Sei sulla pagina 1di 9

Parco della Neapolis Allarme e preoccupazione

A pagina cinque www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CITTA

I digiunatori di pace nel mondo


A pagina otto e mail redazione@libertasicilia.com

TACCUINO

Inviate gli ispettori


Riflettori sul tragico caso dei coniugi Mensa a Quarto grado
EDITORIALE

domenica settembre Anno 199 Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. Mosco Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0, 0, 50 sabato 17 8 marzo 2012 2013 Anno XXV XXVI N. 64N. Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX- 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via via Mosco 51 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 50

Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA

Giustizia

Denunciate omissioni sul caso di Avola


di Giuseppe Bianca

La

venuta a Siracusa del ministro dellInterno Angelino Alfano per fare il punto della situazione sui flussi migratori che coinvolgono per non dire travolgono, il territorio siracusano. Soltanto ieri sera sono arrivati ben 300 immigrati clandestini quasi tutti provenienti dalla Siria. La presenza del ministro Alfano, vice premier del governo Letta, deve rappresentare oltre che un momento di passerella politica, soprattutto unopportunit per Siracusa. Sotto laspetto dellemergenza profughi, la nostra provincia divenuta la nuova Lampedusa. Occorre maggiore attenzione ed un pi cospicuo intervento da parte dello Stato.
A pagina tre

Siracusa esige attenzione

l caso di Avola, dove una donna stata uccisa dal marito il quale si poi ucciso a sua volta, stato al centro di un approfondimento della trasmissione televisiva Quarto grado in onda venerd scorso su Rete Quattro. Condotta dal giornalista Pierluigi Nuzzi, parte della trasmissione stata incentrata proprio sul caso di Antonella Russo, la donna di 48 anni uccisa dal marito, Antonio Mensa, ad Avola la sera del 12 agosto scorso davanti al figlioletto di appena 4 anni. Sono state trasmesse le dichiarazioni dei congiunti della donna.

rano state scardinate per rubare il contenuto. A distanza di pochi giorni, sono state riattivate le due colonnine per il pagamento del ticket al parcheggio
A pagina sette

Il Prefetto Un problema i troppi arrivi

A pagina sei

Sinsedia il 16 settembre il nuovo Procuratore capo

E previsto per luned 16 settembre linsediamento del nuovo procuratore capo di Siracusa. Francesco Paolo Giordano, infatti, stato al palazzo di Giustizia di viale Santa Panagia nei giorni scorsi, ma soltanto per incontrare suoi colleghi e per prendere visione logistica degli uffici. Ancora poco meno di una decina di giorni di ferie per lalto magistrato e poi lavvio della sua esperienza a capo della Procura di Siracusa.
A pagina sei

TRIBUNALE DI SIRACUSA
4 SETTEMBRE 2013, MERCOLED

PROSSIMA INSERZIONE:
Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione. Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catastale sono interamente a carico della procedura. Per gli immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione. Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lesecuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni. Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI


Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le societ), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente (che consenta allo stesso lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in calce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale allufficio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e recapito tel. Lufficio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode. La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

LE VENDITE GIUDIZIARIE

8/09/2013

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

8 settembre 2013, domenica

COME PARTECIPARE

Maggiore attenzione e rispetto per Siracusa


La venuta a Siracusa

EDITORIALE. La politica deve promuovere il territorio in ogni sede possibile

inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

VENDESI IMMOBILI PIAZZA MARCONI , pan., vista mare, in ottimo contesto, ascensorato, tot. ristr., attico, 2 vani + servizi + livelterrazzo di mq 60. 100.000. In Classe Energetica: G (RIF. 2508) Tel. 335/7762739 VIALE TERACATI, centralissimo, appartamento composto da 5 vani + servizi. Condominio recintato posto auto. 135.000,00. In C.E.: G (RIF. 2562) Tel. 335/7762739 TREMMILIA, in residence, recente costr., su 450 mq di terreno, villa su 2 livelli per totali mq 130 + garage di mq 25 circa. Ottime cond. 260.000. In C.E.: C (RIF. 2551) Tel. 335/7762739 VIA VANVITELLI , in ottimo stato, basso coMM. le di mq 70 C/a con alt. metri 4. 78.000. In C.E.: G (RIF. 2557) Tel. 335/7762739 PIZZUTA, VIA FLEMING , nuova costr., quadrivani in piccolissimo condominio, 2 p., termo/ascensorato. 190.000,00 con possibilit garage. (RIF. 1808) Tel. 335/7762739 FLORIDIA, CORSO V. EMANULELE , basso comm.le di circa 65 mq. Ottimo stato, costr. 2002. 65.000. C.E.: C (RIF. 2523) Tel. 335/7762739 VIA ARNO , tot. ristR. nel 2009, appartamento composto da 5 vani + servizi. Prezzo ribassato a 135.000,00. In C.E.: G (RIF. 2513) Tel. 335/7762739 PIAZZAADDA, in Resid., 1 piano, ideale per uso ufficio, bivani + servizi. Ottimo lo stato. 95.000 tratt. C.E.: G (RIF. 2515) Tel. 335/7762739 LIDO SACRAMENTO, indip., central., villa di nuova costr. su 650 mq di terreno 2 livelli + sottotetto e garage. Finiture di prima scelta. Prezzo 345.000. (RIF. 2460) Tel. 335/7762739 VIA RIVERA DIONISIO IL GRANDE, in residence stile liberty, attico composto da 4 vani + servizi +

INSERZIONI GRATUITE

n 2 terrazze a livello con vista mare. Prezzo ribassato 180.000,00. Ottimo lo stato. Possibilit garage. In C.E.: G (RIF. 2526) Tel. 335/7762739 OFFRESI BABY SITTER SIGNORA cerca lavoro come baby sitter Tel. 0931/60486 - 347/2851287 CERCO lavoro come baby-sitter, molti anni di esperienza, disponibilit massima Tel. 0931/37401 GIOVANE signora, amante dei bambini, con la bella esperienza di mamma e di lavoro, cerca occupazione come tata o baby-sitter anche dai primi mesi del neonato. Assicura max seriet, precisione e pazienza Tel. 329/9309242 MAMMA di famiglia cerca lavoro come baby sitter. Massima seriet. No perditempo Tel. 333/3065180 P L U R I D I P L O M ATA con diversi attestati professionali, avendo acquisito numerose esperienze pregresse su vari settori, si offre come baby sitter, come dama di compagnia o come pulizie anche ad ore. Disposta anche a fare nottate. Referenziata Max seriet Tel. 339/4302436 RAGAZZA 26enne, automunita, con diversi anni di esperienza nel settore infantile, referenziata, cerca lavoro come baby sitter, nelle ore pomeridiane. Disponibile anche per servizi di accompagnamento (scuola, asilo, palestra, attivit varie) o per ore serali. Si garantisce max seriet. Chiamare solo se interessanti realmente. No chiamate anonime Tel. 320/1949573 RAGAZZA di 26 anni, auto munita, ricerca lavoro come baby sitter e aiuto in casa. Max seriet. No perditempo Tel. 345/3360842 RAGAZZA di 20 anni cerca lavoro come baby sitter o aiuto parrucchiera. Massima seriet. No perditempo Tel. 327/3010826 SIGNORA automunita, amante dei bambini offresi come baby sitter. Prezzo modico Tel. 334/7409409

SIGNORA matura cerca lavoro come baby sitter Tel. 347/0645397 SIGNORA referenziata nel settore educativo e dellinfanzia cerca lavoro come baby sitter. Disponibilit sia pomeridiana che notturna Tel. 340/3541405 328/0168084 - 0931/24936 SIGNORA con esperienza e buona presenza offresi come baby sitter. Massima seriet Tel. 349/2101091 SONO una giovane ventottenne laureata, di sani principi, la cui parola dordine costanza e pazienza. Ho avuto altre esperienze come baby-sitter, pertanto sono referenziata, e mi rendo disponibile a prendermi cura dei vostri figli a partire da un anno in su. Orari flessibili, sia part-time che full time, sono disponibile anche nelle ore serali Tel. 345/9123540 OFFRESI COLLAB. DOMESTICA GIOVANE signora, seria, educata e riservata, cerca occupazione come cuoca o come stiratrice con qualche piccola faccenda domestica. Anche solo 1 - 2 volte a settimana. Referenziata da anni nel settore, anche in quello alberghiero. Tassativamente non risp a chiamate anonime Tel. 329/9309242 RAGAZZA straniera, seria ed affidabile con esperienza lavorativa, cerca lavoro di pulizie o stiratrice Tel. 329/0831385 SIGNORA cerca lavoro per mezza giornata, per pulizie in casa e ufficio, con esperienza Tel. 340/1579433 SIGNORA con esperienza e buona presenza offresi come collaboratrice domestica. Massima seriet Tel. 349/2101091 CERCO lavoro come collaboratrice domestica, orario pomeridiano e serale. No intermediari Tel. 346/1351994 CERCO lavoro presso imprese di pulizie Tel. 327/2230146 CERCO lavoro ad ore come collaboratrice domestica, pulizie, in campagna ecc Tel. 389/4905885 COLF per famiglie referenziate, ragazza seria

www.astetribunale.com

La presenza del ministro dellInterno Alfano non serva soltanto a fini propagandistici ed autoreferenziali, ma sia unopportunit per la comunit

onesta cerca lavoro stabile presso solo donna o famiglia, fisso o a ore, per pulizie, cucinare, fare servizi, stirare. Chiedo stipendio fisso, no perditempi vari, no anonimo. Si babysitter. Non rispondo a voce maschile. Zona SiracusaAvola Tel. 392/7689002 GIOVANE donna cerca lavoro come pulizie scale, condomini, cameriera Tel. 340/0005262 PERSONA seria cerca lavoro presso imprese di pulizie o uffici Tel. 349/6292439 RAGAZZA cerca lavoro come collaboratrice domestica anche presso persone anziane Tel. 338/5907755 RAGAZZA volenterosa offresi a Siracusa per lavori di pulizia negozi, appartamenti, cucina privata, assistenza compagnia anziani. Anche presso Hotel o ristoranti Tel. 339/5910618 RAGAZZE cercano lavoro come pulizie uffici e scale, mezza giornata di mattina. Solo lavoro mensile Tel. 347/2655549 SIGNORA cerca lavoro come collaboratrice domestica o dama di compagnia solo donne o per stirare Tel. 0931/60486 - 347/2851287 SIGNORA ref. cerca lavoro come collaboratrice domestica pulizie varie, imprese di pulizie o case di riposo Tel. 349/8792324 SIGNORA italiana cerca lavoro come collaboratrice domestica. No perditempo Tel. 388/6948228 SIGNORA cerca lavoro come collaboratrice domestica, seria, pulita ed onesta. No perd. Tel. 0931/1855161 - 389/1342969 SIGNORA cerca lavoro come pulizie villette, uffici, condomini ad ore Tel. 366/3321495 SIGNORA straniera di colore cerca lavoro come pulizie, solo pomeriggio. Massimo 2 - 3 ore Tel. 328/8025922 SIGNORA cerca lavoro come collaboratrice domestica o pulizie ad ore. Oppure presso uffici, alberghi ecc ecc Tel. 327/8711148 AUTOPIU' ITALIANE ALFA Romeo 159, 1.9 jtd s.w., 150cv, imm.

TRIBUNALE DI SIRACUSA
Proc. esec. imm. n. 520/94 + 712/96 r.g. Il giorno 7.11.2013, ore 9,00, presso Tribunale di Siracusa, lavv. Marco Lombardo, quale professionista delegato, proceder alla vendita senza incanto, e, in caso di esito negativo, il giorno 14.11.2013, ore 9,00, proceder alla vendita con incanto, di panificio in Noto, via T. Fazello 251, p.t. di mq. 99 ca. (superficie commerciale compresi i muri interni ed esterni), in N.C.E.U. di Noto fl. 235, part. 1493 sub 1 (ex part. 404), confinante con ***, con *** e detta via Fazello. Prezzo base ribassato di 1/4: 73.125,00. Aumento minimo: 4.000,00. Concessione edilizia 120 del 2009. Certificazione di agibilit 191/2009. Limmobile occupato da terzi e ne in corso la liberazione. Offerte presso lo studio del professionista, in Siracusa via S. Giovanni alle Catacombe 7, entro le ore 17,00 del giorno non festivo precedente la vendita. Cauzione del 10% e fondo spese del 20% prezzo proposto con assegni circolari non trasferibili intestati al professionista. Saldo entro 60 giorni dallaggiudicazione. Per quanto qui non espressamente previsto si rimanda allavviso integrale di vendita, allordinanza di vendita e delega, alle relazioni dellesperto ed allegati, tutti disponibili, con modulistica di partecipazione, sul sito www.astegiudiziarie.it e presso lo studio del professionista. Il professionista delegato avv. Marco Lombardo 31/12/07,argento metallizzato, km 95.500 originali. Ottime condizioni. Tagliandata E 7300 Tel. 347/9289682 PRIVATO vende Fiat Grande Punto, 1.3, 16valvole, diesel multijet, 75 cv, 3 porte bianca, con climatizzatore, servost., autoradio kenwood, con lettore cd, mp3, usb, lettore cd, chiusura centralizzata con allarme, alzacr. elettrici, km 25.000, anno 2011. E 7000, solo privati Tel. 338/5810382 PUNTO Abarth 1.4cc, anno 2008, interni in pelle, ottimo stato Tel. 333/3339830 CAUSA trasferimento vendo auto Fiat Grande Punto, full optional, colore grigio, 1.3 multijet diesel, tre porte, km 4900, anno immatricolazione novembre 2011. E 12.000 tratt Tel. 389/9497364 FIAT 500 anno 95, 900cc, azzurro metallizzato, buone condizioni, revisionata E 1000 tratt Tel. 349/7275511 FIAT Bravo anno fine 2008, 1.9 multijet 120cv,

colore grigio, condizioni pari al nuovo, 77.000km, tagliandata, revisionata, cerchi da 17 con gomme da 225 nuove E 7800 tratt Tel. 328/6588325 FIAT Bravo 1.6 Multijet Dinamic, diesel, dicembre 2010, km 60.000, 5 porte. Prezzo affare E 9400 Tel. 388/7917794 LANCIA Delta E 700, dotata di gpl, bollo pagato maggio 2013. Ottimo affare, no perditempo Tel. 333/8318633 - 377/4928771 OCCASIONE vendo bellissima Alfa Romeo con garanzia di 4 mesi se si rompe qualcosa. Cambiata cinghia di distribuzione del motore, volano frizione e tante altre cose. Tutto dimostrabile. La macchina praticamente nuova dentro e fuori Tel. 347/1665753 STRANIERE SUZUKI Swift 1.3 DDIS DPF 5porte GL dicembre 2007, modello 2008, alimentazione diesel, full optional, Km 72.200 Eur 6.000 trattabili Tel. 347/9244659

del ministro dellInterno Angelino Alfano per fare il punto della situazione sui flussi migratori che coinvolgono per non dire travolgono, il territorio siracusano. Soltanto ieri sera sono arrivati ben 300 immigrati clandestini quasi tutti provenienti dalla Siria. La presenza del ministro Alfano, vice premier del governo Letta, deve rappresentare oltre che un momento di passerella politica, soprattutto unopportunit per Siracusa. Sotto laspetto dellemergenza profughi, la nostra provincia divenuta la nuova Lampedusa. Occorre maggiore attenzione ed un pi cospicuo intervento da parte dello Stato e non solo. Qualcuno dei nostri rappresentanti al Parlamento nazionale si chiesto a cosa sia servita la visita a Siracusa di Alfano per incontrare i nove prefetti siciliani. In effetti,,oltre alle parole di elogio per loperato di forze dellordine, protezione civile e semplici cittadini per fare fronte allemergenza sbarchi, poco o nulla emerso in termini di aiuti economici per la nostra terra. Eppure, poliziotti, carabinieri, finanzieri, marinai si stanno danno un gran daffare per assicurare il massimo degli interventi in ogni sbarco di immigrati. Quando andiamo ripetendo che la rappresentanza parla-

In foto, il ministro Alfano venerd scorso a Siracusa.

mentare regionale o nazionale siracusana debba fare voce grossa proprio per evita-

re che un fatto straordinario quale quello degli sbarchi, quanto davvero oneroso,

passi per una cosa del tutto ordinaria. Siracusa ha bisogno di maggiori attenzio-

ni. Il fatto che si voglia ad esempio, candidare la nostra citt ed il Sud Est della

Sicilia a capitale europea della cultura un segnale positivo, ma occorre a nostro giudizio fare di pi delle belle parole che sono state spese fino ad oggi. Altre citt molto pi importanti ed attrezzate della nostra, sono gi molti passi in avanti rispetto a noi. E allora, occorre passare ala pratica e imporre Siracusa in tutte le sedi. La politica in tal senso ha un compito importante se non basilare ai fini del rilancio economico e sociale della nostra citt ma anche dellintera provincia. Occorre stare con gli occhi ben aperti perch, anche se ci sono rassicurazioni dal governo che non avverr la spartizione delle aree con la perdita del porto di Augusta a favore della macro area di Catania, esistono i disegni e i progetti sono ancora validi. Insomma, maggiore rispetto per Siracusa ed i siracusani. Chiediamo troppo? Giuseppe Bianca

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Il recupero delle cave del Val di Noto premiato al salone di Padova


a riqualificazione delle cave del Val di Noto ad opera dellUfficio Provinciale di Siracusa dellAzienda Regionale Foreste Demaniali Siciliana stata oggetto di merito e di premiazione che avverr il 12 settembre prossimo, a Padova nellambito del Salone internazionale del florovivaismo e giardinaggio Flormart, si svolger la cerimonia di consegna del Premio La Citt per il Verde 14a edizione. Liniziativa della casa editrice Il Verde Editoriale di Milano ha come partner istituzionali PadovaFiere e lassociazione Touring Club Italiano, ed patrocinata dal Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dallUnione delle Province dItalia UPI, dallAssociazione Nazionale Comuni italiani ANCI e da Legautonomie Associazione autonomie locali Lombardia. Il Premio inoltre gode delladesione dalle seguenti associazioni di settore: AIAPP (Associazione italiana per larchitettura del paesaggio), AICu (Associazione italiana curatori di parchi, giardini e orti botanici), Associazione italiana direttori e tecnici pubblici giardini, AIPIN (Associazione italiana per lingegneria naturalistica), AIVEP (Associazione italiana verde pensile), ASSOVERDE (Associazione italiana costruttori del verde) e CONAF (Consiglio Nazionale dellOrdine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali). Anche questanno il Premio conferir i suoi prestigiosi riconoscimenti a Comuni e Province dItalia che hanno investito le loro risorse a favore del verde pubblico tramite interventi e metodi di gestione innovativi. Sindaci, assessori e tecnici delle amministrazioni premiate saranno presenti alla cerimonia e ritireranno il riconoscimento loro assegnato per i meritevoli progetti realizzati. La Giuria ha ritenuto di premiare lUfficio Provinciale di Siracusa dellAzienda Regionale Foreste Demaniali Siciliana Per lintervento di riqualificazione degli antichi percorsi e la valorizzazione del paesaggio delle cave del Val di Noto, attuato attraverso il recupero dei segni del territorio, quali tratturi,

Liniziativa dellufficio provinciale dellAzienda foreste Demaniali Siciliana

8 settembre 2013, domenica

I lavori di salvaguardia del paesaggio e gli interventi di ingegneria naturalistica eseguiti tra il 2008 e il 2012 in pi ampi progetti

Parco della Neapolis Allarme e preoccupazione


a mancata istituzione, da parte dellAssessorato regionale dei beni culturali e dellidentit siciliana, del Parco archeologico della Neapolis e degli altri parchi della provincia di Siracusa ha comprensibilmente destato allarme e preoccupazione. Lo sostiene il comitato Parchi di Siracusa, che ha stilato un documento con il quale oltre a stigmatizzare la posizione della Regione, auspica che possa essere recuperata tale identit. Il Parco archeologico stato proposto negli anni 50 del secolo scorso grazie alle competenze, allimpegno e alla lungimiranza dellarcheologo Luigi Bernab Brea, per trent'anni sovrintendente alle antichit della Sicilia orientale, e dellurbanista Vincenzo Cabianca, autore del secondo Piano regolatore di Siracusa - scritto nel documento - . Da allora sono passati quasi sessantanni nulla sembra essere cambiato. A mantenere questo stato di immobilismo negli anni hanno contribuito in modo determinante le disposizioni spesso contraddittorie e i silenzi dellassessorato regionale ai beni culturali. I progetti presentati dal sovrintendente Giuseppe Voza, in particolare, sono stati del tutto disattesi. Nei giorni scorsi lassessore Mariarita Sgarlata ha assicurato che il Parco archeologico di Siracusa si far e che la soprintendenza aretusea ha gi avviato tutte le procedure per perimetrare il parco. Tutto ci avverr, sempre secondo lassessore, nellambito del piano di riordino del sistema dei parchi archeologici. Vorremmo per ricordare che il Piano paesaggistico provinciale, di cui si bloccato in modo sospetto liter di approvazione, stabilisce la nuova perimetrazione del Parco delle mura dionigiane, ampliando le aree di tutela previste nel Piano Regolatore Generale (PRG), che gi introduce due tipologie di parco: quello archeologico e quello ambientale. Nello stesso PRG si parla del progetto del Parco delle mura dionigiane, lunico in grado di salvaguardare ampie aree del territorio siracusano, di grande valore archeologico e naturalistico, dalla cementificazione dissennata a cui continuiamo ad assistere. Proprio il Parco delle mura dionigiane al centro

Li esprime il Comitato Parchi di Siracusa a seguito della sua mancata istituzione

8 settembre 2013, domenica

Proposto negli anni Cinquanta, non ha mai avuto la fortuna di essere riconosciuto. Nuovo appello allassessore regionale ai Beni culturali, Maria Rita Sgarlata

In foto, Cavagrande.

del concorso nazionale di idee, che ci vede tra i promotori, rivolto agli studenti delle universit italiane di architettura e ingegne-

In foto, larea archeologica della Neapolis, che non stata riconosciuta dalla Regione Sicilia come parco archeologico.

ria edile, concorso che nel prossimo mese di ottobre premier i progetti migliori. Quando lassessore Sgarlata afferma che il Parco

della Neapolis e gli altri parchi della provincia di Siracusa si faranno, pensa certamente al Parco delle mura Dionigiane.

cave, botteghe conciarie ipogee di epoca medievale, che ben si armonizza a un contesto di grande naturalit . I lavori di salvaguardia del paesaggio e gli interventi di ingegneria naturalistica sono stati eseguiti tra il 2008 e il 2012 allinterno di pi ampi progetti di Rinaturalizzazione del territorio, tutela della biodiversit

biologica e valorizzazione della dimensione sociale , turistica e culturale delle foreste a valere di fondi regionali e comunitari. In particolare trattasi di Interventi silvocolturali su boschi di conifere e boschi misti volti allaumento del grado di naturalit, attraverso lesecuzione manuale di diradamenti di alberi al fine di favorire il naturale la-

tifogliamento dei boschi e della macchia, di lavori di asportazione della vegetazione infestante alloctona e pericolosa, di recupero di beni culturali e paesistici , quali ripristino di muri a secco, ripristino di infrastrutture nelle aree attrezzate, ripristino degli antichi sentieri, costruzione e ripristino di staccionate. In particolare gli interventi hanno preso in considerazione lesigenza di tramandare le testimonianze culturali identitarie (materiali ed immateriali) legate alluso dellacqua che scorre perenne nel fondo delle Valli. Gli interventi progettati e diretti dal Dirigente agronomoAntonino Attardo coadiuvato dal Rev. Forestale Giuseppe Cusumano, sono stati eseguiti in economia per amministrazione diretta con limpiego di manodopera forestale. LAssessore Regionale Dario Cartabellotta ha dichiarato il riconoscimento assegnato al Dipartimento Azienda Foreste Demaniali per i lavori eseguiti in provincia di Siracusa, lennesima testimonianza del proficuo lavoro operato dalla Regione a tutela dellambiente naturale e del paesaggio siciliano

ascita di un modello normativo di riferimento per le aree urbane che non hanno attuato programmi di recupero architettonico, di bonifica e riqualificazione ambientale e sono state invece caratterizzate da un ingiustificabile incremento edilizio. La recente vicenda urbanistica di Siracusa non pu considerarsi un caso isolato, in particolare nel Mezzogiorno dItalia dove piccoli e grandi centri, sfruttando le agevolazioni previste, si sono allargati a dismisura occupando aree archeologiche, terreni vulnerabili dal punto di vista geomorfologico, contesti naturalistici e zone di alto interesse paesaggistico. Non sono stati proposti piani di recupero delledilizia esistente e nulla stato fatto per rivitalizzare e riqualificare i quartieri gi serviti di ogni prolungamento del vivere civile. Lerrata previsione demografica e lesuberante attivit costruttiva mostrano da tempo i propri punti deboli e le conseguenze sono di allarmante evidenza. Nelle aree costruite mancano le infrastrutture, i servizi pi elementari e la gran parte dei requisiti previsti dalle norme urbanistiche. Considerando la situazione economica critica dellAmministrazione Comunale appare chiaro il difficile quadro dei futuri adeguamenti. Ci impone una seria riflessione in sede di formulazione delle nuove linee direttive del Piano Regolatore Generale. Nella consapevolezza che il modello di crescita di Siracusa, dal punto di vista delle pro-

Vi presento la Carta di Siracusa


blematiche, sia uguale a quello di molte altre realt urbane dellIsola e del Mezzogiorno, ho inteso attivare dei confronti , delle comparazioni tra sistemi similari, utili sia a meglio comprendere la dinamica degli errori che a programmare le direttive di correzione e sviluppo. E da questa valutazione che, nella stesura delle nuove linee direttive del PRG, ho pensato possa essere utile la creazione di una carta programmatica che per documentare la fase originale dei ragionamenti e dei progetti pu chiamarsi Carta di Siracusa per la cui elaborazione stimoler il confronto con le associazioni di categoria, le pubbliche istituzioni, gli enti pubblici e privati, gli albi professionali e tutti quei cittadini che a titolo personale o in gruppo vogliano contribuire a migliorare il modello urbano. Per lo stesso obiettivo saranno interpellate le istituzioni scientifiche del settore, le Universit che operano nel territorio e le Amministrazioni Pubbliche che allinsegna dellindicazione Cemento zero stanno gi operando nella nostra stessa direzione. La Carta di Siracusa sar utile a determinare le nuove linee di pianificazione, a rimodellare gli interventi concepiti come incomprensibile patchwork , ad avviare i piani particolareggiati di recupero e riqualificazione, a pensare alla citt come luogo della convivenza civile e non come spazio anonimo da occupare e costruire. Paolo Giansiracusa Assessore comunale allUrbanistica

INTERVENTI

Il caso di Avola: lappello Inviate gli ispettori in Procura


l caso di Avola, dove una donna stata uccisa dal marito il quale si poi ucciso a sua volta, stato al centro di un approfondimento della trasmissione televisiva Quarto grado in onda venerd scorso su Rete Quattro. Condotta dal giornalista Pierluigi Nuzzi, parte della trasmissione stata incentrata proprio sul caso di Antonella Russo, la donna di 48 anni uccisa dal marito, Antonio Mensa, ad Avola la sera del 12 agosto scorso davanti al figlioletto di appena 4 anni. Sono state trasmesse le dichiarazioni dei congiunti della donna che hanno ribadito come quel tragico episodio avrebbe potuto essre evitato. La colpa delle forze dell'ordine che non sono intervenute". ha ribadito Marco, 28 anni, uno dei figli delle due vittime. Anchre la sorella di Antonella ha ribadito la sua rabbia perch la denuncia per stalking presentata una settimana prima da Antonella Russo contro il marito rimasta inevasa. Tante le liti della coppia, sempre pi frequenti negli ultimi mesi, come riferito in trasissione dallavvocato Luca Ruaro, il quale si rammarica perch la Giustizia non abbia adottato alcun provvedimento a carico dell'uxoricida, un gommista di 58 anni, che dopo aver colpito la moglie con una fucilata alla gola aveva rivolto l'arma contro di s e si ucciso. E ci malhrado vi sarebbero almeno quattro denunce da parte della vittima, sporte presso la caserma dei carabinieri di Avola contro quel marito che manifestava con violenza la propria gelosia, per nulla rassegnato alla decisione della moglie di interrompere il rapporto. Per il legale della famiglia Russo, in sostanza, dopo le reiterate denuncie, la magistratra avrebbe dovuto assumere misure interdittive o addirittura il fermo di polizia gidiziaria a carico del Mensa. Dalla trasmissione di ieri poi emersa la richiesta al Ministero della Giustizia di inviare alla Procura di Siracusa gli ispettori ministeriali per aprire un vero e proprio caso. Insomma, stato chiesto di andare a fondo e verificare se ci siano stati atti omissivi in questa circostanza

La vicenda del gommista che ha ucciso la moglie prima di togliersi la vita con una fucilata

8 settembre 2013, domenica

Per i legali della famiglia della vittima sarebbero stati compiuti atti omissivi nel non dare seguito alle denunce da parte di Antonella Russo

Sbarchi, i maggiori problemi dalla pressione degli arrivi


l giorno dopo la visita del ministro dellInterno a Siracusa, continua lemergenza sbarchi. Un altro barcone carico di 300 immigrati approdato nelle ultime ore ad Augusta. Intanto, ilprefetto di Siracusa, Armando Gradone ha commentato il significato della visita del ministro Afano a Siracusa. La visita del ministro un segnale di attenzione alla situazione che stiamo vivendo in questa provincia. Conosceva gi la realt e le nostre esigenze e in tal senso ha assicurato il massimo sostegno di tutto l'apparato ministeriale e suo personale nel portare avanti le iniziative avviate per migliorare ancora di pi il dispositivo di accoglienza". "Il ministro - ha aggiunto il prefetto Gradone - ha sottolineato che la vicenda siriana espone la provincia di Siracusa in modo particolare. Soprattutto nell'ultimo mese di agosto i flussi di siriani sono stati davvero cospicui. Abbiamo avuto un numero che si avvicina alle 3 mila unit nel novero delle circa 7 mila presenze registrate sul nostro territorio nel giro di pochissimo tempo". "Siracusa un luogo di transito - ha detto Gradone . Il nostro dispositivo di accoglienza dunque organizzato e tarato sulla breve durata, di pochissime giornate. Il problema rappresentato dalla 'pressione', dalla

Il prefetto Armando Gradone soddisfatto della visita del ministro Alfano

8 settembre 2013, domenica

Determinano delle situazioni di possibile sovraffollamento. Ma sono situazioni contingenti, che durano pochissimo

In foto, Antonio Mensa ed Antonella Russo.

tragica nelal quale hanno perso la vita due persone. Le indagini sul caso di Avola

sono state assunte dal sostituto procuratore Giancarlo Longo, chiamato anchegli pi volte ci-

tato nel corso della trasmissione. R.L.

In foto, il prefetto di Siracusa, Armando Gradone.

E previsto per luned 16 settembre linsedia-

Sinsedia ufficialmente il 16 settembre il nuovo procuratore capo di Siracusa

GIUSTIZIA

sequenza di questi arrivi che, inevitabilmente, nel momento in cui si verificano determinano delle situazioni di possibile sovraffollamento. Ma sono

situazioni contingenti, che durano pochissimo. Attualmente nella provincia di Siracusa sono due i centri di accoglienza temporanei, l'ex

istituto 'Umberto I' che ospita circa 200 persone, gi accreditato, ed il centro 'Papa Francesco' di Priolo, dove per lo pi vengono ospitati minori non accom-

pagnati che ha una capienza di un altro centinaio di posti. Per quanto riguarda invece i centri Sprar, strutture di seconda accoglienza per i richiedenti

asilo, sono invece cinque di dimensioni diverse da una decina di posti ad una cinquantina ciascuno". Intanto, ecco i numeri del nuovo sbarco di migrantiavvenuto alle ore 19.30 di ieri, presso il molo commerciale del Porto di Augusta. E approdata una motovedetta della Capitaneria di Porto con a bordo 138 migranti, in prevalenza donne e bambini, di origine siriana. Alle ore 23 giunta in porto una seconda motovedetta con a bordo 155 cittadini extracomunitari di origine siriana ed egiziana. In totale nella serata di ieri sono giunti al porto commerciale di Augusta 293 migranti, di prevalente nazionalit siriana, di cui 124 uomini, 58 donne, 111 minori. Gli stranieri, dopo essere stati rifocillati, visitati ed identificati, sono stati accompagnati nelle strutture di accoglienza di Siracusa presso lIatituto Umberto primo e il Papa Francesco di Priolo Gargallo. R.L.

mento del nuovo procuratore capo di Siracusa. Francesco Paolo Giordano, infatti, stato al palazzo di Giustizia di viale Santa Panagia nei giorni scorsi, ma soltanto per incontrare suoi colleghi e per prendere visione logistica degli uffici. Ancora poco meno di una decina di giorni di ferie per lalto magistrato e poi lavvio della sua esperienza a capo della Procura di Siracusa, appena un anno dopo il terremoto provocato dal trasferimento dellallora procuratore capo Ugo Rossi, disposto dal Csm a seguito della richiesta avanzata dal Ministro per la Giustizia, Severino. Giordano stato nominato il 29 luglio scorso, all'unanimit, il plenum del Csm, dopo avere ottenuto il concerto del ministro della Giustizia. Procuratore capo di Caltagirone, Giordano nellimmnediatezza della nomina ha avuto modo di riferire che:"Sono molto soddisfatto per il nuovo incarico - ha commentato - e anche gratificato per

l'unanimit dei consensi. Far del mio meglio per fare lavorare con serenit e efficienza la Procura". Dovr ancora attendere, invece, il procuratore aggiunto Claudio Corselli, il quale ha ottenuto dalla quinta commissione del consiglio superiore della magistratura il via libera ad occupare il posto di procuratore aggiunto presso il tribunale di Palermo, lasciato libero dal dimissionario Antonio Ingroia. In realt, Corselli vincitore del ricorso avverso la precedente nomina di Ingroia, ma non ha avuto seguito pratico la propria richiesta. Pwr il suo trasferimento a Palermo si attende soltanto che il Plenum del Csm ratifichi quanto adottato dalla commissione. E gi si fanno i nimi dei possibili successori alla proltrona di procuratore aggiunto presso il tribunale di Siracusa. In pole position vi sarebbe lattuale procuratore della Repubblica di Modica, Francesco Pulejo, a seguito della contrazione degli uffici giudiziari che tocca anche gli uffici giudiziari della citt della Contea. F.N.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

I digiunatori di pace in ogni parte del mondo


Rispetto
ai suoi predecessori che si sono sempre occupati di pace, questo Papa ha intrapreso una strada nuova, quella di coinvolgere tutti gli uomini della terra. E memorabile il grido di allarme di Pio XII alla vigilia della seconda guerra mondiale quando con un suo messaggio al mondo disse che con la guerra tutto perduto e mise allopera tutte le nunziature apostoliche nel mondo. Giovanni XXIII ricorrendo ai suoi messaggi a Kennedy e a Crusciov scongiur la guerra di Cuba. Precursore di Papa Francesco fu Giovanni Paolo II che parlando direttamente agli uomini di Polonia diede il primo colpo al muro di Berlino. E superfluo sottolinearlo che questi grandi Papi trovavano la loro forza nella preghiera. Sulla scia di papa Woityla si mosso Papa Francesco che per la pace in Siria ha coinvolto nellinvito alla preghiera e alla giornata di digiuno non soltanto i cattolici, non soltanto i cristiani, non soltanto gli uomini di altre religioni, ma anche i non credenti. Ha fatto capire agli uomini della terra che tutti gli uomini e le donne della terra possono diventare operatori di pace. Ha messo nei cuori degli uomini due armi formidabili: la preghiera e il digiuno. La preghiera vuole che sia un fatto di comunicazione fra gli uomini; oltre quella individuale ha proposto quella comunitaria fra credenti di tutte le religioni insieme ai non credenti; tutti insieme per sentirsi accomunati nella ricerca di pace e per questo in ogni parte del mondo l dove c una chiesetta cattolica, l si incontreranno uomini di razze e credo differenti. Sembra un Papa fuori tempo che propone il digiuno alluomo moderno che mangia tanto da avere il problema della linea e dellobesit . Ma il digiuno stato sempre un segno di contatto e comunicazione fra luomo e Dio. Digiun per 40 giorni Gesu stesso, e prima di lui aveva digiunato nel deserto Giovanni; e nellAntico Testamento il di-

TACCUINO. Linvito del Santo Padre raccolto da tutte le religioni

8 settembre 2013, domenica

Gli uomini della terra, dal pi umile al pi forte, da oggi si sentiranno protagonisti della storia

In foto, Papa Francesco. Sotto, larcivescovo Pappalardo.

giuno era lofferta di penitenza che gli uomini facevano a Dio. Il digiuno qualcosa che ci tocca intimamente e personalmente e diventa offerta personalissima di sacrificio al Creatore del cielo e della terra. Preghiera e digiuno faranno scoppiare la pace?

Non lo so; ma di una cosa sono certo, che gli uomini della terra, dal pi umile al pi forte, da oggi si sentiranno protagonisti della storia della pace. I frutti si vedranno nel tempo; Iddio non ha mai abbandonato le sue creature. Titta Rizza

Anche la Diocesi di Siracusa ha risposto all'appello di Papa Francesco che all'Angelus del 1 settembre scorso ha indetto per tutta la Chiesa una Giornata di digiuno e preghiera per la giornata di ieri. L'arcivescovo di Siracusa, mons. Salvatore Pappalardo, ha indetto una veglia di preghiera al Santuario della Madonna delle Lacrime che si tenuta ieri sera. "Una Giornata - ha scritto l'Arcivescovo per invocare dal Signore il dono della pace "per l'amata Nazione siriana e per tutte le situazioni di conflitto e di violenza nel mondo". Vi esorto a divulgare l'accorato appello del Papa - ha continuato l'Arcivescovo rivolgendosi ai presbiteri della Diocesi - e ad organizzare in ciascuna comunit parrocchiale una veglia di preghiera. Nei paesi, dove possibile, preferibile organizzare una celebrazione unitaria. Accogliamo con piena dedizione l'invito del Papa alla preghiera e al digiuno affinch, come Egli stesso auspica "una catena di impegno per la pace unisca tutti gli uomini e le donne di buona volont".

Digiuno osservato a Siracusa

CULTO

Sono partite le attivit di qualificazione delle imprese e dei i lavoratori che svolgono attivit su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento daria, pompe di calore che contengono gas fluorurati ad effetto serra. A margine di due giorni di formazione, si sono tenute le attivit di certificazione degli operatori da parte dellente convenzionato TUV.La certificazione F-GAS un obbligo di legge previsto dal D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43 la cui principale finalit quella di tutelare lambiente e quindi garantire che tutti gli operatori abbiano i requisiti e le competenze necessarie per ridurre le emissioni di gas serra.La normativa prevede che, per operare su apparecchiature che prevedono lutilizzo di F-GAS, il personale tecnico debba essere in possesso di una specifica certificazione rilasciata da Organismi accreditati. Anche le Imprese che operano in questo campo devono essere certificate, previa dimostrazione di servirsi di un adeguato numero di personale tecnico certificato. Le prime attivit formative ed il successivo esame si sono svolti presso la CNA di Siracusa nei giorni scorsi e si sono conclusi con una giornata di esame superato brillantemente dal 100% dei partecipanti.Puntiamo molto nella qualificazione delle nostre imprese ha commentato il presidente di CNAInstallazione impianti Franco Rattizzato e per queste ragioni abbiamo voluto organizzare in sinergia con il TUV le attivit di qualificazione direttamente a Siracusa. In un momento di grande difficolt come quello che viviamo in questo tempo specializzarsi fondamentale. Auspichiamo che queste attivit siano propedeutiche ad una maggiore attenzione verso il settore evitando il continuo proliferare di soggetti non qualificati che operano senza alcuna iscrizione, partita iva e qualifica. Formazione ed aggiornamento deve voler dire garanzia e le istituzioni devono necessariamente favorire queste imprese che, nonostante la crisi, investono per migliorare le proprie prestazioni in termini di tutela dellambiente, sicurezza e innovazione tecnologica.

Si formano nuovi frigoriferisti

ECONOMIA

vita di Quartiere

8 settembre 2013, domenica

Si tratta del dottor Francesco Alfieri il quale, eletto allunanimit, affiancher la presidenza e la dirigenza dellassociazione imprenditoriale

Proprio

Acradina: Confcommercio Siracusa ha un suo nuovo direttore


sidente provinciale che va posizionato per completare la squadra della nuova Confcommercio. Abbiamo scelto un giovane che ha maturato importanti esperienze dirigenziali e che ha gi dimostrato sul campo limpegno e la qualit del suo lavoro. Alfieri si dovr occupare del rilancio dellassociazione attraverso lorganizzazione di una pi capillare rete di rapporti interni ed esterni e lo sviluppo di nuovi servizi innovativi a supporto delle piccole e medie imprese del terziario, del commercio e del turismo. Ovviamente un onore per me ricoprire questo incarico ha sottolineato Alfieri allinterno dellassociazione datoriale pi grande dItalia. Avendo gi collaborato da pi di un anno con la struttura, ritengo di avere un quadro completo del mio impegno. Comincer da subito a sviluppare delle azioni di marketing associativo per comunicare allesterno la bont e la moltitudine dei servizi che questa grande associazione offre. Nel frattempo, mi impegner a sostenere, anche attraverso il collegamento con la Confederazione nazionale, tutte le aziende che vogliono innovarsi e quelle di nuova costituzione. Istituiremo, inoltre, un nuovo ramo dellassociazione denominato Confstartup che indirizzer i giovani verso scelte pi concrete per il proprio business, oltre alla possibilit di entrare allinterno del circuito Business Angel: una rete di rapporti creati da Confcommercio nazionale. Di seguito un breve curriculum professionale del nuovo Direttore di Confcommercio Imprese per lItalia per Siracusa. Francesco Alfieri, classe 1975, si laureato con lode in Teorie della Comunicazione e dei Linguaggi. Ha conseguito un master universitario in Comunicazione e valorizzazione dei beni antropolico-culturali. Ha seguito il seminario sullimportanza della vita della persona umana presso il Parlamento Europeo nella sede di Strasburgo nel 1998 e il seminario sulla salvaguardia delle coste e la formazione di una polizia costiera europea presso il Parlamento Europeo nella sede di Bruxelles nel 2011. Ha creato la sua prima azienda nel 2001 fornendo servizi nellambito della comunicazione e del marketing pubblico e privato. E stato nel 2010 presidente dellassociazione culturale e di volontariato Solidalmente, svolgendo attivit a scopo sociale nel territorio. Iscritto allOrdine dei Giornalisti di Sicilia, consulente di diverse aziende ed enti pubblici nellambito della comunicazione pubblica e privata. Si occupato di organizzazione e lavoro selezionando personale qualificato per altre societ. Docente di sociologia, comunicazione e marketing sia allinterno di istituti superiori sia allinterno di corsi di Alta formazione. Attualmente ricopre un ruolo organizzativo allinterno dellEnte bilaterale territoriale di Siracusa occupandosi di lavoro, organizzazione e rapporti sindacali. Per Confcommercio si gi occupato di organizzazione delle attivit sociali, lavoro, strategie di marketing e comunicazione. E componente della commissione del Distretto turistico della provincia di Siracusa e della commissione Siracusa capitale europea della cultura.

ultimamente si riunita la Giunta provinciale di Confcommercio Imprese per lItalia per eleggere il nuovo Direttore dellassociazione di Siracusa. In seguito al lavoro svolto e alle esperienze maturate i dirigenti di Confcommercio hanno votato allunanimit il nuovo direttore nella persona del Dott. Francesco Alfieri. Il nuovo direttore dovr affiancare la presidenza e tutti i dirigenti nellazione di rilancio che lassociazione, oramai da due anni, ha intrapreso. Secondo il nuovo statuto la figura del direttore ha ruoli di grande rilevanza e responsabilit. E il garante della democrazia dellente, la memoria storica ed il responsabile dellorganizzazione e del personale, della formazione e di tutti i servizi che vengono erogati. Un altro tassello ha dichiarato Romano, pre-

a stessa Confcommercio, o Confederazione Generale Italiana del Commercio, del Turismo, dei Servizi, delle Professioni e delle Piccole e Medie Imprese operanti in particolar modo nel comparto del commercio e dei servizi, costituisce l'organismo di rappresentanza delle imprese che sono impegnate nel commercio, nel turismo e nei servizi (settore terziario). Attualmente rappresenta circa 820 mila imprese ed diramata sul territorio italiano tramite le varie agenzie Ascom (acronimo di Associazione dei Commercianti, degli Operatori e dei Servizi) provinciali. Le principali aree di attivit sono quelle elencate di seguito. Ambiente, qualit e sicurezza. Commercio. Comunicazione e immagine. Credito. Fisco. Formazione. Innovazione, servizi, professioni e utility. Internazionalizzazione ed Eurosportello. Lavoro e relazioni sindacali. Marketing associativo. Osservatorio istituzionale e legislativo. Previdenza e assistenza sociale. Relazioni con il sistema associativo. Studi economico-sociali. Trasporti e infrastrutture. Turismo. A seguire anche lelenco dei Presidenti nazionali. Amato Festi (1946 1951). Giovanni Maria Solari (1951 - 1956). Sergio Casaltoli (1956 1971). Giuseppe Orlando (1971 1986). Francesco Colucci (21 gennaio 1987 - 19 giugno 1995). Sergio Bill (20 giugno 1995 - 2005). Carlo Sangalli (10 febbraio 2006, attualmente in carica).

Un sodalizio federativo tra gli imprenditori commerciali e del settore servizi

10

8 settembre 2013, domenica

Ortigia: Le fate al Maniace

Presentazione di una rivista come momento di creativit espressiva

Citt: Evidenti criticit nella gestione del randagismo

ltimamente nello spiazzale antistante il castello Maniace (area Maniace), si tenuto levento Fate Festa con Noi! nel corso del quale stato presentato Le Fate, rivista di arte, cultura e identit siciliana. Il periodico, distribuito nelle province di Siracusa, Ragusa, Catania, Messina, Enna, Caltanissetta, coglie loccasione per festeggiare il suo pri-

In foto, le cortine murarie di castel Maniace. mo anno di vita con un programma che coinvolge le macroaree di appartenenza: Letteratura, Arte, Spettacolo, Musica, Spazio e Impresa. Levento stato coordinato dalleditore della Phoenix Media e art director Alina Catrinoiu e dal direttore editoriale Carlo Muratori, e prevede unaccattivante scaletta che animer il pubblico dallora dellaperitivo fino a tarda sera. Fate Spettacolo, dopo una breve presentazione di Silvia Bellia, metter in scena un momento teatrale dal titolo Improvvisazione a delinquere, con Carmela Buffa Calleo, Eliana Esposito (coordinatrice dellarea), Raffaella Esposito e Peppe Tringali. Con Fate Arte interverr Ornella Fazzina (coordinatrice dellarea) su Le Fate in rapporto

alla politica culturale ed artistica della rivista, Giuseppe Carrubba sulla pratica dellinstallazione tra scultura e azione performativa, Michele Romano sullopera dello scultore Giovanni Galizia. Successivamente il flautista Mario Filetti ha eseguito in prima assoluta mondiale il Prlude ed Divertissement pour solo flte en Sol JS181 di Joe Schittino (collaboratore di Fate Spazio). Per Fate Identit, sar presentato un intervento poetico a cura di Donatella Ventura (coordinatrice dellarea), Carlo Blangiforti e Daniela Ferrara (di Fate Impresa), con le voci recitanti di Marianna Occhipinti e Luca Garsallah. Ade esso ha fatto seguito, un intervento musicale di Adriana Spuria, cantante, musicista e autrice, che eseguir brani tratti dal suo album Il mio modo di dirti le cose. Ancora, Fate Letteratura (coordinatrice Daniela Frisone) presenter dei brani tratti da testi di autori siciliani, recitati da Lorenzo Falletti, Marcella Zindato e Luigi Piccione Di Rosolini, e accompagnati da una performance del chitarrista Gioacchino Papa e proiezioni di immagini dei fotografi Franca Centaro, Maria Pia Ballarino, Manlio Scamporlino e Luca Scamporlino. A seguire gli interventi di Alessandro DAmato (collaboratore di Fate Spazio) con Le Mine Vaganti e dello psicologo Sandro Vero, curatore della rubrica Segni e Sogni. A chiudere la serata un momento jazz con Santi Romano al contrabbasso, Tony Cirinn alla tromba, Raffaele Genovese al pianoforte e Gioacchino Papa

Settembre

Facendo seguito alla prima conferenza stampa,

il gruppo di lavoro che ha messo in rilievo le criticit delle politiche dell'Amministrazione comunale in tema di randagismo e animali d'affezione rilancia sul piano dei regolamenti. "Lesperienza pi avanzata di molte citt del nord Italia in tema di libero accesso degli animali daffezione nei locali pubblici - spiega la consigliera comunale Cetty Vinci - ci insegna quali sono le opportunit amministrative che anche il Comune di Siracusa potrebbe cogliere. Anche per migliorare le proprie politiche di accoglienza in campo turistico, venendo incontro a quella fascia di visitatori che giungono in citt accompagnati dai loro amici a quattro zampe. Molte citt hanno, infatti, adottato da tempo dei regolamenti pro accesso al cane come per esempio la citt di Torino, a tutela del benessere degli animali in citt: nei locali aperti al pubblico e nei pubblici uffici, i cani tenuti con guinzaglio e museruola (eccetto quelli di piccola taglia portati in braccio) hanno libero accesso, salvo una decisione contraria ma adeguatamente motivata dal punto di vista igienico-sanitario da parte del titolare. E stato proprio il Ministero del Turismo in collaborazione con lAnci nel 2010 a redigere il testo di unordinanza prototipo invitando le Amministrazioni locali ad adottarla, permettendo ai cani laccesso nei luoghi pubblici, nei bar e nei ristoranti, negli uffici postali, sui mezzi di trasporto". "Esistono regioni italiane che si sono dotate di una legislazione molto avanzata in materia - chiosa Marcello Lo Iacono - ma in questa fase costituirebbe gi un passo avanti per il Comune di Siracusa ladozione del regolamento che fa seguito alla proposta del Ministero del Turismo". Il 14 agosto 1991 stata approvata dal Parlamento la Legge n. 281 - Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo. La legge ha rappresentato un elemento di forte innovazione rispetto alla precedente normativa nazionale. Tra le innovazioni introdotte dalla Legge 281/91 vi il divieto (art. 2, comma 2) della soppressione dei cani vaganti accalappiati o comunque ricoverati o detenuti presso i canili sanitari come sino ad allora era stabilito dal "Regolamento di Polizia Veterinaria" (Rpv) DPR n. 320 dell'8 febbraio 1954. Il principio cos detto "no kill" introdotto dalla legge 281 ha rappresentato per molti anni una prerogativa unica del nostro Paese. Recentemente anche altri Paesi hanno adottato il divieto di soppressione o hanno progetti di legge in discussione per la sua adozione. La legge 281/91, allarticolo 8 prevede listituzione, presso il Ministero della sanit, di un fondo per la sua attuazione a decorrere dallanno 1991. Il Ministro, con proprio decreto, ripartisce annualmente tra le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano le disponibilit di tale fondo.

allinsegna dellarte, della cultura e della solidariet. Dall8 al 28 settembre la Compagnia dei pupari Vaccaro-Mauceri e la Parrocchia dellImmacolata, con il patrocinio gratuito degli assessorati al Turismo e ai Beni Culturali metter in scena Music & Drama Fest, dodici appuntamenti culturali, per sostenere le 370 famiglie indigenti che la parrocchia assiste. Gli spettacoli si terranno presso la chiesa di San Giovannello. Levento stato peraltro presentato nel corso di una conferenza alla sala stampa Archimede. Ad essere presenti gli assessori al Turismo, Francesco Italia e alle Politiche culturali, Alessio Lo Giudice, nonch gli organizzatori. L Opera dei Pupi un particolare tipo di teatro delle marionette che si afferm stabilmente nellItalia meridionale e soprattutto in Sicilia tra la seconda met dellOttocento e la prima met del Novecento. I pupi siciliani si distinguono dalle

Per raccogliere fondi utili al sostengo delle famiglie povere della parrocchia dellImmacolata
essa tramite uno snodo, ma la attraversasse dallinterno e - cosa ben pi importante sostitu il sottile filo per lanimazione del braccio destro con la robusta asta di metallo, caratteristica del pupo siciliano. Questi nuovi espedienti tecnici consentirono di imprimere alle figure animate movimenti pi rapidi, diretti e decisi, e perci particolarmente efficaci per imitare sulla scena duelli e combattimenti, che tanta parte avevano nelle storie cavalleresche. Esistono in Sicilia due differenti tradizioni, o stili, dellOpera dei Pupi: quella palermitana, affermatasi nella capitale e diffusa nella parte occidentale dellisola, e quella catanese, affermatasi nella citt etnea e diffusa, a grandi linee, nella parte orientale dellisola ed anche in Calabria. Le cronache raccontano che liniziatore dellOpra a Catania fu don Gaetano Crimi (1807 - 1877), il quale apr il suo primo teatro nel 1835. Le due tradizioni differiscono per

Partono stasera le rappresentazioni di beneficenza della compagnia dei pupi Vaccaro/Mauceri

Ortigia: Lopra della solidariet


8 settembre 2013, domenica

11

altre marionette essenzialmente per la loro peculiare meccanica di manovra e per il repertorio, costituito quasi per intero da narrazioni cavalleresche derivate in gran parte da romanzi e poemi del ciclo carolingio. Le marionette del Settecento venivano animate dallalto per mezzo di una sottile asta metallica collegata alla testa attraverso

uno snodo e per mezzo di pi fili, che consentivano i movimenti delle braccia e delle gambe. In Sicilia, nella prima met dellOttocento, un geniale artefice di cui ignoriamo il nome escogit gli efficaci accorgimenti tecnici che trasformarono le marionette in pupi. Egli fece in modo che lasta di metallo per il movimento della testa non fosse pi collegata ad

dimensioni e peso dei pupi, per alcuni aspetti della meccanica e del sistema di manovra, ma soprattutto per una diversa concezione teatrale e dello spettacolo, che ha fatto s che nel catanese si affermasse un repertorio cavalleresco ben pi ampio di quello palermitano e per molti aspetti diverso. Di seguito le caratteristiche dei pupi di tradizione palermitana. Dimensioni dei pupi: da cm. 80 a un metro di altezza. Peso: fino a Kg. 8 circa. Caratteristiche della meccanica: ginocchia articolate; se il pupo un guerriero, la spada si pu sguainare e riporre nel fodero. Sistema di manovra: dai lati, a braccio teso: gli animatori sono posizionati dietro le quinte laterali del palcoscenico e poggiano i piedi sullo stesso piano di calpestio dei pupi. Spazio scenico: superficie dazione dei pupi pi profonda che larga: la larghezza della scena limitata dalla possibilit degli animatori di sporgersi dalle quinte senza farsi vedere dai lati.

Un

Territorio: Un impegno molto importante


Protezione civile per la citt e per la zona industriale. E' stato un provvedimento con un iter burocratico lungo e complesso - ha ricostruito il presidente della Commissione attivit produttive - che ha visto la forte attenzione dell'Irsap che ha inviato la parte di atti di sua competenza e dell'assessorato all'Economia che in tempi rapidissimi ha portato a questo risultato. Risultato ottenuto grazie all'impegno e all'attenzione delle rappresentanze territoriali. Immagino che anche altri colleghi parlamentari e diversi rappresentanti della Provincia si siano mossi in questa direzione. E' un esempio di buona politica e di reale interesse nei confronti delle esigenze del territorio. Con questa caserma dei Vigili del fuoco la nostra provincia ha fatto un passo in avanti nel campo della Protezione civile". Il Corpo nazionale dei vigili del fuoco (noto con la sigla Cnvvf) un corpo di sicurezza pubblica ad ordinamento civile, con funzioni di polizia giudiziaria della Repubblica italiana dipendente dal Ministero dell'interno, Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, per mezzo del quale vengono espletate le competenze istituzionali di prevenzione incendi, soccorso pubblico e difesa civile, oltre a tutte le attivit assegnate al Corpo dalle leggi e dai regolamenti, secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo 8 marzo 2006, n. 139. I compiti d'istituto del Corpo sono la salvaguardia di persone, animali e beni, il soccorso tecnico urgente e la prevenzione incendi; inoltre il Corpo si adopera per garantire la sicurezza dello Stato in casi di emergenza provocati da atti definibili "aggressioni alla nazione". Il Ministero della Difesa prevede la stesura di un piano nazionale che definisce le minacce, quali: chimiche, batteriologiche, radioattive e nucleari. Fu istituito con il regio decretolegge del 27 febbraio 1939 n. 333, successivamente convertito in legge 27 dicembre 1941 n. 1570, istitutivo il Corpo pompieri alle dirette dipendenze del Ministero dell'Interno, che riun tutti i corpi dei pompieri precedentemente presenti sul territorio nazionale nelle varie citt. Successivamente il termine pompiere fu sostituito da vigile del fuoco, termine in uso a Roma. Lo scopo della sua creazione fu quello di garantire un adeguato soccorso a tutta la popolazione Italiana.

Sul piano della protezione civile per delle popolazioni esposte a molteplici rischi

impegno importante sul fronte della protezione civile per Priolo e per la zona industriale. Un successo di quanti si sono impegnati in questa vicenda". Cos il presidente della Commissione attivit produttive all'Ars, Bruno Marziano, commenta l'arrivo sul tavolo dell'assessore regionale all'Economia il provvedimento con il quale la Regione concede ai Vigili del Fuoco, in comodato d'uso gratuito, l'immobile che a Priolo ha prima ospitato l'ufficio speciale per il Piano di risanamento ambientale e poi gli uffici Irsap. "Edificio che sar la nuova sede del distaccamento dei Vigili del Fuoco - ha spiegato Marziano -. A regime ci saranno 28 vigili, 16 dei quali sono gi distaccati a Priolo mentre gli altri arriveranno. Un importante intervento di

12

Rubrica settimanale a cura della Confesercenti Siracusa


Art. 1 Nuove assunzione e stabilizzazione professionale dei giovani Nellart. 1 del d.l. 28.6.2013 n. 76, sub l. 9.8.2013 n. 99 (dora in poi anche Decreto Legge) vi sono due forme di incentivazione delloccupabilit giovanile. La prima riguarda le nuove assunzioni. La seconda concerne la stabilizzazione professionale dei giovani. Nuove assunzioni per lavoratori molto svantaggiati Al fine di favorire la stabilizzazione professionale dei giovani, le disposizioni di cui al primo comma dellart. 1 del Decreto Legge prevedono listituzione di un incentivo a favore dei datori di lavoro che assumano con contratto a tempo indeterminato. In particolare, lincentivo corrisposto al datore di lavoro che assuma lavoratori di et compresa tra i 18 e i 29 anni i quali rientrino in una delle seguenti condizioni: a) siano privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi; b) non abbiano conseguito un diploma di scuola media superiore o professionale. Lincentivo corrisposto al datore di lavoro mediante conguaglio nelle denunce contributive mensili nel periodo di riferimento (un regime particolare previsto per il settore dellagricoltura). Lammontare dellincentivo pari a un terzo della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali ed riconosciuto per un periodo non superiore ai 18 mesi. In ogni caso il valore mensile dellincentivo non pu eccedere la soglia di Euro 650 per ogni lavoratore assunto in conformit alle disposizioni qui in esame. Lincentivo di cui al menzionato art. 1 comma 1 del Decreto Legge si applica alle assunzioni effettuate a decorrere dalla data di approvazione degli atti di riprogrammazione regionali (commi 12 ss. dellart.1). Tali assunzioni debbono essere effettuate non oltre il 30 giungo 2015. Il ministero del lavoro si impegnato a fornire comunicazione della data di decorrenza dellincentivo mediante avviso pubblicato sul sito internet. Dette assunzioni devono necessariamente determinare un aumento occupazionale netto, il quale calcolato sulla base della differenza tra il numero di lavoratori rilevato in ciascun mese e il numero di un diploma di scuola media superiore o professionale chi non abbia conseguito un titolo di studio di istruzione secondaria superiore. Ripartizione e integrazione dei fondi Le risorse destinate al finanziamento dellincentivo straordinario sono determinate: per le Regioni Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna e Sicilia nella misura di Euro 500 milioni per il triennio 2013-2016. Tali somme saranno ricavate (i) mediante la riprogrammazione dei programmi nazionali cofinanziati dai Fondi strutturali 2007-2013 e (ii) la rimodulazione del Piano di Azione Coesione; per le restanti Regioni, nella misura di Euro 294 milioni per il triennio 2013-2016. Le Regioni e le Province autonome, anche non rientranti nellarea del Mezzogiorno, utilizzando le risorse programmate nellambito dei Programmi operativi regionali 20072013, possono prevedere un ulteriore finanziamento dellincentivo. In tal caso ne daranno immediatamente comunicazione allINPS, al Ministero del lavoro e al Ministero delleconomia. Adeguamento procedure INPS L'incentivo di cui allart. 1 erogato dall'INPS con le seguenti modalit. L'INPS provvede, entro tre giorni dalla presentazione della domanda di ammissione al beneficio da parte del soggetto interessato, a fornire una specifica comunicazione in ordine alla sussistenza di una effettiva disponibilit di risorse per l'accesso al beneficio medesimo. Successivamente a detta comunicazione, lINPS opera a favore del richiedente una riserva di importi pari allammontare previsto del beneficio spettante sulla base della documentazione allegata alla domanda. Viene assegnato al richiedente un termine perentorio di sette giorni lavorativi per provvedere alla stipula del contratto di lavoro che da' titolo all'agevolazione. Entro il termine perentorio dei successivi sette giorni lavorativi, il richiedente ha l'onere di comunicare allufficio competente dell'INPS l'avvenuta stipula del contratto che da' titolo all'agevolazione. In caso di mancato rispetto dei termini perentori di cui sopra (7 giorni + 7 giorni), il richiedente decade dalla riserva degli importi operata in suo favore, che vengono conseguentemente rimesse a disposizione di ulteriori potenziali beneficiari. Tale incentivo viene riconosciuto dall'INPS in base all'ordine cronologico di presentazione delle domande cui abbia fatto seguito l'effettiva stipula del contratto che da' titolo all'agevolazione (secondo il principio prior in tempore potior in iure). L'INPS non prende pi in considerazione ulteriori domande con riferimento alla Regione per la quale stata verificata tale insufficienza di risorse, valutata anche su base pluriennale con riferimento alla durata dell'incentivo. LINPS fornir immediata comunicazione mediante il proprio sito internet istituzionale. Criticit Nellipotesi di gruppi societari viene stabilito che laumento occupazionale effettivo solo se considerato al netto delle diminuzioni occupazionali verificatesi a livello di gruppo. Tale disposizione riguarda non soltanto le ipotesi di controllo o collegamento societario individuate dallart. 2359 Cod. Civ. ma anche i casi di societ facenti capo, anche per interposta persona, ad un medesimo soggetto. Tale previsione rende evidente la volont del legislatore di dilatare al massimo la nozione di gruppo di impresa. Appare problematica lindividuazione del tipo di collegamento descritto nella disposizione posto che la giurisprudenza di legittimit nel tempo ha fatto ricorso a criteri non univoci per lidentificazione del cd. collegamento di fatto. Art. 2 Misure straordinarie per loccupabilit giovanile Tutte le misure straordinarie di cui allart. 2 del Decreto Legge sono tese a fronteggiare la crisi occupazionale che coinvolge soprattutto i giovani. Contratto di apprendistato Entro il 30 settembre 2013, la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano (di seguito anche Conferenza) dovr emanare nuove linee guida al fine disciplinare il contratto di apprendistato

Speciale Vademecum Incentivi a sostegno dell'occupazione


8 SETTEMBRE 2013, DOMENICA

Vademecum sulle misure introdotte dal d.l. 28.6.2013 n. 76 sub l. conv. 9.8.2013 n. 99 e osservazioni sul Decreto Direttoriale 3.6.2013 (Testo consolidato decreti 264 e 390 - Incentivi a sostegno dell'occupazione) nonch sulla Circ. INPS 24.07.2013, n. 111
professionalizzante. Nellambito delle linee guida, in deroga al d.lgs. 167 del 2011, possono essere adottate le disposizioni di seguito indicate: a) il piano formativo individuale obbligatorio esclusivamente in relazione alla formazione per lacquisizione delle competenze tecnicoprofessionali e specialistiche; b) la registrazione della formazione e della qualifica professionale eventualmente acquisita effettuata in un documento avente i contenuti minimi previsti in tema di libretto formativo del cittadino; c) nel caso di imprese multi-localizzate, la formazione avviene nel rispetto della disciplina della Regione in cui ha sede legale lazienda. Qualora la Conferenza non emani le linee guida sopra citate entro il 30 settembre 2013, per le assunzioni con contratto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere, effettuate dallentrata in vigore del Decreto Legge, trovano diretta applicazione le disposizioni di cui alle lettere a), b) e c). Resta comunque salva la possibilit di una diversa disciplina (i) in seguito alladozione delle richiamate linee guida ovvero (ii) in seguito alladozione di disposizioni di specie da parte delle singole Regioni. Rivisitazione tirocinio Listituto del tirocinio stato istituito con lart. 8 della l. 196 del 1997 che ha fissato i principi generali, in seguito attuati mediante il D.M. 25 marzo 1998, n. 142. Successivamente allemanazione della l. cost. 3 del 2001 di riforma del Titolo V della Costituzione sono sorti dei dubbi in merito alla competenza legislativa relativa allistituto in esame poich la materia della istruzione e formazione professionale stata attribuita alla competenza esclusiva della Regioni. La Corte Costituzionale, con sentenza n. 50/2005 in tema di tirocinio estivo ha ricondotto i tirocini alla materia della formazione professionale sancendo cos la competenza esclusiva delle Regioni. Con il d.l. 138 del 2011 (convertito in l. 148 del 2011) il Governo ha proceduto al riordino del quadro normativo, distinguendo tra tirocini curriculari (disciplinati da normativa regionale) e tirocini non curriculari (sottoposti a vincoli individuati dalla legislazione statale). La circolare del Ministero del lavoro n. 24 del 12 settembre 2011 ha individuato la categoria dei cd. tirocini di reinserimento/inserimento al lavoro, distinguendola da quelle dei tirocini curriculari e non curriculari. La Circolare ha altres stabilito che tale tipologia di tirocini, oltre a quelli curriculari, resta esclusa dallapplicazione dei livelli essenziali di tutela in materia di tirocini formativi previsti allart. 11 d.l. 138 del 2011. Il frastagliato panorama legislativo scaturito dallo stratificarsi di disposizioni ha determinato lesigenza di una armonizzazione della disciplina. La l. 92 del 2012 intervenuta in materia, prevedendo la conclusione tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano di un accordo per la definizione di linee guida condivise in materia di tirocini formativi e di orientamento. Tale accordo stato poi concluso in data 24 gennaio 2013. Il Decreto Legge, nellottica di favorire loccupazione giovanile, incentiva il ricorso a tre diverse tipologie di tirocinio. 1. Tirocini formativi e di orientamento nel settore cultura/turismo: per lanno 2014 presso il ministero dei beni e delle attivit culturali e del turismo viene istituito un fondo straordinario di Euro 1 milione destinato alla promozione di tirocini formativi e di orientamento nel settore della cultura/turismo per giovani fino a 29 anni. Si in attesa di un decreto attuativo. 2. Tirocini presso la Pubblica Amministrazione: la P.A. adempie quanto previsto nelle Linee Guida in materia di tirocini approvate con accordo tra Stato, Regioni e Province autonome del 14 gennaio 2013. Per i tirocini presso la P.A. con pi sedi si pu far riferimento alla sola normativa della Regione ove ubicata la sede legale. 3. Tirocini curriculari per studenti universitari: il Decreto Legge prevede la devoluzione di Euro 3 milioni per il 2013 e Euro 7,6 milioni per il 2014 per garantire il sostegno delle attivit di tirocinio curriculare da parte degli studenti iscritti ai corsi di laurea 2013-2014. Entro 30 giorni dallentrata in vigore del Decreto Legge in esame, il Ministro dellistruzione, delluniversit e della ricerca fisser con decreto i criteri e le modalit per la ripartizione, su base premiale, di dette risorse tra le universit statali che attivino tirocini della durata minima di 3 mesi con enti pubblici o privati. Ai fini della ripartizione tra gli studenti degli incentivi le universit dovranno formare delle graduatorie, ispirate ai seguenti criteri di premialit: regolarit del percorso di studi; votazione media degli esami; condizioni economiche dello studente. Le universit dovranno assegnare le risorse dando priorit agli studenti che abbiano concluso gli esami del corso di laurea, nella misura massima di Euro 200 per studente. Tale importo assegnato a titolo di cofinanziamento nella misura del 50% del rimborso spese corrisposto dal soggetto ospitante (sia ente pubblico che privato). Per i tirocini allestero tale importo pu essere corrisposto sotto forma di servizi. Art. 3 Misure urgenti per loccupazione giovanile e contro la povert nel Mezzogiorno carta per linclusione Misure urgenti per loccupazione giovanile e contro la povert nel Mezzogiorno Lart. 3 del Decreto Legge disciplina lattivazione di misure ulteriori per incentivare l occupazione giovanile e contrastare la povert per i territori del Mezzogiorno. Tali territori, secondo la classificazione statistica ufficiale NUTS (adottata dall'EUROSTAT e dall'ISTAT), corrispondono alle Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, e Puglia (cd. Italia meridionale) e Sardegna e Sicilia (cd. Italia insulare). In particolare disposto: a) il rifinanziamento delle misure per lautoimpiego e autoimprendorialit, nei limiti di Euro 26 milioni per lanno 2013, Euro 26 milioni per lanno 2014 e Euro 28 milioni per lanno 2015; b) il rifinanziamento, nei limiti di Euro 26 milioni per lanno 2013, Euro 26 milioni per lanno 2014 e Euro 28 milioni per lanno 2015, per lazione del Piano di Azione Coesione rivolta alla promozione di progetti promossi da giovani e da soggetti delle categorie svantaggiate e molto svantaggiate per linfrastrutturazione sociale e la valorizzazione dei beni nel Mezzogiorno;

8 SETTEMBRE 2013, DOMENICA

13

dei lavoratori mediamente occupati nei dodici mesi precedenti allassunzione. Ai fini di tale calcolo, i dipendenti con contratto di lavoro a tempo parziale sono ponderati in base al rapporto tra le ore pattuite e lorario normale di lavoro dei lavoratori a tempo pieno. In caso di imprese facenti parte dello stesso gruppo, laumento occupazionale pu considerarsi effettivo solo se considerato al netto delle diminuzioni occupazionali verificatesi nelle societ controllate, collegate o facenti capo, anche per interposta persona, allo stesso soggetto giuridico. Stabilizzazione professionale dei giovani Il comma 5 dellart. 1 disciplina lipotesi di corresponsione dellincentivo a favore del datore di lavoro nel caso di stabilizzazione professionale (conversione del precedente contratto in contratto di lavoro a tempo indeterminato). In questo caso lincentivo corrisposto per un periodo di 12 mesi e comunque entro i limiti di Euro 650 mensili per lavoratore, a condizione che ricorrano i seguenti requisiti: - il lavoratore rientri in una delle condizioni descritte ai punti a) e b) di cui sopra, con esclusione del lavoratore rispetto al quale il datore di lavoro abbia gi percepito un incentivo per lassunzione; - le assunzioni comportino un incremento occupazionale netto; - a tale stabilizzazione professionale sia abbinata, entro un mese dalla conversione del precedente contratto in contratto di lavoro a tempo indeterminato, unulteriore assunzione di lavoratore. Tale seconda assunzione, che non deve riguardare i lavoratori molto svantaggiati cos come

definiti in precedenza, deve comunque determinare un aumento occupazionale netto in capo al datore di lavoro. La tipologia di contratto subordinato non predefinita dal legislatore con la conseguente possibilit di far ricorso anche a forme non standard di lavoro subordinato (lavoro a termine, lavoro part time, etc.). Regolamento CE 6 agosto 2008, n. 800 Il Decreto Legge prevede una forma di coordinamento con il Regolamento CE n. 800 del 2008 (dora in poi Regolamento) che individua le tipologie di aiuti di stato compatibili con il mercato comune. Il primo comma, dellart. 1, del Decreto Legge prevede che le assunzioni debbano avvenire nel rispetto dellart. 40 del Regolamento nel quale sono stabilite le condizioni per lerogazione di aiuti di stato sotto forma di integrazioni salariali per l'assunzione di lavoratori svantaggiati. Inoltre, lerogazione degli incentivi consentita esclusivamente in favore di quelle categorie di lavoratori svantaggiati individuate alle lettere a), b) del comma 18 dellart. 2 del Regolamento. La definizione delle categorie individuate alle lettere a) e b) di detto Regolamento gi contenuta nel decreto del Ministro del lavoro del 26 marzo 2013 a mente del quale (i) privo di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi chi in tale periodo non ha prestato attivit lavorativa riconducibile ad un rapporto di lavoro subordinato o ha prestato attivit di lavoro autonomo o parasubordinato dalle quali sia derivato un reddito annuale inferiore ai limiti previsti in tema di imposizione fiscale e (ii) privo

c) il finanziamento di borse di tirocinio formativo a favore di giovani che non lavorano, non studiano e non partecipano ad alcuna attivit di formazione (cd. NEET - Not in Education, Employment or Training), di et compresa fra i 18 e i 29 anni, residenti e/o domiciliati nelle Regioni del Mezzogiorno. Conformemente alle normative statali e regionali, tali tirocini comportano la percezione di una indennit di partecipazione, nel limite di Euro 56 milioni per lanno 2013, Euro 16 milioni per lanno 2014 e Euro 96 milioni per lanno 2015. Per gli interventi di cui alle lettere a) e b) sopra indicate, i bandi possono prevedere lazione di tutoraggio dellattivit imprenditoriale da parte di altra impresa gi operante nella medesima attivit. Limpresa tutor ricever una remunerazione il cui importo sar definito da un decreto attuativo. La remunerazione sar corrisposta a condizione che limpresa sotto tutoraggio abbia avuto successo. Limpresa tutor non pu vantare alcuna forma di partecipazione o controllo societario rispetto allimpresa sotto tutoraggio. Carta per linclusione I commi 2, 3, 4 e 5 dellart. 3 del Decreto Legge si occupano altres di dare avvio sempre limitatamente alle Regioni del Mezzogiorno - al programma Promozione dellinclusione sociale. Lavvio del programma avviene mediante la devoluzione di Euro 100 milioni per lanno 2014 e di Euro 67 milioni per lanno 2015 per limplementazione della Carta Acquisti (cd. Social Card) tra le fasce di popolazione in condizione di maggiore bisogno come strumento di contrasto alla povert assoluta. Tale Carta Acquisti stata introdotta per la prima volta nel nostro ordinamento dall'articolo 81, comma 32, del d.l. 112.del 2008. I fondi saranno ripartiti con provvedimento del Ministero del Lavoro (sentiti il Ministero delleconomia e delle finanze e il Ministro della coesione territoriale) tra gli ambiti di aggregazione intercomunale (cd. Ambiti Territoriali) istituiti dalle Regioni in adempimento di quanto previsto allart. 8, comma 3, lett. a), della l. 328 del 2000. La ripartizione avverr in modo che a ciascun Ambito Territoriale siano attribuiti contributi per un valore proporzionale alla stima della condizione di bisogno della popolazione ivi residente. Le Regioni interessate sono tenute a comunicare al Ministero del lavoro gli Ambiti Territoriali presenti sul proprio territorio entro 30 giorni dallentrata in vigore del Decreto Legge, ovvero non oltre

il 28 luglio 2013. Le modalit di conferimento della Carta Acquisti saranno quelle gi stabilite dal decreto ministeriale 10 gennaio 2013 in attuazione dellart. 60, comma 2, del d.l. 5 del 2012. Le Regioni e le Provincie Autonome non rientranti nel Mezzogiorno possono disporre ulteriori finanziamenti per lavvio della sperimentazione o per lampliamento dellambito territoriale di applicazione della sperimentazione stessa. Art. 4 Riprogrammazione dei Fondi Strutturali Al fine di rendere disponibili le risorse previste nel Piano di Azione e Coesione, al Gruppo di Azione Coesione, di cui al decreto del Ministro per la coesione territoriale del 1 agosto 2012, viene attribuito il compito di rideterminare le risorse destinate allattuazione delle misure contenute nel medesimo Piano. Art. 5 Youth Guarantee Garanzia per i giovani, cd. Youth Guarantee e ricollocazione lavoratori in ammortizzatore in deroga Ai sensi delart. 5 del Decreto Legge istituita, a partire dal 1 gennaio 2014, presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, unapposita struttura di missione al fine di attuare la cosiddetta Youth Guarantee nonch promuovere la ricollocazione dei lavoratori destinatari degli ammortizzatori sociali in deroga. Lo stesso art. 5 definisce la composizione, il funzionamento e le competenze della struttura di missione, alla quale sono attribuite competenze in materia di programmazione, attuazione e monitoraggio degli interventi necessari al raggiungimento delle finalit sopra esposte. Sono altres previste forme di collaborazione e coordinamento con i diversi livelli di Governo, con Italia Lavoro S.p.A., con lISFOL nonch con istituzioni pubbliche, enti e associazioni private. La struttura di missione coordinata dal Segretario Generale o da un Dirigente Generale appositamente designato ed composta dal Presidente dellISFOL, dal Presidente di Italia Lavoro S.p.A., dal Direttore Generale dellINPS, dai Dirigenti delle Direzioni Generali del medesimo Ministero competenti in materia, da tre rappresentanti designati dalla Conferenza Stato-Regioni, da due rappresentanti designati dallUnione Province Italiane e da un rappresentante designato dallUnione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura. La struttura di missione cesser comunque al 31 dicembre 2015. segue/2

Le segreterie provinciali di Flai/Cgil, Fai/Cisl e Uila/Uil: Niente di pi falso di quanto detto da pseudosindacati che si fregiano solo a parole di tutelare la categoria

14

8 settembre 2013, domenica

Occupazione: Sui forestali dicerie tendenziose ed irreali


alle Segreterie Provinciali di Siracusa di Flai/ Cgil, Fai/Cisl e Uila/Uil, riceviamo e pubblichiamo quanto segue. Abbiamo assistito in questi ultimi giorni alle notizie apparse sulla stampa da parte di pseudo sindacati che si fregiano di avere a cuore i problemi dei Forestali siracusani sia della Manutenzione che dellAntincendio, dicendo per fatti tendenziosi e irreali. Niente di pi falso. Le lotte Sindacali negli anni scorsi le hanno condotte le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative nel territorio nazionale e a cascata, in quello Nostro Provinciale e la riprova di tutto ci, il risultato ottimo e lusinghiero che Flai, Fai e Uila hanno raggiunto in una sequela di riunioni e incontri con tutti i rami interessati al mondo della Forestazione. Intanto, nella sede della Direzione Provinciale dellAzienda Foreste, alla presenza del Dirigente Carmelo Frittitta, i rappresentanti di categoria di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, rispettivamente Salvatore Alf, Giuseppe Linzitto e Gianni Garf, hanno intavolato la discussione a riguardo dellora di permesso, prevista dal Cirl, utile alla riscossione degli emolumenti che, unilateralmente, il Direttore ha modificato: la protesta del Sindacato Confederale ha prodotto la convocazione, a breve, del Comitato

Paritetico Provinciale, unico organo democratico demandato ad una decisione del genere per cui, tutto rimandato alla trattazione di tale argomento. Poi si discusso di avviamenti e la contrattazione sindacale, concertata, ha prodotto i seguenti effetti: i Lavoratori 151nisti attualmente in forza per 25 giornate, continueranno senza interruzione sino al raggiungimento della garanzia di Legge ovvero, le 151 giornate: i Lavoratori 101nisti, che ad oggi hanno svolto 51 giornate, assieme ai Lavoratori 78ttisti che sono ancora a zero giornate, saranno avviati la settimana prossima i primi, per completare la loro garanzia di Legge ovvero le 101 giornate e i secondi, per livellarsi con quanti loro colleghi sono stati gi assunti in precedenza ovvero, saranno assunti per un periodo di 51 giorni il che, fa passare e confermare il criterio che il turno minimo di 51 giorni sempre tale. I Lavoratori 101nisti che invece si trovano a zero giornate, che sono poco meno di una decina, saranno assunti immediatamente, in settimana, in modo tale da permettere loro di poter esaurire la garanzia di Legge al 31 Dicembre, lavorando ad oltranza. Un buon livello di garanzia, con le ristrettezze economiche in atto, abbiamo realizzato; rimangono solamente i 78ttisti che hanno gi completato le 51

giornate che dovrebbero essere assunti per le ulteriori 27, non appena ulteriori fondi saranno assegnati al dottore Frittitta che ha gi progettato gli eventuali lavori da svolgersi. A seguire, altro incontro in sede di Ufficio Provinciale del Lavoro, con il Dirigente dottore Marcello Burti con il quale stato deciso di convocare la Commissione Moa per dare adempimenti urgenti nel settore Forestale e affrontare le tematiche inerenti la decade di giustificazioni per i Lavoratori che non si presentano alla chiamata Forestale, problematica messa furbescamente in giro in maniera fuorviante per alimentare dissapori tra i Lavoratori, convocazione che dovrebbe avvenire entro la fine della settimana prossima. Infine, altro e conclusivo incontro nella sede dellIspettorato Ripartimentale delle Foreste di Siracusa con lIngegnere Francesco Di Francesco, attuale Responsabile della struttura provinciale. Intanto, stata fortemente contestata la direttiva emanata il 29 Agosto scorso con la quale sono stati modificati i nastri orari lavorativi degli AIB ovvero, dalle 8 ore a turnazione h.24 alle 6,30 solamente diurne o, in altri casi, la non uniformit tra territori; la mancanza di sicurezza nel turno notturno del Torrettista che ha visto di colpo abolire la figura del

doppio Operaio Qualificato e labolizione notturna delle Squadre Aib il tutto, senza una preventiva consultazione con le OO.SS. di categoria che sarebbe stata la cosa pi giusta, dal momento che tale operazione rientra anche come obbligo contrattuale. Lo scambio di idee e opinioni, ha prodotto un ampio dibattito che ha fatto scaturire le seguenti prese di posizione a cui il Sindacato sar fermamente vigile: in barba a quanto qualcuno mette sibillinamente in giro, nessuno sar licenziato! In attesa che il Dipartimento dia il via libero alla prosecuzione delle garanzie di Legge per le 101 giornate e per le 151 giornate, ciascuno per la Graduatoria di rispettivo inserimento, via libera che arriver parallelamente con i fondi che saranno assegnati alla Ns. provincia, al raggiungimento delle 80 giornate, ogni Lavoratore Torrettista, Autista e Addetto Aspi, verr sospeso in attesa del ripristino della normalit, evento che potrebbe gi avvenire entro la fine di questa settimana. LIngegnere Di Francesco ha anche garantito che nelle Torrette, nelle ore notturne, ove si espleta il servizio, sar data la possibilit di avere un supporto logistico e umano e non appena il tutto sar ripristinato, la turnazione torner h.24 cos come lo stato sino al 28 Agosto scorso, sino al completamento delle giornate di Legge. Abbiamo comunque preannunciato che qualora entro fine settimana non dovrebbero arrivare nuove buone notizie, sar immediatamente proclamato lo stato di agitazione della categoria con iniziative che investiranno lIspettorato, la Prefettura e tutti i Sindaci del territori interessati. Questa la veritiera e attuale situazione a Siracusa pertanto, viste le condizioni attuali di navigazione a vista, invitiamo tutti i Lavoratori Forestali, a tenersi in guardia da qualsiasi promessa e notizia arrivi da terze persone, a qualsiasi livello e a tenersi pronti per una mobilitazione che potrebbe attivarsi da un momento allaltro. Cos si esprimono le Segreterie Provinciali di Siracusa di Flai/Cgil, Fai/Cisl e Uila/ Uil sul pi recente caso che attiene al comparto professionale dei lavoratori forestali impegnati nel siracusano.

Canoa. Irene Buorgo ancora leader ai Campionati italiani nel K1 femminile


Prima giornata di finali oggi ai Campionati Italiani di canoa e paracanoa velocit andati in scena allIdroscalo di Milano. Nelle prove odierne sono state assegnate le medaglie sui 1000 metri con gare avvincenti e risultati, in parte, anche a sorpresa. Maximilian Benassi (CC Aniene) riscatta lopaca prova mondiale vincendo il campionato italiano nel K1 senior maschile. Lazzurro vince in 3.31.02 con un distacco di due secondi sul Forestale Luca Piemonte; terza posizione con un divario di appena dieci centesimi per il pagaiatore delle Fiamme Gialle Alberto Ricchetti. Tra gli specialisti della canadese loro nel C1 va a Sergiu Craciun, miglior azzurro a Duisburg con il quarto posto in finale; il suo tempo di 3.59.58 il migliore con Paolo Buccione (Polizia di Stato) dargento ed Enrico Calvi (Cus Pavia) di bronricchio e Luca Incollingo della Marina Militare. Alle loro spalle il CUS Pavia con Mirco Daher ed Enrico Calvi davanti a Nicola Caldon e Marco Chiarentin (Padova Canoa). Irene Burgo vince in rimonta nel K1 femminile; latleta del CC Siracusa chiude in 4.03.46 davanti ad Anna Alberti (CC Aniene) che ferma il cronometro sul 4.03.93. Terza piazza per Stefania Cicali delle Fiamme Azzurre. Nel K2 maschile ancora Fiamme Gialle in testa con Nicola Ripamonti e Albino Battelli che al traguardo precedono Mattia Colombi ed Eros Comisso (Forestale) e la Canottieri Ticino Pavia di Manfredi Rizza e Jacopo Albertoni. La Polizia di Stato vince il titolo nel C4 con Davide Arci, Sebastian Szela, Paolo Buccione e Pietro Repele davanti a Padova Canoa e Idroscalo Club. Salvatore Cavallaro

SPORT Siracusa

8 settembre 2013,DOMENICA

15

Latleta della CC Siracusa vince in rimonta nel K1 femminile chiudendo in 4.03.46 davanti ad Anna Alberti (CC Aniene) che ferma il cronometro sul 4.03.93

zo. Netta vittoria nel K2 femminile per lequipaggio della Marina Militare composto da Alessandra Galiotto e Cristina Petracca; seconda piazza per Fabiana Sgroi e Anna Alberti (CC Aniene) davanti ad Eleonora Rebecchi ed

Anna Leskiv (Canottieri Mincio). Nel K4 vittoria in 3.04.67 per le Fiamme Gialle di Andrea Facchin, Alberto Ricchetti, Samuel Pierotti e Antonio Scaduto davanti a Canoa Club Siracusa e Idroscalo Club. Nel C2 oro per Danilo Au-

Trasferta in terra campana per i ragazzi di mister Betta, contro una Battipagliese, che prepara lesordio interno contro i netini e rimediare il mezzo passo falso di Ragusa. Si va ad aggiungere al Team granata, per la trasferta di oggi, anche il neo acquisto,il difensore Alexandre Noto. Si tratta di un difensore centrale nato in Argentina nel 1990, che l'anno scorso ha vestito la maglia del Ribera 1954. In passato ha giocato anche nella Nissa. La rosa dell'Usd Noto Calcio si arricchisce di un nuovo giovane calciatore, aumentando cos il proprio tasso tecnico e completando il reparto dei centrali di difesa. Salvatore Cavallaro

Calcio serie D. Noto a Battipaglia con il nuovo acquisto

Gestione impianti sportivi Cittadella dello Sport, Pallanuoto, prima uscita stagionale la precisazioni dellassessore Maria Grazia Cavarra del Circolo Canottieri Ortigia
In merito alle dichiarazioni del presidente del Circolo canottieri Ortigia, riportate oggi sugli organi di stampa, lassessore alle politiche sportive Maria Grazia Cavarra desidera intervenire con due precisazioni.La prima riguarda la gara per lindividuazione del nuovo gestore degli impianti sportivi della Cittadella dello Sport. Lassessore a tal proposito precisa che non stata una decisione dallAmministrazione comunale, ma scaturita a seguito di una riunione, a cui ero presente io, il vecchio gestore, la dottoressa Caligiore e lassessore Lo Giudice.Durante quella riunione continua lassessore - il vecchio gestore lamentava le difficolt e la stanchezza di portare avanti la gestione degli del ventesimo anniversario della scomparsa del campione siracusano.Le difficolt a disputare la manifestazione precisa lassessore Cavarra non sono determinate dallaffidamento degli impianti al nuovo gestore, ma dal crollo del soffitto degli spogliatoi sotto la tribuna del 29 agosto scorso che ha reso la struttura inagibile. Fatto che rende oggettivamente difficile la possibilit di effettuare la manifestazione, per i tempi troppo brevi per leliminazione dellinconveniente, e questo non determinato dal cambio della gestione. Infine lassessore auspica un clima di maggiore collaborazione lasciando da parte tutte le polemiche per lavorare a favore dello sport.
Allinsegna dei giovani la prima uscita stagionale del Circolo Canottieri Ortigia che, in questo fine settimana, sar impegnata a Palermo per il tradizionale Torneo a mare giunto alla sua undicesima edizione. Insieme ai padroni di casa, alla Nuoto Catania e ai Muri Antichi, i biancoverdi partono con una formazione giovanile rinforzata da alcuni elementi della prima squadra. Sfrutteremo loccasione per verificare il nostro vivaio ha commentato Gino Leone che guider la comitiva biancoverde per questa prima uscita Insieme a Patricelli, Puglisi, Di Luciano, Abela, Vinci e Rotondo, intendiamo portare i ragazzi dellUnder 17 per sperimentarli contro giocatori di livello superiore. Il torneo sar importante perch, nonostante la preparazione non sia ancora iniziata, riusciremo ad avere indicazioni buone per i giovani che, nel corso del campionato, potranno am-

impianti sportivi per i costi e le continue lamentela delle societ. Disse infatti che avrebbe consegnato le chiavi al Comune sfidandolo a trovare qualcuno pi bravo. Lo stupore maggiore stato quando ho poi constatato che lo stesso gestore era tra i partecipanti alla gara per la nuova assegnazione, contraddicendosi nei fatti.La seconda precisazione riguarda il Premio Paolo Caldarella organizzato per la ricorrenza

bire a guadagnarsi un posto in prima squadra. Il vivaio linvestimento pi importante per una societ ha continuato Leone e sfrutteremo qualsiasi occasione per fare crescere i nostri giovani. Non traggano quindi in inganno eventuali risultati negativi; andiamo per saggiare e mettere alla prova gli aspetti caratteriali dei nostri giovani. La preparazione sta continuando nella piscina del Club Pegaso vista la momentanea indisponibilit della Paolo Caldarella.Speriamo che i ritardi accumulati nellassegnazione dellimpianto vengano recuperati velocemente ha concluso il tecnico siracusano La nostra preparazione sta iniziando comunque nella vasca del Pegaso; i pi giovani stanno mostrando grande entusiasmo e vedo grande voglia di emergere e mettersi in mostra per conquistare la calottina di prima squadra.

16

8 SETTEMBRE 2013, DOMENICA

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

autosport.toyota.it

Siracusa Tel.0931 759918