Sei sulla pagina 1di 4

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

N. 03/06 Pagina 1/4

INCENDIO APPARTAMENTO AL 1 PIANO


BENEVENTO

Approvato: il Comandante Provinciale

Data 18-02-2009

PREMESSA - QUANDO UN INTERVENTO SI CLASSIFICA IN QUESTA CATEGORI Tutti gli incendi confinati in unit abitative (appartamenti) situati ai piani bassi(max. 2 piano)

DISPOSIZIONI DI RIFERIMENTO - Ordini di Servizio o altre disposizioni interne GESTIONE DELLA SALA OPERATIVA Domande da porre:
Indirizzo completo, localit Tel. Ecc. Ci sono persone allinterno? Ci sono feriti? Avete bombole di gas allinterno? Quali locali sono interessati? E stata interrotta lenergia elettrica e del gas? Quanti piani ha ledificio? Confina con altre abitazioni? Vede fiamme e fumo? A che piano si trova lappartamento? La strada accessibile ai nostri mezzi? Parlo con il proprietario?

Enti/persone da allertare - 112, 113, CC, VV. UU. in condizioni di accertato pericolo. - 118 se necessario. - Se ci sono vittime informare U T G. , ISP. REG. CAMPANIA, CO M I. Roma MEZZI IDONEI PER LINTERVENTO ED ATTREZZATURE Mezzi V.F. Altre V.F. APS ABP AS EUROCITY
(CENTRI STORICI)

risorse Da selezionare in ACT base allo scenario CROLLI

CA ROS

Attrezzature: - Elettroventilatore , estrattore fumi, radio portatili. - Pro-pack per schiuma. - Estintori a polvere e a CO2. - Dispositivi di protezione individuali completi.

Incendio appartamento al primo piano 3.6.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

N. 03/06 Pagina 2/4

INCENDIO APPARTAMENTO AL 1 PIANO


BENEVENTO

Approvato: il Comandante Provinciale

Data 18-02-2009

PROCEDURA GENERALE DI INTERVENTO DURANTE IL PERCORSO: predisporre incarichi al personale sulla base delle notizie ricevute, Informare la squadra sulla richiesta di intervento, consultare lo stradario, prepararsi alla gestione dellintervento stabilendo i ruoli e ipotizzando di affrontare situazioni impreviste che ne aumentano il rischio(propagazione ai piani superiori), valutare eventuali aggiornamenti della sala operativa: FASI DELLINTERVENTO

Arrivo sul posto :


Comunicare larrivo in posto alla sala operativa del Comando. Posizionare gli automezzi a distanza di sicurezza (circa 20 mt.) dalledificio ed in modo tale da facilitare i movimenti dei mezzi in supporto(ABP,AS,ECC.). Allontanare immediatamente estranei dal luogo del sinistro. Delimitare la zona di intervento con nastro o cartelli segnaletici. Se possibile contattare il proprietario per avere notizie certe: persone allinterno, presenza di bombole o sostanze pericolose, planimetria generale dellappartamento, oggetti particolari e beni da recuperare.

TECNICHE DI INTERVENTO

Svolgimento intervento; il ROS predispone:


una primaria ricognizione con due operatori dotati di DPI completi e muniti di autorespiratori ,radio portatili,lampade ed estintori. Un terzo operatore si preoccuper della sicurezza degli operatori mediante cordino per lingresso nellappartamento. Al termine della ricognizione gli operatori descrivono al ROS lo scenario, questi predisporr lintervento pi idoneo. Un quarto operatore verificher la chiusura dellimpianto elettrico e del gas. Se lintervento solo un principio di incendio, utilizzare estintori possibilmente a CO2. Se lincendio generalizzato, utilizzare naspo alta pressione come linea di attacco primario, predisporre linea tubazione da 70 con divisore 70/45 e tubazioni da 45 con relative lance come punti di attacco di supporto. Attaccare lincendio da pi punti, utilizzando lingresso dal vano scala e dalle finestre utilizzando se necessario la scala italiane per accedere alla finestra pi conveniente. Posizionare idoneo sistema di illuminazione tramite fari fissi e portatili. Posizionare elettroventilatore in modo da convogliare i fumi lontano dal vano scala e liberare lappartamento dal fumo. Valutare la possibilit di recuperare oggetti e materiali di particolare valori. Utilizzare acqua nebulizzata a getti controllati per evitare allagamenti e danni ai piani sottostanti(danni dacqua da incendio) valutare se possibile utilizzo schiuma con lancia pro-pak. Iniziare lopera di smussamento e portare allesterno le parti e gli arredi incendiati.

Incendio appartamento al primo piano 3.6.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

N. 03/06 Pagina 3/4

INCENDIO APPARTAMENTO AL 1 PIANO


BENEVENTO

Approvato: il Comandante Provinciale

Data 18-02-2009

SICUREZZA

SICUREZZA GENERALE

- Mantenere libera larea di lavoro da personale estraneo, ricorrendo al nostro personale, se necessario delegare questo incarico al servizio di ordine pubblico - Impedire lavvicinamento ai non addetti al soccorso

SICUREZZA DEGLI OPERATORI


Isolare il perimetro di lavoro,vietare laccesso a persone estranee. Impedire laccesso ai soccorritori non protetti Pericolo di esplosioni per presenza di bombole e o sostanze Pericolose.

Utilizzare dispositivi di protezione individuali completi, autorespiratori.

AL TERMINE DELLINTERVENTO Sopralluogo generale dellappartamento. Verifica di stabilit. Eventuale puntellamento parti pericolanti. Messa in sicurezza di parti pericolanti. Determinazione delle cause. Rilievi fotografici.

COMUNICAZIONI, ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI E DI P.G. - In funzione delle problematiche evidenziatesi a seguito dellintervento - I caso di vittime informare la Procura della Repubblica, tale operazione pu essere effettuata di intesa con gli altri enti di P. G. intervenuti sul posto che curano integralmente la gestione degli atti di P.G.

Incendio appartamento al primo piano 3.6.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

N. 03/06 Pagina 4/4

INCENDIO APPARTAMENTO AL 1 PIANO


BENEVENTO

Approvato: il Comandante Provinciale

Data 18-02-2009

- In caso di inagibilit fax al comune o ente interessato. - Controllo certificazioni impianto elettrico ed impianto termico. - Controllo aereazione cucina e locali interessati. RIENTRO IN SEDE, MANUTENZIONE MEZZI, ATTREZZATURE - Rifornimento degli automezzi ( gasolio, acqua ecc.) - Controllo e ripristino delle attrezzature utilizzate. - Pulizia accurata delle attrezzature e dei DPI utilizzati, accurata disinfettazione con prodotto adeguato.

IGIENE E SALUTE DEL PERSONALE OPERATIVO - Igiene e cura personale e pulizia degli indumenti utilizzati. - I dispositivi di protezione individuali devono essere oggetto di accurata verifica, pulizia e disinfettazione.

REVISIONE CRITICA DELLINTERVENTO E ADDESTRAMENTO preparazione allintervento fase di risposta allemergenza. Valutazione ed analisi del sinistro(ricognizione). Corretta esecuzione della manovra dattacco allincendio. Efficienza dei mezzi e delle attrezzature di estinzione. Uso dei DPI. Eventuali operazioni di supporto. Conclusioni dellintervento.

NOTA SULLADDESTRAMENTO - Manovra incendio ai piani rialzati con montaggio e uso scala italiana. - Prova e tecnica di ventilazione. - Utilizzo autorespiratore.

Incendio appartamento al primo piano 3.6.doc