Sei sulla pagina 1di 11

EcoCreando Terra in Armonia presenta TECNICHE DI RISPARMIO TERMICO, ELETTRICO ED IDRICO !

"#$%
ottimi&&a&ione , insta''a&ione e consape!o'e&&a di (ti'i&&o con tecnic)e pratic)e *(otidiane
RISPARMIAMO L+AC,-A . E+ -N /ENE PRIMARIO PER LA 0ITA STESSA L'acqua potabile un bene fondamentale per la vita. Pochi per sanno che l'acqua anche un bene scarso, del tutto assente in molte zone del mondo, nonch un bene economico sempre pi caro (bolletta dell'acqua . !"# dell'acqua sul pianeta salata, e le acque dolci potabili, son sempre pi scarse. $mparare a rispettare e risparmiare l'acqua quindi sia un %esto di civilt& che di convenienza economica.

'ediamo come ridurre %li sprechi di acqua nei comportamenti quotidiani(

Misce'atori d+Aria . 1ran2i2etto per r(3inetti L'uso dei miscelatori d'aria nei rubinetti e nelle docce riduce il consumo d'acqua senza modificare le proprie abitudini. $l fran%i%etto un miscelatore di acqua che vi consi%liamo di applicare ai rubinetti di casa( sfruttando il principio della turbolenza, miscela aria al flusso di acqua, e crea un %etto pi le%%ero, ma efficace. )n fran%i%etto richiede *solo* + litri al minuto per la doccia. $l fran%i%etto pu essere acquistato in un ne%ozio di ferramenta o casalin%hi e potete montarlo voi stessi. L,operazione semplice e costa poco, in pi vi far& risparmiare diverse mi%liaia di litri di acqua o%ni anno.-hi usa il %etto d'acqua non percepisce alcuna differenza ma il consumo complessivo d'acqua inferiore. .i arriva a risparmiare quasi la met& dell'acqua utilizzata.

La!arsi 'e mani Per lavarsi le mani inutile tenere sempre aperto il %etto d'acqua. Per una buona pulizia soprattutto necessaria una buona perizia nell'insaponarsi le mani. /prite il rubinetto una prima volta per ba%nare le mani e il sapone, poi richiuderlo. 0opo aver insaponato le mani, per 123 minuti, riaprite il %etto d'acqua solo per risciacquarle. $l risparmio d'acqua assicurato, si tratta solo di modificare qualche piccola abitudine.

La!are 'e sto!i2'ie Per lavare le stovi%lie consi%liabile utilizzare una vaschetta dove porre le stovi%lie per insaponarle e utilizzare un debole %etto d'acqua soltanto alla fine per risciacquarle. .e si fa scorrere l,acqua in attesa che arrivi quella calda, anzich sprecarla racco%lierla in un secchio per altri usi.

La!arsi i denti in modo eco'o2ico )n %esto quotidiano come lavarsi i denti pu comportare enormi sprechi d'acqua nel lun%o periodo a causa della pessima e inutile abitudine di lasciare sempre il %etto dell'acqua aperto. 4' sufficiente utilizzare il %etto d'acqua soltanto due volte( (1 inizialmente sullo spazzolino e (3 successivamente per risciacquare lo spazzolino. 5ell'atto di lavarsi i denti, almeno 3 minuti per una buona pulizia, inutile lasciare il rubinetto aperto. $noltre per risciaquare i denti utilizzate un bicchiere, pi comodo e consente un minore spreco d'acqua. $n o%ni caso, per una mi%liore pulizia dei denti sempre consi%liato risciacquare la bocca usando lo stesso spazzolino imbevuto d'acqua per rimuovere il dentifricio dai denti prima di provvedere al risciacquo finale della bocca con un bicchiere.

La!are a 4$ 2radi

)sare la lavatrice e la lavastovi%lie solo a pieno carico. .i usa la stessa acqua che con carichi ridotti, ma alla fine si fanno meno lava%%i. -on questo piccolo accor%imento una fami%lia di ! persone pu risparmiare fino a 6777 litri di acqua in un anno. )n ciclo di lava%%io a !78 richiede circa 67 litri di acqua, a +78 ne serve quasi il doppio.

La rasat(ra eco'o2ica 4vitare di lasciare il rubinetto aperto per pulire il rasoio e mentre ci si rade. -hiudete il tappo del lavabo e riempitelo d'acqua fino alla met& per utilizzarla nel risciacquo del rasoio di volta in volta. .i tratta semplicemente di modificare un'abitudine, per il resto nulla cambia alla qualit& della rasatura e tantomeno al tempo necessario per radersi.

I' /a2no e 'a Doccia

Per lavarsi me%lo preferire la doccia al ba%no. Per riempire una vasca sono necessari 177 litri d'acqua mentre per una doccia il consumo d'acqua pari circa alla met&. -hiudere il rubinetto mentre ci si insapona. .i pu risparmiare acqua anche chiudendo il rubinetto mentre ci si massa%%ia la cute durante lo shampoo e durante il tempo che serve per il balsamo (uno o due minuti . .ono parecchi litri d'acqua se si pensa alla pressione del rubinetto della vasca, e non cambia assolutamente nulla. -i sono in commercio anche 9sicelatori d'/ria 2 :ran%i%etto anche per 0occia.

Lo sciac*(one de' 5ater

Lo sciacquone del ;ater consuma ad o%ni %etto circa 17 litri d'acqua, alcuni anche di pi. 5on per necessario utilizzare sempre questo %etto. Per ridurlo sufficiente porre nella cassetta una

botti%lia di plastica da 1 litro e mezzo, o me%lio ! da 1"3 litro piene d'acqua, senza etichetta ed ermeticamente chiuse con il tappo, cos< la cassetta quando si riempir una nuova volta conterr& minor volume di acqua. =ppure far installare un sistema con doppio pulsante di scarico o re%olare il %alle%%iante dello sciacquone compatibilmente ad una capacit& minore di acqua.

Rec(pero Ac*(a Pio!ana

L'acqua piovana pu essere raccolta e incanalata dalla %rondaia verso il proprio %iardino o in cisterne di raccolta per consentire un utilizzo successivo. L'acqua piovana %ratuita, usarla con razionalit& equivale a risparmiare l'acqua de%li acquedotti e molti euro sulla bolletta.

I' 2iardino dei so2ni

$l momento mi%liore per innaffiare le piante non il pomeri%%io, quando la terra ancora calda e fa evaporare l,acqua, bens< la sera, quando il sole calato. > Per terrazzi e %iardini sce%liete i moderni sistemi di irri%azione a micropio%%ia pro%rammabili, che possono funzionare anche durante la notte, quando i consumi sono pi bassi. 4sistono anche %li irri%atori %occia a %occia, che rilasciano l,acqua lentamente senza dispersioni e con un utilizzo ottimale.> Per le piccole innaffiature (le piante d,appartamento, per esempio potete sfruttare l,acqua che avete %i& usato per lavare, ad esempio, frutta e verdura. > 9e%lio spazzare i vialetti con una ramazza che usare la canna dell,acqua.

La!a22io de''a carro&&eria de''+a(to

?roppo spesso ci curiamo di una carrozzeria splendente trascurando il seppur minimo rispetto per l,acqua potabile. Pensate che per il lava%%io dell,auto viene utilizzata acqua per circa !7 minuti, con un notevole spreco di circa 1@7 litri d,acqua. Aiso%nerebbe ricordarsi di utilizzare sempre un secchio pieno .i potranno risparmiare cos< circa 1!7 litri di acqua potabile a o%ni lava%%io e si eviteranno sprechi inutili.

1ontane''a P(33'ica

Buando si nota una fontanella pubblica s%or%are continuamente acqua potabile inutilmente consi%liabile chiedere al proprio -omune di far inserire una manopola per aprire e chiudere il %etto a richiesta. 5el caso di fontane pubbliche con acqua non potabile e solo per fini estetici, verificate che la fontana usi il sistema a ricircolo, ossia utilizzi sempre la stessa acqua.

Contro''i periodici

:ate periodici controlli sullo stato dell'impianto idrico di casa. 4' sufficiente controllare il contatore dell'acqua nel momento in cui tutti i rubinetti sono chiusi. .e continua a %irare probabile che ci sia una perdita nell'impianto. -hiamate un idraulico prima che la perdita pe%%iori o danne%%i le propriet& dei vostri vicini.

RISPARMIARE CORRENTE ELETTRICA

)n uso mi%liore de%li elettrodomestici consente a tutti un immediato ta%lio della spesa in bolletta. Pensando all'ener%ia elettrica ci viene in mente la lampadina e la luce accesa nelle nostre stanze vuote, in

realt& l'illuminazione interna di un'abitazione solo una piccola percentuale del consumo totale di ener%ia elettrica. Cli elettrodomestici coprono almeno l'67D della bolletta elettrica. )n valido motivo per sce%lierli bene e per imparare ad utilizzarli al me%lio.

scaldaba%no 37D consumo ener%ia fri%orifero 16D consumo ener%ia illuminazione 1@D consumo ener%ia lavatrice 1!D consumo ener%ia televisore 11D consumo ener%ia lavastovi%lie #D consumo ener%ia forno elettrico #D consumo ener%ia altri utensili 1@D consumo ener%ia

$ dati sono indicativi ma possono rendere bene l'idea de%li usi dell'ener%ia elettrica in qualsiasi casa italiana. =ltre all'efficienza ener%etica inoltre possibile attivare una tariffa differenziata per consumare l'ener%ia elettrica a un costo inferiore in una determinata fascia oraria della %iornata sulla base delle proprie abitudini ed esi%enze.

LO SCALDA/A6NO ELETTRICO

Lo scaldaba%no elettrico una delle principali cause di consumo domestico d'ener%ia elettrica. .ono sicuramente molto pratici. Possono essere installati ovunque ci sia una presa elettrica, costano poco e non richiedono una complessa manutenzione. Eanno per l'handicap di impie%are una %rande quantit& di ener%ia per riscaldare l'acqua. 5el lun%o periodo la bolletta mensile dell'elettricit& potrebbe compensare il risparmio iniziale. 4' consi%liabile installare lo scaldaba%no elettrico solo nei casi in cui non sia possibile ricorrere anche a sistemi alternativi (es. caldaie a %as, pannelli solari termici . 5el caso in cui possiediate %i& uno scaldaba%no elettrico potrete comunque ottimizzare il suo impie%o ottenendo forti risparmi in bolletta. 1 =ptate per uno scaldaba%no in base alle vostre reali esi%enze. La capacit& di carico dello scaldaba%no determina la quantit& di acqua calda da riscaldare. )n modello ben proporzionato al vostro effettivo consumo d'acqua calda impie%her& meno ener%ia inutilmente per riscaldare l'acqua nel boiler. 3 -ollocate lo scaldaba%no in zone isolate e protette della casa. L'isolamento termico dello scaldaba%no evita che l'ambiente esterno influisca sul suo funzionamento. 5on fatelo pertanto installare sulle pareti fredde della casa o vicino ad una finestra. ! :ate installare lo scaldaba%no vicino ai luo%hi di utilizzo (vasca, lavabo ecc. per evitare dispersioni di calore durante il passa%%io nei tubi. 4' anche preferibile acquistare un piccolo scaldaba%no da destinare

alla cucina da posizionare sotto il lavabo. $n questo modo potrete lavare i piatti senza dover lasciare acceso lo scaldaba%no pi %rande. Buest'ultimo pu essere comodamente installato in ba%no. # Fe%olate il termostato dell'apparecchio a #78- d'estate e G78- d'inverno. ?emperature pi alte sono inutili e costose. @ $nstallate un timer per fissare %li orari di accensione dello scaldaba%no !2# ore prima dell'utilizzo dell'acqua calda. 4' inutile e dispendioso tenerlo acceso nelle ore in cui nessuno la utilizza (es. orari centrali della %iornata . $ timer sono piccoli strumenti acquistabili per pochi euro anche a%li ipermercati. /ccendono lo scaldaba%no automaticamente qualche ora prima del vostro ritorno a casa facendovi trovare comunque acqua calda e una bolletta meno cara a fine mese.

ILL-MINA7IONE

Pochi sono consapevoli che la spesa pu essere facilmente ridotta a un quarto senza cambiare abitudini e a parit& di luminosit& interna. La soluzione molto semplice, sufficiente sostituire le lampade ad incandescenza con quelle a ma%%iore risparmio ener%etico. :acciamo qualche calcolo. Le lampade a risparmio ener%etico hanno un costo iniziale pi alto ma permettono anche un forte risparmio sulla bolletta. $l prezzo iniziale si ammortizza pertanto in breve tempo. 0urano di pi. .ono pi efficienti. ?rasformano in luce il 37D dell'elettricit& rispetto al #D delle tradizionali lampade ad incandescenza. 0etto in altri termini, una vecchia lampadina disperde il +GD dell'elettricit& consumata in calore e soltanto il #D per illuminare una stanza, viceversa una lampada fluorescente di pari potenza illumina cinque volte di pi a parit& di consumo. Le lampade a risparmio ener%etico hanno un prezzo iniziale pi alto. 9olti consumatori percepiscono soltanto la differenza di prezzo iniziale senza considerare il risparmio effettivo in bolletta. -' per il rovescio della meda%lia. Le lampadine a risparmio ener%etico sono potenzialmente molto pericolose per la nostra salute dal momento che conten%ono il pericolosissimo mercurio sotto forma di %as. .e si rompono quindi non abbiamo a che fare con le classiche palline del mercurio liquido che scappano dal termometro (potenzialmente pericolose per contatto e per la loro successiva sublimazione ma con mercurio %i& allo stato %assoso pronto per essere inalato, velenoso oltre o%ni dire. =ra esistono anche in commercio molti modelli di lampade con vari tipolo%ie di attacco, classico, per faretti ad incasso, in versione L40, che %arantiscono una durata ma%%iore, e consumi ancora ridotti di un buon !72#7D confronto alle lampade a basso consumo fluorescenti, senza sostanze tossiche all'interno. Per avere una buona illuminazione con le lampade a L40 si consi%lia di comprare quelle con ma%%ior numero di Led interni per avere un'illuminazione paritaria alle lampade a basso consumo.

LA LA0ATRICE

24vitare di eccedere le dosi di detersivo oltre quanto consi%liato dalla casa costruttrice. /umenta la vostra spesa al supermercato e il rischio di danni ai tessuti. Ea inoltre un forte impatto inquinante sull'ambiente. 2/cquistare lavatrici a basso consumo ener%etico. 'erificate sempre il consumo ener%etico della lavatrice (da cui dipender& la vostra bolletta e la quantit& d'acqua che utilizza. )n minore utilizzo di acqua implica una minore ener%ia elettrica necessaria per riscaldarla ed una minore quantit& di detersivo. .ono inoltre in commercio lavatrici a doppia presa, acqua fredda e calda, in %rado di utilizzare l'acqua calda dello scaldaba%no o dei pannelli solari termici senza doverla riscaldare nel boiler interno della lavatrice. 2 Pulire il filtro aiuter& a tenere in efficienza la vostra lavatrice contenendo i consumi e la bolletta dell'elettricit&. 2 Fisciacquo con acqua fredda. Buando possibile fissate il risciacquo con acqua fredda. L'acqua fredda o calda al momento del risciacquo non influisce sul %rado di bianco del bucato. 2 :are il bucato la sera o la notte. 5elle ore serali pi conveniente fare il bucato.2 2'erificate la presenza delle doppie tariffe nella vostra zona presso la vostra societ& ero%atrice di ener%ia elettrica. 2 :are il bucato solo a pieno carico. 2)tilizzare la lavatrice per carichi parziali vi coster& di pi e dovrete comunque effettuare pi lava%%i o%ni settimana. 9e%lio attendere che il cestino dei panni sporchi sia effettivamente pari ad un solo carico pieno della lavatrice. 2 :ar asciu%are i panni sullo stendino. L'asciu%atura automatica pesa enormemente sui consumi di ener%ia elettrica. 2 )sate uno stendino al sole o nel ba%no. $n poche ore i vostri panni saranno comunque asciutti e la bolletta pi bassa. 2 5e%li )sa potrebbero chiudere molte centrali nucleari se soltanto le persone tornassero a stendere i panni al sole. 2 4vitare il lava%%io a +78 quando possibile. Le temperature elevate implicano consumano pi ener%ia elettrica. $noltre aumentano il rischio di usura dei tessuti. 2Passare dai +78 ai G78 consente un risparmio immediato del !7D di ener%ia elettrica 2.eparate i capi in base alla sporcizia riservando il lava%%io a +78 soltanto per la biancheria molto sporca. 2 'erificate il calcare nell'acqua. .e l'acqua della rete molto dura necessario utilizzare pi detersivo. .i rischia di danne%%iare i tessuti. L'acqua dolce (H1@8 dimezza il consumo di detersivo ad o%ni lava%%io. Per combattere il calcare sono in commercio apparecchi addolcitori a prezzi abbastanza contenuti o. $n alternativa, a%%iun%ere un p di anticalcare ad o%ni lava%%io.

2 4liminate il prelava%%io. /umenta di un terzo i consumi di ener%ia. 4' consi%liabile intervenire direttamente sullo sporco pi ostico con prodotti antimacchia.

RISPARMIARE S-LLA TELE0ISIONE ED ACCESSORI COLLE6ATI . D0D . 6IOCHI . STEREO

Partiamo dall'ipotesi che una ?' sia accesa in media @ ore al %iorno mentre le restanti 1+ ore resti spenta in modalit& stand bI (in pratica con la lucina rossa accesa . .pe%nere la Jluce rossaJ della ?v, quando spenta, conviene a tutti. /vete spento la televisione dal telecomando lasciando la lucetta rossa accesa della ?v al buio pensando, in fin dei conti, quanto poi consumer& quella piccola lucettaK Aeh, vi state sba%liando. Perch molta %ente non s& che dietro a quella Jlucetta rossaJ c' una scheda elettronica colle%ata che consuma corrente molto pi della lucetta. $l risparmio distante pochi passi. Prendere l'abitudine di spe%nere la ?' dal pulsante centrale conviene al portafo%lio. :ate attenzione, il pulsante deve spe%nere la lucetta rossa dello stand bI. 4 fin qu< abbiamo parlato solo dello stand bI della ?'. 9olti elettrodomestici JvivonoJ quasi costantemente in stand bI ancor di pi della televisione. Pensiamo allo stereo, al videore%istratore, al lettore 0vd, il carica batterie del telefonino. $n alcuni casi %li elettrodomestici devono vivere in stand bI. /d esempio il fri%orifero, la caldaia o il faL. $n tutti %li altri casi possono essere spenti staccando la spina o spe%nendoli dall'interruttore centrale che o%ni elettrodomestico possiede. L'ener%ia elettrica a buon mercato non esiste, quindi, mantenere l'attuale stile di vita pu diventare sempre pi caro nel tempo. 5essuno pu fare a meno di rilassarsi davanti alla ?v per %uardare un bel film, un tele%iornale o qualsiasi altra cosa. /l termine della visione siamo soliti spe%nere la ?v dal telecomando, lasciandolo in stand bI (in altre parole la ?v spenta ma una lucetta rossa sempre accesa .

RISPARMIARE CON LA LA0ASTO0I6LIE

Lasciate le stovi%lie a mollo per una notte prima di riporle nella lavastovi%lie. :acilita l'eliminazione dello sporco superficiale in modo naturale. Fimuovete i residui di cibo con un tova%liolo di carta e senza utilizzare acqua calda del rubinetto. 4vitate inoltre di introdurre nella lavastovi%lie pentole o padelle molto sporche, vi costerebbero ripetuti lava%%i intensivi, in questi casi pi conveniente lavarle a mano. Fispettate le dosi del detersivo. 5on superate mai le dosi di detersivo consi%liate dalla casa costruttrice. )tilizzate la lavostovi%lie solo a pieno carico, risparmiando in questo modo acqua ed ener%ia elettrica. 4vitate il prelava%%io optando per i pi economici pro%rammi rapidi, si risparmia anche la met& dell'ener%ia elettrica.

4vitate l'asciu%atura automatica delle stovi%lie, lasciatele asciu%are all'aperto o nello scolastovi%lie posto sopra il lavabo. $l risparmio sulla bolletta sar& notevole e immediato. .ostuite i filtri o%ni cinque lava%%i per eliminare i residui dei cibi nella lavastovi%lie. /cquistate le lavostovi%lie a basso consumo. $l ma%%iore costo di acquisto si ammortizza in pochi mesi %razie ai minori consumi di ener%ia elettrica. /lcune lavastovi%lie a doppia presa consentono di utilizzare l'acqua calda riscaldata dallo scaldaba%no o dai pannelli solari termici. RISPARMIARE L'ENERGIA DEL FRIGORIFERO /lcuni modelli consentono di disattivare il vano fri%orifero o quello del con%elatore. 4' sempre preferibile optare per questi modelli con doppio termostato e doppio interruttore. 2/ltro accor%imento pratico quello di distanziare il fri%orifero dalle fonti di calore, posizionandolo lontano dal forno, dai termosifoni e dalle finestre esposte al sole. 2$l calore del forno influisce sul funzionamento del vostro fri%orifero facendolo lavorare di pi. 2.e state decidendo di acquistare un nuovo fri%orifero optate per un fri%orifero basso consumo. 2.pendere poco di pi al momento dell'acquisto %arantisce un risparmio mensile sulle bollette dell'elettricit& per un lun%o periodo di tempo. 4' inoltre importante saper comprare il fri%orifero sulla base delle proprie esi%enze. .olitamente un fri%orifero acceso 3# ore su 3# per tutto l'anno, un fri%orifero troppo %rande rispetto ai vostri usi vi coster& molto salato in bolletta. 2Per una fami%lia di # persone sufficiente optare per un fri%orifero da 3@7 litri. $ consumi di ener%ia elettrica aumentano in media di 17237MNh o%ni 177 litri di capacit&. 2:ate caso alle %uarnizioni del fri%orifero danne%%iate in quanto lasciano entrare calore. 24' una buona re%ola pulire re%olarmente la serpentina del fri%orifero posta dietro al fri%orifero per to%liere la polvere che si deposita col tempo, facendo coincidere questa operazione con la sbrinatura del fri%o. :ate attenzione, un'operazione da compiere quando il fri%orifero non sotto corrente. /umenter& l'efficienza del fri%orifero favorendo il risparmio ener%etico. 20istanziare il fri%orifero dal muro. Lasciate sempre uno spazio intorno al fri%orifero per consentire una facile dispersione del calore. 24vitate, quando possibile, l'incasso ermetico dietro le nicche a parete. 2Fe%olate la temperatura del fri%o intorno ai G8 (dai @ ai O %radi e quella del con%elatore tra i 216 ed i 21@8. ?emperature inferiori causeranno un consumo ma%%iore di elettricit& senza influire sull'utilit& o sulla conservazione de%li alimenti. 2.e avete una cantina o un %ara%e indipendente acquistate un con%elatore a pozzo. Eanno una minore dispersione di calore al momento dell'apertura dello sportello (dall'alto e conservano %li alimenti con minore consumo di ener%ia. $noltre in caso di blacM out conservano pi a lun%o %li alimenti. 2Buando cambiare il fri%orifero. 5on aspettare il %uasto per cambiare il fri%orifero. .e il vostro fri%orifero ha cinque anni di vita ed appartiene a una classe ener%etica 0 o superiore avete molti vanta%%i per anticipare la sostituzione prima del %uasto. /vrete modo di sce%liere tra le varie promozioni, chiedere il ritiro %ratuito del vechio fri%orifero e un notevole abbattimento dei consumi di ener%ia acquistando un fri%orifero nuovo di classe /PP. 25on inserire cibi caldi in fri%orifero. 4vitate di introdurre nel fri%orifero cibi ancora caldi. =ltre a riscaldare l'ambiente interno del fri%ori%ero, consumando ma%%iore ener%ia elettrica per raffreddarlo, il calore causa anche la formazione della brina, una pellicola isolante che aumenta a dismisura il consumo di ener%ia del

vostro fri%orifero per mantenere le basse temperature. 2Pulire re%olarmente il fri%orifero dalla brina pu farvi risparmiare molti soldi sulla bolletta. 2.ce%liete i modelli 5o :rost. .ono dotati di un ventilatore interno per far circolare l'aria tra i vani rendendo pi rapido il con%elamento ed impedendo la formazione della brina. 24' consi%liabile aprire lo sportello del fri%orifero il tempo pi breve possibile. 2Per con%elare %li alimenti evitate di riporli tutti insieme nel con%elatore. $l con%elamento avviene pi rapidamente quando nel vano del con%elatore sono %i& presenti altri alimenti con%elati. $n o%ni caso confezionate sempre %li alimenti da con%elare in piccole porzioni per rendere pi rapido il processo di con%elamento. 2Per scon%elare %li alimenti trasferiteli dal con%elatore al vano fri%orifero. $n questo modo cederanno freddo e inoltre lo scon%elamento sar& pi i%ienico.

RISPARMIARE CON IL 1ORNO ELETTRICO 24' consi%liabile acquistare forni elettrici ventilati. Fispetto a quelli normali mettono in circolazione l'aria calda determinando una temperatura uniforme all'interno del forno. $ cibi sono cotti in minore tempo riducendo il consumo di elettricit&. 4' inoltre possibile cuocere simultaneamente pi pietanze ponendole su strati diversi del forno. 2Fidurre al minimo l'apertura dello sportello del forno in quanto l'aria calda fuoriesce rapidamente raffreddando il forno. Buanto pi il forno si mantiene caldo tanto meno consuma ener%ia per cuocere pietanze diverse. Buanto acquistate un forno elettrico verificate che abbia lo sportello in vetro. 24vitate il preriscaldamento del forno poich comporta un ma%%iore consumo di ener%ia. )tilizzatelo solo se necessario. 2.pe%nendo il forno pochi minuti prima della cottura completa dei cibi risparmierete ener%ia. $l forno continuer& comunque a cuocere i cibi sfruttando il calore interno. 2)n forno pulito un forno efficiente. $ residui di cibo all'interno del forno rendono pi lun%a e dispendiosa la riaccensione. 2$ forni a microonde. -onsumano meno rispetto ai forni elettrici, circa la met&. La cottura avviene all'interno dei cibi riducendo i tempi di cottura del 3@D. .ono particolarmente adatti per scon%elare %li alimenti in breve tempo. $l risultato finale della cottura varia da cibo a cibo, le propriet& dei cibi sono identiche rispetto ad un forno tradizionale ma la cottura tendenzialmente meno uniforme. 4' consi%liabile affiancare il forno a microonde al tradizionale forno elettrico o a %as. 5el caso dei forni a microonde necessario utilizzare recipienti trasparenti alle onde (es. vetri e fare attenzione al buono stato delle %uarnizioni per evitare elettrosmo%. Per i forni a microonde sono nocivi per %li alimenti con cui ven%ono utilizzati proprio per la loro emanazione di microonde dentro nei cibi.

Ecocreando un %ruppo formatosi dal senso comune di attrazione e di richiamo per il viver naturale in armonia simbiotica con la nostra 9adre ?erra. )n richiamo che ci ha portato su strade coincidenti e uniti da un forte senso di responsabilit& verso la pi %rande creazione del creato.. la 5atura. Lo scopo primario di perse%uire il mi%lioramento %lobale della vita del sin%olo e della collettivit& promuovendo uno stile di vita eco2sostenibile inte%rato nel rispetto, nella tutela, nell'armonia ed in simbiosi con l'ambiente terrestre. http://ecocreando.weebly.com/risparmio-energetico1.html