Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.com e mail: libertasicilia@gmail.

com QUOTIDIANO DELLA PROVINCIA DI SIRACUSA


Un lavoratore edile ha
perso la vita ieri mattina
a Buccheri. La vittima,
Franco Vinci di 46 anni.
A pagine sei
Operaio
muore
folgorato
CRONACA
A pagina cinque
Polstrada
Ancora tanti
mezzi privi
di assicurazione
CRONACA
La regata dei rioni
si sposta
alla Capitaneria
EVENTI
i
A pagina otto
Un ristorante ubicato alla periferia Sud del capoluogo,
stato chiuso temporaneamente per una serie di carenze
igienico-sanitarie riscontrate nel corso di un blitz opera-
to da personale specializzato in materia annonaria della
polizia Municipale, coordinati dal Vice Comandante
Rosario Tona, unitamente al maresciallo Ramponi del-
la stazione Carabinieri di Ortigia e dellunit operativa
SIAN con propri tecnici della prevenzione.
Cibi scaduti e insetti
Chiuso un ristorante
A pagina sette
Cronaca
Lemergenza incendi,
alcuni anche drammatici,
riportano in primo piano
il problema della carenza
di personale dei vigili del
fuoco impiegati nei ser-
vizi antincendio. Il sinda-
cato di categoria sostiene
che non si riesce a soddi-
sfare tutte quelle richieste.
A pagina sei
Vigili del fuoco
Carenza
di personale
SINDACATO
Legambiente si scaglia contro lassessore sostenuto da Gianni
Soprintendenti: nomine
congelate e polemiche
Torna in aula marte-
d prossimo con inizio
alle ore 9.30 il Consiglio
comunale. Due i punti
allordine del giorno: lap-
provazione del piano eco-
nomico e fnanziario della
Tari, la tassa comunale sui
rifuti, e lautorizzazione
al prelievo provvisorio
delle somme necessarie
alla gestione del servizio
idrico integrato dal ca-
pitolo Spese afferenti a
decorsi esercizi con fondi
comunali. Questultima
proposta stata avanzata
dall'amministrazione co-
munale e consiste nellac-
cantonamento della som-
ma di 1 milione di euro per
fare fronte allaffdamento
diretto ad unimpresa.
1 milione
dal bilancio
Critiche
Laffabile assessore
Furnari ci ha spiegato, in
punta di diritto, che l'As-
sessore dei Beni culturali
non c'entra nulla con la
nomina dei Soprinten-
denti e che pu, al mas-
simo, dare solo un mero
indirizzo politico. Que-
sto sostiene la segreteria
regionale di Legambien-
te, intervenuta sulla que-
stione relativa al conge-
lamento delle nomine di
sovrintendente , operate
lo scorso anno dallallo-
ra assessore regionale ai
Beni culturali.
A pagina quattro
A pagine tre
POLITICA
FONDATO NEL 1987 DA GIUSEPPE BIANCA EVENTI
a pagina otto
sabato 17 marzo 2012 anno XXV n. 64 DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUBBLICIT: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 0,50 Venerd 8 agosto 2014 anno XXVII n. 191 DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUBBLICIT: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0,50
Si ritorna
a nascere
a Pachino
Sicilia
SIRACUSA
e-mail: libertasicilia@gmail.com Cronaca di Siracusa online nel mondo 8 AGOSTO 2014, VENERD 3
Variazione di bilancio
da 1 mln: piovono critiche
La querelle ruota attorno alla decisione dellamministrazione comunale
di reperire la somma per affrontare le spese di pronto intervento idrico
Torna in aula mar-
ted prossimo con
inizio alle ore 9.30 il
Consiglio comunale.
Due i punti allordine
del giorno: lapprova-
zione del piano eco-
nomico e fnanziario
della Tari, la tassa
comunale sui rifuti,
e lautorizzazione al
prelievo provvisorio
delle somme neces-
sarie alla gestione
del servizio idrico
integrato dal capito-
lo Spese afferenti a
decorsi esercizi con
fondi comunali.
Questultima propo-
sta stata avanzata
dallaministrazione
comunale e consiste
nellaccantonamento
della somma di 1 mi-
lione di euro per fare
fronte allaffdamen-
to diretto ad unim-
presa privata dei la-
vori sulla rete idrica
e fognaria della citt
che avrebbero dovuto
essere a carico della
fallita Sai 8.
Tale proposta ha su-
scitato non poche po-
lemiche soprattutto
in fase di discussione
in commissione Bi-
lancio. Ci rendiamo
conto che il presi-
dente della commis-
sione Burti non ha
avvertito neanche la
necessit di dibattere
con l'assessore pro-
ponente, con l'asses-
sore che propone una
"variazione di spesa"
di un bilancio ancora
in dodicesimi per una
somma di un milione
di euro?, si chiede
il consigliere comu-
nale Salvatore Ca-
stagnino, il quale va
oltre sostenendo che
Oggi mi chiaro il
motivo per il quale le
una leggerezza priva
di trasparenza ammi-
nistrativa, mi riferi-
sco al prelievo di ol-
tre un milione di euro
proposte tutte ven-
gono trasmesse per i
pareri alla commis-
sione sesta e magari
non a quelle real-
facendo - spiega Ca-
stagnino - sono al
vaglio del consiglio
comunale e sono sta-
te gi approvate con
Seduta del Consiglio comunale. Sotto, il consigliere Gaetano Firenze.
Marted prossimo la questione politica sar affrontata in Consiglio comunale
mente competenti.
La magistratura ha
il dovere di accen-
dere i rifettori come
sicuramente sta gi
Il consigliere comunale Gaetano Firenze si di-
messo dalla carica di capogruppo del Megafono.
Lo ha fatto con una nota indirizzata al presidente
del Consiglio comunale nella quale comunica an-
che la decisione di non aderire
pi a quel gruppo consiliare.
Alla base delle motivazioni del
gesto politico clamoroso da
parte di Firenze, le incompren-
sioni con lamministrazione
comunale. Due settimane ad-
dietro, proprio in una seduta di
chiarimento, i capigruppo dei
partiti della maggioranza ave-
vano chiesto alla Giunta Ga-
rozzo di essere sollecita e attenta nel comunicare
proprio ai partiti e si movimenti che lappoggia-
no i provvedimenti che sintendono assumere per
avere un quadro chiaro sul da farsi. Invece ri-
leva Firenze lamministrazione comunale conti-
nua a fare di testa sua, adottando provvedimenti,
non sempre condivisibili, dei quali i gruppi consiliari
non sono a conoscenza. In sostanza, si eluso quanto
si auspicava e si era promesso in sede di confronto coi
capigruppo. A questo punto non mi rimane altro da
fare che prendere le distanze da
questo tipo di comportamento e di
pormi nelle condizioni di assoluta
neutralit rispetto allazione am-
ministrativa.
Firenze, che si riservato di en-
trare nel merito della sua deci-
sione, intendendo in questo modo
fare sbollire il suo animo al mo-
mento turbato, comunicher nel-
la prossima seduta del Consiglio
comunale, in programma marted prossimo, la sua
nuova collocazione allinterno dei gruppi. A propo-
sito di gruppi, il consigliere Elio Di Lorenzo stato
nominato capogruppo della lista Garozzo Sindaco in
sostituzione di Antonio Grasso, che sta svolgendo la
mansione di assessore comunale.
PoLItICa
Il consigliere comunale Tanino Firenze
lascia il gruppo del Megafono
chiesto dall'ammini-
strazione e approvato
dalla commissione
bilancio con soli 5
voti su 9.
Anche i consiglieri
del grppo di Articolo
4 hanno annunciato
battaglia in occasio-
ne della prossima
seduta del consiglio
comunale. Su tutti,
il consigliere Fabio
Rodante che fa parte
di quella commis-
sione al Bilancio che
ha dato il via libera
alla proposta di ac-
cantonare la somma
in questione. Come
riferito dal consi-
gliere Castagnino, la
questione potrebbe
anche uscire fuori
dallalveo politico
ed avere addirittura
risvolti di natura giu-
diziaria.
G.B.
2 8 AGOSTO 2014, VENERD
di Arturo Messina
Dopo la ministagione lirica,
svoltasi per iniziativa dun
intraprendente organizzato-
re, per giunta non siracusano,
anzich degli esimi ammini-
stratori, al teatro greco, dove
prima (a maggio e a giugno)
nellottica delle celebrazione
della gloriosa istituzione, si
erano svolte le Rappresenta-
zioni Classiche, la cui sceno-
grafa era servita in buona
parte a quella dellAida e
degli altri tre spettacoli con-
comitanti, lestate siracusana
non sta sapendo offrire altro,
suscitando la pi viva mera-
viglia ed il ben giustifcato
disappunto dei turisti, che
non sanno come trascorrere
le serate
Ancor pi vivo disappunto
provano constatando che non
vi nessuna galleria da visi-
tare, per cui giustamente si
domandano perch Siracusa
venga denominata citt
darte e cultura.
Tuttavia, un contentino po-
trebbero trovare se venissero
invitati a trascorrere, per
giunta quasi tutti gratis et
amore Dei, la serata assisten-
do a delle pur rare ma lode-
voli performance: diciamo se
venissero invitati, o almeno
informati attraverso, una-
deguata pubblicizzazione,
di questi incontri artistico-
culturali, visto che fnora
non si vista ombra di turisti
n a villa Reimann, dove
Carmelo Salemi ha tenuto
un interessantissimo con-
certo-conferenza suonando
e descrivendo egregiamente
ogni sorta di friscalettu e
altri caratteristici strumenti
bucolici siciliani e tanti altri
se ne potrebbero fare, come
quello che tengono (anche
questo gratis et amore Dei)
questa sera nellauditorium
dellIstituto Musicale Co-
munale Giuseppe Privitera,
ossia in una sala ristretta,
al chiuso e senza condi-
zionatori daria come se
ne facevano un tempo non
molto remoto alla Latomia
del Paradiso, a ridosso dello
stesso teatro greco, allara di
Ierone, allanfteatro romano
dove si tennero tanti spetta-
coli di altissimo livello tra
cui una delle pi importanti
Sulle vie della seta
edizioni di Parola dAttri-
ce, la serie di spettacoli tutti
al femminile che organizzava
lintrepida Francamaria Di-
monti che riusc ad animare
quellestate del 2002 con
Sabina Guzzanti ( l8 agosto),
con Francesca Reggiani (il
10), con Lucia Vasini e Maria
Miritello (in prima nazionale
il18), con Mariella Lo Giudi-
ce (ol 22), con Lucia Poli (il
29) e con Maddalena Crippa
(il31)
Alla stessa intrepida organiz-
zatrice Francesca Dimonti,
non siracusana doc ma ac-
quisita, deve darsi il merito
di tentare di animare ancora
una volta lafosa estate are-
tusea, anche se non con gli
spettacoli cos spettacolari
duna volta, che allora fecero
veramente scalpore.
Sabato scorso, infatti, ha
inaugurato lVIII dizione di
LatomieArte, alla Latomia
dei Frati Cappuccini che,
tramite lei, tramite la bene-
merita associazione culturale
Italia Nostra, da sempre
e validamente presieduta
dallinossidabile prof.ssa Lu-
cia Acerra e altri encomiabili
sodalizi, ha ripreso a svolgere
degnamente limportante
e necessaria iniziativa di
offrire ai siracusani e ai fore-
stieri che lo vengono a sapere,
loccasione di trascorrere
delle serate effettivamente
piacevoli e corroboranti del
fsico e dello spirito, seduti
comodamente in quellampio
e suggestivo antro, pardon!
angolo, dellestivo eden
darte e cultura cuore che
la latomia.
E della latomia la stessa
dinamica organizzatrice ha
voluto decantare i pregi e
rievocare lesaltante storia,
con linteressante conferenza
che ha premesso allesibizio-
ne del giovane e bravissimo,
angelico Angelo fautista.
Storia che lei stessa ha inteso
ampiamente documentare al-
lestendo nella sala Caravag-
gio al Museo Archeologico
di Piazza Duomo, una ricca
mostra documentaria, che
faccia ricordare i tantissimi
momenti degni di memoria
avvenuti in essa attraverso
fotografe, articoli di gior-
nali, relazioni nel corso dei
cento anni della sua frui-
zione, a partire dalle prime
esibizioni dei Cantarii di
Val dAnapo.
Il giovane e bravissimo,
angelico Angelo flautista
ha intitolato il suo concer-
to-conferenza Sulle vie
della seta per una ragione
specifca: perch ha voluto
fare intendere, tramite lese-
cuzione dei suggestivi brani
musicali da lui scelti, che tra
lOccidente e lOriente, tra
lEuropa e la Cina, in modo
particolare, musicalmente
non vi sono affatto confni.
E anche vero che lo stile
luomo, come gi afferm
Pascal, ma il linguaggio
musicale, anche se non
pienamente compreso,
sentito da tutti, univer-
sale: lemozione che una
qualsiasi musica suscita uni-
versalmente, sostituisce la
comprensione: se ne deduce
che soprattutto le emozioni
del linguaggio musicale
espresso con il fauto, che
lo strumento primordiale
per eccellenza, viaggiano
su uno stesso binario, sia
essa musica occidentale che
orientale.
Che leccellente flautista
sia anche ottimo pensatore
e conferenziere lha pie-
namente dimostrato esem-
plifcando quanto andato
esponendo con leccezionale
esecuzione che ha fatto se-
guire ad ogni sua rifessione.
Ha in certo qual modo dato
limpressione che certo
genere di musica sia effetti-
vamente informale, come la
pittura defnita con lo stesso
aggettivo: che, cio si pre-
fgge di suscitare emozioni
istintivamente, senza biso-
gno che intervengano la ra-
gione, la rifessione, i criteri
di valutazione. Etale musica
che obbiettivamente vale
come linguaggio universale,
che arriva profondamente
al cuore senza passare dal
cervello. E la musica che
risale ai primordi delluomo,
a quelle emozioni, a quello
stupore che provava luomo
primitivo, che si sentiva un
nulla di fronte allimmensit
da cui veniva interamente
circondato, in cui veniva
profondamente immerso, e
manifestava la sua emozione
esprimendosi con un lin-
guaggio che solo con il suono
e non con la parola poteva
comunicare. Gli astanti (
pochi, purtroppo, in rapporto
allimportanza del concerto)
che hanno ascoltato le sue
parole e quelle magiche
musiche, hanno provato la
pi viva emozione ed hanno
applaudito calorosamente.
Eccellente conferenza-concerto allinaugurazione dellVIII edizione della
LatomiArte tenuta sabato scorso da Francamaria Demonti e Angelo il fautista
In foto, la Sovrintendenza ai beni culturali di Siracusa. Sotto, lon. Marika Cirone.
LInterVento
Marika Cirone Di Marco: Il riesame
degli incarichi suscita interrogativi
4 8 AGOSTO 2014, VENERD
Laffabile assessore Furnari ci
ha spiegato, in punta di diritto,
che l'Assessore dei Beni culturali
non c'entra nulla con la nomina
dei Soprintendenti e che pu, al
massimo, dare solo un mero in-
dirizzo politico. Questo sostiene
la segreteria regionale di Legam-
biente, intervenuta sulla que-
stione relativa al congelamento
delle nomine di sovrintendente ,
operate lo scorso anno dallallora
assessore regionale ai Beni cultu-
rali.
Ragionamento ineccepibile, ma
questo non ci impedisce sotto-
linea la Segreteria regionale di
Legambiente Sicilia - di chie-
dere quali indicazioni in propo-
sito lAssessore abbia avuto dai
sui padrini politici di Messina e
Siracusa. Forse quella di far in-
sediare a Siracusa, nella Soprin-
tendenza, con tutto rispetto per le
altre, pi importante della Sicilia,
il famigerato architetto Scuto, co-
lui che ha indelebilmente e molto
discutibilmente lasciato il segno
nelle tante realt paesaggistiche e
architettoniche dove ha avuto re-
sponsabilit? Un Soprintendente
che ha fatto molta poca tutela,
autorizzando opere e interventi
che hanno stravolto centri storici,
teatri di pietra, coste e aree arche-
ologiche.
Per Legambiente, Fallita l'o-
perazione del pericoloso ritorno
dell'architetto Micali, adesso i
palazzinari e i cementifcatori
siracusani, spalleggiati da una
classe politica regionale loca-
le screditata e inquisita, tentano
un nuovo assalto per fnire di
distruggere quel territorio, dalle
Mure Dionigiane alla Pillirina, al
superamento dei vincoli posti dal
Piano Paestistico adottato. Maga-
ri bastano pochi mesi per queste
operazioni, fno alla rimozione di
Scuto da parte di una nuova sen-
tenza giudiziaria.
La nota delle segreteria di Le-
gambiente si conclude con un ri-
chiamo al governatore Crocetta.
Deve essere chiaro a tutti, a par-
tire dal Presidente della Regione,
che non si pu fare fnta di nulla,
che la posta in gioco questa e
nessuno, compreso Crocetta, si
pu girare dall'altra parte. La
palla, insomma, passa nuova-
mente alla politica dopo che las-
sessore ha congelato le nomine
dei sovrintendenti.
Quali indicazioni allassessore
dai suoi padrini politici?
Gli ambientalisti intervengono in maniera molto critica a seguito
del congelamento delle nomine dei sovrintendenti in Sicilia
Attacco frontale da parte della segreteria regionale di Legambiente alla Furnari
Lintervento di precisazione dell'assessore re-
gionale ai Beni culturali, Giusi Furnari, a propo-
sito del provvedimento di riesame degli incari-
chi ai Sovrintendenti, lascia pi dubbi di quelli
che si sforza di chiarire. A seguito del vespaio
di polemiche e in-
terrogativi suscitato
dal provvedimento,
l'assessore si affanna
a distinguere le sue
"funzioni di mero in-
dirizzo politico" da
quelle amministrati-
ve di competenza del
suo Dirigente Ge-
nerale, quasi a rap-
presentarsi "vittima
"dell'autonomia gestionale e con il chiaro intento
di allontanare le conseguenti critiche. Il tema dei
diversi ruoli, politico ed amministrativo, che cer-
to offre delle suggestioni e non pu risolversi con
la capitolazione dell'uno o dell'altro, non esenta
la parte politica dal soppesare i danni sopravve-
nienti alle collettivit a seguito di un provvedi-
mento assai discutibile, soprattutto quando il risultato
immediato congelare l'attivit delle sovrintendenze,
rallentandone e frustrandone l'operativit. Questio-
ne politica di prima grandezza, questa, rispetto alla
quale doveroso sarebbe stato l'intervento preventivo
dell'assessore, che tra l'altro,
se ci fosse stato, avrebbe evi-
tato alla Sicilia di fnire sulla
stampa nazionale ed interna-
zionale ancora una volta con
il volto sfregiato di una terra
senza regole. Ascolti l'asses-
sore Giusi Furnari le voci al-
larmate di intellettuali come
Settis e Sgarbi, di associazioni
culturali e ambientaliste che
nei territori, come a Siracusa,
interpretano l'interruzione di percorsi utilmente av-
viati come unulteriore insidia ai danni del nostro
inestimabile patrimonio storico, archeologico, pae-
saggistico. Li ascolti e dia serenit a professionalit
e ad uffci imbrigliati in una vicenda da archiviare
subito, pena l'ulteriore perdita di credibilit delle Isti-
tuzioni.
56 sanzioni amministrative per le viola-
zioni al Codice della Strada, decurtati 213
punti della patente di guida per infrazioni
varie (di cui 38 per mancato uso cinture di
sicurezza, 2 per uso del telefonino, uninfra-
zione per velocit
non commisurata
alle situazioni am-
bientali in quanto
si immetteva nel
tratto predispo-
sto per il posto di
blocco ad elevata
velocit. Queste al-
cune delle statisti-
che del servizio di
controllo operato
dagli agenti della
Polstrada sullautostrada Siracusa-Catania.
Nel novero dei numeri rientrano anche il
sequestro amministrativo di 4 veicoli per
mancata copertura assicurativa; ritirate 5
carte di circolazione e 2 sospese per man-
cata revisione del veicolo del Codice della
Strada; ritirate 2 patenti di guida perch
CronaCa
Polstrada in azione in autostrada
Irrogate 56 sanzioni ad automobilisti
scadute di validit; effettuate 21 interrogazio-
ni presso la Banca dati SDI.
Aumentano i mezzi senza assicurazione: Fe-
nomeno preoccupante ma continuamente
monitorato anche grazie allaccresciuto nu-
mero dei controlli
dovuto alla presenza
pi capillare della
Polizia Stradale sul-
le strade e al raffor-
zamento dellattivit
di pattugliamento, a
maggior tutela della
sicurezza stradale
afferma il dirigen-
te della Polstrada,
Antonio Capodicasa
Lintensifcazione
dei controlli volta a contrastare soprattutto
quelle infrazioni (come leccesso di velocit, la
guida in stato di ebbrezza e sotto linfuenza
di sostanze stupefacenti, la guida parlando al
cellulare e senza fare uso della cintura di sicu-
rezza) che mettono pi a rischio gli utenti della
strada pi deboli.
8 AGOSTO 2014, VENERD 5
In foto, lo stabilimento dellEni a Priolo. Sotto, Antonio Capodicasa
Ministri incalzati: Che fne
ha fatto il progetto dellEni?
Per il parlamentare siracusano Pippo Zappulla occorre dare risposte
sullannunciato investimento da 40 milioni nel sito di Priolo Gargallo
Una lettera pervenuta ai titolari dei dicasteri allEconomia e allo sviluppo economico
Un momento di verifca sulla
chimica di Priolo e sollecitare
EniVersalis ad attivare nel piu
breve tempo possibile gli inve-
stimenti programmati e annun-
ciati ormai da tempo. Questa la
richiesta avanzata dal parlamen-
tare siracusano Pippo Zappulla
al ministro dello Sviluppo Eco-
nomico, Federica Guidi. Lo ha
fatto con un una lettera che ha
trasmesso anche al presidente
della Commissione Attivit Pro-
duttive della Camera, Guglielmo
Epifani per sollecitarlo ad incon-
trare le parti sociali e le istituzio-
ni locali valutando lopportunit
di programmare le audizioni di-
rettamente nel territorio. Lettera
anche al ministro per lAmbiente
per programmare, insieme con la
Regione siciliana, un incontro in
tempi celeri per fare il punto sul-
le opere di bonifca e sulle risor-
se occorrenti. Zappulla fa notare
come alla chiusura dellimpianto
di Clorosoda nel 2005, con un
esubero strutturale tra lavorato-
ri diretti e dellindotto di circa
1.000 unit, non seguirono gli
impegni di riconversione che era-
no stati assunti.
Solo lo sblocco degli investi-
menti e delle opere previste po-
tr garantire presenza industriale,
salvaguardia dei livelli occupa-
zionali e, al contempo, condizio-
ni migliori sul terreno ambientale
e della sicurezza dice Zappulla
- Con i cambi avvenuti al vertice
di ENI, il nuovo amministratore
delegato Descalzi ha presentato
ai sindacati di categoria il nuo-
vo progetto industriale dellente
petrolifero che prevede anche la
riorganizzazione generale degli
organici. Lintesa ultima raggiun-
ta presso il Ministero per lo Svi-
luppo Economico sembra avere
dato le giuste risposte per la raff-
neria di Gela e per le produzioni
di Porto Marghera.
Per quanto riguarda Priolo ri-
mangono rassicurazioni trop-
po generali e generiche per es-
sere del tutto accolte spiega
Zappulla Lo stabilimento in
questione, pur avendo subito
nellultimo ventennio una mas-
siccia deindustrializzazione, con-
ta ancora sulle produzioni del
gruppo aromatici e sul craking.
Nel 2011 tra gli investimenti nel-
la chimica che Versalis ha deciso
in Italia ha stabilito 400 milioni
per Priolo per passare da prodot-
ti commodity a prodotti special-
ty, cio ha previsto la chiusura
della produzione di polietilene
sostituendola con la produzione
di resine tachifers per la produ-
zione di colle e collanti , isopre-
ne e quella di elastomeri per le
gomme. Nellinvestimento sta-
to pianifcato anche leffcienta-
mento del craking: un intervento
che ha ridotto la produzione da
2000 ton./giorno a 1400 tonn. al
giorno passando da 2 linee a una
e con un recupero energetico del
40/50 %. Ma come accade or-
mai da tantissimi anni questi in-
vestimenti vengono stabiliti con
la politica dei due tempi; il primo
vede la fermate delle produzioni
in perdita e poi un secondo tem-
po per la costruzione dei nuovi
impianti. Nellultimo decennio
a Priolo tale politica si ferma-
ta sempre e solo alla prima fase.
LEni-Versalis aveva assicurato
che entro giugno avrebbero chie-
sto queste autorizzazioni. Ma ad
oggi tutto questo non successo.
In questi giorni lEni ha manda-
to segnali e comunicazioni varie
confermando gli investimenti per
Priolo ma non si pu disconosce-
re lo scetticismo diffuso per la
credibilit degli impegni assunti.
Rimane legittima e forte, pertan-
to, la preoccupazione che dentro
il nuovo piano nazionale dellEni
linvestimento di Priolo.
6 8 AGOSTO 2014, VENERD
Emergenza incendi: vigili del fuoco
lamentano carenza di uomini e mezzi
In provincia di Siracusa gli episodi pi gravi come il rogo al Tivoli
che ha messo a repentaglio alcune abitazioni e quello al Ciane
Il sindacato di categoria ha chiesto un forte intervento istituzionale per porre riparo
Lemergenza incendi, alcuni
anche drammatici, riportano in
primo piano il problema della
carenza di personale dei vigili
del fuoco impiegati nei servi-
zi antincendio. Il sindacato di
categoria sostiene che non si
riesce a soddisfare tutte quel-
le richieste che giornalmente
giungono numerose, a decine e
centinaia, perch oltre agli in-
terventi ordinari si sommano i
numerosi incendi boschivi e di
interfaccia, urbano-rurali.
Casi emblematici di queste ul-
time ore lincendio di Tivoli,
spento dai residenti e lincendio
della Caritas di Augusta dove la
gente inveiva contro i soccor-
ritori dai balconi e altri eventi.
Il ministro Alfano sullonda
emotiva degli incendi del 23 e
24 giugno scorsi aveva promes-
so linvio di 68 unit di vigili
del fuoco permanenti in pi al
dispositivo attuale, 150 unit
di Vigili del Fuoco Volontari,
mezzi e automezzi straordinari.
Del dispositivo messo in campo
dal Ministro Alfano non abbia-
mo visto ancora nulla.
Altro vertice in Prefettura a
Siracusa dei primi giorni di lu-
glio. Discusso con tutti gli or-
gani competenti, assenti a quel
tavolo erano tutte le Organizza-
zioni Sindacali del settore Vigi-
li del Fuoco Soccorso Pubblico
e Difesa. Serve una cabina di
regia e tutto quello defnito e
scritto ma servono soprattutto
i mezzi e gli uomini per una
emergenza ciclica che va di-
scussa e organizzata nei mesi
antecedenti la stagione estiva e
non durante lemergenza.
Altro problema la spending
review che ha provocati taglia
in maniera lineare di fondi e uo-
mini in tutta la Sicilia: 150 unit
Vigili del Fuoco.
Siracusa ha in organico com-
plessivo 156 Vigili del Fuoco
divisi in quattro turni e in cin-
que sedi di servizio compre-
sa la sede portuale di Augusta
che operano giornalmente h24
senza soluzione di continuit
con automezzi vetusti gestiti in
maniera discutibile con pochi
uomini e risorse economiche
pari a zero. Le organizzazioni
sindacali hanno chiesto un in-
contro con il Commissario del
Libero Consorzio di Siracusa
In foto, vigili del fuoco in azione.
per avere un minimo contribu-
to per una squadra aggiuntiva
boschiva che manca ormai da
tre anni, divenuta indispensabi-
le per il dispositivo provinciale
di soccorso, nessuna risposta in
merito. Ricordiamo che il Co-
mando di Siracusa, in passato,
aveva due squadre boschive in-
serite nel piano di soccorso pro-
vinciale per il periodo giugno-
settembre.
Per dare maggiore sicurezza
e tutela ai cittadini servono
dicono Giovanni Di Raimondo
Francesco Anzalone del Cona-
po un piano prestabilito pre-
ventivo nel quale coinvolgere
Vigili del Fuoco, Corpo Fore-
stale Regionale e Protezione
Civile. Cabina di regia unica
funzione H24 con un congruo
contingente di uomini e auto-
mezzi per il pronto intervento
immediato, evitando verifche
sul campo inutili che allungano
notevolmente i tempi. Preven-
zione e repressione. Serve un
controllo maggiore, continuo e
costante delle forze dellordine
su tutto il territorio provinciale
e su tutte le aree maggiormente
esposte al rischio. Prevenzione
e controllo sul territorio da par-
te dei Sindaci dei comuni della
provincia di Siracusa: monito-
raggio dei terreni incolti o ab-
bandonati da parte dei proprieta-
ri applicazione delle ordinanze
sindacali da parte della polizia
municipale. Prevenzione sulle
strade comunali, provinciali e
statali: pulizie ordinarie e straor-
dinarie di tutta la viabilit inter
connessa invasa ormai ai limiti
della visibilit dalle sterpaglie
alberi e piante ornamentali coin-
volgimento degli enti preposti
con ordinanza urgenti da parte
del Prefetto. Solo con un piano
mirato e concordato e applicato
si possono risolvere in maniera
effciente e degne di un paese
civile le emergenze che ogni
anno si presentano ciclicamente
sullonda emotiva si rischia di
pianifcare cose vuote e inutili.
Pachino
Arrestato
pusher
Nascondeva la
droga in un mobile
della cucina insie-
me con altre spe-
zie. La perquisizio-
ne domiciliare ha
permesso ai cara-
binieri di rilevarla
e di arrestare Pietro
Schembri, brac-
ciante agricolo di
32 anni, con prece-
denti per reati con-
tro la persona ed in
materia di sostanze
stupefacenti. Sono
stati i carabinieri
della stazione di
Pachino a recarsi
presso il domicilio
dellindagato. Nel
corso della perqui-
sizione domiciliare
i militari dellArma
hanno rinvenuto,
occultati in un con-
tenitore in plastica
per alimenti allin-
terno di un mobile
della cucina, e se-
questrato comples-
sivi 25 grammi di
marijuana.
In foto, sacchi di farina sequestrati nel ristorante.
8 AGOSTO 2014, VENERD 7
Cibi scaduti e insetti ovunque
Sigilli ad un noto ristorante
Il locale pubblico, sito in via Elorina, sottoposto
ad un controllo igienico sanitario: scattano denuncia e multe
Un ristorante ubica-
to alla periferia Sud
del capoluogo, sta-
to chiuso temporane-
amente per una serie
di carenze igienico-
sanitarie riscontrate
nel corso di un blitz
operato da persona-
le specializzato in
materia annonaria
della polizia Muni-
cipale, coordinati dal
Vice Comandante
Rosario Tona, unita-
mente al maresciallo
Ramponi della sta-
zione Carabinieri di
Ortigia e dellunit
operativa SIAN con
propri tecnici della
prevenzione diret-
ti dalla dottoressa
Maria Contrino,
nonch delluffcio
prevenzione vigi-
lanza e ispezione di
Siracusa. Linterven-
to stato effettuato
nel corso di una serie
di controlli di rito,
presso l esercizio di
ristorazionepizzeria
denominato Nonna
Clorinda, ubicato
lungo la via Elorina.
Allinterno dellat-
tivit veniva riscon-
trato il grave stato
igienico in cui versa,
tant che venivano
rinvenuti 15 mila li-
tri di acqua Fontalba
scaduta nel marzo
2013; pezzature di
carne rossa e bianca
avariata; confezioni
di pasta fresca posta
dentro un frigo ar-
madio ammuffta e
mala odorante; sac-
chi di farina da kg.
30 invasi da insetti
con scadenza aprile
2014; carne di varia
pezzatura congelata
in malo modo e ir-
regolare senza fare
utilizzo dellabbat-
titore; affettati vari,
uova con presenza di
grossi insetti; mac-
chinari con grasso
pregresso e privi di
pulizia; contenitori
degli alimenti e degli
imballaggi a perdere
con notevoli tracce
di polvere; locale
sprovvisto di acqua
calda.
Il proprietario non
in possesso di Scia
amministrativa, di
scia sanitaria , di pia-
no di autocontrollo
sulla sicurezza am-
bientale. Sono sta-
te elevate multe per
circa 8 mila euro per
illeciti amministra-
tivi vari. Disposto
anche il sequestro
penale per il trasgres-
sore perch detene-
va farina invasa da
insetti, pezzature di
carne rossa e bianca
in cattivissimo stato
di conservazione. In
ultimo stato dispo-
sto anche il sequestro
amministrativo in at-
Operazione congiunta di vigili urbani, carabinieri ed Asp di Siracusa
tesa delle analisi per
la detenzione di circa
15000 litri dacqua
scaduta nel marzo
2013 e divieto asso-
luto di utilizzo dei
macchinari
Il titolare dimpresa edile
di 46 anni muore folgorato
Lincidente sul lavoro accaduto intorno alle ore 12 di ieri
mattina. Luomo stava operando per completare la gittata ad un
solaio in contrada Piana alla periferia di Buccheri. secondo quanto
ricostruito dai carabinieri della locale stazione, intervenuti sul
posto, il braccio della betoniera da cui fuoriusciva il cemento
armato, per cause accidentali ha toccato il cavo dellalta tensione.
La violenta scarica ha investito in pieno il povero titolare della
piccola impresa edile, che rimasto folgorato. Inutili i soccorsi da
parte degli altri compagni di lavoro che hanno staccato il fusso di
energia elettrica senza per riuscire a strapparlo alla morte. Vinci
deceduto praticamente sul colpo a causa molto probabilmente
delle ustioni e della scarica elettrica che ha colpito organi vitali.
La Procura della Repubblica di Siracusa ha aperto uninchiesta
per verifcare in dettaglio le cause del decesso delloperaio
edile. Franco Vinci era molto noto a Buccheri. Si era sposato
di recente e lascia una bambina di appena un anno, e la moglie
che in attesa di un altra creatura. Vinci era stato una settimana
fuori regione insieme con il padre, che doveva essere curato.
Era tornato domenica scorsa a Buccheri e aveva ricominciato a
lavorare nella sua piccola impresa edile che gestiva insieme con
un altro suo compaesano.
Regata dei quartieri cambia
location e va in Capitaneria
Da questa mattina per tre giorni l8, 9 e il 10
agosto prossimo si svolger la nuova edizione
della Regata dei Quartieri Storici presso Largo
IV Novembre. Appuntamen-
to tradizionale per lestate
siracusana, questanno tocca
la sua ottava edizione. Per
lanciarla sono intervenuti il
sindaco, Giancarlo Garozzo,
gli assessori al Turismo e alle
Politiche sportive, Francesco
Italia e Maria Grazia Cavarra,
il presidente regionale dellAics,
Liddo Schiavo, il comandante
della Capitaneria di Porto, Domenico La Tel-
la, il presidente dellassociazione Il gozzo di
Marika, Emanuele Schiavone, organizzatore
della manifestazione.
Un periodo di grande attivit, di spettacoli,
attrazione con stand, musica e quantaltro fno
a domenica prossima. Ed gi questa una delle
novit principali delledizione
2014. Per accogliere meglio i
cittadini la casa della Regata
dei Quartieri Storici, cambia
location: non pi allo sbarcade-
ro Santa Lucia ma nel piazzale
del Largo IV Novembre (per
intenderci lo spazio antistante
la Capitaneria di Porto), quindi
venerd 8, sabato 9 e domenica
10 inizia uffcialmente la mani-
festazione della Regata dei Quartieri Storici di
Siracusa. Ha assicurato la presenza lassessore
regionale allAgricoltura e Pesca, lavv. Ezechia
Paolo Reale.
IL Caso
Oggi il ricordo
della strage
di Marcinelle
in Belgio
L8 agosto ricorre la Giorna-
ta nazionale del sacrifcio del
lavoro italiano nel mondo,
istituita dalla presidenza del
consiglio dei ministri nel 2001
per commemorare le vittime
della tragedia avvenuta nella
miniera di carbone di Marci-
nelle, in Belgio, nel 1956, ove
persero tragicamente la vita 262
lavoratori, 136 dei quali nostri
connazionali.
Adistanza di quasi sessantanni
il ricordo di quella tragedia re-
sta vivo nei cuori degli italiani,
come resta viva la memoria di
cosa ha signifcato per il nostro
paese lesperienza dellemigra-
zione, delle precarie condizioni
di vita e di lavoro vissute da
milioni di nostri concittadini in
tutto il mondo, del fecondo con-
tributo offerto allo sviluppo dei
territori che li hanno accolti.
Ricordare quell8 agosto
del 1956 signifca rinnovare
limpegno per laffermazione in
ogni luogo, in Italia e allestero
- afferma il prefetto di Siracusa
Armando Gradone - dei diritti
dei lavoratori, per la sicurezza
sul lavoro, per la promozione
di nuova occupazione in favore
delle giovani generazioni,
per dare risposta ai bisogni di
quanti, per libera scelta o neces-
sit, cercano un futuro migliore
lontano dalla loro patria.
Dalla tragedia di Marcinelle e
dalle tante altre dolorose vicen-
de vissute dai nostri concittadi-
ni allestero occorre soprattutto
trarre monito a non dimenticare
le ancora troppe vite perse sul
lavoro e la necessit di con-
trolli pi incisivi nei luoghi di
lavoro.
8 8 AGOSTO 2014, VENERD
Il territorio di Pachino festeggia la
registrazione allUffcio Anagrafe
del Comune, dopo diversi anni,
di una bimba, alla quale stato
dato il nome Martina, venuta alla
luce negli ambulatori del Presidio
Territoriale di Emergenza locale.
Ad assistere la puerpera, una 22
enne di Portopalo gi mamma di
due bambini, stata linfermiera
professionale Maria Impera,
in servizio al Pte, alla quale la
mamma, gi in avanzato stato di
travaglio, stamane intorno alle
10,40, si presentata chiedendo
assistenza.
Il medico di turno era in servizio
di emergenza con lautoambu-
lanza - racconta linfermiera - e
mentre mi prodigavo ad adagiare
la donna sul lettino mi rendevo
conto che non cera pi un minuto
da perdere poich la bimba stava
per nascere. Non avremmo fatto
in tempo a trasferire la donna
allospedale di Noto. A quel
punto mi sono data da fare senza
alcuna esitazione, grazie anche
alla mia esperienza di servizio
nel reparto ospedaliero di oste-
tricia e ginecologia, e ben presto
mi sono ritrovata la bimba tra le
mani. Non sapevo se piangere
o ridere dallemozione. Mentre
mi prodigavo, una operatrice del
servizio di pulizia avvertiva il 118
e chiamava lostetrica in servizio
Qui sopra, Il Pta. Afanco, il prefetto Armando Gradone.
Si ritorna a nascere
nel territorio di Pachino
Ieri mattina venuta alla luce la piccola Martina
fglia di una ragazza originaria di Portopalo
Il parto avvenuto al presidio territoriale ambulatoriale
nel Consultorio al piano di sopra.
Lostetrica Carmela Carpanzano
mi ha immediatamente raggiunto,
ha provveduto a recidere il cor-
done ombelicare e ad assicurarsi
delle buone condizioni di salute
sia della mamma che della neo-
nata, prima del loro trasferimento
con lautoambulanza, giunta nel
frattempo da Rosolini, allospe-
dale di Noto.
E a nome di tutta lAzienda
che rivolgo i miei auguri alla
giovane mamma e alla piccola
Martina dichiara il direttore
generale Salvatore Brugaletta
-. Allinfermiera professionale
Maria Impera va lencomio della
Direzione Generale per essersi
distinta per prontezza di spirito,
competenza e professionalit, non
esitando a fornire insieme con
lostetrica Carmela Carpanzano
e a tutto il personale del Pte ogni
tipo di assistenza di cui la donna
in quel momento aveva bisogno.
Scenari etici:
Se gli
obblighi
morali
gravano
verso ogni
essere vivente
In termini di amore
per i cani e, pi in ge-
nerale per gli animali,
oggigiorno i movimenti
animalisti pi radicali
richiedono l'adesione
ad un insieme di teorie
ed atteggiamenti volti
ad ottenere il ricono-
scimento degli obblighi
morali di ogni essere
umano nei confronti
degli animali ed il supe-
ramento dello specismo
(cio della convinzione
che le regole etiche si
applichino solo all'uo-
mo e non alle altre spe-
cie). In tal senso il libro
Liberazione animale fu
la pietra miliare dell'a-
nimalismo anti-speci-
sta, rappresentando una
denuncia al razzismo
di specie ed un appel-
lo contro le sofferenze
patite dagli animali nel-
le industrie cosmetiche,
farmaceutiche ed ali-
mentari, da cui il vege-
tarianismo inteso come
il passo pi concreto
ed effcace che si pu
compiere per porre fne
tanto all'infizione di
sofferenze agli animali
non umani, quanto alla
loro uccisione. Secon-
do la visione antispe-
cista-nonviolenta (per
alcuni biocentrica o
gaiana), sarebbe richie-
sto, oltre all'attivit in-
dividuale, un impegno
concreto e profondo
in ambiti collettivi per
contrastare sistemati-
camente le attivit con-
nesse allo sfruttamento
animale. Oltre pertanto
a proporre un'alimen-
tazione vegetariana (o
vegan) e l'uso di capi di
abbigliamento che non
richiedano l'uccisione
di animali, sempre pi
spesso questa sensibi-
lit alla sofferenza, alla
violenza ed alla soste-
nibilit viene estesa a
tutti i prodotti di con-
sumo.
vita di Quartiere
Neapolis: scoppia una polemica
sui cani al cimitero comunale
Da una parte c chi, per la sacralit del luogo, ne chiede il bando
ma alcuni sollecitano maggiore rispetto per i Migliori amici delluomo
A Siracusa scoppia
la polemica sui cani e
sul decoro al campo-
santo.
Stando ai bene infor-
mati il regolamento
comunale di polizia
mortuaria non precisa
se permette l'ingresso
agli animali, ma fuori
dal cimitero non c'
alcun cartello. Cos,
capita che qualcuno
entri insieme all'ami-
co a quattro zampe,
fra gli sguardi sba-
lorditi di chi invece
ritiene che un simile
comportamento violi
la sacralit del luogo.
La polemica era la-
tente gi da qualche
mese, ma a dare fuo-
co alle polveri stato
un episodio avvenu-
to qualche giorno fa,
quando un mamma
ha assistito incredula
all'ardire di un cane
che ha rilasciato i suoi
bisogni proprio vicino
la tomba del fglio.
Sono stata costretta
a rimuovere gli escre-
menti dellanimale,
del fatto mi sono la-
mentata con il custode
del cimitero del tutto
disinteressato alla vi-
cenda, tutto questo
assurdo continua la
signora addolorata che
tutti i giorni si reca per
far visita al fglio.
Come se non ba-
stasse al cimitero di
Siracusa insiste il pi
completo abbandono,
rubinetto dacqua che
no funzionano come
quello del terzo can-
cello, il primo che si
vede, totalmente muto
(manca addirittura il
rubinetto) e i cittadini
costretti a fare centi-
naia di metri per riem-
pire dacqua i vasetti
per i fori o pulire i
luoghi dei propri cari.
I cittadini si chiedo-
no se esiste il rego-
lamento comunale
di polizia mortuaria
dove dovrebbe chiari-
re che gli unici cani a
cui concesso entrare
al camposanto sono
quelli destinati ai non
vedenti. L'ingresso
dovrebbe essere vie-
tato anche alle per-
sone munite di cesti
o involti di qualunque
sorta se non previa-
mente autorizzate dal
custode al momen-
to dell'ingresso; alle
persone in stato di
ubriachezza, vestite in
modo indecoroso o in
condizioni in contra-
sto con il carattere del
cimitero; a coloro che
intendono svolgere
al cimitero attivit di
questua; ai fanciulli di
et inferiore a sei anni
non accompagnati da
adulti.
Da una parte, c' chi
pretende l'assoluto
rispetto della sacrali-
t del camposanto ed
esclude categorica-
mente la possibilit
che l'accesso sia con-
sentito anche ai cani.
Dall'altra parte, c' chi
ritiene che l'ingresso
dei quattro zampe sia
lecito, a patto per che
i padroni si impegnino
a esercitare sull'ani-
male la vigilanza ri-
chiesta dalla particola-
re tipologia del luogo.
Un'anziana in visita a
una tomba commen-
ta: vero che ormai
i cani sono percepiti
come membri della
famiglia, per il ci-
mitero non mi sem-
bra il luogo adatto in
cui portarli. Io il cane
non lo farei entrare, se
poi qualcuno la pensa
diversamente deve al-
meno controllare che
non sporchi n faccia
danni.
Una ragazza, dopo
aver notato degli
escrementi abbando-
nati lungo il vialetto
del camposanto, af-
ferma: Sono amante
degli animali, ho un
cane e cerco di portar-
lo dove si pu. Quindi,
in linea di massima,
sono sfavorevole an-
che ai quattro zampe
al cimitero. Tutto sta
nella sensibilit dei
padroni. Dovrebbero
fare attenzione ed es-
sere rispettosi del luo-
go una questione di
buon senso.
Altra questione rela-
tiva ai numerosi cesti-
ni di fori dei defunti
tumulati nei loculi o
nelle cappelle, i pa-
renti o i loro cari al
termine della dimora
del feretro, facendo
ordine ai loro luoghi
vanno a depositarli
scriteriatamente in po-
sti impensati, incuran-
ti del decoro del posto,
poich risaputo e il
custode a conoscen-
za dellingresso di de-
funti al cimitero sono
in media di tre al gior-
no con tutto quello
ne consegue dellab-
bandono e accatasta-
mento di ceste di fori
lasciati ovunque. In-
somma chi dovrebbe
controllare al cimitero
tutto questo?
Si chiedono ignari i
cittadini, se non gli
addetti ai lavori.
8 AGOSTO 2014, VENERD 9
Il consigliere comunale Gaetano Firenze si
dimesso dalla carica di capogruppo del Me-
gafono. Lo ha fatto con una nota indirizzata al
presidente del Consiglio comunale nella quale
comunica anche la decisione di non aderire pi a
quel gruppo consiliare. Il consigliere comunale
Gaetano Firenze comunicher nella prossima
seduta del civico consesso, in programma mar-
ted prossimo, la sua nuova collocazione allin-
terno dei gruppi. Il Megafono - Lista Crocetta
il partito politico italiano di sinistra presente
in Sicilia e presieduto dall'attuale Presidente
della Regione Siciliana Rosario Crocetta. Esso
compare per la prima volta sulla scena politica
come lista elettorale del candidato Presidente
di Partito Democratico ed Unione di Centro
Rosario Crocetta alle elezioni regionali sici-
liane del 28 ottobre 2012. Nella competizione
elettorale, che vedr la vittoria di Crocetta,
la lista consegue 118.346 voti ed il 6,17 %,
ottenendo cinque parlamentari all'Assemblea
regionale siciliana. La nuova formazione viene
presentata uffcialmente il 22 novembre 2012
e viene ribattezzato in Il Megafono - Lista
Crocetta e mantiene la sua indipendenza dal
Partito Democratico. Dal dicembre 2012 na-
scono i coordinamenti provinciali. Alle elezioni
politiche del 2013 il Megafono si presenta
solamente al Senato in Sicilia all'interno della
coalizione Italia. Bene Comune a sostegno di
Pier Luigi Bersani[3]. Nelle elezioni del 24 e
25 febbraio raccoglie 148.534 voti di preferen-
za in Sicilia ed il 6,16 % a livello regionale,
eleggendo senatore il capolista Giuseppe
Lumia. Alle elezioni amministrative siciliane
del 9 e 10 giugno 2013 il Megafono ottiene il
10,66% a Catania, l'8,97% a Messina, il 6,24%
a Ragusa ed il 5,71% a Siracusa. Nel giugno
2013 aderisce al movimento un consigliere
comunale di Firenze, Susanna Agostini, eletta
nel Partito Democratico. Il 20 luglio 2013 la
direzione siciliana del Partito Democratico.
approva una mozione nella quale si ribadisce
che "non possono coesistere modalit di doppia
militanza" di iscritti del Partito Democratico nel
"Megafono" di Crocetta. Alle elezioni europee
del 2014 candida nella lista Partito Democratico
un suo esponente, l'assessore della giunta Cro-
cetta Michela Stancheris, che non viene eletta.
strutturato in circoli comunali che dipendono
dai coordinamenti provinciali. Non sono ancora
stati convocati congressi.
Citt: Gaetano Firenze
Lascia la lista Il megafono
10 8 AGOSTO 2014, VENERD 8 AGOSTO 2014, VENERD 11
Storia patria: Siracusa e le sue torri
In agenda per oggi la presentazione dello studio di Michele Romano ed Ornella Fazzina
Presso lo spazio espositivo del museo di Palazzo Bellomo gli Scatti di 5 fotograf siracusani
Oggi memoria di s. Domenico patrono di Augusta
Il Comune di Siracusa
e la Galleria Regiona-
le di Palazzo Bellomo
in collaborazione con
lassociazione cul-
turale Art in Town e
CulturArte presenta-
no un nuovo itinerario
culturale nella citt di
Siracusa. Le Torri di
Siracusa un progetto
che rivisita larchitettu-
ra medievale della citt
aretusea, in particolare
i palazzi di Ortigia, la
Camera Reginale, Pa-
lazzo Bellomo, Palazzo
Montalto e le torri di
avvistamento dei quar-
tieri di Acradina, Tiche,
Epipoli e Neapolis. I
dettagli della mostra
saranno presentati nella
conferenza stampa, che
si terr oggi, venerd 8
agosto alle 11 presso
la Galleria regionale
di palazzo Bellomodi
via Capodieci. Saran-
no presenti, lassessore
alla Cultura, turismo e
spettacolo, Francesco
Italia, i curatori della
mostra, Ornella Fazzi-
na, Michele Romano
e Luigi Cavarra consi-
gliere della circoscri-
zione Acradina. Pre-
vista anche la presenza
dei cinque fotograf si-
racusani (Daniele Alif-
f, Michele Battaglia,
Tiziana Blanco, Luca
Scamporlino e Roberto
Zampino) protagoni-
sti del percorso visivo
e culturale nella citt
delle Regine.
Linaugurazione delle-
vento annotata in
agenda per oggi stesso,
venerd 8 agosto 2014
alle 17,00 presso la
Sala delle Esposizioni
del Museo Bellomo. La
mostra rester aperta e
visitabile gratuitamen-
te fno al 7 settembre
2014. Le torri costiere
della Sicilia costituiva-
no il sistema difensivo,
di avvistamento e di
comunicazione lungo
la fascia costiera del
Regno di Sicilia.
Furono costruite per
arginare le frequenti in-
cursioni dei corsari bar-
bareschi.
Da ogni torre era pos-
sibile scrutare il mare
e vedere la successiva,
con la possibilit di in-
viare segnali luminosi,
detti fani, e di fumo per
trasmettere un messag-
gio o richiedere soc-
corso. Nel periodo di
massima funzionalit
permettevano di fare il
periplo dell'isola nello
spazio di un solo gior-
no.
Le torri costellano gran
parte delle coste dell'I-
talia meridionale e sono
spesso interessanti dal
punto di vista architet-
tonico; si svilupparono,
pi o meno contempo-
raneamente, a quelle
che venivano fatte co-
struire nel resto d'Italia,
all'epoca suddivisa in
pi stati indipendenti
l'uno dall'altro.
La minaccia maghre-
bina si intensifc con
il sorgere della poten-
za navale turca, visto
che nel 1516 i turchi si
insediarono ad Algeri,
ed a partire dal 1520,
il corsaro Khayr al-
Din Barbarossa oper
da tale citt per conto
dell'Impero ottomano,
divenendo nel 1533
Qapudan Pash, cio
comandante supremo
della fotta turca. An-
tagonista della potenza
ottomana era l'impero
spagnolo di Carlo V,
e fu necessario quindi
investire ingenti risorse
nella difesa delle coste
mediterranee sia della
Penisola Iberica, sia dei
possedimenti italiani,
nel Regno di Sardegna,
nel Regno di Sicilia, nel
Regno di Napoli.
L'opera di fortifcazione
fu attuata dalla corona
spagnola anche sotto il
regno del fglio di Car-
lo V, infatti la maggior
parte delle torri di av-
vistamento in Spagna
sono state costruite sot-
to il regno di Filippo
II, particolarmente da
parte dell'architetto ita-
liano Giovanni Battista
Antonelli. Per quanto
riguardava la Sicilia, a
partire dal 1547 l'orga-
nismo amministrativo
che provvedeva alla ge-
stione delle torri fu la
Deputazione del Regno
di Sicilia. In particola-
re, nel 1577 il Vicer
Marcantonio Colonna
diede l'incarico al sene-
se Tiburzio Spannocchi
di redigere un piano ri-
parazione delle 62 torri
gi esistenti, e di costru-
irne altre 123.
Il piano di Spannocchi
rimase in buona parte
non realizzato visto l'al-
tissimo costo.
Nato nel 1170 a Caleruega, un
villaggio montano della Vecchia
Castiglia (Spagna), si distinse fn
da giovane per carit e povert.
Convinto che bisognasse riporta-
re il clero a quella austerit di vita
che era alla base dell'eresia degli
Albigesi e dei Valdesi, fond a To-
losa l'Ordine dei Frati Predicatori
che, nato sulla Regola agostiniana,
divenne nella sostanza qualcosa
di totalmente nuovo, basato sulla
predicazione itinerante, la mendi-
cit (per la prima volta legata ad
un ordine clericale), una serie di
osservanze di tipo monastico e lo
studio approfondito. San Domeni-
co si distinse per rettitudine, spirito
di sacrifcio e zelo apostolico.
Le Costituzioni dell'Ordine dei
Frati Predicatori attestano la chia-
rezza di pensiero, lo spirito costrut-
negli anni duri dell'apostolato albi-
gese si era defnito: "umile ministro
della predicazione". Dalle lunghe
notti passate in chiesa accanto all'al-
tare e da una tenerissima devozione
verso Maria, aveva conosciuto la
misericordia di Dio e "a quale prez-
zo siamo stati redenti", per questo
cercher di testimoniare l'amore di
Dio dinanzi ai fratelli. Egli fonda
un Ordine che ha come scopo la
salvezza delle anime mediante la
predicazione che scaturisce dalla
contemplazione: contemplata aliis
tradere sar la felice formula con
cui s.Tommaso d'Aquino esprimer
l'ispirazione di s. Domenico e l'ani-
ma dell'Ordine. Per questo nell'Or-
dine da lui fondato hanno una gran-
de importanza lo studio, la vita
liturgica, la vita comune, la povert
evangelica.
tivo ed equilibrato e il senso pratico
che si rispecchiano nel suo Ordine,
uno dei pi importanti della Chie-
sa. Sfnito dal lavoro apostolico ed
estenuato dalle grandi penitenze, il
6 agosto 1221 muore circondato dai
suoi frati, nel suo amatissimo con-
vento di Bologna, in una cella non
sua, perch lui, il Fondatore, non
l'aveva. Gregorio IX, a lui legato da
una profonda amicizia, lo canoniz-
zer il 3 luglio 1234.
La fsionomia spirituale di S. Do-
menico inconfondibile; egli stesso
Nel sudest siciliano la fgura del santo spagnolo tradizionalmente legata alla cittadina megarese
In foto, la festa domenicana megarese celebrata in maggio.
In foto, la Torrespecula della Pizzuta.
In foto, Il consigliere Gaetano Firenze.
App dedicate per il buon cibo
Levoluzione inarrestabile di un fenomeno di gran successo: lo Street food
Social media, app
dedicate, eventi, libri
tutto sembra confer-
mare l'evoluzione
inarrestabile di un
fenomeno di grande
successo: lo street
food. Sullonda del
fenomeno, Tag24
presenta la mappa
dello street food ita-
liano suddiviso per
regione: dal suppl
laziale alle crescen-
tine emiliane, dal
pane con la milza
siciliano alla pizza
grassa umbra, ogni
regione presenta le
sue tradizioni locali.
Settore predominan-
te dell'economia tu-
ristica ed alimentare
lo street food, come
dichiara Coldiretti,
poco soggetto alla di-
storsione delle ricette
tipiche che ne con-
servano la tradizione
e per questo si rivela
poco infuenzato dal-
le mode passeggere,
sopravvivendo gra-
zie ad una continua
evoluzione.
Carta vincente del
cibo di strada quella
di coniugare la gran-
de tradizione culina-
ria italiana e la speri-
mentazione di nuove
tendenze, di guardare
all'eco-sostenibilit
e al biologico per
rispondere alle esi-
genze del consuma-
tore consapevole che
un'alimentazione sa-
lutista la base del
benessere psicofsico
e che ridurre l'impat-
to ambientale rende
il cibo pi buono.
A questo proposito
Tag24 ha chiesto a
Sonia Peronaci, cuo-
ca, scrittrice e fonda-
trice del sito di cuci-
na Giallo Zafferano,
cosa ne pensa dello
Street Food e come si
sta evolvendo questo
trend ad esempio nel-
la scelta delle materie
prime: Mentre una
volta lo street food
era considerato un
cibo di ripiego fatto
con il cibo avanza-
to, adesso invece sta
diventando un cibo
deccellenza e di
conseguenza c pi
attenzione alla scelta
delle materie prime,
con locali che im-
prontano la loro atti-
vit sullo street food
e propongono quindi
un cibo molto pi cu-
rato.
Inoltre durante il pe-
riodo estivo il cibo di
strada si presta molto
bene ad essere degu-
stato in spiaggia a
Caorle ad esempio
- suggerisce Sonia -
ho gustato un ottimo
cono croccante, cio
un cono di carta con-
tenente un calamaro
fritto, un po di pe-
sciolini con il pesca-
to del giorno e delle
chips di polenta bian-
ca. Confessa per
che il suo street food
preferito si trova tra
Sicilia e Campania,
due regioni dove tra
dolce e salato pro-
prio una bella lotta.
Non un caso quindi
se al primo posto del-
le ricerche sul web
riguardanti i prodotti
di street food trovia-
mo la tradizione ita-
liana per eccellenza:
la pizza.
L'infografca stessa
(http://www.tag24.
i t / 136936- s t r eet -
food-il-tour-gastro-
nomico-d-italia-in-
una-infografca/ )
contiene la ricetta di
questa e delle altre
tipicit regionali pi
ricercate come la pia-
dina, la focaccia e lo
strudel. Allinterno
della mappa dei sa-
pori italiani troviamo
anche le sagre locali
e le manifestazio-
ni culinarie dove
possibile assaggiare
queste specialit. Se-
condo lOrganizza-
zione delle Nazioni
Unite per lAlimen-
tazione e lAgricol-
tura, lo street food
rappresenta la scelta
alimentare di 2,5 mi-
liardi di persone ogni
giorno. In Italia, in
particolare, il 75%
della popolazione
sceglie lo street food
e di questo il 45%
predilige i prodotti
tipici locali, il 24%
i cibi internazionali
ed il 4% sceglie la
cucina etnica. A cosa
dovuta questa ten-
denza? Sicuramente
i nuovi ritmi di vita
e di lavoro sempre
pi veloci e il poco
tempo a disposizione
esaltano le funzio-
nalit e la comodit
dello street food. Ma
anche un'apertura
ed una curiosit che
spinge gli amanti del
cibo ad assaggiare
cose diverse, prefe-
rendo diverse piccole
porzioni ad un unico
grande piatto. Infne
non bisogna sottova-
lutare l'aspetto eco-
nomico. Un recente
sondaggio proposto
dal Gambero Ros-
so mostra infatti che
quasi il 40% degli
utenti dichiara di sce-
gliere lo street food
per l'accessibilit
economica, complice
la fessione economi-
ca degli ultimi anni
a causa della quale,
secondo Coldiretti,
dall'estate 2013 la
spesa nei ristoranti
calata dell'11 % e
sono aumentati gli
esercizi di ristorazio-
ne che non prevedo-
no il servizio ma solo
la somministrazione.
Quella luce rossa sul televisore
costa 59 miliardi lanno
Nellera della connessione non si spegne pi nulla
LOnu calcola il prezzo di questa bolletta nascosta
Controllare la posta sul nostro
smartphone, fermi al semaforo,
un gesto tra i pi banali. Tutti
in uffcio hanno un computer
in rete, cos come sono in rete
le stampanti. In tanti, la sera
a casa, seguono programmi
televisivi on demand.
Essere connessi 24 ore al gior-
no, sette giorni su sette, una
rivoluzione che secondo gli
esperti si estender a macchia
dolio. E investir anche altri
aspetti della vita quotidiana:
presto potremo essere con-
nessi e dialogare a distanza
con frigoriferi, lavatrici, luci,
sistemi di sicurezza. Con i forni
per far partire larrosto al mo-
mento giusto, o col termostato
per avere una casa pi calda o
pi fresca. Il guaio, spiega uno
studio dellIea (la International
Energy Agency), che attual-
mente sono attivi la bellezza
di 14 miliardi di dispositivi
connessi e in standby, ovvero
sempre pronti ad entrare in
azione anche se apparente-
mente spenti. Apparentemente
spenti, perch la stragrande
maggioranza degli oggetti
collegati a una rete consuma
pi o meno la stessa quantit
di energia, che siano in standby
o effettivamente in funzione.
La conseguenza che per far
funzionare questi dispositivi
- che restano sempre accesi,
anche se magari sono utiliz-
zati solo per pochi minuti al
giorno - e le reti che li collegano
tra loro, lumanit spreca una
quantit spaventosa di energia
elettrica. Secondo la Iea, nel
2013 sono stati consumati per
essere always on 616 TWh
(TeraWatt ora) di elettricit, per
lo pi per dispositivi in stand-
by. Lo studio calcola che 400
TWh - equivalente allelettricit
consumata in un anno da Gran
Bretagna e Norvegia - sono stati
sprecati per colpa di tecnologie
ineffcienti.
Il costo della bolletta di questo
spreco? 80 miliardi di dollari,
59 miliardi di euro. In termini
energetici, si potrebbero chiu-
dere 133 centrali a carbone da
500 MW, ed evitare di scaricare
nellatmosfera 600 milioni di
tonnellate di anidride carbonica,
che aumenta leffetto serra. Se
non si far nulla, il problema
si accentuer: sempre pi di-
spositivi connessi (si prevede
saranno 100 miliardi nel 2030),
sempre pi consumi, sempre
pi sprechi.
Sulla carta le soluzioni per
risolvere questo problema
gi ci sono. Come spiega il
direttore esecutivo della Iea
Maria van der Hoeven, se
adottiamo le migliori tecno-
logie disponibili, saremo in
grado di minimizzare il costo
per soddisfare la domanda e
accrescere i vantaggi dei di-
spositivi collegati.
Senza inventare nulla, ma sol-
tanto migliorando leffcienza
con soluzioni gi praticabili, si
potrebbe tagliare il consumo
di energia in standby- senza
modifcare le prestazioni dei
dispositivi, ovviamente - di
almeno il 65 per cento. Tutto
sta a volerlo fare sul serio,
naturalmente.
Laspetto tecnico su cui si
dovrebbe agire il colle-
gamento alla rete dei vari
dispositivi:alcuni di essi con-
sumano l80% dellelettricit
soltanto per vedere ogni istante
se la rete per caso ha mandato
un segnale di attivazione.
Colpa della struttura e dei
protocolli dei network, che
per lappunto chiedono che
lapparecchio connesso sia
sempre attivo e visibile nella
rete. Dal punto di vista tecno-
logico la soluzione esiste: uno
smartphone per essere connes-
so richiede solo 0,5 mW.
12 8 AGOSTO 2014, VENERD
Veganz, la catena vegana
sta per conquistare Milano
Dopoil grandesuccessosul territoriotedesco, pianopianostaconquistandol'interaEuropa
La cultura del mangiare sano,
eliminando da ogni pasto
alimenti di origini animale, si
fa largo conquistando numeri
di persone sempre crescenti:
secondo i dati dellEurispes
infatti, nel 2014, solo nel Bel-
paese sono circa 4,2 milioni
coloro che hanno abbracciato
la cultura vegetariana e vegana
mossi da una parte da motivi
etici ma, dall'altra, dalla parti-
colare sensibilit nei riguardi
dellambiente senza dimenti-
care ovviamente lattenzione
per la salute. Sono cos sempre
pi i ristoranti dello stivale che
decidono di portare in tavola i
sapori gustosi della terra, piatti
tradizionali a base di frutta e
verdura di stagione ma anche
prodotti pi specifci come
tofu, tempeh, seitan, muscolo
di grano e soia: per chi per
volesse riproporre tali delizie
in casa come fare? Semplice, la
spesa si fa nei nuovi supermer-
cati tematici dove, in vendita, si
pu trovare tutto loccorrente
per un men green. Arriva
da Berlino, dove nato nel
2011, Veganz, ovvero la prima
catena di supermercati vegan
che, dopo aver aperto diversi
punti vendita in Germania sta
uscendo dai confni del paese di
origine per conquistare realt
come Vienna e nuove aperture
tra Londra, Amsterdam Bar-
cellona e Copenaghen.
Americani, ammalati di dolore
allarme per labuso di pillole
Nel 2012 i medici americani hanno frmato 259 milioni di ricette per antidolorifci, cio abbastanza per fornire un facone a ogni adulto
Gli antidolorifci sono
diventati la nuova
emergenza negli Sta-
ti Uniti, usati come
droghe che provocano
dipendenza e vittime.
Nel 2012 i medici ame-
ricani hanno frmato
259 milioni di ricette
per questi prodotti a
base di oppiacei, cio
abbastanza per fornire
una bottiglia di pillole
a ogni adulto.
Un numero che non
corrisponde alle ne-
cessit terapeutiche
dei pazienti, e quin-
di quasi certamente
rivela un abuso. A
lanciare lallarme un
rapporto dei Centers
for Disease Control
and Prevention, ossia
lautorit federale nel
campo degli studi e
della ricerca sanitaria.
I prodotti in causa
sono quelli che i me-
dici prescrivono per
mitigare il dolore,
ad esempio dopo un
intervento chirurgico,
una seduta pesante dal
dentista, o un inciden-
te. Si tratta di medicine
Ovunque ci si giri
Mauritius offre sce-
nari da sogno, ap-
pena sforati dalla
mano dell'uomo e
dominati da una na-
tura prorompente
che dona un sor-
prendente alternarsi
di spiagge placide
e bianchissime e
selvagge distese di
scogli sferzate dalle
onde prorompenti.
In una tale variet di
paesaggi, il mare
limpido e turchese
la costante che ren-
de l'isola una meta
dal fascino unico in
grado di conquista-
re i viaggiatori pi
esigenti e differenti,
dai surfsti in cer-
ca del brivido, agli
appassionati delle
immersioni tra le
forme e i colori della
Su e gi per le spiagge
di Mauritius
come Vicodin, Perco-
cet o OxyContin, tutte
basate sugli oppiacei.
In genere i pazienti
ricevono un numero
limitato di pillole, sti-
mate in base a quanto
presumibilmente du-
rer il dolore: quando
fniscono non possono
pi ricomprarle, a
meno che abbiano una
nuova ricetta medica,
proprio per evitare la
dipendenza. Per chi
le prende, infatti, i be-
nefci sono evidenti e
immediati, ed molto
facile fnire a ruota.
Questo, purtroppo,
quanto sta gi acca-
dendo a molti ameri-
cani. Gli antidolorifci,
infatti, non portano
il marchio negativo
delle droghe tradizio-
nali, come leroina o
il crack. Si comprano
in farmacia, non dal-
lo spacciatore dietro
langolo, e quindi sem-
brano sicuri. In questo
modo sono diventati la
droga elettiva soprat-
tutto dei pi ricchi,
che possono pagare e
ottenere ricette false o
non giustifcate. Se-
condo i dati dei CDC,
una dimostrazione sta
anche nel livello di uso
diverso da regione a
regione.
Gli antidolorifici,
infatti, sono molto
popolari nel sudest
degli Stati Uniti. In
Alabama, ad esempio,
i medici hanno scritto
143 ricette ogni 100
residenti, mentre alle
Hawaii ne sono state
frmate solo 52 ogni
100 persone. Andando
a guardare lincidenza
dei disturbi che richie-
dono luso degli anti-
dolorifci in questi due
stati, per, non si nota
una differenza cos
signifcativa. Questo
conferma che in molti
casi i painkillers ven-
gono prescritti e usati
per ragioni diverse
dalla terapia.
barriera corallina,
sino ai bagnanti de-
siderosi di godersi la
corroborante vita di
spiaggia.
Da nord a sud, ver-
so qualunque punto
cardinale ci si diriga,
il panorama un
trionfo di bellezze
naturalistiche incor-
niciate dalle acque
cristalline dell'ocea-
no. Lungo 300 chilo-
metri di coste im-
possibile non trovare
la propria spiaggia
ideale. Il litorale
settentrionale, ad
esempio, perfetto
per chi viaggia con
la propria famiglia
o con gli amici.
La spiaggia di Pe-
reybere , infatti, una
delle pi attrezzate
dell'isola e si trova
in un'ottima posi-
zione servita da bar,
ristoranti, negozi e
chioschi. Spostan-
dosi vesto est la
spiaggia Belle Mare
a conquistare i viag-
giatori. I suoi fondali
popolosi e variopinti
adornati dalle bel-
lezze della barriera
corallina la rendono
la meta ideale per
gli appassionati di
snorkeling.
Poco lontano da que-
sto paradiso, inoltre,
si pu soggiornare in
un moderno resort
che offre tutto ci che
serve per trascorrere
una vacanza perfetta.
Si tratta del Constan-
ce Hotel & Resort
Belle Mare (http://
bellemareplageho-
tel.constancehotels.
com tel. 230 402
2600) che vanta, tra
Capitale umano e istruzione:
la crisi penalizza i pi deboli
Nellultimo triennio la
crisi economica ha pro-
vocato in Italia una mag-
giore disuguaglianza
sociale e territoriale, con
landamento scolastico
che costituisce la mani-
festazione pi evidente
dellallargamento del
divario sociale. Alcuni
studi, presentati nei
giorni scorsi, confer-
mano come il sistema
educativo italiano stia
perdendo la tradizionale
capacit di garantire op-
portunit occupazionali
e di agire come strumen-
to di ascensione sociale,
di promozione ad altro
livello. Dal Rapporto
sul Benessere Equo
e Sostenibile (Bes
2014), realizzato dal
Cnel e dallIstat, emerge
come durante tutto il
periodo di crisi con-
tinua ad aumentare in
misura preoccupante la
quota di ragazzi che non
studiano e non lavorano
(Neet, Not in Educa-
tion, Employment or
Training) soprattutto
nel Sud, dove in molte
regioni oltre un terzo
dei giovani si trova
in questa situazione:
nel 2013 la quota di
giovani tra i 15 e i 29
anni che non lavorano
e non studiano ha avuto
un aumento ancora pi
consistente del recente
passato raggiungendo
il 26%, pi di 6 punti
percentuali al di sopra
del periodo pre-crisi.
Per molti di loro un pro-
lungato allontanamento
dal mercato del lavoro
o dal sistema formati-
vo pu comportare il
rischio di una diffcolt
di reinserimento o di
marginalizzazione.
Tuttavia lanalisi delle
cifre non basta a com-
prendere le cause del
determinarsi e delle-
spandersi del fenomeno
dei Neet, un processo
complesso in cui entra-
no in gioco variabili
educative, sociali, eco-
nomiche e politiche.
Tra le pi signifcative
- sulle quali sar op-
portuno intervenire per
contrastare il fenomeno
- si segnala labbandono
scolastico precoce (il
tasso di Neet e di
abbandoni scolastici
correlato positivamen-
te) e il conseguente
basso livello di istru-
zione e formazione che
il giovane spesso riesce
a raggiungere.
8 AGOSTO 2014, VENERD 13
i numerosi servizi,
una rilassante Spa e
ben sette ristoranti
dove sperimentare
le pi svariate espe-
rienze gastronomi-
che.
Pace e tranquillit
attendono, invece, i
viaggiatori che in-
tendono trascorrere
le proprie giornate a
Balaclava, sulla co-
sta nord-occidentale.
Le strutture ricettive
sono poche e ben
distanziate tra loro,
la sabbia candida
e l'oceano cristallino.
Uno scenario da
cartolina per una
vacanza dal relax
assicurato.
Non bisogna allon-
tanarsi molto per go-
dere della sicurezza
che tutte le famiglie
desiderano per i pi
piccoli. La spiaggia
di Trou aux Biches
vanta fondali poco
profondi e acque
sempre calme, per-
fette per chi viaggia
con i bambini.
I pi romantici non
rimarranno, invece,
delusi dalla spiaggia
di Flic en Flac, sulla
costa occidentale,
dove si pu assistere
ai tramonti pi spet-
tacolari dell'isola.
Sul lato opposto, lun-
go il litorale a sud-
est, c' da rimanere
ammaliati dinanzi
alla meraviglia di
Pointe D'Esny, cer-
tamente una delle
spiagge pi belle
dell'isola e punto di
partenza ideale per
partire alla scoperta
della riserva di Ile
aux Aigrettes, la mi-
gliore destinazione
per escursioni alla
ricerca del contatto
con la natura pi in-
contaminata. Questa
spiaggia , inoltre,
uno dei luoghi di
Mauritius pi amati
dagli appassionati
di wind surf oltre ad
essere una di quelle
spiagge che non su-
biscono l'assalto dei
turisti come avviene,
invece, alla bella e
vicina Blue Bay.
Proseguendo verso
sud, Riambel Beach
accender gli animi
dei viaggiatori pi
avventurosi che, nel-
la tranquillit di un
arenile dalle dune
soffci costeggiate da
verdeggianti tappeti
erbosi, evocheranno
affascinanti storie di
naufraghi e naufragi.
Altrettanto bella
ed intatta, St. Felix
Beach consente di
concedersi lunghe
nuotate e appassio-
nanti immersioni in
tutta tranquillit. A
Gris Gris, invece,
sulla punta meridio-
nale dell'isola, non
ci si pu immergere,
ma la possibilit di
contemplare la furia
del mare che picchia
sulle scogliere una
di quelle esperienze
indimenticabili che
non hanno prezzo.
Lanziano! Visto come zavorra dalle socie-
t consumistica, invece, soprattutto in Si-
cilia, il cemento aggregante della precaria
societ di oggi.
Avete mai pensato cosa sarebbe della gio-
vent siciliana senza i padri che, nei mo-
menti diffcili, li riaccolgono in casa, rita-
gliando la misera pensione per aiutare il
fglio a fnire il mese, senza ricorrere agli
usurai?
Eppure lanziano maltrattato da chi go-
verna.
La sua fonte di reddito ben accertabile
tassata e tartassata in mille formele tasse
comunali le tasse regionali sempre pi gra-
vose ed altre mille balzelli.
Il piccolo gruzzoletto messo da parte con
mille sacrifci, per i momenti di bisogno,
stato reso quasi improduttivo, per, sem-
pre gravato dalla mano lunga dello Stato,
il quale Stato poi, si vantato che lItalia
ha retto bene alla crisi mondiale, grazie al
risparmio dei cittadini.
La sanit ha messo a loro intero carico
quelle medicine che, pur essendo conside-
rate non essenziali, rendono la loro vec-
chiaia sopportabile. Parlo dei colliri, dei
dentifrici speciali, delle pomate, dei cerotti
ecc. ecc.
Aumentando di contempo i tiket sui medici-
nali prescrivibili ed adesso pure sulle visite
specialistiche che la Sicilia, non ha visto
lora di fare applicare!
Vero che gli italiani sono per lo pi agno-
stici, ma Dio sempre presente e nel
Siracide si legge:
Figlio, soccorri tuo padre nella vecchia-
ia,
non contrariarlo durante la sua vita.
Anche se perdesse il senno, compatiscilo
e non disprezzarlo,
mentre sei nel pieno vigore...
Anziani i veri
ammortizzatori sociali!
Dite la vostra...
Rubrica
di Giorgio Guarnaccia
14 8 AGOSTO 2014, VENERD
Economia: campagne mirate
allestero per i nostri vini
Le azienda vitivinicole del sudest presenti nei prossimi mesi sui mercati internazionali
attraverso una specifca promozione del prodotto enologico imbottigliato.
Le Aziende vitivinicole si-
ciliane saranno presenti nei
prossimi mesi sui mercati
internazionali attraverso
campagne mirate di pro-
mozione del prodotto im-
bottigliato. E' stata pubbli-
cata, infatti, la graduatoria
dei progetti relativi Ocm
Vino Campagna di pro-
mozione del vino siciliano
nei paesi terzi per gli anni
2014/2015, presentati a se-
guito dell'Invito pubblicato
dall'Assessorato Agricoltu-
ra sulla Gazzetta Uffciale
della Regione Siciliana. I
Fondi destinati alla promo-
zione ammontano a circa
7 milioni, 330 mila euro.
Sono stati approvati 30
progetti. I Paesi prevalen-
temente individuati sono:
Stati Uniti, Cina, Giappone
e Russia. Il Bando prevede
un fnanziamento del 50%
con fondi nazionali per
quanto riguarda la promo-
zione del brand commer-
ciale, mentre un ulteriore
30% viene coperto con
fondi regionali nel caso di
promozione di Doc e Igt.
I progetti sono stati presen-
tati per la maggior parte da
Ats anche se non manca-
no campagne adottate da
aziende singole. Elemen-
to di grande curiosi per i
risultati attesi il proget-
to presentato dal neonato
Consorzio Doc Sicilia,
che sperimenter per la pri-
ma volta la promozione del
brand Sicilia.
Abbiamo lavorato con
grande celerit ha dichia-
rato l'Assessore Ezechia
Reale per dare slancio e
fducia ad un settore che,
nonostante il trend positivo
di questi anni, sta subendo
qualche diffcolt congiun-
turale e la concorrenza di
competitors internazionali
sempre pi attrezzati ed ag-
gressivi. Intendo dedicare
grande attenzione verso le
dinamiche di promozione
e vendita dei vini siciliani
ha continuato l'Assesso-
re Reale e sono convin-
to che pi gli operatori del
settore vitivinicolo riusci-
ranno a trovare occasioni
di confronto e collabora-
zione, tanto maggiore sar
la possibilit di garantire
visibilit e successo com-
merciale ai vini siciliani
nella loro interezza. Sono
fducioso ha detto l'As-
sessore Ezechia Reale -
che la campagna promossa
dal Consorzio Doc Sicilia,
presentata appena a ridos-
so dalla costituzione del
nuovo organismo, possa
aprire una nuova stagione
di valorizzazione e pro-
mozione del Brand Sicilia
con l'obiettivo di acquisire
la fdelizzazione di sempre
maggiori appassionati del
vino. Auspico, infne - ha
continuato l'Assessore Re-
ale - che le modalit ope-
rative poste in atto in questi
anni dalle aziende vitivini-
cole siciliane possano es-
sere esportate anche agli
altri settori del comparto
agricolo regionale Tutta
la produzione di tali vini
sottoposta a controllo del-
le caratteristiche chimico-
fsiche ed organolettiche
nell'arco di tutta la produ-
zione e, per i Docg, anche
per l'imbottigliamento.
Apposite commissioni di
esperti giudicano poi il
prodotto e lo promuovono
o meno. Il riconoscimento
delle Do/Ig , con la nuo-
va legislazione, eseguito in
sede europea (mentre, in
precedenza, era a livello di
ciascun stato membro). Ad
ogni modo il Decreto Leg-
ge 61 istituisce il Comitato
Nazionale vini Dop e Igp,
un organo del Ministero
delle Politiche Agricole
Alimentari Forestali la cui
missione quella di tute-
lare e promuovere i vini
Dop e Igp italiani. Nelle
Doc e Docg, inoltre, pu
esservi una "sottozona"
che delimita, specialmente
nella Docg, la zona ristret-
ta di produzione del vino.
Medesima considerazione
vale per il concetto di "sot-
todenominazione" che un
ulteriore suddivisione no-
minalistica (all'interno di
una denominazione) e che
ovviamente corrisponde ad
una peculiare tipologia di
prodotto. Il tipico esempio
di sottodenominazioni
quello in cui una denomi-
nazione prevede varie ver-
sioni di vino-monovitigno.
In foto, etichette di bottiglie di nero dAvola prodotto per il mercato estero.
In foto, etichetta di un produttore di moscato di Siracusa.
SPORT Siracusa
8 AGOSTO 2014,VENERD 15
Mentre prosegue senza
scosse la preparazione
della squadra nel grade-
vole contesto climati-
co palazzolese, lontano
dallafa cocente dellago-
sto siracusano, la societ
sul punto di lanciare la
campagna abbonamenti
con lobiettivo dichiarato
di raggiungere il traguar-
do delle millecinquecento
tessere che gi sarebbe un
buon risultato. Purtrop-
po la pur vicina Catania
distante anni luce dalla
nostra mentalit. E ci
che avviene alle falde
dell Etna, pur dopo una
dolorosa retrocessione,
ove ridendo e scherzando
sono sul punto di superare
i diecimila abbonamenti,
non potr mai accadere a
Siracusa ove se si arriva
a trecento,quattrocento al
massimo, bisogna ringra-
ziare il cielo. Questanno
per, partendo da pre-
supposti di maggiore
concretezza e facendo
leva su unorganizza-
zione societaria diversa,
ma anche su previsioni
e prospettive migliori, le
cose dovrebbero andare
meglio che in passato. Per
la nuova societ, comun-
que, i risultati che alla
Abbonamenti, obiettivo quota 1500
presenza di un segnale di
gradimento del pubblico,
un segnale signifcati-
vo che pu arrivare dalla
campagna abbonamenti.
Pi tessere sottoscritte,
pi gente allo stadio, pi
risorse per la societ e
pi possibilit per questa
di potenziare a scanso di
sorprese la squadra che,
nel frattempo, fa registra-
re piccoli ma signifcativi
progressi evidenziati nel
corso dellamichevole
di mercoled scorso col
C.A.R.A. Mineo, vinta da-
gli azzurri per 7-1 con reti
di Scarano (2), Miraglia,
Panatteri. Mascara e Na-
poli, questultimo suben-
trato nella ripresa. Saltata
invece lamichevole con
la Primavera del Catania
per sopravvenute e non
meglio chiarite diffcolt
della societ rosso azzur-
ra, il Siracusa incontrer
sembre sabato 9 corrente
alle 17 l'Atletico Gela del
Presidente Tuccio al Vin-
cenzo Presti. Oggi infne,
con lesito dei ripescaggi,
si conoscer lorganico
del girone in cui giocher
il Siracusa per il quale si
profla un tranquillo fne
settimana.
Armando Galea
Con un testimonial deccezione come Beppe Mascara, traguardo raggiungibile
potranno rivestire il Taor-
mina, il Misterbianco, il
Vittoria e il Modica, tanto
per fare qualche esempio.
Ma per una squadra che
pu prendersi il lusso di
schierare un giocatore
come Giuseppe Masca-
ra non ci saranno partite
facili e risultati scontati.
In questottica la squadra
non solo non deve avere
punti deboli ma deve po-
ter contare su elementi in
grado di aver ragione di
qualsiasi avversaria. Un
particolare che richiede
eventuali, ulteriori sforzi
per potenziare la squa-
dra pi di quanto non lo
sia gi e il pensiero va al
bomber da venti gol da
affancare a Ignazio Pa-
natteri. Uno sforzo eco-
nomico non indifferente
che pu avvenire solo in
fne si otterranno saranno
la cartina di tornasole, il
vero termometro del gra-
dimento degli sforzi che
essa sta producendo per
approntare una squadra in
grado di vincere il cam-
pionato anche se dovr
guardarsi dagli assalti di
agguerritissimi concor-
renti come il San Pio X,
lAcireale e lIgea Virtus,
senza contare il ruolo che
Calcio Promozione.Terzo giorno di preparazione per il Belvedere
Messina: La nostra esperienza al servizio dei giovani
Giorni intensi di preparazione. Ma
anche momenti di socializzazione.
E sempre stato il modus operandi
del Belvedere, prima Enzo Grasso,
perch molti giocatori provengono
da esperienze comuni. Da almeno 5
anni a questa parte. Come il vete-
rano del gruppo Carmelo Messina,
chiamato a fare da chioccia ai pi
giovani ma anche da valido supporto
in mezzo al campo. Come lo sem-
pre stato da decenni a questa parte:
"Vuol dire che ho raggiunto una cer-
ta et dice sorridendo per im-
portante esserci ancora e avere sem-
pre lo spirito giusto. Quello che ci ha
contraddistinto in questi anni, con-
divisi con alcuni dei ragazzi presen-
ti anche questanno e con il nostro
patron Antonello Liuzzo. Perch il
Siracusa, preparazione ok (7-1 al C.A.R.A. Mineo) Salta lamichevole di sabato
nostro gruppo sempre stato una fa-
miglia ed la mentalit che vogliamo
inculcare ai pi giovani. Facendo ca-
pire loro che possiamo divertirci ma
dimostrando attaccamento, rispetto e
voglia di imparare.
La stessa che abbiamo ancora noi
oggi".
E con questi ingredienti, dove pu
arrivare il Belvedere? "Siamo tor-
nati nel campionato che ci compete.
Dopo un anno di Prima categoria, era
giusto tornare in Promozione. Per re-
starci e per toglierci tante soddisfa-
zioni. Solo il campo dir dove potre-
mo arrivare. Noi vogliamo vincere e
ci sono tutti i presupposti, dal gruppo
alla societ, ancora pi solida grazie
alla collaborazione con la Rari Nan-
tes".
Alla Sette Scogli va la gestione
provvisoria della Cittadella dello Sport
Sar la societ del
Sette Scogli a gesti-
re la Cittadella dello
Sport Concetto Lo
Bello. Lesito della
gara stato reso noto
nella tarda mattinata
di ieri. La societ di
pallanuoto, neo pro-
mossa in serie A2 del
presidente Marco Ca-
pillo si aggiudicata
il bando proponendo
le condizioni pi fa-
vorevoli rispetto alle
tariffe comunali pra-
ticando uno sconto
del 18%. Tre le buste
aperte questa mattina
presso gli uffci del
Comunre di Siracusa,
alla presenza dellas-
sessore comunale
Maria Grazia Cavar-
ra. La seconda offer-
ta pi vantaggiosa
stata quella presentata
da una cordata di so-
ciet formata da Le
Formiche, lOlimpia-
de Pattinatori, la Rari
Nantes e lAsd Pal-
lacanestro Siracusa
che ha presentato uno
sconto del 17%. Sol-
tanto terza laltra con-
corrente formata dal-
la Canotieri Ortigia
e dalla Pallacanestro
Aretusa che si fer-
mata ad uno sconto
del 8,1%.
La 2Sette Scogli ge-
stir lintero impian-
to sportivo dal primo
settembre al 31 luglio
2015. Il bando pre-
vede che sia a totale
carico della societ
vincitrice il costo de-
gli interventi pi ur-
genti da effettuare alla
struttura, quantifcato
dallUffcio tecnico
comunale nella som-
ma di 80 mila euro.
Lavori di massima
urgenza per rimettere
in sesto la Cittadella
16 8 AGOSTO 2014,VENERD
e che riguardano il ri-
pristino degli spoglia-
toi e della tribuna del-
la piscina Caldarella,
del gabbiotto per lar-
bitro, la copertura
della vasca piccola
ed altri interventi mi-
nori. I lavori dovran-
no essere effettuati
entro il 30 settembre
prossimo, pena la
decadenza dellaff-
damento della gestio-
ne provvisoria degli
impianti sportivi. E
stato necessario ri-
correre ad una gestio-
ne provvisoria ha
spiegato lassessore
Cavarra perch li-
ter per il project f-
nancing molto pi
complesso rispetto a
quanto avevamo pre-
visto. Ci non toglie
che il nostro obiettivo
sar quello di arrivare
ad una ristrutturazio-
ne profonda di tutta la
Cittadella dello sport
e ad una gestione che
sia effcace.
Per quello che riguar-
da la gestione dello
stadio Nicola De Si-
mone, slitta ancora il
termine per eseguire
la gara dappalto per
la ricostruzione della
pensilina alla tribuna
centrale. Una prima
data era quella del
31 luglio scorso, ma
passata inosserva-
ta anche perch sono
sorte complicazioni
nella stesura del ban-
do di gara e luffcio
appalti del Comune di
Siracusa in attesa di
completare il carteg-
gio con un documen-
to. Se per la copertura
della tribuna i fondi
sono gi disponibili,
diverso il discorso
per quanto riguarda
lerba sintetica. Que-
sto un discorso che
atterr principalmente
la nuova societ af-
fdataria dello stadio
de Simone dice las-
sessore Cavarra che
potrebbe farsi carico
dellinvestimento al-
trimenti improponibi-
le per le casse comu-
nali.
Ippica. Royal Viking vince
da favorito il Premio Michelangelo
Si presenta con qualit nettamente superiore agli avversari
Royal Viking che, da degno favorito, risolve il Premio Mi-
chelangelo, abbinato alla seconda tris e incluso nel palin-
sesto di trotto, di scena all ippodromo del mediterraneo.
Un arrivo non facile per Marco Spina perch la favorita
al betting, Rarissima Slide Sm, con in sediolo Domenico
Zanca, sembrava avesse messo in campo tutti i suoi mi-
gliori mezzi per ipotecare la reclamare riservata a soggetti
di 4 anni. Cos pare fno a ridosso dal palo, quando Royal
Viking decide di servire la beffa di.
A completare la terna il grigio Rich Wel Cam, reduce da
buone prestazioni a Palermo e condotto da Cosimo Cange-
losi. Porta ancora bene la pista siracusana a Royal Cuf, che
confeziona l' ennesima vittoria. Sua la centrale del conve-
gno, la condizionata per il Premio Artisti, che ha mandato
in pista ancora cavalli di 4 anni. In sulky, al portacolori
della Scuderia Super Fantastica Sas, un impeccabile Da-
vide Di Stefano, che con molta facilit' si impone su Real
Bee Power e su Rob Mabel. I due fniscono rispettivamen-
te seconda e terzo. Talabartarteria, infne, concretizza con
un disarmante successo nel Premio Leonardo Da Vinci,
che ha mandato in campo i giovanissimi, i buoni lavori
effettuati e lottimo perido di forma. Confermate le buone
voci alla vigilia riguradanti Turandot e Tesis Gv , che oc-
cupano il secondo e il terzo gradino del podio della sotto-
clo della serata.

Interessi correlati