Sei sulla pagina 1di 1

UNIVERSIT DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA - FACOLT DI ARCHITETTURA *A.A.

2010/2011 CdL ARCHITETTURA UE LSF_ PROGETTAZIONE URBANA SOSTENIBILE - Scenari Sostenibili per Contesti Mutevoli - PROGETTAZIONE SOSTENIBILE - Prof.ssa Arch. C. NAVA

4. possibile costruire in modo solidale?

SOE KER TIE HOUSE


Progettista: TYIN tegnestue Destinazione duso: nuovo orfanotrofio Luogo: Noh Bo, Tak, Thailand Anno: Nov 2008 - Feb 2009 Tegnestue Tyin gestito da cinque studenti di architettura della NTNU, propongono progetti fondati sullampia collaborazione con i locali, e l'apprendimento reciproco. Il progetto si compone di sei unit dormitorio in modo che ogni bambino ha il proprio spazio privato, una casa in cui vivere e un quartiere dove poter interagire e giocare. Il bamb sul lato posteriore e sulle facciate lavorato con la tecnica della tessitura, la stessa utilizzata nelle case e nell'artigianato locale. La maggior parte del bamb raccolto in loco. La forma del consente un efficace, ventilazione naturale, e permette la raccolta dell'acqua piovana. La costruzione in ironwood prefabbricata ed assemblata sul posto, l'uso di viti assicura precisione e resistenza. Gli edifici sono alzati da terra, su quattro fondamenta realizzate con vecchi pneumatici, per prevenire problemi di umidit e muffa nella costruzione. Questo progetto ha vinto il Premio Internazionale Architettura Sostenibile settima edizione 2010. Bibliografia: Gennaro Postiglione, soe ker tie house, in Area 106, (Set-Ott 2009), pp. 30-38

THE NOMADIC MUSEUM


Progettista: SHIGERU BAN ARCHITECTS Destinazione duso: museo itinerante Luogo: New York, Santa Monica (L.A.), Tokio Anno: 2005-2007 un museo itinerante, che ospita le opere del fotografo canadese Gregory Colbert. Larchitetto Shigeru Ban progetta il "capannone", con i container a scacchiera, sorretto da una struttura interna di pilastri e da una doppia capriata di tubi di cartone. Il museo pu assumere diverse configurazioni, montato e smontato e trasportato economicamente, in quanto le opere e il materiale contenuto in otto container. A ogni tappa, i container vengono assemblati a secco ed i pezzi vengono caricati uno sull'altro, grazie all'impiego delle gru portuali, e sfalsati secondo un disegno a scacchiera, attraverso giunti in ferro. L'allestimento interno costituito da materiali riciclati e riciclabili e reperibili in loco. Il museo itinerante stato installato in aree portuali, in quanto luogo di approvvigionamento dei materiali da costruzione che, di volta in volta, vengono affittati (container) or acquistati per essere poi rivenduti (ghiaia e legno). Bibliografia: Giuseppe Dematteis, Nomadic Museum, in Lotus 140, (Dic 2009), pp. 102-105

Larchitettura nasce dai bisogni reali, ma essa va al di l di essi. Luigi Snozzi

Alessia Rita Palermiti