004, km
32.000, revisione, gom-
mata e tagliandata. Vero
affare vendesi a E 2500 Tel.
347/1327177
VENDESI suzuki catapusa
1300 anno 04 unico pro-
prietario, km 3000 prezzo
affare Tel. 347/6549854
YAMAHA FZ6, colore
grigio, immatricolata fne
2006. Quotazione due
ruote Tel. 333/7129665
PALAZZOLO
MOTORINO Atala bimar-
cia, blu metallizzato, come
nuovo, usato pochissimo
Tel. 368/3347439
ACCESSORI MOTO
CASCO grigio E 150 Tel.
392/7740187
CASCO integrale Givi,
colore nero con occhiali
da sole, come nuovo E 110
Tel. 333/7129665
CASCO omologato per
moto o scooter, affarone
da non perdere E 20 Tel.
333/6797445
MOTO depoca BMW
K75, anno 88, ottime
condizioni E 3000 tratt Tel.
346/6874459
VENDESI bauletto SH 150,
colore verde mare met +
marmitta honda sh 300 Tel.
348/9007995
trIbUnAle dI SIrAcUSA
AVVISo dI VendItA
Procedura esecutiva immobiliare n 420/09 R.g.e.i.
Si rende noto che il 25/11/2014, alle ore 12:00,
presso il proprio studio sito in Siracusa nella via
gioberti n5/b, avanti lAvv. omar giARDinA,
professionista delegato giusta ordinanza del g.e.
del 13.04.11, avr luogo la vendita senza incanto
o, nel caso in cui la vendita senza incanto non
abbia luogo per qualsiasi motivo, il 02/12/2014
alle ore 12:00, avr luogo la vendita con incanto
del seguente immobile:
1. piena propriet di appartamento in villetta
ubicata ad Avola (Sr), Via Vespri Siciliani n.6
( ex V.le lido n. 79/bis) piano primo, censito
al n.c.t. al foglio 51, p.lla 1389, sub. 2, cat.
A/7 classe 2, cons. 8,5 vani, avente superfcie
complessiva di mq. 173,85;
Prezzo base lotto : . 82.890,00
gli immobili vengono venduti nello stato di
fatto e di diritto in cui si trovano, con tutte le
accessioni, pertinenze, attive e passive, cos come
identifcato, descritto e valutato dallesperto nella
relazione di stima.
ogni concorrente, in caso di vendita senza
incanto, per partecipare dovr depositare in
busta chiusa, ex art.571 c.p.c. al professionista
delegato Avv. omar giARDinA, presso lo studio
dello stesso, in Siracusa nella via gioberti n5/b,
entro le ore 12:00 del giorno antecedente a
quello fssato per la vendita, una cauzione pari
al 10% del prezzo proposto, comunque non
inferiore al prezzo base, ed un fondo spese pari
al 20%, mediante assegno circolare intestato al
professionista delegato, salvo conguaglio.
inoltre, nel termine suddetto lofferente dovr
depositare dichiarazione in bollo contenente
lindicazione del prezzo, del tempo e del modo
di pagamento ed ogni altro elemento utile alla
valutazione dellofferta.
ogni concorrente, in caso di vendita con incanto,
per partecipare dovr depositare entro le ore
12:00 del giorno antecedente a quello fssato
per la vendita, presso lo studio di cui sopra, una
cauzione pari al 10% del prezzo base dasta
fssato e un fondo spese pari al 20%, mediante
assegno circolare intestato al professionista
delegato, salvo conguaglio.
Per la vendita con incanto laumento minimo
stabilito in . 4.000,00
laggiudicatario dovr depositare il prezzo di
aggiudicazione, dedotta la cauzione, nelle forme
previste per i depositi giudiziari entro il termine di
gg.60 dallaggiudicazione.
la relazione di stima trovasi pubblicata sul sito
www.astegiudiziarie.it.
Maggiori informazioni sul sito www.astegiudiziarie.
it o presso lo studio del professionista delegato
(tel.: 0931/65123), nei giorni di luned e gioved,
dalle 17:00 alle 20:00.
Siracusa, l 18 settembre 2014

il cuSToDe/PRoFeSSioniSTA DelegATo
Avv. Omar GIARDINA
Con la prolu-
sione del Ve-
scovo di Noto,
Mons. Antonio
Staglian, dal
titolo: Alla ri-
cerca delliden-
tita perduta: dal
corpo allim-
magine dalla
politica alla cli-
nica. quali con-
fni? si aprir
ufficialmente,
venerd 17 otto-
bre alle ore 9.00
in Cattedrale,
il V Convegno
Internazionale
di Bioetica sul
tema: L'espe-
rienza cristiana
interroga li-
dentit dell'hu-
manum. La
necessit del-
la teologia per
aprirsi alla tra-
scendenza di un
tu eterno che
ha la forma di
un tu umano.
La cerimonia
di apertura del
Convegno, che
proseguir nella
Basilica Catte-
drale e nellAu-
la Magna del Se-
minario, vedr,
oltre la presenza
dei convegnisti
provenienti da
ogni parte d'Ita-
lia, anche quella
delle Autorit
istituzionali e
politiche. L'e-
vento si colloca
nell'ambito di
un pi ampio
progetto, voluto
quattro anni fa
da Monsignor
Antonio Sta-
glian, per of-
frire ad un pub-
blico qualifcato
l'occasione di
rifettere su que-
stioni legate alle
f ondament al i
problematiche
della vita uma-
na.
I lavori del Con-
vegno, si strut-
tureranno in
cinque sessioni
nelle quali la
rifessione bioe-
tica sar deline-
ata dallapporto
scientifco di
esperti del set-
tore, che si al-
terneranno tra
relazioni e dibat-
titi sul signifca-
to della scienza,
portando avanti,
come ormai tra-
dizione, un di-
scorso libero da
facili entusiasmi
e superfciali
ostracismi, per
unire in un uni-
co signifcato le
tante conoscen-
ze disponibili e
giungere ad una
visione equili-
brata della vita
umana.
Il Convegno,
aperto a tut-
ti, si rivolge in
SOCIET 10 Sicilia 15 oTTobRe 2014, MeRcoleD
V Convegno Internazionale
di Bioetica a Noto
la necessit
della teologia
per aprirsi
alla trascen-
denza di un
tu eterno
che ha la for-
ma di un tu
umano
In foto, la locandina e
la sede degli incontri.
Ance SIcIlIA
edilizia:
lautonomia
speciale
diventa un
freno allo
sviluppo
Lautonomia speciale
diventata solo causa di
ritardi, danni e ostacoli
allattivit dimpresa. Tra-
dotto: un freno allo svilup-
po della Sicilia. Nel setto-
re delledilizia, da ben 13
anni la Regione si rifuta
di recepire, malgrado i
continui solleciti dellAn-
ce Sicilia, le semplifca-
zioni decise dal Parlamen-
to nazionale e contenute
nel Dpr numero 380 del
2001, n legifera in mate-
ria. Di conseguenza, que-
ste e tutte le altre semplif-
cazioni che a cascata sono
contenute nel Decreto del
fare e nel Decreto sbloc-
ca Italia in Sicilia non si
applicano. N potranno
esserlo le novit che sa-
ranno apportate al Testo
unico dellEdilizia predi-
sposte dal ministro delle
Infrastrutture, Maurizio
Lupi. Per fare un esempio,
in tutta Italia, ma non in
Sicilia, possibile demoli-
re vecchi edifci e ricostru-
irli modifcando la sagoma
precedente. Tale divieto
impedisce a molte impre-
se di lavorare nel settore
privato come alternativa
al blocco delle opere pub-
bliche. Ci accade nono-
stante numerose sentenze
della Corte costituzionale
abbiano stabilito che nor-
me di questa portata si ap-
plicano automaticamente
anche alle Regioni a Sta-
tuto speciale. Tant che
lAnce Sicilia si rivolger
al premier Matteo Renzi
chiedendogli di inserire
nei prossimi provvedi-
menti la dicitura legge
di grande riforma econo-
mico-sociale: lunico
modo previsto dallordi-
namento per aggirare lob-
bligo di recepimento da
parte della Regione e ot-
tenere cos lapplicazione
automatica in Sicilia. La
mancata semplifcazione
normativa e amministrati-
va in edilizia nega una sia
pur minima possibilit in
Sicilia di creare occupa-
zione almeno nel settore
privato.
Nuove opportunit
per le imprese attraver-
so la simbiosi industria-
le Secondo Tavolo di
lavoro Catania il prossi-
mo 24 ottobre ore 9.00
15.00 Confndustria
Catania (Sala ANCE, 2
piano) - Viale Vittorio
Veneto, 109.
Dopo il successo del pri-
mo tavolo di lavoro che
si tenuto il 28 marzo
scorso a Siracusa pres-
so la sede della Camera
di Commercio, lUni-
t Tecnica Tecnologie
Ambientali di ENEA or-
ganizza, con la collabo-
razione di Confndustria
Catania e Universit de-
gli Studi di Catania, il
Secondo tavolo di lavo-
ro Nuove opportunit
per le imprese attraver-
so la simbiosi industria-
le che si terr a Catania
il prossimo 24 ottobre.
Il Tavolo di Lavoro
rivolto alle imprese del-
la Regione Sicilia, con
particolare riferimento
alle province di Catania,
Siracusa, Ragusa, Enna,
Caltanissetta, Messina e
mira a creare opportuni-
Primo Tavolo di lavoro sulla simbiosi industriale che si tenuto a marzo a Siracusa.
Nuove opportunit per le imprese
attraverso la simbiosi industriale
Progetto Supporto allo sviluppo produttivo nel Sud:
interventi pilota per la sostenibilit e competitivit
SeconDo TAvolo Di lAvoRo: ecoinnovAzione SiciliA (eneA 2011-2014
t per condividere risor-
se e attivare una rete per
favorire percorsi di sim-
biosi industriale.
La giornata ha lobiet-
tivo di: - Verifcare le
possibilit di trasfor-
mare i residui in risor-
sa, - Massimizzare
il recupero dei residui,
riducendone le esigenze
di smaltimento,
- Migliorare le presta-
zioni ambientali delle
imprese,
- Avviare il network tra
imprese
- Generare nuove op-
portunit di business
Il tavolo di lavoro co-
ordinato da ENEA e si
inserisce nell'ambito del
Progetto Ecoinnovazio-
ne Sicilia (http://www.
industrialsymbiosis.it).
La partecipazione alle-
vento, gratuita, a nu-
mero limitato. Le im-
prese che intendono
partecipare sono quin-
di invitate a registrarsi
online entro il 19 otto-
bre 2014:
Per ragioni operative
normalmente ogni im-
presa partecipa al tavo-
lo attraverso un unico
delegato. Le imprese
registrate riceveranno
ulteriori informazioni
nonch la documenta-
zione preparatoria.
15 oTTobRe 2014, MeRcoleD Sicilia 11 SOCIET
Noi vs HIV per combattere il virus e il pregiudizio
veRRAnno TRATTATi i vARi ASPeTTi DellA bATTAgliA AllAiDS
Il convegno Noi vs HIV per
combattere il virus e il pregiudizio,
si pone come uno scambio di in-
formazioni e opinioni tra addetti ai
lavori con varie specialit. Verranno
trattati i vari aspetti della battaglia
allAIDS, dallimpegno promosso
dalle Istituzioni agli aspetti scientifci
e psicologici. Le varie associazioni
aiuteranno a capire cosa si pu fare,
ognuno nel suo campo, per ridurre i
contagi ed aumentare laccesso al test,
senza pregiudizi e ignoranza.
Lobiettivo di questo evento, organiz-
zato da Arcigay Siracusa, con la parte-
cipazione di Associazioni presenti sul
territorio ricordare alla popolazione
che lHIV una realt ancora presente
tra noi, che non colpisce determinate
categorie di persone, ma veicolata
principalmente da comportamenti a
rischio (rapporti sessuali non protetti),
per via ematica e verticale madre-
fglio. Siracusa ha il triste primato di
essere la prima provincia in Sicilia
per numero di contagi annuali rispetto
alla sua popolazione.
Inoltre le varie esperienze e iniziative
che abbiamo condotto sul Territorio
come Arcigay ed in collaborazione
con altre realt, hanno evidenziato
una scarsa informazione della tema-
tica tra la popolazione che quindi
potenzialmente a rischio di contagio.
LHIV democratico, e pu colpire
chiunque ne entri in contatto attraver-
so comportamenti a rischio.
Il nostro scopo, quindi, tramite il
convegno e il Candlelight, portare
nuovamente lattenzione su un tema
tab come lAIDS, per ricordare
a tutti che possibile proteggersi
dallinfezione da HIV se la si cono-
sce e per rendere chiaro il concetto
che AIDS non uguale a drogato
o omosessuale, che non serve
evitare i rapporti con le persone
sieropositive ma dobbiamo evitare i
rapporti sessuali non protetti perch
siamo convinti che anche rimuovere
lo stigma verso questa infezione sia
prevenzione. Alla fne del convegno
Arcigay ripropone il Memorial
Candlelight. Questa manifestazione
ha avuto inizio nel 1983 durante un
periodo di confusione e terrore su
una malattia ancora sconosciuta che
spazzava via la comunit gay di San
Francisco negli Stati Uniti.
I coordinatori originali, sapendo che
sarebbero morti entro l'anno e senza
alcun sostegno politico, decisero di
fare luce sulla malattia" organiz-
zando una piccola veglia con uno
striscione con la scritta "Combattere
per la nostra vita.
modo partico-
lare ai medici,
agli infermieri,
ai giuristi, agli
insegnanti, agli
assistenti socia-
li, agli educato-
ri, ai volontari
impegnati nella
difesa della vita.
Medici, infer-
mieri, ostetrici,
farmacisti, psi-
cologi, biologi,
tecnici di labo-
ratorio, della
riabilitazione e
tutte le altre f-
gure afferenti
alle categorie
socio sanitarie
potranno acqui-
sire crediti 22
E.C.M.
LOrdine degli
Avvocati ha ri-
conosciuto 4
crediti alle rela-
zioni di natura
giuridica. Ecco
le condizioni di
partecipazione:
1) Uditori: in-
gresso libero
2) quota d'iscri-
zione, cartella
lavori, coffee-
break, attestato
per i parteci-
panti secondo le
modalit ECM:
Euro 70,00.
3) Avvocati e
assistenti sociali
con riconosci-
mento di credi-
ti dai rispettivi
albi: Euro 25,00.
3) quota d' iscri-
zione, cartella
lavori, coffee-
break, attestato
per i partecipan-
ti senza ECM:
Euro 10,00.
4) prenotazio-
ne dei 2 volu-
mi degli atti del
convegno: Euro
25,00.
Le iscrizioni si
effettuano uti-
lizzando il mo-
dulo allegato,
da trasmettere,
esclusivamente,
via fax al 0931-
574841 oppure
via mail all'indi-
rizzo bioetica@
d i o c e s i n o t o .
it Le iscrizioni
con ECM, fno
ad un numero
massimo di 100,
saranno accolte
in base all'ordi-
ne cronologico
di ricevimento.
Le quote d'iscri-
zione possono
essere corrispo-
ste secondo le
seguenti moda-
lit:
b) direttamente
all'atto della re-
gistrazione dei
partecipanti pri-
ma dell'apertura
del Convegno.
Per informa-
zioni o sul sito
www.diocesino-
to.it o via mail
bioetica@dio-
cesinoto.it
Per informazio-
ni scientifche
rivolgersi al
Prof. Sac. Anto-
nio Stefano Mo-
dica.
Don Rosario
Sultana
Il direttore
UDCS
loSSerVAtorIo
La Camera di commercio vuole
aumentare i tributi camerali
contrArI cASArtIGIAnI e confeSercentI. Il VIcePreSIdente
PIPPo GIAnnInoto AttAccA: non hAnno cAPIto nIente
unAlTRA MAzzATA in ARRivo PeR le iMPReSe SiRAcuSAne
di Salvatore Maiorca
Il Governo dimezza
i contributi alle Ca-
mere di commercio
(sancendone di fatto
ormai la inutilit). E
La Camera di com-
mercio di Siracusa
che fa? Cerca di
recuperare il taglio
raddoppiando (o qua-
si) le quote a carico
delle ditte iscritte
nei vari albi came-
rali: commercio, in-
dustria, artigianato,
agricoltura. Come
se gi non bastassero
il salasso fscale e
i morsi della crisi a
mettere in ginocchio
le aziende.
La proposta di au-
mento del 30 per cen-
to sui tributi camerali
naturalmente frutto
delle elaborazioni
della triade di gover-
no camerale: del pre-
sidente Ivan Lo Bello
in testa, ovviamente
di concerto con il suo
se (rappresentante
della Casartigiani) e
rappresentanti di ca-
tegoria doveva te-
nersi ieri. Ma stata
rinviata a domani per
insuffcienza del nu-
mero dei partecipan-
ti. Si vedr domani.
Il fatto sottoli-
nea Marchese che
la gente ha paura di
esporsi. Chi gover-
na lo sa. E cerca di
abusarne. A questo
abuso, come a tan-
ti altri, io mi sono
opposto. Spero ora
che i miei colleghi,
rappresentanti delle
altre categorie, fac-
ciano altrettanto ed
alzino fnalmente la
testa per dire no agli
abusi e alle prevari-
cazioni.
Marchese rileva poi
che oggi 12 mila
imprese, su 41 mila
iscritte alla Camera
di commercio, non
pagano le quote ca-
merali. La gente non
ce la fa pi afferma.
Alle imprese man-
cano gli ordinativi. Ai
lavoratori mancano i
posti di lavoro. Ma
chi governa ignora (o
fnge di ignorare) la
gravit dello stato di
bisogno. E continua
a imporre balzelli.
Cos non si pu an-
dare avanti. Questa
classe dirigente ha
portato la gente alla
rovina. E continua
vice Pippo Gianni-
noto e con il segreta-
rio generale Roberto
Cappellani: la solita
triade. Ma la giunta,
su controproposta
di Michele Marche-
di Arturo Linguanti
(Confesercenti) si
riservata di decidere
dopo aver sentito i
rappresentanti delle
varie categorie.
Una riunione dei
Si teme un aumento del 30 per cento
a carico di tutte le aziende iscritte
alla Camera di commercio di Siracusa
imperterrita. Con-
trario allaumento
dei tributi camerali
si dichiara anche il
presidente di Confe-
sercenti Arturo Lin-
guanti. Analoghe a
quelle di Marchese
sono anche le moti-
vazioni di Linguanti.
Strenuo difensore
dellaumento dei tri-
buti si dichiara invece
il vicepresidente ca-
Disoccupazione da brivido
dati negativi da tutte le fonti
economIA SemPre meno lAVoro, SemPre PI neGoZI che chIUdono
Il PreSIdente dI confIndUStrIA, SqUInZI, SI detto AnGoScIAto. noI SIAmo nel drAmmA
merale Pippo Gian-
ninoto, parte inte-
grante della triade Lo
Bello (presidente)-
G i a n n i n o t o
(vicepresident e)-
Cappellani (segreta-
rio generale).
Richiesto di una ve-
rifica sulla notizia
dellaumento dei tri-
buti camerali, Gian-
ninoto si esibisce in
unarringa difensi-
va. E afferma che
gli oppositori non
hanno capito nulla,
e farebbero bene ad
informarsi prima di
parlare (sic!).
Gianninoto attacca
anche i governi na-
zionale e regionale.
Attacca i partiti e
le associazioni di
categoria. E aggiun-
ge: Le Camere di
commercio hanno
gli stessi difetti dei
partiti e delle asso-
ciazioni di categoria.
Tutti insieme hanno
portato il Paese allo
sfascio. Ma le Ca-
mere di commercio
no: non hanno colpe.
Per lo meno quella di
Siracusa. Lui stesso
(Ganninoto) pe-
raltro espressione
di unassociazione
di categoria: la Cna
(Confederazione na-
zionale artigianato).
Naturalmente per
la sua associazione, a
differenza delle altre,
anchessa indenne
da colpe. Come la
Camera di commer-
cio siracusana, della
quale Gianninoto
vicepresidente. In-
somma tutti hanno
colpe. Tranne lui &
c. E sempre secondo
lui.
Per Ganninoto le
Camere di commer-
cio hanno delle in-
crostazioni: hanno
consigli camerali
pletorici, erogano
contributi a varie
societ partecipate,
erogano anche con-
tributi a pioggia, han-
no fatto pure assun-
zioni senza concorso,
e via discorrendo.
Per Gianninoto ag-
giunge subito: La
Camera di com-
mercio di Siracusa
no. Tutti colpevoli.
Siracusa no. E un
miracolo. Non per
nulla Siracusa la
terra di Santa Lucia e
della Madonna delle
lacrime!
Ma allora: questo
aumento dei tributi
camerali c o non
c?
E Gianninoto pro-
va a spiegare: Il
Governo ha tagliato
i contributi alle Ca-
mere di commercio.
La Ca me r a di
Siracusa si trova cos
un buco di un milione
e 600 mila euro. Che
fare per recuperarlo?
Aumentare i tribu-
ti camerali oppure,
afferma Gianninoto,
aggredire tutto.
E cio? Cio uscire
dalle societ parte-
cipate, eliminare la
erogazione di certi
contributi, e via di-
scorrendo.
A proposito: le so-
ciet partecipate non
sono uno degli scan-
dali della Regione
siciliana? E allora
perch non comin-
ciare a fare un po di
pulizia?
Tornando al nuovo
balzello Gianninoto
ribadisce che gli op-
positori non hanno
capito nulla. Stiamo
preparando il bilan-
cio 2015 afferma.
Dobbiamo quindi
stabilire come col-
il vicepresidente gianninoto (cna) afferma che si pone
lalternativa fra correre il rischio di non poter pagare le
pensioni degli ex dipendenti camerali (assurda minac-
cia) o uscire dalle societ partecipate (e perch no?) o
tagliare erogazioni di contributi vari (e perch no?). e
se la prende con il governo Renzi: non ha capito nulla
(non ha capito nessuno: ha capito solo gianninoto!)
mare il buco aperto
dal taglio deciso dal
Governo. Se non lo
colmiamo rischiamo
di non poter pagare
le pensioni. Stiamo
consultando le cate-
gorie interessate. Poi
decideremo.
Rimane la doman-
da di fondo: invece
di rischiare di non
poter pagare le pen-
sioni perch non eli-
minare le cosiddette
incrostazioni?
Quest a r i spost a
Gianninoto non la
d. Forse perch ogni
incrostazione equi-
vale a un privilegio.
Rimane la questione
di fondo: le Camere
di commercio hanno
fatto il loro tem-
po; sono destinate
alla soppressione. E
ancora una volta il
grande Gianninoto
attacca il piccolo
Governo: Le Ca-
mere di commercio
vanno riformate, non
soppresse. Come va
riformata tutta la
pubblica amministra-
zione. Ma questo,
secondo il verbo di
Gianninoto, il Gover-
no non lha capito. E
vabb: per risolvere
tutti i problemi dellI-
talia Renzi dovrebbe
nominare Gianninoto
suo consulente per-
sonale (e generale!).
Allora s...
Il presidente di Con-
fndustria, Giorgio
Squinzi, intervenendo
allassemblea generale
di Confndustria Ber-
gamo, si detto an-
gosciato per questo 44
per cento di disoccupa-
zione giovanile nel no-
stro Paese. E parlava
della media nazionale.
Se avesse considera-
to quella siciliana sa-
rebbe caduto dallan-
goscia nel dramma.
E se poi avesse fatto
riferimento alla real-
t siracusana sarebbe
precipitato nella tra-
gedia. Soprattutto per
la disoccupazione gio-
vanile, che ha ormai
ha da tempo superato
il 50 per cento nelle
stime uffciali. Ma se
ai dati uffciali si so-
vrappongono quelli
reali, non rilevati n
rilevabili ormai con gli
strumenti uffciali, lo
scenario tragico sillu-
mina a tinte fosche.
Al 50 e pi per cento
uffciale per la disoc-
cupazione giovanile
nella nostra provincia
bisogna infatti aggiun-
gere la enorme massa
dei giovani cosiddetti
sfduciati o scoraggia-
ti: coloro cio i quali,
dopo aver tanto cerca-
to invano un lavoro,
hanno perso fducia e
coraggio, e non cerca-
no pi: rimangono par-
cheggiati nelle rispetti-
ve famiglie.
In Sicilia il tasso di di-
soccupazione generale
del 34,8%, ben 13,8
punti in pi rispet-
to a quello nazionale
elaborato dall'Istat. Il
dato, relativo all'intero
2013, dell'uffcio sta-
tistica della Regione,
elaborato a sua volta
sui nuovi sistemi ag-
gregati di Eurostat.
Gli esperti giungono
a questa conclusione
sommando al tasso
"tradizionale" dei di-
soccupati quello degli
"inattivi disponibili
che non cercano lavo-
ro", i quali nell'isola
sarebbero 544 mila, a
fronte dei 352 mila di-
soccupati uffciali.
A Siracusa il dato ge-
nerale , pi o meno,
analogo a quello regio-
nale.
Ma due dati della re-
alt siracusana sono
impressionanti: quello
della disoccupazione
giovanile e quello del-
la evoluzione storica
del fenomeno disoc-
cupazione: il tasso di
disoccupazione Istat
dal 2004 al 2013 nella
provincia di Siracusa
passa dal 17.7 al 21.6.
In particolare dal 17.7
del 2004 si va scen-
dendo via fno all8.5
per poi risalire fno al
21.6 del 2013.
I dati Istat peraltro
vanno considerati per
rendersi conto della
evoluzione negativa
del fenomeno. Ma la
loro entit meramen-
te indicativa.
Per il 2014 le stime
della Fondazione RES
(ricerche economiche
e sociali) prefgurano
un peggioramento del-
la situazione occupa-
zionale, con un tasso
di disoccupazione al
23,1% (+ 1,3% rispet-
to al 2013). A marzo
2014 iI tasso di disoc-
cupazione si attestato
al 23,1%, mentre il tas-
so di disoccupazione
giovanile (15-24 anni)
Se poi spostiamo la-
nalisi dal settore lavoro
a quello delle imprese
lo scenario non muta.
Il totale di imprese at-
tive registrate alla Ca-
mera di commercio al
31 dicembre 2013 si
ridotto di 30 unit pas-
sando da 29.645 unit
a 29.615. Non si trat-
ta di grandi cifre. Ma
parliamo di una realt
relativamente piccola,
qual la nostra.
E tutto il panorama
che fa paura. Altro che
angoscia di Squinzi!
Qua i posti di lavoro si
perdono, i negozi chiu-
dono, le esportazioni
calano, la produzione
industriale ristagna,
glinvestimenti sono
bloccati, nelle fabbri-
che si segnalano sem-
pre esuberi di persona-
le. Il potere dacquisto
delle famiglie, infuen-
zato dalle diffcili con-
dizioni occupazionali
e di reddito, rimane ai
minimi; le aspettative
delle famiglie conti-
nuano a determinare
una stagnazione dei
consumi. E sinnesca
il classico circolo vi-
zioso negativo.
Sono calate anche le
esportazioni di prodot-
ti petroliferi, che sono
sempre state elemento
trainante della nostra
economia complessiva
grazie alle due raffne-
rie. Nel 2013 il valore
delle esportazioni pro-
vinciali si attestato a
7,4 miliardi di euro, in
calo rispetto allanno
precedente: - 20,2%.
Le importazioni inve-
ce, con i loro 12 mi-
liardi di euro e passa,
costituiscono oltre il
60 per cento dell'im-
port complessivo sici-
liano e rappresentano
il valore pi elevato
del Sud Italia.
Si va sempre pi indie-
tro.
S.M.
ATTUALIT 12 Sicilia 15 oTTobRe 2014, MeRcoleD 15 oTTobRe 2014, MeRcoleD Sicilia 13 ATTUALIT
Arturo Linguanti e Michele Marchese.
Sopra, Pippo Gianninoto e Roberto Cappellani.
Sopra, il presidente di Confndustria, Giorgio Squinzi, In foto, corso Gelone, lentamente di svuota di negozi.
ha raggiunto il livel-
lo record del 53,8%.
(Dati Banca dItalia
giugno 2014).
I dati Res quindi sono
meno negativi di quelli
rilevati dalla Regione.
Ma coincidono appie-
no nella valutazione
della disoccupazione
giovanile: 53,8%.
Tuttavia questi sono
soltanto i dati uffciali
a giugno 2014.
In realt a questi dati
bisogna aggiungere
quelli che sfuggono
alle rilevazioni uff-
ciali: la massa cio di
coloro che lavoro non
ne cercano pi perch
sono stanchi di cer-
carne invano; siano
giovani o anche meno
giovani che un lavo-
ro lavevano ma lo
hanno perso e ora di
lavoro non ce n pi.
Mettiamo il caso (e ce
ne sono tanti) di un
cinquantenne: troppo
giovane per andare
in pensione, troppo
avanti negli anni per
ottenere un nuovo po-
sto di lavoro.
La Camera di commercio di Siracusa.
ATTUALITA' 14 Sicilia 15 oTTobRe 2014, MeRcoleD
In foto,
Ges in ginocchio
davanti all'adultera
di Roberto Tondelli
Chi di voi senza
peccato, scagli il pri-
mo la pietra contro
di lei. E chinatosi di
nuovo, scriveva in
terra. Ed essi, udito
ci, e ripresi dalla
loro coscienza, si mi-
sero ad uscire ad uno
ad uno, cominciando
dai pi vecchi fno
agli ultimi; e Ges fu
lasciato solo con la
donna che stava l in
mezzo. E Ges, riz-
zatosi e non vedendo
altri che la donna, le
disse: Donna, dove
sono quei tuoi accu-
satori? Nessuno ti ha
condannata? Ed ella
rispose: Nessuno,
Signore. E Ges le
disse: Neppure io ti
condanno; va e non
peccare pi (Gv 8,1
ss.).
Cos si chiude il rac-
conto delladultera.
Lambientazione
quella del tempio di
Gerusalemme, dove
Ges insegna in pub-
blico. Perch mai il
testo descrive per
due volte Ges che si
china a terra per scri-
vere? Per rimandare
la risposta? Per al-
lontanare da s gente
mossa solo dal desi-
derio di metterlo alla
prova? J. Jeremias
ritiene che le auto-
rit religiose ebrai-
che non avessero in
effetti alcun potere
di infiggere la pu-
nizione capitale. Gli
Ebrei che consegna-
no Ges rammen-
tano garbatamente
a Pilato come non
sia loro lecito far
morire alcuno (Gv
18,31). Ci aggiun-
ge forza al tranello:
se Ges fosse per la
lapidazione, potreb-
be essere accusato
di usurpare lautorit
del procuratore ro-
mano; se assumesse
una posizione diver-
sa, contravverrebbe
alla legge di Mos.
X. Len-Dufour pro-
pone una lettura sim-
bolica del brano: due
volte Ges si china a
scrivere a terra e due
volte si alza. Que-
sto sarebbe un gesto
simbolico indican-
te labbassamento e
linnalzamento del
Cristo che muore e
risorge per la ricon-
Donna adultera?
Che cosa scrive
Ges sulla sabbia
ciliazione dellu-
manit peccatrice.
Un gesto simbolico
dotato di tale valo-
re ne spiegherebbe
la ripetizione in un
racconto cos breve.
Il commento di R.
C. Foster sottolinea
il pathos creato da
Ges col silenzio e
con mosse calcola-
te: Ges aveva sf-
dato i capi giudei a
uccidere ladultera,
ma sapeva che sa-
rebbero fuggiti dai
fantasmi della loro
stessa coscienza.
Non sappiamo che
cosa scrisse Ges.
questa lunica vol-
ta che si legge che
Ges abbia scritto.
Lo studioso che sa
ancora dire non
sappiamo, mostra
onest intellettuale
e quellumilt che
manca a molti che
tutto sanno.
Ci si potrebbe chie-
dere se sia mise-
ricordia la parola
che Ges scrive. Di
certo, con la propria
vita scrisse di una
misericordia che
non si rende com-
plice del male, ma
che sa andare oltre
il legalismo, per
chiamare il pecca-
tore a ravvedimen-
to. G. Papini mette
in cuore alla donna
una domanda: Chi
era mai quelluo-
mo, cos differente
da tutti gli altri, che
non voleva il pecca-
to ma perdonava al
peccatore? Lamore
benigno del Signore
il sentimento nobi-
le che scaturisce dal
suo cuore spezzato
(= miseri/cordia) per
luomo. Lesito pi
bello della benigni-
t di Dio indurre il
peccatore/la pecca-
to? Lo si decider
con un sondaggio
di opinioni? Conta
la percentuale pro
o contro? Che cosa
signifca in pratica
va e non peccare
pi? Che cosa co-
stituisce adulterio?
E che differenza c
(se c) tra adulterio
e inchinarsi al poten-
te mentre si disprez-
za il povero? E se
venisse il giorno in
cui la gente non pro-
vasse pi disgusto
per i mostri presenti
nella coscienza di
ciascuno? Se cio la
coscienza di ognu-
no diventasse del
tutto in/cosciente?
annullata da igno-
ranza, superfcialit,
insensibilit, interes-
si, orgogli? Nel rac-
conto un personag-
gio brilla per la sua
assenza: luomo pre-
so con la donna in
fagrante adulterio.
La benignit di Cri-
sto non necessaria
anche a lui? Non si
deve dire anche a lui
Va e non pecca-
re pi? Il richiamo
al ravvedimento
quello la chiesa del
Signore fa proprio,
mentre ragiona e
si incontra assieme
(via Modica, 3 di
fronte allingresso
dellIstituto Insole-
ra - conversazioni
bibliche settimanali:
mercoled ore 19.30
e culto al Signore
domenica ore 10.30
- info: 093124639 -
3404809173 - email:
chiesadicristo@ali-
ce.it).
trice a ravvedimento
(Rom 2,4). La mise-
ricordia di Dio non
invita affatto a vive-
re nella sregolatezza
e nel male. Al con-
trario! Benignit e
misericordia di Dio
sono realt realissi-
me molto pi reali
della realt sociale,
delle mode sociali
di ieri, di oggi e di
domani. Benignit e
misericordia di Dio
sono realt realissi-
me pi alte ma an-
che pi esigenti di
ogni normativa. Il
racconto di Giovan-
ni pu provocare ri-
fessioni coraggiose
alla luce dellEvan-
gelo, a partire dalla
prima domanda: Chi
mai Ges che non
vuole il peccato ma
perdona al peccato-
re? Perdonare, per-
dono: che signifca,
chi ne ha bisogno?
Chi pu realmente
perdonare? Peccato-
re, peccato? Solo pa-
role da religiosi? Pa-
role senza senso per
la persona comune?
Che cosa pecca-
X. Len-Du-
four propone
una lettura
simbolica
del brano:
due volte
Ges si chi-
na a scrivere
a terra e due
volte si alza

15 oTTobRe 2014, MeRcoleD Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Vista la parodia
del calcio gio-
cato dallItalia
contro la piccola
nazionale malte-
se, rivalutiamo
lEccellenza sici-
liana con tutte le
sue pecche e suoi
atavici difetti. E
vista la variet
delle contromi-
sure adottate da
Conte per tentare
di salvare, quan-
to meno, la fac-
cia, rivalutiamo
anche i modesti
ma buoni allena-
tori nostrani che,
quanto meno,
quando una
squadra si chiu-
de come quella
maltese, avreb-
bero tentato di
tirarla fuori dal
guscio per col-
pirla in contro-
piede. Cosa che
lItalia si ben
guardata dal fare.
Che signifca tut-
to questo ? Che il
calcio non pi
quello sport pia-
cevole, sia per
chi lo pratica che
per chi lo guarda
dalle tribune o
in televisione, a
furia di tattiche
e controtattiche
che hanno avuto
soltanto leffetto
di strozzarlo e di
svuotarlo di ogni
suo contenuto
spettacolare. Non
parliamo poi
dei protagonisti.
Prima, vestire
la maglia del-
la nazionale era
come toccare il
cielo con un dito.
Oggi, a giudicare
dalla suffcienza
con cui si affron-
ta un incontro,
che sar pure
abbordabile ma
che sempre un
incontro da non
prendere sotto-
gamba, quasi
un disturbo.
Il guaio che
con un esercito
di nostri giovani
che marciscono
nei campiona-
ti dilettantistici,
scippati del pre-
sente e ancor pi
del futuro, noi
ci sollazziamo
ad ingaggiare a
suon di milioni,
di euro natural-
mente, illustri
carneadi purch
abbiano un pas-
saporto straniero
e un nome pi
o meno esotico,
fno allindecen-
za di mandare in
campo squadre
italiane, senza
nemmeno la pre-
senza di un no-
stro connaziona-
le. In un contesto
cos snaturato,
maturano le fgu-
racce rimediate
in pochi giorni
sia contro un mo-
desto Azerbagian
e contro un anco-
ra pi modesto
Malta. La cosa
curiosa che le
Federazione cal-
cistica italiana
per andare in-
contro a quelli
che nonostante
i risultati, tutto
sommato favo-
revoli grazie alla
modesta levatura
degli avversa-
ri, sono sempre
comunque dei
fop, spende for
di quattrini, per
non parlare dei
quattro milioni
lanno corrispo-
sti al commissa-
rio tecnico in un
momento in cui
una moltitudine
di famiglie ita-
liane non arriva a
fne mese, mentre
milioni di nuovi
poveri affollano
le mense della
Caritas. Renzi
dice che deve
cambiare tutto
e a tutti i livelli.
Laugurio che
prima o poi met-
ta mano anche al
calcio a comin-
ciare dai vertici,
Il calcio al capolinea
alla disperata ricerca
dellappeal perduto
in crisi il gioco pi bello del mondo dalle nazionali maggiori
ai tornei dilettantistici e in italia si fa sempre pi strada la
necessit di farne a meno per almeno un paio danni
Belvedere, Liuzzo: Un pari giusto
anche se in fuorigioco
Belvedere raggiunto per due volte in zona
cesarini . Al 1 dellunico minuto del pri-
mo tempo sull1-1, al 2 dei quattro con-
cessi dal direttore di gara nella ripresa, per
il 2-2 fnale. Per questo, in casa aretusea,
c rammarico.
"Io non condivido lanalisi post gara fatta
dagli amici di Palazzolo ha detto il pa-
tron del Belvedere Antonello Liuzzo per-
ch stato un derby spettacolare, allinse-
gna dello sport e che ha giustifcato i veri
valori dello sport. Ma se c una squadra
che deve rammaricarsi, quella la nostra
perch siamo stati raggiunti nei minuti di
recupero, in entrambe le circostanze. E per
di pi, il loro 2-2 era in posizione di fuori-
gioco del loro marcatore.
Non credo ci sia stata una squadra che ab-
bia dominato sullaltra ancora Liuzzo
perch le occasioni si sono equamen-
te divise, abbiamo accettato il confronto
con una squadra attrezzata per vincere il
campionato e a cui auguriamo di vincerlo.
Al via, la venticinquesima stagio-
ne consecutiva dellSSD Syrako
Rugby Club. Oltre le aspettative la
partite dei Seniores che, nel cam-
pionato di serie C2 questanno,
prevedevano un esordio non facile,
dal momento che i giallo-neri en-
nesi, nella scorsa stagione, aveva-
no giocato a Siracusa una vittoria
schiacciante.
I ragazzi della Syrako, hanno ma-
cinato gioco e punti vincendo con-
tro i padroni di casa per 44 a 0. "In
tutte le fasi del gioco afferma il
portavoce, Gianni Saraceno han-
no funzionato a dovere entrambi i
reparti, mischia e trequarti.
Una partita che ci d un feedback
positivo riguardo anche alle new
entry in squadra: il tesseramento
degli xiridiani Bandiera, Giliber-
to, Giompaolo, Ietta, Magro e Pic-
cione, porta in dote esperienza e
grande tenacia; siamo stati lieti di
accoglierli e questa partita ci d la
prova di aver fatto la cosa giusta".
Rugby, la Syrako
parte con pi 44
quelli che conti-
nuano a piange-
re minestra sui
sempre pi ampi
vuoti che gli
stadi registrano
ogni domenica,
ammannendoci
ponderosi esem-
pi di dietrologia
per spiegarne le
cause che invece
sono sotto gli oc-
chi di tutti.
Armando Galea
Per noi siamo stati allaltezza, a dimo-
strazione che sinora, contro le grandi non
abbiamo sfgurato, perdendo a Gela imme-
ritatamente e per causa di un arbitro non
allaltezza".
Il Belvedere ha ripreso la preparazione
in vista della sfda di domenica prossima
a Santa Croce Camerina. Da verifcare le
condizioni dellesterno Spada, che sta gra-
dualmente rientrando in gruppo dopo un
mese di assenza a causa dello stiramento
alla coscia, per il resto sono tutti abili e ar-
ruolati per il tecnico Nicola Bonarrivo.
In foto, il presidente del Belvedere Liuzzo.
SPORT PAginA 16 15 oTTobRe 2014, MeRcoleD
Sicilia
Al via la nuova stagione in azzurro
per Irene Burgo e Matteo Torneo
lobiettivo
quello
della qualifca-
zione olimpica
primo passo
verso Rio De
Janeiro 2016
Ricominciamo con un gruppo di senior al quale
stiamo affancando giovani interessanti
Rugby, buona
la prova
dei giovani
under
della Syrako
alla prima
prova
stagionale
Partita domeni-
ca 12 ottobre, al
Campo Comunale
di Pergusa (EN)
l'avventura della
formazione under
14, under 16 e Se-
niores della Syraco
Siracusa. LUnder
14 stata battuta
dalla formazione
Rugby Enna per
soli 4 punti (24
20): Risultato
che ci soddisfa, co-
munque sostiene
il Mister Buscema
per molteplici
motivi. Gran parte
dei nostri ragazzi
sono al loro esor-
dio assoluto. Per
tale motivo abbia-
mo voluto dare
libero sfogo alla
loro adrenalina
permettendo a tut-
ti di giocare: sce-
gliendo di effettua-
re numerosi cambi,
abbiamo sacrifca-
to lequilibrio in
campo, vero, ma
la sconftta di mi-
sura rappresenta, a
nostro avviso, un
esordio incorag-
giante". Perde 29 a
17 contro il Rugby
Enna la formazio-
ne Syrako Under
16. "La squadra
ha tenuto il gioco
sostiene il Mister
Provenza nono-
stante linesperien-
za di molti gioca-
tori che debuttano
oggi in questa ca-
tegoria: perci ci
riteniamo soddi-
sfatti". LUnder 16,
infatti, per la FIR
la prima delle ca-
tegorie per fasce
det ad avere un
torneo struttura-
to: condizione che
pu aver infuito
sulla prestazione in
campo dei giovani
siracusani.
Si radunano nel fne
settimana i velocisti
azzurri che tra Ca-
stelgandolfo e Sa-
baudia continuano il
programma di avvi-
cinamento ai Cam-
pionati del mondo di
Milano 2015.
Lobiettivo ovvia-
mente quello della
qualifca olimpica,
primo passo verso
poi i giochi di Rio de
Janeiro 2016.
Guidati dai tecnici
Giuseppe Buonf-
glio, Ezio Caldo-
gnetto e Antonio
Cannone, gli azzurri
rimarranno in radu-
no per due settima-
ne con lobiettivo di
ripartire con il piede
giusto dopo linten-
sa stagione chiusa
poche settimane fa:
Dopo la prima set-
timana durante la
quale lavoreranno
soprattutto i senior,
avremo in raduno an-
che i migliori giova-
ni che si sono distinti
nel corso della pas-
sata stagione - spiega
Ezio Caldognetto -
lavoriamo per conti-
nuare a creare un si-
stema incentivante e
fnalizzato al ricono-
scimento del merito
e delle qualit di cia-
scun atleta. Kayak
in raduno a Castel-
gandolfo, canadesi
invece in allenamen-
to a Sabaudia: Ri-
cominciamo con un
ottimo gruppo di se-
nior al quale stiamo
affancando giovani
interessanti - spiega
Antonio Cannone - il
collettivo di qualit
e la strada intrapresa
ci d fducia.
Largento europeo
del C4 conquistato
lo scorso anno un
segnale importante
da considerare e da
far fruttare da qui al
2015 anno in cui ci
giocheremo la qua-
lifcazione olimpica,
obiettivo primario
per i prossimi mesi.
Questi i convocati:
Norma Murabito,
Federica Nol, So-
fa Campana, Irene
Burgo, Francesca
Capodimonte, Agata
Fantini, Nicola Ripa-
monti, Albino Battel-
li, Alberto Ricchetti,
Mauro Crenna, Giu-
lio Dressino, Matteo
Torneo, Matteo Flo-
rio, Manfredi Rizza
dal 12 al 25 ottobre a
Castelgandolfo.
Dal 18 si aggre-
gheranno Riccardo
Cecchini, Matteo
Galligani, Michele
Bertolini, Eric Buz-
zi, Edoardo Chierini,
Alessandro Balbo,
Andrea dal Bianco,
Ermes Bacci, Alberto
Regazzoni, Alessan-
dro Gnecchi, Mauro
Pra Floriani, Giaco-
mo Cinti, Nicola Al-
beri, Federico Fave-
ro, Mattia Colombi,
Agnese Celestino,
Roberta Gennaro,
Cristina Petracca,
Roberta Fiorini,
Marianna Ponziani,
Rachele Puccetti,
Francesca Genzo e
Francesca Mattiello.
A Sabaudia invece
spazio a Pietro Repe-
le, Marco Veglianti,
Luca Ferraina, Luca
Rodegher, Sergiu
Craciun, Daniele
Santini, Nicolae Cra-
ciun, Luca Incollingo
e Carlo Tacchini.
Calcio a 5, Zagarella:
Dobbiamo crederci
Seconda sconftta conse-
cutiva per Le Formiche e
flotto negativo che per
non deve abbattere le
siracusane. Parola di Ani-
ta Zagarella, che a caldo
ha commentato cos il k.o.
casalingo: "Ci mancata
la grinta, la voglia di vin-
cere.
Abbiamo reagito bene al
primo goal provando su-
bito a pareggiare ma non
ci aspettavamo la secon-
da rete su punizione. Nel
secondo tempo abbiamo
avuto alcune occasione
che non abbiamo sfrutta-
to e poi siamo calate, non
In foto, Dressino
e laretuseo Torneo
ci abbiamo creduto abba-
stanza. Alle mie compa-
gne dico che dobbiamo
andare avanti e crederci,
mostrando la grinta di cui
sono capaci Le Formi-
che".
In foto, la Formichina Zagarela