Sei sulla pagina 1di 11

PREMESSA

Oggi i ragazzi sono immersi in un ambiente tecnologicamente avanzato,


tv,cellulare, computer in casa... per cui usare il computer fin dalla tenera
eta' e' diventata ormai una cosa naturale, che fa parte del loro mondo e
delle loro esperienze piu' dirette. Dall'altra si teme che il computer sia un'
esperienza artificiale e possa togliere spazio al gioco e alle esperienze
sensoriali naturali cosi importanti per il bambino in questa fase
particolare della crescita. E' quindi possibile che si passi da un
entusiasmo, motivato anche da considerazioni di carattere sociologico,
ad allarmismi di natura emotivi e pedagogica. In realta' le nuove
tecnologie entrano nella scuola proprio per combinare queste due
esigenze. Il PC e' una nuova e diversa modalita' con cui si puo' elaborare
e rileggere l'esperienza personale, descrivendola anche con registrazioni
e filmati; oppure comporre brevi testi, stamparli, inviarli ad altri attraverso
la posta elettronica; trovare informazioni in internet a proposito di temi e
problemi che interessano; raccogliere ed ordinare dati.
PRESENTAZIONE
Sulla base dei miei interessi e delle mie attitudini proprio perche' impegnata nella scuola (scuola primaria) scelgo la seconda attivita', quella di progettare un
intervento formativo, attraverso la definizione di strategie didattiche che introducono l'utilizzo della tecnologia del PC nelle varie discipline di insegnamento.
Propongo una unita' di apprendimento riferita all'aria antropologica rivolta alla classe terza.

MEMORIE E TESTIMONIANZE DEL PASSATO

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO


CONOSCENZE
La terra prima dell' uomo e le esperienze umane preistoriche: la comparsa dell'uomo,i cacciatori delle epoche glaciali, la rivoluzione neolitica e l'agricoltura, lo sviluppo
dell'artigianato e i primi commerci
ABILITA'
Distinguere e confrontare alcuni tipi di fonte storica orale e scritta; riconoscere la differenza tra mito e racconto storico; osservare e confrontare oggetti e persone di
oggi con quelli del passato

OBIETTIVI FORMATIVI
●Conoscere alcuni miti degli uomini primitivi con l'aiuto del pc
●Riconoscere la differenza tra mito, leggenda e racconto storico,con l'aiuto del pc

●Distinguere e confrontare alcuni tipi di fonte storica orale e scritta utilizzando il computer

CONTENUTI
La linea del tempo; le fonti documentarie; le origini della terra; miti e racconti storici; la terra prima della comparsa dell'uomo; le prime forme di vita sulla terra.

STRATEGIE DIDATTICHE
ATTIVITA', METODI, SOLUZIONI ORGANIZZATIVE
Programma WORD: digitazione a computer di testi; programma PAINT: illustrazione di testi e colorazione delle immagini; stampa dei lavori; composizioni di cartelloni murali;
ricerche in rete.

RACCORDI INTER E TRASDISCIPLINARI E CON I LABORATORI


ITALIANO: Rielaborazioni di testi letti o ascoltati
ARTE E IMMAGINE: Illustrazione dei testi scritti con il computer
LABORATORI TEATRALI:Drammatizzazione e mimica dei testi
GEOGRAFIA: La nascita del sistema solare; la nascita delle montagne; il big-bang

VERIFICA FORMATIVA
PROVE STRUTTURATE: Completamento
PROVE SEMISTRUTTURATE: Tabelle; videoscrittura; domande strutturate; videografica.

COMPETENZA
Saper individuare e interpretare vari tipi di fonte storica, utilizzando il computer
PERCORSO OPERATIVO

U.D.A.
CHI C'ERA PRIMA DI NOI

PERCORSO DIDATTICO
ATTIVITA' 1
“ La striscia del tempo”
Ricerche di gruppo sulle origini della vita sulla terra; formazione delle montagne; costruzione di una striscia del tempo. I ragazzi della classe terza della
scuola primaria, iniziano quest'anno un discorso importante sulla storia dell'uomo: l'origine dell'universo,del mondo,della vita sulla terra, dell'uomo stesso.
L'argomento e' affascinante, anche perche' si puo' dire ai ragazzi come i primi uomini hanno cercato di spiegare, con le limitate conoscenze a loro
disposizione, questi eventi, e come invece vi spiega la scienza alla luce delle piu' recenti scoperte. Cominceremo con il suggerire una striscia del tempo,
per poter comprendere come e in quanto tempo si e' formata la vita e quanto e' occorso alla terra per avere la sistemazione attuale. Il computer sara' di
grande aiuto. Suggeriamo una scheda sulla quale riportare dei dati per poter poi procedere alla realizzazione di una striscia del tempo,che per quanto
rudimentale, dara' ai nostri piccoli allievi una visione abbastanza vicina a quella accettata dagli scienziati e dagli storici. Dopo la lettura del testo, faremo
prendere appunti ai ragazzi sui dati poi porteremo la classe nel laboratorio di informatica e faremo compilare la tabella con i dati, con l'aiuto del computer.
Inseriremo un grafico e realizzeremo un cartellone con la striscia del tempo, facendo disegnare ai ragazzi le varie fasi del processo di evoluzione e
incollando i disegni su una striscia, insieme con una ricerca ( che potrebbe essere fatta con internet) sugli avvenimenti che hanno portato alla nascita
della vita cosi come oggi, scritta con il computer e stampata. Il cartellone potrebbe avere questo aspetto:
Per realizzare il cartellone con il computer, faremo eseguire i disegni con il programma PAINT
e li incolleremo sulla striscia, in corrispondenza dei vari momenti dell'evoluzione della terra.
La tabella esplicativa e i cartellini attaccati accanto ai disegni potra' essere eseguita con il
programma WORD con la funzione “ inserisci – casella di testo”. I grafico con le percentuali
con i vari periodi preistorici puo' essere realizzato con i programma EXCEL. Sara' molto utile
avere il computer come strumento dove scrivere ed organizzare le varie attivita'; gli allievi con
la supervisione degli insegnanti fisseranno le loro idee e i loro progetti scrivendoli con la
tastiera ed organizzandoli in progetti, tabelle, modalita' di esecuzione; potranno ottenere cosi'
il doppio beneficio dell' apprendere, sia i concetti della storia che quelli riguardanti l'utilizzo del
computer, e cogliere anche la soddisfazione di essere loro stessi gli artefici ed i progettisti del
loro lavoro, sia esso una recita, un canto o un cartellone. I disegni potranno essere eseguiti
con due tecniche in parallelo, a mano e con il computer. A questo proposito e' molto
importante prima di intraprendere un attivita' fare prima un progetto nel quale siano specificate
le modalita' di esecuzione, i tempi e i materiali occorrenti oltre ad un piccolo abbozzo dei
disegni. Le schede presentate di seguito, saranno di stimolo anche per la creazione di altre,
che scaturiranno dall'esperienza diretta, in itinere: Infatti la lezione non puo' mai essere
esattamente pianificata sin dall'inizio, ma deve rimanere aperta a tutte le variazioni o le
modifiche che si creeranno a seconda delle varie situazione-classe o che i ragazzi
suggeriranno di volta in volta ad un insegnante sempre attento ai loro bisogni formativi ed ai
loro suggerimenti. La classe andra' divisa in gruppi di due bambini per ciascun computer;
sara' bene anche dividere in due la classe per non creare troppi gruppi al computer col rischio
di non poter seguire tutti i bambini, quando ci chiederanno aiuto. In ogni caso e' sempre
meglio non far lavorare nessuno da solo; i bambini, in due si possono aiutare, consigliare, per
decidere insieme le strategie da adottare o i disegni da fare .
● ATTIVITA' 2

“ Le origini dell'uomo sulla terra: I miti e le leggende”

Dopo la presentazione, la lettura, la discussione sui miti primitivi, sara' bene andare nella sala di computer a
fissare i concetti, a disegnare e scrivere le storie, a stampare, a creare i cartelloni utili per il rinforzo dei concetti,
da tenere in classe. Presenteremo due storie a confronto, e vedremo che, benche' trattino dello stesso argomento,
una puo' essere classificata come “mito”, l'altra come “ leggenda”. Con l'aiuto del computer potremo scrivere ed
illustrare le storie, e creare un cartellone, insieme con l'insegnante di italiano, che spieghi la differenza tra
leggenda e mito. Presenteremo nelle schede di questa attivita' i miti di diversi popoli primitivi, chiederemo di
disegnare o riordinare scene secondo un criterio logico; nelle schede fatte con il computer, ricordiamo che si
possono spostare le scenette come vogliamo, con la funzione “ trascinamento” del programma WORD: Cliccare
con il tasto sinistro del mouse sul disegno o sulle parole inserite nella casella di testo; quando appare una piccola
stellina, possiamo spostare il disegno o la casella di testo dove vogliamo, tenendo pigiato il tasto sinistro durante
lo spostamento, e quando l'oggetto sara' posizionato dove vogliamo noi, lasceremo il tasto e l'oggetto sara' fissato.
Ricordarsi sempre di salvare.
● ATTIVITA' 3

“Le teorie scientifiche sull'evoluzione; i reperti preistorici”

Il computer ci permettera' di fissare con immagini e parole, con racconti e resoconti, tutte le impressioni dei nostri
allievi: Li lasceremo liberi di esprimersi con disegni e testi, anche mettendoli in grado di ricopiare disegni dai libri,
che dovranno essere sempre tanti e svariati, per fornire la scelta ai ragazzi. Inoltre sara' possibile far ricerche con
internet, sempre sotto la sorveglianza dell'insegnante per saperne di piu' le schede che proponiamo trattano frasi
giuste da inserirle sotto i disegni, sempre con la funzione” trascinamento” gia' spiegata. Oppure, di collegare
scenette e spiegazione relativa: allora sceglieremo la freccia in basso a sinistra sulla barra degli strumenti che si
trova nella parte inferiore del nostro monitor . Una volta colorata e completata la scheda, si salvera' sul file
predisposto sul computer per l' alunno che l' ha eseguito, e dopo potra' essere stampato
● ATTIVITA'

“Ho scoperto che prima di noi e' successo che...”


Costruzione da parte di piccoli gruppi di allievi di un ipertesto sull'origini dell'uomo sulla terra;confronto di questo
con quello degli altri per arricchirlo di nuove informazioni e rielaborarlo attraverso interventi e osservazioni
personali su cio' che e' rimasto di piu' nella memoria di ognuno. Questa UDA unita ad altre in un percorso
formativo a lungo termine cerchera' di far acquisire agli alunni la competenza di comprendere, interpretare la
realta' circostante e saper agire in essa, nel rispetto di se' e degli altri, sviluppando capacita' di pensiero divergente
che porti ogni allievo a gestire le nuove tecnologie in modo positivo e costruttivo
VERIFICA FORMATIVA
Obiettivo formativo: Distinguere e confrontare alcuni tipi di fonte storica orale e scritta utilizzando il computer
Leggi, colora i disegni e collega con le frecce