Sei sulla pagina 1di 5

vincolati 3 - IL GIOCO DEI PIDOCCHI

Le prime storiche Conferenze inerenti il nuovo P.U.G. - Piano Urbanistico Generale , in gestazione travagliata, hanno suscitato smisurata soddisfazione. Finalmente, infatti, dovendo il nuovo Piano Regolatore essere necessariamente correlato alla Valutazione Ambientale Strategica V.A.S. -, documenti ufficiali hanno espresso formalmente, in maniera forte, chiara, inequivocabile, le drammatiche odierne criticit: lelevato tasso di consumo del territorio, le gravi
condizioni dinquinamento ambientale, il pesante degrado del paesaggio.

Lo hanno sancito gli atti ambientali a corredo del Documento Programmatico Preliminare D.P.P. (consultabili sullo splendido sito del Settore Assetto del Territorio -www.comune. brindisi.it/web/urbanistica) approvati dall Amministrazione, c da dirlo con orgoglio, Comunale. Deliberazioni di Giunta dell8-2-11 e di Consiglio del 25-8-2011.
Le attivit Industriali che hanno causato i danni pi rilevanti ... sono quelle connesse al Comparto Petrolchimico ed al Settore Energetico... oltre ad avere condizionato ed asservito il Porto ad interessi esclusivamente aziendali, hanno messo in atto una vera propria aggressione del territorio e del paesaggio. Brindisi si configura, in ambito Europeo, come sito a pi alta concentrazione di inquinamento ambientale. Ormai, le attivit terziarie, produttrici di beni immateriali e servizi, sono quelle prevalenti in tutto il mondo sviluppato e quelle che impiegano la gran parte della popolazione attiva (in Italia circa il 70%).

Sarei fiero se almeno un cittadino per ogni cento abitanti fosse voglioso di riguardarsi lelencazione dei vincoli legislativi gravanti su Brindisi, un territorio ormai ben oltre il collasso ambientale e pertanto a rischio di infarto. In proposito, ed anche per arrivare ai pi bambini, tentiamo, con lausilio di un gioco metaforico, di chiarire cosa siano una VIA o un AIA, sigle tanto nominate in documenti dogni tipo. Non si tratta dellinizio del Gioco dellOca (forse del GIOCO DEI PIDOCCHI) n della conseguenza verbale di dolori profondi a cui, oramai, ci siamo assuefatti, dovendoli subire in maniera inodore ed insapore fino al referto di chiss quale prematura analisi. Pescando tra quelle contenute nei corposi fascicoli propedeutici alla definitiva Valutazione Ambientale Strategica, leggiamo:

...le pressioni esercitate infatti dalle attivit Petrolchimiche, Termoelettriche e Farmaceutiche, hanno provocato un impatto rilevante sulla salute, come dimostrano anche i risultati degli studi effettuati dall Organizzazione Mondiale della Sanit relativamente alla mortalit ed allo stato di salute della popolazione residente nei pressi dell Area a Rischio . Si sta parlando di danni alla salute dei salentini fino al sud della Provincia.

Le norme, in parole poverissime, dicono che per realizzare, modificare o ampliare Industrie e/o Impianti di una certa entit necessario presentare una Valutazione di Impatto Ambientale (cosiddetta V.I.A.) di competenza, a seconda del peso e del fumo, della Provincia, della Regione o del Governo di Roma: ...sbarco dei pidocchi. Nellistruttoria finalizzata al parere conclusivo, fino ad ora rarissimamente negativo, si esprime sempre il Comune attraverso il Servizio Ecologia ed Ambiente (ove ritenuto utile consultando lOrgano Politico), le cui Determinazioni vengono rese pubbliche mediante Albo Pretorio. Talvolta, tal volta, sono rese note pi pubblicamente attraverso manifesti, conferenze, comunicati, articoli di stampa.

Per Impianti leggermente minori prevista la Verifica di Assoggettabilit a VIA, ovvero lo Studio di Impatto Ambientale - S.I.A., che potrebbero, eventualmente gli Organi competenti lo ritenessero, render necessaria una V.I.A. successiva: ...pidocchio in agguato. Immaginate montagne e montagne di carte, carte e carte a non finire, che solo per aprirle e richiuderle ci vuole una giornata sana sana, figuriamoci per esaminarle. Quello che il cittadino potrebbe fare affacciarsi, periodicamente e semplicemente, alle bacheche degli Enti, o ficcare il naso su Internet (o in qualche caso nei trafiletti dei giornali), e consultare, leggendo il leggibile, per qualche minuto appena. Qualora qualcosa non dovesse essergli chiaro, o addirittura dovesse fiutare o intravedere ...uova di pidocchio, dovrebbe pretendere informazioni. Le norme prescrivono anche, sempre con umili frasi, che lesercizio delle stesse Industrie e/o Impianti di una certa entit sia subordinato allottenimento dell Autorizzazione Integrata Ambientale (cosiddetta A.I.A.) di competenza, a seconda del peso e del fumo, della Provincia, della Regione o del Governo Statale. Nellistruttoria continua ad esprimersi il Comune attraverso lUfficio Ecologia e Ambiente, immancabile nei famosi tavoli deputati al rilascio del Provvedimento finale: ...pettine impidocchiato. Immaginate ancora montagne e montagne di carte, carte e carte a non finire, che solo per archiviarle ci vuole un intero armadio, figuriamoci per esaminarle. Per le Industrie e/o Impianti esistenti di certa entit vi lobbligo di richiedere ed ottenere l A.I.A. nei comodissimi tempi previsti dalla legge. Pena il rischio, formale, di chiusura forzosa dellattivit: ...la mamma va in armacia. LAutorizzazione Integrata sostituisce e/o integra qualsiasi altra Autorizzazione di tipo Ambientale. Stavolta, il cittadino pu avvalersi compiutamente del magico Internet, andando sui siti della Provincia, o meglio della Regione, o meglio ancora del Ministero dellAmbiente. L, si trova tutto il grosso che passa per lItalia, Brindisi compresa: ...pidocchio al lavoro. Qualunque V.I.A., S.I.A., A.I.A., V.A.S. deve tenere debito conto di tutti i problemi ambientali: immissioni in atmosfera, scarico reflui, smaltimento rifiuti, impatto acustico, eccetera, eccetera, eccetera.

E deve, soprattutto, parola di Assessore allUrbanistica Regionale, considerare tutti i vincoli e i fardelli ambientali che, complessivamente, gravano su un Territorio. Ossia, tenere debito conto del suo stato di fatto. Per dirla avvalendosi di parole dAssessore d.o.c.: valutare la capacit di carico cumulativo, a Brindisi mai considerata e da tempo ampiamente ed indecentemente oltrepassata. Ogni parere favorevole dovrebbe anche, e prioritariamente, valutare il tasso di mortalit medio degli abitanti che, per esperienze personali, tutti conosciamo. Argomento su cui c scarso interesse di finanziare studi, ricerche, statistiche, o aggiornamento dei Registri. C unattraente innovazione legislativa che ci sta investendo: ...uso lo!ione protettiva. La legge, forse per semplificare realmente s stessa, almeno per una volta, ha introdotto una nuova grande interessante montagna preventiva di faldoni che, a Brindisi, potrebbe evitare lo spuntare delle montagnette artificiose ed inutili di carte: la V.A.S. Valutazione Ambientale Strategica - benedetta nelle storiche Conferenze tenutesi per il nuovo P.U.G.. Una testimonianza concreta, nero su bianco, del necessario, urgente, cambio di rotta. Una speranza: ... super shampoo scaccia il vampiro. Laspettativa che in una Citt, per decenni guardatasi bene dal redigere nuovi piani territoriali unitari, si possa avere la possibilit di accedere alla lettura di un contagiri delirante che ha raggiunto le tacche rosse con la freccetta che sbatte impazzita al limite della rottura. Provare, con un movimento deciso, a tirare repentinamente il freno a mano prima che il mezzo finisca nel burrone. ...Anche a costo di slittare.

E, per benemerenza, qualche cittadino Onorevole sembrato voler tentare, finalmente, di sterzare nella direzione giusta cercando di super dotarci di una V.A.S. ripagatoria frizionando la popolazione di ... super shampoo estratto dallembrione di PUG. Lambizione dimostrare di essere, sul serio, Citt Europea, applicando le relative norme Comunitarie ed Internazionali su tematiche ambientali inerenti gli obiettivi di sostenibilit territoriale. Il desiderio che irrispettose e squilibrate Leggi Nazionali e/o Regionali, ed altri Piani Territoriali slegati dal PUG per convenienza ed ingarbugliamento normativo opportunista (tipo lo sciagurato Piano del Porto datato anni 70 gestito dall Autorit Portuale Ministeriale e quello scellerato dell Area di Sviluppo Industriale gestito dallatavico Consorzio SISRI/ASI), inizino a rispettare un territorio allo stremo. Questa lunica emergenza per cui dover far presto. Perch le buone intenzioni, a lungo termine, potrebbero consentire a qualche politicante, navigatore di fondali, di infliggere colpi di coda somiglianti a quello di grazia. ...Per intanto, il mezzo, un paesone di novantamila anime esangui in cui si insiste a tirare dadi truccati per pidocchi, continuer a barcamenarsi lungo tortuose e temutissime strade di montagne inaccessibili di carte, carte e carte a non finire, spiaccicate in faccia ad un comprensorio, fatto di mare, sabbia e pianura agricola, da qualcuno che vuol trascinarci in un precipizio maledetto senza lintenzione di mollare la presa. ..."inci i parassiti e #agli vedere chi sei. www.pierpaolopetrosillo.blogspot.com

Nota A proposito di colpi di grazia, nella Conferenza di discussione del Documento Ambientale di Scoping capit il Sindaco di Lecce, la cui Amministrazione ha definito le Centrali a Biomasse biomassacratrici dellaria da respirare, mentre ne contestava, nel territorio di competenza, i progetti relativi. Confidiamo in quanto contenuto nei commoventi Atti Ambientali preliminari al nuovo Piano Urbanistico: porre un freno alla proliferazione di installazioni impiantistiche di produzione di energia ...