Sei sulla pagina 1di 4

Lugano, gennaio 2005

ESAME SVIZZERO DI MATURITÀ

SCIENZE UMANE
INTRODUZIONE ALL'ECONOMIA E AL DIRITTO

Cognome e nome: …………..…………………………………… Gruppo e numero …………………..

Consigli di carattere generale


1. Leggere attentamente gli esercizi e prestare attenzione a una chiara formulazione delle
risposte.
2. Scrivere in modo leggibile. Le risposte non leggibili non saranno valutate.
3. Le abbreviazioni vanno evitate, salvo nella scrittura di sigle.
4. Se si corregge una risposta, tracciare chiaramente una riga su tutte le parti non valide.

Osservazioni di carattere generale


1. Può essere raggiunto un punteggio totale di 40 punti.
2. L'esame comprende 3 esercizi. Il tempo a disposizione è di 40 minuti.
3. Le soluzioni devono essere assolutamente presentate su questi fogli ufficiali e scritte con
la penna (blu o nera).
4. E’ consentito l'utilizzo di una calcolatrice elettronica senza display alfanumerico e senza
tastiera alfanumerica, quale strumento ausiliario.

1) Circuito economico punti 15

Il medico francese François Quesnay (1694-1774) nella prima parte della sua vita si è dedicato a
degli studi sul circuito sanguigno. In seguito ha dedicato i suoi sforzi allo studio dell’economia.
Molti storici del pensiero economico indicano Quesnay come il primo ideatore di un modello che
rappresenta l’attività di un sistema economico sotto forma di un circuito.

a) Le sembra singolare che sia un medico ad avere pensato, per primo, ad un modello
simile a quello che comunemente viene utilizzato per rappresentare il sistema
economico? Motivi la sua risposta.
b) Spieghi e componga uno schema che metta in collegamento il risparmio e
l’investimento.

c) Perché al circuito reale dei beni corrisponde un circuito monetario?

2) Verifichi le seguenti affermazioni e ponga una crocetta nella colonna “vero” o “falso”
punti 10
VERO FALSO
1 Le azioni spettano ai manager delle Società anonime
2 La politica monetaria recessiva consiste nell’aumento dell’offerta di moneta
da parte della banca centrale.
3 Uno dei vantaggi dell’impresa individuale è la scissione tra proprietà e
amministrazione dell’impresa.
4 La politica monetaria espansiva si realizza attraverso un aumento del tasso
di riferimento che ha come effetto quello di far aumentare il costo del denaro
5 La politica anticiclica consiste nell’impiego di strumenti da parte del
pubblico potere per attenuare le fasi delle fluttuazioni cicliche.
6 In un’azienda gli obiettivi della tesoreria (liquidità) e della redditività sono
sempre conciliabili.
7 Il PIL reale lo si determina sottraendo gli ammortamenti dal PIL nominale
8 In un bilancio aziendale il passivo rappresenta l’origine del finanziamento.
9 Il costo dal punto di vista della contabilità finanziaria può essere definito
come diminuzione di attività o aumento di passività senza contropartita nel
patrimonio.
10 Il ricavo è diminuzione di attività o aumento di passività senza contropartita
nel patrimonio.
11 L’unico obiettivo dell’azienda è la massimizzazione del profitto.
12 In una fase recessiva può essere utile diminuire la spesa pubblica ed
aumentare la pressione fiscale
13 Nel sistema capitalistico liberale l’allocazione delle risorse avviene tramite il
mercato.
14 Il parlamento Europeo non ha nessuna voce in capitolo per quanto riguarda
la nomina della “Commissione”
15 Il Tribunale federale è l’ultima istanza dell’organizzazione giudiziaria
svizzera.

3) I grandi settori del diritto punti 15

a) Definisca e distingua il diritto privato dal diritto pubblico.

b) Settori del diritto

Qui di seguito sono riportate delle norme giuridiche; le legga e svolga i seguenti compiti:
Attribuisca ad ognuna delle norme il corrispettivo settore del diritto (Codice penale,
Diritto amministrativo, Codice civile (diritto di famiglia, diritto delle persone, diritti reali,
diritto successorio…, Codice delle obbligazioni, Costituzione federale, …..).
Motivi la risposta, delineando brevemente quali rapporti giuridici vengono regolamentati
in questo particolare settore del diritto.
Art. La Confederazione e i Cantoni collaborarono e si aiutano reciprocamente nell’adempimento
dei loro compiti.
Si devono rispetto e sostegno. Si prestano assistenza amministrativa e giudiziaria.

Art. Chiunque diffonde lo spavento nella popolazione con la minaccia o con il falso annuncio di un
pericolo per la vita, la salute o la proprietà, è punito con la reclusione sino a tre anni o con
la detenzione.

Art. Stato di diritto


1) Il diritto è fondamento e limite dell’attività dello Stato.
2) L’attività dello Stato deve rispondere al pubblico interesse ed essere proporzionata allo
scopo.
3) Organi dello Stato, autorità e privati agiscono secondo il principio della buona fede.
4) ……….

1
Art. Chi muore lasciando discendenti, genitori od il coniuge può disporre per causa di morte
della parte dei suoi beni eccedente la loro porzione legittima.
2
Chi non lascia eredi in questi gradi può disporre per causa morte di tutti i suoi beni.