Sei sulla pagina 1di 2

volo e filosofia

NATURA NON impostare le cose come quando andai


a Malta [vedi AS Aprile 2006, Terza
Pagina, “Dove avete la barca? ”]. Inizio

FACIT SALTUS?
il mio viaggio in macchina verso il po-
sto di Polizia di Frontiera dell’aeroporto
internazionale di Napoli Capodichino,
armato dei documenti personali e del-
di NUCCIO CARISTIA l’aereo per fare un controllo di frontiera.
Sorpresa generale per la richiesta:
“È la prima volta che ci chiedono una
cosa del genere”. Spiego che gli ULM
La natura non ammette discontinuità? attrezzo sportivo verso il più nobile di non possono atterrare negli aeroporti e
Certamente non quella umana e, in apparecchio… “avanzato”? Semplice: cito a supporto l’episodio di Malta dove
special modo, quella umana applicata basta presentarsi ad una FIR interna- avevo richiesto (con successo) il con-
al VDS italiano. Come fa un ultraleg- zionale e propiziare il miracolo. trollo alla Polizia Marittima di Siracusa.
gero a trasformarsi in aeromobile e Dopo uno scambio di informazioni tra
in un istante materializzarsi e volare Problema: vari uffici si dipana la matassa, ci sono
in uno spazio aereo controllato con il piano di volo accordi internazionali per cui per la
piena facoltà? Come si fa ad apparire Croazia basta la carta d’identità, quindi
nel firmamento di uno spazio aereo È questo il modo che ho sperimen- se ho documenti validi per l’espatrio
controllato racchiuso nel visore di un tato pragmaticamente in attesa che posso andare senza problemi. Non mi
radar, come una brillante supernova venga approvata la revisione del 404 pare vero e faccio subito verificare che
appare improvvisamente nell’ottica in discussione in questi giorni. L’ultimo il passaporto e carta d’identità siano a
di un telescopio che scruta lo spazio week end di ferie volevo dedicarlo posto. Esco dall’aerostazione e affronto
intergalattico? Qual è questa superficie a qualcosa di speciale, la Croazia. I l’ENAV per risolvere il secondo proble-
di discontinuità che al pari di un’onda problemi erano i soliti su cui da troppo ma. Piano di volo per Braĉ da Caserta?
d’urto aerodinamica ti proietta a veloci- tempo ormai si discute: frontiera e ULM? Manco a parlarne. Un impec-
tà supersonica da uno stato informe di piano di volo. Per il primo decido di cabile approccio formale mi sbarra la
strada. “Summus ius, summa iniuria”
direbbe Cicerone, ma dopo avere
assorbito vari fendenti, paro la stoccata
definitiva con un guizzo di genio detta-
to dalla disperazione di veder naufra-
gare il mio progetto: “Ma se inoltrassi il
piano di volo direttamente alla Croazia
senza interessare alcun organismo
italiano, sarebbe possibile…? ” - “Ci
provi, se glielo accettano…”. Mi gioco
l’ultima carta, chiamo Braĉ che mi da
il fax dell’ARO di Split a cui invio le
mie ultime speranze in forma di Flight
Plan dove, nella casella 18, scrivo due
fondamentali Remarks che trascrivo
integralmente:

RMK/PILOT CARRYING VALID


PASSPORT. RMK/ FLIGHT PLAN TO
BE ACTIVATED AT FIR BOUNDARY
KATTY POINT IN CONTACT WITH
SPLIT CONTROL.

Aspetto mezz’ora e chiamo Split, una


gentile signora mi conferma la rice-
zione e verifica con me lo scritto: No
Problem! L’indomani sono pronto alla
trasmutazione e a volare sulle acque…
insomma, a fare il “miracolo”!

8 AVIAZIONE SPORTIVA.IT
Trasformazione in Control mi aveva giusto chiesto di
Un’amara morale
volo richiamarli cinque minuti prima di quel È finita l’avventura, sono soddisfatto.
In un’ora esatta dal decollo, camuffato punto). Il piccolo puntino luminoso Lo so, i puristi avranno sicuramente
da quello che sono (una “particella di nel radar di Ljubljana, intitolato 7003, qualcosa da ridire e qualche dettaglio
sodio” ULM), mi presento all’agognato lentamente si avvicina all’appuntamen- potrebbe essere messo in discussione
appuntamento in mezzo all’Adriatico; il to. Ho già una strategia per propiziare (come qualunque cosa in Italia), ma
famigerato KATTY Point, una insignifi- la trasmutazione; l’incantesimo deve non importa, alla fine mi sono divertito
cante intersection aeronautica, per me finire purtroppo, la mezzanotte si sforzandomi di fare le cose nella ma-
fondamentale punto di metamorfosi. avvicina. Chiamo Ljubljana, riporto il niera più corretta possibile con i vincoli
Intanto, sospeso in mezzo al mare, punto, annuncio il campo in vista e e le limitazioni che ci sono. Una cosa
sono già sintonizzato sulla frequenza di richiedo di chiudere il piano in volo è certa, volare all’estero è veramente
Split che ricevo perfettamente. Chiamo con loro. Glielo ripeto due volte per gratificante, oltre che facile. Gli addetti
e contemporaneamente accendo, sicurezza. Approvano, ma comunque che girano intorno al mondo del volo
nel firmamento dello spazio aereo mi danno la frequenza di Gorizia che sono veramente bravi, professionali e
controllato, il mio bel 7000 e annuncio chiamo per avvertire che sto passando fanno di tutto per metterti a tuo agio. In
l’attivazione del piano di volo. È nata sul loro campo e che non ho inten- Italia sarà sicuramente lo stesso, ma ve
una stella, un ULM si è trasmutato in zione di atterrare, ma di proseguire lo saprò confermare quando diventerò
aeromobile, un nuovo puntino lam- come ultraleggero. Assicuratomi che Pilota e Apparecchio “Avanzato”.
peggia sul radar di Split. Il controllore Ljubljana abbia accettato di chiudere
chiede conferma dello squok e mi il piano di volo compio l’atto finale, e p.s. Ogni riferimento a persone o fatti
accoglie gentilmente nella comunità a 4000 piedi sul confine (purtroppo realmente accaduti è puramente ca-
degli aerei che ha sotto controllo. Sono causa un forte vento sono costretto suale…in realtà la sera di venerdì avevo
appena le 11 di sabato e in sole due a scendere lentamente per evitare le bevuto troppo e ho dormito pesante…
ore di volo mi trovo a dialogare con turbolenze) spengo il trasponder. Si è “Il volo migliore è senza dubbio quello
della mente, non richiede mezzi di tra-
due carine signorine dell’aeroporto spenta la stella, è sciolto l’incantesimo,
sporto sofisticati, né brevetti o abilitazio-
di Braĉ a cui pago 14 euro di tasse rientro nell’oscurità. Proseguo per la ni, ma soltanto l’attitudine ad essere pilo-
e consegno, ovviamente senza il mia destinazione finale dove arrivo ti di se stessi, della propria fantasia”. (D.
minimo problema, il nuovo piano di dopo 5 ore circa di volo. Del Giudice)
volo, stavolta per la Slovenia. Voglio
infatti andare a Slovenj Gradeĉ dove
incontrerò alcuni amici andati là dal
nord Italia. Devo però scendere prima
a Maribor per le necessarie formalità di
frontiera e ci arrivo dopo tre ore e dopo
avere costeggiato tutta la costa croata,
sempre sotto controllo radar seguendo
le Recommended Routes VFR che
hanno il solo difetto di schiacciarti a
1500 piedi. Per il resto un paesaggio
incantevole. Solo nei pressi di Lussino
un controllore mi chiede a che quota
voglio scavalcare le montagne ed i
6500 ft mi vengono concessi senza
esitare. A Maribor pago altri 11 euro di
tasse e ridecollo per Slovenj Gradeĉ
dove trovo gli amici e passiamo una
piacevole serata con temperature
molto più vivibili rispetto al caldo torrido
che ho lasciato in Italia. Il giorno dopo
voglio completare l’opera e a Maribor
faccio un piano di volo per Gorizia.
Devo trovare un altro punto di trasmu-
tazione dove attuare al contrario la
metamorfosi dell’andata. Devo rientrare
nei miei panni di ULM e per questo
scelgo RIFEN, un reporting point
sul confine Slovenia-Italia (Ljubljana

AVIAZIONE SPORTIVA.IT 9

Interessi correlati