Sei sulla pagina 1di 2

Lettera aperta delle societ scientifiche di Sanit Pubblica sulla sigaretta elettronica

3 Dicembre 2013

Al Ministro della Salute On. Beatrice LORENZIN Al Presidente della XII Commissione (Affari sociali) della Camera dei Deputati On. Pierpaolo VARGIU Presidente della 12 Commissione permanente (I!iene e sanit") del Senato della #epubblica On. Emilia Grazia DE BIASI Al Presidente del Consi!lio Superiore di Sanit" Prof. Enrico GARACI Al Presidente dell$Istituto Superiore di Sanit" Dott. a!rizio OLEARI

Abbiamo assistito in %uesti ultimi mesi ad una !irandola di pro&&edimenti sulla si!aretta elettronica (e'ci!)( prima l$appro&a)ione di una norma c*e la e%uipara&a alla si!aretta tradi)ionale (t'ci!) per %uanto ri!uarda il di&ieto di uso nei luo!*i pubblici (le!!e Sirc*ia+ decreto I&a',a&oro)+ se!uita alcune settimane fa dalla sua abro!a)ione (decreto Istru)ione)Come Societ" Scientific*e di Sanit" Pubblica esprimiamo la nostra &i&a preoccupa)ione- Il fumo di si!aretta costituisce uno dei pi. !ra&i problemi di salute pubblica in Italia c*e causa pi. del 10/ delle morti e delle malattie precoci (0lobal 1urden of Disease 2010)2 non sappiamo se la e'ci! possa rappresentare uno strumento inno&ati&o per contrastare l$abitudine al fumo e riteniamo c*e il suo utili))o non debba essere normato da interessi economiciLa ricerca "cientifica "#$li effetti %ella e&ci$ ' "olo in fa"e iniziale( t#tta)ia "appiamo c*e+

la e&ci$ caricata con nicotina( confrontata alla t&ci$( ' meno %anno"a perc*, non contiene pro%otti %i com!#"tione(
portatori %i t#tta la carica cancero$ena %ei pro%otti %el ta!acco-

l.a""or!imento %i nicotina %alle e&ci$ comporta com#n/#e #n a#mento %el ri"c*io %i e)enti car%io)a"colari( #no %ei
ri"c*i rile)anti per la "al#te le$ati al ta!acco( anc*e per inalazione pa""i)a nei l#o$*i c*i#"i-

anc*e "e "i p#0 pre"#mere c*e i ri"c*i le$ati all.#"o %ella e&ci$ non "iano compara!ili a /#elli %ella com!#"tione
%el ta!acco( non "appiamo /#ale "ia l.effetto %ell.e"po"izione alle componenti non nicotinic*e %elle e&ci$ 1in particolare anc*e "e il con"#mo orale %i $licole propilenico ' con"i%erato non %anno"o( %e)ono e""ere ancora )al#tati i po""i!ili ri"c*i a""ociati alla "#a inalazione prol#n$ata2.

Alcuni studi effettuati fino ad o!!i *anno e&iden)iato c*e le e'ci! possono sostituire la t'ci! come metodo di ridu)ione del danno+ ma il primo studio ri!oroso recentemente pubblicato mette in dubbio c*e possa essere un presidio efficace per smettere di fumareDi contro c$3 un forte sospetto c*e la e'ci!+ proprio perc*4 meno risc*iosa+ di&enti la prima tappa del percorso di ini)ia)ione al taba!ismo dei !io&ani+ e c*e possa rappresentare l$escamota!e adottato dai fumatori per continuare ad assumere nicotina nel luo!*i &ietati dalla le!!e Sirc*ia+ di fatto contribuendo alla ri'normali))a)ione del fumo-

Le societ scientifiche firmatarie di questa lettera ritengono gravissima labrogazione della norma sul
divieto di uso delle e-cig nei luoghi pubblici ed esprimono preoccupazione che le politiche di salute pubblica vengano influenzate da lobby economiche insensibili ai problemi sanitari. Ritengono inoltre che queste politiche non possano essere delegate a emendamenti inseriti in leggi che nulla hanno di sanitario, contribuendo ancora di pi allimpressione che linteresse del legislatore non sia la salute pubblica.

Le societ scientifiche firmatarie di questo appello ritengono che, sulla base delle conoscenze attuali, una
normativa razionale sulla e-cig che promuova la salute, debba non disincentivare la sostituzione della sigaretta tradizionale con quella elettronica ad esempio mantenendo per questultima un prezzo pi basso di quello della t-cig!, contemporaneamente evitando che la sigaretta elettronica diventi la porta di ingresso dei giovani al tabagismo. Labrogazione del divieto delluso nei luoghi chiusi pu" contribuire alla rinormalizzazione del fumo di tabacco e rischia di annullare i progressi nella lotta al tabagismo fatti in #talia negli ultimi anni.

La e-cig non deve essere usata, n$ pubblicizzata, come strumento di cessazione, fino a che le evidenze
scientifiche non ne dimostrino in modo conclusivo la sua efficacia.

Associa)ione Italiana di 5pidemiolo!ia (AI5) Societ" Italiana di I!iene+ Medicina Pre&enti&a e Sanit" Pubblica (SItI) 6edera)ione Italiana della Pneumolo!ia (6IP) Societ" Italiana di 7abaccolo!ia (SI7A1)