Sei sulla pagina 1di 23

Struttura della Cellula II

Il nucleo cellulare

Il nucleo la principale struttura subcellulare delle cellule eucariotiche, sede della replicazione e trascrizione del DNA, della maturazione (splicing) dell'RNA e dell'assemblaggio dei ribosomi

Membrana nucleare e lamina

Lamina nucleare: reticolo polimerizzato di una o pi proteine fibrose, dette lamine (IF, Mr: 6070 kDa), che stabilizza la membrana nucleare.

Nucleoscheletro e citoscheletro

Membrana nucleare e pori

Tre sezioni (10 nm di spessore) di nucleo alla criotomografia

Il complesso del poro nucleare

Formato da circa 30 diverse proteine (nucleoporine), assemblate in subcomplessi. Ogni complesso = 120.000 kDa (30 volte un ribosoma!)

(Beck et al, Nature (2004) 306, 1387-1390)

Nucleolo: sede della sintesi di rRNA e dell'assemblaggio delle subunit ribosomiche

GFP e microscopia confocale

Gene per GFP

Gene di una proteina di interesse

Introduzione in cellule

Proteina fluorescente espressa in vivo

GFP e microscopia confocale

Nucleo, nucleoli, membrana nucleare

Il nucleolo la sede della sintesi e dell'assemblaggio delle subunit dei ribosomi: comprende le regioni cromosomiche contenenti i geni codificanti gli rRNA (un gene per pre-RNA di 45 S che dar origine a rRNA 18S, proprio della subunit minore, e 5.8S e 28S della subunit maggiore). Nel nucleolo si trovano anche le proteine (pi di 50) che saranno assemblate insieme al rRNA per formare le subunit dei ribosomi. Ci sono 1-3 nucleoli per cellula, ma in fase di intensa sintesi proteica il numero pu aumentare

I ribosomi

Il reticolo endoplasmatico (RE)

Sede della sintesi e maturazione di nuove membrane: RE ruvido per le proteine, RE liscio per i lipidi di membrana

Il complesso del Golgi

Sede della maturazione di proteine e lipidi di membrana e loro smistamento in membrana plasmatica o nei lisosomi

RE e GOLGI
RE
Sede della sintesi delle proteine di membrana e secrete Ripiegamento delle proteine Assemblaggio di subunit proteiche Formazione di ponti disolfuro Glicosilazione di tipo N Aggiunta di ancore lipidiche Sintesi di fosfolipidi, e ceramide (precursore di glicolipidi) Sintesi di colesterolo

Golgi - Sede della glicosilazione di tipo


O (in proteine e lipidi) Sintesi di sfingomielina Solfatazione di proteine Acetilazione di proteine Taglio proteolitico di pro-proteine

RE e Golgi: sede della sintesi e maturazione di nuove membrane

I mitocondri
Membrana esterna: contenente diversi pori formati da porina (diffusione passiva di proteine di circa 10 nm, 5 kda) Membrana interna con creste: (70% proteine, cardiolipina) sede della fosforilazione ossidativa Lume o matrice mitocondriale: sede del ciclo di Krebs, della -ossidazione di acidi grassi, della sintesi di vari aminoacidi, di fosfatidilserina e cardiolipina. DNA mitocondriale (1 cromosoma circolare) (duplicazione, trascrizione, sintesi proteica di 13 proteine mitocondriali). I ribosomi mitocondriali contengono solo due RNA (16S e 12 S) invece dei 3 batterici (23S, 16S e 5S).

Mitocondri e codice genetico "universale"


Il codice genetico "universale", nel senso che comune a tutti i procarioti ed eucarioti, compresi i cloroplasti, ma non ai mitocondri (ad eccezione delle piante verdi)

I numeri indicano le seguenti modificazioni di codon nei mitocondri (tra parentesi l'aminoacido codificato nel codice universale): (1) UGA (stop) > triptofano; (2) AG(A/G) (arginina) > serina; (3) AUA (isoleucina) > metionina; (4) AAA (lisina) > asparagina; (5) UAA (stop) > tirosina; (6) CU(A/C/G/U) (leucina) > treonina; (7) AG(A/G) (arginina) > stop; (8) CG(A/C/G/U) (glicina > non codificante; AUA (isoleucina) > metionina.

Mitocondri e citoscheletro
La maggior parte dei mitocondri sono associati ai microtubuli. Farmaci che disassemblano i microtubuli portano alla dispersione dei mitocondri con conseguenze per la funzionalit degli stessi mitocondri (lo stesso vale per il complesso del Golgi).

I Lisosomi

Vescicole di forma e dimensioni variabili. Contengono circa 50 tipi diversi di idrolasi attive in ambiente acido (pH 4.5-5.5), generato dalla V-H+ ATPasi. Nucleasi, proteasi, glicosidasi, (fosfo)lipasi, fosfatasi, solfatasi. Digestione di tutto il materiale endocitato e fagocitato Digestione "autofagica" di organelli intracellulari deteriorati

I perossisomi

-Vescicole di dimensioni variabili, contengono a volte depositi cristallini. -Mix di funzioni non ben definite. Diverse ossidasi e catalasi ( -ossidazione di acidi grassi, conversione di esteri del colesterolo in acidi biliari, e sintesi di plasmalogeni (lipidi delle membrane di cellule cardiache e cerebrali). Ossidazione di sostanze tossiche, come fenoli, benzene, formaldeide etc.).
R'H2 + O2 RH2 + H2O2 ossidasi catalasi R' + H2O2 ( ossidazione di acidi grassi >> acetilcoA, a. urico, aa) R + 2H2O (etanolo >> acetaldeide; fenolo, formaldeide)

Il citosol
Frazione solubile (surnatante) del citoplasma dopo centrifugazione di un lisato cellulare a 100.000 g x 1 h. Contiene ribosomi e proteasomi e una grande quantit di proteine solubili (comprese le proteine globulari del citoscheletro), macromolecole e biomolecole di base. Viscosit della fase fluida non diversa da quella dellacqua, ma concentrazione proteica molto alta: 200-300 mg/ml! L'alta concentrazione di macromolecole nel citoplasma rende probabile associazioni intermolecolari, che sarebbero sfavorite nelle soluzioni diluite tipiche degli esperimenti biochimici in provetta. E' probabile che molti enzimi formino aggregati multi-enzimatici che si disgregano a seguito di diluizione dopo la rottura delle cellule. E' probabile che nel citosol si siano microcompartimenti funzionali, con la maggior parte delle proteine legate a filamenti e topologicamente concentrate in microdomini distinti

I proteasomi

Complessi multiproteici di 2400 kDa, contenenti proteasi, che degradano proteine "ubiquitinate", dando origine a octapeptidi, rilasciati nel citosol.

Il citoscheletro

Il citoscheletro una struttura dinamica, soggetta a rapidi cambiamenti (polimerizzazione depolimerizzazione), tranne in poche strutture specializzate (flagelli, cilia). Regola la forma cellulare e tutti i processi di motilit cellulare e intracellulare

Il citoscheletro formato da tre tipi di fibre:

Microfilamenti di actina (o: 7 nm)

Microtubuli (tubulina) (o: 25 nm)

Filamenti intermedi (o: 8-14 nm)