Sei sulla pagina 1di 11

Analizziamo la sezione a C :

100
2 1

A1 = A2 = A3 =A4 = 200 mmq VZ = 103 kg/mm il momento d'inerzia per tale struttura Ix = 4AZ=4 200 1002

200

Vz

Mediante la formula di Jourawski calcoliamo il flusso di taglio: qy = - VZ/Ix Ai Zi Calcoliamo il flusso per ciascun tratto: q12 = - 103 /(8 106) 200 100= - 2,5 kg/mm I versi del flusso rispetto al tratto 1-2 sono disposti come in figura. q23 = - 2,5 + [- VZ/Ix Ai Z2]= - 2,5 2,5= - 5 kg/mm q34 = -5 + [ - VZ/Ix Ai Z3]= - 5 + 2,5= - 2,5 kg/mm Riportiamo il diagramma del flusso di taglio a gradino:
Z
q12=- 2.5 z y x

2.5

2.5

Vz

Verifichiamo l'equilibrio: Fx = 0 q12 100 q34 100 = 0 Fz = 0 q23 100 VZ = 0 M0 poich il momento diverso da zero, necessario trovare un punto di applicazione della forza, per il quale verificato l'equilibrio dei momenti. Allora, ricaviamo la posizione del centro di taglio: VZ e = 2,5 100 200 e = 50 mm Possiamo notare che, se la forza VZ fosse applicata nel centro di taglio, si avrebbero solo flussi dovuti a taglio puro. In questo caso, la VZ posizionata a una certa distanza dal centro di taglio; quindi, presente un momento torcente: MT = (e + L) VZ = 150 100 = 150 103 kgmm Si dovrebbe, a questo punto, calcolare la rotazione della struttura, la quale per nulla poich si tratta di una struttura aperta. Commento Nell'ala a semiguscio l'unico contributo per resistere ai carichi della struttura ci fornito dalle aree e non dal rivestimento, il quale viene trascurato. Nel caso di una struttura a C, dapprima ci occupiamo di individuare i flussi da taglio puro, successivamente verificando l'equilibrio lungo gli assi x e z e imponendo l'equilibrio dei momenti, otteniamo la posizione del centro di taglio. In seguito, dopo aver supposto che la VZ sia applicata su di esso, calcoliamo il momento torcente, a cui la struttura sottoposta. Osserviamo, cos, la reale dislocata posizione del taglio VZ e otteniamo l'andamento dei flussi reali della struttura. Struttura semplicemente connessa Nel caso di una struttura semplicemente connessa con cassone alare, ipotizziamo di schematizzarlo in maniera semplificata:
Z

A2

A1

A1

A1

A2 = 200 mmq A1 = 100 mmq h = 200 mmq a = 100 mm VZ = 103 kg/mm t = 1 mm

A2

A1

A1

A1 Vz

La struttura simmetrica rispetto all'asse x e asimmetrica rispetto all'asse z. Ne determiniamo il baricentro:

XG = Ai xi / Ai = 2 (100 300 + 100 200 + 100 100)/1000 = 120 mm I flussi di taglio posso essere calcolati utilizzando due differenti metodi. 1 metodo Tale metodo utile a determinare il flusso, non considerando il centro di taglio. Poich la struttura si presenta iperstatica, effettuiamo una sconnessione in un punto qualsiasi, affinch essa sia resa isostatica.
1 2 3 4

VZ = 103 kg/mm Ix = Ai zi2 = Atot (h/2)2 = 1000 (200/2)2 (in questo caso z costante per tutte le aree)

Vz

Calcoliamo i flussi di taglio della struttura aperta: qopen = - VZ/Ix Ai Zi q12 = - 10-4 100 100 = - 1 kg/mm il segno meno implica che il verso del flusso opposto al sistema d' assi e per reciprocit possiamo imporre il verso lungo x, affinch l'equilibrio dei momenti sia verificato. Effettuiamo la medesima operazione per ogni massa: q23 = q12 - 10-4 100 100 = - 2 kg/mm q34 = q23 - 10-4 100 (-100) = - 1 kg/mm q87 = - 10-4 A1 z1 = - 1 kg/mm q76 = q87 - 10-4 A2 z1 = - 3 kg/mm q65 = q76 - 10-4 A2 (- z1) = - 1 kg/mm q54 = q65 - 10-4 A1 (- z1) = 0 E' riportato di seguito il diagramma dei flussi di taglio:

Vz

Verifichiamo l'equilibrio: Fx = 0 Fz = 0 - 3 200 2 200 + 1000 = 0 otteniamo l'equilibrio del momento stabilendo come polo il punto 8 M8 = 0 M8 = VZ 300 100 200 + 100 200 2 200 300 = 180000 kgmm Dato che non verificato l'equilibrio dei momenti flettenti, dobbiamo considerare anche un flusso da torsione, essa viene calcolato tramite la formula di Bredt : qIt = MT(2 ) = 180000/ [2 60000] = 1,5 kg/mm Il flusso totale da taglio dato dalla somma qIt + qopen = qtot :

0.5

1.5

2.5

1.5

qt
I

3.5

0.5

1.5

2.5

Vz

Effettuando l'equilibrio: Fx = 0 Fz = 0 - 1,5 200 3.5 200 + 1000 = 0 M8 = 0 M8 = VZ 300 0,5 100 200 - 1,5 100 200 3,5 200 300 2,5 200 100 = 0 Abbiamo, cos, ottenuto la soluzione reale del problema. 2 metodo Il seguente metodo prevede la ricerca del centro di taglio. Supponiamo che la forza VZ sia posizionata nel centro di taglio e proseguiamo con l'individuazione dei flussi di taglio: qtaglio = qIIt + qopen Le qIIt vengono determinate imponendo nulla la rotazione : = 1/ [2G] qi Li / ti = 1/ [2G] (qopen + qIIt ) Li / ti = 0 qopen Li / ti + qIIt Li / ti = 0 qIIt = - qopen Li / ti / [ Li / ti ] = - (- 100 600 100 + 100 + 400 + 100)/ 1000 = 0,2

I flussi da taglio puro sono mostrati in figura:

0 .8

0.2

1.2

2.8

? =0

2.2

0 .8

0 .2

1.2
Vz

Verifichiamo l'equilibrio: Fx = 0 Fz = 0 - 2,8 200 2.2 200 + 1000 = 0 Affinch la rotazione sia nulla, necessario posizionare VZ nel centro di taglio. La sua posizione pu essere calcolata, imponendo l'equilibrio dei momenti. M = 0 VZ e 2,2 200 300 1,2 100 200 0,2 100 200 + 0,8 100 200 = 0 e = 144 mm Calcoliamo, ora, le qT da torsione, utilizzando la reale posizione di VZ e il valore del momento torcente pari a : MT = VZ (300 e) qT = MT / (2 ) = 1,33 Il flusso totale dato dalla somma qtot = (qIIt + qopen) + qT :

0.5

1.5

2.5

1.5

S. C.

3.5

0.5

1.5

2.5

Vz

Struttura policonnessa Si definisce policonnessa una struttura a semiguscio in cui presente una web.
1 2 3 4

Vz

Dopo aver calcolato le iperstaticit del sistema, che risultano essere due, effettuiamo due sconnessioni, in modo da renderla isostatica.
1 2 3 4

Vz

Come per la struttura semplicemente connessa, operiamo con i metodi seguenti. 1 metodo Calcoliamo le qopen :
1 2 3

Vz

qopen = - (VZ/Ix )Ai Zi q18 = - 2 kg/mm q27 = - 1 kg/mm q34 = - 1 kg/mm q45 = - 2 kg/mm q56 = - 1 kg/mm q76 = q87 = 0 (per simmetria) Verifichiamo l'equilibrio Fx = 0 Fz = 0 M8 0 Richiudiamo il circuito e alla M8 = 0, ottenuta dalla somma dei momenti esterni e momenti interni, aggiungiamo un'equazione di congruenza, imponendo che i due cassoni abbiano la stessa rotazione:
1 2 3 4

Mest + Mint = 0 1 = 2

qt1
I

qt2
I

Vz

VZ 300 - q34 L34 200 - q45 L45 300 - q27 L27 200 100 2 1 qIt1 2 2 qIt2 = 0 Mest = 14 104 kg/mm = - Mint 14 104 = 2 1 qIt1 + 2 2 qIt2 1/2[(qIt2 qIt1 q27) 200 + 2 qIt2 100 + (qIt2 + q34) 100 + (qIt2 + q45) 200 + (qIt2 + q56) 100] = 1/ 1[(qIt1 - q18 ) 200 + (qIt1 - qIt2 + q27) 200 + 2 qIt1 100 ]

2[600 qIt1 - 200 qIt2 - 200] = 1[- 200 qIt1 + 800 qIt2 + 400] 1 = 2 104 mmq 2 = 4 104 mmq Risolviamo il seguente sistema: 2qIt1 + 4 qIt2 = 7 7 qIt1 6 qIt2 - 4= 0 14 qIt1 - 12 qIt2 8 = 0 6 qIt1 + 12 qIt2 - 21 = 0 20 qIt1 - 29 = 0

qIt1 = 1,45 kg/mm qIt2 = 1,025 kg/mm Diagramma effettivo del taglio:
2.025

1.45

1.025

0.55

1.45

3.025

1.45

1.025

2.025

Vz

Verifichiamo l'equilibrio: Fx = 0 : Fz = 0 - 0,55 200 + 1,425 200 + 3,025 200 - VZ= 0 M = 0 - VZ 300 + 1,45 200 100 + 1,025 100 200 +2,025 200 200 + 3,025 300 200 + 1,425 200 100 = 0 2 metodo Una volta trovate le qopen , procediamo imponendo nulla la rotazione per entrambi i cassoni e determiniamo la posizione del centro di taglio.
1 2 3

2
qt1
II

qt2
II

Vz

Vz

qopen L1 / t 1 + qIIt1 L1 / t1 + qIIt2 L27 / t27 = 0 1 200 2 200 - qIIt1 600 - qIIt2 200 = 0 3 qIIt1 - qIIt2 - 1 = 0 qopen L1 / t 1 + qIIt2 L 2/ t2 + qIIt1 L27 / t27 = 0( da controllare) 1 100 + 2 200 + 1 100 200 + qIIt2 800 - qIIt1 200 = 0 4 qIIt2 - qIIt1 + 2 = 0

Otteniamo il sistema: 3 qIIt1 - qIIt2 - 1 = 0 9qIIt1 - 4 qIIt2 - 2 = 0 e lo risolviamo : qIIt2 = 3 qIIt1 1 qIIt1 - 4(3 qIIt1 1) 2 = 0 qIIt1 12 qIIt1 + 4 2 = 0 - 11 qIIt1 + 2 = 0 qIIt1 = 2/11
0.18

0.45

3 2/11 - qIIt2 - 1 = 0 qIIt2 = 6/11 1 = - 5/11 qIIt1 = 0,18 qIIt2 = - 0,45 Le soluzioni sono qIIt1 = 2/11 e qIIt2 = - 0,45. Il diagramma del taglio:
0.18 0.45 0.55

1.82

1.63

1.55

0.18

0.45

0.55

Vz

Verifichiamo l'equilibrio e troviamo il centro di taglio: Fx = 0 Fz = 0 + 1,82 200 + 1,63 200 + 1,55 200 - VZ= 0 M = 0 - VZ e = 200 100(0,18 0,45 + 0,55) + 2 155 300 + 163 200 e = [5600 + 93000 + 32600]/1000 = 131,2 mm Dal momento che VZ non applicata al centro di taglio, dobbiamo considerare anche il contributo del momento torcente. Una differenza tra una struttura semplicemente connessa e una pluriconnessa consiste nel fatto che gli stringers non reagiscano; dunque, utilizziamo la teoria di Bredt applicandola al circuito diaframmato. MT = 2 1 qT1 + 2 2 qT2

MT
1 = 2 1 = 1/(2 G 1) q1 L1 / t 1 = = 1/(2 G 1) [qT1 600 - qT2 200 ] 2 = 1/(2 G 2) q2 L2 / t 2 = = 1/(2 G 2) [qT2 800 - qT1 200 ]
1 2 3 4

qT1

qT2

4 104 [qT1 600 - qT2 200 ] = 2 104 [qT2 800 - qT1 200 ] Otteniamo il sistema: 7 qT1 - 6 qT2 = 0 16,88 104 = 2,2 104 qT1 + 2 4 104 qT2 le cui soluzioni sono: qT1 = (6/7) qT2 4 (6/7) qT2 + 8 qT2 16,88 = 0 qT1 = (6/7) 1,48 = 1,27

16,88 = 4 qT1 + 8 qT2

qT2 = 1,48

Il diagramma effettivo del taglio, il quale coincide con quello determinato tramite il primo metodo, :

1.446

1.027

2.027

0.554

1.42

3.027

1.446

1.027

2.027

Vz

Commento Con il primo metodo calcoliamo i flussi reali senza considerare il centro di taglio. Sconnettiamo la struttura cos che possibile determinare i flussi di taglio della struttura sconnessa (qopen), verifichiamo gli equilibrio e al fine di equilibrare i momenti non nulli, operiamo nuovamente la connessione della struttura. Una volta calcolate le qIT , otteniamo i flussi di taglio reali. Con il secondo metodo, con il quale individuiamo la posizione del centro di taglio, in un primo momento determiniamo le q dovute a taglio puro, imponendo nulla la rotazione e verificando l'equilibrio lungo gli assi x e z. Mediante l'equilibrio dei momenti, siamo in grado di calcolare la posizione del centro di taglio. Sappiamo, per, che la VZ dislocata e dunque, necessario considerare il contributo del momento torcente, dovuto alla reale posizione della forza. Analogo ragionamento viene utilizzato per le strutture policonnesse, in cui dobbiamo imporre anche l'equazione di congruenza, affinch sia uguale la rotazione dei due cassoni, tramite la teoria di Bredt.