Sei sulla pagina 1di 4

Modulo 8 - Esercizi II

Andrea Scozzari
I seguenti esercizi sono incentrati sullapplicazione del teorema di LHospital o di De 0 e . Richiamiamo LHopital per il calcolo dei limiti nelle forme indeterminate del tipo 0 il teorema: Teorema 1 Date due funzioni f (x) e g (x), se queste sono derivabili in un intorno del punto x0 con g (x) = 0 e g (x0 ) = 0 e con derivate continue in detto intorno e se singolarmente lim f (x) = 0 e lim g (x) = 0 (si dice anche che f (x) e g (x) sono innitesime
xx0 xx0

in x0 ) allora: lim f (x0 ) f ( x) f (x) = lim = . g (x) xx0 g (x) g (x0 )

xx0

Si noti che il teorema di LHospital si applica anche quando lim f (x) = e lim g (x) = e dunque si perviene alla forma indeterminata del tipo sono innite in x0 . Calcolare il seguenti limiti: 1. lim 2. lim
x3 +4x2 +x6 ; 4 2 x1 x 3x +2 2 sin xsin 2x ; x3 xx0 , si xx0

dice cio` e che f (x) e g (x)

x0

3. lim 4. lim

x2 3x+1 ; 2 x+ x 5 1ln x ; xe xe ln(x2)ln(4x) ; x3

5. lim

x3

6. lim

x2 x6 2 +5x+6 . x x2

Soluzioni Consiglio: Cercare di risolvere gli esercizi senza guardare prima le risposte! Per il calcolo dei limiti pu` o essere utile fare riferimento alla tabella delle derivate fondamentali. In questa tabella ` e stata aggiunta una riga che fa riferimento alla derivata prima della funzione composta y = ln f (x). f (x) f (x) k 0 x x1 ax ax ln a x e ex 1 loga |x| (x ln a) 1 ln x x f (x) ln f (x) f (x) sin x cos x cos x sin x tan x 1 + tan2 x 1 arcsin x 1x2 arccos x 11 x2 1 arctan x (1+x2 )

kR R\{0} x x R a R + \{1} xR x R\{0} a R + \{1} x R\{0} x R\{0} xR xR x / { 2 + k ; k Z} |x| < 1 |x| < 1 xR R + ***

1. Se si calcolano singolarmente i limiti delle due funzioni continue a numeratore e a denominatore si ha, rispettivamente:
x1

lim x3 + 4x2 + x 6 = 1 + 4 + 1 6 = 0, lim x4 3x2 + 2 = 1 3 + 2 = 0.

x 1

` facile dunque osservare che tutte le ipotesi del teorema sono vericate. Derivando E separatamente le due funzioni f (x) = x3 + 4x2 + x 6 e g (x) = x4 3x2 + 2 possiamo riscrivere il limite nel modo seguente: x3 + 4 x2 + x 6 3x2 + 8x + 1 3+8+1 12 = lim = = = 6. x1 x1 x4 3x2 + 2 4x3 6x 46 2 lim *** 2. Se si calcolano singolarmente i limiti delle due funzioni continue a numeratore e a denominatore e ricordando che sin 0 = 0, si ha, rispettivamente:
x0

lim 2 sin x sin 2x = 0, 2

x0

lim x3 = 0.

Sono vericare le ipotesi del teorema. Derivando separatamente numeratore e denominatore risulta: 2 sin x sin 2x 2 cos x 2 cos 2x = lim . 3 x0 x0 x 3x2 lim Innanzitutto, si ricorda che la funzione y = sin 2x ` e una funzione composta che possiamo riscrivere come: y = sin t e t = 2x,

per cui, applicando il teorema di derivazione per le funzioni composte, abbiamo: d d d sin 2x = ( sin t) ( 2x) = cos t 2 = 2 cos 2x. dx dt dx Ricordando che cos 0 = 1, se si calcola il limite: 2 cos x 2 cos 2x 22 0 = = , x0 3x2 0 0 lim
0 che ` e ancora un limite in una forma indeterminata del tipo 0 . A partire dal limite precedente possiamo per` o applicare di nuovo il teorema ed otteniamo:

2 cos x 2 cos 2x 2 sin x + 4 sin 2x 0 = lim = , 2 x0 x0 3x 6x 0 lim ! Applichiamo di nuovo il teorema: che ` e ancora una forma indeterminata del tipo 0 0
x0

lim

2 sin x + 4 sin 2x 2 cos x + 8 cos 2x 2 + 8 = lim = = 1. x 0 6x 6 6 ***

3. Procediamo nello stesso modo dei due esercizi precedenti. Calcoliamo il limite: x2 3x + 1 + = , x+ x2 5 + lim ci troviamo ora di fronte al limite in una forma indeterminata del tipo . Dato che per` o sono vericate le ipotesi del teorema di LHospital possiamo procedere come fatto in precedenza. Calcoliamo il limite del rapporto delle derivate prime delle due funzioni a numeratore e a denominatore ed otteniamo: x2 3x + 1 2x 3 + = lim = , 2 x+ x + x 5 2x + lim 3

che ` e ancora una forma indeterminata, per cui, applicando ancora il teorema, risulta: 2 2x 3 = lim = 1. x+ 2 x+ 2x lim *** 4. Calcoliamo il limite e ricordiamo che ln e = loge e = 1 da cui: 1 ln x 11 0 = = . x e x e ee 0 lim Applicando il teorema di LHospital si ha: 1 1 1 1 ln x = lim x = lim = . xe 1 x e xe x e x e lim *** 5. Calcoliamo il limite ricordando che: ln 1 = 0 e la funzione logaritmo ` e una funzione continua nel suo insieme di denizione, per cui: lim ln(x 2) ln(4 x) ln 1 ln 1 0 = = . x3 33 0

x3

Applichiamo il teorema. Si ricorda, inoltre (vedi tabella), che: d f (x) ln f (x) = , dx f ( x) da cui: ln(x 2) ln(4 x) (x 2) + (4 x) = lim = 2. x3 x3 x3 1 lim *** 6. Calcoliamo il limite ricordando che le due funzioni a numeratore e a denominatore sono continue, allora risulta: x2 x 6 4+26 0 = = . x2 x2 + 5x + 6 4 10 + 6 0 lim Applichiamo il teorema ed otteniamo: x2 x 6 4 1 2x 1 = lim = = 5. 2 x2 x + 5x + 6 x2 2x + 5 4 + 5 lim