Sei sulla pagina 1di 1

CIPRO Stato coestensivo con l'omonima isola, situata nel mar Mediterraneo orientale (5.896 km Repubblica di Cipro; 3.

355 km Repubblica Turca di Cipro del Nord). Capitale: Nicosia. Repubblica: Popolazione di Cipro 789.300 ab. (stima 2008); Repubblica turca di Cipro del Nord 271.100 ab. (stima 2008). Lingua: Repubblica di Cipro greco e turco (ufficiali); Repubblica turca di Cipro del Nord turco. Religione: ortodossi 94,8%, cattolici 1,5%, cattolici maroniti 0,6%, musulmani 0,6%, armeni 0,3%, altre religioni 2,2%. Unit monetaria: euro (100 centesimi). Indice di sviluppo umano: 0,912 (28 posto). Membro di: Commonwealth, Consiglio d'Euopa, EBRD, ONU, OSCE, UE e WTO.

Generalit
Collocata geograficamente in territorio asiatico, nell'ansa pi orientale del Mediterraneo al largo delle coste turca e siriana (da cui dista rispettivamente solo 65 e 86 km), l'isola di Cipro ha subito l'influenza delle numerose civilt che nel corso dei secoli l'hanno considerata terra di conquista, tanto che mantiene nella propria cultura e sul proprio territorio vestigia fenicie, ellenistiche, romane, bizantine, veneziane, turche e britanniche. Tuttavia, dal punto di vista storico e politico, sono state le influenze greca e turca quelle fondamentali nel determinare la situazione attuale. Cipro sempre stata abitata da popolazioni di origine ellenica, che affluirono sull'isola fin dal I millennio a. C., mentre l'arrivo dei coloni turchi risale all'epoca della conquista ottomana del territorio, avvenuta nel 1570. In un primo tempo il problema fu politico, nel senso che, anche durante la secolare dominazione inglese, Grecia e Turchia hanno continuato a nutrire brame di conquista verso l'isola cipriota, sentita da entrambi i Paesi come una naturale propaggine territoriale. In particolare la Grecia, forte della maggioranza di popolazione sull'isola appartenente all'etnia greco-cipriota, portava avanti la richiesta dell'enosis (unificazione), che avrebbe segnato la definitiva unione di Cipro alla madrepatria. In seguito all'indipendenza il problema assunse carattere di conflitto tra le due etnie del Paese, quella greco-cipriota aspirante all'unificazione, e quella turco-cipriota pi favorevole a una separazione (taksim) dai compatrioti filoelleni, sotto la protezione della Turchia. Nel 1974 un tentativo di colpo di stato da parte greca, e il successivo intervento della Turchia che occup militarmente una parte di territorio, sono all'origine della situazione attuale. Da allora il Paese diviso in uno Stato del Nord, sotto la protezione turca e non riconosciuto dalla comunit internazionale, e uno Stato del Sud, di etnia greca, universalmente considerato come la sola Repubblica di Cipro. Questa divisione pluridecennale ha penalizzato entrambe le zone del Paese dal punto di vista sia politico sia economico. La divisione di Cipro rappresenta comunque un grave problema internazionale sia per la UE, nella quale Cipro del Sud entrato nel 2004, mentre l'ingresso della Turchia previsto per i prossimi anni; sia per la NATO, della quale Grecia e Turchia sono Paesi membri; sia per l'ONU, presente sull'isola con un contingente sulla linea di separazione, e i cui segretari hanno avanzato negli anni numerose proposte di riconciliazione, finora sistematicamente fallite.