Sei sulla pagina 1di 15

5-03-2010

La percezione visiva e uditiva

Elaborazione dei dati multimediali a.a. 2009/10

Digressione: onde
Un sasso gettato in uno stagno suscita onde concentriche che si allargano sulla sua superficie, coinvolgendo nel loro moto, a distanze diverse, con diversi effetti, la ninfea e la canna, la barchetta di carta e il gallegiante del pescatore...... [Gianni Rodari, La grammatica della fantasia, Einaudi, Torino, 1973]

! La Ola: la gente non si sposta, ma qualcosa si propaga: londa. ! Non c trasporto di materia (ognuno rimane al suo posto), ma di energia.
5

5-03-2010

! Registro il livello dellacqua in un punto dello stagno (p.es. su un palo): oscilla


! ! ! ! Periodo: T = tempo per ritornare allo stesso livello Ampiezza: massima escursione Frequenza: f =1/T (quante oscillazioni al secondo) Lunghezza donda: ! = T! velocit di propagazione
Grandezza fisica

Ampiezza

Tempo

Periodo

Luci e suoni, lampi e tuoni


! Il suono unonda: ci che oscilla la pressione. ! La luce unonda: ci che oscilla il campo elettromagnetico. ! Il campo elettrico quello responsabile delle attrazione tra corpi carichi con segni opposti (fenomeni elettrostatici) ! Il campo magnetico quello responsabile del fenomeno del magnetismo ! Luce e suono hanno velocit di propagazione diverse (lampo e tuono). ! In generale, un suono o una colore sono composti da molte onde, a diverse frequenze, mescolate tra loro.
7

5-03-2010

! Spettro elettromagnetico

La visione
! Due fasi del processo:
! ricezione fisica dello stimolo ! elaborazione ed interpretazione dello stimolo (percezione visiva)

10

5-03-2010

Il ricettore fisico: locchio


! Riceve luce e la trasforma in segnale elettrico ! La luce colpisce loggetto che la riflette e viene percepita dallocchio mediante la stimolazione delle cellule visive.

11

! la retina contiene bastoncelli per la visione a bassi livelli di luminosit e periferica, e i coni per per la visione a colori (concentrati nella fovea) ! le celle gangliali (cellule) ricevono input dai coni e bastoncelli e (i loro assoni) formano il nervo ottico

12

5-03-2010

Percezione visiva
! Percezione delle dimensioni e della profondit
! langolo visuale indica lo spazio occupato da un oggetto rispetto al campo di vista ( relativo alla dimensione e distanza dallocchio)

! lacutezza visiva labilit di percepire i dettagli fini


13

! Legge della size constancy: gli oggetti familiari sono percepiti a dimensioni costanti malgrado la variazione dellangolo visuale ! indizi come la sovrapposizione aiutano la percezione di dimensione e profondit

14

5-03-2010

! Stereopsi
! Nella visione stereoscopica, sui due occhi si formano due immagini diverse, a causa del diverso punto di vista. ! Le differenze sono interpretate (percepite) come indizi di profondit. ! La fusione binoculare responsabile della percezione di una sola immagine della scena.

! circa il 10% della popolazione stereo-blind, ! ma sfruttano altri indizi di profondit


15

Brillantezza
! Percezione della brillantezza
! la brillantezza la reazione soggettiva alla luminanza (quantit di luce emessa da un oggetto) ! il contrasto il rapporto tra la luminanza delloggetto e quella dello sfondo

16

5-03-2010

! lacutezza visiva dipende dalla luminanza


The contrast between stripes increase linearly from top to bottom, yet the threshold of visibility varies with frequency

17

! lacutezza visiva dipende dalla luminanza

The contrast sensitivity function (Figure 2) predicts the threshold contrast for visibility for a specific spatial frequency

contrast

18

5-03-2010

Percezione del colore


! i coni sono di 3 tipi, sensibili a specifiche lunghezza donda della luce ! lacutezza del blu la pi bassa (3-4% della fovea occupata da coni sensibili al blu)

L-cones
sensitivity

M-cones S-cones
400 500 wavelength (nanometers) 600 700

19

! 8% dei maschi e l1% delle femmine sono daltonici

20

5-03-2010

! Caratteristiche percettive del colore


! Gradazione (o Tinta)

! Saturazione

! Intensit
21

Messa a fuoco
! difficolt di messa a fuoco contemporanea di colori lontani nello spettro (es.: rosso-blu; gialloporpora) per diverso angolo di rifrazione sul cristallino Blu Verde Rosso
LUCE BIANCA

LENTE

Blu Verde Rosso A B C


FUOCO SULLA RETINA
22

5-03-2010

colori freddi

colori caldi

I colori caldi tendono ad avanzare, i colori freddi a recedere

23

! Locchio desidera i colori complementari

rosso verde giallo viola

blu arancione

24

10

5-03-2010

Percezione visiva (cont.)


! Il sistema visivo compensa
! la dimensione (legge della dimensione costante) ! i movimenti (img percepite stabili) ! i cambi di luminanza (colore e brillantezza invariati). ! Laspettativa (data dal contesto) utilizzata per risolvere le ambiguit

25

! Il contesto crea laspettativa

26

11

5-03-2010

! ma laspettativa pu trarre in inganno

The quick brown fox jumps over the the lazy dog
27

Percezione visiva (cont.)


! Compensazioni errate creano illusioni ottiche

28

12

5-03-2010

Ponzo Illusion

29

The Ames Room

30

13

5-03-2010

Udito
! Fornisce informazione sullambiente:
! distanze, direzioni, oggetti, etc.

! Il soggetto della percezione uditiva sono le sorgenti primarie (che emettono il suono) ! Il soggetto della percezione visiva sono le sorgenti secondarie (gli oggetti che riflettono la luce) ! Canale di input che non richiede attenzione, da sfruttare nelle interfaccie
34

Udito
! Lorecchio umano
! esterno: protegge lorecchio interno e amplifica il suono ! medio: trasmette le onde sonore come vibrazioni allinterno ! interno: trasmettitori chimici che vengono rilasciati e che causano impulsi al nervo uditivo

35

14

5-03-2010

! Il suono
! altezza o pitch: legato alla frequenza del suono, da grave ad acuto. ! intensit o loudness: livello, volume ! timbro: legato al tipo di strumento

36

! Lessere umano pu sentire frequenze dai 20 Hz ai 15 KHz ! Distingue meno accuratamente le alte frequenze rispetto alle basse ! Il sistema uditivo filtra i suoni:
! Il rumore di fondo viene eliminato consentendoci di udire suoni familiari senza prestare attenzione ! Esempio: cocktail party effect

37

15