Sei sulla pagina 1di 16

WLAN Wireless Wi-Fi Che cosa necessario per connettersi a una rete Wi-Fi?

? Le Reti Wireless Reti wireless: domande frequenti Reti Wireless - Che cos' una rete WLAN? Come usare e estire le Wireless Local Area Networ! "WLAN# in modo sicuro

Wireless $n informatica e telecomunica%ioni il termine wireless "dall'in lese senza fili# indica una comunica%ione tra dispositi&i elettronici che non fa uso di ca&i'()** +er estensione sono detti wireless i rispetti&i sistemi o dispositi&i di comunica%ione che implementano tale modalit, di comunica%ione* $ sistemi tradi%ionali -asati su connessioni ca-late sono in&ece detti wired* .eneralmente il wireless utili%%a onde radio a -assa poten%a/ tutta&ia la defini%ione si estende anche ai dispositi&i0 meno diffusi0 che sfruttano la radia%ione infrarossa o il laser* La comunica%ione e i sistemi wireless tro&ano diretta applica%ione nelle reti wireless di telecomunica%ioni0 fisse e mo-ili e pi1 in enerale nelle radiocomunica%ioni* Le reti wireless sono un'importante forma di connessione per molte atti&it,0 e con il continuo mi lioramento dei relati&i sistemi ci si aspetta lo saranno sempre pi10 soprattutto per le imprese* $l mercato dei dispositi&i wireless stimato in continua crescita e il iro d'affari0 di 233 milioni di dollari nel (4440 passato ad (05 miliardi nel 6337* Le reti wireless &en ono attualmente installate soprattutto ne li aeroporti0 nelle uni&ersit, e nei parchi pu--lici delle randi citt,* 8n tempo0 a causa del costo de li apparecchi wireless0 questa tecnolo ia &eni&a utili%%ata solo in caso di condi%ioni in cui l'uso di ca&i era pro-lematico o impossi-ile* 9ano mano che i pre%%i diminuiscono0 per:0 le reti WLAN ad esempio stanno entrando anche nelle case0 permettendo la condi&isione di dati e della connessione $nternet "mediante router e access point# tra i computer di una fami lia* 9olti riten ono che la tecnolo ia wireless rappresenti il futuro della connetti&it, "-asti pensare al Wi-fi0 al Wi-9a; e al <.#0 ma una rile&ante &oce fuori del coro quella di Ro-ert 9etcalfe0 in&entore di =thernet0 il protocollo pi1 famoso per reti locali "LAN# ca-late* > ni sistema di comunica%ione wireless composto da un trasmettitore0 un rice&itore e da li elementi deputati all'irradia%ione elettroma netica o&&ero alla trasdu%ione elettro-elettroma netica e &ice&ersa o&&ero le antenne0 i laser0 i fotori&elatori* La comunica%ione pu: essere monodire%ionale0 -idire%ionale half-duple;0 -idire%ionale full-duple;* Le frequen%e elettroma netiche utili%%ate &ariano a seconda dello standard implementato* La filosofia nonch? la moti&a%ione che spin e a reali%%are dispositi&i e reti wireless l'a-oli%ione del ca-la io che pu: essere in alcuni casi fastidioso per so&raccarico di fili nei dispositi&i a corto ra io0 ma soprattutto estremamente oneroso a li&ello economico in molti casi come nel caso del ca-la io delle comuni reti informatiche nel medio@lun o ra io* Aasti pensare alla difficolt, de li operatori "pro&ider# di estendere e rendere u-iquitaria la -anda lar a in $nternet proprio a causa dell'ele&ato costo della messa in posa dei portanti fisici in rela%ione ai possi-ili introiti futuri deri&anti dell'in&estimento* 8n sin olo dispositi&o di ricetrasmissione radio pu: in&ece coprire un'ampia %ona di uten%a ad un pre%%o di impianto note&olmente pi1 -asso* Reti e dispositi&i wireless consentono dunque il superamento del &incolo del ca-la io e allo stesso tempo consentono anche la mo-ilit, del ser&i%io all'utente nelle reti wireless radiomo-ili come le reti cellulari* $l pre%%o da pa are rispetto alle comuni reti e dispositi&i ca-lati quello di una qualit, del ser&i%io "BoC# eneralmente inferiore "almeno per ora# e ma iori pro-lematiche relati&e alla Cicure%%a della comunica%ione e al possi-ile inquinamento elettroma netico* $n informatica0 wireless local area network0 termine in lese a--re&iato in WLAN0 indica una Drete locale sen%a filiE* Con la si la WLAN si indicano enericamente tutte le reti locali di computer che non utili%%ano dei colle amenti &ia ca&o per connettere fra loro li host della rete* Le tipolo ie di rete wireless sono: W+AN "Wireless +ersonal Area Networ!#0 a li&ello domestico WLAN "Wireless Local Area Networ!# propriamente dette come il Wi-fi* WAN "Wide Area Networ!# wireless AWA "Aroad-and Wireless Access#0 che sta conoscendo rande diffusione ra%ie alla tecnolo ia Wi9AF a queste si a iun ono: Le reti locali Wireless possono utili%%are come me%%o trasmissi&o le onde radio0 la luce infrarossa o i sistemi laser* Le onde radio &en ono utili%%ate dalle reti tipo Wi-Fi cio reti che de&ono coprire am-ienti etero enei do&e le di&erse posta%ioni da colle are non sono necessariamente &isi-ili0 infatti possono essere separate da muri o da intercapedini* Le reti -asate su infrarossi &en ono utili%%ate per colle are dispositi&i &isi-ili direttamente0 sono lente e

spesso utili%%ano dispositi&i dedicati infatti sono in disuso sostituite quasi totalmente dai dispositi&i Aluetooth* Le reti -asate su Laser &en ono utili%%ate normalmente per colle are sottoreti costruite utili%%ando altre tecnolo ie* $l Laser &iene utili%%ato per la sua ele&ata &elocit, di trasmissione* 8n tipico esempio il colle amento delle reti di due edifici &icini* $l laser ha il pro-lema di essere sensi-ile alle condi%ioni esterne e alle &i-ra%ioni infatti anche queste tipolo ie di dispositi&i sono considerati in disuso e quasi sempre sostituiti da colle amenti &ia onde radio* 8n Access +oint di tipo $=== G36*((- pu: comunicare solitamente con 23 client situati in un ra io di (33 m* Hutta&ia questa caratteristica &aria a seconda di di&ersi fattori0 il posi%ionamento0 la presen%a di ostacoli0 l'interferen%a con altri campi elettroma netici0 la poten%a dei dispositi&i* +er aumentare la distan%a di trasmissione0 esistono dei ripetitori che amplificano i se nali radio* $n condi%ioni sperimentali0 le reti wireless possono ra iun ere una capacit, di di&ersi chilometri* $l pro-lema principale delle reti sen%a filo la sicure%%a* $ se nali radio0 essendo diffusi nell'etere0 possono essere intercettati sen%a difficolt,* Ii conse uen%a necessario prendere contromisure di tipo critto rafico per arantirne la riser&ate%%a* Lo standard ini%ialmente proposto per questo compito era il W=+ a <3 o (3< -it0 ma la de-ole%%a di questo protocollo0 che lo rende&ano molto poco sicuro imposero -en presto una sua sostitu%ione con il W+A0 che utili%%a una &ariante dell'al oritmo W=+ a cui sono state rimosse le principali de-ole%%e* $l protocollo W+A60 ratificato nel 633<0 si -asa sull'al oritmo di cifratura A=C che arantisce un'ele&ata sicure%%a ma non compati-ile con le apparecchiature della enera%ione precedente* Auona norma consi lia di considerare le reti sen%a filo come reti a -assa sicure%%a0 &ietando a li utenti colle ati di accedere a dati riser&ati sen%a un'ulteriore li&ello di sicure%%a0 ed utili%%are una J+N se necessario* $ principali standard di riferimento sono: Aluetooth per la connessione computer-periferiche "usato anche per connessioni tra telefoni cellulari# $=== G36*(( per le reti WLAN "&edi Wi-Fi# $=== G36*(5 per le reti metropolitane W-9AN .+RC0 =I.= per la trasmissione dati sulla rete telefonica cellulare .C9 KCI+A per la trasmissione di dati ad alta &elocit, su reti cellulari radiomo-ili* pro etto >pen Cpectrum Commons contiene imma ini o altri file su Wireless +ortale Helematica: accedi alle &oci di Wi!ipedia che parlano di reti0 telecomunica%ioni e protocolli di rete it*wi!ipedia*or

Wi-Fi it*wi!ipedia*or $l termine Wi-Fi0 nel campo delle telecomunica%ioni0 indica una tecnolo ia ed i relati&i dispositi&i che consentono a terminali di uten%a di colle arsi tra loro attra&erso una rete locale in maniera wireless "WLAN# -asandosi sulle specifiche dello standard $=== G36*((* A sua &olta la rete locale cosL ottenuta pu: essere interallacciata alla rete $nternet per il tramite di un router e usufruire di tutti i ser&i%i di connetti&it, offerti da un $C+* Bualunque dispositi&o o terminale di uten%a "computer0 cellulare0 palmare0 ta-let ecc*# pu: connettersi a reti di questo tipo se inte rato con le specifiche tecniche del protocollo Wi-Fi* M con&in%ione di tanti che Wi-Fi rappresenti l'acronimo di NWireless FidelitON0 cosL come Ki-Fi rappresenti l'acronimo di NKi h FidelitON* La stessa Wi-Fi Alliance ha indicato in alcuni documenti ufficiali il termine come acronimo di NWireless FidelitON*'()'6) Cecondo quanto dichiarato da +hil Aelan er0 co-fondatore della Wi-Fi Alliance0 il termine Wi-Fi non ha alcun si nificato'2) ma semplicemente rappresenta il marchio commerciale utili%%ato per indicare la fami lia di protocolli $=== G36*((* $l nome stato utili%%ato per la prima &olta nell'a osto del (4440 ed stato ideato dall'a%ienda di consulen%a $ter-rand* C+=C$ALP$9A.=-@@upload*wi!imedia*or @wi!ipedia@commons@thum-@(@((@+C9C$A-card-Q73p;*Rp @663p;+C9C$A-card-Q73p;*Rp -R=+LAC=P9= La rete Wi-Fi una rete di telecomunica%ioni0 e&entualmente interconnessa con la rete $nternet0 concettualmente para ona-ile a una rete a copertura cellulare a piccola scala "locale#0 con dispositi&i di ricetrasmissione radio come li access point "A+# in sostitu%ione delle tradi%ionali sta%ioni radio -ase delle reti radiomo-ili "modello di architettura client-ser&er#* +er aumentare il ran e di connetti&it, di un sin olo access point "(33 m circa#0 la cui poten%a di trasmissione limitata da normati&e specifiche di sicure%%a le ate al rischio elettroma netico "(33 mW#0 e poter coprire cosL una desiderata area si usano comunemente pi1 Access +oint "e relati&e celle di copertura# colle ati tra loro tramite ca-la io in rete locale* La parte radio o interfaccia radio Access +oint-utente costituisce la rete di accesso0 mentre la LAN ca-lata che colle a tutti li Access +oint rappresenta la rete di trasporto* Le celle di copertura de li A+ sono spesso par%ialmente so&rapposte per e&itare -uchi di copertura del se nale creando un'area di copertura totale detta =CC "Extended Service Set#0 mentre la parte ca-lata eneralmente una rete =thernet che pu: essere a -us condi&iso oppure commutata o&&ero switchata* $ sin oli A+ hanno fun%ionalit, di -rid e e hanno il compito d'in&iare in -roadcast alle sta%ioni ricetrasmittenti wireless nel loro ra io di copertura l'CC$I che identifica la rete o le reti che stanno ser&endo0 mentre l'insieme delle sta%ioni ser&ite da li A+ detto ACC "Basic Service Set#* La rete totale cosL ottenuta pu: essere connessa alla rete $nternet per il tramite di un router usufruendo dei relati&i ser&i%i di internetwor!in * Cono possi-ili anche solu%ioni architetturali sen%a dorsale ca-lata che colle ano direttamente in maniera wireless li Access +oint consentendo loro una comunica%ione come sistema wireless distri-uito o&&ero con scam-io di informa%ioni interamente tramite le interfacce radio pur con una perdita in efficien%a spettrale del sistema oppure architetture completamente wireless sen%a alcun access point "modello di architettura peer-topeer# con ciascuna sta%ione -ase che rice&e@trasmette direttamente da o &erso altre sta%ioni "$ACC $ndipendent Aasic Cer&ice Cet o rete ad-hoc mo-ile#* Colu%ioni architetturali di questo tipo0 cio sen%a ca-la io0 comportano o&&iamente costi e tempi di reali%%a%ione sensi-ilmente inferiori a pre%%o di presta%ioni di colle amento inferiori* La differen%a del Wi-Fi con le altre reti a copertura cellulare risiede in&ece nei protocolli di comunica%ione o&&ero nello stac! protocollare che ridefinisce i primi due li&elli "fisico e di colle amento# o&&ero i protocolli di strato fisico e i protocolli di accesso multiplo o condi&iso al me%%o radio0 cio nella comunica%ione access point-terminali0 e i protocolli di trasporto per quanto ri uarda la parte ca-lata* $n particolare dato che la trasmissione di ciascuna sta%ione a&&iene alla stessa frequen%a operati&a "60< o 7 .K%# per e&itare collisioni in rice%ione si utili%%a il protocollo di accesso multiplo CC9A@CA* $ protocolli Wi-Fi consentono anche di adattare la &elocit, di trasmissione nella tratta wireless di accesso in fun%ione della distan%a della sta%ione mo-ile ricetrasmittente dall'Access +oint minimi%%ando le perdite di trasmissione* +er poter comunicare con sta%ioni rice&enti poste nell'area di copertura di altri Access +oint o ni sta%ione a li&ello lo ico de&e potersi re istrare@dere istrare0 all'atto della connessione0 sull'Access +oint della cella di appartenen%a "ed e&entualmente riassociarsi su un altro A+ se la sta%ione mo-ile cam-ia nel tempo cella di copertura "hando&er## il quale poi do&r, comunicare a li altri Access +oint la presen%a nella sua cella di copertura di o ni sta%ione ser&ita con rispetti&o indiri%%o per il roamin * $n particolare la re istra%ione della sta%ione sull'Access +oint a&&iene attra&erso l'in&io di un normale pacchetto dati al cui interno contenuto

l'indiri%%o di sor ente e quello di destina%ione utili%%ati per l'indiri%%amento* Hale pacchetto poi incapsulato all'interno di una trama di li&ello 9AC per il trasporto sulla parte ca-lata0 mentre la se nala%ione a li altri A+ della sta%ione ser&ita per il roamin sull'e&entuale pacchetto di risposta da parte delle altre sta%ioni rice&enti a&&iene a iun endo alla trama formatasi l'indiri%%o dell'A+ rice&ente "per ulteriori detta li si &eda lo standard $=== G36*((#* .li indiri%%i Wi-Fi hanno lo stesso formato de li indiri%%i 9AC cio strin he di <G -it espresse in forma esadecimale risultando pertanto indistin ui-ili da questi e sono memori%%ati nella scheda di rete Wi-Fi dei dispositi&i coin&olti "sta%ioni e A+#* L'installa%ione delle antenne o&&ero de li access point semplice* Ci tratta di antenne piccole: normalmente sono scatolotti lar hi circa 63 cm e spessi qualche centimetro0 ma possono essere anche pi1 piccole* I'altra parte una rete Wi-Fi pu: disporre di un accesso a $nternet diretto* $n tal caso l'architettura $nternet del tutto simile ai tradi%ionali $C+ che forniscono un punto di accesso "il +o+# a li utenti che si colle ano da remoto tramite colle amento wireless attra&erso il cosiddetto hotspot* La fonte di connetti&it, a -anda lar a cui l'hot-spot si appo ia pu: essere &ia ca&o "AICL o KICL# oppure &ia satellite* > i esistono connessioni a internet satellitari -idire%ionali che consentono alte &elocit, di trasferimento dei dati sia in download sia in upload* La trasmissione satellitare ha tutta&ia tempi di laten%a ele&ati/ il tempo di attesa prima che cominci l'in&io dei pacchetti infatti dell'ordine di (-6 secondi0 e quindi un tempo molto rande se confrontato ai pochi centesimi di secondo necessari a una connessione ICL* A partire dalla fonte di -anda si pu: espandere la rete attra&erso la tecnolo ia Wi-Fi* Le reti Wi-Fi sono infrastrutture relati&amente economiche e di &eloce atti&a%ione e permettono di reali%%are sistemi flessi-ili per la trasmissione di dati usando frequen%e radio0 estendendo o colle ando reti esistenti o&&ero creandone di nuo&e* Le coperture di queste antenne sono fondamentalmente di due tipi: omnidire%ionali e diretti&e* Le antenne omnidire%ionali &en ono utili%%ate di norma per distri-uire la connetti&it, all'interno di uffici0 o comunque in %one pri&ate e relati&amente piccole "questo stato storicamente lo scopo principale per cui fu ideato il protocollo Wi-Fi#* >ppure0 con ra i d'a%ione pi1 randi0 si possono coprire aree pu--liche "come aeroporti0 centri commerciali ecc*#* Cuccessi&amente il Wi-Fi si e&oluto per coprire aree pi1 &aste: con l'utili%%o di antenne diretti&e infatti possi-ile coprire randi distan%e esterne a edifici0 defini-ili in termini di chilometri0 e sono proprio questi colle amenti a portare la -anda lar a nei territori scoperti dalla rete ca-lata* $n questo caso0 possi-ile a re are pi1 reti in un'unica rande rete0 portando la -anda in %one altrimenti scolle ate* Le antenne diretti&e Wi-Fi eneralmente sono para-ole poste sui tralicci della corrente elettrica e dietro i campanili "che tipicamente sono i punti pi1 alti nel paesa io na%ionale#* Ci: e&ita un onere ele&ato per la costru%ione di torrette dedicate* Le antenne delle sin ole case sono poste sui tetti* M importante porre in alto i trasmettitori perch? in assen%a di -arriere in linea d'aria il se nale dell'access point copre distan%e di ran lun a ma iori* Le antenne diretti&e che amplificano il se nale dell'access point0 a parit, di distan%a in cui rice&i-ile il se nale0 sono utili%%a-ili da pi1 uten%e se poste in alto* Con un access point omnidire%ionale possi-ile coprire con -anda lar a fino a una distan%a di (33 metri teorici "uso domestico# se non &i alcuna -arriera in linea d'aria* $n presen%a di muri0 al-eri o altre -arriere il se nale decade a circa 23 metri* Hutta&ia0 con 6-2 antenne dire%ionali dal costo ancora inferiore la copertura dell'access point sale a ( !m* $l se nale delle antenne dire%ionali0 di&ersamente da quello dell'access point0 sufficientemente potente "in termini di watt di poten%a trasmissi&a# da mantenere lo stesso ra io di copertura di ( !m0 inalterato anche in presen%a di -arriere in linea d'aria* 8na -uona rete capillare "molti access point0 antenne che ripetono il se nale# ed standardi%%ata* Conta meno lo standard wireless utili%%ato "l'e&olu%ione della tecnolo ia0 col superamento dello standard e mancata interopera-ilit, con le nuo&e reti0 un fattore messo in conto nella pro etta%ione delle reti#* Alcune reti si affidano al protocollo >LCR oppure a >C+F0 come il networ! Wireless Leiden* La ma ior parte utili%%a software open-source0 o pu--lica il suo set-up di confi ura%ione sotto licen%a open source "come .+L o Creati&e Commons0 di recente riconosciuta da apposita le e in sede 8=#* $l protocollo KiperLan la&ora su frequen%e di 60< i ahert% e 70< i ahert% "nel caso di KiperLan 6#0 utili%%a un software di&erso come protocollo e copre un ra io di 6S2 !m dall'antenna con poten%e d'emissione dell'ordine dei decimi di watt "come quelle dell'antenna di un telefonino#* =sistono antenne che la&orano su frequen%e del Wi-Fi e di KiperLan0 aumentando in questo modo la copertura* Con una serie di rilanci successi&i che mettono in serie un certo numero di antenne KiperLan si coprono fino a 63 !m teorici e (( effetti&i* L'ela-ora%ione dei protocolli da parte dei terminali compito della scheda di rete Wi-Fi* 8n dispositi&o0 anche se conforme alle specifiche dello standard0 non pu: utili%%are il lo o ufficiale Wi-Fi se non ha superato le procedure di certifica%ione sta-ilite dal consor%io Wi-Fi Alliance " Wireless Ethernet

Compatibility Alliance#0 che testa e certifica la compati-ilit, dei componenti wireless con li standard G36*((; "della fami lia G36*((#* La presen%a del marchio Wi-Fi su di un dispositi&o do&re--e quindi arantirne l'interopera-ilit, con li altri dispositi&i certificati0 anche se prodotti da a%iende differenti* =sistono &arie classi di Wi-Fi con presta%ioni di&erse "come specificato me lio nei detta li dello standard $=== G36*((#0 le principali sono: classe b a (( 9-@s classe g a 7< 9-@s classe n a <73 9-@s classe ac a 2 .-@s Comodit, 9olte reti riescono a fornire la cifratura dei dati e il roamin potendosi spostare dalla copertura di un access point a un altro sen%a una caduta della connessione internet0 al di fuori del ra io di a%ione che delimita un hot-spot* Ii&ersamente dal cellulare0 l'esisten%a di uno standard certificato arantisce l'interopera-ilit, fra apparecchio e rete anche all'estero0 sen%a i costi della ca-latura "essendo tecnolo ia wireless# per una pi1 rapida e facile installa%ione ed espansione successi&a della rete* La presen%a di parecchi produttori ha creato una note&ole concorren%a a--assando di molto i pre%%i ini%iali di questa tecnolo ia* C&anta i tecnici $l tempo di laten%a delle schede Wi-Fi le ermente superiore a quelle -asate su ca&o con una laten%a massima nell'ordine di (-2 ms "per cui questo particolare trascura-ile0 a differen%a delle connessioni .+RC@89HC che hanno laten%e nell'ordine di 633-<33 ms#* 8no s&anta io delle connessioni Wi-Fi G36*((a@ pu: essere la sta-ilit, del ser&i%io o&&ero dunque la qualit, di ser&i%io "BoC# offerta all'utente0 che per &ia di distur-i sul se nale tal&olta pu: essere discontinua "il se nale pu: ad esempio essere distur-ato da forni a microonde nelle &icinan%e che quando sono in fun%ione distur-ano la frequen%a operati&a di 60< .K%0 pro-lema risolto con l'utili%%o della frequen%a operati&a a 7 .K%#* Cecondo alcuni recenti studi0 possi-ile riscontrare rischi per la salute dell'or anismo nell'utili%%o della rete Wi-Fi "si &eda il para rafo pi1 a&anti#* La ma ior parte delle reti Wi-Fi non pre&ede alcuna forma di prote%ione da un uso non autori%%ato "autentica%ione#0 da sniffin dei dati della comunica%ione "confiden%ialit,# e sul fronte inte rit, dei dati* Buesto do&uto al fatto che all'atto dell'acquisto le imposta%ioni predefinite non impon ono all'utente l'utili%%o di nessun metodo di prote%ione "di conse uen%a l'utente medio non le modifica o per i noran%a o per comodit,#* Buesto ha portato al proliferare in %one ur-ane di un numero considere&ole di reti pri&ate li-eramente accessi-ili* A &olte accade di utili%%are reti altrui sen%a autori%%a%ione0 se esse hanno un li&ello di se nale pi1 forte della propria* Buesto comporta pro-lemi di sicure%%a nel caso &en ano trasmessi dati personali "numeri di carte di credito0 numeri telefonici0 coordinate -ancarie#* $ metodi per e&itare utili%%i non autori%%ati sono nati di pari passo con lo s&iluppo di nuo&e tecnolo ie e la NrotturaN di al oritmi di prote%ione precedenti* $l primo sistema s&iluppato stato il W=+0 Wired Equivalent Protocol0 che per: soffre di pro-lemi intrinsechi di sicure%%a che lo rendono0 di fatto0 inutile* M possi-ile sopprimere la trasmissione dell'CC$I di identifica%ione oppure limitare l'accesso a indiri%%i 9AC -en definiti0 ma si tratta di metodi facilmente a ira-ili* +er sopperire ai pro-lemi del W=+ sono stati in&entati i protocolli W+A e W+A6 che offrono li&elli di sicure%%a ma iori* +er a&ere un li&ello di sicure%%a ma iore per: necessario implementare sistemi di autentica%ione a un li&ello della pila $C>@>C$ superiore* =ssi possono essere l'autentica%ione -asata su radius ser&er0 la crea%ione di tunnel +++o= o di J+N critto rafate* >&&iamente il mi lior metodo di prote%ione rimane contenere la propa a%ione delle onde radio do&e sia strettamente necessaria* Ci: si pu: attuare limitando &ia software la poten%a di trasmissione oppure utili%%ando antenne con un lo-o di radia%ione indiri%%ato esclusi&amente alle %one in cui si richieda la connetti&it,* $ li&elli dei campi elettroma netici dei dispositi&i Wi-Fi sono pi1 -assi dei telefoni cellulari0 poich? il se nale emesso tipicamente di (33 milliwatt0 sia dei router sia delle schede di rete dei computer0 quindi le radia%ioni sono al di sotto di quelle considerate NpericoloseN* Culla -ase de li studi finora effettuati0 l' Health Protection Agency -ritannica non &ede alcun moti&o per cui il Wi-Fi non do&re--e continuare a essere utili%%ato* Hutta&ia0 come qualsiasi nuo&a tecnolo ia0 altamente consi liato prendere precau%ioni0 come accaduto con i telefoni cellulari0 in attesa di ulteriori studi che approfondiscano la situa%ione*'<) =sistono inchieste0 tra cui quella di AAC +anorama0'7) che in&esti ano sulle accuse di alcuni scien%iati secondo i quali lo smo elettroma netico potre--e pro&ocare0 a lun o termine0 danni alla salute* $n particolare &a notato che le frequen%e del Wi-Fi sono le medesime "seppur con poten%e decisamente inferiori# usate dai forni a microonde e che permettono la cottura del ci-o "60<7 .K%#* >ltre a questo e etto termico0 i tecnici e&iden%iano la possi-ilit, di un ulteriore e etto biologico non correlato all'aumento di temperatura ma comunque

si nificati&o* La trasmissione di Rai 2 Report0 l'(( ma io 633G ha riproposto l'inchiesta AAC e ha documentato li allarmi0 specialmente in rela%ione ai danni che si possono creare a -am-ini e a persone elettrosensi-ili0 che chiedono a molte istitu%ioni nel mondo di impedire l'installa%ione di reti Wi-Fi nelle scuole o ne li asili* Cecondo alcuni0'5) durante questa inchiesta non sare--ero stati forniti dati numerici precisi e detta li tecnici* La ran parte dei tecnici interpellati si sare--ero schierati esclusi&amente sul &ersante dell'allarmismo e l'unico che in&ece ha dato una &ersione tranquilli%%ante in materia sare--e stato tacciato di conni&en%a con le a%iende del settore "in quanto in effetti costui ha la&orato per alcune di esse#* La stessa AAC ha poi dichiarato che il trattamento de li inter&istati non stato equili-rato*'Q) Hutta&ia0 -ench? non fossero forniti dati assoluti0 stato e&iden%iato come ne li am-ienti chiusi le emissioni del Wi-Fi fossero molto superiori a quelli della telefonia mo-ile: &a infatti ricordato che le -ande radio attualmente utili%%ate nel sistema 89HC hanno frequen%e molto &icine a quelle del Wi-Fi "&edi -ande del sistema 89HC#* $l o&erno tedesco nel 633Q ha deciso di informare i cittadini tedeschi dei possi-ili rischi per la salute causati dallTeccessi&a esposi%ione alle radia%ioni Wi-Fi*'G) La decisione di Aerlino se ue l'apertura dell'inchiesta della Kealth +rotection A encO "K+A# in lese0 tesa a &alutare li effetti&i pericoli di un utili%%o esteso del Wi-Fi nelle scuole del Re no* $l porta&oce del o&erno tedesco ha dichiarato UNon dimentichiamo che il Wi-Fi una tecnolo ia relati&amente nuo&a0 ancora da s&iluppare* 9entre li hot-spot pu--lici hanno li&elli ridotti di radia%ioni0 all'interno di am-ienti domestici o di la&oro si pu: facilmente ra iun ere una so lia criticaV* La comunit, scientifica e istitu%ionale0 nel 63(60 riconosce ormai i rischi0 anche ra&i0 che le installa%ioni di wifi fanno correre soprattutto a -am-ini0 ra a%%i e io&ani in et, riprodutti&a* Raccomanda che l'uso delle tecnolo ie Wi-Fi sia limitato il pi1 possi-ile0 chiede di re&isionare i limiti correnti all'esposi%ione alle radiofrequen%e0 di far sL che li utili%%atori del Wi-Fi siano allertati con a&&isi sulla pericolosit,0 raccomanda di e&itare l'uso di questa tecnolo ia nelle scuole0 nei luo hi residen%iali e nei luo hi pu--lici0 promuo&e le reti ca-late0 scora ia l'uso del telefonino soprattutto da parte dei pi1 io&ani* $l +arlamento =uropeo il 6 aprile 6334 ha &otato una risolu%ione sulle N+reoccupa%ioni per la salute connesse ai campi elettroma neticiN0 riconoscendo che talune conoscen%e sono ormai unanimemente condi&ise0 ad esempio quelle che ri uardano il carattere indi&iduale delle rea%ioni all'esposi%ione0 la necessit, di effettuare test di esposi%ione per &alutare li effetti non termici associati alle radiofrequen%e0 la particolare &ulnera-ilit, dei -am-ini in caso di esposi%ione0 ed esorta a tenere conto0 nelle scelte0 del poten%iale impatto sulla salute della radia%ione elettroma netica0 considerato anche che alcuni studi hanno e&iden%iato li effetti pi1 dannosi ai li&elli pi1 -assi* L'>r ani%%a%ione 9ondiale della Canit,0 >9C0 ritiene che circa il 2W della popola%ione dei paesi occidentali denuncia i sintomi dell'elettrosensi-ilit,: emicranie0 sudora%ione0 tachicardia0 &erti ini e stanche%%a0 ma anche distur-i del sonno0 del comportamento0 dell'atten%ione0 ansia0 perdita della memoria e stati depressi&i* $l 6Q ma io 63(( il comunicato dell'A en%ia $nterna%ionale per la Ricerca sul Cancro0 $ARC0 colloca i campi elettroma netici a radiofrequen%a0 microonde0 Wi-Fi e cellulari0 tra i fattori poten%ialmente cancero eni* 'sen%a fonte) Alcuni eurodeputati0 &ista la stretta correla%ione tra esposi%ione ai campi elettroma netici e forme di&erse di patolo ie0 tra cui tumorali0 dimostrati dai recenti studi epidemiolo ici0 hanno chiesto formalmente alla Commissione =uropea che la pi1 lar a applica%ione del principio di precau%ione0 i, unanimemente condi&iso0 &en a sostituito dal principio di pre&en%ione* Accessi Wi-Fi sono attualmente disponi-ili in &ari aeroporti0 sta%ioni ferro&iarie0 internet caf?0 al-er hi0 edifici pu--lici "ministeri0 uni&ersit,0 scuole0 uffici0 ospedali# e pri&ati sparsi per il mondo* $n =uropa diffusa la rete dei NHotem FreestationN* Nella wireless communitO networ! disponi-ile un elenco mondiale delle reti Wi-Fi* Cono0 infine0 in &ia di rapida espansione le ini%iati&e F>N che puntano a costituire una rande communitO Wi-Fi mondiale consentendo l'accesso a $nternet sia ai mem-ri della stessa communitO "quando si tro&ano in &ia io#0 sia a utenti occasionali0 dietro pa amento di un corrispetti&o minimo* +er i -assissimi costi della tecnolo ia0 il Wi-Fi una delle solu%ioni pi1 comode per il di ital di&ide0 che esclude numerosi cittadini dall'accesso alla -anda lar a* A tal fine di&erse comunit, amatoriali al mondo sono nate per promuo&ere e reali%%are reti wireless li-ere "Wireless communitO networ!#* Al contempo stanno nascendo0 in questi anni0 numerose reti ci&iche che chiedono la loro disinstalla%ione0 a causa de li effetti riscontrati sulla salute delle persone0 oltre che de li animali e delle piante* Wi-Fi usato da anni in tutto il mondo per portare connetti&it, &eloce nelle %one isolate e nei piccoli centri* Ne li 8CA "laddo&e l'89HC si ri&elato un fallimento0 che ha messo in luce l'esi en%a di non inter&enire solo sui protocolli e sul software0 ma di un in&estimento -en pi1 consistente per a iornare un'infrastruttura &entennale o-soleta#0 si sperimentata anche un'inte ra%ione con la telefonia mo-ile do&e il Wi-Fi do&re--e sostituire le &ecchie antenne .C9@.+RC@89HC0 con una nuo&a rete in rado di dare le &elocit, sperate e i

ser&i%i di &ideotelefonia* Ci sono prospetti&e di inte rare fonia fissa e mo-ile in un unico apparecchio che con lo stesso numero fun%ioni da fisso@cordless nel ra io di 233 metri da casa e oltre come un normale cellulare* Con il Wi-Fi0 anche i centri pi1 piccoli hanno spesso possi-ilit, di accesso &eloce a $nternet0 pur non essendo coperti da AICL* $n molti sosten ono che i dispositi&i Wi-Fi sostituiranno i telefoni cellulari e le reti .C9* Nel futuro pi1 prossimo0 costituiscono ostacoli a questo fatto: l'impossi-ilit, del roamin e delle op%ioni di autentica%ione "G36*(;0 C$9 e RAI$8C#0 la limitate%%a dello spettro di frequen%e disponi-ili e del ra io di a%ione del Wi-Fi* 9olti operatori cominciano a &endere dispositi&i mo-ili per accedere a $nternet0 che colle ano schede wireless dei cellulari e rice&itori Wi-Fi per trarre -enefici da entram-i i sistemi* Ci si attende che in futuro i sistemi wireless operino normalmente fra una pluralit, di sistemi radio* Hal&olta0 il termine <. utili%%ato per indicare Wi-Fi0 a causa del fatto che la lar he%%a di -anda e le presta%ioni sono analo he a quelle promesse da li standard dei telefoni 2.* Cotto questo punto di &ista il Wi-Fi0 spesso offerto ratuitamente dall'installatore0 uno standard direttamente concorrente all'accesso a $nternet per il tramite di .C9 e 89HC nelle reti cellulari che in&ece a pa amento* Con la tecnolo ia Free space optics "FC># il (( settem-re 633G al CNR di Cisanello "+isa# si sta-ilito il nuo&o record mondiale di &elocit, per una connessione wireless0 (06 tera-it al secondo0 (3 &olte superiore alla &elocit, di trasmissione di (53 i a-it al secondo ra iunta un anno prima da un ruppo di ricercatori coreani'4)* La &elocit, di trasmissione massima del Wi-9a; era in&ece di Q3 me a-it al secondo* $l salto di presta%ioni tale che alcuni ricercatori parlano i, di Wi-Fi 6* $ due terminali usati nell'esperimento0 posti in due pala%%i &icini del CNR0 sono stati reali%%ati con tecnolo ie ottiche e un sistema di lenti0 simile a quelle di un telescopio* La -anda di trasmissione stata ra iunta0 dopo quasi dodici ore ininterrotte di esperimenti* Cecondo i ricercatori italiani della Ccuola superiore di studi uni&ersitari Cant'Anna e i iapponesi della Waseda 8ni&ersitO e del National $nstitute of $nformation and Communication Hechnolo O di Ho!Oo0 la &elocit, di (06 H-it@s a o i i, sosteni-ile nel ra io di alcuni chilometri dal terminale emittente il se nale* +er la prima &olta nella storia delle telecomunica%ioni una connessione wireless ha una &elocit, di trasmissione superiore a quella massima ra iun i-ile con la fi-ra ottica0 se nando pi1 che un superamento l'ini%io di una competi%ione fra le due tecnolo ie0 fi-ra e wireless0 in preceden%a nemmeno confronta-ili* La massima &elocit, ra iun i-ile con trasmissioni su fi-ra ottica di <<G i a-it@secondo0 nuo&o record mondiale -attuto il 67 mar%o 63(( da una colla-ora%ione fra uni&ersit, italiane e =ricsson0 durante la conferen%a interna%ionale !obile World Congress tenutasi a Aarcellona0 attra&erso il primo sistema al mondo di trasmissione coerente fun%ionante su doppia portante ottica inserito in un apparato commerciale di rete in fi-ra ottica'(3)* $n altre parole0 la &elocit, pu: essere ra iunta sen%a aumentare il numero di fi-re ottiche e la lar he%%a dei ca&idotti attuali per ottenere una ma iore -anda disponi-ile0 e sen%a cam-iare li apparati di rete0 con l'ecce%ione dei modem di termina%ione0 emittente e quello dell'utente finale* $n pratica0 con il nuo&o strumento le informa%ioni &en ono a re ate a li&ello elettronico e poi trasmesse sotto forma di se nale luminoso attra&erso un ca&o ottico per centinaia di chilometri0 sen%a interferen%e e perdite di qualit,* >ltre a un enorme incremento della &elocit,0 la tecnolo ia fotonica promette comunica%ioni pressoch? istantanee in tutto il pianeta* Cmentendo pre iudi%i diffusi0 il wireless ha ancora il record teorico di &elocit,0 (06 H-it@s contro <<G .-it@s massimi della fi-ra ottica* Le ma iori &elocit, di trasmissione sono state ra iunte in o ni caso con wireless ottico e con fi-ra ottica0 non con le tradi%ionali radiocomunica%ioni a radiofrequen%a che sono superate dal punto di &ista teorico0 sia in termini di &elocit, sia di sta-ilit, del se nale0 che decade dopo percorsi pi1 lun hi* $l wireless ottico elimina il pro-lema dell'elettrosmo 0 richiede infatti quantit, minime di ener ia per il sistema di lenti che in&ia e rice&e il se nale luminoso0 al contrario delle poten%e in antenna necessarie per protocolli wireless con KiperLan0 Wi-Fi0 Wi-9a;* Lo s&anta io del wireless ottico quello di esser una tipolo ia di rete punto-punto o&&ero di poter colle are solo 6 host perfettamente allineati in pi1 sen%a ostacoli intermedi* +er questo ha applica%ioni del tutto di&erse dal wireless tradi%ionale'(()* $nfatti le reti wireless tradi%ionali sono a -us condi&iso e inoltre non richiedono che li host restino allineati tra loro* Ci: permette la connessione in mo-ilit, mentre la tecnolo ia FC> permette la connessione solo tra host fissi e allineati e sare--e dunque dedicata solo a connessioni di dorsale* Per appro ondire" vedi #ete civica$ Ne li ultimi anni0 alcune pro&ince e amministra%ioni comunali hanno a&&iato pro etti per la reali%%a%ione di reti cittadine "le c*d* reti ci&iche# con tecnolo ia Wi-Fi* Al contempo cittadini0 associa%ioni0 pediatri e medici stanno chiedendo da pi1 parti la loro dismissione perch? alcuni ricercatori hanno affermato nel ma io 63(( la loro poten%iale cancero enicit,0 insieme con i cellulari*

La citt, di Ara "Cuneo# ha una rete Wi-Fi che copre -uona parte del suo territorio e di alcuni comuni limitrofi come Io liani0 Cherasco e Aene&a ienna * La rete estita dall'associa%ione Arain* La citt, italiana che pi1 fermamente prose ue l'intendimento di una rete Wi-Fi 9ilano0 a&&anta iata dal fatto che in sede di concessione della ca-latura a fi-ra ottica0 il comune si era riser&ato il diritto di usufruire della rete*'(6) Ie no di nota anche il caso della citt, di Jene%ia che con il pro etto N@@&eniceXconnected - Cittadinan%a Ii italeN dal 633G ha messo in opera oltre (6< !m di ca&o a (<< fi-re ottiche e ha installato 6(7 hot-spot Wi-Fi che colle ano G3 sedi pu--liche sul territorio comunale0'(2) offrendo connetti&it, ratuita a residenti e NcitO userN e a costi a e&olati per i &isitatori tramite il portale NJenice ConnectedN*'(<) Anche la citt, di Calerno ha esteso il Wi-Fi a tutta la citt, nel -iennio 63(3-63(60 cominciando con piccole ini%iati&e nei parchi pu--lici0 per poi passare al centro storico e &ia &ia a li altri quartieri della citt,*'(7) Le reti colle ano le pu--liche amministra%ioni del territorio locale e forniscono un accesso diffuso alla -anda lar a in quelle %one in cui li operatori na%ionali non intendono in&estire per &ia de li alti costi "es* territori montuosi#* $l decreto Pisanu antiterrorismo "I*L* n* (<<@63370 con&ertito in le e n* (77@6337#0 impone&a la licen%a del questore per li internet point0 e l'identifica%ione de li utenti tramite documento di identit,* +ensato come transitorio0 stato proro ato pi1 &olte dal o&erno Aerlusconi $J0 e infine cancellato dal o&erno 9onti* $l decreto +isanu non pi1 in &i ore dal (Y ennaio 63(6*'(5)'(Q) $l decreto le e 6( iu no 63(20 n* 54 "c*d decreto del are# - con&ertito in le e 4 a osto 63(20 n* 4 - ha a-olito0 a partire dal (5 iu no 63(20 anche l'o--li o di identifica%ione de li utenti del W$-F$0 rimasta o--li atoria per ottenere dal estore del punto W$-F$ il codice di accesso*'(G) Commons contiene imma ini o altri file sul Wi-Fi

Che cosa necessario per connettersi a una rete Wi-Fi? 8na rete $=== Z G36*(( Wi-Fi utili%%a 6*< .K% e 7 .K% onde radio a trasportare le informa%ioni di itali* .li utenti possono comunicare tra loro in due modi uni&oci: modalit, infrastruttura e Ad Koc "da periferica a periferica#* 9odalit, infrastruttura .li utenti Wi-Fi connettere i dispositi&i client mo-ili a un punto di accesso "A+# o un router Wi-Fi a -anda lar a* 8na rete domestica o a%iendale utili%%a in enere un router Wi-Fi a -anda lar a connessi a $nternet attra&erso un modem ICL0 ca&o o altri modem del tipo0 tramite un pro&ider di ser&i%i $nternet "$C+0 $nternet Cer&ice +ro&ider#* $ profili &en ono quindi creati nei client per la corrisponden%a delle imposta%ioni del router* Buesti client sono in rado di spostarsi li-eramente sen%a essere colle ati a un ca&o di rete "roamin #* Am-ienti a%iendali utili%%ano punti di accesso in modo simile0 ma pi1 complessi di altri lo istica e prote%ione* Connettersi a una rete Wi-Fi inWindows F+Z Connettersi a reti Wi-Fi protette inWindows JistaZ Come creare un profilo Wireless9icrosoft Windows QZ 9odalit, ad Koc "da periferica a periferica# Wi-Fi a li utenti di comunicare con altri dispositi&i client mo-ili sen%a un impie o di un dispositi&o di controllo centrale "ad esempio router Wi-Fi o punto di accesso#* > ni dispositi&o ha le stesse fun%ionalit, e tutti li utenti possono a&&iare una sessione di comunica%ione* 8n'imposta%ione temporanea potre--e essere confi urata per peer in un'imposta%ione di uffici di piccole dimensioni o pi1 amici0 colla-orare su un pro etto di scuola in un ruppo di Ctudio* Creare una rete Wi-Fi ad hoc protetta suWindows F+Z Creare una rete Wi-Fi ad hoc protetta suWindows JistaZ Componenti di -ase +unto di accesso: Ku- Wi-Fi autonoma che consente a qualsiasi computer che dispone di una scheda di rete Wi-Fi per comunicare con un altro computer e connettersi a $nternet* La periferica &iene in enere utili%%ata in un am-iente a%iendale con un numero ele&ato di utenti o l'or ani%%a%ione* Ad Koc Networ!: Confi ura%ione di comunica%ione in cui o ni computer ha le stesse fun%ionalit, e qualsiasi computer pu: a&&iare una sessione di comunica%ione* Noto anche come una rete peer-to-peer o da computer a computer* Router a -anda lar a Wi-Fi: Ku- Wi-Fi autonoma che consente a qualsiasi computer che dispone di una scheda di rete Wi-Fi per comunicare con un altro computer e connettersi a $nternet* La periferica &iene in enere utili%%ata in un am-iente domestico o piccoli uffici con un numero relati&amente piccolo di utenti* Computer client: $l computer che ottiene la connessione $nternet condi&idendo la connessione del computer host o connessione del punto di accesso@router* Rete infrastruttura: Rete Wi-Fi incentrata su un punto di accesso "A+# o un router Wi-Fi a -anda lar a* $n questo am-iente0 il punto di accesso non solo consente la comunica%ione con la rete ca-lata0 ma anche ha trasmesso il traffico di rete Wi-Fi in risorse di controllo immediato* $l +ro&ider di ser&i%i $nternet "$C+#: Cer&er di sottoscri%ione ottenere l'accesso a $nternet da casa0 piccole a%iende o da reti a%iendali effettui il pa amento di questi pro&ider del ser&i%io* 9odem: ICL0 ca&o o altri tipi di hardware connesso sia il router o punto di accesso linea esterna per un +ro&ider di ser&i%i $nternet* Ccheda di rete Wi-Fi: 8sare la periferica hardware su dispositi&i client costituito da una radio e antenna"s# per la trasmissione e rice%ione di pacchetti di Wi-Fi* Antenne possono anche essere inte rate nel dispositi&o client stesso* La scheda contiene componenti a iunti&i per consentire la comunica%ione Wi-Fi e pu: essere incorporato nel computer client o una scheda +C9C$A esterna*

Le Reti Wireless I vantaggi operativi e il ritorno sugli investimenti sono costituiti principalmente dall'incremento della produttivit e dai risparmi derivanti dalla posa dei cavi. Numerose aziende che hanno scelto la tecnologia Wireless hanno beneficiato fin da subito di un sensibile aumento della produttivit. L'implementazione di una rete Wireless, infatti, non soltanto elimina i problemi legati alla riorganizzazione degli spazi negli uffici, ma si traduce anche in un incremento medio dell'efficienza del personale valutabile nel 20 come conseguenza dei miglioramenti in ogni attivit, dalla riduzione dei tempi di connessione fino alla superiore precisione nella conversione delle informazioni cartacee in formato elettronico. !e a ci" aggiungiamo i risparmi derivanti dall'eliminazione dei cavi, i benefici economici offerti dalle reti Wireless appaiono incontestabili. Le reti #ireless sono utili soltanto per i $% portatili& No, ' vero che il #ireless nasce per rispondere all'esigenza di potersi muovere in libert, ma pu" essere applicata con grandi vantaggi anche ai $% des(top poich) con una WL*N si eliminano fastidiosi grovigli di cavi e le postazioni di lavoro non sono vincolate alla presenza di un cavo di rete.

Reti wireless: domande frequenti

+na rete #ireless con una connessione Internet condivisa !e in passato si ' gi eseguita una connessione alla rete desiderata, verificare che il proprio computer sia collegato alla rete nel modo corretto, ovvero non disti pi, di -. metri in interno e /0 in esterno per hard#are 002.11b e 002.11g e pi, di 1. metri in interno e 20 in esterno per hard#are 002.11a. 3erificare inoltre che il router o il punto di accesso sia acceso, e che l'interruttore della propria scheda di rete #ireless sia acceso. Non tutti i computer dispongono di un interruttore della scheda di rete #ireless. !e presente, 4uesto ' solitamente posto nella parte frontale o laterale del computer. !e non ' stata mai eseguita una connessione alla rete desiderata, ' possibile che la trasmissione sia momentaneamente sospesa e sia necessario aggiungere la rete manualmente.

Che cos' una rete WLAN? %he cos'' una rete WL*N& %os'' il Wireless e una rete L*N #ireless 5WL*N6& Il Wireless ) una nuova tecnologia che pu" aiutare nella comunicazione tra computers distanti, senza l'ausilio di un cavo. La WL*N ' un tipo di rete locale basata su trasmissioni radio ad alte fre4uenze, che permette di evitare l'utilizzo dei cavi tradizionali7 ' un sistema molto flessibile che pu" essere integrato con le tipiche reti via cavo del vostro ufficio. Le WL*N operano a fre4uenze di 2.-89z, dove operano solo dispositivi industriali, scientifici e medici a basse potenze. Le WL*N sono sicure& !i, le WL*N sono estremamente sicure perch) derivano da applicazioni militari e 4uesto le rende tecnicamente pi, sicure di una rete via cavo, in pi, utilizzano il sistema di trasmissione :!!! 5:irect !e4uence !pread !pectrum6 che rende il segnale radio molto stabile, privo di interferenze e praticamente impossibile da intercettare. ;ual'' la portata di trasmissione dei prodotti WL*N& 8li apparecchi #ireless lavorano su radio fre4uenze e per 4uesto il loro propagarsi dipende in larga misura dall'ambiente in cui si trovano. %ome si apprende spesso leggendo le caratteristiche degli apparecchi radiotrasmittenti, la loro portata aumenta o diminuisce a seconda che ci si trovi in spazi aperti 5un campus universitario6 o in spazi chiusi 5un ufficio6. 8li apparecchi #ireless di molti costruttori arrivano a distanze dell'ordine di 1.0 metri, al massimo delle prestazioni 5<10 =bps6, ma installando pi, *ccess $oint, 4uesta distanza pu" essere incrementata. %os'' un $unto d'accesso 5*ccess $oint6 e 4uando ' necessaria la sua presenza& L'*ccess point ' il ponte di comunicazione tra le periferiche #ireless ed eventualmente anche tra una rete #ireless e una via cavo. >gni *ccess $oint aggiuntivo vi permette di estendere il raggio di copertura della vostra WL*N. 8li utenti potranno spostarsi all'interno dell'azienda senza perdere la connessione. L'*ccess $oint ' chiaramente parte integrante della WL*N e per ci" ' sempre richiesto, salvo nel caso di un collegamento ?peer@to@peer? 5cosA come nelle L*N tradizionali si possono collegare massimo due periferiche con un cavo diretto senza un 9+B6, ma in tutti gli altri casi il cuore della WL*N rimane l'*ccess point, sempre consigliato, anche nelle soluzioni peer@to@peer per regolare e ottimizzare il traffico, nonch) per creare una porta di accesso a Internet. ;ual'' il numero di utenti supportato da una WL*N& Il numero degli utenti per una WL*N ' teoricamente illimitato poich) pu" essere ampliato semplicemente aggiungendo ulteriori *ccess $oint e anche diversificando i canali di trasmissione se aumentano gli utenti, ma gli spazi rimangono invariatiC fino a 2 canali contemporanei viene garantita la totale assenza di interferenze. ;uanti utenti simultanei pu" supportare un singolo *ccess $oint& Il numero di utenti che un singlo *ccess point pu" supportare contemporaneamente dipende dal traffico che si genera. $oich) la banda disponibile viene condivisa tra gli utenti, cosA come avviene per le tradizionali reti via cavo, le prestazioni dipendono dalla 4uantit e dalla tipologia dei file che vengono trasferiti. D possibile che una rete #ireless riceva interferenze da altri apparecchi #ireless o da altre WL*N& Erattandosi di apparecchi radio vi ' sempre la possibilit che vi siano delle interferenze esterne 5telefoni portatili, forni a microonde, telecomandi, etc.6. =olti produttori prevedono 4ueste possibilit

in fase di progettazione prendendo adeguate misure perch) 4ueste interferenze non si verifichino. D consigliato l'uso di periferiche WL*N in uffici di piccoleFmedie dimensioni& %ertamente7 data la semplicit di installazione e utilizzo, unite al fatto di non dover posare alcun cavo, le soluzioni #ireless sono particolarmente indicate per attivare una rete all'interno di un ufficio dalle dimensioni abbastanza ridotte.

Come usare e gestire le Wireless Local Area Network (WLAN in modo sicuro %he ci si trovi in un palazzo pubblico, al lavoro, in treno, in stazione, a casa, per lavoro o per motivi privati grazie ai dispositivi mobili moderni oggi ' possibile essere online praticamente ovun4ue e in 4ualsiasi momento. $er farlo spesso si usa, consapevolmente o meno, una WL*N. LGabbreviazione WL*N significa Wireless Local *rea Net#or(, in italiano Hrete localeI. 8razie allGuso della tecnologia radio, le WL*N sono un modo molto comodo per connettersi a Internet senza doversi preoccupare di cavi fastidiosi. $roprio per i dispositivi mobili, come i tablet, spesso ' lGunica possibilit per collegarsi a Internet. *nche negli smartphone 4uesta modalit di connessione spesso ' attivata per impostazione predefinita. LGuso e la gestione di 4ueste reti radio, tuttavia, portano con s) anche certi rischi di cui non si ' sempre consapevoli.

Struttura di una WLAN LGelemento centrale di una WL*N ' rappresentato dal punto dGaccesso, che costituisce il collegamento tra i dispositivi mobili e Internet o la rete. $erch) i dispositivi possano HvedereI la WL*N, solitamente il punto dGaccesso invia il proprio HnomeI, lG!!I: 5!ervice !et Identifier o Hidentificatore del set di serviziI6. Crittografia LGuso di una trasmissione radio ha uno svantaggio7 ' relativamente semplice intercettare i dati trasmessi. $er 4uesto motivo la connessione tra i dispositivi mobili e il punto dGaccesso andrebbero cifrati. Jsistono diverse procedure di protezione che si possono utilizzare. >gni volta che sia possibile, ' consigliabile ormai utilizzare soltanto il protocollo W$*2 nelle WL*N. La $reshared KeL o Hchiave precondivisaI, che in un certo senso ' la pass#ord per accedere alla rete, deve essere impostata con un grado di sicurezza adeguato. :ovrebbe contenere almeno 1M caratteri e avere le caratteristiche di una pass#ord sicura 5vedi H$ass#ord sicuraI6.

Filtro MAC
>gni dispositivo di rete, e 4uindi anche tutti i dispositivi mobili, possiedono un indirizzo =*%, che principalmente permette di identificarli in modo univoco. I punti dGaccesso offrono la possibilit di impostare un filtro =*% che consente lGaccesso alla rete soltanto ai dispositivi mobili HnotiI con un indirizzo =*% conosciuto. Euttavia gli indirizzi =*% dei dispositivi non sono a prova di contraffazione. %on gli strumenti giusti, infatti, ' possibile modificare lGindirizzo =*% e superare il filtro. %i" nonostante, per porre comun4ue un ulteriore ostacolo per un potenziale intruso, ' consigliabile utilizzare lGopzione Niltro =*%.

Come usare le WLAN in modo sicuro


NellGuso delle reti locali prestate la massima attenzione ai punti seguenti per aumentare la vostra sicurezza7 *bbiate una HsanaI dose di sfiducia 4uando utilizzate una WL*N che non conoscete. !e possibile, collegatevi soltanto a WL*N cifrate 5W$*26. Non eseguite nessuna operazione di eBan(ing e non inviate dati riservati tramite reti mobili pubbliche non protette, come gli HhotspotI nei locali pubblici 5citt, stazioni, ecc.6 oppure negli hotel. :isattivate sul vostro dispositivo mobile, se possibile, la funzione di Hconnessione automaticaI per le WL*N sconosciute e non protette.

Come gestire le WLAN in modo sicuro


!e gestite direttamente una WL*N, ' consigliabile osservare i punti seguenti per la vostra sicurezza7 *ttivate unGopzione di crittografia robusta, almeno W$*, o meglio ancora W$*2, e impostate assolutamente una chiave di rete o pass#ord sicura. =odificate lG!!I: nella rete, se contiene dati relativi a una persona, come il cognome, o informazioni sul router, per es. il tipo. !ostituite le pass#ord del router impostate in fabbrica con pass#ord personali. *ttivate il filtro =*%. !e possibile, riducete la potenza di trasmissione del vostro router WL*N e spegnetelo 4uando la rete locale non viene utilizzata.