Sei sulla pagina 1di 26

REGIONE MARCHE

GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. FORESTAZIONE N. 27/FOR DEL 08/05/2012 Oggetto: Anno Internazionale delle Foreste 2011-DDPF n. 52/FOR/2011. Bando di concorso per gli Istituti scolastici delle Marche. Approvazione graduatorie, concessione, impegno e liquidazione premi. 15.000,00, cap. 31001150, UPB 31001, bil. 2012.

IL DIRIGENTE DELLA P.F. FORESTAZIONE


-.-.-

VISTO il documento istruttorio riportato in calce al presente decreto, dal quale si rileva la necessit di adottare il presente atto; RITENUTO, per i motivi riportati nel predetto documento istruttorio e che vengono condivisi, di emanare il presente decreto; VISTA lattestazione della copertura finanziaria di cui allart. 48 della L.R. 11 dicembre 2001, n. 31; VISTO larticolo 16 bis della legge regionale 15 ottobre 2001, n. 20 e s.m.i.;

-DECRETA-

1. di approvare lattivit svolta dalla Commissione giudicatrice nominata con DDPF n. 17/FOR/2012 per il concorso a premi dal titolo Il rapporto uomo-foresta, la multifunzionalit delle foreste e la gestione forestale sostenibile; 2. di approvare lelenco allegato A, contenente le graduatorie dei temi sviluppati dalle classi degli Istituti scolastici partecipanti al concorso, parte integrante e sostanziale del presente atto; 3. di concedere il premio previsto dal bando alle classi graduatesi al 1, 2 e 3 posto delle rispettive categorie del concorso; 4. di impegnare e liquidare limporto dei premi agli Istituti scolastici vincitori del concorso cos come riportati nelle seguenti tabelle:

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

SCUOLA PRIMARIA denominazione Istituto scolastico Istituto comprensivo Pascoli, Urbino. Scuola primaria di Gadana (PU) Istituto comprensivo Fagnani, Senigallia centro. Scuola primaria G. Pascoli Istituto comprensivo di Monte S. Vito (AN). Scuola primaria E. De Amicis Posizione in graduatoria Codice fiscale Importo in euro del premio come previsto dal bando di concorso - impegno e liquidazione del relativo importo

Sede legale

Via Piano Santa Lucia, 11 61029 Urbino Via Maierini, 9 - 60019 Senigallia (AN)

91013550412

2.500,00

83007430420

1.500,00

Via Piana di Cardinale, 46 60037 93109500426 Monte S. Vito (AN) Totale SCUOLA SECONDARIA INFERIORE

1.000,00

5.000,00

denominazione Istituto scolastico Istituto comprensivo di Amandola (FM) Scuola secondaria inferiore di Amandola e Montefortino (FM) Istituto comprensivo L. Pirandello, Pesaro. Scuola secondaria inferiore F.

Posizione in graduatoria

Sede legale

Codice fiscale

Importo in euro del premio come previsto dal bando di concorso - impegno e liquidazione del relativo importo

Via Cesare Battisti, 84 63857 Amandola (FM)

80007390448

2.500,00

Via Nanterre, snc - 61122 Pesaro

80006610416

1.500,00

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

Barocci di Mombaroccio (PU) Istituto comprensivo Giancarlo Gaudiano, Pesaro

Piazza del Monte, 8 61121 Pesaro Totale

92011870414

1.000,00

5.000,00

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE denominazione Istituto scolastico Istituto Tecnico per Attivit Sociali (ITAS) G. Galilei di Jesi (AN), indirizzo biologico Istituto di istruzione superiore Alfredo Panzini, Senigallia (AN), indirizzo turistico Liceo Scientifico StataIe G. Galilei, Macerata Posizione in graduatoria Codice fiscale Importo in euro del premio come previsto dal bando di concorso - impegno e liquidazione del relativo importo

Sede legale

Viale del Lavoro, 38 60035 Jesi (AN)

82003990429

2.500,00

Via Capanna, 62/a 60019 Senigallia (AN) Via A. Manzoni, 95 62100 Macerata Totale

83003810427

1.500,00

80007000435

1.000,00 5.000,00

5. di dare atto che lonere derivante dal presente atto fa carico sul seguente capitolo del bilancio di previsione dellanno 2012 su cui si assume limpegno di spesa: - 31001150, UPB 31001, 15.000,00, fondi regionali; 6. di non applicare, ai sensi dellart. 28 del DPR n. 600/73, la ritenuta dacconto del 4 %; 7. di comunicare il presente atto agli Istituti scolastici che hanno partecipato al concorso; 8. di pubblicare per estremi il presente atto nel Bollettino Ufficiale delle Regione Marche. IL DIRIGENTE Ing. Mario Pompei

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

- DOCUMENTO ISTRUTTORIO -

Normativa di riferimento - Risoluzione n. 61/193 delle Nazioni Unite del 20 dicembre 2006: 2011 Anno Internazionale delle Foreste; - Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 2 febbraio 2011: proclamazione inizio ufficiale dellAnno Internazionale delle Foreste 2011; - Deliberazione Amministrativa dellAssemblea legislativa regionale 26 febbraio 2009, n. 114, Piano forestale regionale (PFR). Legge regionale 23 febbraio 2005, n. 6, articolo 4. - legge regionale 23 febbraio 2005, n. 6 Legge forestale regionale; - D.G.R. n. 204 del 21 febbraio 2011 Risoluzione n. 61/193 delle Nazioni Unite del 20 dicembre 2006 2011 Anno Internazionale delle Foreste: Celebrating forests for people. D.A. n. 114/2009, Piano forestale regionale, azione chiave 5. Istituzione del Tavolo regionale per le foreste; - Decreto del dirigente della P.F. Forestazione n. 52/FOR del 30/11/2011, Risoluzione n. 61/193 delle Nazioni Unite 2011 Anno Internazionale delle Foreste. D.A. n. 114/09. DGR n. 204/2011 Concorso a premi rivolto agli istituti scolastici delle Marche. Cap. 31001150, UPB 31001, 15.000,00, bil. 2011.; - Decreto del dirigente della P.F. Forestazione n. 17/FOR del 04/04/2012, DDPF n. 52/FOR/2011. Nomina componenti Commissione giudicatrice concorso a premi rivolto agli istituti scolastici delle Marche Il rapporto uomo-foresta, la multifunzionalit delle foreste e la gestione forestale sostenibile.; - Legge regionale 11 dicembre 2001, n. 31, Ordinamento contabile della Regione Marche e strumenti di programmazione; - Legge regionale 28 dicembre 2011, n. 29, Bilancio di previsione per lanno 2012 ed adozione del bilancio pluriennale per il triennio 2012/2014; - D.G.R. 22 dicembre 2011, n. 1746, Art. 9 della l.r. 11 dicembre 2001, n. 31 - Programma Operativo Annuale (POA) 2012. Ripartizione per capitoli degli stanziamenti delle Unit Previsionali di Base del bilancio di previsione per lanno 2012 ed assegnazione delle risorse ai Dirigenti dei Servizi e alle Posizioni dirigenziali di funzione. Motivazioni Il DDPF n. 52/FOR/2011 ha emanato il bando di concorso per gli istituti scolastici marchigiani dal titolo Il rapporto uomo-foresta, la multifunzionalit delle foreste e la gestione forestale sostenibile, bando riportato nellallegato A del decreto. Il paragrafo 5 del bando prevede la Commissione giudicatrice per la valutazione degli elaborati pervenuti dagli Istituti scolastici marchigiani partecipanti. La Commissione giudicatrice composta dai seguenti membri: 1) il dirigente della Posizione di Funzione Forestazione o suo delegato che la presiede; 2) il dirigente del Servizio Territorio, Ambiente ed Energia o suo delegato; 3) un membro indicato dal Comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato. 4) il professore pro tempore di assestamento forestale e selvicoltura dellUniversit Politecnica delle Marche o suo delegato; 5) un membro indicato dal Tavolo regionale per le foreste di cui alla DGR n. 204 del 21/02/2011.

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

Con riferimento alle previsioni del bando stata nominata con DDPF n. 17/FOR/2012 la seguente Commissione giudicatrice: - dott. Giulio Ciccal, presidente; - dott.ri Gabriele Guidi, Fulvio Tosi, Marco Menghini, Carlo Urbinati, componenti; - dott. Gianluca Castagnani, segretario. Entro i termini stabiliti dal bando di concorso a premi sono pervenute 47 domande di partecipazione da parte degli Istituti scolastici delle Marche con allegati gli elaborati prodotti dalle classi coinvolte; un elaborato, essendo stato trasmesso con raccomandata 2 aprile 2012 stato escluso dalla valutazione. La Commissione giudicatrice, sulla base della preistruttoria svolta dalla P.F. Forestazione, ha valutato gli elaborati pervenuti in data 23 aprile 2012. Si riporta uno stralcio del verbale che, oltre a descrivere gli elaborati, riporta le votazioni definitive attribuite ai singoli lavori pervenuti dalle scuole, espressi in trentesimi come stabilito dalla Commissione, la quale ha tenuto conto dei seguenti criteri di attribuzione del punteggio, come stabilito dal bando: 1) qualit e congruenza dellelaborato prodotto secondo le tematiche indicate per le diverse sezioni; 2) capacit comunicativa dellelaborato prodotto. Ci con riferimento agli obiettivi del concorso a premi bandito per lAnno Internazionale delle Foreste 2011, che sono i seguenti: 1) informare e rendere consapevoli le nuove generazioni dellimportanza del ruolo e delle tematiche legate alle foreste, alle donne e gli uomini che vivono dei prodotti e dei servigi delle foreste; 2) attivare per gli studenti momenti di ricerca, informazione, formazione, animazione e divulgazione legati alla conoscenza delle foreste e delle loro molteplici funzioni. Oltre ai criteri di giudizio sopra richiamati attenzione particolare stata rivolta dalla Commissione al fatto che gli elaborati, soprattutto quelli delle scuole secondarie, valutassero, approfondissero ed indicassero come la gestione forestale attiva sostenibile sia elemento basilare e determinante il mantenimento ed il miglioramento delle singole funzioni e della multifunzionalit delle foreste, con riferimento ai 6 criteri paneuropei della GFS di cui alle Conferenze ministeriali sulla protezione delle Foreste in Europa (MCPFE). Si riporta di seguito lo stralcio di interesse del verbale del 23 aprile 2012 della Commissione giudicatrice, che, oltre a descrivere gli elaborati, attribuisce il punteggio definitivo agli stessi, utile alla formazione della graduatoria ed alla sua approvazione con atto del dirigente della P.F. Forestazione. TOTALE ELABORATI PERVENUTI: N. 47 di cui: a) N. 19 scuola primaria (di cui uno spedito fuori termine in data 02/04/2012 dalla Scuola primaria di Montefortino (FM), che pertanto, ai sensi del bando, non valutabile); b) N. 16 scuola secondaria inferiore; c) N. 12 scuola secondaria superiore. SCUOLA PRIMARIA 1) a) Scuola: Istituto comprensivo Pascoli, Scuola primaria di Gadana, classe 3^ - Urbino;

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

b) Titolo elaborato e formato: A scuola nel bosco, DVD con diapo, canzone cantata dagli alunni di oltre 3 minuti sullesperienza di visita di due boschi (faggeta e pineta) con il CFS (es. ho scoperto la faggeta dalla A alla Zeta), lapposizione di una targa di bosco adottato dalla classe 3^sulle attivit di disegno in classe, video di circa 19 minuti su rappresentazione teatrale riguardante il bosco ed i suoi abitanti (es. i folletti) con sfondo di pannelli disegnati che rappresentano ambienti forestali reali o di fantasia; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: conoscere, apprezzare, rispettare il bosco e quindi assumere comportamenti di rispetto e responsabilit. 13 diapo su: la fotosintesi e limportanza degli alberi per latmosfera; lecosistema bosco: la flora e la fauna; altri ecosistemi naturali; caratteristiche del faggio e della faggeta; biodiversit e ricchezza ambientale; ONU e anno internazionale delle foreste; legame uomo-natura; ruolo e funzione delle Guardie Forestali; aspetto simbolico e fantastico del bosco d) Voto indicativo: 28/30 NB la scuola ha anche allegato un lavoro fatto nellanno prima dalla stessa classe (ex classe 2^) consistente in: a) Scuola: Istituto comprensivo Pascoli, Scuola primaria di Gadana, classe 2^ - Urbino; b) Titolo elaborato e formato: I diritti del bosco e liberiamo la fantasia, DVD con canzone di 5:36 min. che accompagna lattivit di disegno ed animazione compiuta su lavagna multimediale e PC sullargomento che bello essere amici (non ad argomento forestale). 2 video su comportamenti educati da tenere in bosco (non accendere fuochi, non abbattere alberi, non lasciare rifiuti ecc.); c) Tematiche sviluppate, obiettivi: informatica ed educazione ambientale 2) a) Scuola: Istituto comprensivo Senigallia centro Fagnani, Senigallia (AN). Classi IV b) Titolo elaborato e formato: Il bosco fonte di vita. Lelaborato rappresentato da 54 fogli da disegno A4 raccolti in una cartellina chiusa con la rafia. Sui fogli A4 sono riportati disegni e descrizioni di attivit svolte dalle classi, con commenti delle varie tematiche trattate. c) Tematiche sviluppate, obiettivi: Anno internazionale delle foreste, il bosco in funzione protettiva, di tutela della biodiversit, la diversit delle piante presenti nei boschi, gli animali presenti nei boschi, lesempio della montagna veneta, le esternalit positive dei boschi, il lavoro nei boschi nel secolo scorso con i mestieri antichi (la fluitazione dei tronchi, il taglio, lo scortecciamento, la lavorazione del legname), la certificazione ambientale, gli incendi, le funzioni della guardia forestale, le foreste equatoriali e il loro ruolo per il clima, la deforestazione e il disboscamento illegale, la possibilit di riutilizzare e riciclare i prodotti in legno. d) Ulteriori iniziative: stato fatto un incontro in classe con un dirigente del servizio-forestale regionale del Parco delle Dolomiti Bellunesi da cui gli alunni hanno tratto spunti per gli elaborati prodotti; e) Voto: 27/30 3) a) Scuola: Istituto Comprensivo M. S. Vito, scuola primaria E. De Amicis, classe 1^ A Monte San Vito (AN). b) Titolo elaborato e formato: A tu per tu con il bosco. Volume rilegato in grande formato fatto di fogli di carta paglia. Ogni foglio riporta didascalie, tipo slogan o pensierini degli alunni, incollate, abbellimenti a disegno e fotografie dellesperienza in bosco, parco o giardino degli alunni. Gli slogan sono interessanti e molto originali;

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

c) Tematiche sviluppate, obiettivi: osservazioni e approfondimenti sono stati compiuti su radici, foglie, rami, terreno, gemme, fiori, frutti, cortecce, anelli di accrescimento, stagioni e ritmo fenologico. Pensieri su se fossi un albero, vorrei essere un , foto della ripulitura di un parco e di piantagione e cura di alberi in occasione della festa dellalbero 11/2011; d) Voto: 26/30

Con voto pari a 25/30 si classificano a pari merito: 4) a) Scuola: Istituto Comprensivo V. Tortoreto Scuola primaria Via Roma S. Ginesio (MC); b) Titolo elaborato e formato: Noi e il Bosco. Diapo su escursione Vivere il bosco fra profumi, sapori e suoni; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: osservazione naturalistica, testimonianze (intervista a utenti Comunanza agraria su loro storica gestione forestale), documenti (statuto, regolamento di uso civico), laboratori (realizzazione di plastico di scenario naturalistico, alla scoperta degli insetti che vivono nella corteccia, riflessioni su una poesia di M. Lodi su un ciliegio, castagne e castagnaccio); d) Ulteriori iniziative: la Comunanza agraria dei piccoli: campagna elettorale, elezioni, proclamazione eletti, nomina consiglio e presidente. Misurazione alberi e superficie particelle ed assegnazione delle prese agli utenti, il bosco nellimmaginario (attivit in corso: rielaborazione e drammatizzazione dei racconti di una vecchia della Comunanza); 5) a) Scuola: Istituto Scolastico Comprensivo Force S. Vittoria in Matenano, scuola primaria Force, classe III Force (AP); b) Titolo elaborato e formato: diapo con sonoro; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: sensibilizzare e far conoscere agli alunni il concetto di biodiversit con particolare riferimento a quella del territorio boscato di Force tramite lo studio delle parti dellalbero, la raccolta e classificazione di vegetali (differenza conifere e latifoglie), la morfologia fogliare. Ulteriori obiettivi: sensibilizzare sulla prevenzione e lotta agli incendi boschivi. Le attivit sono state svolte mediante escursioni assistite da un agronomo ed attivit di classificazione in classe. Si infine realizzato un erbario (sembra fatto molto bene ed accuratamente), un plastico che riproduce il Parco comunale ed album disegni sul rapporto uomo-bosco. I disegni, con breve didascalia, sono scannerizzati e presenti nel CD. Lultima diapo ritrae la scolaresca insignita del diploma di guardia forestale; 6) a) Scuola: Scuola primaria P. Borsellino Grottaccia Classi IV Cingoli (MC). b) Titolo elaborato e formato: Accendiamo lamore per il bosco. Libro 35x50 cm sotto forma di pop-up che si apre a ruota e da origine ad un poliedro con rappresentazioni tridimensionali. fatto con cartoncino colorato rilegato in cui sono rappresentati i disegni tridimensionali dei bambini c) Tematiche sviluppate, obiettivi: vengono toccate un po tutte le tematiche ambientali quali quelle relative allinquinamento e ai comportamenti virtuosi da seguire. In ogni pagina sono riportate didascalie descrittive delle tematiche presentate. E ben curato; 7)

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

a) Scuola: Istituto Comprensivo Luca della Robbia Scuola Primaria Classe IV B Appignano (MC). b) Titolo elaborato e formato: Rapporto uomo bosco. Bosco amico: il bosco visto con gli occhi dei bambini. Libro 50x70 cm sotto forma di pop-up fatto con cartoncino colorato rilegato in cui sono rappresentati i disegni tridimensionali dei bambini sul bosco e la presenza delluomo nel bosco. In ogni pagina sono riportate didascalie descrittive delle tematiche presentate. c) Tematiche sviluppate, obiettivi: viene rappresentato come il bosco viene percepito dai bambini, la sua importanza per il benessere delluomo e limportanza della presenza delluomo per il suo mantenimento;

Con voto pari a 24/30 si classificano a pari merito: 8) a) Scuola: Istituto comprensivo Galliano Binotti di Pergola. Scuola primaria di Serra S. Abbondio (PU), classe 3^; b) Titolo elaborato e formato: Il bene comune delle foreste. DVD con video di 8 minuti. Ogni albero un libro aperto che narra la storia, escursioni con immagini in bosco dei bambini, la foresta fitta che mette anche un po paura, riproduzione ed interpretazione degli animali forestali, la funzione depuratrice dellaria dei boschi, immagini storiche attivit comunanze agrarie del territorio (es. esboschi a soma). Il legno importante: realizzata la costruzione in classe di giocattoli in legno locale, visione ed ascolto in foresta. Conclusione: la foresta una comunit che rassicura, che parla in italiano ed anche in dialetto, il bosco il nostro grande bene comune; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: importanza delle foreste non solo, ma soprattutto, per le comunit locali; 9) a) Scuola: Scuola Primaria di Villa Strada VA e VB Istituto Comprensivo E. Mestica Cingoli (MC). b) Titolo elaborato e formato: Boscopoli: un amore ritrovato, Volume realizzato con carta riciclata e legato con spago contenente una storia anche illustrata, con la presenza di foto e disegni. c) Tematiche sviluppate, obiettivi: descrizione, tramite un racconto, con foto e disegni, del rapporto uomo-bosco. La foto illustra le modalit di riciclo della carta ed i lavori eseguiti dai bambini per la realizzazione del presente libro. Il messaggio che arriva dalla storia limportanza del bosco con le sue molteplici funzioni ed i fondamentali benefici che apporta per la vita sulla Terra. Il messaggio finale, schematico, ma molto efficace rafforza la formazione e leducazione del bambino verso questi temi cos importanti; 10) a) Scuola: Circolo didattico di Corridonia Luigi Lanzi, classe 4^ D; b) Titolo elaborato e formato: Una foresta da sfogliare, Volume rilegato con copertina in compensato e riquadro in sughero con finestra sul titolo. A sinistra dellimpaginazione il titolo con foto di alberi o boschi, a destra disegno colorato a pastelli a cera con didascalia; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: argomenti vari sulle funzioni delle foreste: es. quanto vale una foresta ?, ricchezze nascoste, le foreste e il clima, la foresta e la fame nel mondo, la foresta e il suolo, la foresta e lacqua, chi fabbrica le nuvole ?, la foresta e laria, salvaguardiamo la biodiversit, foresta e biodiesel, foresta e popolazioni indigene, guerre,

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

conflitti e controllo delle risorse, le compagnie del legno, monocolture e piantagioni al posto delle foreste, salvaguardare e non maltrattare la foresta, deforestazione zero, gestione sostenibile della foresta (con giuste conclusioni), i responsabili della rovina di alcune foreste, cosa possiamo fare (es. acquistare prodotti derivati dal legno certificati);

Con voto pari a 23/30 si classificano a pari merito: 11) a) Scuola: Istituto comprensivo Galliano Binotti di Pergola. Scuola primaria di Serra S. Abbondio (PU), classe 4^; b) Titolo elaborato e formato: pubblicit progresso. 11 disegni in forma di manifesti con pensieri positivi sulle tematiche affontate relative al rapporto uomo-bosco. Disegni ben curati e molto colorati; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: importanza della tutela e salvaguardia delle foreste, ma anche dellattivit forestale, dellabitare in montagna a contatto con boschi ove poter anche giocare e trarre spunti per favole e leggende; 12) a) Scuola: Scuola primaria Giuseppe Talamonti Ripatransone e Montefiore dellAso (AP) Istituto Comprensivo Ripatransone. Classi V. b) Titolo elaborato e formato: Il rapporto uomo - foresta. Serie di disegni degli alunni sulla tematica del disboscamento e dellurbanizzazione. Tre cartelloni riuniti a forma di libro (100x70 cm) con rappresentazioni a basso rilievo dei disegni inerenti le tematiche precedenti (uso di lana, pezzi di legno e altri materiali oltre al disegno) c) Tematiche sviluppate, obiettivi: vengono soprattutto toccate le tematiche relative al disboscamento e al consumo di suolo boscato in favore dellurbanizzazione; 13) a) Scuola: Circolo didattico Ugo Bassi, Scuola Anita Garibaldi, classe V^ A Civitanova Marche (MC); b) Titolo elaborato e formato: Storia del nostro Bosco (sia scritta a mano che in diapo a colori che con CD contenente anche 8 brani musicali cantati dagli alunni dal titolo forestale, es. amico bosco, con testi composti da loro e riportati); c) Tematiche sviluppate, obiettivi: storia e caratteristiche di un giovane bosco sito vicino Civitanova, salvato da un privato che lha acquistato dai contadini che volevano coltivarvi. Tra gli aspetti analizzati: la storia del bosco, le sue caratteristiche, le funzioni, le minacce, le azioni di tutela, le leggende legate ad alcune delle specie che vi vegetano, le credenze popolari della zona del bosco (loc. Fosso dello Stregaro), le esperienze personali;

Con voto pari a 22/30 si classificano a pari merito: 14) a) Scuola: Istituto Comprensivo E. Mestica, scuola primaria M. Montessori classi 3^, 4^ e 5^ Macerata; b) Titolo elaborato e formato: Sui sentieri del bosco, diapo; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: il progetto, lesperienza, ricordi, ricerche, letture e schede. E una visita guidata alla Selva dellAbbadia di Fiastra. Sono foto con didascalia delle varie osservazioni compiute. Vi sono infine i testi scannerizzati dei ricordi degli alunni

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

10

partecipanti alla gita. Le ultime diapo spiegano nel dettaglio il percorso educativo svolto che ha avuto come obiettivo di far comprendere che il bosco un ecosistema, purtroppo distrutto molto dalluomo negli ultimi decenni; 15) a) Scuola: Istituto comprensivo Senigallia nord Mercantini, scuola primaria M. Puccini, classe IV^ C Senigallia (AN); b) Titolo elaborato e formato: giornalino School news e sunto dellattivit di approfondimento sulla biodiversit, con visita al Parco comunale della Pace ed allecosistema le dune marine. Il giornalino unedizione speciale dedicata al parco, allalbero, con intervista allassessore ed al tecnico comunale sul Parco, cartelloni di sintesi; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: biodiversit sensu latu, biodiversit Parco della Pace e della duna marina, suddiviso in fasi e materie scolastiche coinvolte (italiano, storia, geografia, arte, cittadinanza e costituzione. 16) a) Scuola: Istituto comprensivo statale Raffaello Sanzio (ex Istituto comprensivo Falconara Nord) Classe IV. Chiaravalle (AN). b) Titolo elaborato e formato: Bosco. Serie di disegni dei bambini sulla tematica bosco incollati su cartoncini colorati verdi di varie tonalit ritagliati e rilegati insieme. c) Tematiche sviluppate, obiettivi: soprattutto si parla di inquinamento, di rispetto della natura e di importanza del bosco per gli animali. 17) a) Scuola: Istituto comprensivo statale Senigallia Sud Belardi. Senigallia (AN), classe 2^ B di Marzocca. b) Titolo elaborato e formato: Serie di disegni su fogli A4 dal titolo Luomo e il bosco. Tutti i disegni sono abbelliti da una cornice fatta con foglie, frammenti di rametti e rotelle di rami pi grandi, petali e foglie seccate. c) Tematiche sviluppate, obiettivi: soprattutto si parla di inquinamento, di rispetto della natura e di importanza del bosco per gli animali.

18) a) Scuola: Istituto Comprensivo Giacomo Leopardi Scuola Primaria Ischia Classe III Grottammare (AP). b) Titolo elaborato e formato: Una casa sotto il cielo. Cartellone 100x70 cm in cui rappresentato un albero con le foglie che si aprono e al cui interno sono indicate frasi scritte dai bambini sugli alberi e sulla loro importanza. c) Tematiche sviluppate, obiettivi: le frasi riportate nelle foglie indicano quali siano le tematiche sensibili dal punto di vista dei bambini in relazione agli alberi (inquinamento, ossigeno prodotto dagli alberi, gioco, sovrasfruttamento carta, taglio dei boschi -, biodiversit. Gli obiettivi non vengono comunque esplicitati nellelaborato. d) Voto: 20/30

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

11

SCUOLA SECONDARIA INFERIORE 1) a) Scuola: Istituto Comprensivo di Amandola e Montefortino, classi della scuola secondaria di primo grado, in collaborazione con i 2 CEA locali, CTA-CFS di Visso, scuola gemellata di Trecastagni (CT), segheria Alto Tenna certificata PEFC, carbonaia di Cessapalombo; b) Titolo elaborato e formato: Ruolo ed importanza della gestione attiva sostenibile delle foreste per la vita e la socio-economia delle comunit locali. 1 CD (materiale documentativo) 1 DVD (cortometraggio dal titolo Lalbero della musica di circa 20 min.). Il CD contiene 12 cartelle e 3 file. Le cartelle: disegni, escursione e laboratorio cinema, foto castagneto, foto laboratorio carta, foto dal liutaio, foto di quadri (a soggetto forestale), foto studio tronco albero, foto uscita in segheria, prodotti laboratorio della carta, prodotti del sottobosco, soggetti per cortometraggio, video del blog. degli studenti con video per circa 20 min. I 3 file: letture di letteratura (recensione brani su argomento foreste di grandi autori), presentazione CFS su educazione ambientale e concorso per le scuole della Regione, sceneggiatura cortometraggio Lalbero della musica. Il cortometraggio ripercorre, in filmato, i contenuti delle cartelle documenti del CD; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: le diverse possibilit di utilizzo del bosco, non solo per legname (argomento comunque trattato in segheria, nella carbonaia, nel laboratorio della carta e dal liutaio), ma per i prodotti non legnosi del sottobosco e, soprattutto, per larte e la cultura (dipinti, letteratura, musica, svago e fruizione pubblica, forum su internet sulle problematiche di settore). d) Voto: 28/30 2) a) Scuola: Istituto Comprensivo L. Pirandello di Pesaro, plesso F. Barocci di Mombaroccio, classe 2^ A, in collaborazione con V^ elementare e classi 1^ e 3^ media Mombaroccio (PU); b) Titolo elaborato e formato: Dal Bosco del Beato Sante agli alberi del Giardino scolastico percorso in 3 tappe per un nuovo rapporto uomo-albero-bosco, CD contenente presentazione animata di ogni singola pianta del giardino della scuola (con planimetria e posizionamento degli alberi e arbusti da cui si accede al contenuto del singolo elemento), con particolari fotografici e disegni a pastello di particolari, foto con didascalia degli interventi di cura e recupero adottati a seguito dei danni da neve di febbraio 2012. 1 file Diapo sulla visita al Bosco del Beato Sante: storia del bosco da documenti darchivio storico, immagini con poesie degli alunni di V^ elem. 2 file Diapo indagine e conoscenza della biodiversit del bosco del Beato Sante (vegetali, uccelli, insetti) con inquadramento geotopografico, n. 12 transect sulla vegetazione molto ben fatti e rappresentati, conclusioni con calcolo dellindice di alfa-biodiversit (specie) e beta-biodiversit (habitat), studio monografico sul grande tiglio e la grande quercia con misurazione di diametro e altezza con ipsometro, carotaggio con succhiello. A scuola si proceduto alla germinazione dei semi delle specie forestali raccolti. 3 file Diapo: monografia dei singoli alberi del giardino scolastico Quaderno plasticato con lo sviluppo del significato del termine biodiversit, strettamente connesso con la gestione forestale sostenibile delle foreste. Nel CD presenti anche le 3 canzoni di supporto a tema (es. Il Ciliegio di A. Branduardi, suoni della Natura);

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

12

c) Tematiche sviluppate, obiettivi: si ritiene che largomento maggiormente sviluppato sia afferente alla biodiversit forestale, ma non solo: anche botanica e un po di dendrometria; d) Voto: 27/30 3) a) Scuola: Istituto comprensivo Gianfranco Gaudiano, classi 1^ C e D - Pesaro; b) Titolo elaborato e formato: I custodi della foresta. DVD con video di 12:30 minuti. Prefazione commentata in bosco. Cap. 1: i Monaci antichi custodi (eremo di M. Giove): intervista a Dom Frigerio. Cap. 2: la favola del colibr: custodi senza tempo; rappresentazione teatrale in maschera in bosco (molto belle le maschere degli animali ed il trucco) con simulazione di incendio per getto di mozzicone di sigaretta. Gli animali fuggono, il bosco brucia (immagini di incendi boschivi). Il colibr triste e piange. Cap. 3: la societ civile; i custodi di oggi. Lezione in aula con un dott. forestale sulle funzioni del bosco con domande degli alunni. Cap. 4: il futuro; i nuovi custodi (i bambini). Slogan con cartelloni colorati in bosco; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: importanza delle foreste e di chi le ha custodite, custodisce e custodir. d) Voto: 26/30

Con voto pari a 23/30 si classificano a pari merito: 4) a) Scuola: Istituto Comprensivo G Leopardi, classe 2^ A, Grottammare (AP); b) Titolo elaborato e formato: Ruolo ed importanza della gestione attiva sostenibile delle foreste per: il ciclo del carbonio ed i cambiamenti climatici, le risorse rinnovabili, lecosostenibilit, la biodiversit, il rischio idrogeologico: limportanza delle foreste, CD contenente file di diapo ognuno sugli argomenti sopra elencati. La classe ha operato per gruppi di lavoro; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: la risorsa rinnovabile bosco: la selvicoltura naturalistica, la certificazione forestale, il riciclaggio della carta, il riutilizzo del legname di scarto. La biodiversit: cos, foreste, gestione e biodiversit, pericolo perdita di biodiversit e delle foreste, biodiversit nelle Marche. Limportanza delle foreste: gli ecosistemi forestali, la depurazione dellaria, la deforestazione per ipersfruttamento. Video con le conclusioni: una video di Michael Jackson su deforestazione e altri crimini ambientali moderni; 5) a) Scuola: scuola secondaria paritaria di I grado Rosa Venerini, classe 3^ - Ancona; b) Titolo elaborato e formato: La foresta: una possibile soluzione alla nostra carbon footprint. Formato cartaceo di 4 pagine; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: foreste e ciclo del carbonio. Percorso seguito: calcolo, dal 2009, dellimpronta ecologica legata alle emissioni di CO2 derivante dal percorso casa-scuola-casa della classe, utilizzando per i calcoli, a seconda dei mezzi di trasporto utilizzati info da internet e software on-line. Dal valore medio di 612 tonn/anno, la classe ha calcolato la superficie della foresta virtuale che permettesse di annullare le emissioni (carbon sink). La foresta virtuale stata posizionata su una foto satellitare di Ancona, scoprendo che doveva coprire tutti i palazzi attorno alla scuola per una superficie pari a 12,2 ettari;

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

13

6) a) Scuola: Istituto Comprensivo Fa Di Bruno, classe 1^ A Marotta (PU); b) Titolo elaborato e formato: Quaderno plasticato con lo sviluppo del significato del termine biodiversit, strettamente connesso con la gestione forestale sostenibile delle foreste; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: ruolo ed importanza della gestione attiva sostenibile delle foreste nellaumento o nella conservazione della biodiversit, sviluppando laspetto relativo alle variet animali e vegetali della regione, proponendo una serie di cosa possiamo fare e conclusioni. Inserite due poesie sulla biodiversit, reperite sul web, e libere frasi sul tema dei ragazzi, con disegni a pastello a cera;

7) a) Scuola: scuola secondaria pluriclasse 1, 2, 3 di Montefalcone Appennino - ISC di Comunanza Montefalcone Appennino (FM). b) Titolo elaborato e formato: I boschi dei Monti Sibillini . Cd in power point composto da 27 diapositive. c) Tematiche sviluppate, obiettivi: Sviluppa varie tematiche di cui al punto 2) dei requisiti del bando, ad esempio la gestione sostenibile delle foreste e il ciclo del carbonio oppure limportanza socio economica che esse rivestono per le comunit locali; lo stesso dicasi per le funzioni produttive derivanti dal bosco stesso o dalla sua gestione compatibile. Lobiettivo, come specificato anche da una scheda del lavoro, quello di mettere in luce le caratteristiche positive dei boschi e della loro importanza nella economia e nella cultura locale.

Con voto pari a 23/30 si classificano a pari merito: 8) a) Scuola: Istituto Comprensivo Giovanni Paolo II di Montecchio S. Angelo in Lizzola (PU), classe II^ A di S. Angelo in Lizzola; b) Titolo elaborato e formato: Faldone contenente complessivamente n. 1 manifesto generale, n. 1 presentazione e n. 50 disegni colorati di grande formato (34 x 48 cm circa) che descrivono, anche in forma di fumetto, le escursioni organizzate con i pulmini del Comune in alcuni ambienti forestali (Parco S. Bartolo, Parco sasso Simone e Simoncello, Bosco delle Cesane, Bosco di Tecchie, Fiume Metauro e Furlo, Parco del Fiume Foglia solo foto con didascalia attaccate ai fogli di supporto) e 10 pannelli sullignoranza umana nel gettare rifiuti nei boschi ed una favola dal titolo Il Barbagianni perduto; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: Ruolo ed importanza della gestione attiva sostenibile delle foreste nellaumento o nella conservazione della biodiversit. Molte rappresentazioni esulano dal tema, ma si riferiscono a momenti ludici o al problema neve di febbraio 2012, a visite ai luoghi darte limitrofi alle aree forestali visitate; 9) a) Scuola: Scuola Secondaria Primo Grado C Krueger - classe 3^ A. Istituto Comprensivo Bruno da Osimo Osimo (AN).

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

14

b) Titolo elaborato e formato: le energie rinnovabili CD che affronta gli argomenti relativi alla lettera c) del punto 2) del bando (sezione dedicata alla scuola secondaria superiore). c) Tematiche sviluppate, obiettivi: il file multimediale composto da schede in power point, spazia dalla definizione delle energie rinnovabili con relativi disegni e schemi alla puntuale spiegazione degli aspetti positivi e negativi dellenergia solare, di quella eolica, di quella derivante dallimpiego delle biomasse, dalluso dei biocarburanti, biogas fino alla geotermia e maree. Le ultime tre schede fanno capire che <una scorretta gestione delle foreste > comporta come conseguenza <grossi danni ai polmoni verdi della Terra>. Il lavoro si conclude con i rischi delluso indiscriminato delle rinnovabili. 10) a) Scuola: Scuola media ad indirizzo musicale L. Luciani, classe 2^ B Ascoli Piceno; b) Titolo elaborato e formato: La foresta umbra: sostenibilit della comunit locale e conservazione ambientale. CD con 59 diapo sulla foresta umbra, visitata dalla scolaresca; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: analisi dellarea garganica che ospita la foresta (clima, geologia, vegetazione, fauna, attivit umane ecc.). Biodiversit della foresta umbra: monografia sulle principali specie floristiche e faunistiche. La risorsa naturale come risorsa economica: il carbone. Reportage fotografico: il paesaggio, la flora e la fauna. 11) a) Scuola: Scuola paritaria Luigi Allevi di Camerino, classi 2^ e 3^; b) Titolo elaborato e formato: E il mondo che vorrei ? Puzzle che evidenzia come luomo, tagliando lultimo albero, squarcia il cielo e mostra un mondo oscuro ed inquinato; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: attraverso il personaggio di una bambina, un appello alla tutela del bosco da parte dei ragazzi delle classi coinvolte; Con voto pari a 19/30 si classificano a pari merito: 12) a) Scuola: Scuola secondaria di I grado classe 3^ Istituto Comprensivo G. Leopardi Sarnano (MC). b) Titolo elaborato e formato: Il rapporto Uomo-Foresta, la multifunzionalit delle foreste e la gestione forestale sostenibile. Formato cartaceo di 13 pagine e allegato CD avente medesimo contenuto - intitolati: Racconto: Matteo e il Bosco amico. c) Tematiche sviluppate, obiettivi: temi ricavabili dalla lettura dellelaborato e non esplicitamente differenziati ed evidenziati: rapporto uomo-foresta, ruolo ed importanza nella gestione delle foreste nellaumento o nella conservazione della biodiversit, ruolo ed importanza della gestione attiva sostenibile per la produzione del bene rinnovabile come il legno. Percorso seguito: tramite un personaggio che si perde nel bosco (amante della tecnologia e senza cognizioni elementari di ecologia) si evidenziano limportanza dei microrganismi decompositori, il ruolo dei protisti, dei funghi, le funzioni degli alberi e la vita degli animali superiori del bosco, oltre che della nozione di rinnovamento della risorsa legno grazie al continuo accrescimento arboreo. 13) a) Scuola: Istituto Comprensivo G. Cingolani, classe 1^ B Montecassiano (MC);

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

15

b) Titolo elaborato e formato: Il legno, bene rinnovabile ed insostituibile. Breve spot sulla storia delle foreste. Prima parte: Dante nel bosco (nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai in una selva oscura che la diritta via era smarrita). Seconda parte: Dante su un viadotto a 4 corsie con citt sullo sfondo (nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai in una diritta via che la selva oscura era smarrita); c) Tematiche sviluppate, obiettivi: storia delle foreste dal medioevo ad oggi. Sensibilizzare i ragazzi sulle trasformazioni negative operate dalluomo nei secoli a carico delle foreste.

Con voto pari a 18/30 si classificano a pari merito: 14) a) Scuola: Istituto Comprensivo Carlo Falcinelli, Montemarciano, classe 1^ B. b) Titolo elaborato e formato: Il Bosco della Castagnola, Diapo sul bosco comunale artificiale semipuro di quercia castagnola (Quercus virgiliana) esteso per circa 13 ettari; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: la relazione si riferisce alla giornata Puliamo il mondo in cui sono state approfondite le caratteristiche floro-faunistiche dellarea. Si riporta altres la storia del paese, le sue antiche Contrade, la storia della ex Selva castagnola di 40 ettari abbattuta nel 1578. Si descrive il bosco e le sue presenze anche faunistiche, con schede botaniche (manca quella della q. castagnola ). Non coerente per con quanto premesso inizialmente. Mentre allinizio si parla di bosco costituito da Q. virgiliana, poi nella composizione non la si nomina pi, parlando di querce del gruppo della farnia (Q. pubescens, Q. robur, Q. sessiliflora). Vi sono infine 3 relazioni delle 3 uscite svolte negli anni, di cui lultima nellaprile 2011 di educazione ambientale. Conclude una favola sul Bosco fatato della castagnola; 15) a) Scuola: scuola secondaria paritaria di I grado Rosa Venerini, classe 1^ - Ancona; b) Titolo elaborato e formato: Le foreste: la casa della biodiversit. Formato cartaceo di 4 pagine; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: foreste e biodiversit. Percorso seguito per lo sviluppo della tematica: visione del filmato della BBC Le grandi foreste, per apprendere i tipi di foresta del mondo e le specie che le popolano. Approfondimento con i poster di un kit del WWF sulle foreste. In classe analisi di flora e fauna del Conero, scaricando materiale da internet, collegando gli animali agli ambienti del Parco. Si allega la sintesi di quanto appreso sulla biodiversit forestale, in particolare di quella del Conero; 16) d) Scuola: Istituto Comprensivo da Vinci Ungaretti di Fermo, classe 1^ Sez. F Torre di Palme (FM); e) Titolo elaborato e formato: Ruolo e importanza dei boschi e delle foreste per laumento e la conservazione della biodiversit. Quaderno in formato cartaceo con particolare riferimento al Bosco del Cugnolo, relitto di macchia mediterranea, esteso per circa 450 metri parallelo alla costa posta a sud del Comune di Torre di Palme. Formato cartaceo di 11 pagine. f) Tematiche sviluppate, obiettivi: la relazione si riferisce anche alle giornate passate in bosco nellambito delle giornate del F.A.I., con lesperienza acquisita sono state fotografate le piante e imparati i loro nomi col risultato della produzione di schede botaniche dedicate. Ci sono interessanti spunti che fanno comprendere il valore della

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

16

biodiversit (al paragrafo dedicato a le foreste) e il danno incalcolabile della sua perdita ed altri spunti relativi allimportanza del rispetto del bosco allatto dellingresso durante la sua visita (al paragrafo Bosco del Cugnolo).

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE

1) a) Scuola: Istituto Tecnico per Attivit Sociali G. Galilei. Indirizzo Biologico, Corso di Ecologia, classi terze Jesi (AN); b) Titolo elaborato e formato: il rapporto uomo-foresta, la multifunzionalit delle foreste e la gestione forestale sostenibile. 75 diapo relative alla visita al Parco dei Sibillini, zona Cessapalombo; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: varie, concernenti il titolo stesso del concorso. Lelaborato contiene: inquadramento geografico, geologico, geomorfologico, fitoclimatico, paesaggio rurale, vegetazione forestale, successioni ecologiche, attivit umane (produzione legna da ardere e carbone con fasi realizzazione carbonaia), analisi problemi gestione fauna nei boschi (cinghiale). Visita a bosco altofusto e ceduo col CFS; analisi delle forme di governo e tipi di trattamento. Conclusione: la pianificazione forestale pu salvaguardare le modalit di governo e trattamento in quanto elementi di valore storico-culturale, oltre che produttivo; la selvicoltura un potente strumento per la salvaguardia della diversit biologica. Video: la carbonaia e il mestiere di carbonaio; d) Voto: 29/30 2) a) Scuola: Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 2^B indirizzo turistico Senigallia (AN); b) Titolo elaborato e formato: il rapporto uomo-foresta, la multifunzionalit delle foreste e la gestione forestale sostenibile. 75 diapo ben curate relative a varie tematiche sviluppate; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: varie, concernenti il titolo stesso del concorso. Lelaborato contiene: lanalisi del simbolo AIF 2011 e dei suoi significati e messaggi. Indi il sommario elenca gli argomenti approfonditi: albero, bosco, governo, funzioni, prodotti legnosi e non legnosi; le specie botaniche, i boschi delle Marche con particolare riferimento a quelli della aree naturali protette; lo sviluppo sostenibile e i criteri di GFS (con sviluppo delle tematiche delle diverse possibilit occupazionali, della certificazione forestale e dei tagli illegali); il turismo sostenibile nei boschi (molto articolato in tutte le sue possibilit realizzative, fruitive ed occupazionali); conclusione con il valore culturale e spirituale legato alle abbazie, santuari, eremi, grotte eremitiche di benedettini e con una rassegna degli alberi monumentali delle Marche, valori aggiunti alle possibilit di un turismo naturalistico sostenibile; d) Voto: 28/30 3) a) Scuola: Liceo Scientifico G. Galilei, classi I C, III C, III G Macerata. b) Titolo elaborato e formato: La biodiversit nellecosistema foresta ricchezza da proteggere e valorizzare, produzione di un libro a colori di 99 pagine;

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

17

c) Tematiche sviluppate, obiettivi: mantenimento, conservazione e miglioramento della diversit biologica negli ecosistemi forestali. Il volume prodotto frutto di uno studio teorico (esemplificato con diagrammi e rappresentazioni grafiche sulla complessit dei sistemi e delle relazioni bioecologiche, di ottima fattura e facile lettura, con foto, disegni, tabelle, grafici, diagrammi e relative note didascaliche, anche sulla normativa e pianificazione ai diversi livelli istituzionali), ed attivit di laboratorio (cromatografia su carta, studio biochimico della fotosintesi, con analisi della variazione delle concentrazioni di CO2 con luce o senza, immagini da microscopio delle parti raccolte ed analizzate anche di pollini, muschi, licheni, spore, ecc. -, analisi del suolo forestale e di reperti vegetali della Riserva di Fiastra per lo studio della biodiversit, biodiversit delle aree protette della Provincia di Macerata). Il volume conclude con la bibliografia di riferimento. Allegato CD con lelaborato cartaceo prodotto e le diapo delle escursioni propedeutiche svolte che contengono, oltre a foto, gli obiettivi ed i risultati delle escursioni. Manca laspetto della gestione forestale sostenibile ai fini del mantenimento o del miglioramento della biodiversit forestale; d) Voto indicativo: 27/30

Con voto pari a 25/30 si classificano a pari merito: 4) a) Scuola: Istituto di Istruzione Superiore Cecchi, 4^ D - Pesaro; b) Titolo elaborato e formato: Il meglio del sottobosco un sapore per ritornare alla natura, un passo nella natura, DVD con 1 video di circa 9 min. dal titolo un passo nella natura, diapo il meglio del sottobosco con report sulle attivit svolte. Elaborato in formato cartaceo di 26 pagg. dal titolo Il meglio del sottobosco un sapore per ritornare alla natura con maggiori dettagli rispetto al filmato sulle 8 aree forestali ove stato eseguito il rilievo botanico (loc. Parco naturale regionale del M. S. Bartolo - con ortofoto, descrizione dellarea + elenco specie), la descrizione fitoclimatica del Parco, le misurazioni ipsodiametriche di alberi, prodotti forestali ed etichette di ditte produttrici certificate Bioagricert con logo del Parco. Le fasi del progetto: incontro con esperti sulla GFS, ricerca bibliografica, sul web ed interviste, rilievo ed uso di strumenti di misurazione forestale, determinazione regione fitoclimatica del Parco, conclusione con etichette e prodotti tradizionali con ingredienti forestali del pesarese. Elaborato cartaceo con le 12 fotografie scattate durante i rilievo allaperto per la produzione dellelaborato Un passo nella Natura escursione col prof. di Ecologia; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: in 8 diapo e nellelaborato cartaceo sono riassunte le attivit di conoscenza forestale approfondita. Il video illustra unuscita in bosco con rilievo botanico, misurazione altezza con stadia e diametri con cavalletto, analisi di una struttura multiplanare, orientamento e cartografia, altre osservazioni su gemme ecc.; 5) a) Scuola: Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ E indirizzo enogastronomico Senigallia (AN); b) Titolo elaborato e formato: Le funzioni produttive del bosco. Dato lindirizzo di studi si sono maggiormente sviluppate le possibilit di utilizzo dei prodotti forestali non legnosi eduli (frutti, miele, castagne, cacciagione, funghi e tartufi), anche se si approfondita la produzione di legname e carbone. CD con file word anche con immagini a colori di 60 pagg; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: mantenimento e sviluppo delle funzioni produttive del bosco. Contenuti: 1 - obiettivo e documenti ONU su AIF 2011. 2 - la desertificazione e la deforestazione. 3 - i frutti di bosco, descrizione pianta e frutto, propriet organolettiche e

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

18

ricettario (more, lamponi, mirtilli, ribes, uva spina, nocciolo, castagne, pino domestico-pinoli, le varie specie di tartufo e sotto quali alberi si trova, tipologie e bioecologia dei funghi con schede monografiche sui principali eduli), i mieli. 4 schede monografiche su animali forestali: cinghiale, riccio e daino. 5 studio sul legno, utilizzi, tipi di legno maggiormente utilizzati (schede monografiche). 6 il carbone e la carbonaia;

Con voto pari a 24/30 si classificano a pari merito: 6) a) Scuola: Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ B (suddivisa in due gruppi di lavoro) indirizzo enogastronomico Senigallia (AN); b) Titolo elaborato e formato: Biodiversit: conservazione e miglioramento. 2 CD, uno per g.d.l.; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: oltre alla biodiversit sviluppate varie altre tematiche come da contenuto dei 2 CD. 1 CD (1 g.d.l.) 12 diapo. Biodiversit (cos, tipologie di b.), ecosistema (cos) servizi ecosistemici (quali), minacce alla biodiversit da deforestazione, AIF 2011 (cos), i cambiamenti climatici, conclusione: salviamo le foreste per salvare la biodiversit. 2 CD (2 g.d.l.) 34 diapo. Inquadramento generale dellimportanza delle foreste e della loro gestione sostenibile, a cosa servono le foreste (prod. ossigeno, depurano lacqua, danno vita a terreni fertili e complessi, assicurano protezione idrogeologica, equilibrano il clima, costituiscono serbatoi di carbonio, casa della biodiversit, sostegno alla sopravvivenza di centinaia di milioni di uomini, riserva di sostanze medicinali, fonte di energia carne da caccia e allevamento, prodotti non legnosi eduli, sostegno allo sviluppo con la produzione di legname e il turismo naturalistico); le cause della perdita di superficie forestale, lAIF 2011: le foreste parte integrante dello sviluppo sostenibile. Argomento biodiversit: AIB 2010 e decennio biodiversit ONU 2010/20, cos, tipologie, i danni ecologici, culturali ed economici dovuti alla sua perdita, i numeri della biodiversit, i tipi forestali delle Marche ed i principali dati inventariali, contributo delle foreste al raggiungimento obiettivi PdK. 7) a) Scuola: Istituto Professionale Olivetti, classe 4^ B Grafica Fano (PU). b) Titolo elaborato e formato: Mantenimento della salute e della vitalit degli ecosistemi forestali, produzione di un libro rilegato contenente per ogni lettera della locuzione salute e vitalit unimmagine fotografica scattata dagli alunni in unescursione in faggeta allAlpe della Luna, pagg. 33; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: mantenimento della salute e della vitalit degli ecosistemi forestali. Prima di tutto hanno letto i documenti delle Conferenze ministeriali sulla protezione delle foreste in Europa, poi un tecnico della provincia di PU ha tenuto lezione multimediale sulla normativa forestale e le caratteristiche del territorio, approfondendo il criterio poi sviluppato con il progetto grafico del libro a seguito dellescursione guidata allAlpe della Luna (Bocca Trabaria).

Con voto pari a 22/30 si classificano a pari merito: 8) a) Scuola: Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ D (suddivisa in due gruppi di lavoro) indirizzo enogastronomico Senigallia (AN);

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

19

b) Titolo elaborato e formato: Mantenimento della salute e vitalit degli ecosistemi forestali. 2 CD, uno per g.d.l.; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: oltre alla biodiversit sviluppate varie altre tematiche come da contenuto dei 2 CD. 1 CD (1 g.d.l.) 16 diapo. Intro: 2011 AIF ONU. La politica forestale difende la salute e la vitalit degli ecosistemi forestali prevenendo e combattendo i danni di origine biotica (parassiti) ed abiotica (inquinamento, incendi, eventi calamitosi). La difesa fitosanitaria (prevenzione, selvicoltura, e interventi a basso impatto-biologici). Gli ecosistemi naturali ed artificiali della terra. Funzioni degli ecosistemi naturali ed il ciclo dellenergia. La foresta: le foreste in via di estinzione, il bosco, la foresta pluviale. 2 CD (2 g.d.l.) 15 diapo. Origine del termine foresta. Foresta primaria e secondaria. Alcune diapo gi contenute nel primo CD su foresta pluviale e bosco. Relazioni ecologiche ed energetiche (schema a disegno). Ecosistema,biotopo, ciclo dellenergia. Tipologie di ecosistema (generalizzato, specializzato, artificiale, fragile, mappa degli ecosistemi della terra). 9) a) Scuola: Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ L indirizzo enogastronomicoo Senigallia (AN); b) Titolo elaborato e formato: Biodiversit: conservazione e miglioramento. 1 CD con 16 diapo animate con sonoro musicale; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: la biodiversit nelle Marche con riferimento alla rete Natura 2000. Contenuto CD: 1 - inquadramento generale della biodiversit. Provvedimenti regionali per la tutela della biodiversit: PSR Marche, Programma 2011-2012 per la tutela delle risorse genetiche animali e vegetali del territorio regionale, Legge forestale regionale Capo IV - tutela delle formazioni vegetali. 2 - la rete Natura 2000 nelle marche. SIC e ZPS, estensione, caratteristiche, usi del suolo, specie di interesse comunitario presenti. 10) a) Scuola: Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ H indirizzo enogastronomicoo Senigallia (AN); b) Titolo elaborato e formato: Ecoturismo: paesaggi e spiritualit in ambiente forestale. 1 CD di 30 diapo; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: mantenimento delle funzioni e delle condizioni socioeconomiche che determinano le foreste (paesaggio, turismo, spiritualit ecc.. Contenuti CD: 1 - definizione FAO di foresta, foresta primaria e secondaria, flash sulle foreste del mondo. 2 - i 6 criteri di GFS. 3 - la foresta sacra (storia del rapporto sacrale uomo-foresta). 4 forme di governo (ceduo e altofusto) 5 i boschi delle Marche (principali dati IFR). 6 studio monografico sul M. Conero (leggende grotte, vela, trave, piano grande, due sorelle, lago profondo, buco del diavolo, lemerso. 7. Altre aree naturali protette (caratteristiche): Gola della Rossa, Furlo, Lago di Pilato. 8 itinerari alla scoperta della abbazie marchigiane e della vita dei monaci.

11) a) Scuola: Istituto Istruzione Superiore Raffaello, 3^ C Ragioneria - Urbino; b) Titolo elaborato e formato: Salviamo le Foreste, video ben fatto accompagnato da sonoro scelto altrettanto con cura a seconda delle immagini; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: il video tratta, con foto molto significative, la distruzione delle foreste, soprattutto quelle tropicali, ipotizzando, con citazioni dautore, i foschi scenari per la futura sopravvivenza di tutti i viventi, uomo in primis;

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

20

d) Voto: 20/30 12) a) Scuola: Istituto di Istruzione Superiore Raffaello, 4^ A Liceo Linguistico - Urbino; b) Titolo elaborato e formato: Linferno, video di un minuto con Dante che percorre la selva oscura (ceduo coniferato) e si trova sopra una tagliata di ceduo che in pratica si identifica come larrivo allinferno; c) Tematiche sviluppate, obiettivi: il video, molto breve, tratta limmaginaria distruzione delle foreste causata dalle consuetudinarie ed ordinarie utilizzazioni forestali. Con ogni probabilit tale identificazione dovuta ad errata informazione assunta, o percepita, sulle attivit selvicolturali che luomo svolge da sempre nei boschi mediterranei e mediterraneo-montani, i cui tagli sono di utilizzazione al massimo dellincremento legnoso periodico e di contemporanea veloce rinnovazione naturale del soprassuolo; d) Voto: 16/30 La graduatoria che si determina a seguito della valutazione degli elaborati e dellattribuzione dei punteggi da parte della Commissione giudicatrice riportata nellallegato A della presente proposta di decreto, quale sua parte integrante e sostanziale. Come si desume dal verbale della Commissione giudicatrice, cui consegue la graduatoria, gli Istituti scolastici cui concedere, impegnare e liquidare il premio in denaro stabilito dal bando, le cui classi hanno prevalso sulle altre aggiudicandosi il concorso, sono i seguenti: SCUOLA PRIMARIA denominazione Istituto scolastico Istituto comprensivo Pascoli, Urbino. Scuola primaria di Gadana (PU) Istituto comprensivo Fagnani, Senigallia centro. Scuola primaria G. Pascoli Istituto comprensivo di Monte S. Vito (AN). Scuola primaria E. De Amicis Posizione in graduatoria Codice fiscale Importo in euro del premio come previsto dal bando di concorso - impegno e liquidazione del relativo importo

Sede legale

Via Piano Santa Lucia, 11 61029 Urbino Via Maierini, 9 - 60019 Senigallia (AN)

91013550412

2.500,00

83007430420

1.500,00

Via Piana di Cardinale, 46 60037 93109500426 Monte S. Vito (AN) Totale

1.000,00

5.000,00

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

21

SCUOLA SECONDARIA INFERIORE denominazione Istituto scolastico Istituto comprensivo di Amandola (FM) Scuola secondaria inferiore di Amandola e Montefortino (FM) Istituto comprensivo L. Pirandello, Pesaro. Scuola secondaria inferiore F. Barocci di Mombaroccio (PU) Istituto comprensivo Giancarlo Gaudiano, Pesaro Posizione in graduatoria Codice fiscale Importo in euro del premio come previsto dal bando di concorso - impegno e liquidazione del relativo importo

Sede legale

Via Cesare Battisti, 84 63857 Amandola (FM)

80007390448

2.500,00

Via Nanterre, snc - 61122 Pesaro

80006610416

1.500,00

Piazza del Monte, 8 61121 Pesaro Totale

92011870414

1.000,00

5.000,00

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE denominazione Istituto scolastico Istituto Tecnico per Attivit Sociali (ITAS) di Jesi (AN), indirizzo biologico Istituto di istruzione superiore Alfredo Panzini, Senigallia (AN), indirizzo turistico Posizione in graduatoria Codice fiscale Importo in euro del premio come previsto dal bando di concorso - impegno e liquidazione del relativo importo

Sede legale

Viale del Lavoro, 38 60035 Jesi (AN) Via Capanna, 62/a 60019 Senigallia (AN)

82003990429

2.500,00

83003810427

1.500,00

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

22

Liceo Scientifico StataIe G. Galilei, Macerata

3 Totale

Via A. Manzoni, 95 62100 Macerata

80007000435

1.000,00 5.000,00

Occorre dare atto che lonere derivante dallatto fa carico sul seguente capitolo del bilancio di previsione dellanno 2012: 31001150, UPB 31001, 15.000,00, fondi regionali. Agli importi indicati nelle tabelle sopra riportate non si applica, ai sensi dellart. 28 del DPR n. 600/73, la ritenuta dacconto del 4 %. Si propone altres di comunicare il presente atto agli Istituti scolastici che hanno partecipato al concorso; sar altres pubblicato per estremi sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche. Esito istruttoria Per quanto sopra esposto si propone quanto contenuto nel dispositivo. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Giulio Ciccal

ATTESTAZIONE DELLA COPERTURA FINANZIARIA Lonere derivante dal presente atto fa carico sul seguente capitolo del bilancio di previsione dellanno 2012 su cui si assume limpegno di spesa: 31001150, UPB 31001, 15.000,00, fondi regionali;

LA RESPONSABILE Stefania Denaro

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

23

- ALLEGATI -

ALLEGATO A

251658240

RISOLUZIONE DELLE NAZIONI UNITE 61/193/2006 CONCERNENTE: ANNO INTERNAZIONALE DELLE FORESTE 2011

CONCORSO A PREMI RIVOLTO AGLI ISTITUTI SCOLASTICI DELLE MARCHE DAL TITOLO IL RAPPORTO UOMO-FORESTA, LA MULTIFUNZIONALITA DELLE FORESTE E LA GESTIONE FORESTALE SOSTENIBILE
DDPF n. 52/FOR/2011 DDPF n. 17/FOR/2012

Graduatoria
Istituto scolastico
Istituto comprensivo Pascoli, Scuola primaria di Gadana Urbino Istituto comprensivo Senigallia centro Fagnani - Senigallia (AN). Istituto Comprensivo M. S. Vito, scuola primaria E. De Amicis Monte San Vito (AN). Istituto Comprensivo V. Tortoreto Scuola primaria Via Roma S. Ginesio (MC)

SCUOLA PRIMARIA Punteggio in trentesimi 28 27 26 25

Posizione in graduatoria 1 2 3 4 a pari merito

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

24

Istituto Scolastico Comprensivo Force S. Vittoria in Matenano, scuola primaria Force Force (AP) Scuola primaria P. Borsellino Grottaccia Cingoli (MC) Istituto Comprensivo Luca della Robbia Scuola Primaria Appignano (MC) Istituto comprensivo Galliano Binotti di Pergola. Scuola primaria di Serra S. Abbondio (PU), classe 3^ Scuola Primaria di Villa Strada Istituto Comprensivo E. Mestica Cingoli (MC) Circolo didattico di Corridonia Luigi Lanzi Corridonia (MC) Istituto comprensivo Galliano Binotti di Pergola. Scuola primaria di Serra S. Abbondio (PU), classe 4^ Scuola primaria Giuseppe Talamonti, Ripatransone e Montefiore dellAso (AP) Istituto Comprensivo Ripatransone Ripatransone (AP) Circolo didattico Ugo Bassi, Scuola Anita Garibaldi Civitanova Marche (MC) Istituto Comprensivo E. Mestica, scuola primaria M. Montessori Macerata Istituto comprensivo Senigallia nord Mercantini, scuola primaria M. Puccini Senigallia (AN) Istituto comprensivo statale Raffaello Sanzio (ex Istituto comprensivo Falconara Nord) Chiaravalle (AN) Istituto comprensivo statale Senigallia Sud Belardi Marzocca (AN) Istituto Comprensivo Giacomo Leopardi Scuola Primaria Ischia - Grottammare (AP) Istituto comprensivo di Amandola e Montefortino (FM) - Scuola primaria di Montefortino (FM)

25 25 25

4 a pari merito 4 a pari merito 4 a pari merito

24

5 a pari merito

24 24 23

5 a pari merito 5 a pari merito 6 a pari merito

23

6 a pari merito

23 22

6 a pari merito 7 a pari merito

22

7 a pari merito

22

7 a pari merito

22 20 Non valutabile perch trasmesso oltre il termine di scadenza previsto dal bando

7 a pari merito 8

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

25

Istituto scolastico
Istituto Comprensivo di Amandola e Montefortino (FM) Istituto Comprensivo L. Pirandello di Pesaro, plesso F. Barocci di Mombaroccio (PU) Istituto comprensivo Gianfranco Gaudiano - Pesaro Istituto Comprensivo G Leopardi Grottammare (AP) Scuola secondaria paritaria di I grado Rosa Venerini, classe 3^ - Ancona Istituto Comprensivo Fa Di Bruno Marotta (PU) Scuola secondaria pluriclasse di Montefalcone Appennino - ISC di Comunanza Montefalcone Appennino (FM) Istituto Comprensivo Giovanni Paolo II di Montecchio plesso di S. Angelo in Lizzola (PU) Scuola Secondaria Primo Grado C Krueger, Istituto Comprensivo Bruno da Osimo Osimo (AN). Scuola media ad indirizzo musicale L. Luciani Ascoli Piceno Scuola paritaria Luigi Allevi di Camerino Camerino (MC) Istituto Comprensivo G. Leopardi Sarnano (MC) Istituto Comprensivo G. Cingolani - Montecassiano (MC) Istituto Comprensivo Carlo Falcinelli - Montemarciano (AN) Scuola secondaria paritaria di I grado Rosa Venerini, classe 1^ - Ancona Istituto Comprensivo da Vinci Ungaretti di Fermo Torre di Palme (FM)

SCUOLA SECONDARIA INFERIORE Punteggio in Posizione in graduatoria trentesimi 28 27 26 23 23 23 23 1 2 3 4 a pari merito 4 a pari merito 4 a pari merito 4 a pari merito

22

5 a pari merito

22

5 a pari merito

22 22 19 19 18 18 18

5 a pari merito 5 a pari merito 6 a pari merito 6 a pari merito 7 a pari merito 7 a pari merito 7 a pari merito

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi

REGIONE MARCHE
GIUNTA REGIONALE

Luogo di emissione

Numero: 27/FOR Data: 08/05/2012

Pag.

Ancona

26

Istituto scolastico
Istituto Tecnico per Attivit Sociali G. Galilei. Indirizzo Biologico Jesi (AN) Istituto Istruzione Superiore Panzini. Indirizzo turistico Senigallia (AN) Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Istituto di Istruzione Superiore Cecchi - Pesaro Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ E indirizzo enogastronomico Senigallia (AN) Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ B indirizzo enogastronomico Senigallia (AN) Istituto Professionale Olivetti Fano (PU) Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ D indirizzo enogastronomico Senigallia (AN) Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ L indirizzo enogastronomicoo Senigallia (AN) Istituto Istruzione Superiore Panzini, classe 1^ H indirizzo enogastronomicoo Senigallia (AN) Istituto Istruzione Superiore Raffaello, Ragioneria - Urbino Istituto di Istruzione Superiore Raffaello, Liceo Linguistico Urbino

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE Punteggio in Posizione in graduatoria trentesimi 29 28 27 25 25 1 2 3 4 a pari merito 4 a pari merito

24 24 22

5 a pari merito 5 a pari merito 6 a pari merito

22

6 a pari merito

22 20 16

6 a pari merito 7 8

Impronta documento: C2039D3F9B008A50FA0B012FA38F121C3E7B9E05 (Rif. documento cartaceo 50DD6AF3C7C8CFCB8E92BF605E6BB0081B28826A, 33/01//FOR_L) Impegno di spesa n. 2017, Anno 2012, Numero beneficiario diversi