Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.com e mail info@libertasicilia.

com QUOTIDIANO DELLA PROVINCIA DI SIRACUSA


FONDATO NEL 1987 DA GIUSEPPE BIANCA AMBIENTE
A pagina tre
sabato 17 marzo 2012 anno XXV n. 64 DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUBBLICIT: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 0,50 gioVed 26 giugno 2014 anno XXVii n. 154 DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - PUBBLICIT: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0,50
Concessa lAia
ad un impresa
augustana
Si concluso con la con-
danna di un medico il
processo scaturito dalla
morte di un paziente.
.
A pagine sei
Paziente morto
Chirurgo
condannato
CRONACA
A pagina cinque
Finanziata
la caserma
vigili
del fuoco
AUGUSTA
minacci fglia
e genero: cinese
condannato a 6 anni
CRONACA
i
A pagina sette
Procede la bonifca delle aree inquinate da ceneri
di pirite che riguardano alcune zone di Priolo e di
Augusta. La Procura della Repubblica sta condu-
cendo da tempo una complessa indagine sullin-
quinamento da cenere di pirite in due zone della
Penisola Magnisi, allinterno delle Saline di Priolo
e presso il Campo sportivo di Augusta.
Cenere di pirite
Indagati dirigenti
A pagina cinque
Procura di Siracusa
Battesimo uffciale per il
progetto Un-Expo Sicilia
2015, ideato dalla Fon-
dazione Unesco Sicilia a
sostegno del Cluster Bio
Mediterraneo lanciato
dalla Regione siciliana,
che animer il territorio
siciliano nei mesi dell'e-
sposizione universale.
.
A pagina tre
Un-expo
i tre valli
in pole
ECONOMIA
Presidiavano la zona alta del capoluogo
Spaccio sotto casa
Arrestate 4 persone
Si apre un nuovo capi-
to dellintricata vicenda
relativa alla gestione del
servizio idrico integrato in
provincia di Siracusa.
Sulla homepage del sito
del Comune da oggi
pubblicato lavviso per la
manifestazione di interes-
se verso la gestione tem-
poranea del servizio idri-
co integrato nei comuni
di Siracusa e Solarino. La
scadenza fssata alle ore
13 del 9 luglio prossimo;
le manifestazione di inte-
resse devono essere con-
segnata nella sede comu-
ne di Siracusa, in piazza
Duomo 4. Limporto del-
la concessione, a base di
gara, di 16 milioni 527
mila euro .
Siracusa
e Solarino
ai privati
Presidiavano la zona alta
della citt per mantenere
i contatti con i clienti ai
quali cedere dosi di cocai-
na. Lattivit illecita sta-
ta monitorata per diverso
tempo dai carabinieri, che
hanno concluso le indagi-
ni con larresto di quattro
persone, ritenute respon-
sabili di episodi di spaccio
di stupefacenti. I Carabi-
nieri della Compagnia di
Siracusa che hanno scar-
dinato un gruppo dedito
alla gestione di alcune
piazze di spaccio concen-
trate nella zona nord.
A pagina sei
.
A pagine quattro
SERVIZIO IDRICO
SIRACUSA
e-mail info@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo 26 GIUGNO 2014, GIOVED 3
Progetto Un-Expo: battesimo
uffciale per i tre valli siciliani
Il programma di marketing territoriale prevede itinerari che ricadono
nelle tre aree del Val Demone, Val di Noto e Val di Mazara
Battesimo uffciale
per il progetto Un-
Expo Sicilia 2015,
ideato dalla Fonda-
zione Unesco Sicilia
a sostegno del Clu-
ster Bio Mediterra-
neo lanciato dalla
Regione siciliana,
che animer il ter-
ritorio siciliano nei
mesi dell'esposizione
universale di Milano
prevista da maggio
ad ottobre. ''Abbiamo
fatto un bel passo in
avanti - ha spiega-
to Aurelio Angelini,
direttore della Fon-
dazione Patrimonio
Unesco Sicilia -. Le
attivit che stiamo
programmando in
questi giorni ver-
ranno inserite nella
piattaforma uffciale
dell'Expo 2015 e sa-
ranno visibili in tutto
il mondo. Contiamo,
cos, di attrarre nei
43 comuni siciliani a
marchio Unesco una
fetta dei 20 milioni
di visitatori dell'Expo
attraverso itinerari,
che fondano le nostre
eccellenze culturali
ed ambientali rappre-
sentate dal patrimo-
nio Unesco". Il pro-
gramma di marketing
territoriale prevede
itinerari che ricado-
no nelle tre aree del
Val Demone, Val di
Noto e Val di Mazara,
e sotto cluster legati
a quattro temi: food,
craft, art ed eventi.
Adesso, i soggetti
coinvolti, Fondazio-
ne Unesco Sicilia,
Fondazione Sicilia
(ex Banco di Sicilia)
Cunes e CoopCultu-
re, dovranno creare
un protocollo di rete
per andare avanti ol-
tre lo step di mappa-
tura dei territori Une-
olio extravergine di
oliva, arance rosse,
pomodoro Pachino,
formaggi, carni, pe-
sce, pane e dolci sa-
ranno protagonisti
sco, con la creazione
di un disciplinare per
la regolamentazione
delle aziende dei set-
tori food e dieta me-
diterranea, manifat-
mostre e del market
dei prodotti allinter-
no dellarea comune.
La ristorazione verr
preparata con materie
prime siciliane: vino,
La frma dellaccordo per lUn-expo.
Progetto a sostegno del Cluster Bio Mediterraneo lanciato dalla Regione siciliana
ture (corallo, argento,
ceramiche e vetro) e
ricettivit turistica.
Il progetto prevede
la gestione dellarea
ristorazione, delle
C anche la cementeria Buzzi Unicem di Augusta
tra le aziende a cui stata rilasciata nei tempi indi-
cati lAIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) ai
sei impianti siciliani per
i quali il Consiglio dei
Ministri del 13 giugno
scorso, su proposta del
ministro dellAmbiente
Gian Luca Galletti, aveva
deliberato di diffdare la
Regione Siciliana, richie-
dendole la defnizione dei
provvedimenti di conclu-
sione degli iter autorizza-
tivi entro il 24 giugno.
Gli stabilimenti, per i
quali era stata contestata allItalia la mancata attua-
zione della sentenza della Corte di Giustizia europea
del 31 marzo 2011, sono: la Buzzi Unicem s.p.a. di
Augusta (Sr), la Bonifche s.p.a. / Societ Impresa
Profeta s.r.l. di Palermo, la Fiat (Impianto IPPC
di verniciatura autoveicoli) e la Fenice (distribuzione
energetica, oggi propriet Fiat) di Termini Imerese
(Pa), la Siaz s.r.l. Mangimi La Versa di Piazza Ar-
merina (Enna, Impianti IPPC
di allevamento in Contrada
Colla Casale e in Contrada
Torre di Pietro) e la L.F.
LaterSiciliana s.p.a. di Col-
lesano (Pa).
Il positivo completamento
delle procedure commen-
ta il ministro dellAmbiente
Gian Luca Galletti arriva
in tempo utile a scongiurare i
rischi connessi al mancato ri-
lascio dellAIA per le azien-
de interessate, che avrebbe comportato la chiusura dei
sei impianti produttivi per ritardi dellamministrazione,
nonch il rischio di vedere lItalia condannata dalla Cor-
te di Giustizia europea al pagamento di ingenti sanzioni
pecuniarie.
ambiente
Autorizzazione integrata ambientale
rilasciata a unimpresa di Augusta
delle tavole, ma an-
che del market. Sem-
pre nellarea comu-
ne sar installato un
maxischermo per la
comunicazione e per
lintrattenimento dei
visitatori, ma anche
per lanciare collega-
menti satellitari con
le pi belle localit
del Mediterraneo in
tutti i Paesi parteci-
panti.
Il tema del Cluster
Bi o- Medi t er r aneo
afferma lassesso-
re Cartabellotta
quello che ha solle-
vato il maggior inte-
resse internazionale.
il luogo che celebra
la Dieta Mediterranea
nel senso pi alto del
termine, come de-
scritto dallUnesco
quando le ha riserva-
to il riconoscimento
di Patrimonio Imma-
teriale dellUmanit.
2 26 GIUGNO 2014, GIOVED
Le immagini raccontano
la citt. Architettura e de-
vozione nei centri del sira-
cusano. Eil titolo del libro
di Lucia Trigilia il quale
stato presentato marted
sera nel cortile del convento
del Ritiro, in via Mirabella.
Lucia Trigilia insegna Storia
dellArchitettura Moderna
nella Facolt di Architettura,
oggi SDS, dellUniversit di
Catania, con sede a Siracusa.
Linteresse scientifico di
Lucia Trigilia principal-
mente rivolto alla Storia
dellarchitettura e alla Storia
e allanalisi della citt. Ha
studiato la Festa come arte
della citt e le capitali
siciliane della festa, inda-
gando la produzione degli
apparati anche nei centri
minori di Sicilia in rapporto
con le trasformazioni urbane
e larchitettura, con parti-
colare riguardo al barocco,
et doro delleffmero. Ha
pubblicato numerosi volumi
ed direttore scientifco del
Centro internazionale di
studi sul barocco.
A conversare con lautrice
saranno il docente Vittorio
Fiore, docente della facolt
di Architettura di Siracusa,
e Sergio Todesco, noto an-
tropologo. Il libro racconta
la storia della citt che una
storia complessa, summa
di altre storie. Disciplina
trasversale, nella storia della
citt entrano in gioco tanti
saperi. Ciascuno concorre a
defnire valori e signifcato,
immagine ed essenza di un
contesto urbano ovvero il
suo genius loci. Dal conti-
nuo confronto tra saperi
e materiali diversi prende
corpo la storia della citt.
Il libro molto elegante illu-
stra le numerose iconografe
storiche e le cartografie
esistenti in archivi pubblici
e collezioni private rischiano
di disperdersi per sempre
perch raramente oggetto di
studio sistematico. Le foto-
grafe storiche dellOttocen-
to e Novecento, conservate
in molti archivi, costitui-
scono unaltra inesauribile
fonte di conoscenza. Tra i
tanti ausili di cui si avvale la
ricerca, le fotografe e le car-
toline storiche risultano un
documento particolarmente
utile oltre che suggestivo
e godibile, perch fedele
testimonianza visiva di un
tempo che inesorabilmente
Le immagini raccontano la citt
passato sul corpo della cit-
t. Una delle chiavi di lettura
offerta dal libro poter co-
gliere i valori urbani del Val
di Noto sfogliando lalbum
di ritratti di citt che fa bella
mostra di vecchie cartoline e
foto storiche. Laltra chiave
di lettura limmagine della
festa durante le celebrazioni
dei santi patroni. Non c cit-
t senza la sua festa, non c
luogo senza la competizione
tra santi e fazioni, tra con-
fraternite e quartieri. Piccole
e grandi capitali siciliane
della festa a confronto, non
solo nelle vecchie cartoline,
ma anche nel tripudio di
colori e di varia umanit
che trabocca dalle foto di
oggi dei fotograf Giuseppe
Muccio, siracusano, inizia
lattivit come fotografo di
reportages di viaggi in giro
per il mondo per riviste di
turismo italiane. Da circa
un decennio si dedicato
alla documentazione del
ricchissimo patrimonio di
tradizioni e feste di Sicilia.
Tantissime collaborazioni,
pubblicazioni e mostre fo-
tografche.
e Attilio Russo, messinese,
da circa trentanni segue,
studia e documenta le tra-
dizioni di Sicilia e pi in
gene- rale del meridione
dItalia, realizzando centi-
naia di reportages fotografci
sui riti popolari e sulla loro
evo- luzione nel tempo.
Svariate collaborazioni e
pubblica- zioni a riviste libri
e video.
uno dei tanti gioiosi
contributi che la Sicilia
offre al visitatore curioso
o al viaggiatore attento
agli aspetti con cui una
comunit si rappresenta
ed capace di celebrarsi.
Una piccola guida, questa,
che vuole contribuire a
valorizzare un patrimonio
che per molti versi attende
ancora di essere scoperto, e
i cui tesori vanno preservati
dalla disattenzione e peggio
dalloblio.
Nellauspicio di tutti coloro
che hanno contribuito a dare
alle stampe questo libro
c la speranza che il vero
giacimento di Sicilia sia
non solo la bellezza in s,
di cui ricolma lIsola, ma
la capacit del patrimonio di
essere la vera grande risorsa
di una terra di cui si conti-
nui a favoleggiare come
ai tempi del mito. Che sia
un seme che cada, questo
libro, e che dalla pianta che
se ne aspetta nascano azioni
capaci di valorizzarla senza
offenderla nel paesaggio
e nella memoria, nei riti e
nelle tradizioni.
Parole sagge, conversa-
zioni sui saperi, uninizia-
tiva promossa dallAssesso-
rato alle Politiche Culturali
e la Biblioteca Comunale
di Siracusa. Gli incontri
propongono uno scambio
didee e di esperienze fra
saggisti di fama nazionale e
saggisti siracusani, in unal-
ternanza di saperi e temi, a
rappresentare la poliedricit
del pensiero nelle sue diver-
se forme, suscitando curiosi-
t e dibattito fra il pubblico
che assiste da protagonista
agli incontri.
Saggisti di fama nazionale
si alternano sul palco di
Parole sagge con saggisti
che vivono e lavorano sul
territorio e per il territorio,
producendo una circolazio-
ne di idee che mette a fuoco i
talenti e il pensiero prodotto
a Siracusa.
Conversazione con Lucia Trigilia
nel cortile del convento del Ritiro
4 26 GIUGNO 2014, GIOVED
mariKa Cirone di marCo
Il nuovo Cda dellInda un insieme
disordinato e incongruo
LIstituto Nazionale del Dramma Antico ha,
dopo un lungo periodo di Commissariamento, il
suo nuovo Consiglio D'Amministrazione. Salu-
tato da una salve di critiche dalla comunit cul-
turale e politica non solo siracusana, il Consiglio
d'Amministrazione appare come l'insieme disor-
dinato e incongruo
di nominativi calati
dall'alto, scelti dal-
le Istituzioni refe-
renti Nazionali e
Regionale in totale
asintonia le une
dalle altre e in so-
stanziale dispregio
dello Statuto. Que-
sto grave difetto di
metodo ha portato a
una composizione
discutibile, al di l delle rispettabili storie e curri-
cula dei singoli componenti. Governo nazionale
e regionale hanno affrontato il tema, trattandolo
con supponenza non con l'attenzione massima
che meritava, proprio mentre le Rappresentazio-
ni classiche manifestano ancora una volta la loro
capacit attrattiva e l'Istituto ancora impegnato
in vicende giudiziarie, che ne hanno minacciato
la stessa preparazione del Centenario. L'assenza
di una visione condivisa tra Regione e Stato ,
a mio parere, anche all'origine della assenza di
nominativi femminili nel Cda, questione che
stata, invece, affrontata e risolta nella contestua-
le designazione del Cda della Fondazione Teatro
Massimo di Palermo, dove la presenza femmini-
le stata assicurata. E dire che negli anni passa-
ti costantemente, il cda dell'INDA si era giovato
della presenza di studiose e di professionalit che
avevano contribuito
a sostenerne il pro-
flo internazionale e
nazionale di istituto
di alti studi e di polo
culturale. E' inaccet-
tabile vedere, invece,
che in presenza di di-
rettive europee, di una
legge nazionale sul
riequilibrio di genere
nei consigli d'ammi-
nistrazione, di governi
paritari sia a livello nazionale che regionale, ancor
oggi si debba protestare e richiedere che le nor-
me sulla parit siano rispettate, tanto pi quando
in questi Governi Assessore Regionali e Ministre
dovrebbero presidiare perch questo accada, non
accodandosi supinamente alle volont dei leaders,
dimentiche del valore di battaglie comuni. Si pon-
ga prontamente rimedio, si ancora in tempo, ci si
adoperi per correggere e integrare, se non si vuole
incorrere nella invalidazione dell'intero Consiglio
d'Amministrazione.
on. Marika Cirone
Servizio idrico: sul sito del Comune
lavviso di manifestazione dinteresse
I due comuni hanno deciso di affdarsi ad un gestore privato. Il rammarico
del sindaco che nemmeno il comune di Augusta ha aderito alliniziativa
Si tratta della nuova gestione temporanea del servizio a Siracusa e Solarino
Si apre un nuovo capito dellin-
tricata vicenda relativa alla ge-
stione del servizio idrico integra-
to in provincia di Siracusa.
Sulla homepage del sito del Co-
mune da oggi pubblicato lav-
viso per la manifestazione di
interesse verso la gestione tem-
poranea del servizio idrico inte-
grato nei comuni di Siracusa e
Solarino. La scadenza fssata
alle ore 13 del 9 luglio prossimo;
le manifestazione di interesse
devono essere consegnata nella
sede comune di Siracusa, in piaz-
za Duomo 4.
Limporto della concessione, a
base di gara, di 16 milioni 527
mila euro lanno; la gestione du-
rer un anno rinnovabile fno a un
massimo di altri due successivi.
Le aziende interessate parteci-
peranno alla gara per lassegna-
zione del servizio proponendo
ribassi rispetto alla tariffe che
saranno contenute nel capitola-
to, tariffe che saranno pi basse
di quelle praticate dai sai 8. La
vincitrice non potr cedere la ge-
stione ad altri e dovr assorbire
85 lavoratori dellex Sai 8, dando
priorit agli ex Sogeas.
Avevamo annunciato che lav-
viso sarebbe stato pubblicato en-
tro oggi e siamo riusciti nellin-
tento, evidenzia il sindaco,
Giancarlo Garozzo che si dice
soddisfatto per la collaborazione
del sindaco di Solarino, Sebastia-
no Scorpo, e della sua Ammini-
strazione.
Ma lazione del comune di
Siracusa e quello di Solarino non
ha trovato seguito alcuno tra gli
altri nove comuni che avevano
consegnato gli impianti alla Sai
8. E di ci se ne rammarica il pri-
mo cittadino siracusano: Non
abbiamo compreso prosegue il
sindaco Garozzo la ragione per
cui si siano deflati i commissa-
ri di Augusta, anche perch non
abbiamo ricevuto alcuna comu-
nicazione uffciale, ma nonostan-
te tutto abbiamo fatto un grosso
sforzo verso i lavoratori. In base
alla ripartizione territoriale ci
spettava lassunzione di 70 dei
154 ex Sai 8; a conti fatti pen-
savamo arrivare fno a 83 e alla
fne siamo riusciti a raggiungere
quota 85, cio ben oltre la met.
Sottolineo anche il risparmio che
famiglie e imprese potranno rea-
lizzare grazie alle nuove tariffe.
Palazzo del Vermexio. Sotto, la sede dellInda.
26 GIUGNO 2014, GIOVED 5
Continua la bonifca
della penisola Magnisi
Le operazioni sono a carico di Eni Mediterranea. La magistratura
ha indagato dirigenti ed amministratori di varie societ
La Procura di Siracusa ha autorizzato la rimozione delle ceneri di pirite presenti
Procede la bonifca delle aree
inquinate da ceneri di pirite che
riguardano alcune zone di Priolo
e di Augusta.
La Procura della Repubblica sta
conducendo da tempo una com-
plessa indagine sullinquinamento
da cenere di pirite in due zone
della Penisola Magnisi, allinter-
no delle Saline di Priolo e presso
il Campo sportivo di Augusta.
Si tratta di un sottoprodotto dei
processi di lavorazione di alcune
societ industriali che operano
nel polo petrolchimico Priolo-
Melilli-Augusta, accumulato da
decenni, contenente residui di
metalli ferrosi e che, a causa degli
agenti atmosferici e del tempo
trascorso, risulta oggi fortemente
depotenziato.
Le zone inquinate sono state og-
getto di sequestro e, dopo avere
espletato i necessari accertamenti
tecnici, la Procura di Siracusa ha
ritenuto di autorizzare lo sposta-
mento della sostanza in discariche
autorizzate dove sar messa in si-
curezza e smaltita, fermo restando
il vincolo del sequestro, secondo
un piano graduale.
Il provvedimento della Procura
della Repubblica, per ora, riguarda
solo larea di propriet della so-
ciet per azioni Eni Mediterranea,
societ incaricata delle relative
operazioni, con assunzione di
oneri fnanziari a suo carico per
lo smaltimento delle sostanze
inquinanti.
Successivamente la magistratura
siracusana adotter altri prov-
vedimenti analoghi per le altre
aree, oggetto di provvedimento
di sequestro da parte dellautorit
giudiziaria, in modo da completa-
re nel lungo periodo la bonifca in
tutte le zone interessate.
Lattivit di indagine scattata
nel giugno dello scorso anno ed
ha permesso di accertare che in
quei giorni, anche a causa di un
forte vento, buona parte della ce-
nere di pirite, non adeguatamente
conservata e protetta, si era sparsa
nelle zone circostanti alla penisola
di Magnisi, parte del demanio
marittimo. Quella constatazione
comport il sequestro dellarea e
lavvio delle indagini coordinate
dalla Procura di Siracusa e dele-
gate alla Polizia di Stato.
I reati ipotizzati in questinchiesta
della magistratura siracusana sono
la gestione abusiva di discariche
Il dirigente del Dipartimento della Protezio-
ne Civile della Regione Sicilia ha fnanziato
i lavori per la costruzione della nuova sede
del distaccamento dei Vigili del Fuoco.
Lopera, fnanziata con i fondi della legge
433 del 31 dicem-
bre 1991 per la
ricostruzione post
sisma 1990, era
da anni inserita
nella rimodula-
zione dei fondi e
precisamente con
lObiettivo H.
Una serie di diff-
colt, ha afferma-
to lon. Vinciullo,
legati anche alla
decadenza dei
vincoli ordinati
allesproprio ave-
va di fatto ritarda-
to per molti anni lapprovazione del progetto.
Tant vero che, sia nella scorsa Legisla-
tura quanto nellattuale, ero stato costretto
presentare dettagliata interrogazione parla-
mentare al fne di sbloccare e risolvere tutti i
Finanziata la nuova caserma
dei vigili del fuoco di Augusta
regione siCiLia
In foto, il sequestro dellarea della Penisola Magnisi.
vincoli e le problematiche che erano emerse
nel corso del lungo, diffcile e tortuoso iter.
Il fnanziamento del progetto, ha proseguito
lOn. Vinciullo, pari a euro 4.251.655,19
e, contemporaneamente, si disposto
limpegno e lau-
torizzazione O.A.
per limporto di
500 mila euro sul
capitolo 516406
che stato re-
centemente rim-
pinguato in virt
dei residui ancora
esistenti.
Con la realizza-
zione di questo-
pera lapertura
del distaccamen-
to di Priolo e, si
spera, la ripresa
dei lavori della
sede centrale di Siracusa ai valorosi Vigili
del Fuoco della provincia di Siracusa, si
daranno giuste e appropriate sedi anche in
relazione ai rischi connessi con lattivit
da loro svolta.
di sostanze pericolose, i relativi
procedimenti penali, tuttora in
corso, di cui titolare il sostituto
procuratore Roberto Campisi,
che vedono indagati dirigenti ed
amministratori di varie societ,
potranno essere conseguentemen-
te defniti.
F.N.
6 26 GIUGNO 2014, GIOVED
E stata condan-
nata a 2 anni di
reclusione oltre al
pagamento di 150
euro di multa una
donna residente a
Noto, accusata di
tre tentativi di fur-
to in appartamento
tutti andati a vuoto.
Nella stessa gior-
nata. La condanna
stata irrogata dal
giudice monocrati-
co del tribunale di
Siracusa a carico
di Emilia Toro di
53 anni, che aveva
affdato la propria
difesa allavvo-
cato Salvatore Di
Fede. La vicenda
della quale dove-
va rispondere si
consumata il 16
febbraio dello scor-
so anno. La donna,
con in mano attrez-
zi atti allo scasso,
avrebbe forzato le
porte dingresso di
tre appartamenti
nel centro abitato
di Noto. Non mai
riuscita nel suo in-
tento perch in tut-
te le circostanze era
sopraggiunto qual-
cuno che ha fatto
desistere la donna
dal suo insano ge-
sto.
3 tentativi
di furto
1 condanna
Il palazzo di Giustizia di Siracusa.
26 GIUGNO 2014, GIOVED 7
Minacciava fglia e genero
per ottenere 20 mila euro
I fatti si riferiscono a cinque anni addietro. Luomo doveva
rispondere di estorsione ma anche di maltrattamenti alla moglie
Aveva minacciato
di morte la fglia ed
il genero dai quali
pretendeva che gli
dessero una cospi-
cua somma di dena-
ro. La denuncia del-
le vittime, ha fatto
scattare le indagini e
il successivo proces-
so che si concluso
con la condanna se-
vera a carico di un
cittadino cinese, re-
sidente a Siracusa.
La sentenza di con-
danna stata emessa
dal giudice mono-
cratico Maria Con-
cetta Spanto, che
ha infitto 6 anni e
mezzo di reclusione
a carico di Guihn
Zhao di 52 anni, il
quale dovr anche
pagare una multa
pari a 3 mila e 500
euro.
Luomo, che aveva
affdato la propria
difesa allavvocato
Donato Di Mauro,
stato processato sia
per il reato di estor-
sione sia per quello
di maltrattamenti ai
danni della moglie.
I fatti oggetto della
contestazione ri-
salgono al 16 giu-
gno 2009 quando
limputato, secondo
quanto accertato in
fase dibattimentale,
si sarebbe recato per
lennesima volta nel
negozio denominato
Favole, di via Po-
libio a Siracusa, ge-
stito dalla fglia e dal
genero, pretendendo
che gli dessero la
somma di 20 mila
euro. Un preceden-
te episodio sarebbe
avvenuto l8 genna-
io di cinque anni fa
quando, a fronte di
minacce di morte e
di danneggiamento
della merce presente
sugli scaffali del ne-
gozio, luomo pre-
tendeva che la fglia
gli corrispondesse
la somma di 17 mila
euro quale rimborso
per le spese sostenu-
te a crescerla e a farla
sposare. In entrambe
le circostanze le vit-
time delle minacce
si sono rivolte agli
uffci della Questura
di Siracusa, che han-
no avviato indagini
specifche sulluo-
mo. Il cittadino ci-
nese avrebbe anche
preteso soldi dalla
moglie per periodici
viaggi in Cina ed an-
che per sostenere le
spese per la causa di
divorzio.
Una situazione che
era diventata inso-
stenibile e che ades-
so si risolta con la
condanna infittagli
dal giudice mono-
cratico del tribunale
di Siracusa.
Cittadino cinese residente a Siracusa condannato a 6 anni e mezzo
Paziente morto durante intervento
Chirurgo condannato a sei mesi
Si concluso con la condanna di un medico
il processo scaturito dalla morte di un paziente
sottoposto ad un intervento di colicisti.
Il giudice monocratico del tribunale di Siracusa,
Giuseppina Storaci, ha infitto la condanna a 6
mesi di reclusione a carico di Vincenzo Puglisi,
avolese di 51
anni, il quale
aveva affda-
to la propria
difesa allav-
vocato Pao-
lo Cusi, che
aveva solle-
citato per il
suo assistito
un verdetto
di assoluzio-
ne. Il giudice
ha accolto
solo in parte
la richiesta
avanzata dal pubblico ministero, che aveva in-
vocato la condanna dellimputato a 2 anni di
reclusione.
I fatti si sono svolti il 7 novembre 2008. Secon-
do quanto ricostruito nel corso dellistruttoria
dibattimentale, il paziente, Giuseppe Grillo,
era stato costretto a ricoverarsi presso la casa
di cura Santa Lucia a Siracusa a causa di fre-
Presidiavano la zona alta della
citt per mantenere i contatti con
i clienti ai quali cedere dosi di
cocaina. Lattivit illecita stata
monitorata per diverso tempo dai
carabinieri, che hanno concluso
le indagini con larresto di quattro
persone, ritenute responsabili di
episodi di spaccio di stupefacen-
ti. I Carabinieri della Compagnia
di Siracusa che hanno scardinato
un gruppo dedito alla gestione di
alcune piazze di spaccio concen-
trate nella zona nord della citt
capoluogo. In manette sono fni-
ti, Giampaolo Mazzeo (lo stesso
che evase dai domiciliari e fu ar-
restato mentre curiosava nel set
della fction televisiva), Christian
Lanteri, Giuseppe Caruso e Ema-
nuele Gallaro, siracusani, di et
comprese fra i 18 ed i 37 anni e
gi noti ai Carabinieri per i prece-
denti annoverati, anche specifci.
Lattivit si svolta con il sup-
porto delle unit cinofle del
Nucleo Cinofli di Nicolosi ed
ha preso il via parallelamente ad
unaltra operazione, autonoma
e separata, che ha portato allar-
resto di altri due soggetti, inqua-
drandosi in una pi ampia azione
di contrasto rivolta su obiettivi
attentamente individuati sulla
base di una mappatura degli hot
spots del territorio. I Carabinieri
hanno documentato una serie di
cessioni di sostanza stupefacen-
te, in prevalenza cocaina, che
avvenivano senza soluzione di
continuit, anche in pieno giorno,
con un incremento dello smercio
durante il fne settimana, rivolto a
clienti di fascia det compresa in
prevalenza fra i 20 ed i 45 anni.
Nello specifco, al Mazzeo ed al
Lanteri, peraltro gi ai domici-
liari essendo stati tratti in arresto
per detenzione ai fni di spaccio
sempre dai militari dellArma nei
decorsi mesi di maggio e giugno,
viene contestata la cessione die-
tro corrispettivo di due dosi di
cocaina per complessivi quattro
grammi ad un assuntore locale; al
Gallaro ed al Caruso viene adde-
bitata la cessione a due tossicodi-
pendenti locali di quattro involu-
cri contenenti circa dieci grammi
di marijuana e due dosi di cocaina
per complessivi tre grammi. Lo
spaccio avveniva prevalentemen-
te nella zona compresa tra le vie
Marco Costanzo, Fratelli Polizzi
e Vanvitelli, nelle cui vicinan-
Nelle foto da sinistra, Caruso, Gallaro, Lanteri e Mazzeo. Sotto, intervento di colecistectomia.
quenti coliche che lo affiggevano. Dopo una prima
visita, i medici sollecitarono il paziente a sottopor-
si ad intervento di colecistectomia, che stata ese-
guita quel giorno dallquipe chirurgica del casa
di cura. Una perdita di sangue, dovuto alla perfo-
razione dellaorta, costrinse i medici ad operare
una sutura, che,
a giudizio degli
inquirenti e dei
periti che hanno
poi avuto modo
di verifcare
quanto acca-
duto attraverso
lesame autopti-
co eseguito sul
cadavere della
vittima, sareb-
be stata effet-
tuata non a re-
gola darte. Ne
consegu che l
paziente mor praticamente sotto i ferri per dis-
sanguamento. La successiva inchiesta giudiziaria
culminata con il rinvio a giudizio dellimputato,
a cui sarebbe stata attribuita la responsabilit della
morte del paziente e quindi stato processato per
il reato di omicidio colposo. Al processo si sono
costituiti parte civile gli eredi della vittima.
R.L.
Spacciavano cocaina sotto casa
Arrestati quattro siracusani
I militari dellArma hanno documentato diversi episodi di cessione
di sostanza stupefacente ai clienti nella zona alta del capoluogo
Loperazione portata a termine dai carabinieri della Compagnia di Siracusa
CronaCa
ze peraltro alcuni degli arrestati
risiedono potendo cos comoda-
mente controllare il territorio,
prevenendo larrivo delle forze di
polizia. I Carabinieri hanno effet-
tuato anche numerose perquisi-
zioni nelle aree intorno alla zona
di spaccio, ispezionando campi,
muretti a secco, garages ed abi-
tazioni; perquisizioni che hanno
dato esito negativo sebbene il
cane antidroga si sia in pi occa-
sioni soffermato con insistenza su
alcuni obiettivi, segno che pro-
babilmente la droga era stata oc-
cultata in quei posti ed in seguito
spostata per eludere i controlli e
le indagini. Per i quattro arrestati
sono stati disposti i domiciliari;
dovranno rispondere di detenzio-
ne ai fni di spaccio in concorso.
A fuoco buona
fetta dellarea
Cavagrande
In supporto alle squadre dei
Vigili del Fuoco di Noto e ad
un Canadair in volo da sta-
mane, anche un elicottero del
Corpo Forestale, per effettuare
dei lanci dacqua di precisione
nel fondo valle di Cava Gran-
de del Cassibile dove, dalla
scorsa notte, un violento in-
cendio ha devastato gran parte
delloasi naturale. Vignale ad
Augusta, Morghella a Pachino
e Case Bianche a Palazzolo,
sono alcune delle contrade che
hanno visto maggiormente
impegnate, negli oltre 50 inter-
venti per incendi di vegetazio-
ne, avvenuti senza soluzione
di continuit territoriale per
lintera giornata di ieri sino a
stamane, le squadre dei Vigili
del Fuoco dellintera Provin-
cia di Siracusa. Nonostante
la vastit dei fronti di fuoco,
che hanno lambito in alcune
localit anche delle abitazioni,
non sono stati segnalati, a tut-
tora, danni a persone o a beni.
Lavorare tutti insieme e trovare una soluzione che consenta la corretta
gestione del servizio idrico che consenta la salvaguardia dei posti di lavoro
8 26 GIUGNO 2014, GIOVED
Chiesa di san Sebastiano: al via
i fondi per il consolidamento
Saranno completati i lavori per
il consolidamento e il restauro
della chiesa di san Sebastiano
a Palazzolo Acreide. Il Dipar-
timento regionale della Pro-
tezione Civile ha approvato e
fnanziato i lavori per limporto
di 950 mila euro.
In seguito al terremoto del 1990
la chiesa di piazza del popolo
aveva subito danni e, di conse-
guenza, era stata inserita tra le
opere monumentali Obiettivo
C meritevoli di interventi con
fondi pubblici.
Con la Deliberazione n. 386
del 15 ottobre 2010, la Giunta
regionale di Governo aveva
approvato la rimodulazione
del piano di riferimento ed era
stato incluso anche lintervento
di completamento relativo alla
Chiesa di San Sebastiano in
Palazzolo per limporto poi
stanziato.
Il 31 dicembre scorso era stato
frmato il Decreto con il quale
era stata stanziata la somma,
ma una serie di ostacoli, non
Si tratta della somma di 950 mila euro fnanziata dalla Protezione civile
Sopra, la chiesa di san Sebastiano a Palazzolo Acreide. Sotto, foto aerea di Avola.
dipendenti dal lavoro della
Protezione Civile regionale, ne
aveva impedito lapprovazione.
Con la frma di ieri fnalmente,
si conclude questo cammino
intrapreso addirittura l1 set-
tembre del 1994 con la Delibe-
razione n. 395, proseguito con
la Deliberazione n.154 del 19
giugno 2000, la Deliberazione
aVoLa
Incentivi a favore delle imprese
nel progetto Garanzia giovane
Domani sera alle ore 17:30 ad Avola, presso la
Sala Consiliare del Palazzo di Citt, si terr una
giornata informativa sugli incentivi a favore dei
giovani e delle imprese, messi a disposizione dal
Governo nazionale attraverso Garanzia Giovani.
Lo scopo del progetto quello di ridurre il gap
negativo tra domanda e
offerta lavorativa: a tal
fne, Garanzia Giovane
provvede a incentivare
le aziende virtuose,
che intendono formare
professionalmente un
giovane tra i 15 e i 29 anni,
per mezzo di uno stage
o tirocinio formativo o
lapprendistato. Inoltre,
per i giovani che vogliono
usufruire di un contributo
per finanziare la fase
iniziale di un proprio progetto imprenditoriale,
questo strumento rappresenta un unopportunit
importante per orientare il proprio futuro lavorativo.
Il programma dellevento, organizzato in piena
collaborazione con il Comune di Avola, prevede
dopo i saluti istituzionali del sindaco Giovanni
Luca Cannata e del presidente di Confartigianato
Imprese Siracusa Daniele La Porta, lintervento
dapertura dei lavori da parte dellassessore allo
sviluppo economico Giuseppe Morale e dellas-
sessore allAmbiente e al Territorio Sebina Caruso,
che presenter l'innovativo progetto SAP (Smart
Avola Planning), portato
avanti con Anci Sicilia.
A seguire, gli interven-
ti dei relatori Salvato-
re Puglisi, direttore di
Confartigianato Imprese
Siracusa, Enrico Tambu-
rella, dirigente del Centro
Territoriale per limpiego
di Siracusa, Rossana
Costantino di Italia La-
voro e infne, Roberta
Zappal, responsabile
per lo sviluppo delle po-
litiche giovanili imprenditoriali di Confartigianato
Imprese Siracusa, alla quale spetter il compito
di presentare il progetto nazionale Valorizzati
di Confartigianato piattaforma on line creata per
favorire il job match (orientamento professionale)
tra i giovani e il mondo dellartigianato.
n.219 del 8 maggio 2001, la
Deliberazione n.425 del 24
ottobre 2006 prima dellultima,
quella decisiva.
R.L.
vita di Quartiere
26 GIUGNO 2014, GIOVED 9
Ortigia:
andr avanti
fno a tutto
il mese
di luglio
il progetto
MOA
Continua il proget-
to Moa (Movimento
Ortigia Arte) iniziato
lo scorso mese con il
patrocinio del Comu-
ne. Inaugurata infatti
la mostra personale di
Roberto Comelli dal
titolo: Il dinamismo
attraverso la scompo-
sizione visiva. Lespo-
sizione rester aperta al
pubblico fno a sabato
12 luglio, dalle 10 alle
13 e dalle 18 alle 22.
Luned giorno di chiu-
sura. L'arte, nel suo
signifcato pi ampio,
comprende ogni atti-
vit umana svolta
singolarmente o collet-
tivamente che por-
ta a forme creative di
espressione estetica,
poggiando su accorgi-
menti tecnici, abilit
innate e norme com-
portamentali derivanti
dallo studio e dall'espe-
rienza.
Nella sua accezione
odierna, l'arte stret-
tamente connessa alla
capacit di trasmettere
emozioni e "messaggi"
soggettivi. Tuttavia non
esiste un unico linguag-
gio artistico e neppure
un unico codice inequi-
vocabile di interpreta-
zione. Nel suo signif-
cato pi sublime, l'arte
l'espressione estetica
dell'interiorit umana.
Rispecchia le opinioni
dell'artista nell'ambito
sociale, morale, cultu-
rale, etico o religioso
del suo periodo storico.
Alcuni flosof e studio-
si di semantica, invece,
sostengono che esista
un linguaggio oggetti-
vo che, a prescindere
dalle epoche e dagli
stili, dovrebbe essere
codifcato per poter es-
sere compreso da tutti,
tuttavia gli sforzi per
dimostrare questa af-
fermazione sono stati
fnora infruttuosi.
Cassibile: consiglio di circoscrizione
sui problemi di via Nazionale
La trattazione della scottante tematica da parte dellassise di quartiere
annotata in agenda per la data del prossimo sabato 28 giugno
Avviso alla citta-
dinanza da parte del
presidente della cir-
coscrizione di Cassi-
bile, Paolo Romano,
che con propria nota
invita tutti i potenziali
interessati a partecipa-
re al consiglio di cir-
coscrizione convocato
in seduta di adunanza
aperta per sabato 28
giugno 2014 alle ore
10.30 presso via na-
zionale allaltezza di
piazza della parroc-
chia per discutere il
seguente ordine del
giorno: problematica
riguardante la Strada
Statale 115 (via Na-
zionale) e costruzione
nuove strade; alla se-
duta sono stati invitati
altresi la deputazione
nazionale e regionale,
rappresentanti istitu-
zionali, le forze poli-
tiche, forze imprendi-
toriali ed economiche,
sindacali, sociali,
culturali, sportive e
dellassociazionismo,
del volontariato ed
ecclesiastiche. Cas-
sibile una popolosa
frazione del comune
di Siracusa, a circa 14
km verso sud, lungo la
Strada Statale 115 ca-
posaldo della propria
circoscrizione, la ot-
tava presente nel tes-
suto urbano. Il borgo
ha avuto, nel corso del
tempo, una continua
espansione, fno a rag-
giungere circa 5800
abitanti. Nei primi
anni ottanta si costitu
un comitato pro auto-
nomia, per l'elezione
a comune di Cassibile
(comprendendo anche
le frazioni di Fontane
Bianche e Ognina).
Il nome di Cassibile
noto soprattutto per
l'avvenimento che nel
settembre 1943 port
alla frma dell'Armi-
stizio di Cassibile.
Inoltre la sua Necro-
poli considerata la
pi importante di Si-
cilia dopo quella di
Pantalica. L'economia
della cittadina basata
principalmente sull'a-
gricoltura, con la pro-
duzione di ortaggi e
primaticci (patata no-
vella di Cassibile, fra-
gole, fagiolini, ecc.).
Altri settori di rilievo
sono legati alle attivit
turistico-ricettive, gra-
zie anche alla vicinan-
za della zona balneare
di Fontane Bianche.
La storia di Cassibi-
le ha inizio in tempi
antichi, nelle sue vi-
cinanze stata rin-
venuta una grande
necropoli contenente
2.000 tombe risalen-
ti al IX e VIII secolo
a.C., il periodo dei Si-
culi e dei Sicani. Tale
necropoli, denominata
Necropoli di Cassibi-
le, considerata tra le
pi importanti di Sici-
lia, seconda solamente
a Pantalica. Del feudo
di Cassibile se ne ha
gi notizia dalla fne
del XIV secolo d.C.,
quando la baronia lo-
cale era di pertinenza
di Guglielmo Raimon-
do Moncada, conte di
Augusta. La baronia
poi pass di mano in
mano: agli Arici, Lan-
za, Speciali.[4] Dal
1580 al 1785 fu dei
Branciforte; Salvatore
Branciforte, Principe
di Butera, dopo aver-
la conquistata ne di-
venne marchese. Nel
1797, Ferdinando I di
Borbone, concede il
territorio di Cassibile,
il quale comprendeva
le localit di Mortil-
laro, Contessa, Cugno
di Cassero, Stallaini,
Gallina, a Silvestro
Loffredo di Messi-
na, che ne divenne
marchese. Loffredo
ne condusse i lavori
stradali per valicare
agevolmente i colli
e i valloni che inter-
secavano la tenuta.
Nel 1850 inizi la co-
struzione dell'antica
borgata rurale, che fu
completata dal fglio
Gaetano I e nel 1870
inaugur una chie-
sa dedicata alla Sa-
cra Famiglia. I primi
abitanti di Cassibile
giunsero dalle localit
vicine: Monterosso,
Canicattini Bagni,
Palazzolo Acreide, ed
erano contadini dediti
alla pastorizia, giunti
fn l accogliendo l'of-
ferta del marchese, il
quale aveva dato loro
un'abitazione e un pa-
scolo per il bestiame.
Suo fglio Gaetano I
fece costruire 99 case,
e non di pi, per evi-
tare di pagare i tribu-
ti. Il borgo ospit in
seguito la sua prima
caserma dei carabinie-
ri a cavallo e un'oste-
ria dove chi veniva di
passaggio a Cassibile
poteva trovare ripo-
so e ristoro. Cassibile
pass poi a Gaetano II
e da lui a sua nipote,
Maria Emanuela Pu-
lejo.
Nel 1930 sorse un
insieme di case al
centro, costruite da i
cassibilesi desiderosi
di avere pi spazio,
i quali per ottenerlo
acquistarono degli ap-
pezzamenti di terreno
a nord della vecchia
borgata, facendo cos
nascere il primo cen-
tro urbano di Cassibi-
le. Qui vi venne edif-
cata la Chiesa di San
Giuseppe.
Sopra e in basso: aspetti di via Nazionale a Cassibile.
10 26 GIUGNO 2014, GIOVED 26 GIUGNO 2014, GIOVED 11
Citt: Vero avvio per lestate 2014
Salvo capricci del nuovo clima dovrebbe accompagnarci fno a settembre
Lestate una
delle quattro stagioni
dell'anno, con un
inizio nel mese di
giugno e termine nel
mese di settembre
(dicembre-marzo
nell'emisfero au-
strale). Il termine
"estate" deriva
dalla parola in latino
aestate(m), col
signifcato di "calore
bruciante", a sua
volta mutuato da
aestus (come il greco
athos) "calore",
richiamando il caldo
fastidioso.
L'estate astronomica
ha inizio il giorno
del solstizio d'estate,
il 20 giugno o 21
giugno nell'emisfero
boreale (nell'emisfe-
ro australe il 20 o 21
dicembre) e termina
nel giorno dell'e-
quinozio d'autunno
(22 o 23 settembre e
nell'emisfero austra-
le il 20 o 21 marzo).
Si tratta del periodo
dell'anno in cui il
sole, raggiunto il
suo punto pi alto
sull'orizzonte, il
20 giugno, inizia a
scendere, fno al 23
settembre, gior-
no dell'equinozio
d'autunno, quando la
durata del giorno
uguale a quella della
notte. In media, du-
rante l'estate astrono-
mica, si raggiungono
le temperature pi
alte nella seconda
met di luglio.
Meteorologicamente
invece si considera-
no estate e inverno
i periodi di tre mesi
rispettivamente pi
caldi e pi freddi: in
tal modo primavera e
autunno sono defniti
come i periodi inter-
medi. In tal senso l'i-
nizio dell'estate me-
teorologica varier
da paese a paese in
base, principalmente,
alla latitudine. L'e-
state meteorologica
la stagione in cui
le temperature sono
pi elevate e l'aria
pi calda. Nell'estate
astronomica la durata
del d progressiva-
mente incomincia a
diminuire e, conse-
guentemente, ad al-
lungarsi quella della
notte. Solitamente
nei Paesi dell'emi-
sfero boreale l'estate
corrisponde ad un
periodo di lunghe va-
canze per gli studenti
di tutte le et. Le
date di inizio della
sospensione delle
attivit scolastiche
variano da nazione in
nazione. In genere,
in Italia le vacanze
estive cominciano
nelle prime settimane
di giugno, giungendo
fno ai primi giorni
di settembre; per gli
universitari esistono
esami da affrontare
anche nel vivo della
stagione, mentre in
genere i mesi di ago-
sto e settembre sono
sgombri da qualsiasi
attivit.
Negli Stati Uniti la
situazione la mede-
sima, con l'eccezione
dei college, per i
quali le vacanze co-
minciano alla fne di
maggio. Nel Regno
Unito, solitamente
le scuole chiudono
a met di luglio; ad
ogni modo, la Scozia
adotta misure proprie
con vacanze da
met giugno a met
agosto. Possiamo
concludere che la
durata delle vacan-
ze e il loro inizio
segue anche fattori
ambientali, per cui
Paesi nordici come
la Svezia e la Norve-
gia fanno iniziare la
scuola un po' prima
degli Stati medi-
terranei al fne di
trattenere pi a lungo
gli studenti a casa
nei periodi inverna-
li, quando il clima
non consentirebbe il
pieno svolgimento
delle lezioni. Nell'e-
misfero meridionale,
le date delle vacanze
scolastiche estive in-
cludono le principali
festivit di Natale e
Capodanno, poich
le stagioni sono
opposte. Le vacanze
scolastiche estive
in Australia, Nuova
Zelanda e Sud Africa
iniziano a met di-
cembre e terminano
a fne gennaio, con
le date variano tra
gli Stati. Una vasta
gamma di giorni fe-
stivi cadono durante
l'estate, tra cui: 4
luglio: Indipendence
Day negli Stati Uniti.
15 agosto: Ferrago-
sto. Nelle altre lingue
"estate" si pronuncia:
Inglese: summer.
Francese: t.
Tedesco: sommer.
Spagnolo: verano.
Portoghese: verao.
Rumeno: var.
Olandese: zomer.
Sopra: due momenti dellevento.
Eventi: ISAB premia
laddestramento alla Safety
Cerimonia di premiazione, presso il dopolavoro aziendale, del personale dipendente
meglio contraddistintosi nelle esercitazioni dedicate alla sicurezza del sito.
Si svolta presso il Dopo-
lavoro Isab, la cerimonia
conclusiva del Concorso
Sicurezza edizione 2013,
rivolto agli appaltatori ed al
personale operativo di Isab
e fnalizzato alla promozio-
ne delle attivit legate alla
prevenzione nei luoghi di
lavoro, alla tutela dellAm-
biente ed alla Sicurezza
delle attivit industriali.
Sensibilizzare e motivare
tutto il personale perch
assuma comportamenti
sempre pi consapevoli e
responsabili e stimolare la
proposta di suggerimenti
nel campo della sicurez-
za sui luoghi di lavoro e
dellambiente, stato il flo
conduttore del concorso. E
stata celebrata la sicurezza
come patrimonio sociale da
tutelare in tutti i modi e ad
ogni costo.
Lanalisi del rischio fna-
lizzata alla riduzione del
numero degli infortuni e
della loro gravit, la se-
gnalazione di situazioni di
rischio potenziale, la re-
alizzazione di azioni che
vengono ritenute meritorie
e di esempio per tutta la po-
polazione aziendale, la pro-
posizione di suggerimenti
in materia ambientale e di
sicurezza, laddestramento
antincendio, la formazione
specifca sui Dispositivi di
Protezione Individuale, la
partecipazione ai dialoghi
di sicurezza, sono stati gli
elementi su cui il perso-
nale interno ed esterno si
confrontato e sui quali
sono stati individuati quei
lavoratori e quelle ditte che
meglio hanno saputo inter-
pretare lo spirito di crescita
e cogliere lopportunit di
miglioramento di unini-
ziativa del genere. Il Vice
Direttore Generale e Diret-
tore Operazioni ing. Bruno
Martino ha fatto il punto
sui principali indicatori
di performance dellanno
2013 relativi ad Ambiente,
Salute e Sicurezza, eviden-
ziando come sia stato fatto
un notevole sforzo in ter-
mini di formazione sulla
sicurezza, con oltre 25 mila
ore di addestramento e 20
emergenze simulate.
Inoltre stato conferma-
to che la societ in linea
con i programmi di adegua-
mento del sito Nord, comu-
nicati al Comitato Tecnico
Regionale dei Vigili del
Fuoco. Stanno proseguen-
do le attivit di implemen-
tazione delle modifche e
delle integrazioni imposte
dallAutorizzazione Inte-
grata Ambientale (Aia),
attivit che stanno gi pro-
ducendo effetti positivi tan-
gibili in campo ambientale,
infatti il consuntivo per
lanno 2013 delle emissio-
ni, in termini di So2, Nox,
Co, polveri e fusso dei
fumi, notevolmente infe-
riore ai limiti di emissio-
ni fssati dallAia. Infne,
sono stati rappresentati i
benefci in termini di com-
portamenti sicuri apportati
dal Progetto Sicurezza fn
dal 2009.
Quindi intervenuto ling.
Francesco Nicolosi Re-
sponsabile Ambiente, Sa-
lute e Sicurezza, che ha
ricordato tra i principali
obiettivi raggiunti nellan-
no 2013 il mantenimento
della certifcazioni am-
bientali Iso 14001 e di si-
curezza Ohsas 18001, ha
illustrato tutte le iniziative
atte a ottimizzare la gestio-
ne delle emissioni, degli
scarichi e a monitorare le
sostanze odorigene.
Ha inoltre illustrato le atti-
vit avviate nel campo del-
la sicurezza come il miglio-
ramento delle protezioni
antifuoco, gli adeguamenti
sismici di serbatoi di Gpl,
la sostituzione preventiva
di tratti di linea antincen-
dio interna ai reparti. Ha
infne ricordato le iniziati-
ve in corso nel campo della
prevenzione sanitaria e ri-
badito come costituiscano
priorit per la nostra Socie-
t la sicurezza dei lavorato-
ri e degli impianti, la tutela
dellambiente e la completa
integrazione delle attivit
industriali di Isab nel terri-
torio. Lobiettivo principa-
le rimane invariato: zero
incidenti e zero infortuni.
Ling. Sebastiano Gerrata-
na responsabile Sicurezza,
dopo aver spiegato i mec-
canismi e le fnalit del
Concorso Sicurezza 2013
ha premiato, insieme al
management aziendale, i
vincitori del concorso ed
ha lanciato ledizione
2014. Di seguito lelenco
dei vincitori. Per gli ap-
paltatori si classifcata
al 1 posto la Cogesi Srl
per la quale si sono distin-
ti i sig.ri Angelo Midolo e
Sebastiano Corso, mentre
ha ottenuto il 2 posto la
Micor Srl. per la quale si
sono distinti i sig.ri Seba-
stiano Corace e Salvatore
Rubino. Per i dipendenti
Isab si classifcato al 1
posto il Reparto Centra-
le Termo Elettrica (Cte) di
Impianti Sud e il Reparto
Antincendio ed al 2 po-
sto i lavoratori del Gruppo
H, Gruppo I e Servizi Ge-
nerali. Sono inoltre stati
premiati per i suggerimenti
di sicurezza, degli appal-
tatori: Giuseppe Rametta
della Spig Spa; Stefania
Vultaggio della ex Ecogeo
Srl. Per i suggerimenti di
sicurezza dei dipendenti
Isab: Carmelo La Porta
del Reparto Antincendio;
Davide Ferlito e France-
sco Cacciola del Gruppo F;
Giuseppe Acquaviva, Car-
melo Salerno e Giovanni
Latino del Gruppo H. Rela-
tivamente ai suggerimenti
ambientali, dei dipendenti
Isab: Marcello Bianca del
Gruppo F; Andrea Pirruc-
cio del Gruppo G (due se-
gnalazioni). Sono stati pre-
miati per azioni meritorie,
cio per essersi distinti con
il proprio comportamento
quotidiano nel campo della
sicurezza, i seguenti dipen-
denti Isab: Sebastiano Pal-
minteri del Gruppo A; Giu-
seppe Fallica del Gruppo
D. La migliore segnalazio-
ne di situazioni di rischio
potenziale, dei dipendenti
Isab: Giulio Morello della
Cte; Segnalazione sorteg-
giata tra tutte quelle rela-
tive a situazioni di rischio
potenziale: Giulio Saquella
del Blending Nord.
Lestate secondo Arcimboldo (particolare).
Avr luogo domani, venerd 27 giugno alle ore
10 presso i locali di via Cairoli 20 a Siracusa in
town meeting del Movimento socio politico e
culturale Temponuovo, sullannoso tema Il
commercio itinerante a Siracusa- quali regole
per il decoro della citt.
Lassociazione, dopo il riscontro positivo della
precedente assemblea cittadina dalla quale
scaturita una istanza, presentata uffcialmente
al Comune di Siracusa, che contiene le proposte
in vista del nuovo bando per lassegnazione
del servizio di refezione scolastica, punta i
piedi ora alle regole che normano il settore
del commercio in itinere. Da molti anni esiste
una proposta di regolamento per i mercati ed
il commercio in questa citt- dice Ermanno
Annino presidente di Temponuovo- ma ad
oggi non mai diventata uffciale, mai discussa
per renderla defnitiva: cercheremo di capirne
di pi insieme agli addetti ai lavori. Invitati
a partecipare al nuovo town meeting infatti,
lassessore al Commercio e Sviluppo Econo-
mico del Comune di Siracusa, i componenti
della III (commercio) e VIII (regolamenti)
Commissione Consiliare dellente, i presidenti
di Confesercenti, Confcommercio, Cna con i
quali Ermanno Annino insieme al Vicepresiden-
te di Temponuovo, Dott.ssa Tania Urz e la
responsabile di legalit, trasparenza e tutela del
cittadino Avv. Sonia Bottaro, si confronteranno
su un tema al fne di trovare soluzioni condivise
da lorgano propositore, quello controllore, le
parti confederative ed i cittadini.
Cosi come nel town meeting precedente dedi-
cato alla refezione scolastica continua Annino
- cercheremo di una sintesi che ci porti alla
presentazione di una istanza che possa essere
parte integrante di una regolamentazione del
settore, partendo dal rispetto dei commerciante,
degli ambulanti e dei cittadini ma considerando
anche le normative in vigore, laspetto igienico-
sanitario ed infne il rispetto del decoro urbano.
Siamo convinti che una soluzione al problema
sar sicuramente condivisa.
L'attivit di commercio ambulante disciplinata
dal Decreto Legislativo n. 114 del 31 Marzo
1998 (artt. 27-30) "Riforma Bersani" e dalle
legislazioni regionali, a cui lo stesso decreto
rimanda la defnizione delle disposizioni par-
ticolari. La defnizione precisa "commercio
al dettaglio su area pubblica".
Per aree pubbliche si intendono le strade, i
canali, le piazze, comprese quelle di propriet
privata gravate da servit di pubblico passaggio
ed ogni altra area di qualunque natura destinata
ad uso pubblico.
L'attivit di commercio ambulante su area
pubblica pu essere esercitata esclusivamente
da persone fsiche o da societ di persone re-
golarmente costituite (Sas o Snc).
Ciascuna Regione o Provincia autonoma si
dotata di una legge regionale o provinciale di
attuazione.
La normativa vigente in Emilia-Romagna
(Legge Regionale n. 12 del 25 giugno 1999
"Norme per la disciplina del commercio su
aree pubbliche in attuazione"), regolamenta
l'intero settore e adotta gli atti di attuazione
della normativa di carattere generale.
La Regione Emilia-Romagna pubblica seme-
stralmente l'elenco dei posteggi liberi nei mer-
cati e nelle fere ai fni della loro assegnazione,
cura la tenuta delle banche dati dei mercati e
delle sagre e fere regionali.
S. Lucia: domani meeting
per il decoro nellambulantato
26 GIUGNO 2014, GIOVED 13
Cambia la normativa che
riguarda le societ che fan-
no affari con i paesi black
list: la comunicazione delle
operazioni diventa annuale
(attualmente trimestrale
o mensile). Inoltre si innal-
za a 10.000 euro il tetto
di esonero, entro il quale
non scatta lobbligo di
inserimento nella comu-
nicazione. Per assicurare
una maggiore armonizza-
zione della disciplina Iva
nazionale al diritto dellUe,
si prevede che allatto
dellattribuzione della parti-
ta Iva il contribuente possa
richiedere, contestualmen-
te, linclusione nella banca
dati dei soggetti passivi
che effettuano operazioni
intra-Ue.
Per le concessioni rela-
tive alla costituzione e
allesercizio delle opere
pubbliche, viene cancel-
lata la richiesta di auto-
rizzazione attualmente
prevista per ogni modifca
di piani di ammortamento
delle concessionarie.
Sul fronte degli sconti f-
scali, per le spese di spon-
sorizzazione e pubblicit,
viene fssata ununica per-
centuale di detrazione. No-
vit in arrivo anche per le
spese di rappresentanza,
che fno a 50 euro saran-
no interamente deducibili,
ai fni delle imposte sui
redditi e anche ai fni Iva.
Vengono infne introdotte
delle disposizioni per la
cooperazione, tra Agenzia
delle entrate e Mise, per le
rilevazioni delle violazioni
in materia di attestazione
della prestazione energe-
tica.
Arriva anche la dichiara-
zione dei redditi precom-
pilata. Il consiglio dei
Ministri ha approvato la
sua introduzione a partire
dall'anno 2015, con rife-
rimento ai redditi prodotti
nel 2014. Entro il 15 aprile
sar disponibile il docu-
mento, per via telematica,
che potr essere utilizzato
da lavoratori dipendenti
e pensionati che hanno i
requisiti per presentare il
modello 730. In alternativa
il contribuente potr conti-
nuare a utilizzare il 730 o
il modello Unico. In tutto,
i contribuenti interessati
saranno circa 30-32 mln.
E' quanto prevede la bozza
dello schema attuativo di
delega fscale entrato in
Cdm.
La dichiarazione precom-
pilata, oltre ai dati del Cud
conterr, ma dal 2016, an-
che i dati relativi alle spese
mediche, come lassisten-
za specifca e le spese
sanitarie che danno diritto
a deduzioni o detrazioni, se
fatte con la ricetta rossa
e la tessera sanitaria. Ci
saranno inoltre i dati relativi
alle detrazioni per ristrut-
turazioni, assicurazioni
vita e mutui ipotecati. Per
arrivare alla stesura della
dichiarazione precompila-
ta saranno utilizzati diver-
si canali dinformazione
come: lAnagrafe tribu-
taria, i dati trasmessi da
banche, assicurazioni ed
enti previdenziali, i dati
contenuti nelle certifca-
zioni rilasciate dai sostituti
dimposta. Sar istituita
ununit di monitoraggio,
che riceve e gestisce i
dati contenuti nei fussi
informativi.
I sostituti dimposta do-
vranno trasmettere allA-
genzia delle entrate, entro
il 7 marzo, i dati relativi
alla certifcazione unica.
In caso di omessa, tardiva
o errata trasmissione dei
dati prevista lapplica-
zione di una sanzione di
cento euro. Entro il 28
febbraio dovranno essere
trasmessi i dati, da parte
di soggetti terzi, relativi agli
oneri deducibili e detraibili,
quali interessi passivi sui
mutui, premi assicurativi,
contributi previdenziali,
previdenza complemen-
tare.
La dichiarazione sar a
disposizione del contri-
buente tramite il cassetto
fscale, se ha il pin per
accedervi, oppure tra-
mite intermediari (caf e
commercialisti) o tramite il
sostituto dimposta. Resta
poi la facolt del contri-
buente di accettare la
proposta di dichiarazione
o integrarla tramite gli
stessi canali. Per i contri-
buenti che accettano la
dichiarazione proposta
dallagenzia non ci saran-
no controlli, mentre per
chi effettuer integrazioni
tramite gli intermediari le
eventuali rettifche saran-
no fatte tramite i caf o i
commercialisti.
La dichiarazione deve es-
sere trasmessa, sempre
per via telematica, allA-
genzia delle Entrate entro
il 7 luglio. Le compensa-
zioni eventuali a debito o
credito saranno effettuate
nello stesso mese di luglio
o in quello di agosto dal
sostituto dimposta.
Tra le altre misure di sem-
plifcazione, labolizione
dellobbligo di dichiara-
zione per leredit, se
devoluta al coniuge e ai
parenti in linea retta del
defunto, nel caso in cui
lattivo ereditario abbia
un valore non superiore
a euro centomila.
indicazioni operative
per la riduzione dellacri-
lammide negli alimenti.
Il Ministero della Salute
ha convocato le Asso-
ciazioni di categoria che
rappresentano i settori in-
teressati al fne di esporre
risultati analitici per lanno
2013 sulla presenza di
acrilammide negli alimenti
e di valutare, con la colla-
borazione degli operatori
del settore, quali possono
essere gli strumenti pi
effcaci per ridurre la for-
mazione di tale sostanza
durante il processo di
produzione degli alimenti.
Lacrilammide un com-
posto chimico che si forma
negli alimenti, solitamente
nei prodotti amidacei, du-
rante la cottura (frittura,
cottura al forno e alla gri-
glia) ad alta temperatura.
Questa sostanza si forma
a partire da alcuni zuccheri
e da un amminoacido,
entrambi presenti natural-
mente negli alimenti.
La sua prima scoperta ne-
gli alimenti risale allaprile
del 2002, ma con ogni pro-
babilit le persone sono
state esposte a questa
sostanza tramite la dieta
fn da quando l'uomo ha
cominciato a cuocere i
cibi. La presenza di acri-
lammide stata rilevata
in prodotti quali patatine,
patate fritte a bastoncino,
pane, cereali per la prima
colazione, crackers, fette
biscottate, biscotti e caff.
Dal momento che la-
crilammide stata clas-
sifcata come sostanza
potenzialmente cancero-
gena, gli esperti a livello
mondiale hanno racco-
mandato una riduzione del
suo tenore negli alimenti,
dati i timori che questa
sostanza suscita sotto il
proflo della sicurezza.
La Commissione europea
si occupata dellargo-
mento con la raccoman-
dazione 2007/331/CE,
del 3 maggio 2007, con la
quale stato previsto un
programma di monitorag-
gio triennale (per il periodo
2007-2009) per verifcare i
tenori di acrilammide negli
alimenti.
I risultati per il 2007 sono
stati raccolti dall'Autorit
europea per la sicurezza
alimentare (EFSA):
secondo le conclusioni
del rapporto EFSA del 30
aprile 2009, per i gruppi
di prodotti alimentari og-
getto di monitoraggio non
si osservata nessuna
tendenza verso una dimi-
nuzione dei tenori di acri-
lammide e non chiaro,
per ora, se le linee guida
hanno ottenuto gli effetti
auspicati.
Gli organi comunitari e
gli Stati membri si stanno
adoperando, tramite la
raccolta di dati e lattivit di
monitoraggio, per studiare
i meccanismi di forma-
zione dell'acrilammide e i
mezzi per ridurne il tenore
nei prodotti alimentari.
Successivamente, stata
emanata la Raccoman-
dazione 2 giugno 2010,
n. 2010/307/UE, con la
fnalit di proseguire il pro-
gramma di monitoraggio
dei tenori di acrilammide
negli alimenti per gli anni
successivi (senza limiti di
validit): i risultati del mo-
nitoraggio effettuato negli
Stati membri (per lItalia il
monitoraggio viene segui-
to dal Ministero della Sa-
lute) sono stati trasmessi
allEFSA per linserimento
in banca dati.
Si fa presente che lo studio
del problema relativo alla
presenza di acrilammide
negli alimenti porter con
ogni probabilit alla fs-
sazione di limiti massimi
obbligatori per legge.
Tenuto conto di ci e, in
S a pi vacanze, ma con maggior attenzione ai costi:
cresce per la prima volta dallestate 2010 il numero
dei vacanzieri ma la spesa media per persona
registra un notevole passo indietro
primo luogo, per la tutela
della salute dei consuma-
tori, si rende necessario
effettuare una campagna
informativa per rendere
edotti gli operatori delle
categorie interessate del
problema relativo alla
presenza di acrilammi-
de negli alimenti e delle
procedure che possono
effcacemente contribuire
ridurne i livelli.
Dal momento che lacri-
lammide si forma nella
fase di cottura degli ali-
menti, il problema riguar-
da in primo luogo la pani-
fcazione artigianale, ma
anche i pubblici esercizi
che cuociono le patate,
sia nel caso di utilizzo di
prodotto fresco, sia nel
caso di utilizzo di prodotto
surgelato, nonch tutta
la produzione artigianale
relativa ai prodotti citati.
Presso La Con-
FeserCenti sono
aPerte Le isCrizio-
ni Per i nuoVi Corsi
abiLitanti e PrePa-
RATORI
Sono aperte le iscrizioni
per frequentare i corsi abi-
litanti obbligatori per chi
intende esercitare lattivit
di vendita di generi alimen-
tari, di somministrazione
di alimenti e bevande,
di ristorazione, di agen-
te e rappresentante di
commercio. Sono anche
aperte le iscrizioni ai corsi
preparatori obbligatori per
sostenere gli esami abili-
tanti presso la Camera di
Commercio per chi inten-
de esercitare lattivit di
agente immobiliare.
I corsi per gli aspiranti
commercianti nel settore
degli alimenti, per chi in-
tende esercitare lattivit
di somministrazione e
ristorazione hanno la du-
rata di 100 ore articolate
nellarco temporale di due
mesi. Le lezioni si svolge-
ranno nei giorni di Luned,
Mercoled e Venerd dalle
ore 15.30 alle ore 19.30.
Per quanto riguarda gli
aspiranti agenti e rappre-
sentanti di commercio e gli
aspiranti agenti immobilia-
ri i corsi hanno la durata di
80 ore articolate nellarco
temporale di due mesi. Le
lezioni si svolgeranno nei
giorni di Marted e Gioved
dalle ore 15.30 alle ore
19.30.
Chi intendesse frequen-
tarli pu recarsi presso la
Confesercenti in Via Tici-
no n. 8 (Tel. 0931/22001)
e compilare la scheda di
iscrizione.
12 26 GIUGNO 2014, GIOVED
Rubrica a cura della Confersecenti di Siracusa
Estate 2014: Tornano a crescere i vacanzieri,
ma calano spesa pro-capite (-18%) e complessiva (-13%)
parte dellagente della
riscossione dovr esse-
re effettuata senza che
il contribuente debba pre-
sentare alcuna richiesta
degli interessi maturati.
Per i sostituti dimposta,
vengono introdotte norme
che puntano a semplifca-
re le operazioni di com-
pensazioni e rimborsi e fa-
vorire la trasparenza. Per
agevolare le societ, negli
adempimenti burocratici,
prevista una raziona-
lizzare delle comunica-
zioni relative allesercizio
di opzione, cancellando
cos diversi modelli che
attualmente le aziende
devono presentare. La
norma mira ad accentrare
nella dichiarazione Irap di-
verse comunicazioni: del-
la comunicazione relativa
allesercizio dellopzione
per il regime di trasparen-
za fscale, del consolidato
nazionale, della tonnage
tax, della determinazione
del valore della produzio-
ne netta. La novit partir
dalla dichiarazione dei
redditi 2015.
Semplifcazioni in vista
anche per le societ o
enti che non hanno sede
legale o amministrati-
va in Italia. Si propone
la soppressione della nor-
ma attuale, che prevede
lobbligo di indicare nella
dichiarazione dei redditi
lindirizzo e un rappre-
sentante per i rapporti
tributari (si tratta di dati
che lamministrazione ha
gi a disposizione).
Per le societ di persone
si pensa di intervenire,
per razionalizzare sia le
modalit di presentazione
sia i termini di versamento
nei casi di operazioni stra-
ordinarie. Il versamento
del saldo Irap e relativo
alla dichiarazione dei red-
diti, da parte delle persone
fsiche e delle associazioni
dovr essere effettuato
entro il 16 giugno dellan-
no di presentazione della
dichiarazione. Viene in-
vece stabilito un termine
mobile nei casi di ope-
razioni straordinarie poste
in essere dalle societ di
persone.
Tanta voglia di vacanze,
ma con parsimonia e sen-
za troppe illusioni: anche
perch, per il 45% degli
italiani, quella del 2014
sar ancora unestate di
stagnazione. Quindi s a
pi vacanze, ma con mag-
gior attenzione ai costi:
cresce per la prima volta
dallestate 2010 il numero
dei vacanzieri (+6%, pari
a 1.542.000 di persone in
pi) ma la spesa media
per persona registra un
notevole passo indietro
(-18% sullo scorso anno)
attestandosi a 788 euro.
E questa la fotografia
scattata dal l i ndagi ne
Confesercenti-SWG sul-
le vacanze estive 2014.
Questestate, gli italiani
che hanno pianifcato un
viaggio o un periodo di
ferie saranno il 64%, circa
27.242.000 di persone,
mentre rester a casa uno
su tre.
La spesa prevista com-
plessiva dei vacanzieri di
quasi 21,5 miliardi di euro,
in calo di circa 3,2 miliardi
(-13%) sul 2013. Diminui-
sce anche la durata della
vacanza: questanno gli
italiani trascorreranno fuori
casa in media 11 giorni,
contro i 12 dello scorso
anno ed i 14 del 2008,
prima della crisi. Agosto
rimane il mese preferito:
lo sceglie la maggioranza
degli italiani (54%, era il
52% nel 2013). Segue
luglio, in ribasso dal 38%
al 34%, e settembre, in cui
andr in vacanza il 18%
degli italiani. Rispetto al
2013, questestate marca
con evidenza lallentarsi
dell assillo economico.
Scende di ben 11 punti
(dal 53% del 2013 al 42%)
il numero di coloro che
rinunciano alla vacanza
perch costa troppo, cos
come cala del 4% (dal
44% al 40%) il condizio-
namento delle disponibilit
economiche sulle scelte
per le ferie. Rientra anche
la preoccupazione per la
situazione delleconomia
italiana (segnalata dal 16%
contro il 19% del 2013 e
il 22% del 2012). Resta
in controtendenza, anzi
anche di quelli a due stelle
(dal 7 al 10%).
Fisco: per le imprese
meno burocrazia e rim-
borsi iva pi facili.
Semplifcazioni fscali per
imprese e cittadini. Il
Consiglio dei Ministri ha
approvato oggi un dlgs
di 34 articoli contenenti
semplifcazioni per le per-
sone fsiche, i rimborsi, le
societ e la fscalit inter-
nazionale.
Lintervento prevede un
pacchetto di semplifca-
zioni specifiche per le
aziende, contenuto nello
schema attuativo di dele-
ga fscale, ora allesame
del Cdm. Le norme punta-
no ad avviare un percorso
di riavvicinamento tra fsco
e imprese attraverso la
riduzione delle comuni-
cazioni che le imprese
devono effettuare, leli-
minazione dei doppioni,
la semplifcazione delle
richieste di autorizzazione,
la facilitazione di restitu-
zione dei crediti fscali van-
tati dalle imprese.
Sul fronte Iva vengono
riviste le procedure per
lesecuzione dei rimborsi,
che risultano a credito, e
laumento dellammontare
dei rimborsi che posso-
no essere eseguiti sen-
za alcun adempimento
(che passa dagli attuali
5.000 euro a 15.000 euro).
Per gli importi superiori
non pi necessaria la
prestazione della garanzia
a favore dello Stato (salvo
alcuni casi eccezionali,
considerati particolarmen-
te a rischio), sar invece
suffciente che la dichia-
razione da cui emerge il
credito sia accompagnata
dal visto di conformit o
dalla sottoscrizione alter-
nativa. Si stabilisce che per
i contribuenti non a rischio
lammontare dei rimborsi
non ha tetto; vengono
inoltre individuate le ipotesi
di rischio che rendono ne-
cessaria la garanzia.
Per rendere pi facile il
rimborso dei crediti dim-
posta e degli interessi in
conto fscale, si preve-
de che lerogazione da
in netta ascesa come
del resto segnalano i dati
Istat sulloccupazione il
timore di perdere il lavoro,
che passa dal 12 al 14%.
Destinazioni: viaggio alle-
stero per il 39%, senza
sciovinismi gastronomici.
Spagna in testa, Croazia
boom. Puglia la pi get-
tonata in Italia, in calo la
voglia di mare.
Le vacanze estive 2014
saranno anche abba-
stanza conservative: i
vacanzieri che andranno
nello stesso posto dellan-
no precedente saranno il
38% (2% in pi del 2013),
cos come quasi uno su tre
si cuciner da solo i pasti
dellestate (31%). Rimane
alta la voglia di un viaggio
allestero: per la prossima
estate hanno pianifcato
un viaggio fuori dallItalia
il 39% dei nostri concitta-
dini. Pronti ad adattarsi,
contrariamente a quanto
si dice, alla cucina loca-
le: solo una leggenda
metropolitana quella che
descrive il turista italiano
con la valigia piena di
pasta, pomodori pelati,
salami e salsicce e magari
la caffettiera. L81% del
campione dichiara di man-
giare cucina locale, solo
il 10% cerca cibo italiano
mentre un residuale 5% si
porta gli alimenti da casa.
Tra le mete prescelte, la
Spagna (28%) comanda
sempre la classifca; ma
questanno potrebbe es-
serci il boom della Croazia,
che sale di ben 8 punti nelle
preferenze degli italiani,
arrivando a un conside-
revole 18%. Bene anche
la Grecia (dal 16 al 19%),
mentre la Francia scende
dal 24 al 19%. Tra chi
rimane in Italia la regione
pi scelta la Puglia, che
sale di tre punti toccando
il 16%. Seguono Sicilia ed
Emilia Romagna, in lieve
ribasso e la Toscana che
le tallona. Il mare che
nel 2006 raccoglieva il
favore di pi di due terzi
degli italiani (73%) ora
resta in testa alla prefe-
renze dei vacanzieri, ma
con il 48%. Seguono ben
distanziate la montagna
e le citt darte attorno al
14%. Per individuare la
propria vacanza, il 62%
degli intervistati dichiara
apertamente di verifcare
le opinioni degli altri su
internet, mentre un 9% si
affda alle guide specializ-
zate. Solo il 29% non ama
compiere questo tipo di
ricerca e si affda a sistemi
pi tradizionali. Famiglia e
coppia sono le formazio-
ni pi utilizzate, mentre
appare in leggero calo di
due punti (dal 24 al 22%)
quella con gli amici. Il mez-
zo preferito per raggiun-
gere i luoghi di vacanza
resta di gran lunga lauto,
che verr utilizzata dal
63%, mentre si segnala
la crescita dellopzione
treno (dall8% all11%) ed
un calo quasi simmetrico
dellaereo (dal 25 al 21%).
Buona la propensione per
un soggiorno in albergo:
la sceglie il 35%, contro il
34% registrato lo scorso
anno. Si tratta del primo
segno positivo dal 2011.
Cala, invece, la ricerca di
case in afftto. Eppure la
prudenza economica si
avverte anche in queste
scelte: si va un po di pi
presso amici e parenti o
nei bed&breakfast, men-
tre gli alberghi pi ricercati
sono quelli a tre stelle, con
un signifcativo aumento
Domani, venerd 27 giugno
2014 alle ore 17:30 ad Avola,
presso la Sala Consiliare del
Palazzo di Citt, si terr una
giornata informativa sugli in-
centivi a favore dei giovani e
delle imprese, messi a dispo-
sizione dal Governo nazionale
attraverso Garanzia Giova-
ni. Lo scopo del progetto
quello di ridurre il gap nega-
tivo tra domanda e offerta la-
vorativa: a tal fne, Garanzia
Giovane provvede a incen-
tivare le aziende virtuose,
che intendono formare pro-
fessionalmente un giovane tra
i 15 e i 29 anni, per mezzo di
uno stage o tirocinio formati-
vo o lapprendistato. Inoltre,
per i giovani che vogliono
usufruire di un contributo per
fnanziare la fase iniziale di
un proprio progetto impren-
ditoriale, questo strumento
rappresenta un unopportuni-
t importante per orientare il
proprio futuro lavorativo. Il
programma dellevento, or-
ganizzato in piena collabora-
zione con il Comune di Avola,
prevede dopo i saluti istitu-
zionali del sindaco Giovanni
Luca Cannata e del presiden-
te di Confartigianato Imprese
Siracusa Daniele La Porta,
lintervento dapertura dei
lavori da parte dellassessore
allo sviluppo economico Giu-
seppe Morale e dellassessore
allAmbiente e al Territorio
Sebina Caruso, che presente-
r l'innovativo progetto Sap
(Smart Avola Planning), por-
tato avanti con Anci Sicilia.
A seguire, gli interventi dei
relatori Salvatore Puglisi, di-
rettore di Confartigianato Im-
prese Siracusa, Enrico Tam-
burella, dirigente del Centro
Territoriale per limpiego di
Siracusa, Rossana Costantino
di Italia Lavoro e infne, Ro-
berta Zappal, responsabile
per lo sviluppo delle politi-
che giovanili imprenditoriali
di Confartigianato Imprese
Siracusa, alla quale spetter
il compito di presentare il pro-
getto nazionale Valorizzati
di Confartigianato piattafor-
ma on line creata per favori-
re il job match (orientamento
professionale) tra i giovani e il
mondo dellartigianato.
Avola: domani
giornata informativa
sullimprenditoria
giovanile
14 26 GIUGNO 2014, GIOVED
Melilli: campagna per ladozione
dei cani randagi del paese
Liniziativa, denominata Un quattrozampe in famiglia ha la fnalit di contenere
le spese di gestione dei canili e garantire unaccettabile qualit della vita agli animali
Il Vice Sindaco Dott.ssa
Arcangela Palmeri riferi-
sce che lAmministrazio-
ne Comunale di Melilli ha
dato il via alla campagna
adozione dei cani randagi.
Con atto di Giunta sono
state approvate le linee gui-
da volte ad incentivare i
privati cittadini che adotta-
no i cani randagi ricoverati
nei canili convenzionati del
Comune di Melilli. Lini-
ziativa, denominata Un
quattrozampe in famiglia,
oltre a contenere la spesa
per il mantenimento dei
cani e a prevenire il sovraf-
follamento delle strutture
convenzionate, ha la fna-
lit di tutelare il diritto alla
vita e il benessere della po-
polazione canina. Stiamo
gi provvedendo ad avvia-
re una campagna di sensi-
bilizzazione alladozione
dei cani attraverso idonee
forme di comunicazione,
anche mediante la pubbli-
cazione delle loro foto sul
sito web istituzionale, lo
afferma Palmeri precisan-
do che i nostri amici a
quattro zampe potranno es-
sere affdati, previ controlli
di idoneit pre-affdo, ai
cittadini maggiorenni resi-
denti in Italia che non ab-
biano subito condanne pe-
nali per maltrattamento ad
animali e alle Associazioni
animaliste di volontariato
riconosciute. Inoltre, con-
siderata la funzione so-
ciale di questo intervento,
lAmministrazione comu-
nale provveder ad incen-
tivare la cura e il manteni-
mento del cane attraverso
un contributo economico
per aiutare il soggetto pri-
vato ad affrontare le spese
relative, tra laltro, ad ali-
menti, visite veterinarie,
vaccinazioni, prodotti per
il benessere dellanimale.
Le spese sostenute dovran-
no essere validamente do-
cumentate. A breve un av-
viso pubblico dettagliato.
Melilli: seduta del civico consesso
in agenda per stasera alle 19,00
Variegata la rosa degli argomenti annotati allordine del giorno per la trattazione
da parte della stessa assemblea civica della municipalit della cittadina iblea
Il Presidente del Consiglio Co-
munale, Dott. Salvatore Sbona,
ha convocato il Consesso Civico
determinando che la riunione si
terr in seduta ordinaria giove-
d 26 giugno 2014, alle 19, nel-
la Sala Consiliare del Palazzo di
Citt. Di seguito gli argomenti in
agenda per la trattazione. Prelimi-
nari di seduta e nomina scrutatori.
Lettura ed approvazione verbali
sedute precedenti. Articolo 151,
comma 7 e articolo 227 del De-
creto Legislativo 18 agosto 2000,
n. 267. Approvazione del Rendi-
conto della gestione dellEserci-
zio Finanziario 2013, con allega-
to il Conto Economico, il Conto
del Patrimonio e il Prospetto di
Conciliazione; Adozione del Re-
golamento Distrettuale relativo
al Piano di Azione e Coesione
Anziani Servizi Adi e Ada
a valere sui Fondi Pac. Valuta-
zione delliniziativa della Societ
Erg Nuove Centrali Societ per
Azioni per la ristrutturazione del-
la palazzina servizi e capannone
ex Cte allinterno della Raffneria
Isab Impianti Nord. Valutazione
delliniziativa della Societ Esso
Italiana Societ a responsabilit
limitata per la realizzazione della
nuova portineria centrale e demo-
lizione del fabbricato esistente.
Il Dott. Salvatore Sbona Sbona
raccomanda la presenza e la pun-
tualit e stabilisce che, in caso di
seduta deserta, la riunione sar
rinviata al giorno successivo, alla
stessa ora, senza ulteriore avviso.
Il Presidente del Consiglio Co-
munale, Dott. Salvatore Sbona,
ha convocato il Consesso Civico
determinando che la riunione si
terr in seduta ordinaria giove-
d 26 giugno 2014, alle 19, nel-
la Sala Consiliare del Palazzo di
Citt. Di seguito gli argomenti in
agenda per la trattazione. Prelimi-
nari di seduta e nomina scrutatori.
Lettura ed approvazione verbali
sedute precedenti. Articolo 151,
comma 7 e articolo 227 del De-
creto Legislativo 18 agosto 2000,
n. 267. Approvazione del Rendi-
conto della gestione dellEserci-
zio Finanziario 2013, con allega-
to il Conto Economico, il Conto
del Patrimonio e il Prospetto di
Conciliazione; Adozione del Re-
golamento Distrettuale relativo
al Piano di Azione e Coesione
Anziani Servizi Adi e Ada
a valere sui Fondi Pac. Valu-
tazione delliniziativa della So-
ciet Erg Nuove Centrali Societ
per Azioni per la ristrutturazio-
ne della palazzina servizi e ca-
pannone ex Cte allinterno della
Raffneria Isab Impianti Nord.
Valutazione delliniziativa della
Societ Esso Italiana Societ a
responsabilit limitata per la rea-
lizzazione della nuova portineria
centrale e demolizione del fab-
bricato esistente. Il Dott. Salva-
tore Sbona Sbona raccomanda la
presenza e la puntualit e stabili-
sce che, in caso di seduta deserta,
la riunione sar rinviata al giorno
successivo, alla stessa ora, senza
ulteriore avviso.
SPORT Siracusa
26 GIUGNO 2014,VENERD 15
Se nel calcio le lezio-
ni servissero a qual-
cosa, avremmo sfrut-
tato quella di quattro
anni fa in Sud Africa
e ci saremmo rispar-
miati la fguraccia
di ieri laltro in Bra-
sile. Ma in Italia, si
sa, vige la regola di
far intendere di vo-
ler cambiare tutto per
lasciare le cose cos
come stanno, ed ec-
coci cos a riparlare
di cose gi dette e,
ancora una volta, di
calcio malato. Le di-
missioni di Abete e
di Prandelli, precedu-
te da quelle di qual-
che settimana fa di
Demetrio Albertini,
equivarranno per
solo ad una tempesta
in un bicchier dac-
qua se il terremoto si
fermer a queste sole,
doverose decisioni,
senza coinvolgere
lintero movimento
calcistico che va to-
talmente rifondato
se si vuole ottenere
Due chiari esempi di calcio malato
macroscopiche lacu-
ne tecniche e delle
supervalutazioni di
autentiche mediocri-
t, sia in molte circo-
stanze ostaggio del-
la microcriminalit,
ma non tollerando
questo stato di cose
o facendo buon viso
a cattiva sorte che si
disinnescano bombe
ad orologeria come
quelle che scoppiano
con ormai insosteni-
bile continuit. Al di
l di questi fenomeni
c ormai lesigenza
improcrastinabile del
ritorno, in tutti i sensi,
allantico. E se non
proprio al calcio ru-
spante, quanto meno
alla rifondazione del-
le strutture organizza-
tive e al ritorno sotto
controllo di un movi-
mento che se lasciato
ancora libero di evol-
vere a suo piacimento
rischia di precipitare
dal ciglio del precipi-
zio in cui si trova.
Armando Galea
Da qui lesigenza di rifondare le strutture organizzative ormai inadeguate
Sergio DAntoni alla
presidenza regiona-
le del CONI. Ma, ad
estremi mali, estremi
rimedi. E se non fosse
pi possibile venire a
capo della condizione
patologica dai molti
risvolti che affigge
il nostro calcio, non
c altra soluzione
che quella suggerita
a suo tempo dallal-
lora commissario
Macalli, sostenito-
re della sospensione
almeno per un anno
di tutti campiona-
ti, per ripartire dopo
unoperosa pausa di
rifessione per con-
sentire di individuare
i mali che affiggono
il nostro calcio e le
terapie durto da im-
piegare. Come se non
bastasse poi la fgu-
raccia mondiale cui
andato incontro, il
nostro calcio stato
investito anche da un
altro macigno che
quello della morte del
giovane tifoso napo-
letano, Ciro Esposito,
un evento gravissimo
che se riduttivamente
relegato ad un fatto di
cronaca e non eletto a
buon motivo di cam-
biamento, non inse-
gner nulla, come
accaduto per i tanti
casi analoghi passa-
ti nel dimenticatoio.
Nessun dubbio che il
calcio, al di l delle
qualche buon risulta-
to. Una rifondazione
che deve partire dalla
base, cio dai comita-
ti provinciali per ar-
rivare ai vertici, pas-
sando per le strutture
sportive regionali or-
mai obsolete e diven-
tate posti di sottogo-
verno, come dimostra
la recente elezione
dellex sindacalista
Calcio a 5 A1/F. Al PalaLoBello le Formiche
uffcializzano il nuovo assetto per il 2014/15
Nessuna pausa per la Polisportiva Le Formiche di cal-
cio a 5! Archiviata la passata stagione ad un passo dai
play off e dopo aver risolto consensualmente il rapporto
di collaborazione con il tecnico della formazione mag-
giore, Angelo Randazzo tempo di programmazione. In
attesa di conoscere la defnitiva composizione del nuovo
calendario di serie A, Le Formiche "scaldano i motori"
con la 3 edizione del torneo di calcio a 5 "Siracusa Sum-
mer Cup" che si terr il 12 e 13 luglio prossimi presso i
campi Verde Sport, in via Vasquez, 8 a Siracusa. Entro la
met di luglio intanto, luned 14 il termine ultimo per la
presentazione delle domande di ripescaggio per la serie
A, si defnir l'elenco delle formazioni che comporranno
il girone C di massima serie.
Una nuova impegnativa prova per la formazione
siracusana che, superato brillantemente il ruolo di ma-
tricola, si presenter nuovamente con grande entusiasmo
ai nastri di partenza del prestigioso campionato. Venerd
27 giugno '14, alle ore 11, presso la sala stampa del Pala-
lobello, sar uffcialmente presentato l'intero staff tecni-
co 2014-15. Per l'occasione la Polisportiva Le Formiche
Siracusa uffcializzer il nome del nuovo allenatore della
prima squadra, con il quale ha defnito nei giorni scorsi il
rapporto di collaborazione.
Dalla fguraccia brasiliana alla morte di Ciro Esposito
IGM Ortigia - BPM Sportmanagement
Verona 8-6 (1-2/0-1/4-2/3-1 )
IGM CC Ortigia -
Patricelli, Nicche,
Abela 2, Puglisi, Di
Luciano 1, Bezic,
Muneroni 2, Martelli,
Rotondo 1, Paratore,
Vinci, Tringali 2, Ne-
gro. All. Gino Leone
BPM Sportmana-
gement Verona
Conti, Luongo 1 (1
rig), Binchi, Fresia,
Al, Prian, Ivovic 2,
Di Fulvio, Lapenna
1, Boldrini, Razzi 2,
Lanfranchi, Massa.
All. Marco Baldineti
Arbitri: Stefano
Riccitelli (Roma)
Alessandro Severo
(Roma)
Superiorit: Ortigia
3/11 Verona 2/7 +2
rig
Fuori tre falli: Ivo-
vic (Ver) 713 III
tempo, Puglisi (Ort)
550 del IV, Roton-
do (Ort) 559
Note: espulso Bin-
chi (Ver) III tempo,
espulso Baldineti (all.
Ver) III tempo
Si torna a Monza, si
va a gara 3. LOrtigia
batte Verona per 8 a 6
al termine di una bel-
lissima partita. Alla
Paolo Caldarella si
vedono cuore, corag-
gio e voglia di rivin-
cita. Il successo me-
ritato e le due squadre
saranno di nuovo di
fronte, sabato prossi-
mo, per giocarsi una
promozione che, pro-
babilmente, merite-
rebbero entrambe.
Commento Lui-
gi Leone (all. IGM
Ortigia): Grande di-
fesa come a Monza.
Abbiamo subito ap-
pena 6 reti da una
16 26 GIUGNO 2014,GIOVED
squadra che media-
mente supera sempre
le dieci marcature.
Grande nuoto dopo
un po di timore ini-
ziale. Abbiamo temu-
to i tiratori ma abbia-
mo difeso sulluomo
in meno. Siamo stati
pi precisi che in gara
1. Forse un match fo-
tocopia; noi abbiamo
messo in vasca gran-
de voglia e un gruppo
che ha cercato la vit-
toria. Il Verona non
ci superiore. una
grande societ, ma in
acqua non stanno di-
mostrando quella su-
periorit organizzati-
va. Si torna a Monza e
ce la giocheremo fno
allultimo secondo.
I tempo
151 Ivovic+ 0-1
241 Lapenna 0-2
324 Abela 1-2
II tempo
301 Patricelli para
rigore a Luongo
453 Ivovic 1-3
III tempo
019 Muneroni+ 2-3
040 Luongo 2-4
214 Muneroni+ 3-4
251 Rotondo 4-4
335 Tringali 5-4
353 Razzi 5-5
IV tempo
350 Razzi+ 5-6
329 Martelli 6-6
500 Tringali 7-6
759 Di Luciano+ 8-6
Anche questanno, organizza-
to dallAssociazione Sportiva
Dilettantistica Centro Sportivo
Siracusano si svolto il sag-
gio di Danza Moderna giorno
23 giugno nella suggestiva lo-
cation del Multisala Planet di
Siracusa.
Gli allievi hanno messo in sce-
na tra laltro, coadiuvati dai ra-
gazzi della Piccola Accademia
Teatro Giovani di Siracusa di-
retta dal professor Sebastiano
Rabbito, il Musical Peter Pan
diretto dalla maestrale atten-
zione di Roberta DellAquila e
Marta Liistro.
La giornata ci dice il Presidente
Roberto DellAquila si con-
clusa con tante acclamazioni e
commenti positivi, e con la pro-
messa che lo spettacolo verr
riproposto a breve
Danza. Al Planet il musical Peter Pan organizzato dal Centro Sportivo

Interessi correlati