Sei sulla pagina 1di 204

AUDIO

Manuale
2 Copyright

Copyright
MAGIX, MAGIX Audio Cleanic e MAGIX Music Editor sono marchi
registrati di proprietà di MAGIX AG.

VST è un marchio registrato di proprietà di Steinberg Media


Technologies GmbH.

Questa documentazione è protetta dal diritto d'autore. Tutti i diritti, in


particolare il diritto di riproduzione e diffusione nonché di traduzione,
sono riservati.

Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta sotto


forma di copia, microfilm o altri processi, senza il consenso scritto del
titolare del diritto d'autore né può essere trasferita in un linguaggio
impiegato da macchine, principalmente in sistemi di elaborazione
dati. Tutti i diritti sono riservati.

Salvo errori e con riserva di apportare modifiche e variazioni ai


programmi.

MAGIX Audio Cleanic uses a patent pending technology.

Copyright © MAGIX AG, 2000-2006. All rights reserved.

www.magix.com
Prefazione 3

Prefazione
Complimenti! Hai acquistato un laboratorio audio digitale per il
restauro, l'ottimizzazione, la combinazione e la masterizzazione su
CD con la massima qualità del suono della tua musica da vinile,
cassette, CD e collezioni di MP3.

l volume delle tracce può essere livellato. I diversi formati possono


essere combinati, elaborati e masterizzati. Il processo è semplice e
uniforme. Tre chiare automazioni in 1 Click permettono dei processi
di lavoro facili e chiari. Non sono necessarie particolari abilità o
conoscenze.

Il manuale cartaceo offre una introduzione e un tutorial che ti segue


passo a passo alla scoperta delle funzioni più importanti del
programma.

È in dotazione anche un manuale elettronico in formato PDF che


illustra sistematicamente i vari elementi del programma. Se preferisci
scoprire da solo le numerose applicazioni del programma puoi anche
utilizzare il manuale elettronico solo come testo di consultazione. A
questo scopo è presente un indice alfabetico.

Buon divertimento con MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe!

Il Team MAGIX

www.magix.com
4 Indice

Indice

Copyright 2

Prefazione 3

Assistenza 10

Prima di iniziare 11
Contenuto della confezione 11
Requisiti di sistema 11
Installazione 12

Altre info su MAGIX 14


MAGIX su Internet 14
MAGIX Premium Club 14
MAGIX D:Magazine 15

Introduzione 16
Che cos’è MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe? 16
Come funziona MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe? 16
Cosa c'è di nuovo in MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe? 17
Caratteristiche 18

Tutorial 27
Collegamenti 27
Come si trasferisce un vecchio disco su CD? 28
Come si ottiene un CD da una vecchia musicassetta? 35
Come posso assemblare i brani e adattarli al mio sound preferito? 37

Panoramica dell'interfaccia 42
Controlli di riproduzione 43

Panoramica elaborazione 44
Progetti 44
Controlli (Console di comando) 46
Disposizione degli indicatori di traccia e degli oggetti 47
Modifica del suono 48

Sezione Importa 51
Record Audio 51
Importazione audio 58
Import CD 60

www.magix.com
Indice 5

Finestra della traccia 65


Traccia master 65
Controllo di trasporto 67
Tasti 68
Modalità mouse 69
Analizzatore 73
Zoom 74
Impostazioni zoom 74
Regolatore volume / Pulsante Auto 75
Displays 76

Spostamenti nella traccia master 77


Cosa sono gli oggetti? 77
Progetto 77
Modifica volume oggetto 78
Fade in/out oggetti 79
Duplicazione oggetti 79
Accorcia e allunga oggetti 80
Cancella e sposta oggetti 81
Taglia oggetti 81
Transizioni oggetti 81
Cancellazione o spostamento di oggetti 82
Modifica della sequenza dei brani 83
Pause automatiche tra gli oggetti 83
Più brani all’interno di un solo lungo oggetto 83
Effetti Oggetto 83
Tracciamento delle curve di volume 84
Zoom rapido 84
Disposizione degli indicatori di traccia 84
Riconoscimento automatico delle tracce 85
Verifica e spostamento degli indicatori di traccia 86

Effetti di restauro digitale 87


Salvataggio e caricamento delle impostazioni predefinite 87
Sezione Restauro 87
Finestra Effetti Oggetto 88
Declicker/Decrackler 89
Declipper 91
Dehisser 92
Denoiser 93
Disturbi provocati dagli effetti di restauro digitale 96
De-Esser (Plug-in) 97
Elimina DC Offset 98
Spectral Cleaning 99

www.magix.com
6 Indice
„1 Click“ Wizard 103

Effetti di mastering 105


Salvataggio e caricamento delle impostazioni predefinite 105
Sezione mastering 105
Finestra Effetti Oggetto 106
Stereo FX 106
Equalizzatore 107
Brilliance Enhancer 110
Sound Cloner 111
Compressor 114
MultiMax 115
Plugins 116
Simulazione nastro (Plug-In) 118
Energizer (Plug-In) 119
„1 Click“ Master Wizard 121

Altri effetti audio 123


Modalità Surround 123
Simulatore di acustiche 126
Ricampionamento/Timestretching 128
Riverbero/ Eco (solo object FX) 130
Chorus (Plug-In) 133
Distorsione (nota: disponibile solo scaricandola dopo la registrazione
del prodotto!) 135
Eliminazione applausi 136
Voice Over 136

Sezione Esporta 138


Automazione del masterizzatore 138
Esporta Podcast 139
”Esporta Audio” 142
Audio CD 144
Audio DVD 149
CD/DVD di dati 149

Menu File 150


Nuovo progetto 150
Carica progetto 150
Salva progetto 150
Salva progetto con nome 150
Registrazione di copie di backup dei progetti su CD/CD/DVD di dati
150
Carica file audio 151
Carica file Audio 152

www.magix.com
Indice 7
Importazione DVD audio 153
Registrazione (Podcast) 153
Elaborazione in batch 153
Esporta audio 155
Caricamento di colonne sonore di video 155
Esportazione di colonne sonore di video 156
Cancella progetto 156
Esci 156

Menu Modifica 157


Annulla 157
Ripristina 157
Annulla multipli 157
Posiziona Marker 157
Suddividi 157
Taglia 158
Copia 158
Incolla 158
Cancella 158
Normalizza volume Oggetto 159
Regolazione del volume 159
Elimina DC Offset 159
Spectral Cleaning (Menu) 160
Eliminazione applausi 160
Voice-Over 161
Isola canali audio 161
Editor Surround 161
Crea transizioni surround 161
Simulatore di acustiche 161
Plug-in 162
Ricampionamento/Timestretching 162
Editor Effetti Oggetto 162
MAGIX Music Editor 162
Caricamento / salvataggio degli effetti in tempo reale 163
Valutazione di tutti gli effetti in tempo reale 163

Menu CD/DVD 164


Imposta Marker di traccia 164
Imposta Marker di pausa 164
Imposta Marker di traccia automaticamente 164
Posiziona marker di traccia ai bordi dell'oggetto 165
Suddividi Oggetti alle posizioni del marker 165
Impostazione delle pause automatiche 165
Cancella Marker 165
Cancella tutti i Marker 166

www.magix.com
8 Indice
Crea CD 166
Mostra informazioni sul masterizzatore 167
Mostra informazioni sul disco CDR 167
DVD Audio 167
Lista tracce su CD 168
MAGIX print studio 168
Apri informazioni traccia CD on.line (FreeDB) 168
FreeDB > Aggiungi CD a FreeDB 169
FreeDB > cancella cache FreeDB 169
Apri tracklist CD on-line 169
ID Audio 170

Menu Opzioni 171


Modalità Sposta 171
Modalità Taglia 171
Modalità "Cancella oggetti" 172
Modalità Zoom mouse 172
Modalità mouse Resample 173
Modalità Volume 173
2 tracce 174
Visuale Stereo 174
Display forma d'onda Comparisonics 174
Modalità Surround 175
Curva volume attiva 175
Parametri di riproduzione 175
Finestra Analyzer 177
Finestra video 177
Unità di misura 177
Mouse Grid Active 178
Modalità Auto Crossfade attiva 178
Opzioni per il riconoscimento dei marker di traccia 178
Impostazioni percorso 179

Menu Applicazioni 180

Menu Servici 180


iPACE Servizi Online 180
Esporta Podcast... 180

Menu Aiuto 181


Help 181
Mostra suggerimenti 181
Mostra tutorial video 181
Informazioni sul sistema 181
Informazioni su MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe 181

www.magix.com
Indice 9
Registrazione online 182
Ricerca aggiornamenti 182
Attiva Encoder MP3... 182
AAC Encoder attivazione 183
Ripristina stato originario del programma 185

Suggerimenti & Trucchi 186


Suggerimenti sugli strumenti 186
Menu contestuali 186
Lavorare sui progetti 186
Prestazioni 187
Record/Play 188

Comandi veloci e rotella della mouse 189


Scorciatoie 189
Supporto della rotella del mouse 190

Problemi e Soluzioni 192


Impossibile aprire il dispositivo di elaborazione di forma d’onda 192
Impossibile riprodurre questo formato Wave 192
Interruzioni durante la riproduzione 192
Non è possibile fermare la riproduzione 193
Nessun livello durante la registrazione 193
lo schermo di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è incompleto,
mancano i bordi della grafica 193
L'interfaccia di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe viene visualizzata
con colori errati o alterati. 194
Avviando il programma appare il messaggio "L'apertura dell'unità
sound primaria Direct-X è fallita". 194

Indice analitico 195

www.magix.com
10 Assistenza

Assistenza
Se incontri problemi di qualsiasi genere nell’utilizzare il programma,
mettiti in contatto con il nostro servizio di assistenza:

Sito Internet assistenza: http://support.magix.net

Questo indirizzo ti condurrà alla pagina dell’assistenza clienti MAGIX


che, tra le altre cose, contiene i seguenti servizi gratuiti:

FAQs (frequently asked questions = domande più frequenti) e


suggerimenti generali. Nella maggior parte dei casi troverai qui la
soluzione al tuo problema.
Modulo di assistenza via e-mail. Mediante questo speciale modulo,
puoi comunicare al nostro servizio di assistenza le caratteristiche del
tuo sistema. Le informazioni verranno utilizzate per risolvere i tuoi
problemi con rapidità ed efficienza. Compila il modulo e invialo con
un click del mouse!
Forum assistenza: non sei solo. Forse altri utenti hanno un problema
simile al tuo e possono aiutarti a risolverlo. Anche il nostro servizio
assistenza contribuisce regolarmente al forum.
Sezione download: puoi scaricare aggiornamenti, miglioramenti e
patch gratuitamente. Molti dei problemi che potresti incontrare ci
sono ben noti e possono essere risolti scaricando la patch più
aggiornata. Oltre alle patch, qui trovi dei wizard per controllare e
ottimizzare il tuo sistema.
Collegamenti: nell’elenco dei collegamenti troverai gli indirizzi di tutte
le principali case produttrici di hardware.

Puoi contattare il nostro servizio di assistenza anche per telefono o


via fax.

Telefono: +39 0240708014


(orario 13:00 - 17:00 dal lunedì al venerdì)

Ti preghiamo di tenere a portata di mano le seguenti informazioni:

• Versione del programma


• Dettagli di configurazione (sistema operativo, processore, memoria,
hard disk...)
• Configurazione scheda audio (tipo, driver)
• Informazioni su eventuali altri programmi audio installati

www.magix.com
Prima di iniziare 11

Prima di iniziare

Contenuto della confezione

Installazione CD
Su questo CD e presente il manager di installazione per MAGIX Audio
Cleanic 2007 deluxe.

Manuale
Per eseguire un rapido avvio di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è
consigliabile leggere, almeno, i capitoli di introduzione del manuale
d’istruzione. Se, tuttavia, si preferisce scoprire il programma di
propria iniziativa, e possibile utilizzare il manuale ed e l’l suo indice
come consulenza.

Nota: la documentazione completa si trova a disposizione in formato


PDF all'interno della directory windows di MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe. La documentazine puo venir visualizzata direttamente sullo
schermo del PC o su carta stampata. Per questo e necessario il
visualizzatore "Adobe Reader". Se il software non e presente nel
sistema puo essere scaricato gratuitamente dalla rete.

1 cavo audio
USCITA Stereo: 2 jack RCA (maschi) / INGRESSO scheda audio PC:
jack stereo da 3,5 mm (maschi)

1 adattatore audio
USCITA cuffie: jack stereo da 6,3 mm (maschi) / INGRESSO cavo
audio: 2 ingressi RCA (femmine)

Requisiti di sistema

Computer:

• Processore 500 MHz o superiore


• Memoria 128 MB o superiore
• Disco fisso con min. 100 MB liberi
• Risoluzione minima 1024 x 768, con 16-Bit High-Colour
• Scheda audio 16-Bit
• Unità CD-ROM
• Mouse compatibile Microsoft®

www.magix.com
12 Prima di iniziare
Opzionale:

• Scheda audio 16 Bit con supporto 5.1 Surround


• Masterizzazione CD con SCSI o IDE CD-Recorder.
• Creazione DVD con masterizzatore DVD (DVD-R(W), DVD+R(W).

Sistema operativo:

• Microsoft® Windows® 2000 / XP

Nota giuridica: il copyright e la legge sul diritto d'autore devono


essere rispettati.

Installazione

1. Passo: inserisci il CD del programma nell'unità. Con Windows il


manager di installazione viene avviato automaticamente. Se questo
non dovesse accadere,

• apri Windows Explorer e clicca sulle iniziali della tua unità CD/DVD.
• clicca poi due volte su "start.exe" per avviare il manager di
installazione.

2. Passo: per iniziare l'installazione di MAGIX Audio Cleanic 2007


deluxe clicca su "Installa". Comparirà l'assistente di installazione di
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe.

Nota: nel caso che il computer sia utilizzato da più di una persona,
durante l'installazione ti verrà chiesto se desideri impostare il
programma per il solo amministratore. Scegliendo l'opzione "Solo
l'amministratore" potrà utilizzare il programma solo l'utente che ha
eseguito l'installazione. L'opzione "Tutti gli utenti" consente l'utilizzo
del programma a tutti gli utenti.

Segui semplicemente le indicazione sullo schermo e clicca su


"Avanti". Verranno copiati tutti i file sul disco fisso.

3. Passo: se l'installazione è completata conferma questo messaggio


con "Fine". In seguito potrai sempre aprire il programma dal menu
Start di Windows.

www.magix.com
Prima di iniziare 13

www.magix.com
14 Altre info su MAGIX

Altre info su MAGIX

MAGIX su Internet

Visitaci su www.magix.com. Qui troverai tutte le informazioni e le


offerte relative ai prodotti MAGIX e molto altro:
• MAGIX D:Magazine con tutorial dettagliati
• MAGIX Website Service
• MAGIX Online Video Service
• MAGIX Album Online
• MAGIX Servizio stampa Online
• MAGIX Libreria Multimediale Online
• MAGIX Community
• MAGIX Premium Club
• Support
• News e Info attuali

e molto altro.

MAGIX Premium Club

È il nostro club esclusivo riservato ai clienti di MAGIX che hanno


acquistato un prodotto registrato. I membri di MAGIX Premium Club
hanno accesso a una vasta gamma di servizi:

• Aggiornamenti e download di programmi gratuiti


• Eventi esclusivi e sorprese del club
• Novità e informazioni sul nostro club e altro ancora…

L'iscrizione è gratuita. Per saperne di più visita:

www.magix.com

Nota: puoi registrare il tuo prodotto MAGIX dal menu "Aiuto" o con il
tuo numero di registrazione del prodotto su www.magix.com. Puoi
trovare il numero di registrazione del prodotto sul CD del programma.
Ovviamente anche i vecchi numeri Network card (esempio formato:
XY-58241-45) sono ancora validi.

www.magix.com
Altre info su MAGIX 15

MAGIX D:Magazine

Il magazine online sempre aggiornato: www.magix.com.

MAGIX D:Magazine risponderà alle tue domande su foto, video e


musica:

• Vasta Infopool con sezione per l'acquisto, risultati dei test e


preconfigurazioni.
• Workshops, consigli e trucchi per tutti i prodotti MAGIX.
• Concorsi a premi, fotoshow e una vasta Infopool con sezione per
l'acquisto, risultati dei test, Glossario ecc.

www.magix.com
16 Introduzione

Introduzione

Che cos’è MAGIX Audio Cleanic 2007


deluxe?

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è un semplice ma potente


strumento per il restauro di materiale audio di ogni tipo, come dischi,
cassette, tracce di CD o brani MP3. Gli strumenti di restauro digitale
eliminano tutti i rumori indesiderati, dal fruscio più leggero ai peggiori
disturbi sonori, dal rumore dei brani MP3 eccessivamente compressi
a quello del vinile graffiato. Il raffinato restauro del suono dà a ogni
brano un fascino nuovo e la funzione di masterizzazione protegge
anche i materiali più sensibili dall’ulteriore deterioramento su CD
audio o dati.

Alle singole tracce e perfino ai singoli passaggi all’interno di una


traccia è possibile applicare effetti. Inoltre, l’intero materiale audio
può essere ripulito e ravvivato ed è possibile (cosa particolarmente
importante per le compilation) uniformare il suono e il volume.

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è velocissimo, facile da usare e


conveniente. Tutti gli effetti sono calcolati in tempo reale durante la
riproduzione, senza che il materiale registrato venga in alcun modo
danneggiato. Le registrazioni e i brani originali rimangono intatti
sull’hard disk. Puoi sperimentare liberamente senza preoccuparti di
danneggiare il materiale originale!

Come funziona MAGIX Audio Cleanic


2007 deluxe?

Il funzionamento è molto semplice e avviene in tre passaggi:

1. Importazione. Le registrazioni da disco o cassetta vengono


caricate mediante la funzione di registrazione. Devi inoltre
collegare il tuo impianto stereo al PC. Non sono necessarie
attrezzature speciali, come un preamplificatore. Le tracce da CD
audio, i brani MP3 e altri file audio possono essere scaricati
direttamente. La funzione timer permette di programmare le
registrazioni (es. per le trasmissioni radio su Internet).
2. Restauro e mastering. Il materiale importato può ora essere
elaborato per mezzo di tutti gli strumenti di restauro: questo vale
sia per le singole tracce, sia per l’intero materiale sonoro. Le

www.magix.com
Introduzione 17
funzioni vengono applicate mediante un fader oppure, in modo più
preciso, con il controllo effetti. Altri effetti come il compressore, il
brilliance enhancer, il riverbero e l’eco possono rendere il tuo
materiale audio più nitido e corposo.
3. Esportazione. Quando sei soddisfatto del suono, puoi registrare il
materiale su un CD audio o dati per proteggerlo da ulteriori
deterioramenti. In alternativa, puoi salvarlo sull’hard disk, per
esempio in formato mp3.

Cosa c'è di nuovo in MAGIX Audio


Cleanic 2007 deluxe?

MAGIX Energizer - processore psicoacustico


Il nuovo processore psicoacustico MAGIX Energizer dona nuova vita
alla tua musica e crea un sound decisamente rinnovato e pieno di
energia: alti più vivi, bassi molto definiti e un'immagine stereo
trasparente. Inoltre è possibile impiegare questo effetto anche per le
tipiche voci radiofoniche molto penetranti.

All-round Recorder
Registra tutto! Il nuovo All-round Recorder registra tutto ciò che può
essere ascoltato dalla scheda audio. Il registratore riconosce
automaticamente da quale canale della scheda audio proviene un
segnale e lo attiva immediatamente per la registrazione. Non è più
necessario perdere tempo per ricercare l'impostazione adeguata su
Windows.

Cleaning in 1Click
La funziona automatica di restauro migliorata riconosce ed elimina i
fruscii e i rumori di disturbo in modo ancor più efficiente. Per non
danneggiare l'originale con un restauro troppo "profondo" è presente
un controllo acustico con funzione di anteprima audio. Con la
funzione Invers è possibile controllare quanto materiale è stato
eliminato dalla funzione di restauro.

Creazione Podcast
Con la nuova versione MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe diventa una
vera stazione radio. Adesso puoi registrare le tue trasmissioni radio e
presentarle a tutto il mondo come Podcast. È sufficiente registrare,
inserire le informazioni necessarie come il nome o un'immagine
adatta e poi caricare tutto direttamente nel MAGIX Album Online
gratuito. Distribuisci automaticamente il tuo Podcast in numerosi
portali Podcast internazionali oppure invia ai tuoi amici il feed RSS
necessario.

www.magix.com
18 Introduzione
Funzione VoiceOver
Le registrazioni di voci e musica in contemporanea spesso vanno a
scapito della comprensibilità delle parti parlate. Con la funzione
VoiceOver ti viene risparmiata la lunga e laboriosa impostazione del
volume: il volume della musica di sottofondo diventa
automaticamente più basso quando è presente una parte di parlato,
per tornare poi più alto quando non sono più presenti dialoghi.

Video Cleaning
Le preimpostazioni speciali per il sonoro video e la visuale video
creano le migliori premesse per un sound video chiaro e ben riuscito.

Multiband Stereo Enhancer con Stereo Vitalizing


Il nuovo Multiband Stereo Enhancer dona più profondità e ampiezza
alla tua musica, creando così una nuova esperienza stereo. I bassi e
gli alti vengono elaborati separatamente, in particolare l'area dei bassi
rimane in questo modo molto trasparente. Uno stereo maximizer
comprime il nuovo segnale stereo e fornisce in aggiunta un sound più
piacevole e compatto all'immagine stereo.

Editor Tag ID3


Il nuovo Editor Tag ID3 è uno strumento che consente una pratica
elaborazione delle informazioni sui titoli, come artista, album, titolo,
anno di pubblicazione ecc...

Riconoscimento applausi
La nuova funzione di riconoscimento applausi riconosce i passaggi
con gli applausi sulla base di tipici modelli di frequenza. Questi
passaggi possono essere automaticamente accorciati.

Caratteristiche

Funzioni di cleaning
DeClicker: elimina crack e clic acustici di disturbo. Per rumori
particolarmente forti si consiglia di utilizzare il DeClicker manuale.
Basta evidenziare il crack ed eliminarlo!

DeCrackler: elimina i costanti crepitii dei vinili.

DeClipper: elimina le sovramodulazioni (Clipping).

DeNoiser: elimina i rumori di disturbo uniformi, come ad esempio i


brusii.

www.magix.com
Introduzione 19
DeHisser: elimina i rumori dei nastri.

Spectral Cleaning: elimina i rumori di disturbo (come colpi di tosse,


fischi e applausi) dalle registrazioni senza influenzare il segnale
centrale. Le componenti dello spettro della frequenza originale del
suono desiderato che vengono perse durante l'eliminazione delle
frequenze di disturbo vengono rielaborate tornando al suono originale
ma senza interferenze. Lo Spectral Cleaning può essere attivato con
un click sul rispettivo pulsante oppure dal menu Modifica.

DeEsser: serve principalmente per eliminare dalle registrazioni di parti


cantate suoni sibilanti causati dalla sovramodulazione, ma è anche
importante per il perfezionamento del suono distorto tipico dei vinili. Il
DeEsser può essere attivato anche come preset nel Multimax.

Filtro rumori da calpestio: elimina rimbombi a bassa frequenza (ad


esempio calpestii o rumori di passi). Questo filtro può essere
impostato come preset nel SoundCloner.

Elimina DC Offset: quest'opzione del menu elimina le interferenze


elettriche nel segnale.

Funzioni di mastering
Stereo FX: elabora il panorama stereo del materiale audio. Il nuovo
Multiband Stereo Enhancer dona più profondità e ampiezza alla tua
musica, creando così una nuova esperienza stereo. I bassi e gli alti
vengono elaborati separatamente, in particolare l'area dei bassi
rimane in questo modo molto trasparente. Uno stereo maximizer
comprime il nuovo segnale stereo e fornisce in aggiunta un sound più
piacevole e compatto all'immagine stereo.

Equalizer: agisce direttamente nello spettro sonoro e consente


aumenti o riduzioni distinti di diverse bande di frequenza. L'Equalizer
può essere utilizzato sia come equalizzatore grafico con bande di
frequenza prestabilite sia come equalizzatore parametrico con bande
variabili.

Brilliance: il Brilliance Enhancer è uno strumento audio di alta qualità


in grado, per esempio, di ripristinare le perdite subite dalle frequenze
alte durante la compressione in formato MP3 o nella registrazione di
vecchi vinili. Diversamente dall'equalizzatore, che lavora
esclusivamente sulle frequenze effettivamente disponibili, il Brilliance
Enhancer calcola nuove armoniche e ravviva in misura sensibile il
suono sulla base del materiale residuo.

www.magix.com
20 Introduzione
Energizer: il nuovo processore psicoacustico MAGIX Energizer dona
nuova vita alla tua musica e crea un sound decisamente rinnovato e
pieno di energia, con alti più vivi, bassi molto definiti e un'immagine
stereo trasparente. Inoltre è possibile impiegare questo effetto anche
per le tipiche voci radiofoniche molto penetranti.

SoundCloner: con il SoundCloner puoi determinare le caratteristiche


audio di un brano e trasferirle ad altre registrazioni. Ciò significa:
quando trovi un sound che ti piace in modo particolare, salvane le
rispettive caratteristiche audio e trasferiscile su altri brani.

Dynamics: elabora i rapporti di volume con un compressore.

Leveler: questi preset del modulo Dynamics portano i diversi tipi di


materiale audio su un volume unitario - ideale per le compilation miste
su CD.

Limiter: questo preset nel modulo Dynamics limita il volume


massimo, in modo che in nessun punto si possano verificare
sovramodulazioni.

Dynamic Expander: questo preset nel modulo Dynamics agisce in


modo opposto ad una compressione audio: i punti ad alto volume
diventano ancora più forti, quelli col volume basso ancora più deboli.

Noise Gate: questo preset del modulo Dynamics filtra tutti i dati al di
sotto del valore di velocità variabile. In questo modo è ad esempio
possibile creare punti di silenzio assolute nelle transizioni tra i brani.

Multimax: elabora i rapporti di volume con un compressore


multibanda. Lo spettro di frequenza viene suddiviso in tre bande di
frequenza e compresso separatamente, proprio come negli studi
professionali. In questo modo è possibile ad esempio creare dei bassi
profondi uniformi per una compilation di brani con diverse fonti
sonore.

Altri effetti audio


Oltre agli effetti di cleaning e mastering, in MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe sono inclusi anche altri effetti speciali:

Simulatore acustico: il simulatore acustico di spazi è un effetto High-


End ad alte prestazioni, con il quale puoi ad esempio infondere
profondità spaziale alle registrazioni vocali. Le proprietà acustiche
degli spazio "reali" vengono trasferite al materiale audio. La qualità
del riverbero e dell'impressione di spazio è di gran lunga superiore a

www.magix.com
Introduzione 21
quella offerta dai comuni riverberi sintetici. Alcuni impulsi di risposta
sono perfino in formato Surround, cioè nello spazio originale il
riverbero è stato registrato separatamente da davanti e da dietro. Il
simulatore acustico viene attivato dal menu "Modifica".

Resampling/Timestretching: con „Resampling“ e „Timestreching“ è


possibile allineare la velocità e l'altezza suono del materiale audio.
Con questi effetti puoi ad esempio creare CD con compilation che
abbiano tutte la stessa velocità in BPM (Beats per minute). Un
speciale modalità mouse consente di allineare i tempo delle canzoni
direttamente sull'oggetto tramite il mouse (Resampling). La funzione
di Resampling/ Timestretching viene attivata dal menu "Modifica".

Tempo/Resampling: una variante "rapida" dell'Editor


Resampling/Timestretching, attivabile dall'opzione "Editor effetti
oggetto". Qui è possibile impostare la velocità di riproduzione e
l'altezza suono con l'apposito cursore.

Reverb/Echo: quest'opzione offre un Editor acustico per effetti di


riverbero e eco professionali. Questo si trova nella sezione degli effetti
oggetto sotto il Multimax. L'effetto di riverbero ti offre algoritmi molto
realistici, per conferire spazio e profondità alle tue registrazioni. Crea
il tuo "riverbero preferito" sulla base di 12 preset differenti.

Tape Simulation: per gli amanti del vecchio suono analogico la


simulazione di nastro crea un sound ancora più pieno e
impressionante. Puoi attivare la funzione dal pulsante "Plugin".

Chorus: provvede a conferire maggiore pienezza al suono. Da una


sola voce e uno strumento viene creato l'effetto di un coro. Questo
effetto creativo può appunto essere impiegato nelle registrazioni di
singoli strumenti o voci. Per attivare questa funzione premi il pulsante
"Plugin".

Distortion: se hai bisogno di un suono più sporco, questa funzione


offre fantastiche distorsioni. Quest'opzione può essere attivata dal
pulsante "Plugin".

Regolazione automatica del volume


Un tipico problema delle compilation su CD consiste nel fatto che i
brani dei diversi artisti hanno di solito volumi differenti perché sono
stati prodotti in modo diverso. Per creare una compilation su CD
equilibrata è quindi necessario regolare i livelli, in modo da non dover
modificare il volume di ciascun brano in fase di ascolto. In passato la

www.magix.com
22 Introduzione
regolazione dei singoli brani doveva essere effettuata a mano, ma ora
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe la effettua automaticamente.

Ci sono due funzioni: il Leveller del multi-max comprime tutto il


materiale attribuendo ad esso un volume uniforme. La funzione di
Normalizzazione aumenta al massimo il volume dei singoli brani senza
modificarne la dinamica interna.

Elaborazione delle colonne sonore dei video


Oltre alla musica, MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è in grado di
elaborare anche la colonna sonora di un video. La colonna sonora
viene estratta, elaborata e quindi reinserita con precisione nel video.

Modalità Surround
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxeoffre una pratica modalità per la
creazione dell’effetto surround. Per riprodurre materiale audio con
effetto surround ti servono un impianto stereo con un decoder
compatibile con Dolby Pro Logic e delle casse posizionate alle spalle
dell’ascoltatore. È perfino possibile registrare l’effetto surround su CD
o esportarlo in file MP3!

Tre automazioni 1Click


I Wizard facilitano ulteriormente l’utilizzo di MAGIX Audio Cleanic
2007 deluxe, organizzando tutte le funzioni in uno schema logico di
scelte e comandi. Potrai sempre visualizzare e controllare la fase in
corso e intervenire in qualunque momento sulle impostazioni del
Wizard.

Il Wizard Restauro ti aiuta a ripulire materiale audio di ogni tipo. Lo


strumento analizza il materiale e suggerisce quindi le modifiche più
adatte.

Il Clean Wizard ti permette di restaurare qualsiasi tipo di materiale


audio. Il Sound Wizard controlla il volume generale e l’immagine
stereo e ti permette di regolare il sound a tuo piacere con
l’Equalizzatore. Il CD-Wizard ti guida nella masterizzazione dei CD
audio.

Importazione audio
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe offre numerose possibilità per
l’importazione di materiale audio. I file audio come gli OGG VORBIS,
MP3 o i WAV vengono caricati ed elaborati direttamente. Le
registrazioni analogiche provenienti da dischi o cassette vengono
digitalizzate prima dell’elaborazione. La funzione di registrazione

www.magix.com
Introduzione 23
permette di registrare con qualità da CD, attraverso la scheda audio,
qualsiasi fonte sonora. I CD audio vengono convertiti in file audio
modificabili attraverso il procedimento ”Rip CD”. Questo sistema ti
consente di decidere in fase di caricamento se salvare i file sull’hard
disk nel formato WAV ad alta risoluzione o se risparmiare spazio
salvandoli in formato MP3.

Esportazione audio
Il materiale elaborato può essere esportato in file audio nei formati
OGG VORBIS, WAV, MPEG, MP3 e WMA, o masterizzato su
CD/DVD, senza alcuna restrizione.

Traccia master
Registrazioni su vinile, tracce da CD audio, file MP3 o WAV: tutto il
materiale verrà mostrato sulla traccia master con una forma ad onda.
In questa maniera sarà possibile tagliarlo ed elaborarlo con i differenti
effetti.

Una seconda traccia è attivabile come traccia di supporto durante


l'arrangiamento per la creazione di transizioni e raggruppamenti di più
canzoni. I suoni stereo possono venir presentati come due oggetti
mono per essere elaborati separatamente.

Masterizzazione di CD
Puoi registrare materiale proveniente da numerose sorgenti diverse
(dischi, cassette ecc.) su CD audio leggibili da qualsiasi lettore di CD
audio. Il materiale audio deve essere semplicemente caricato in
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe. Non sono necessari passaggi
intermedi. Di norma, i brani MP3 devono essere prima convertiti in file
WAV (procedimento che richiede tempo e spazio) prima di essere
registrati su CD audio. Con MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe,
invece, l’intero procedimento viene effettuato direttamente (“on the
fly”.).

Il suono del CD sarà identico a quello del materiale audio all'interno


della traccia Master.

Registrazione di copie di backup dei progetti su CD/CD/DVD di


dati
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe contiene, oltre alle routine di
registrazione di CD audio, un modulo di registrazione su CD
denominato ”MXCDR” che consente di registrare CD-ROM di dati. Se
l'opzione „Media Manager“ è attiva, MXCDR MAGIX Media Manager
viene inserito automaticamente. In questa maniera all'inserimento di

www.magix.com
24 Introduzione
un CD si attiva automaticamente MAGIX Media Manager e inizia la
riproduzione.

Supporto „Burn proof“


Le nuove procedure di registrazione su CD di MAGIX Audio Cleanic
2007 deluxe supportano quasi tutti i masterizzatori di CD presenti sul
mercato.

Se il tuo masterizzatore di CD dispone del supporto ”burn proof”,


significa che anche in presenza di ingenti carichi di lavoro per il
processore non si verifica alcun errore ”buffer underrun” durante la
registrazione.Il supporto ”burn proof” ti garantisce una registrazione
su CD più veloce e più sicura!

Supporto audio 24 bit


In MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è possibile registrare file audio
non solo in qualità da CD a 16 bit, ma anche nella superiore
risoluzione a 24 bit. Il materiale audio a 24 bit può inoltre essere
trasmesso attraverso schede audio con interfaccia digitale SPDIF. La
risoluzione audio a 24 bit è preferibile anche per il materiale audio che
si intende registrare su CD a 16 bit.

Registrazione diretta in MP3


Puoi registrare direttamente in formato MP3, per risparmiare spazio
sull’hard disk e per convertire rapidamente la musica in MP3.

Elaborazione in batch con tutti i formati e gli effetti


I comandi sono disposti in un elenco e vengono applicati in sequenza
da MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe. Anche le operazioni più
laboriose, come la conversione di enormi oggetti OGG VORBIS,
possono essere effettuate in modo facile e veloce.

MAGIX Music Editor


MAGIX Music Editor un editor di WAV completo, che comprende
tutte le più importanti funzioni di taglio, elaborazione, effetti,
importazione ed esportazione. È possibile inserire facilmente gli
oggetti audio prelevati da MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe in
MAGIX Music Editor, semplicemente cliccando su un tasto. Ciò
consente di utilizzare numerosi ed efficaci strumenti, come la
funzione che consente di disegnare le forme d’onda eliminando i
disturbi che il declicker di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe non
riesce a rimuovere completamente.

www.magix.com
Introduzione 25
MAGIX Print Studio
Con MAGIX Print Studio e una stampante a colori, i tuoi CD restaurati
avranno una copertina perfetta e un aspetto accattivante. Puoi
stampare una semplice lista di titoli di brani, ma anche una copertina
per CD, un libretto o un’etichetta adesiva per il disco. Le informazioni
sul brano (titolo, durata…ecc.) vengono automaticamente trasferite
da MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe a Print Studio. Puoi anche
aggiungere le tue immagini al layout di stampa, per esempio
scansioni di copertine di LP o elementi grafici scaricati da Internet.

Tracciamento delle curve di volume


Cliccando sul tasto ”Volume” attivi una curva di volume. Puoi
modificare l’andamento di una curva di volume per il tuo materiale
(per esempio, per eliminare le fluttuazioni di volume in una
registrazione o per aumentare il volume nei passaggi più silenziosi).

Supporto Plugin DirectX/VST


I Plugin sono dei moduli di programma indipendenti, che possono ad
esempio essere scaricati da Internet o acquistati nei negozi
specializzati. In MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe puoi utilizzare i
plugin degli effetti nello standard VST o DirectX. MAGIX Audio Cleanic
2007 deluxe è dotato di due slot per plugin DirectX o VST, in modo
da consentirti di utilizzare due plugin contemporaneamente.

Encoder MP3 con supporto MP3 Surround


Per creare file MP3 adesso viene utilizzato l'originale Encoder MP3
dell'istituto Fraunhofer. Questa nuova tecnologia sviluppata dagli
stessi inventori dell'MP3 permette la codifica di file dalla qualità
insuperabile e la creazione di progetti Surround con il nuovissimo
formato MP3 Surround.

Masterizzazione di DVD audio con surround a 4 canali


Il programma permette ora di masterizzare DVD nel nuovo formato
DVD Audio e con un autentico effetto surround a 4 canali. Per la
riproduzione di questo suono di alta qualità è necessario uno speciale
lettore di DVD Audio. La qualità audio di questo speciale formato
spazia dalla qualità CD alla qualità a 24 bit e 48 kHz.

Masterizzazione di DVD musicali


Masterizza fino a sette CD su un normale DVD video, conservando la
consueta qualità. La nuova funzione masterizza sul DVD video i soli
dati audio, senza gli ingombranti dati video. Il vantaggio: qualsiasi
lettore di DVD standard può riprodurre questi DVD in qualità 24 bit /
48 kHz.

www.magix.com
26 Introduzione
Surround Transitions
Crea spettacolari transizioni surround tra un brano e l’altro con un
semplice click. I brani musicali vengono sfumati automaticamente al
loro termine, con numerose varianti surround che producono un
suono mai sperimentato prima d’ora: una vera gioia per le tue
orecchie!

FreeDB
La banca dati FreeDB contiene informazioni su milioni di CD, come i
nomi delle tracce e degli album o il genere musicale. Dopo la lettura
del CD audio, puoi collegarti alla banca dati premendo
semplicemente un pulsante. Avrai in questo modo un’enorme
quantità di informazioni su milioni di titoli.

Audio ID
Con questa nuova, rivoluzionaria tecnologia del Fraunhofer Institute
puoi identificare la musica sconosciuta! Carica la tua musica nel
progetto o registrala. La funzione audio ID invierà una ricerca a un
server Internet che, analizzando le caratteristiche acustiche generali,
identificherà il brano.

www.magix.com
Tutorial 27

Tutorial
In questo capitolo ti presentiamo tutte le più importanti funzioni di
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe. Non è necessaria alcuna
conoscenza specifica: ti basta avere un po’ di tempo per le
registrazioni e un po’ di spazio libero sull’hard disk.

Con MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe puoi caricare materiale audio
da sorgenti diverse in un unico progetto e qui restaurarlo con funzioni
speciali, elaborarlo ed esportarlo sotto forma di file audio o di CD
audio. Prima di tutto ti serve del materiale audio adatto.

Puoi utilizzare i tuoi dischi e le tue cassette o, per esempio, file audio
in formato MP3 scaricati da Internet.

Il materiale, come quello proveniente da dischi o cassette, deve


essere prima digitalizzato, in modo da consentire al computer di
elaborarlo. La funzione di registrazione di MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe ti permette di farlo con facilità, importando il materiale
analogico attraverso la scheda audio del tuo computer.

Collegamenti

Prima di tutto, assicurati di aver effettuato correttamente i


collegamenti. Il materiale audio deve essere trasferito direttamente
dal tuo stereo al computer, quindi il tuo stereo deve essere collegato
alla scheda audio. Per farlo ci sono varie possibilità, che dipendono
dalla tua attrezzatura.

1. Se l’amplificatore del tuo stereo dispone di uscite separate Line e


Aux, dovrai utilizzarle per tutte le registrazioni. Devi collegarle agli
ingressi della scheda audio, solitamente di colore rosso. Di solito
gli amplificatori Hi-Fi dispongono di ingressi e uscite RCA, mentre
le schede audio presentano ingressi mini-jack stereo. Prima di
tutto, quindi, dovrai acquistare un cavo con spinotti RCA e mini-
jack stereo.
2. Se l’amplificatore non dispone di uscite separate (oltre a quelle
delle casse) puoi utilizzare l’uscita cuffie per la registrazione. Ti
servirà quindi un cavo con due mini-jack stereo. Questo
procedimento offre un vantaggio: puoi controllare il volume del
segnale all’uscita cuffie. Lo svantaggio è che solitamente le uscite
cuffie non offrono una qualità ottimale. Per le registrazioni su
cassetta dovrai utilizzare sempre l’uscita Line Out del registratore.

www.magix.com
28 Tutorial
Spesso per il trasferimento di registrazioni su disco non avrai altra
scelta. Non collegare mai le uscite del giradischi direttamente alla
scheda audio, perché il segnale in questo caso deve essere pre-
amplificato. Se non disponi di un pre-amplificatore, l’unico sistema
è utilizzare l’uscita cuffie. Se tuttavia desideri collegare l’uscita del
giradischi direttamente alla scheda audio, ti servirà una scheda
audio di alta qualità con ingressi dotati di una sensibilità adeguata.
Usa l’impostazione predefinita “Equalizzazione RIAA (RIAA)” del
Soundcloner per regolare le caratteristiche della frequenza.

Tutti i cavi necessari sono forniti con MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe.

Nota: per gli utenti più impazienti, che non hanno tempo di registrare
il loro materiale, sul CD di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe sono
disponibili brani demo che offrono le atmosfere sonore più tipiche,
utili per fare esperimenti!

Come si trasferisce un vecchio disco su


CD?

Pulire il disco
Per ottenere la migliore qualità sonora dovrai pulire i tuoi dischi prima
di iniziare la registrazione. Molti rumori sono provocati dalla polvere
che si deposita nei solchi producendo un fruscio. Esistono panni
antistatici che in pratica assorbono le particelle di polvere. Puoi anche
ripulire il disco con speciali prodotti liquidi, ma in questo caso dovrai
anche risciacquarlo con acqua decalcificata per evitare che
rimangano depositi nei solchi.

www.magix.com
Tutorial 29
Accendere tutti i dispositivi e avviare il programma
Naturalmente, tutti i dispositivi necessari per la registrazione devono
essere accesi: l’Hi-Fi, compreso il giradischi e l’amplificatore, il
computer e, se le possiedi, le casse del computer. Avvia quindi
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe dal menu Start o Avvio di
Windows!

Controllare il livello del segnale


Dopo l’avvio del programma viene visualizzato lo schermo Importa di
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe.

Un controllo ottimale del segnale è essenziale per ottenere la migliore


qualità audio possibile.

www.magix.com
30 Tutorial
Se la sorgente sonora e la scheda audio
sono collegate correttamente, apri la
finestra di dialogo di registrazione
premendo il pulsante Registra di MAGIX
Audio Cleanic 2007 deluxe e avvia la
sorgente sonora.

Puoi controllare il livello di registrazione


tramite i LED che vedi nella finestra di
dialogo di registrazione. Per ottenere i
migliori risultati, individua il punto in cui il
volume del materiale audio è massimo e
riproducilo. Questo ti permetterà di fissare
il livello massimo.
Il display della finestra di dialogo ti informa sul livello di registrazione.
Nel caso in cui sia troppo elevato (o troppo basso) dovrai abbassare
(o alzare) il livello del segnale. Se hai collegato l’uscita Line Out
dell’amplificatore alla scheda audio, potrai farlo solo nella finestra
Mixer della tua scheda audio. Puoi accedere a questo comando
direttamente dalla finestra di dialogo di registrazione, tramite l’icona
”Controllo Livello”.

Se invece stai utilizzando l’uscita cuffie dell’amplificatore, puoi


regolare il livello direttamente alla fonte, dal momento che l’uscita
cuffie dispone di un proprio controllo di volume.

Registrare un disco
Prima di registrare, verifica che l’opzione di riconoscimento
automatico delle tracce nella finestra di dialogo di registrazione sia su
ON. I diversi brani del disco appariranno così come tracce separate
sul tuo futuro CD!

Clicca sul pulsante Rec nella finestra di dialogo e avvia il giradischi.


Non è necessario che la registrazione e la sorgente sonora vengano
avviate contemporaneamente.

I display della finestra di dialogo di registrazione ti terranno


costantemente informato sul tempo di registrazione e sulla memoria
disponibile residua sul tuo hard disk.

Quando il primo lato del disco termina, premi ”Stop”. Il materiale


audio verrà immediatamente visualizzato nella finestra della traccia.

www.magix.com
Tutorial 31
Gira quindi il disco per registrarne il secondo lato. Al termine della
registrazione, il materiale audio di questo lato apparirà sulla traccia
dopo quello del primo.

Controllare la registrazione
Ora potrai ascoltare la registrazione. Per farlo, utilizza il controllo di
trasporto. Qui troverai tutte le normali funzioni di un registratore a
cassette.

Le funzioni Play e Stop risulteranno più veloci se utilizzerai la barra


spaziatrice della tastiera del computer. La riproduzione parte sempre
in corrispondenza del piccolo triangolo giallo posto al di sopra della
traccia, sull’indicatore delle battute. Puoi spostare il triangolo
cliccando con il mouse sul punto dell’indicatore delle battute in cui
desideri abbia inizio la riproduzione del brano.

Controllare i marker di traccia...


Se la registrazione è venuta bene, verifica che i marker di traccia si
trovino nelle posizioni giuste. I marker di traccia sono i triangoli
numerati situati sull’indicatore delle battute al di sopra della traccia.
La loro posizione viene fissata automaticamente dalla funzione di
riconoscimento delle tracce. Quando registri un CD, anche i marker
vengono registrati. Sarà quindi possibile raggiungerli direttamente
tramite un lettore di CD e visualizzarli sul relativo display. Senza
indicatori di traccia, il CD conterrebbe un’unica lunga traccia.

www.magix.com
32 Tutorial
Mediante i tasti di scelta rapida “Alt + Cursore Su/Giù” puoi passare
da un indicatore di traccia a quello successivo e riprodurre il brano a
partire da questa posizione. Ogni indicatore (marker) di traccia può
essere spostato o cancellato cliccandoci sopra con il mouse. In
alternativa, puoi utilizzare il Wizard CD, che puoi avviare mediante lo
schermo Esporta. Clicca sul pulsante “Esporta” e poi premi “Wizard”.

Ogni traccia può essere raggiunta e ascoltata separatamente.

Il pulsante ”traccia successiva” ti permette di ascoltare in sequenza


l’inizio di ciascuna traccia per controllarla.

Nel caso in cui la posizione degli indicatori di traccia non sia corretta,
potrai spostarli avanti o indietro con i pulsanti appositi.

Quando tutte le tracce sono disposte nella lista e tutti i marker sono
nella posizione corretta, puoi uscire dal CD Wizard premendo OK.

.... e, se necessario, spostare manualmente i marker di traccia


A volte una nuova traccia non inizia dopo una pausa, ma all’interno di
un flusso continuo di materiale audio, per esempio direttamente dopo
un’introduzione. La funzione di riconoscimento automatico non è in
grado di individuare l’inizio di questo tipo di tracce. Nel caso in cui sia
necessario aggiungere un marker di traccia in un determinato punto,
sposta la linea di posizione in quel punto e premi il tasto ”m” sulla
tastiera (oppure seleziona l’opzione ”Imposta Marker” nel menu CD).
Verrà fissato un nuovo marker in corrispondenza della linea di
posizione. La numerazione degli indicatori di traccia successivi verrà
aggiornata automaticamente. Se il marker di traccia non fosse ancora
nella posizione giusta, potrai spostarlo sull’indicatore delle battute
tenendo premuto il tasto del mouse. Non sarà necessario avviare
ogni volta il Track Wizard.

Verificare la pausa tra i due lati del disco


Sulla traccia ci sono due oggetti, uno per ciascun lato del disco. Ora
dovrai verificare che la distanza tra i due oggetti sia corretta.
Naturalmente non è il caso di avere una lunga pausa sul tuo CD
audio. Per controllare la distanza, colloca la linea di posizione al
termine del primo oggetto e avvia la riproduzione. Se la pausa è
eccessiva (o troppo breve), clicca sul secondo oggetto e spostalo
tenendo premuto il tasto del mouse, collocandolo alla distanza
giusta. Anche i marker di traccia del secondo oggetto verranno
spostati, in modo che i brani non si sovrappongano.

www.magix.com
Tutorial 33
Eliminare i rumori fastidiosi
...con automazioni Cleaning 1Click
Cliccando sul comando "Cleaning" sulla pagina "Cleaning" hai
accesso alle principali funzioni di restauro del "Cleaning Lab".

Per eiminare crepitii e scricchiolii da una registrazione serviti delle


automazioni che trovi nella sezione 1 Click.

Con queste automazioni hai la possibilità di effettuare l'analisi in


maniera automatica o utilizzando le applicazioni manuali. Per
conoscere tutti i singoli effetti si consiglia di scegliere la modalità
manuale. In questo modo i diversi effetti Cleaning verranno presentati
con esempi concreti. È possibile provare le tante differenti
impostazioni e applicarle al materiale. Per i dischi in vinile sono
particolarmente indicati Decrackler, Declicker e Denoiser. Il
Decrackler elimina gli scricchiolii dai vinili usurati. Il Declicker ricerca
ed elimina i singoli graffi. Il Denoiser minimizza i rumori altamente
frequenti.

... o con la sezione Effetti


Durante la riproduzione, il materiale registrato può essere elaborato
anche direttamente sulla traccia. Per farlo, usa la ”Sezione Effetti” al
centro dello schermo.

www.magix.com
34 Tutorial
La sezione degli effetti consiste in due parti: gli effetti cleaning sulla
sinistra e gli effetti mastering sulla destra.

La parte sinistra permette di attivare o disattivare i singoli effetti. Il


cursore scorrevole al centro consente di regolare l’intensità
dell’effetto. Il tasto Modifica sul margine destro dà accesso alla
schermata relativa al corrispondente dispositivo effetto, in cui puoi
regolarne l’algoritmo.

Nella sezione delle preimpostazioni degli effetti puoi scegliere le


impostazioni per i diversi tipi di rumore. Puoi combinare tutti gli effetti
in qualsiasi modo. Fai qualche esperimento: in questo modo
prenderai confidenza con il funzionamento del sistema. Per quanto
riguarda gli effetti di restauro digitale, tieni presente una semplice
regola generale: vanno usati con cautela! Ogni effetto incide
sull’intero materiale e in alcuni casi estremi potrebbe perfino
provocare nuovi disturbi.

Nota bene: i processori più lenti possono a volte “incepparsi” durante


la riproduzione, specie quando numerosi effetti sono stati applicati
simultaneamente. Verifica che il file audio esportato o il CD
masterizzato siano stati elaborati correttamente! In questo modo
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe può essere utilizzato anche con
processori lenti.

www.magix.com
Tutorial 35
Masterizzazione CD
Una volta registrato, restaurato e eleborato e tagliato con i marker il
materiale può essere masterizzato da un CD audio. Basta un click
sull tasto "Audio CD" nella sezione Esportazione.

Per masterizzare un CD scegli l'opzione "Audio CD".

Nel dialogo di masterizzazione è possibile scegliere se masterizzare il


CD "Al volo" o se prima deve essere creato un file Image sul disco
rigido. Il processo "Al volo" non ha bisogno di altro spazio sul disco
fisso. Il CD con tutte le impostazioni degli effetti verrà masterizzato
direttamente dal programma.

Come si ottiene un CD da una vecchia


musicassetta?

In linea di massima, il procedimento è identico a quello della


registrazione da disco. Le cassette, però, hanno alcune
caratteristiche particolari.

www.magix.com
36 Tutorial
Il collegamento ideale è quello tramite le uscite Line Out del
registratore
Se disponi del cavo adatto, usa le uscite Line Out del tuo
registratore, invece dell’uscita cuffie. Il collegamento tramite queste
uscite è migliore rispetto a quello dell’uscita cuffie.

Aprire un nuovo Progetto di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe


Se il Progetto relativo all’esempio precedente di registrazione da
disco è ancora aperto, salvalo e chiudilo con il menu File. Apri quindi
un nuovo Progetto, sempre attraverso il menu File.

Livello, registrazione e controllo degli indicatori di traccia


Questi passi sono identici a quelli della registrazione da disco. Verifica
che la cassetta venga riprodotta con lo stesso sistema di riduzione
del rumore (Dolby) con il quale è stata registrata, altrimenti si
verificherà un aumento del fruscio o una perdita di toni alti.

Eliminare i rumori
Le registrazioni su cassetta presentano sempre un certo fruscio, più
o meno intenso a seconda della qualità della cassetta e della
registrazione. Il rimedio migliore è il Dehisser. Dalla sezione
Preimpostazioni puoi selezionare diversi tipi di fruscio e quindi
regolare l’intensità del Dehisser utilizzando il cursore scorrevole al
centro.

A seconda delle condizioni della registrazione, potrebbe essere


necessario eliminare altri rumori. Per le registrazioni su cassetta
provenienti da dischi, ti consigliamo di utilizzare le speciali funzioni
riservate ai dischi, come il Decrackler, il Declicker o il Denoiser.

Elaborazione del suono con gli Effetti di Mastering


A volte può essere utile applicare gli effetti di mastering alle
registrazioni su cassetta, perché spesso le vecchie musicassette
hanno un suono confuso e disturbato.

Per ripulire il suono puoi utilizzare il Sound Wizard. Questo strumento


ti permette di visualizzare in anteprima l’effetto e gli impieghi più tipici
di tutti gli effetti di mastering.

L’Equalizzatore e il Processore Effetti Stereo sono particolarmente


indicati per le registrazioni su nastro deteriorate. Le frequenze alte,
che sono le prime a risentire del deterioramento del nastro, possono
essere ripristinate. Il Processore Effetti Stereo può contribuire a

www.magix.com
Tutorial 37
restituire trasparenza a una registrazione confusa e cupa, allargando
la base stereo del materiale registrato.

Masterizzazione di CD
È l’ultimo passo: clicca sul pulsante ”Import CD” nella sezione
Esporta per aprire la finestra di dialogo di masterizzazione.

Come posso assemblare i brani e


adattarli al mio sound preferito?

Ora proveremo a combinare e a elaborare diverse sorgenti sonore:


brani tratti da dischi, registrazioni su nastro, tracce di CD audio e
brani in formato MP3 provenienti da Internet.

Caricare i brani

Per cominciare, tutti i brani devono essere


caricati in un nuovo progetto di MAGIX Audio
Cleanic 2007 deluxe.
I brani provenienti da dischi o cassette vanno registrati mediante la
funzione di registrazione, come spiegato nei precedenti esempi. I
brani in formato MP3 scaricati da Internet vanno salvati sull’hard disk
singolarmente dopo lo scaricamento. Da lì verranno caricati nella
finestra della traccia mediante il pulsante “Import audio” nella sezione
Importa.

1. Inserisci un CD audio nel lettore di CD-ROM e clicca sul pulsante


”Import CD” nella sezione Importa.
2. Seleziona il CD o il titolo desiderato (rispettivamente con Shift +
tasto del mouse o con Alt + tasti freccia).
3. Clicca su ”Copia tracce selezionate…”
4. Apparirà la finestra di dialogo ”Importa Progetto”. Qui potrai
determinare il nome del file e la sua destinazione.
5. Il materiale audio verrà quindi copiato dal lettore CD sull’hard disk.
Un display ti terrà informato sull’andamento del processo.
6. Quando la lettura è completa, le finestre di dialogo si chiudono e
le tracce vengono inserite come singoli oggetti nella traccia
Master.

Ordine dei brani


Non è necessario che i brani vengano caricati nell’ordine in cui
andranno registrati su CD. A volte è più semplice registrare prima tutti

www.magix.com
38 Tutorial
i brani da una determinata sorgente, per esempio un disco, passando
quindi alla cassetta, alle tracce di CD audio e infine ai file audio.

L’ordine dei brani sulla traccia può essere facilmente elaborato in


seguito: per collocare un brano prima di un altro è sufficiente
trascinare il suo marker di traccia collocandolo prima del marker di
traccia del secondo. Il brano verrà spostato in questa posizione.

Gli oggetti inutili possono essere cancellati dalla traccia mediante lo


strumento Cancella.

Effetti Cleaning e Mastering per singoli oggetti

Se il materiale audio da differenti fonti viene


combinato,
è consigliabile configurare gli effetti Cleaning e Mastering con gli
stessi valori in tutti gli oggetti. Le registrazioni da cassetta hanno tipi
di rumore differenti da quelli di dischi.

Per questo ci sono due differenti possibilità di applicazione degli


effetti: Effetti oggetto ed Effetti master.

Gli effetti master vengono fissati centralmente nella sezione Cleaning.


Le impostazioni del sistema di note valgono sempre per tutti i suoni,
cioè gli oggetti, nella traccia master.

Le impostazioni degli oggetti


potranno essere elaborate
singolarmente. Per questo
clicca sul tasto per gli effetti
oggetto (FX) sull'oggetto stesso
nella traccia master.

www.magix.com
Tutorial 39
Per questo si apre la pagina per gli effetti dell'oggetto per altri
dispositivi di effetti. Gli effetti possono essere impostati sulla traccia
master.

Per selezionare altri oggetti clicca semplicemente sull'icona degli


effetti su un altro effetto. In questo modo le impostazioni correnti
verranno adattate.

La pagina degli effetti degli oggetti contiene anche una dispositivo


per la creazione di eco/riverbero sugli oggetti. È presente oltre il
compressore multibanda un compressore molto più semplice.

Molti effetti possono inoltre possono essere impostati più finemente


con il tasto Edit sulla traccia effetto.

Elaborare altri oggetti


A volte può essere necessario non solo spostare i marker di traccia,
ma anche elaborare singoli oggetti all’interno della traccia. Per
esempio, nel caso in cui un oggetto presenti un segmento
particolarmente disturbato, è consigliabile ritagliare questo passaggio
per applicarvi gli effetti speciali in modalità Effetti Oggetto.

Tagliare gli oggetti: Le forbici servono a questo. Puoi


selezionarle cliccando con il mouse nella finestra in alto a
destra, o mediante il menu Opzioni (modalità mouse
“Forbici”).
Spostando il cursore del mouse all’interno della finestra della traccia,
lo vedrai assumere la forma di un paio di forbici. Il cursore del mouse
ti permette di trascinare la linea di posizione in modo da determinare
il punto in cui effettuare il taglio. Cliccando sulla traccia con il tasto
sinistro del mouse, l’oggetto viene tagliato in due parti in
corrispondenza di quel punto. Puoi ritagliare anche singoli brani
all’interno di oggetti più lunghi per cancellarli.

www.magix.com
40 Tutorial
Zoom: Quando si effettua un ritaglio, è consigliabile utilizzare
un forte ingrandimento della forma d’onda.

Seleziona lo strumento Lente di Ingrandimento (modalità zooma con il


mouse). Clicca sull’area che desideri ingrandire. Clicca con il tasto
sinistro per ingrandirla e con il tasto destro per ridurla. Se desideri
visualizzare l’intera traccia, premi il tasto ”a” della tastiera.

Modifica della lunghezza di un oggetto: Quando ritagli i brani


potresti non riuscire sempre a ”centrarne” l’inizio o la fine; un oggetto
potrebbe quindi iniziare con una pausa.

Puoi risolvere facilmente il


problema con l’aiuto delle
maniglie dell’oggetto. Se
collochi il cursore del mouse
su una delle maniglie in
basso, lo vedrai assumere la
forma di una doppia freccia.
Tenendo premuto il tasto del mouse potrai quindi eliminare l’intervallo
indesiderato. Non è necessario che utilizzi lo strumento Forbici ogni
volta che desideri modificare la lunghezza di un oggetto.

Regolazione del volume


Volume Oggetto: Prima di scrivere il CD devi equalizzare il volume
delle varie tracce, in modo da non dover spostare il controllo di
volume del tuo amplificatore dopo ogni brano.

Per farlo hai a disposizione


gli speciali controlli di volume
al centro di ciascun oggetto,
che ti permettono di
modificare il volume del
brano contenuto nella
traccia.

Individua la parte dell’oggetto in cui il volume è più alto, ascoltala


brevemente e sposta quindi la linea di posizione su un altro oggetto;
confronta i volumi e alza il volume più basso. In questo modo puoi
ottenere livelli di volume uniformi tra i vari brani. Per regolare al
massimo il volume di un oggetto senza provocare distorsioni, attiva il
relativo pulsante Effetti Oggetto e clicca sul pulsante Auto (sotto il
comando di regolazione del volume) nella finestra Effetti Oggetto. Il
programma individua inoltre il passaggio del brano in cui il volume è

www.magix.com
Tutorial 41
più alto. Dal momento però che il volume “percepito” dipende anche
dal volume generale, il menu effetti comprende la funzione
“Regolazione volume”, che regola automaticamente il volume di tutti
gli oggetti adattandolo al loro volume medio.

Volume Master: Dopo aver regolato i volumi dei brani, devi


massimizzare il volume dell’intero materiale. Per farlo, attiva la
modalità Effetti Master, individua la parte a volume più elevato e
ascoltala. Premi quindi il pulsante Auto posto sotto il comando del
volume. Le parti a volume più alto verranno impostate a 0 dB (=
valore massimo) e il volume di tutte le altre parti verrà regolato di
conseguenza. Fai attenzione, però: se la parte da te esaminata non
era quella con il volume più alto, altre sezioni potrebbero risultare
distorte.

Masterizzazione di CD, esportazione dei file e salvataggio dei


progetti

Al termine del procedimento non sei obbligato


a registrare un CD audio. Puoi anche salvare
il progetto sul tuo hard disk come file audio.
Clicca sul pulsante ”Import audio” nella sezione Esporta. Puoi salvare
il progetto anche attraverso il menu File. Tutti gli oggetti e le
impostazioni degli effetti verranno salvati e potrai elaborarli
ulteriormente in un secondo tempo.

Se desideri masterizzare un CD, ti consigliamo di controllare la


lunghezza del progetto, in particolare nel caso di progetti ”misti”
contenenti materiale audio diverso. Il contenuto di un disco può
sempre essere riversato su un CD vuoto, ma un progetto misto può
facilmente superare il limite di 75 minuti.

www.magix.com
42 Panoramica dell'interfaccia

Panoramica dell'interfaccia

1 Importazione: qui puoi caricare nuovo materiale audio in un


progetto: file audio dal disco fisso, dischi o cassette tramite la
funzione di registrazione oppure brani di un CD audio.
2 Restauro: con i diversi effetti di cleaning e mastering puoi
elaborare il materiale audio nella traccia master.
3 Esportazione: qui puoi esportare il materiale audio come file
audio o masterizzarlo direttamente su CD o DVD.
4 Modalità mouse: qui puoi selezionare uno strumento adeguato:
freccia (standard), forbici (taglio), lente (zoom), croce (elimina),
orologio (resampling), matita (disegna curve volume).

5 Effetti oggetto: da qui puoi raggiungere gli effetti oggetto del


brano selezionato.
6 Sezione mastering: da qui puoi raggiungere gli effetti di
mastering.
7 Sezione cleaning: da qui raggiungi gli effetti di cleaning.
8 Controlli di riproduzione: da qui puoi controllare l'andamento
della riproduzione (vedi sotto)

www.magix.com
Panoramica dell'interfaccia 43

Controlli di riproduzione

Con questo cursore puoi spostare la


posizione di riproduzione nel progetto.

Con questo regolatore puoi riprodurre il


progetto con velocità differenti e in
entrambe le direzioni (funzione scrub).

Con questo pulsante apri la finestra di


dialogo per la registrazione.

Questo è il controllo di trasporto con le


normali funzioni di riproduzione (indietro
all'inizio, indietro veloce, stop, play/pausa,
avanzamento rapido).

Questo indicatore mostra l'esatta


posizione di riproduzione nel progetto.

Questo pulsante apre il videomonitor per


l'elaborazione delle tracce audio del video.

Questo pulsante apre l'Analyzer per la


verifica ottica delle frequenze.

www.magix.com
44 Panoramica elaborazione

Panoramica elaborazione
Questo capitolo ti insegna a elaborare i brani con MAGIX Audio
Cleanic 2007 deluxe e descrive i termini e gli strumenti più importanti
in un breve riassunto.

Progetti

Per lavorare sui progetti di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe occorre
sempre compiere tre semplici operazioni:

1. Caricare il materiale audio in un progetto attraverso la sezione


Importa
2. Elaborare il materiale con le funzioni di restauro digitale e
mastering, o direttamente nella finestra della traccia
3. Esportare il progetto sotto forma di file audio o registrarlo
direttamente su un CD/DVD audio attraverso la sezione Esporta

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è comodamente diviso in tre


sezioni. Al vertice dello schermo sono disponibili tre pulsanti per il
passaggio alle seguenti sezioni: “1 – Importa”, “2 – Restauro” e “3 –
Esporta”. Per passare da una sezione all’altra puoi utilizzare anche i
tasti di scelta rapida Ctrl + 1, Ctrl + 2 e Ctrl + 3.

I proggetti possono essere caricati e salvati dal Menu File come file
VIP.

Sezione d'imporatazione: Carica materiale audio


Per caricare del materiale audio in MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe
utilizza la sezione Importa.

Il materiale può essere costituito da interi dischi o cassette, singoli


brani, tracce di CD audio, interi CD audio, brani in formato MP3 o altri
file audio.

Il materiale analogico da vinili o cassette può essere caricato con


l’apposita funzione Registrazione audio, i CD audio con la funzione di
importazione CD e i file audio con la funzione di importazione audio.

www.magix.com
Panoramica elaborazione 45

Per conoscere le proprieta del processo di importazione si consiglia


di leggere il capitolo „Sezione importazione (vedi pagina 51)“!

Sezione Restauro: Elaborazione


Tutto il materiale importato viene visualizzato nella finestra della
traccia come forma d’onda. La traccia in cui vedi il materiale è la tua
”traccia master”. Qui puoi assemblare i brani, controllare le modifiche
al suono e ”masterizzare” il tuo CD.

Le modifiche che puoi apportare nella finestra della traccia


comprendono il restauro digitale e l’ottimizzazione del suono, la
disposizione del materiale sulla traccia e la preparazione per la
masterizzazione di CD.

Nella sezione Effetti puoi elaborare il suono mediante le funzioni di


restauro digitale e di mastering. Puoi elaborare tutto il materiale, ossia
tutti i brani e gli oggetti (”Effetti Master”) o solo una parte specifica
(”Effetti Oggetto”).

La disposizione sulla traccia master comprende la scelta dei brani, il


loro assemblaggio, la regolazione dei toni e dei volumi dei rispettivi
brani o delle loro parti e il posizionamento degli indicatori di traccia
per la masterizzazione di CD.

Lo Smart Assistant, posizionato sul lato sinistro della sezione


Restauro, ti consente di selezionare le operazioni di uso più frequente
con un semplice clic. l’effetto selezionato si apre consentendoti non
solo di ottenere risultati rapidi e professionali, ma anche di
apprendere di più sugli usi più indicati dei numerosi effetti disponibili.

Sezione Esporta: Masterizzazione di CD o salvataggio dei file


audio
mente tutti i marker di traccia, puoi masterizzare un CD/DVD
direttamente dall’interno del progetto. Il suono del CD sarà identico a
quello del materiale da te ascoltato in MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe.

Altrimenti, puoi esportare il progetto sotto forma di file audio. Puoi


scegliere tra numerosi formati e impostazioni. Per esempio, puoi
salvare l’intero progetto sull’hard disk in formato MP3 per risparmiare
spazio.

www.magix.com
46 Panoramica elaborazione

Controlli (Console di comando)

Controllo di trasporto
Con il controllo di trasporto puoi controllare la posizione di
riproduzione nel progetto. La linea della posizione è una sottile linea
verticale nella finestra della traccia, che ti mostra l'attuale posizione di
riproduzione.

Con il regolatore di posizione puoi spostare rapidamente la linea di


posizione nel progetto.

L'indicatore temporale mostra l'attuale posizione di


riproduzione (nell'unità di misura selezionata in Opzioni >
Unità di misura (vedi pagina 177))

Con il controllo di trasporto puoi avviare e interrompere la


riproduzione, andare avanti e indietro velocemente nel progetto e
spostare la linea di posizione all'inizio.

Salta all'inizio: colloca la linea di posizione all'inizio del progetto


(anche durante la riproduzione)

Play: avvia la riproduzione, con un ulteriore click interrompe la


riproduzione nella posizione attuale.

Stop: interrompe la riproduzione, l'indicatore torna alla posizione


iniziale.

Indietro veloce/Avanti veloce: l'avanzamento viene effettuato in un


primo momento con un tempo moderato, per poi accelerare dopo
breve tempo, se hai premuti il pulsante Rew o FF. Il funzionamento
corrisponde a quello di un registratore a nastro che impiega qualche
secondo per arrivare alla massima velocità.

Loop: cliccando sul tasto loop si avvia la riproduzione a circolo


continuo (loop). Questa funzione è utile per ascoltare più volte
determinati punti dell'oggetto, ad esempio per verificare delle
transizioni o delle impostazioni degli effetti in posizioni critiche. L'area
di loop può essere accorciata o allungata con il mouse nella timeline

www.magix.com
Panoramica elaborazione 47
oppure indicata numericamente nella finestra "Parametri di
riproduzione" (menu Opzioni).

Controllo con la tastiera del computer e il mouse:

• La barra spaziatrice avvia e interrompe la riproduzione.


• Con un semplice click nella linea delle battute sopra la traccia
collochi l'indicatore di posizione nel punto corrispondente (funziona
anche con la riproduzione in corso!).
• Il tasto Home colloca i'indicatore (Marker) di posizione all'inizio del
progetto.
• Con il regolatore di posizione puoi spostare rapidamente il cursore di
riproduzione nel progetto.
Modalità mouse
Le “Modalità mouse” sono i tuoi strumenti per le operazioni più
importanti nella finestra della traccia di MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe. Il cursore del mouse cambia aspetto e funzione in base alla
modalità prescelta. Sono disponibili le forbici (per il taglio), una lente
di ingrandimento (per lo zoom), una gomma (per cancellare), una
freccia (per le operazioni standard), un orologio (per modificare la
velocità di riproduzione) e una penna (per tracciare le curve del
volume).

Wizard (“1 Click”)


I “wizard” organizzano le funzioni di MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe in una sequenza pratica.

Il Wizard Restauro e il Wizard Mastering si attivano nella sezione


restauro, mentre il Wizard CD si trovano nella sezione esportazione.

Disposizione degli indicatori di traccia e


degli oggetti

Marker di traccia
Di norma è consigliabile suddividere in tracce CD il materiale audio
contenuto nella finestra della traccia, mediante i marker (indicatore) di
traccia, prima di procedere alla masterizzazione di CD. Le singole
tracce CD possono essere raggiunte direttamente con un lettore di
CD e visualizzate sul suo display. In assenza di indicatori di traccia, il
CD conterrebbe una traccia unica.

www.magix.com
48 Panoramica elaborazione
Gli indicatori di traccia di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe possono
essere fissati automaticamente o manualmente, selezionati con il
mouse, spostati o cancellati.

Oggetti
Gli oggetti sono fondamentali per la modifica del suono dei pezzi o di
singoli passaggi di brani..

Gli oggetti sono parti del materiale audio che possono essere
elaborate separatamente. Le tracce, invece, sono semplici indicazioni
sul CD audio.

Gli oggetti possono essere suddivisi in oggetti più piccoli, spostati o


cancellati.

Lo spostamento o la cancellazione di un oggetto sulla traccia


comporta lo spostamento di tutti gli oggetti successivi e dei loro
indicatori di traccia: le pause tra i brani vengono così conservate.

Non è necessario spostare l’oggetto in sé per elaborare la sequenza


dei brani. È più semplice spostare il corrispondente marker di traccia,
collocandolo prima o dopo un altro marker. In questo modo, l’ordine
degli oggetti sulla traccia viene modificato.

Modifica del suono

Effetti Oggetto o Effetti Master?


Gli effetti master della sezione restauro si trovano al centro dello
schermo. Se un disco o una cassetta devono semplicemente essere
ripuliti e quindi registrati su CD, di norma non è necessario lavorare
sui singoli brani, perché il materiale presenta probabilmente lo stesso
tipo di rumori di fondo indesiderati.

Le funzioni possono inoltre essere applicate ai singoli oggetti


mediante le rispettive finestre Effetti Oggetto. È sufficiente cliccare sul
pulsante “Effetti oggetto” (FX) dell’oggetto in questione.

Se per esempio un passaggio deve essere ripulito da fruscii da graffi,


è consigliabile ”ritagliarlo” dalla registrazione e considerarlo come un
oggetto separato da ripulire in modalità ”Effetti Oggetto”.

www.magix.com
Panoramica elaborazione 49
Restauro
Le funzioni di restauro audio si trovano nel modulo sulla parte destra
della sezione degli effetti. Questi sono importanti per l’eliminazione
delle distorsioni.

Il Declicker serve per eliminare i crepitii caratteristici dei vecchi dischi


e i rumori che derivano dai graffi sulla loro superficie. Il Decrackler è
uno strumento specifico per l’eliminazione del fruscio regolare tipico
dei dischi usurati e impolverati. Il Denoiser è utile contro le
interferenze elettriche, gli scoppiettii e molti altri rumori fastidiosi. Il
Dehisser serve per eliminare i sibili e il rumore di fondo delle cassette.

Il DeClipper permette l’eliminazioni del disturbo della


sovramodulazione.

Inoltre esiste una funzione speciale per l’eliminazione dell’alta


tensione. Questa funzione può venir scelta dal menu Edit; per prima
cosa deve essere selezionato un oggetto da restaurare.

Oltre a queste esistono altre due funzioni di restauro digitale che


consentono di cancellare i rumori prodotti dalle interferenze elettriche
e dal ”clipping” digitale. Queste funzioni vanno selezionate nel menu
Modifica, ma prima è necessario selezionare l’oggetto da ripulire.

È difficile dire quale funzione di restauro digitale sia più adatta per un
determinato rumore. I rumori possibili sono troppo numerosi. In
sostanza, dovrai procedere ”a orecchio”. È consigliabile applicare più
funzioni di restauro digitale contemporaneamente e sperimentare
combinazioni diverse.

Per aiutarti nella scelta degli effetti di restauro digitale e delle loro
combinazioni, troverai una raccolta di impostazioni predefinite per
ciascun effetto, più il Cleaning Wizard che ti guiderà con vari esempi
nell’uso delle diverse funzioni di restauro digitale.

Mastering
Le funzioni di mastering si trovano sulla parte sinistra di questa
sezione. Sono utili per il miglioramento del suono.

Il processore Effetti Stereo consente di elaborare il panorama stereo.


Puoi usarlo per allargare o restringere l’immagine stereo del materiale
e controllare separatamente i due canali stereo.

L’equalizzatore può alzare o abbassare opportunamente una o più


bande di frequenza (toni alti, medi e bassi). Ciò permette di ravvivare i

www.magix.com
50 Panoramica elaborazione
brani dal suono confuso o di rafforzare le linee di basso piatte. Il
Brilliance Enhancer applica al materiale nuove tonalità alte calcolate in
base allo spettro delle frequenze esistenti.

Il MultiMax è sostanzialmente un sistema di regolazione del volume


anticipato e automatico. Il livello unisce o separa i diversi campi di
frequenza (in questo caso i toni bassi, medi e alti). La compressione
rende così il suono più denso, potente e nitido.

www.magix.com
Sezione Importa 51

Sezione Importa

Record Audio

Con il pulsante "Record Audio" apri la finestra di dialogo per la


registrazione audio.

Elementi di base della registrazione con il computer


La funzione di registrazione converte i segnali audio analogici - vinili,
cassette, suoni, voci - in dati digitali, che possono essere salvati nel
computer ed elaborati con MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe.

II dispositivo usato per digitalizzare i segnali audio è già integrato


nella maggior parte delle schede audio ed è chiamato convertitore
analogico-digitale (A-to-D, ATD o A/D). Per poter registrare i suoni il
convertitore A/D ne prende dei campioni ("Sample") a intervalli
prefissati, misurando il livello del segnale in quel momento. La
frequenza alla quale preleva i campioni è chiamata frequenza di
campionamento ("Samplerate") ed è dell'ordine dei kHz, quindi il
dispositivo raccoglie migliaia di campioni al secondo. Maggiore è la
frequenza di campionamento, più alto è il numero di campioni
registrati dal convertitore A/D e migliore è la fedeltà della conversione
del suono.

La precisione con la quale il convertitore A/D misura il livello del


segnale analogico è determinata dalla risoluzione sample: maggiore è
la risoluzione, migliore e più fedele è il suono digitalizzato.

Le registrazioni audio in qualità CD vengono effettuate con un


samplerate di 44,1 kHz e una risoluzione di 16 Bit.

Collegamento delle sorgenti sonore


Per prima cosa devi collegare la sorgente sonora all'ingresso della
scheda audio. Anche in questo caso esistono varie possibilità, che
dipendono soprattutto dal tipo di attrezzatura di cui disponi.

Se desideri registrare materiale audio da un impianto stereo, puoi


utilizzare le uscite Line Out o AUX che trovi sul retro dell'amplificatore
o del registratore. Queste uscite vanno collegate all'ingresso della
scheda audio (solitamente di colore rosso).

www.magix.com
52 Sezione Importa
Se il tuo amplificatore non dispone di uscite separate (a parte l'uscita
delle casse), puoi utilizzare l'uscita cuffie per la registrazione. Nella
maggior parte dei casi ti servirà un cavo con due mini-jack stereo.

Quando registri dischi in vinile, non devi collegare direttamente


l'uscita del giradischi alla scheda audio, perché il segnale del
giradischi deve essere preamplificato. È preferibile quindi utilizzare
l'uscita cuffie o un preamplificatore esterno.

I microfoni possono essere collegati direttamente all'ingresso della


scheda audio.

Le tracce da CD audio possono essere importate direttamente nello


schermo “Modifica Filmato” con il file manager.

Regolazione del livello del segnale


La regolazione è consigliata anche per ottenere la migliore qualità del
suono per la registrazione digitale.

Dopo aver collegato correttamente la sorgente di registrazione alla


scheda audio, apri la finestra di dialogo di registrazione, seleziona
l’opzione "Registra entrata" e avvia la riproduzione del materiale da
registrare.

La modulazione può essere controllata con le catene LED nel dialogo


di registrazione. Per questo devi attivare "Mostra modulazione " con
un crocetta.

Se viene regolato troppa alto, si verificano distorsioni e il segnale


entrante deve essere ridotto. Se hai collegato l'uscita Line-out
dell'amplificatore alla scheda audio, potrai effettuare questa
regolazione solo nella finestra del mixer della tua scheda audio. Per
accedere al mixer clicca semplicemente sul menu "finestra".

Se riduci la sensibilità usando il regolatore di input, viene ridotta


anche la risoluzione alla quale viene digitalizzato il segnale. Prova a
fissare questi controlli automatici al livello di volume più alto possibile.

ll livello massimo ottimale è la parte a volume più alto. La parte al


volume più alto dovrebbe essere fissata come massimo. La
registrazione inizia premendo il tasto "Rec" nella finestra della
registrazione audio. Alla fine della registrazione quando si
raggiungono i marker di fine ti verrà chiesto se la registrazione deve
essere utilizzata. Se confermi, il nuovo materiale verrà posizionato

www.magix.com
Sezione Importa 53
nella prossima traccia libera alla posizione del marker di inizio
nell'arrangiamento.

Trasferimento digitale
Per mezzo della funzione di registrazione è possibile trasferire file
audio digitali sul disco fisso tramite un'interfaccia digitale (ad
esempio S/PDIF o ADAT).

I registratori ADAT o DAT forniscono normalmente i dati ad un


samplerate di 48 kHz. Per un progetto CD con 44,1 kHz è quindi
necessario convertire il samplerate. Quest'operazione viene effettuata
da MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe in tempo reale. A questo scopo
è necessario impostare il samplerate su 48 kHz nella finestra di
dialogo di registrazione.

Nella versione deluxe è possibile scegliere i formati di registrazione


supportati direttamente nella finestra di dialogo per la registrazione.

Il segnale digitale viene importato con 48 kHz, convertito


automaticamente e inserito nel progetto come file audio con 44,1
kHz. Quindi non devi fare altro che collegare l'uscita digitale del
registratore con l'entrata digitale della tua scheda audio – e
registrare.

www.magix.com
54 Sezione Importa
Finestra di registrazione
Il pulsante Record di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe apre la
finestra di dialogo per la registrazione. In precedenza è necessario
collegare la fonte di registrazione con l'entrata della scheda audio
tramite un cavo appropriato. A questo proposito leggi il capitolo
"Elementi base della registrazione".

Volume di registrazione: qui viene indicato se il livello del segnale da


digitalizzare è corretto. A questo scopo riproduci il punto col volume
più alto del materiale da registrare e fai attenzione al display. Come
nelle registrazioni analogiche, anche in quelle digitali è necessario
regolare correttamente il volume. Un volume troppo basso porta ad
una riduzione della qualità del suono, mentre un volume troppo alto
causa il fastidioso "clipping".

Controllo volume: apre le impostazioni di registrazione della finestra


mixer della tua scheda audio. I regolatori di livello della tua scheda
audio dovrebbero generalmente essere posizionati su valori massimi,
per raggiungere un risultato ottimale. Fai anche attenzione che
durante le registrazioni Line-In l'entrata del microfono sia disattivata,
per evitare fruscii di disturbo.

Scheda audio: la scheda contiene tutte le info riguardo alla scheda


audio utilizzata. Scheda audio: questa funzione ti informa sulla
scheda audio attualmente utilizzata. Inoltre è possibile visualizzare i

www.magix.com
Sezione Importa 55
formati audio supportati dalla scheda audio e informazioni sul driver
della scheda audio. Puoi cambiare il sistema driver tra MME e WDM.

Attenzione: modifica questa impostazione solamente se riscontri dei


problemi con la riproduzione o registrazione audio!

Accanto al pulsante della scheda audio viene visualizzato il nome


della scheda audio utilizzata. Se utilizzi più schede audio (o una
scheda audio con più entrate) puoi sceglierne una dal menu.

Formato: qui è possibile stabilire il samplerate del file audio registrato


e se questo deve essere registrato in modalità stereo o mono.

Per la registrazione a 24 Bit è necessario disporre di una scheda


audio di alta qualità con un convertitore a 20 o 24 Bit e di un driver
MME 24 Bit. Il materiale audio può essere trasmesso in qualità 24 Bit
anche tramite schede audio con interfacce digitali SPDIF.

Inoltre hai la possibilità di registrare direttamente nei formati file


compressi come MP3 o OGG VORBIS. Seleziona il formato file da
utilizzare, con "Opzioni formato" puoi stabilire dettagli come il Bitrate
e il metodo di compressione.

Nome file / Percorso file: in basso nella finestra di dialogo viene


visualizzato il nome del file audio da creare e il percorso di directory
preimpostato. Entrambi possono essere modificati con un click sul
pulsante con la cartella.

Inserisci marker traccia CD: durante la registrazione puoi già


posizionare i marker di traccia cliccando su "Inserisci marker traccia
CD" nella finestra di dialogo di registrazione.

Inizio registrazione: qui puoi impostare l'orario di inizio della


registrazione. Se la casella "attivo" è marcata, la registrazione non
inizía cliccando sull'apposito pulsante, bensì solo all'orario
prestabilito. In questo modo potrai effettuare registrazioni
programmate (per esempio di notte, o quando sei fuori). Ovviamente
l'orario deve essere impostato correttamente.

Durata registrazione: Se è la casella "attivo" è marcata, la


registrazione si interromperà automaticamente trascorsa la durata di
registrazione preimpostata.

www.magix.com
56 Sezione Importa
Registra: questo pulsante avvia la registrazione vera e propria.
Durante la registrazione viene visualizzato il tempo di registrazione e
lo spazio restante sull'hard disk. Sul display LED puoi controllare il
volume di registrazione. Se l'indicatore raggiunge il LED superiore,
significa che si è verificata una sovramodulazione. In questo caso è
opportuno in seguito verificare se sono presenti clipping nella
registrazione e nei casi peggiori ripetere la registrazione con un
volume di registrazione inferiore.

Interruzione automatica della registrazione: se la sezione è attiva la


riproduzione viene interrotta automaticamente dopo circa 16 secondi
di silenzio. In questo modo è possibile lasciare registzrare un disco
senza bisogno di dover interrompere la registrazione alla fine del
disco.

Riconoscimento automatico tracce CD: se questo campo è attivato,


vengono automaticamente posizionati dei marker traccia alla fine
delle pause tra le canzoni. Affinché quest'operazione venga eseguita
correttamente devi impostare nella casella di selezione la giusta fonte
(LP, cassetta o CD).

Registra: questo pulsante avvia la registrazione vera e propria.


Durante la registrazione viene visualizzato il tempo di registrazione e
lo spazio restante sull'hard disk. Sul display LED puoi controllare il
volume di registrazione. Se l'indicatore raggiunge il LED superiore,
significa che si è verificata una sovramodulazione. In questo caso è
opportuno in seguito verificare se sono presenti clipping nella
registrazione e nei casi peggiori ripetere la registrazione con un
volume di registrazione inferiore.

Pausa registrazione: cliccando su questo pulsante si interrompe la


registrazione, con un ulteriore click la registrazione viene riavviata.

Stop: questo pulsante termina la registrazione. Il materiale registrato


viene inserito come oggetto nella traccia superiore. Se nella traccia
sono già presenti altri oggetti, la registrazione viene inserita dopo
l'ultimo oggetto con pausa di 2 secondi.

Aiuto: viene attivato l'aiuto per la finestra di dialogo di registrazione.

Chiudi: chiude la finestra di dialogo di registrazione.

Comando veloce: R

www.magix.com
Sezione Importa 57
Entrata e livello automatici
Tutte le schede audio hanno almeno 2 entrate (Mocrofono e Line); ci
sono inoltre altre entrate "interne" per le unità CD o per altri
programmi (es. segna internetradio). Con le automazioni per entrata e
livello è semplice scegliere l'entrata giusta senza dover effettuare
lunghe ricerche e adattare automaticamente il livello del volume,
evitando sovramodulazioni.

A tale scopo clicca su "Automatico" nella finestra di dialogo per la


registrazione. Se la fonte audio è connessa è la riproduzione è in
corso verrà scelta l'entrata giusta automaticamente. In caso contrario
puoi avviare la ricerca cliccando sub "Nuova ricerca canale".

Supporto audio 24 bit


In MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è possibile registrare file audio
non solo di qualità 16 bit, ma anche nella superiore risoluzione a 24
bit. Seleziona la risoluzione a 24 bit come formato di registrazione
nella finestra di dialogo di registrazione.

La registrazione a 24 bit richiede una scheda audio di alta qualità con


convertitori a 20 o 24 bit, nonché un driver NME compatibile con il
formato 24 bit. Il materiale audio a 24 bit può inoltre essere
trasmesso mediante scheda audio con interfaccia digitale SPDIF.

Abbiamo ottenuto buoni risultati con le schede audio a 24 bit


prodotte da Marian, RME, SEKD e Terratec.

In MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe, i file audio ad alta risoluzione


sono archiviati e modificati nel formato a 32 bit ”floating point”. Ciò
garantisce sempre una qualità a 24 bit totale. La dinamica può
superare i 140 dB, mentre la trasmissione della registrazione scende,
a seconda del tipo di scheda audio, fino a 110 dB e oltre. Grazie
all’elaborazione floating point, non è più necessario preoccuparsi di
distorsioni nell’elaborazione interna. L’elaborazione floating point
inizia a distorcere solo a circa 1.500 dB sopra lo zero, a differenza del
segnale a 16 bit che inizia a distorcere appena viene superato il livello
degli 0 dB.

Anche nel caso in cui si desideri registrare il materiale su CD a 16 bit,


è consigliabile selezionare la risoluzione a 24 bit perché in questo
modo tutti i calcoli relativi agli effetti vengono svolti con una qualità
superiore e non si verifica quindi alcun errore „di arrotondamento“ nel
raggio udibile dei 16 bit.

www.magix.com
58 Sezione Importa
Le registrazioni a 24 bit (salvate in file a 32 bit floating point)
occupano uno spazio doppio sull’hard disk rispetto alle registrazioni a
16 bit. Considerata però la capacità degli hard disk odierni, questo
inconveniente è irrilevante di fronte al guadagno in termini di qualità.

I file audio ad alta risoluzione possono essere importati ed esportati


come file WAV a 24 bit; ciò consente un fluido scambio di file con altri
sistemi audio di alta qualità, come MAGIX Samplitude.

Importazione audio

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe puo


importare file audio nei formati WAVE,
Quicktime (*.aif), Ogg Vorbis (*.ogg),
MP3, WMA e AVI (solo tracce audio).
Per farlo, clicca sul pulsante ”Import
audio.WMA” in alto nella sezione Importa.
Si aprirà la finestra di dialogo Importa
Progetto. Da qui puoi accedere a
qualsiasi file audio. Ogni file visualizzato
può essere ascoltato in anteprima e
caricato in un progetto di MAGIX Audio
Cleanic 2007 deluxe.

Il file selezionato verrà inserito dopo l’ultimo oggetto del progetto


effettivo, dopo una pausa di due secondi, e gli verrà attribuito un
indicatore di traccia. Puoi modificare la durata della pausa nel menu
CD > “Regola pause automatiche”.

Puoi caricare più file contemporaneamente. Utilizzando lo stesso


sistema usato da Windows Explorer puoi estendere la selezione
tenendo premuto il tasto Ctrl e selezionare più file premendo il tasto
Shift.

Nota: A causa di una caratteristica di Windows Explorer, le righe della


finestra di dialogo di selezione dei file sono disposte a partire
dall’ultima. Per esempio, cliccando su Traccia 1, Traccia 2 e Traccia
3 (tenendo premuto Ctrl), vedrai nella riga di input “Traccia 3 “Traccia
2” e infine “Traccia 1”. Questa è la sequenza in cui i file vengono
caricati in MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe. Se desideri caricare più
file indipendenti, selezionali nell’ordine inverso rispetto a quello in cui
dovranno essere disposti nel progetto. Se invece desideri selezionare
un’area nell’Explorer (click + tasto shift), per esempio un’intera

www.magix.com
Sezione Importa 59
directory, seleziona l’ultimo titolo dell’elenco, poi premi shift e
seleziona il primo titolo dell’elenco. Clicca quindi su “apri” e le tracce
appariranno nel VIP nel giusto ordine.

Comando veloce: W

File Wave
Il formato Wave è il più importante formato audio, che garantisce la
massima qualità. Un file Wave di qualità CD richiede una risoluzione
stereo a 16 bit e una frequenza di campionamento di 44,1 kHz.

File MP3
Il formato MP3 ha cambiato drasticamente il mondo della musica. Il
computer è ora un sistema per la riproduzione, la gestione e
l’archiviazione della musica e Internet si è trasformata in un mercato
musicale mondiale in cui si trovano innumerevoli file MP3 pronti da
scaricare. I file MP3 sono così piccoli da evitare qualsiasi
sovraccarico di dati e da poter essere archiviati in gran numero
sull’hard disk. Allo stesso tempo, la loro qualità è talmente elevata
che è difficile distinguerla da quella di ”vere” registrazioni su CD
audio.

File OGG VORBIS


I file OGG VORBIS hanno tutte le caratteristiche più importanti dei file
MP3, senza royalty per il codec. Possono quindi essere codificati e
decodificati gratuitamente.

File WMA
Si tratta di file audio streaming che garantiscono la trasmissione del
materiale audio in tempo reale quando vengono impiegati su Internet.
La qualità del suono non è ovviamente molto alta, dato che i file sono
molto piccoli.

Playlists (.m3u)
Una playlist non contiene realmente dati audio: si tratta di un file di
testo che riporta i nomi dei file audio da caricare. I file playlist
vengono creati da numerosi programmi per l’elaborazione di file audio
e la codifica di MP3, come MAGIX Music Studio, e consentono il
caricamento di numerosi file audio nel giusto ordine.

Altri formati
Oltre ai formati WAV, MP3, OGG, HDP e M3U-è possibile importare
anche i formati MPEG 2 (formato compresso simile al MP3), ASF
(Formato steaming), AIF (Standard Macintosh-Computer), WMA

www.magix.com
60 Sezione Importa
(Windows Media – un formato compresso di Microsoft) e AVI. Con i
file video AVI la traccia audio viene estratta e visualizzata sulla traccia
master.

Import CD

Con Import CD puoi importare musica nel


programma da un CD.

Importa CD
Puoi importare nel progetto interi CD audio o singole tracce CD. I CD
audio, diversamente dai CD di dati, vanno sempre importati uno per
uno (con un’operazione detta grabbing o ripping). L’importazione dei
dati avviene interamente in digitale, ovvero senza perdita di
informazioni sonore.

Per importare tracce da CD audio, segui questi semplici passi:

1. Inserisci un CD audio nel lettore di CD-ROM e clicca sul pulsante


”CD audio”. Se disponi di più lettori dovrai selezionare quello in cui
è inserito il CD, attraverso la finestra di dialogo ”Opzioni drive CD”.
2. Seleziona il titolo o i titoli desiderati (Shift + Click del mouse o Alt +
tasti freccia).
3. Clicca su ”Copia tracce selezionate”.
4. Apparirà la finestra di dialogo ”Carica file audio”. Qui puoi
determinare il nome del file e il percorso di destinazione.
5. Il materiale audio verrà copiato dal lettore di CD sull’hard

Una volta chiusa la lettura i dialoghi vengono chiusi e le tracce


vengono inserite nei progetti.

www.magix.com
Sezione Importa 61
Finestra di dialogo ”Lista tracce CD”

Copia tracce selezionate: Questo comando apre la finestra di


dialogo ”Importa Progetto” che consente di copiare il CD selezionato
sull’hard disk.

Controllo di trasporto: seleziona il


lettore di CD adeguato per avviare,
interrompere e mettere in pausa la
riproduzione e per saltare avanti e
indietro nell’elenco delle tracce

Sotto il controllo di trasporto sono riportate informazioni riguardanti la


durata e i requisiti di memoria delle tracce selezionate.

Seleziona tutte le tracce: tutte le tracce (cioè l’intero CD) vengono


selezionate per la copia. È inoltre possibile selezionare più tracce
consecutive tenendo premuto il tasto Shift e utilizzando i tasti freccia,
o più tracce non consecutive tenendo premuto il tasto Ctrl e
cliccando con il mouse.

nella casella di selezione a destra puoi scegliere la velocità di lettura,


mentre in quella a sinistra puoi indicare la modalità di selezione (vedi
"Finestra di dialogo di configurazione del CD-ROM (vedi pagina 63)" )
ausgewählt werden.

www.magix.com
62 Sezione Importa
Opzioni lettore CD: apre la finestra di dialogo ”Opzioni lettore CD”
per l’aggiunta o la configurazione dei lettori di CD.

La finestra di dialogo "Importa progetto" appare quando viene


selezionata l’opzione "Copia tracce selezionate". Digita un nome e
una directory di destinazione per i nuovi file audio. A ciascun file sarà
assegnato un numero, oltre al nome da te scelto ("nome"->
nome_1.wav, nome_1.wav...).

Il formato predefinito per le tracce audio (file CDA) è il WAV. Puoi


comunque convertire i file anche in un formato compresso come
l’MP3, durante la lettura stessa dei dati. Scegli il formato audio che
desideri nella finestra di dialogo "Importa progetto" e clicca sul
pulsante "Impostazioni formato" per effettuare le tue modifiche
(troverai maggiori informazioni sui formati audio alla voce Carica
audio).

CD audio con protezione copia

In base alla legge sul copyrigth e proibito copiare un CD audio con o


senza protezione copia. Il proprietario di un CD puo effettuare un
copia di sicurezza del proprio disco – anche per CD con protezione
copia. Il problema e che se un CD e protetto da copia non e possibile
tecnicamente creare una copia, in quanto il supporto non puo essere
importato dall'unita del PC La soluzionje puo essere quella di
effettuare una normale registrazione analogica riproducendo il CD
dalla scheda audio.

Finestra di dialogo “Importa file audio”


La finestra di dialogo ”Importa file audio” viene visualizzata dopo la
selezione dell’opzione ”Copia tracce selezionate”. In essa puoi
determinare il nome e il percorso di destinazione del file audio. Le
tracce audio (file CDA) vengono importate di default come file wav. A
seconda del Codec installato, tuttavia, è possibile elaborarne il
formato in fase di importazione, per esempio scegliendo un formato
compresso come l’MP3. Clicca sul pulsante ”Impostazioni formato”
nella finestra di dialogo ”Importa progetto”.

La finestra di dialogo dei lettori CD


La finestra di dialogo del lettore CD ti permette di scegliere e
configurare il tuo lettore di CD.

Configurazione: questo pulsante apre la finestra di configurazione


(vedi pagina 63), dove eseguire le diverse impostazioni speciali, ID
SCSI, ecc.

www.magix.com
Sezione Importa 63
Resetta: ripristina le impostazioni standard dei lettori.

Aggiungi unità: genera una nuova voce per inserire la configurazione


relativa ad un nuovo lettore.

Elimina unità: cancella il lettore selezionato dalla lista.

Salva Setup: memorizza l’attuale lista lettori e tutti i dati di


configurazione in un *.cfg File.

Carica impost.: carica l’attuale lista lettori e tutti i dati di


configurazione da un *.cfg File.

La finestra di dialogo di configurazione del CD-ROM


Nome del Drive: ti permette di assegnare un nome al drive nella lista.
Questo è utile per creare più di una voce che si riferisca allo stesso
drive.

Host Adapter: ti permette di specificare il numero del tuo adapter


SCSI - normalmente 0.

SCSI ID: Permette di impostare l’ID del lettore di Cd rom. Assicurati


di impostare l’ID giusto, perché non c’è controllo d’errore!

SCSI LUN: Seleziona il parametro LUN SCSI, normalmente 0.

Alias: Permette di selezionare un tipo di produttore per il tuo lettore


CD.

Modalità di copia normale: Copia i dati audio senza alcuna


correzione software

Modalità di copia settore sincronizzazione: copia i file audio con uno


speciale algoritmo di correzione. Ciò è particolarmente utile, poiché
molti lettori CD hanno dei problemi nel ritrovare esattamente una
determinata posizione fra due accessi.

Modalità di copia Burst: Ottimizza la velocità del processo di copia


senza alcuna correzione software.

Settori per lettura: Definisce il numero di settori audio per ciclo di


lettura: più il numero è alto e più rapido risul terà il processo di copia.
Non tutti gli adattatori SCSI sono in grado di supportare più di 27
settori!

www.magix.com
64 Sezione Importa
Settori di sincronia: Definisce il numero di settori audio usati per la
Sincronizzazione dei Settori. Un numero alto dà come risultato una
miglior sincronizzazione, ma anche una procedura di copia più lenta.

CD audio protetti da copyright


La copia di CD audio è proibita, a prescindere dalla presenza o meno
della funzione di protezione dalle copie. Il proprietario di un CD è
tuttavia autorizzato a creare una copia di backup dei CD protetti dalle
copie. Il problema è che non è possibile copiare questi CD, che non
possono essere letti da un lettore convenzionale. Per creare una
copia di backup di un CD protetto dalle copie è necessario riprodurlo
con un lettore di CD audio e registrarlo come una “normale”
registrazione analogica attraverso la scheda audio.

www.magix.com
Finestra della traccia 65

Finestra della traccia

Traccia master

Presentazione del materiale audio


Il materiale audio contenuto in un progetto viene visualizzato come
forma d’onda nella traccia master della finestra della traccia. La forma
d’onda riproduce le caratteristiche acustiche del materiale. In altre
parole: se non si vede nulla, non si sente nulla e le onde più alte
corrispondono ai volumi più alti. La forma d’onda della traccia è
l’elemento più importante per individuare passaggi specifici.

Linea di posizione
Durante la riproduzione, una linea verticale gialla si sposta da sinistra
a destra sopra la traccia master, indicando il punto della forma
d’onda che viene riprodotto in ogni momento.

La posizione finale della riproduzione è indicata da un piccolo


triangolo giallo posto sopra la traccia master. Se la riproduzione viene
interrotta, la linea di posizione salta direttamente a questa posizione.

Indicatore delle battute


L’indicatore delle battute si trova al di sopra della traccia. Qui viene
visualizzata la struttura temporale del progetto. L’unità di misura può
essere selezionata nel menu Opzioni. Puoi scegliere tra millisecondi,
ore/minuti/secondi o frame CD.

Sull’indicatore delle battute sono visibili anche i marker di traccia, che


possono essere selezionati, spostati o cancellati con il mouse.

Navigazione
Esiste un controllo di Trasporto separato per navigare attraverso il
materiale audio presente nella traccia master. Anche in questo caso
trovi i normali comandi di un registratore a cassette. Consulta il
capitolo ”Controlli di trasporto” per ulteriori informazioni.

Il sistema di navigazione più semplice è ovviamente spostarsi


direttamente sulla traccia: cliccando con il mouse sposti la posizione
di riproduzione (anche durante la riproduzione stessa!), mentre
premendo la barra spaziatrice avvii e interrompi la riproduzione.

www.magix.com
66 Finestra della traccia
2 tracce
Il pulsante ”2 tracce” ti consente di creare una seconda traccia
stereo. Questa può essere utilizzata per esempio per creare una
dissolvenza incrociata tra due brani in riproduzione o per
”parcheggiare” temporaneamente un brano sulla seconda traccia. La
nuova traccia offre inoltre una visuale d’insieme più chiara nel caso in
cui nella traccia principale si trovino troppi oggetti.

È possibile spostare qualsiasi oggetto da una traccia all’altra. Se


durante lo spostamento di un oggetto tieni premuto il tasto Shift, la
posizione orizzontale dell’oggetto rimane invariata: cambia cioè solo
la traccia. In generale, il materiale che occupa la stessa posizione
orizzontale viene riprodotto e registrato su CD contemporaneamente.
Nel caso, fai attenzione al livello di volume in questo punto, perché il
volume di più oggetti riprodotti contemporaneamente risulta più
elevato.

Stereo
Nel menu Opzioni puoi selezionare un stereo delle forme d’onda. La
forma d’onda viene in questo caso suddivisa in due canali, a seconda
delle caratteristiche stereo del materiale audio. Questo display è utile
per il controllo visivo del materiale nel panorama stereo e per la
ricerca delle parti di silenzio in fase di taglio.

Surround
Apre l’editor Surround.

Consulta il capitolo ”Effetti audio (vedi pagina 123)”!

Volume
Attiva la curva di volume nella traccia.

Escludi effetti
Premendo questo pulsante è possibile disattivare e riattivare tutti gli
effetti per fare un confronto con il materiale originale.

Regolazione della visuale


La finestra della traccia può essere ampliata fino a occupare l’intero
schermo. Clicca sul relativo pulsante sulla destra!

Pulsante Effetti Oggetto


La finestra Effetti Oggetto si apre direttamente sull’oggetto nella
finestra della traccia quando viene premuto il tasto Effetti Oggetto.
Mentre gli effetti dello schermo di restauro agiscono su tutti gli oggetti

www.magix.com
Finestra della traccia 67
presenti nella traccia master, le impostazioni della finestra Effetti
Oggetto agiscono solo sull’oggetto singolo.

Di norma, il pulsante Effetti Oggetto evidenziato nella traccia master


indica qual è l’oggetto a cui si riferiscono le impostazioni correnti
della finestra Effetti Oggetto.

Controllo di trasporto

Con il controllo di trasporto puoi controllare la posizione di


riproduzione nel progetto. La linea della posizione è una sottile linea
verticale nella finestra della traccia, che ti mostra l'attuale posizione di
riproduzione.

Con il regolatore di posizione puoi spostare rapidamente la linea di


posizione nel progetto.

L'indicatore temporale mostra l'attuale posizione di


riproduzione (nell'unità di misura selezionata in Opzioni >
Unità di misura (vedi pagina 177))

Con il controllo di trasporto puoi avviare e interrompere la


riproduzione, andare avanti e indietro velocemente nel progetto e
spostare la linea di posizione all'inizio.

Salta all'inizio: colloca la linea di posizione all'inizio del progetto


(anche durante la riproduzione)

Play: avvia la riproduzione, con un ulteriore click interrompe la


riproduzione nella posizione attuale.

Stop: interrompe la riproduzione, l'indicatore torna alla posizione


iniziale.

Indietro veloce/Avanti veloce: l'avanzamento viene effettuato in un


primo momento con un tempo moderato, per poi accelerare dopo
breve tempo, se hai premuti il pulsante Rew o FF. Il funzionamento

www.magix.com
68 Finestra della traccia
corrisponde a quello di un registratore a nastro che impiega qualche
secondo per arrivare alla massima velocità.

Loop: cliccando sul tasto loop si avvia la riproduzione a circolo


continuo (loop). Questa funzione è utile per ascoltare più volte
determinati punti dell'oggetto, ad esempio per verificare delle
transizioni o delle impostazioni degli effetti in posizioni critiche. L'area
di loop può essere accorciata o allungata con il mouse nella timeline
oppure indicata numericamente nella finestra "Parametri di
riproduzione" (menu Opzioni).

Controllo con la tastiera del computer e il mouse:

• La barra spaziatrice avvia e interrompe la riproduzione.


• Con un semplice click nella linea delle battute sopra la traccia
collochi l'indicatore di posizione nel punto corrispondente (funziona
anche con la riproduzione in corso!).
• Il tasto Home colloca i'indicatore (Marker) di posizione all'inizio del
progetto.
• Con il regolatore di posizione puoi spostare rapidamente il cursore di
riproduzione nel progetto.

Tasti

Nuovo progetto
Questa opzione ti permette di creare un nuovo progetto di MAGIX
Audio Cleanic 2007 deluxe.

Tasto: E

Carica progetto
Questa opzione ti permette di caricare un progetto precedentemente
salvato. I file dei progetti di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe hanno
l’estensione ”VIP”, che sta per ”virtual project”.

Tasto: O

Salva progetto
Il progetto corrente viene salvato con il nome specificato. Se non
viene specificato alcun nome, il programma apre una finestra in cui
inserire un nome e un percorso.

Tasto: S

www.magix.com
Finestra della traccia 69
Masterizzazione
Scrive il progetto su un CD audio.

Tasto: B

MAGIX Print Studio


Apre il programma MAGIX Print Studio per la progettazione e la
stampa della copertina.

MAGIX Music Editor


Apre il programma di elaborazione audio MAGIX Music Editor.

Per sapere di più su MAGIX Music Editor consulta il manuale in


formato PDF allegato

Info titolo
Si consiglia di leggere a riguardo il paragrafo „ Menu„CD/DVD“, nel
capitolo „Audfio ID (vedi pagina 170)“!

Analizzatore
Il materiale audio in riproduzione viene rappresentato graficamente
nel visualizzatore. Puoi scegliere tra le seguenti opzioni di
visualizzazione: Indicatore di picco, Oscilloscopio, Correlazione di
fase, Spettroscopio e Spettrogramma.

Puoi modificare il visualizzatore secondo i tuoi gusti. Clicca su


“Impostazioni” e, nel menu contestuale, scegli tra le varie opzioni che
comprendono velocità di aggiornamento, colore ecc.

Marker
Inserisce un indicatore di traccia in corrispondenza della posizione del
cursore di riproduzione.

Modalità mouse

Le modalità mouse sono gli strumenti più importanti nella finestra


della traccia MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe. Dopo la scelta la
forma del puntatore del mouse si modifica e si modificano anche le
funzioni. Gli stumenti sono vari: forbici (per tagliare), un lente di
ingrandimento (per zoom), un gomma (per cancellare), un freccia (per

www.magix.com
70 Finestra della traccia
le operazioni standard), un orologio (per la modifica della velocità di
riproduzione) e una penna (per il disegno della curva del volume).

Modalità Sposta
La modalità Sposta è quella predefinita. Con essa puoi
svolgere tutte le operazioni più importanti.

Cliccando con il tasto sinistro del mouse puoi selezionare, spostare o


cancellare gli oggetti nella finestra della traccia.

Le cinque maniglie ti permettono di impostare dissolvenze in entrata


e in uscita, di abbreviare un oggetto e di impostarne il volume
generale.

Cliccando con il tasto destro su un oggetto richiami il cosiddetto


menu contestuale, nel quale puoi selezionare importanti opzioni di
modifica per la sezione corrispondente.

Quando viene collocato su una curva attiva, il cursore del mouse


appare sotto forma di dito. Cliccando è possibile collocare
un’”ancora” su una curva e spostarla.

Tasto: V

Modalità Taglia
In modalità Taglia, il cursore del mouse assume l’aspetto di un
paio di forbici.

In questa modalità puoi tagliare in due qualsiasi oggetto nel punto in


cui si trova il cursore del mouse. Otterrai così due oggetti che potrai
elaborare separatamente.

Trascinando il mouse lungo la forma d’onda del materiale audio fai sì


che anche la linea di posizione si sposti. In questo modo puoi
controllare con precisione il punto in cui desideri effettuare il taglio.
Per ottenere tagli precisi, ti consigliamo di utilizzare la lente di
ingrandimento per ingrandire la forma d’onda (zoom).

Il menu contestuale viene richiamato quando clicchi con il tasto


destro su un oggetto. Qui troverai importanti strumenti per la modifica
dell’oggetto.

www.magix.com
Finestra della traccia 71
Lo strumento Forbici può essere usato anche per suddividere un
brano in più sezioni da elaborare separatamente in modalità Effetti
Oggetto.

Tasto: H

Modalità "Cancella oggetti"


In modalità Cancella il cursore del mouse assume l’aspetto di
una gomma per cancellare. In questa modalità puoi cancellare
degli oggetti dal progetto.

Tutti gli oggetti successivi, compresi i marker di traccia, verranno


automaticamente spostati occupando il posto dell’oggetto
cancellato.

In modalità Sposta puoi selezionare un oggetto e cancellarlo


premendo il tasto Canc della tastiera.

Tasto: F

Modalità Zoom mouse


In modalità Zoom il cursore del mouse si trasforma in una
lente. Puoi ingrandire la forma d’onda che rappresenta il
materiale audio cliccando con il tasto sinistro del mouse.

Cliccando con il tasto destro (o con il sinistro + tasto Alt) puoi invece
ridurre la visuale.

Con +/- nella parte in basso a destra della finestra della traccia è
possibile zoomare. La parte centrale della finestra della traccia viene
ingrandita. In modalità Zoom e possibile zoomare su segmenti
specifici della forma ad onda.

Tasto: Z

Modalità mouse Resample


In questa modalità, la velocità di riproduzione degli oggetti
può essere modificata.

Come sui nastri si modificano velocità e altezza del suono. Se un


oggetto viene modificato con il mouse verranno modificati Tempo e
altezza del suono come per le musicassette.

www.magix.com
72 Finestra della traccia
Modalità Volume
Con la curva del volume puo essere attivata con l'apposito
tasto.

In questa maniera è possibile disegnare l'andamento del volume del


tuo materiale audio, es. per compensare le parti deboli durante le
registrazioni o per aumentare il livello del volume nelle parti dove è più
basso.

Le modifiche dell'onda del volume vengono visualizzate subito sulla


curva in modo da poter effettuare subito un livellamento del volume
nei differenti passaggi.

L'effetto Voice Over crea curve di volume per la regolazione


automatica della musica di sottofondo in presenza di parti parlate.

Ci sono 2 modi per l'elaborazione della curava del volume:

Con un click sulla curva viene visualizzata creata una maniglia sulla
curva. Le maniglie possono essere spostate con il mouse per poter
inserire transizioni lineari. Le transizioni vengono calcolate
esattamente in base al sample in modo da evitare rumori di disturbo.
Il metodo dovrebbe essere applicato preferibilmente se in presenza
di passaggi più lunghi sono necessarie modifiche graduali del volume.

Questa modalità mouse serve per disegnare la curva di


volume.

Quando è attivata, è possibile tracciare l’andamento di una curva


(tenendo premuto il tasto sinistro del mouse) in modo da regolare il
livello del volume.

In modalità Cancella il cursore del mouse assume l’aspetto di una


gomma per cancellare (vedi pagina 71). In questa modalità puoi
cancellare degli oggetti dal progetto. Tutti gli oggetti successivi,
compresi i marker di traccia, verranno automaticamente spostati
occupando il posto dell’oggetto cancellato.

In modalità Sposta puoi selezionare un oggetto e cancellarlo


premendo il tasto Canc della tastiera.

www.magix.com
Finestra della traccia 73

Analizzatore

Il materiale audio in riproduzione viene rappresentato graficamente


nel visualizzatore. Puoi scegliere tra le seguenti opzioni di
visualizzazione: Indicatore di picco, Oscilloscopio, Correlazione di
fase, Spettroscopio e Spettrogramma.

Puoi modificare il visualizzatore secondo i tuoi gusti. Clicca su


“Impostazioni” e, nel menu contestuale, scegli tra le varie opzioni che
comprendono velocità di aggiornamento, colore ecc.

Impostazioni

Area valori/Display: è possibile indicare il valore massimo e minimo


per la visualizzazione in tutte le modalità. Il display peakmeter si attiva
dalla voce Valori Peakmeter del menu. L'opzione Scala db non
lineare amplia l'area di interessamento sotto gli 0db. È possibile un
display valori RMS addizionale alla voce RMS del menu.

Velocità: è possibili definire tre differenti velocità per tutte le modalità


di visualizzazione. È possibile comunque personalizzare le velocità.
L'unìtà di misura viene fissata in millesecondi per una caduta di 10
dB.

Peak hold: qui puoi inserire un valore "tempo" per l'incremento e


l'abbassamento del livello di peak. è anche possibile inserire
manualmente questo valore in ms.

Bande frequenza: qui puoi inserire il numero delle bande di frequenza


nello spettroscopio. Attenzione: un numero più alto di bande significa
allo stesso tempo una più alta occupazione della CPU una resa del
sistema peggiore.

www.magix.com
74 Finestra della traccia

Zoom

La visualizzazione della forma d'onda consente di riconoscere


determinati punti nel materiale. In molto casi è utile avere una
visualizzazione ingrandita della forma d'onda. Per lavori di precisione,
come ad esempio tagli con l'opzione forbici, hai a disposizione varie
possibilità di zoom:

Zoom veloce: per eseguire lo zoom veloce basta cliccare con il


mouse nella timeline, tenere premuto il pulsante e muovere il mouse
verso l'alto e verso il basso. Così è possibile effettuare veloci
zoomate senza lasciare il mouse.

I pulsanti zoom +/- nell'angolo in basso a destra della


finestra della traccia servono a zoomare in avanti e
indietro nella visualizzazione.
Viene ingrandita l’area centrale della finestra della traccia. Cliccando
sul triangolo accanto si apre il menu zoom. Qui sono contenuti vari
comandi zoom e di navigazione (vedi pagina 74).

Con la modalità mouse zoom è possibile eseguire zoom


mirati.

Clicca sull’area della forma d’onda che desideri ingrandire o ridurre,


usando il tasto sinistro del mouse per aumentare l’ingrandimento
(zoom in) o il tasto destro per ridurlo (zoom out). Per tornare alla
visuale complessiva del progetto, premi il pulsante "a".

Con i cursori puoi spostarti all'interno del progetto. Sposta la barra di


scorrimento per muoverti velocemente nel progetto, trascina le
estremità della barra per cambiarne le dimensioni, aumenta e riduci lo
zoom del progetto.

Impostazioni zoom

Comando Comando veloce Descrizione

Comandi del per lo spostamento


marker di rapido della posizione
posizione Play di riproduzione

www.magix.com
Finestra della traccia 75
Marker a sinistra Alt + freccia a destra Il marker play può
Marker a destra Alt + sinistra essere spostato
rapidamente tra i
marker
Bordo dell'oggetto Shift + Alt + destra Il marker play può
a sinistra essere mosso
Bordo dell'oggetto Shift + Alt + sinistra rapidamente da un
a destra margine all'altro
dell'oggetto (Inizio e
fine dell'oggetto)

Aree zoom

Segmento A L'intero progetto è


completo visibile
Zoom 1 s 1 Il segmento visibile del
Zoom 10 s 0 progetto viene portato
Zoom 60 s 6 rapidamente al valore
Zoom 4 min 4 selezionato
Zoom 10 min Shift + 0

Zoom verticale Viene eseguito uno


zoom verticale nella
Zoom In forma Ctrl + freccia giù forma d'onda. Questa
d'onda funzione è utile per
individuare
Zoom out forma Ctrl + freccia su esattamente il
d'onda passaggio zero (per un
taglio preciso al
sample)

Regolatore volume / Pulsante Auto

Questo regolatore imposta il volume di riproduzione della traccia.


Prima dell'esportazione il volume del progetto dovrebbe essere
regolato al massimo per ottenere un Podcast ottimale. Il pulsante
Auto sotto il regolatore serve all'ottimizzazione (normalizzazione)
automatica del volume. MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe offre a
questo proposito due possibilità:

Per impostare il volume dell'intero progetto al massimo, imposta la


linea di posizione poco prima del punto col volume più alto del
progetto e avvia da lì la riproduzione. (Il punto col volume più alto è

www.magix.com
76 Finestra della traccia
riconoscibile dove la forma d'onda presenta l'oscillazione più
marcata)

Dopo aver eseguito la riproduzione del punto col volume più alto
clicca sul pulsante "Auto" sotto il regolatore del volume. MAGIX Audio
Cleanic 2007 deluxe imposta automaticamente il volume in modo che
il punto più forte della parte riprodotta risulti esattamente 0 dB - cioè
il volume minimo.

Nota: il volume impostato con il regolatore viene mantenuto alla fine


anche nell'esportazione. Se abbassi il livello (ad esempio per poter
parlare con qualcuno), allora anche il progetto verrà esportato con
volume più basso. È preferibile regolare il volume di ascolto dal mixer
della scheda audio o direttamente dall'impianto di amplificazione (ad
esempio le casse del monitor) e lasciare invariata la posizione del
regolatore di volume impostata tramite il pulsante Auto.

Per impostare il volume di ascolto nel mixer della scheda audio puoi
cliccare sul simbolo dell'altoparlante nell'angolo in basso a destra
nello schermo. In alternativa puoi anche farlo direttamente nella
finestra di dialogo dei parametri di riproduzione (vedi pagina 175)
tramite il fader volume.

Displays

Indicatore di posizione
Qui viene indicata l'attuale posizione di riproduzione (nell'unità di
misura selezionata in Opzioni > Unità di misura).

Display durata (CD meter)


Alla base dello schermo c’è un CD Meter che confronta le dimensioni
della traccia master con la capacità del CD audio.

Display LED
Il display LED a sinistra del controllo di volume è un indicatore di
picco che mostra i picchi di volume raggiunti dal materiale audio sulla
traccia durante la riproduzione. Con le tracce stereo, i LED a sinistra
indicano il canale sinistro, quelli a destra il canale destro. Con le
tracce mono, le due file di LED reagiscono contemporaneamente.

www.magix.com
Spostamenti nella traccia master 77
Display di sistema
Il display di sistema di MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe ti aiuta a prevedere i possibili problemi che
potrebbero verificarsi in fase di masterizzazione.
Se si avvicina al 100% diventerà più difficile il controllo e potrebbero
verificarsi delle interruzioni.
Quindi è necessario la quantità degli effetti in tempo reale o calcolarli.

Spostamenti nella traccia


master
Questo capitolo ti fornisce informazioni per la modifica degli oggetti e
dei marker di traccia. Le descrizioni degli elementi screens possono
si trovano nel capitolo per la finestra traccia.

Cosa sono gli oggetti?

Gli oggetti forniscono una rappresentazione del materiale audio come


forma d’onda. Il punto iniziale di un oggetto viene fissato in una
posizione precisa del materiale audio. La lunghezza dell’oggetto
determina quella della corrispondente sezione del file audio. Un
oggetto non contiene effettivamente il materiale audio: è una
semplice istruzione per la riproduzione. Quando modifichi un oggetto
non fai altro che impostare nuove istruzioni che vengono eseguite in
tempo reale durante la riproduzione. Il materiale audio originale non
viene modificato e le impostazioni rimangono disponibili. Questo
procedimento si definisce ”modifica non distruttiva”.

Gli oggetti, essendo istruzioni per la riproduzione e riferendosi


esclusivamente al materiale audio, possono essere spostati in
qualsiasi posizione nella finestra della traccia; possono inoltre essere
cancellati, senza che ciò comporti alcuna modifica nel file audio.

Progetto

Il progetto (*.vip Datei) contiene tutti i dati di lavoro di MAGIX Audio


Cleanic 2007 deluxe. Non contiene dati audio, bensì solo i nomi dei
file audio importati e registrati e i rispettivi percorsi sul disco fisso,
tutti i tagli, le abbreviazioni e la maggior parte delle elaborazioni degli

www.magix.com
78 Spostamenti nella traccia master
effetti. In seguito anche la rappresentazione degli oggetti sulle tracce
verrà denominata per semplicità progetto.

Modifica volume oggetto

Con la "maniglia" in alto al centro modifichi il volume dell'oggetto.


Questo strumento è particolarmente importante per uniformare il
volume di brani provenienti da fonti differenti. Anche i CD audio sono
differenti l'uno dall'altro per quanto riguarda il volume.

www.magix.com
Spostamenti nella traccia master 79

Fade in/out oggetti

Ai due angoli superiori si trovano due regolatori fade che è possibile


trascinare all'interno in modo da aprire o chiudere in dissolvenza
l'oggetto. In particolare quando hai tagliato dei passaggi da una
registrazione è consigliabile impiegare i regolatori fade per evitare
transizioni brusche.

Duplicazione oggetti

Per duplicare un oggetto clicca sull'oggetto da copiare e tieni


premuto Ctrl contemporaneamente. In questo modo viene creata una
copia che può subito essere trascinata nella posizione desiderata.

www.magix.com
80 Spostamenti nella traccia master

Accorcia e allunga oggetti

Tutti gli oggetti possono essere accorciati posizionando il mouse


all'angolo inferiore destro dell'oggetto, finché il cursore non diventa
un simbolo con una doppia freccia. Adesso è possibile ridurre
l'oggetto. In questo modo è possibile accorciare i brani o le
registrazioni senza bisogno di tagliarli.

Per allungare nuovamente l'oggetto trascina la maniglia verso destra.


Quando i margini dell'oggetto non si muovono più, significa che non
c'è più materiale audio disponibile.

Se all'inizio di una registrazione sono stati registrati alcuni secondi di


silenzio, è possibile eliminarli semplicemente trascinando la maniglia
sinistra. Se è stato eliminato troppo materiale, per recuperarlo basta
trascinare nuovamente il margine dell'oggetto nella direzione
opposta.

www.magix.com
Spostamenti nella traccia master 81

Cancella e sposta oggetti

Ogni oggetto può essere cancellato dalla traccia con lo strumento


della gomma per cancellare o con il tasto Canc. Quando un oggetto
viene cancellato non rimane nessun vuoto nel progetto, in quanto
l'oggetto successivo viene avvicinato.

Anche quando viene spostato un oggetto si spostano di


conseguenza anche gli altri oggetti in modo da non lasciare spazi
vuoti.

Taglia oggetti

Per eliminare le parti in eccesso all'inizio e alla fine di un progetto è


disponibile la modalità mouse forbici. Con questo strumento puoi
cliccare nei punti della forma d'onda corrispondenti all'inizio e alla fine
della registrazione. In questo modo vengono creati oggetti separati.

Gli oggetti in eccesso possono essere eliminati dalla traccia con la


gomma per cancellare o tramite il tasto Canc.

Quando tagli degli oggetti, nei punti di stacco viene automaticamente


creata una breve dissolvenza in entrata e uscita ("fade"), per evitare
che si crei un clic acustico.

Se suddividi il tuo materiale in piccoli oggetti puoi riordinarli e


riarrangiarlo in modo completamente nuovo. Per queste operazioni di
arrangiamento si consiglia l'utilizzo di una seconda traccia (vedi
pagina 174), da utilizzare come traccia di deposito per gli oggetti.

Per trovare le posizioni ideali per i tagli, si consiglia solitamente di


lavorare con una visualizzazione ampliata della forma d'onda. Anche
per questa operazione è disponibile un apposito strumento: la lente
d'ingrandimento. Con la lente d'ingrandimento puoi cliccare con il
tasto sinistro del mouse nella forma d'onda per ampliarla e con il
tasto destro puoi nuovamente ridurre la visualizzazione.

Transizioni oggetti

Se un oggetto viene spostato da destra a sinistra su un oggetto


confinante, quest'ultimo copre quello precedente nella linea

www.magix.com
82 Spostamenti nella traccia master
temporale (come se un foglio di carta coprisse del tutto o un parte un
altro). La parte non visibile di un oggetto non viene riprodotta.

Tra entrambi gli oggetti che si sovrappongono viene


automaticamente creata una transizione (crossfade), se il regolatore
fade dell'oggetto precedente viene spostato leggermente verso
destra. In questo modo puoi creare delle transizioni fluide.

Una transizione viene rappresentata su un oggetto marcato


con simbolo crossfade.
Cliccando su questo simbolo è possibile modificare la forma della
curva della transizione.

Cancellazione o spostamento di oggetti

Ogni oggetto può essere eliminato dalla traccia mediante lo


strumento Gomma (o mediante il tasto Canc). Ciò non provoca la
creazione di uno spazio vuoto nella traccia master: gli oggetti
seguenti, infatti, si spostano occupando la posizione rimasta vuota.

Tra entrambi gli oggetti che si sovrappongono viene


automaticamente creata una transizione (crossfade), se il regolatore
fade dell'oggetto precedente viene spostato leggermente verso
destra. In questa maniera sarà possibile evitare i rumori di disturbo.

Una transizione viene rappresentata su un oggetto marcato con


simbolo crossfade. Cliccando su questo simbolo è possibile
modificare la forma della curva della transizione. Inoltre è possibile
applicare le transizione surround.

Con lo spostamento dell'oggetto retrostante verso destra la parte


nascosta può essere resa udibile.

Per intrecciare le canzoni una con l'altra può essere utilizzata anche
la traccia disattivabile. I passaggi che stanno su due tracce una sopra
all'altra, vengono riprodotti sovrapposte. Adesso è possibile con
l'aiuto delle maniglie (transizioni e lunghezze) spostare e tagliare gli
oggetti alla ricerca del MIX ottimale.

www.magix.com
Spostamenti nella traccia master 83

Modifica della sequenza dei brani

Non è necessario modificare l’ordine dei brani per spostare gli


oggetti. È più semplice trascinare il corrispondente marker di traccia,
collocandolo prima o dopo un altro marker di traccia. In questo modo
vengono spostati anche i corrispondenti oggetti sulla traccia.

Pause automatiche tra gli oggetti

Quando importi dei brani (o altro materiale audio) separatamente,


questi vengono visualizzati sulla traccia come oggetti disposti in
sequenza. Tra gli oggetti vengono create pause di 2 secondi.

Più brani all’interno di un solo lungo


oggetto

Se registri per esempio l’intera facciata di un disco, la registrazione


apparirà sotto forma di un unico lungo oggetto nella finestra della
traccia. Se desideri suddividere un oggetto come questo in oggetti-
brano separati, devi individuare i punti di transizione tra un brano e
l’altro nella forma d’onda e tagliarli ”manualmente”.

In generale non è necessario impostare ogni brano come oggetto


singolo. È sufficiente collocare i marker di traccia all’inizio di ciascun
brano.

Effetti Oggetto

Puoi elaborare ogni oggetto separatamente, utilizzando tutti gli effetti.


Suddividi l’oggetto in oggetti più piccoli e modifica ogni singolo
oggetto in modalità Effetti Oggetto.

Per farlo, clicca sul pulsante ”Effetti Oggetto” (FX) e assicurati che sia
evidenziato.

Altre caratteristiche della pagina degli effetti oggetto sono illustrate al


capitolo Effetti Cleaning.

www.magix.com
84 Spostamenti nella traccia master

Tracciamento delle curve di volume

Cliccando sul tasto ”Volume” attivi una curva di volume. Puoi


modificare l’andamento di una curva di volume per il tuo materiale
(per esempio, per eliminare le fluttuazioni di volume in una
registrazione o per aumentare il volume nei passaggi più silenziosi).

Le modifiche al volume si riflettono immediatamente sulla forma


d’onda, consentendo un comodo confronto grafico tra i volumi dei
diversi passaggi.

Ci sono sostanzialmente due metodi per modificare le curve di


volume:

1. Cliccando su una curva crei un’”ancora” o ”maniglia”. Puoi quindi


spostarla con il mouse per creare dissolvenze lineari. Queste
dissolvenze vengono calcolate esattamente in funzione del
campione, in modo da prevenire ticchettii o altri rumori
indesiderati. Questo sistema è consigliato per i passaggi più lunghi
che richiedono modifiche graduali al volume.
2. In alternativa è possibile utilizzare la modalità disegno. Questo
metodo consente la creazione rapida di curve morbide (per
esempio, per sfumare i tagli o per modificare soltanto aree
specifiche).

Zoom rapido

Ingrandendo il display della forma d’onda risulta più facile effettuare


varie operazioni. Per zoomare rapidamente, clicca sulla timeline e
sposta il cursore del mouse verso l’alto o verso il basso tenendo
premuto il tasto. In questo modo potrai ingrandire o ridurre qualsiasi
settore.

Disposizione degli indicatori di traccia

I singoli oggetti non vengono sempre collocati all’interno di un


progetto in ordine, ma possono esservi inseriti anche in gruppo, per
esempio quando registri un intero lato di un disco.

Se desideri registrare il disco su un CD, colloca i marker di traccia


all’inizio dei brani. I marker di traccia potrebbero essere già stati
impostati durante la registrazione attraverso la finestra di dialogo

www.magix.com
Spostamenti nella traccia master 85
Registrazione, manualmente o automaticamente mediante la funzione
di riconoscimento automatico delle tracce.

Puoi disporre i marker di traccia anche direttamente nella traccia


master. Colloca la linea di posizione all’inizio di un brano e premi il
tasto M della tastiera (oppure seleziona l’opzione ”Imposta Marker di
traccia” nel menu CD). Il marker di traccia apparirà in corrispondenza
della linea di posizione.

Riconoscimento automatico delle tracce

Ci sono vari modi per suddividere automaticamente il materiale in


tracce CD:

1. direttamente durante la registrazione, mediante la finestra di


dialogo Registrazione
2. con l’opzione ”Imposta Marker di traccia automaticamente” del
menu CD
3. con l’aiuto del Track Wizard

Prima fase: MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe ricerca i punti di inizio
dei brani, cioè quelli successivi a delle pause. Di norma una pausa
dura da mezzo secondo a 3 secondi. A volte la pausa può non
essere del tutto silenziosa: basta pensare al fruscio o ai crepitii di un
disco o di una cassetta. Di conseguenza, MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe riconosce come pause soltanto i punti in cui, per un certo
periodo di tempo, non viene raggiunto un determinato volume. Più
basso è questo livello (soglia), più saranno le pause riconosciute, ma
potrà anche avvenire che siano considerate pause anche passaggi
con musica molto bassa. Al contrario, se il livello fissato è troppo
elevato, è possibile che alcune pause contenenti rumori o fruscii non
siano riconosciute come tali.

Seconda fase: il sistema controlla se gli intervalli tra le pause sono


sufficientemente lunghi. È molto poco probabile, per esempio, che
più brani durino meno di un minuto. Nel caso, il marker della seconda
pausa verrà cancellato.

Terza fase: vengono esaminati l’inizio e la fine del materiale audio.


All’inizio di un disco si sente un forte colpo nel momento in cui la
puntina si assesta sulla sua superficie; lo stesso avviene al termine
del disco, quando la puntina si stacca dalla sua superficie. MAGIX
Audio Cleanic 2007 deluxe cerca di riconoscere e delimitare questi

www.magix.com
86 Spostamenti nella traccia master
punti. I margini dell’oggetto vengono cioè spostati verso l’interno, in
modo da corrispondere all’inizio e alla fine della musica.

A volte è utile impostare manualmente due o tre indicatori e


suddividere gli oggetti in quei punti premendo il tasto ”T”, specie nel
caso in cui le differenze di volume siano molto forti. MAGIX Audio
Cleanic 2007 deluxe esaminerà quindi gli oggetti separatamente.

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe non è sempre in grado di


individuare correttamente i marker di traccia (per esempio nelle
registrazioni dal vivo o nella musica classica). Dopo aver tentato più
volte con varie impostazioni e non aver ottenuto il risultato corretto, è
consigliabile fissare i marker di traccia manualmente.

Puoi elaborare le opzioni predefinite per il riconoscimento automatico


delle tracce nel menu Opzioni.

Verifica e spostamento degli indicatori di


traccia

Prima di registrare il materiale audio su un CD devi controllare che


tutti i marker di traccia siano collocati nelle posizioni corrette. La
finestra della traccia visualizza un chiaro elenco di tutti i marker di
traccia, che possono essere selezionati, spostati o cancellati
singolarmente.

Per accedere agli indicatori di traccia nella finestra della traccia,


sposta la linea di posizione da un marker all’altro tenendo premuto
Alt + tasti freccia (sulla tastiera numerica) e avvia la riproduzione da
quelle posizioni. Se il marker è superfluo o collocato in una posizione
sbagliata, puoi cliccarci sopra per cancellarlo o spostarlo, tenendo
premuto il tasto del mouse.

www.magix.com
Effetti di restauro digitale 87

Effetti di restauro digitale


La maggior parte delle funzioni di restauro si attiva mediante la
sezione Effetti Restauro in alto; come effetto master sulla schermata
principale o relativamente a un oggetto specifico in una finestra Effetti
Oggetto separata.

Tutti gli effetti della sezione Effetti funzionano in tempo reale: puoi
quindi attivarli, disattivarli, modificarne i parametri durante la
riproduzione e ascoltarne l’effetto istantaneamente.

Altre due funzioni di restauro digitale si trovano nel menu ”Modifica”.

Salvataggio e caricamento delle


impostazioni predefinite

Cliccando con il tasto destro del mouse sul pulsante di restauro puoi
aprire il menu contestuale degli effetti di restauro. Qui (come nel
menu Modifica) puoi salvare e caricare impostazioni predefinite per gli
effetti come “Preset effetti di restauro” per utilizzarle in altri progetti o
per altri oggetti. Sono presenti varie impostazioni predefinite (es.
“Restaura dischi in cattive condizioni”) che possono essere
sperimentate direttamente.

Le impostazioni predefinite degli effetti di restauro possono essere


applicate dalla finestra Effetti Oggetto a singoli oggetti, oppure come
Effetti master all’intero materiale audio (nella schermata principale).

Sezione Restauro

On/Off: È possibile attivare o disattivare le funzioni della sezione


restauro mediante i pulsanti a sinistra del modulo Effetti. Nella
modalità predefinita ”Effetti Master”, le impostazioni vengono
applicate a tutti gli oggetti compresi nella finestra della traccia. Se per
uno degli oggetti nella finestra della traccia è selezionata la modalità
”Effetti Oggetto”, le impostazioni verranno applicate solo all’oggetto
selezionato.

Controllo scorrevole: Ogni funzione comprende un cursore


scorrevole che consente di controllare l’intensità dell’effetto di
restauro digitale.

www.magix.com
88 Effetti di restauro digitale
Preimpostazioni: Gli effetti della sezione restauro sullo schermo
principale offrono una raccolta di impostazioni predefinite,
selezionabili in un menu a comparsa.

Nella maggior parte dei casi ti basterà selezionare un’impostazione


predefinita per ottenere ottimi risultati sonori.

Pulsante Modifica: Gli appassionati dell’elaborazione audio possono


scegliere impostazioni speciali per ottenere determinati effetti nella
sezione Restauro (Denoiser e Dehisser). Per farlo, apri il ”modulo
effetti” premendo il pulsante alla sua destra. Potrai quindi elaborare
l’effetto di restauro digitale.

È possibile attivare o disattivare ogni singolo effetto mediante un


pulsante separato. Per applicare le impostazioni, clicca su OK;
cliccando su On chiudi invece il ”modulo effetti” senza applicare le
impostazioni.

Finestra Effetti Oggetto

La finestra Effetti Oggetto si apre direttamente sull’oggetto nella


finestra della traccia quando viene premuto il tasto Effetti Oggetto.
Mentre gli effetti di restauro dello schermo di restauro agiscono su
tutti gli oggetti presenti nella traccia master, le impostazioni della
finestra Effetti Oggetto agiscono solo sull’oggetto in questione.

Object-Play-Status: questo tasto mostra che


l'oggetto scelto è in riproduzione.

Con un click su questo tasto si avvia la riproduzione, il cursore di


riproduzione verrà automaticamente fissato all'inizione dell'oggetto
attivato. In questo modo sarai sicuro che potrai ascoltare gli effetti
(FX) oggetto (questi sono attivi solo per l'oggetto selezionato).

Pulsanti Avanti/Indietro: Questi pulsanti ti permettono di passare da


un oggetto all’altro all’interno della traccia master. Le impostazioni
della finestra Effetti Oggetto si applicano automaticamente agli
oggetti selezionati. Quando si clicca nuovamente sul pulsante, il
display inizia a lampeggiare indicando che la finestra Effetti Oggetto
fa riferimento a un altro oggetto presente nella traccia.

www.magix.com
Effetti di restauro digitale 89

Di norma, il pulsante Effetti Oggetto evidenziato nella traccia master


indica qual è l’oggetto a cui si riferiscono le impostazioni correnti
della finestra Effetti Oggetto.

Tempo/Resampling
Con il regolatore è possibile regolare la velocità di riproduzione degli
oggetti. Come sui nastri si modificano velocità e altezza del suono.

Ricampionamento di LP riprodotti a una velocità errata

Di norma, la registrazione di un disco in vinile a 78 giri pone un


problema: la maggior parte dei giradischi non è infatti in grado di
riprodurre questi vecchi dischi. La tecnologia di ricampionamento ti
permette di riprodurre il disco a una velocità sbagliata, di registrarlo e
quindi di „convertirlo“ alla velocità corretta con un semplice clic.

A tale fine sono disponibili numerose impostazioni predefinite. Il primo


numero indica la velocità a cui è stato riprodotto il disco; la seconda
indica la velocità desiderata. Per esempio, nel caso di un vecchio
disco a 78 giri riprodotto a 33 giri al minuto, dovrai utilizzare
l’impostazione di ricampionamento 33/78.

Il secondo gruppo di impostazioni predefinite adatta al progetto i file


wave con una diversa frequenza di campionamento. Queste
impostazioni vengono selezionate automaticamente al caricamento
dei file wave nel progetto. Anche in questo caso vale la stessa regola:
il primo numero indica la frequenza di campionamento del progetto
(quella usata per la riproduzione), il secondo fa riferimento al file wave
(da riprodurre).

Declicker/Decrackler

Il Declicker elimina i crepitii e gli scricchiolii tipici dei dischi graffiati.

www.magix.com
90 Effetti di restauro digitale
Questa funzione va utilizzata in modalità “Effetti Oggetto” quando i
rumori non sono distribuiti uniformemente su tutto il materiale e
appaiono solo in alcuni punti.

Individua i rumori nella finestra della traccia. Quando trovi un punto


disturbato, usa le forbici per effettuare un taglio prima e uno dopo il
rumore, in modo da ricavare un singolo oggetto.

Aziona quindi il pulsante ”Effetti Oggetto” su questo piccolo oggetto,


in modo da applicare il Declicker solo al passaggio contenente il
rumore.

Nota: se il Declicker non è sufficiente per l'eliminazione completa dei


clic è possibile anche rimuoverli manualmente. Per questo è
necessario zoomare fino all'individuazione del singolo click (usa la
visualizzazione stereo per individuare in punto esatto) e spostare
l'inizio del secondo oggetto dopo il rumore (Punto Zero). Quindi
sposta anche le parti finali dell'oggetto una sopra all'altra

Indicatore DeClicker
Un disco graffiato può contenere rumori molto più forti oltre a quelli
„normali“. Se si aumenta la potenza del DeClicker per questi
passaggi è possibile che l’effetto registri porzioni del segnale che
hanno caratteristiche simili a quelle degli scoppiettii. Per evitarlo, ti
consigliamo di regolare il DeClicker su un’intensità più bassa e di
rimuovere gli scoppiettii più forti con l’Indicatore DeClicker. Gli
scoppiettii verranno contrassegnati con un apposito indicatore. Una
volta attivato, lo speciale Indicatore DeClicker viene applicato a questi
passaggi, intervenendo con forza sul materiale audio. Il DeClicker
„normale“, che modifica più delicatamente il materiale audio, potrà
quindi essere applicato agli altri passaggi con rumori relativamente
più deboli.

Decrackler
Il Decrackler è stato progettato allo scopo di eliminare il rumore di
fondo regolare caratteristico dei vecchi dischi. Per eliminare i singoli
scoppiettii ad alto volume è più indicato il Declicker.

Test disturbi: Questo pulsante ti permette di ascoltare solo gli


scoppiettii e gli scricchiolii eliminati. In questo modo puoi assicurarti
di non aver cancellato inavvertitamente anche del materiale audio
vero e proprio. Se senti anche altro materiale oltre ai disturbi eliminati,
riduci il valore di riferimento.

www.magix.com
Effetti di restauro digitale 91

Declipper

Se il volume in entrata di una registrazione audio è eccessivo,


potrebbero prodursi delle imperfezioni dovute a eccesso di
modulazione nelle parti in cui il volume è più alto (picchi del segnale).
Queste distorsioni digitali vengono chiamate anche “clipping”. In
corrispondenza delle aree con modulazione eccessiva, i valori troppo
elevati vengono tagliati e si sentono i tipici e fastidiosi scoppiettii.

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe offre una funzione speciale per
correggere le distorsioni digitali e analogiche, che puoi attivare
tramite il menu Modifica.

I passaggi con modulazione eccessiva vengono rilevati e filtrati in


base al materiale contenuto nell’oggetto selezionato.

Infine, si può ridurre il volume complessivo del materiale audio per


permettere la riproduzione delle parti interpolate senza eccessi di
modulazione.

L’algoritmo del DeClipper è particolarmente adatto al materiale in cui


gli eccessi di modulazione sono chiaramente udibili, per esempio alle
registrazioni distorte di pianoforte o di voce. Per contro, è molto
difficile apportare miglioramenti ai passaggi di batteria con
modulazione eccessiva.

Livello clip campione: Qui puoi indicare il livello minimo al quale


l’algoritmo dovrà rilevare i campioni come sovra-modulati,
correggendoli se necessario. Questa regolazione è importante in
quanto le varie schede audio producono tipi di clipping diversi. Con
un livello campione di –6dB, per esempio, tutti i campioni il cui
volume superi la metà del livello di controllo verranno considerati
sovra-modulati e ricalcolati.

Livello clip: Qui puoi calcolare automaticamente il livello di clipping.

Guadagno: L’interpolazione dei picchi del segnale determina una


modifica del volume complessivo, che va compensata con il cursore
del guadagno (gain) in modo da evitare nuovi eccessi di modulazione.
Quando effettui questa regolazione, tieni sotto controllo l’indicatore
dei picchi sul lato destro della finestra di dialogo.

L’opzione “Volume minimo campioni clipping [ < 0 dB ]” attiva un


limitatore che previene gli eccessi di modulazione.

www.magix.com
92 Effetti di restauro digitale
Rimosso: Con questo pulsante puoi verificare che le parti non
distorte del segnale non vengano interpretate come clipping e quindi
filtrate anche se non serve.

Dehisser

Il Dehisser elimina i fruscii regolari, tipicamente prodotti dalla


registrazione analogica su nastro, dai microfoni, dai pre-amplificatori
o dai trasformatori.

Noise Level (Livello Rumore): La soglia di ingresso del Dehisser va


fissata con la massima precisione possibile. Valori troppo bassi
determinano una cancellazione incompleta del fruscio, che produce a
sua volta disturbi e va quindi evitata. Valori troppo elevati producono
risultati “piatti”: anche i segnali ”utili” che assomigliano a fruscii (per
esempio il soffio di uno strumento a fiato) vengono infatti eliminati.

Se il volume del fruscio è basso, l’impostazione non comporta


problemi.

Audiotype: Ti permette di indicare il tipo di materiale audio da


modificare; l’algoritmo viene adattato di conseguenza.

Noise Reduction (Riduzione Rumore): Qui puoi impostare la forza


dell’attenuazione del fruscio in decibel. Spesso è consigliabile limitare
la riduzione del fruscio a –3/-6 dB, in modo da conservare un suono
naturale.

Removed Hiss (Fruscio eliminato): Ti permette di ascoltare in


anteprima il passaggio della musica filtrato.

Quality: La qualità di elaborazione può essere definita in due fasi.


Puoi utilizzare questa funzione per regolare con precisione i valori
nella finestra di dialogo, per effettuare regolazioni standard di qualità
senza saltare la riproduzione, e quindi selezionare una qualità
superiore per la masterizzazione finale.

www.magix.com
Effetti di restauro digitale 93
Adaptive: Il valore del parametro di livello del rumore viene fissato
automaticamente attraverso la determinazione del sibilo contenuto
nel segnale. Se il valore di volume del rumore varia, l’effetto viene
applicato in modo relativo; il valore risultante è cioè determinato dalla
funzione automatica oltre che dalle impostazioni del cursore di
volume del rumore.

Un vantaggio di questo metodo è che ti evita di dover regolare il


volume del rumore manualmente; inoltre il valore può essere regolato
in seguito se il rumore è fluttuante, per esempio nel caso in cui in uno
stesso progetto vengano usati brani con livelli di sibilo diversi.

Se il volume del rumore è costante si possono ottenere risultati


migliori manualmente (disattivando la modalità Adaptive). In questo
caso tuttavia il volume del rumore andrà fissato con precisione.

Denoiser

Il Denoiser è particolarmente utile per cancellare i rumori prolungati,


come per esempio il ronzio dell’alimentazione, i fruscii, i rumori
prodotti dalle schede audio, i disturbi legati alla messa a terra, le
interferenze delle attrezzature audio con uscite microfoniche alte
(registratori a cassette) o i rumori di impatto della testina e di
rotazione dei dischi.

Il Denoiser richiede un campione ”puro” del rumore di disturbo. Nel


programma hai a disposizione alcuni dei rumori più tipici. Puoi anche
creare da te un campione del rumore. Ti serve un breve passaggio
della musica in cui si senta solo il rumore.

Noise Sample

Noise Sample Presets (Campioni rumore predefiniti): Qui puoi


scegliere un campione di rumore. I campioni di rumore si trovano

www.magix.com
94 Effetti di restauro digitale
nella directory NoisePrintSample. Quando viene creato un campione
tramite la funzione ”Pick!” (campiona), nella directory appare la voce
”NoisePrint”.

Play (Predefiniti): Ti permette di ascoltare in anteprima il campione di


rumore prescelto.

Crea Noise Sample

Length (Durata): Quando il comando ”Auto” non è attivo, è possibile


regolare la durata del campione in millisecondi.

Auto: Quando questo comando è attivato, la durata del campione del


rumore viene regolata automaticamente.

Pick! Qui puoi prelevare un campione del rumore. Un breve


passaggio tratto dalla posizione di riproduzione corrente viene cioè
preso come esempio del rumore.

Il campione del rumore non deve contenere musica o altre


componenti del segnale desiderato, ma il solo segnale di disturbo.

Wizard: Apre un Wizard che ti aiuta a creare campioni di rumore. Il


Wizard offre una funzione di ricerca che ti permette di esaminare il
materiale audio alla ricerca di un campione di rumore adatto. Puoi
scegliere tra vari tipi diversi di rumori.

Save (Salva): Il campione del rumore creato può essere salvato nella
directory ”NoisePrintSample”. In questo modo il campione sarà
accessibile come nuovo campione di rumore nell’elenco dei rumori
predefiniti.

Audiotype: Ti permette di indicare il tipo di materiale audio da


modificare; l’algoritmo viene adattato di conseguenza.

Spectral View

Se questa opzione viene selezionata, viene visualizzato lo spettro del


campione di rumore. Utilizza il pulsante a destra per passare alla
modalità Spectral View. Il materiale audio verrà quindi visualizzato in
uno spettrogramma. Le porzioni dello spettro rimosse dall’effetto
vengono visualizzate in rosso.

Modes

www.magix.com
Effetti di restauro digitale 95
Anti-Noise: Viene rimosso tutto il rumore.

Hum Mode (Modalità ronzio): Se viene selezionata questa modalità,


viene rimosso il ronzio invece del sibilo compreso nel campione. Il
vantaggio è che questo sistema rende necessarie molte meno
modifiche rispetto alla modalità Anti-Noise.

Se desideri eliminare un rumore che contiene sia un ronzio sia un


sibilo, ti conviene eliminare il ronzio con il Denoiser in modalità Hum e
quindi rimuovere il sibilo con il DeHisser, oppure applicare il DeNoiser
per due volte con impostazioni diverse, per esempio come effetto
master e quindi come effetto oggetto.

Video camera: Questa funzione rimuove il ronzio della telecamera in


modalità ronzio; questo rumore è infatti molto più fastidioso del sibilo
e può essere rimosso più facilmente!

Sezione Processing(Elaborazione)

Quality: La qualità di elaborazione può essere definita in due fasi.


Puoi utilizzare questa funzione per regolare con precisione i valori
nella finestra di dialogo, per effettuare regolazioni standard di qualità
senza saltare la riproduzione, e quindi selezionare una qualità
superiore per la masterizzazione finale.

Noise Level (Livello Rumore): Qui puoi regolare con la massima


precisione la soglia di ingresso del rumore da eliminare. Se i valori
sono troppo bassi, la riduzione del rumore risulta insufficiente e si
verificano altri disturbi. Se i valori sono troppo alti, il suono viene reso
troppo piatto. Ti consigliamo di dedicare un po’ di tempo alle prove
per individuare il valore più adatto! È quindi opportuno scegliere le
impostazioni migliori oppure utilizzare l’impostazione automatica
(adaptive). Se la funzione “Adaptive” è attivata, le impostazioni del
livello del rumore sono relative, cioè si sommano alla funzione
automatica.

Noise Reduction (Riduzione Rumore): Qui puoi regolare l’equilibrio


tra il segnale originale e quello filtrato. Spesso è preferibile non
eliminare il segnale di disturbo completamente, ma solo ridurlo di
circa 3-6 decibel, in modo che il materiale mantenga un suono
naturale. In caso di ronzio, invece, consigliamo una pulizia completa.

Adaptive: il valore del Parameter Noise Level viene impostato


automaticamente fissandolo al livello delle interferenze esistenti. Il
vantaggio è che se il segnale di interferenza è oscillante il Noise Level

www.magix.com
96 Effetti di restauro digitale
lo livellerà al segnale di interferenza già esistente. Se il Noise Sample
non è stato estratto dal signale da elaborare ma è stato utilizzata una
preconfigurazione, la differenza tra la forza del segnale di interferenza
nel materiale audio e nel Noise Sample verra livellata. Se il Noise
Sample è stato estratto dal segnale da elaborare e il segnale di
interferenza è costante, questa funzione non deve essere applicata.

Removed Noise (Rumore Eliminato): Per verificare la resa dell’effetto


puoi ascoltare il passaggio eliminare filtrato dal Denoiser.

DeRumble: Attiva un filtro speciale per i rumori a bassa frequenza,


come quelli prodotti dai vecchi giradischi e il rumore del vento nelle
registrazioni via microfono.

Preset: Tutte le impostazioni del Denoiser, i Noisesample utilizzati e


le impostazioni della sezione Processing, possono venir salvate come
preimpostazioni (Preset) per essere utilizzate frequentemente.

Disturbi legati agli effetti di restauro digitale

Se al Denoiser vengono attribuiti valori troppo elevati, è possibile che


si produca un disturbo sonoro ”metallico” che, per la sua natura
sintetica, ha un impatto sgradevole all’udito. Il problema si verifica di
norma solo nei casi più difficili.

Per ottenere i migliori risultati, segui le seguenti indicazioni:

Prima di tutto, scegli un’impostazione predefinita nel menu. Vi troverai


numerosi esempi di rumori. Nella maggior parte dei casi, il risultato
sarà soddisfacente.

Fai attenzione al ”dosaggio” dell’effetto: più alto è il valore, più basso


è il rumore. Regolalo finché non sentirai più il disturbo, altrimenti
potrebbero prodursi altri rumori.

Ti consigliamo di ripulire il materiale prima di applicare eventuali


modifiche dirette. Seleziona gli oggetti di disturbo e scegli l’opzione
”Elimina interferenze elettriche” nel menu Modifica.

Disturbi provocati dagli effetti di restauro


digitale

Quando le impostazioni non sono corrette, il Denoiser e il Dehisser


possono provocare scricchiolii metallici o fischi. Questi disturbi sono

www.magix.com
Effetti di restauro digitale 97
determinati dall’eliminazione incompleta dei rumori di fondo e l’udito
vi è molto sensibile. Il problema, però, si verifica solo in pochi casi
molto difficili.

Per ottenere i migliori risultati, tieni presenti i seguenti consigli:

• Scegli prima una delle impostazioni predefinite del menu di


selezione. Nella maggior parte dei casi, queste impostazioni
garantiscono risultati soddisfacenti.
• "Dosa" con attenzione l’effetto: spesso, "meno è, meglio è". È
meglio limitarsi ad "attenuare" il rumore di fondo, altrimenti c’è il
rischio di provocare disturbi.

È consigliabile eliminare preventivamente l’eventuale rumore prodotto


da interferenze elettriche. Seleziona l’oggetto disturbato e scegli
"Elimina interferenze elettriche" nel menu Modifica.

De-Esser (Plug-in)

Se hai già modificato o restaurato registrazioni di discorsi o parti


cantate, ti sarà senz’altro capitato di imbatterti occasionalmente in un
suono “S” o “SC” troppo pronunciato. Questi sibili possono rovinare
una registrazione sotto altri aspetti ottima.

Il De-Esser agisce in base al principio del “filtro dinamico”: contiene


cioè un filtro (passa banda e taglia alti) la cui frequenza e
applicazione dipendono dal segnale in entrata e dall’“area
problematica” rilevata.

Il rilevatore reagisce ai picchi di volume in entrata nelle bande di


frequenza alte e medie. Questa rilevazione del volume avviene
automaticamente in un’area di modulazione complessiva. Per questa
ragione il De-Esser può essere applicato senza la selezione di una
soglia.

L’uso del De-Esser è semplice:

www.magix.com
98 Effetti di restauro digitale
Devi indicare al rilevatore l’area che contiene la “S” o il suono
sibilante distorto. Per questa operazione è disponibile un selettore
per voci maschili e femminili. A seconda dell’impostazione di questo
selettore, il programma sceglie i parametri interni adatti per una
rilevazione quanto più accurata possibile.

Dopo aver impostato il selettore, dovrai regolare il cursore Riduzione


in modo da ridurre il volume della parte del segnale corrispondente
alla “S” a un livello normale.

Una riduzione eccessiva dei suoni “S” in un discorso o in un brano


cantato può tuttavia produrre suoni “raschiati”. Spesso basta una
riduzione modesta per riequilibrare i livelli.

Il pulsante Rumore rimosso può essere utilizzato per controllare la


rilevazione e la regolazione effettuate dal De-Esser. Questo comando
ti permette di controllare il rilevatore di circuito valutando se il
selettore è nella posizione corretta.

Puoi cercare di modificare con il De-Esser anche altri tipi di sorgenti


sonore, come mixaggi parziali e registrazioni di batteria. Nel secondo
caso, la regolazione può migliorare il suono dei piatti e del charleston
registrati a volume eccessivo. Nel caso di segnali o mixaggi completi
disturbati da ronzii, è possibile usare il De-Esser (impostazione
discreta) per migliorare le caratteristiche sonore in modo più delicato.
Per queste regolazioni “forzate” l’impostazione ottimale del selettore
può essere individuata facilmente procedendo per tentativi.

Elimina DC Offset

Questa opzione può essere attivata solo nel menu Modifica e


applicata solo agli oggetti selezionati. Clicca su un oggetto nella
finestra della traccia da sottoporre a questa funzione (il mouse deve
essere in modalità Sposta). Poi seleziona ”Elimina interferenze
elettriche” nel menu Modifica.

Questa funzione di restauro digitale è particolarmente utile, per


esempio, quando durante la registrazione la scheda audio
sovrappone al campione il ronzio continuo della corrente, che può
determinare disturbi o interruzioni in fase di riproduzione.

Opzioni: È possibile indicare qui un valore minimo del voltaggio a


corrente diretta, nel caso in cui sia necessario eliminare il rumore
prodotto dal voltaggio. In alternativa è possibile anche lavorare

www.magix.com
Effetti di restauro digitale 99
contemporaneamente sui due canali stereo. Questa procedura
consente di ottimizzare il tempo di elaborazione, in particolare per i
file di grandi dimensioni.

Spectral Cleaning

MAGIX Spectral Cleaning elimina i rumori di sottofondo (come colpi di


tosse, fischi o applausi) dalla registrazione, senza influenzare in modo
percettibile il segnale.

La musica nello Spectral Cleaning Editor è visualizzata sotto forma di


spettrogramma (a volte denominato anche sonogramma). Il grafico
mostra gli elementi di frequenza in relazione al tempo (vedi figura). Il
livello di frequenza viene quindi visualizzato mediante colori o livelli di
luminosità, rispettivamente.

I rumori di fondo percettibili hanno normalmente un volume superiore


a quello del segnale principale e sono generalmente limitati a un
determinato spettro di frequenze. Vengono quindi evidenziati nello
spettrogramma a colori e possono essere isolati ed eliminati
facilmente con il mouse..

Per esempio, si può


riconoscere il suono regolare
dall’insieme di linee orizzontali
che corrispondono alle sue
armoniche (figura a sinistra).
Un rumore a impulso è
indicato da una linea verticale.
L’illustrazione a destra mostra
un suono a cui è sovrapposto
un breve rumore. In MAGIX
Spectral Cleaning Editor puoi
ora selezionare e „rimuovere“
facilmente tutti i rumori con il
mouse.

Tonalità Tonalità con


rumore

www.magix.com
100 Effetti di restauro digitale
Gli elementi perduti dello spettro di frequenza originale vengono
quindi ricostruiti sulla base delle porzioni circostanti del segnale, in
modo da evitare spazi vuoti percettibili.

MAGIX Spectral Cleaning è ideale per tutti i rumori brevi ma distinti


rispetto alla musica come „clic“, colpi di tosse e anche brevi „buchi“,
ma NON per i disturbi continui come sibili o ronzii. In questi casi,
utilizza il DeHisser o il DeNoiser.

Funzionamento
Seleziona l’oggetto e disponi il cursore di riproduzione più o meno in
corrispondenza del rumore. Apri quindi lo Spectral Cleaning Editor
premendo l’apposito pulsante nella barra degli strumenti o
selezionando“Modifica“ -> „Spectral Cleaning“.

Il rumore deve essere identificato come tale per poter essere


eliminato.

Per farlo, utilizza lo strumento di selezione.

Puoi selezionare un numero qualsiasi di rumori nella finestra


dell’editor e quindi eliminarli „in un colpo solo“.

Sullo strumento sono visibili tre pulsanti.

Delete: Cancella la selezione.

Show noise: Il risultato dell’eliminazione del rumore viene


solitamente visualizzato all’interno dell’area selezionata. Se
viene premuto questo pulsante, tuttavia, viene visualizzato il
segnale originario, quello contenente il rumore.
Bypass: In circostanze normali, nello Spectral Cleaning Lab
viene riprodotto il suono ottenuto dopo l’eliminazione del
rumore. Cliccando su questo pulsante si può invece ascoltare il
suono originale.

Per perfezionare il risultato puoi posizionare il cursore di riproduzione


prima del rumore selezionato e ascoltarlo molto attentamente (vedi
capitolo „Riproduzione“). Se necessario, modifica la selezione del
rumore. La selezione deve sempre essere quanto più piccola
possibile.

www.magix.com
Effetti di restauro digitale 101
Tuttavia, a volte sarà necessario anche modificare i parametri (vedi
Comandi Operatore, Modifica dell’area selezionata). Se sei
soddisfatto del risultato, clicca sul pulsante {bmc
spectro_berechnen_button.bmp}.

Il risultato dello Spectral Cleaning verrà quindi salvato nel file originale
e l’editor si chiuderà.

Elementi operativi
Barra degli strumenti

È possibile assegnare strumenti diversi ai tasti sinistro e destro del


mouse, cliccando sulla barra degli strumenti con il mouse. Gli
strumenti selezionati sono colorati in blu (per il tasto sinistro del
mouse) e in rosso (per il tasto destro).

Selection tool: Puoi utilizzare questo strumento per modificare la


selezione.

Draw tool: Puoi servirti di questo strumento per effettuare la


selezione o per modificarla. Per estenderla all’intera gamma di
frequenza, clicca due volte.

Navigation tool: Puoi spostare l’area visibile tenendo premuto il tasto


del mouse.

Zoom tool

Tasto sinistro del mouse (clic): Zoom in

Tasto sinistro del mouse (clic e spostamento):Seleziona l’area da


ingrandire

Tasto destro del mouse: Zoom out

Modifica selezione

Utilizza questa impostazione per specificare in che modo desideri


rimuovere il rumore. Tutte le selezioni vengono modificate per mezzo
dello stesso modulo. Se desideri utilizzare metodi di elaborazione
diversi in un file audio, dovrai farlo con più operazioni. Puoi utilizzare i
seguenti metodi:

1. Crossfade – Questo metodo cerca di sostituire il rumore in


corrispondenza delle parti all’inizio e alla fine del brano.

www.magix.com
102 Effetti di restauro digitale
2. Crossfade (hard) – Come il precedente. L’effetto, tuttavia, è
leggermente più potente. In questo modo è possibile eliminare
meglio i rumori più forti, sebbene sia necessario selezionare il
rumore con maggiore precisione.
3. Gap – Questa modalità è adatta per le interruzioni molto brevi.
4. Dampening – Questa modalità non elabora il rumore di
sottofondo ma può produrre silenzi o pause inopportune. Utilizzala
se il rumore è limitato a una gamma di frequenze molto ridotta o
se il rumore ambientale è molto ridotto.
5. Fade in – Simile al Dampening; l’unica differenza è che la musica
viene sfumata nuovamente in entrata alla fine della selezione e
diviene più forte. L’uso di questa modalità è adatto se per
esempio c’è un rumore tipo impulso all’inizio di un brano musicale.
6. Fade out – Come il precedente, ma in senso opposto in rapporto
al tempo; la modalità è quindi adatta per eliminare i rumori alla fine
di un brano.

Intensity: Questa impostazione ti permette di valutare le modifiche. Il


cursore regolato sull’intensità massima produce una modifica del
100%.

Canale sinistro / destro: Calcola e mostra i rispettivi canali. Se il


rumore è presente su un solo canale, disattiva l’altro canale.

Visualizza

Il menu „Visualizza“ ti permette di scegliere tra le varie modalità di


visualizzazione. Le modalità utilizzano schemi cromatici diversi e
diverse risoluzioni per il tempo e la frequenza.

Show Grid:Attiva e disattiva la griglia del tempo e della frequenza.

Indicatori di distorsione

Gli indicatori di distorsione aiutano a individuare le distorsioni


particolarmente persistenti. Puoi crearli automaticamente mediante il
Marker DeClicker (vedi Marker DeClicker nel capitolo dedicato al
DeClicker) oppure per mezzo del pulsante “Imposta indicatore di
distorsione”.

Premendo i pulsanti “Indicatore di distorsione successivo “ o


“Indicatore di distorsione precedente “ puoi spostarti rapidamente da
un indicatore all’altro.

www.magix.com
Effetti di restauro digitale 103
Usa il pulsante “Applica a tutti” per applicare la rilevazione della
distorsione dell’indicatore corrente (cioè le dimensioni e la posizione
dei contorni dell’indicatore in rapporto all’indicatore e nello spettro) a
tutti gli indicatori.

Quando viene utilizzata la Pulizia spettro in combinazione con il


pulsante Calcola, tutti gli indicatori di distorsione interessati vengono
trasformati in indicatori normali.

Playback
Stop: Interrompe la riproduzione.

Play: Avvia la riproduzione a partire dalla posizione del cursore.

Play Loop: Ripete la riproduzione di un breve passaggio.

Play Inverse: Riproduce la differenza di segnale, cioè gli elementi


sonori rimossi.

Calculate: Effettua i calcoli e chiude la finestra di dialogo.

Abort: Annulla la modifica.

Help: Apre la finestra della guida.

Tutorial Video: Avvia il tutorial video che spiega brevemente le


funzioni di Spectral Cleaning.

„1 Click“ Wizard

Il Clean Wizard si utilizza per eliminare i rumori e attiva varie funzioni


di restauro digitale.

Il Wizard Restauro può essere utilizzato in due modi:

Analisi Automatica: Analizza automaticamente il materiale audio,


seleziona gli effetti adeguati e applica le impostazioni. Nella finestra di
dialogo del wizard puoi scegliere se gli oggetti dovranno essere
analizzati singolarmente (scelta consigliata per il materiale audio
proveniente da sorgenti o supporti diversi) o tutti insieme (scelta
consigliata, per esempio, per una registrazione su vinile con rumore
di sottofondo costante).

www.magix.com
104 Effetti di restauro digitale
Manuale: Per esempio, in una registrazione, la modifica determinata
da un effetto viene prima presentata e solo in seguito applicata al
materiale contenuto nella finestra della traccia.

Quando viene attivata la modalità Effetti Oggetto, ti viene chiesto se


desideri applicare il Wizard all’intero materiale contenuto nella finestra
della traccia o soltanto all’oggetto attivo.

Il Clean Wizard propone nell’ordine i seguenti effetti:

1. Dehisser per il fruscio dei nastri analogici


2. Denoiser per i rumori costanti (ronzii)
3. Declicker per i crepitii e i dischi graffiati
4. Decrackler per il fruscio di sottofondo

Ciascun effetto può essere utilizzato con varie impostazioni o saltato.

www.magix.com
Effetti di mastering 105

Effetti di mastering
La funzione di mastering si attiva mediante la sezione Effetti in basso,
come effetto master sulla schermata principale o relativamente a un
singolo oggetto in una finestra Effetti Oggetto separata.

Gli effetti di mastering vengono attivati tramite la sezione effetti in


basso al centro dello schermo. Tutti gli effetti si applicano in tempo
reale.

Salvataggio e caricamento delle


impostazioni predefinite

Cliccando con il tasto destro del mouse sul pulsante di mastering


puoi aprire il menu contestuale degli effetti di mastering. Qui (come
nel menu Modifica) puoi salvare e caricare impostazioni predefinite
per gli effetti come “Preset Effetti di restauro” per utilizzarle in altri
progetti o per altri oggetti. Sono presenti varie impostazioni
predefinite (es. “Ravviva una registrazione piatta su cassetta”) che
possono essere sperimentate direttamente.

Le impostazioni predefinite degli Effetti di mastering possono essere


applicate dalla finestra Effetti Oggetto a singoli oggetti, oppure come
Effetti master all’intero materiale audio (nella schermata principale).

Dato che gli effetti oggetto disponibili sono diversi dagli effetti master,
alcune impostazioni potrebbero venire ignorate. Per esempio le
impostazioni eco/riverbero vengono ignorate quando le impostazioni
predefinite degli effetti vengono caricate come effetti master dalla
schermata principale, perché nella sezione Effetti master non c’è un
dispositivo eco/riverbero.

Sezione mastering

On/Off: È possibile attivare e disattivare le funzioni della sezione


mastering premendo i pulsanti a sinistra del modulo effetti. Nella
modalità predefinita ”Effetti Master” puoi applicare le regolazioni a
tutti gli oggetti compresi nella finestra della traccia.

Se scegli la modalità ”Effetti Oggetto” per uno degli oggetti, le


regolazioni verranno applicate solo all’oggetto selezionato.

www.magix.com
106 Effetti di mastering
Preimpostazioni: Gli effetti comprendono una selezione di utili
impostazioni predefinite che vengono attivate mediante un menu a
comparsa dello schermo principale.

Comandi manuali: L’intensità di tutti gli effetti può essere controllata


mediante un comando manuale.

Modifica: Apre il modulo effetti sonori. Gli effetti sonori della sezione
mastering (Effetti stereo, equalizzatore e dinamica) possono essere
attivati e disattivati separatamente mediante il pulsante sul bordo
sinistro della sezione. Alla pressione del pulsante ”OK”, tutte le
modifiche vengono applicate. Quando si preme il pulsante ”X” gli
effetti sonori vengono chiusi senza che le modifiche vengano
applicate (annulla).

Finestra Effetti Oggetto

Per questo leggi il paragrafo che ilustra la pagine per gli effetti
oggetto (vedi pagina 88) nel capitolo „Effetti Cleaning (vedi pagina
87)“!

Stereo FX

Con lo Stereo FX Enhancer puoi elaborare la disposizione del


materiale audio nel panorama stereo. Nel caso di registrazioni stereo
dal suono piatto e indistinto, un panorama stereo più ampio può
spesso rendere il suono più nitido.

Con la funzione Massimizza è possibile portare sullo sfondo la parte


di spazio e migliorare in questo modo l'immagine stereo.

Regolatori volume: qui può essere impostato il volume per i singoli


canali e quindi l'intero panorama. Sotto ai regolatori viene visualizzata
in dB l'attenuazione per destra e sinistra. In questo modo è possibile

www.magix.com
Effetti di mastering 107
uniformare e migliorare quindi le registrazioni "malriuscite", nelle quali
un canale è stato registrato con un volume minimo.

PAN-DIRECTION: con questo regolatore puoi spostare nel panorama


stereo la fonte sonora che viene dal centro. I segnali ai bordi esterni
dell'immagine audio non vengono influenzati.

Regolatore ampiezza base: qui viene impostata l'ampiezza base tra


"Mono" (a sinistra), ampiezza base invariata ("Normal Stereo") e
ampiezza base massima ("Wide", a destra). Le singole fonti sonore di
una registrazione vengono avvicinate e allontanate nell'immagine
stereo.

Innalzando l'ampiezza base (valori superiori a 100) peggiora la


compatibilità mono. Questo significa che tali registrazioni, se
riprodotte in mono, hanno un suono cavernoso.

Maximize: con questo regolatore viene rafforzata la parte di spazio


della registrazione, cosa che aumenta conseguentemente anche la
trasparenza stereo, ma senza influenzare la compatibilità mono.

Multiband: con questo comando porti gli Stereo FX nella modalità


multibanda. L'elaborazione stereo si riferisce quindi solamente alla
banda centrale, i bassi e gli alti rimangono invece invariati.

Stereo Meter (misuratore del grado di correlazione): qui viene


visualizzata graficamente la posizione di fase del segnale audio. In
questo modo puoi controllare la posizione del segnale nel panorama
stereo e gli effetti dello Stereo Enhancer. Per preservare la
compatibilità mono la "nube" visualizzata dovrebbe essere sempre
più alta che larga. Altrimenti c'è il pericolo che alcuni campi di
frequenza si annullino reciprocamente quando il segnale stereo viene
riprodotto su un dispositivo mono.

Equalizzatore

L’Equalizzatore è composto da due moduli, l’Equalizzatore


parametrico a 4 bande e l’Equalizzatore grafico a 10 bande.

Equalizzatore parametrico
L’equalizzatore parametrico consiste in quattro filtri con i quali puoi
elaborare e modificare i suoni delle tracce. Ogni banda è un filtro con
una speciale forma a campana. Puoi aggiustare la frequenza del
segnale. L’ampiezza del range di frequenze disponibili si chiama

www.magix.com
108 Effetti di mastering
ampiezza di banda. L’ampiezza di banda è definita dal valore Q. Più
alto è il valore Q più ripida è la curva del filtro.

Puoi modificare il suono base del mix aumentando o diminuendo la


banda ottenendo cosi più „profondità“ (200-600 Hz) o „aria“ (10Khz)
è anche possibile impostare frequenze basse (Alto valore Q) in modo
da, per esempio, eliminare frequenze di disturbo.

Grafico: il percorso della frequenza è


visualizzato sul grafico. La frequenza
appare orizzontalmente e l’incremento o il
decremento della posizione verticale.

Le sfere blu 1-4 simbolizzano le 4 bande. Queste possono essere


spostate finche non trovi la frequenza desiderata.

Peakmeter: con questo puoi controllare il livello di output del


Equalizzatore. Con il regolatore Master-Gain è possibile regolare il
livello.
Edit: Con questo comando si apre la finestra delle
impostazioni per le 4 bande:

www.magix.com
Effetti di mastering 109
Con il comando di destra puoi scegliere i parametri che possono
venir regolati per ogni singola banda. Inoltre, ci sono numeri chiave
per inserire ogni parametro della banda.

Gain dB: Questi controlli ti permettono di alzare o abbassare il filtro.


Posizionadoli sul valore 0 l’effetto viene disattivato e non si occuperà
la CPU.

Freq. Hz:. Con i controlli della frequenza è possibile regolare la


frequenza centrale tra 10·Hz·e·24·kHz. Possono essere fissati più filtri
su una stessa frequenza, per ottenere un effetto più incisivo.

Q (ampiezza banda): qui puoi fissare l’ampiezza di ogni singolo filtro


tra 10 Hz e 10 kHz.

Le bande 1-4 contengono ancora un’altra particolarità: è possibile


fissare la curva del filtro tra i normali „Peaking“( ),“Shelving“( )e
scegliere Alto (Banda 1) o Profondo (banda 4)( ). Quando, usando il
filtro „shelving“, si presenta una qualsiasi forma di aumento o
decremento sopra o sotto la frequenza del filtro, il parametro Q non
ha alcun significato. Con un highpass o lowpass tutte le frequenze
sopra o sotto la frequenza fissata vengono filtrate.

Equalizzatore
L’equalizzatore a 10 bande suddivide lo spettro di frequenza in 10
aree (tracce) attribuendo a ciascuna di esse un controllo di volume
separato. Ciò ti consente di ottenere numerosi effetti interessanti, dal
semplice potenziamento dei bassi a una totale trasformazione del
suono. Un aumento eccessivo delle frequenze basse può provocare
distorsioni. Nel caso, abbassa il volume generale utilizzando il
comando di volume master nella schermata principale.

Comandi manuali: Il volume di ognuna delle 10 bande di frequenza


può essere aumentato o ridotto separatamente mediante i 10
controlli di volume.

Link Bands (Collega Bande): Questo comando ti permette di


regolare le bande di frequenza in modo flessibile, per evitare che

www.magix.com
110 Effetti di mastering
l’eccessiva enfatizzazione di bande di frequenza specifiche produca
un effetto artificiale.

A/B: Se hai selezionato un’impostazione predefinita per l’effetto e


l’hai in seguito elaborata manualmente, puoi confrontare il suono
predefinito originale con la nuova impostazione mediante il controllo
A/B.

Reset (Resetta): Riporta l’effetto sonoro nella posizione neutra


iniziale, che corrisponde al suono non elaborato.

Touchscreen (a destra della sezione equalizzatore): Rappresenta il


”campo sensibile” dell’equalizzatore. Usa il mouse per disegnare una
curva, che verrà trasformata automaticamente nella corrispondente
impostazione dell’equalizzatore.

Brilliance Enhancer

Il Brilliance Enhancer è uno strumento audio di qualità elevata che ti


permette, per esempio, di recuperare le perdite nelle frequenze alte
che si determinano con la compressione MP3 o nella registrazione di
vecchi dischi. Diversamente dall’Equalizzatore, che si limita ad
accentuare le frequenze disponibili, il Brilliance Enhancer crea nuove
armoniche sulla base del materiale disponibile, arricchendo realmente
il suono.

Soft: L’uso di questa opzione è legato alla tua percezione del suono.
Se desideri un suono più “sporco” (come quello del grunge) dovrai
disattivare l’opzione “Soft”. Questa opzione, tuttavia, riduce le
eventuali distorsioni.

Alta Qualità: Questa opzione migliora la resa degli effetti, ma richiede


un maggiore sforzo al computer. Come nel caso dell’opzione “Soft”,
la scelta di questa opzione dipende dal tipo di sound che vuoi.

www.magix.com
Effetti di mastering 111

Sound Cloner

Con il “Sound Cloner” puoi determinare le caratteristiche acustiche di


un brano e trasferirle ad altre tue registrazioni. In questo modo, per
esempio, puoi creare un brano di Pat Metheny nello stile di Madonna.
Carica una traccia che ti piace, regola la posizione di riproduzione del
brano e premi il pulsante “Rileva suono” del Sound Cloner. Verranno
quindi calcolate le caratteristiche del suono. Potrai salvarle premendo
il pulsante “Salva”. Caricando il “clone” dal menu delle impostazioni
predefinite, potrai applicarlo ad altro materiale audio. Con il comando
scorrevole puoi regolare l’intensità del trasferimento acustico.

Il Sound Cloner è una specie di equalizzatore automatico con migliaia


di bande di frequenza. La sua curva dei filtri (vedi la curva su schermo
dell’equalizzatore “normale” in basso) è influenzata dai valori medi
ricavati dal suono clonato e da quello originale. Nel momento in cui
selezioni un valore predefinito, il Sound Cloner analizza il materiale
audio in corrispondenza della posizione effettiva del cursore di
riproduzione e crea una curva per i filtri. Applicata come un effetto
master, questa curva filtra tutto il materiale audio nello stesso modo,
ma è, in senso stretto, adatta esclusivamente a questa parte
specifica del progetto. Per questo, se il tuo materiale audio proviene
da sorgenti sonore diverse, dovrai applicare il Sound Cloner come
effetto oggetto!

Il menu predefiniti del Sound Cloner contiene inoltre alcuni filtri


generici (es. Auto, Volume, Aula). Queste impostazioni predefinite
agiscono indipendentemente dall’audio originale e possono essere
utilizzate come effetti master o come effetti oggetto.

www.magix.com
112 Effetti di mastering
Soundcloner - FFT Filter
Con Edit si apre il dialogo per le impostazioni dei filtri Sound-Cloner-
FFT.

Nell’area grafica viene tracciata con il mouse una linea rossa. La


parte sinistra dell’area grafica è dedicata ai toni bassi, mentre quella
destra ai toni alti. Un “picco” presente nella parte sinistra dell’area
grafica provoca un forte aumento dei bassi, mentre una “picco” nella
parte destra aumenta i toni alti.

Disegno libero: con questo strumento e possibile disegnare a mano


libera. Tenendo premuto il tasto Shift possono essere tracciate linee
rette o distorte.

Disegno quantizzato: cosi viene attivata una funzione di


quantizzazione, per creare linee rette e forme con angoli. Piu lontano
sei dalla curva piu e larga la parte distorta. Questa funzione si rende
più forte con il tasto Ctrl.

Penna per la distorsione: con questa penna è possibile distorcere le


curve. La defornazione si esegue servendosi del mouse.

Strumenti di navigazione: in questa maniera si sposta il segmento


visualizzato

Strumenti zoom: con il tasto sinistro del mouse si effettua lo zoom-in


sulla visualizzazione con il tasto destro si effettua lo zoom-out.

www.magix.com
Effetti di mastering 113
Tenendo premuto il tasto sinistro e possibile spostare il segmento
zoomato.

Reset: con il tasto Reset la curva filtro può essere configurata con le
impostazioni normali.

Preset: da qui si ha accesso alle preimpostazioni per applicazioni


precise.

Forza: con questo regolatore è possibile agire sulla differenza tra le


due curve; diminuendola o aumentandola.

Vol.: Regolatore del volume regola il volume del materiale.

Sound Cloner: con il Sound Cloner è possibile clonare le


caratteristiche del suono di un brano trasferendole su un altro. In
questa maniera puoi per esempio trasformare una canzone di Pat
Metheny dandole le caratteristiche sonore di un brano di Madonna.
Carica una canzone della quale ti piace molto il suono, fissa la
posizione e clicca su "Impara".

Opzioni scala: con questo comando si raggiunge il dialogo delle


impostazioni con le seguenti opzioni.

Freq: questo interruttore permette di scegliere una frequenza di scala


di tipo logaritmico o una lineare. La visualizzazione logaritmica
corrisponde all'altezza dei suoni umani.. Come su uno strumento a
tastiera lo spazio per l'intervallo per i mezzi toni ha dimensioni uguali
su tutto l'intervallo

Freq.log: la didascalia per la frequenza sopra la grafica verrà


modificata in Hz o Note (solo per la visualizzazione logaritmica). .

Visuliazzazione valori: qui è possibile ingrandire la curva filtro e


creare una visualizzazione lineare o logaritmica.

Area valori: qui i valori possono essere impostazi in db.

Visualizzazione curva : in questa sezione è possibile passare dalla


presentazione curva a quella a bande.

www.magix.com
114 Effetti di mastering

Compressor

Il compressore è sostanzialmente un controllo dinamico automatico


del volume. La dinamica del brano viene limitata: i passaggi ad alto
volume rimangono tali e quelli a volume più basso vengono alzati. La
compressione viene spesso utilizzata per dare più potenza al
materiale audio. L’elaborazione viene effettuata ”in anticipo”, come
nelle attrezzature da studio di alta qualità. Ciò significa che non
possono verificarsi distorsioni o altri disturbi, in quanto l’algoritmo
non viene mai ”colto di sorpresa” dai picchi di livello.

Sensor: Il campo sensibile del compressore si può utilizzare


intuitivamente mediante i movimenti del mouse in base al colore e alle
regolazioni dell’effetto.

Ratio (Rapporto): Questo parametro controlla l’intensità della


compressione.

Threshold (Soglia): Qui puoi regolare la soglia in entrata al di sopra o


al di sotto della compressione.

Attack (Attacco): Qui puoi regolare il tempo entro il quale l’algoritmo


dovrà reagire all’aumento di volume. I tempi di attacco brevi
determinano un suono ”pompato” in corrispondenza dell’aumento o
della riduzione del volume.

Release (Rilascio): Qui puoi regolare il tempo entro il quale


l’algoritmo dovrà reagire alla diminuzione di volume.

A/B: Se hai selezionato un’impostazione predefinita per l’effetto e


l’hai quindi elaborata manualmente, puoi confrontare il suono
predefinito originale con la nuova impostazione, mediante il controllo
A/B.

Reset (Resetta): Riporta l’effetto sonoro nella posizione neutra


iniziale, che corrisponde al suono non elaborato.

www.magix.com
Effetti di mastering 115
Load / Save (Carica/Salva): archiviare le impostazioni correnti sotto
forma di file di effetti, per poterle utilizzare in altri progetti.

Predefiniti
Puoi attivare due funzioni speciali aggiuntive utilizzando i valori
predefiniti nel MultiMAX.

Espandi dinamica: Un eccesso di compressione produce notevoli


effetti collaterali (solitamente un rumore cupo e ritmico). Spesso le
registrazioni effettuate dalla radio sono caratterizzate da un’elevata
compressione, utilizzata per aumentare il volume percepito.
Purtroppo, la compressione altera la dinamica (cioè l’intervallo tra i
passaggi a volume più basso e quelli a volume più alto). L’Expander
amplia la dinamica della registrazione.

Noise Gate: Questa funzione elimina completamente tutti i rumori al


disotto di una determinata soglia di volume, contribuendo a una
registrazione priva di interferenze.

Leveler: Questa funzione uniforma automaticamente il volume di tutto


il materiale. La manopola di controllo del volume viene disattivata.
Puoi quindi regolare le differenze di volume più pronunciate all’interno
di un brano. Per regolare le differenze di volume tra un brano e l’altro
puoi utilizzare anche la funzione “Regolazione volume” nel menu
Effetti.

MultiMax

Il Multimax è un compressore con tre bande di frequenza


indipendenti. L'elaborazione dinamica avviene separatamente per
ogni singola banda.

Il compressore multibanda è in grado, a differenza di un compressore


"normale", di ridurre drasticamente il sound pompato e altri effetti
collaterali di disturbo durante l'elaborazione dinamica. Impedisce per

www.magix.com
116 Effetti di mastering
esempio che una punta di livello "abbassi" l'intero segnale nella
gamma dei bassi.

La tecnica multibanda consente infine di elaborare in modo mirato


singole gamme di frequenza.

Link Bands: se questo pulsante è attivato, quando si sposta un


regolatore vengono modificati in misura uguale anche tutti gli altri. Ciò
non influisce comunque sul tipo di elaborazione dinamica.
Limiter: il MultiMax è dotato di un Limiter, che impedisce le
sovramodulazioni abbassando automaticamente i livelli troppo alti. I
passaggi con volume basso rimangono invariati.
High Quality: se l'impostazione "High Quality” è attivata, viene
utilizzato un algoritmo ancora più preciso, che però richiede maggiori
capacità del processore. Si consiglia di attivare quest'impostazione
prima dell'esportazione del progetto.
Impostazione delle bande di frequenza: l'impostazione delle bande
di frequenza è eseguita direttamente nella grafica. Clicca
semplicemente sulle linee di separazione per spostarle!

Bass/Mid/High: questi regolatori a rotazione regolano il grado di


compressione di ogni banda di frequenza.

Preset: nel Multimax sono forniti dei preset per il richiamo di 2


ulteriori funzioni speciali.

• Decoder nastro NR-B: MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe simula la


decodifica della soppressione di rumori dolby B + C nel caso in cui il
dispositivo di riproduzione non dovesse disporre di dolby. Cassette
registrate con dolby B o C suonano più cupe e addirittura monotone
se non riprodotte con il rispettivo dolby.
• DeEsser: questi preset speciali sono impiegati per eliminare sibili
eccessivi nelle registrazioni vocali.

Plugins

Questo modulo ti consente di utilizzare plug-in compatibili con


Microsoft DirectX per il calcolo degli effetti. Ciò ti permette di usare,
oltre agli effetti integrati in MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe,
praticamente qualsiasi altro algoritmo di effetto prodotto da altre
case. Se sul tuo computer è installato un plug-in DirectX, puoi
selezionarlo tramite il menu a destra del modulo.

Menu di selezione: Puoi selezionare il plug-in utilizzando il menu di


selezione a destra del modulo. Per farlo è necessario che vi siano dei

www.magix.com
Effetti di mastering 117
plug-in installati nel tuo computer. Gli effetti plug-in VST, Simulazione
nastro, De-Esser e Chorus sono incorporati nel programma. Puoi
impostare il percorso di ricerca dei plug-in VST selezionando “Opzioni
menu -> Impostazioni percorso”. Tutti i plug-in selezionati e
riconosciuti verranno inseriti nell’elenco del menu.

Modifica: Attiva il plug-in selezionato.

Editor dei plug-in VST


L’editor dei plug-in comprende due modalità di visualizzazione: La
GUI (Graphical User Interface o Interfaccia grafica utente) del plug-in
e la visuale per parametri. La visuale per parametri viene selezionata
automaticamente per i plug-in VST privi di GUI, oppure può essere
utilizzata nel caso in cui la GUI sia troppo complessa od occupi
troppo spazio sullo schermo. I primi 8 parametri del plug-in vengono
visualizzati sotto forma di normali potenziometri. Per passare da una
visuale all’altra, si utilizza il menu “File”.

Carica/salva patch/banco: Le impostazioni degli strumenti possono


essere salvate e caricate nei formati standard VST patch (*.fxp) e
bank (*.fxb).

Parametri casuali: Questa funzione può offrire risultati


sorprendentemente interessanti. Prima di utilizzarla, è importante
salvare le impostazioni predefinite correnti (soprattutto se si è
impiegato molto tempo per determinarle!), poiché la funzione
Parametri casuali viene applicata direttamente, senza richiesta di
conferma.

Menu programmi: Da qui si può accedere alle impostazioni


predefinite comprese nel plug-in o caricate con il menu “File”.

www.magix.com
118 Effetti di mastering

Simulazione nastro (Plug-In)

La simulazione nastro ti permette di dare un tocco „analogico“ alle


tue registrazioni, riproducendo gli elementi tipici della registrazione
analogica su nastro. Molti studi oggi utilizzano i registratori a nastro
da 1" e 2" che si ritiene producano un suono più „caldo“ e „saturo“,
in contrasto con il suono relativamente neutro e analitico prodotto
dalle tecnologie digitali.

Il suono delle registrazioni su nastro ha numerose caratteristiche


peculiari. Eccone alcune:

• Le distorsioni che si producono quando il nastro entra in un’area di


saturazione
• I cambiamenti nella curva di frequenza che si determinano quando il
segnale viene modificato in fase di registrazione e di riproduzione.
Inoltre, ogni registratore ha dei picchi più o meno caratteristici nello
spettro di frequenza, in particolare nell’area dei bassi (i cosiddetti
„head bump“).
• Perdita di frequenze alte dovuta alla cancellazione provocata dalla
corrente HF („bias“, pre-magnetizzazione) e alla modulazione
incrociata di segnale audio e segnale HF.

livello:Determina il segnale in ingresso. Puoi specificare il punto di


saturazione del „nastro virtuale“ e la potenza dell’effetto di
colorazione. Questo produce simultaneamente un maggiore
„volume“.

eq low/hi: Regola la curva di frequenza (controllo equilibrio di


spettro). Puoi scegliere un segnale in uscita con bassi potenti o uno

www.magix.com
Effetti di mastering 119
con più alti. Vengono così regolati il filtraggio preliminare in fase di
„registrazione“ e l’equalizzazione.

Tieni presente tuttavia che la curva di frequenza della simulazione non


sarà neutra nemmeno se il comando „eq low/hi“ verrà lasciato in
posizione neutra: si verifica infatti in ogni caso un’amplificazione
selettiva delle frequenze.

L’uso delle distorsioni prodotte dalla simulazione del nastro può


determinare rapidamente una sensazione di „affaticamento acustico“,
specie quando il materiale audio contiene molti alti. Le differenze
sono più percettibili in un confronto diretto, effettuabile disattivando la
sezione nastro. Nella maggior parte dei casi, un’elaborazione minima
mediante la simulazione è sufficiente a creare un leggero „tocco
analogico“.

Energizer (Plug-In)

L'Energizer appartiene al genere dei cosiddetti processori


psicoacustici. Questi strumenti sono utilizzati nel campo della
registrazione, sonorizzazione e restauro per ottenere un
"miglioramento del suono".

Questo effetto può essere raggiunto con i comuni metodi, come


l'Equalizing, solo parzialmente, in quanto un equalizzatore può
elaborare solo le parti di frequenza che sono già presenti nel segnale.
Oltretutto un eccessivo innalzamento (degli alti) può ulteriormente
aumentare un eventuale fruscio.

Nell'area dei bassi spesso sussiste il problema, che con ogni


dispositivo di una catena di elaborazione analogica (per es.
registratore, mixer, preamplificatore) il segnale venga leggermente
distorto in confronto al restante spettro. Una distorsione di fase di
questo tipo non può essere ripristinata con un equalizzatore, infatti
dopo un innalzamento dei bassi questi risultano spesso privi di
energia.

I dispositivi psicoacustici si basano sul fatto che il nostro udito


percepisce in una registrazione attributi come "vigore", "vitalità" e
"naturalezza" sulla base di diversi parametri. Uno di questi è lo
spettro dell'armonica superiore. Uno strumento riprodotto ad alto
volume è più ricco nei campi di frequenza medi e alti di uno suonato
con volume basso. Gli "Exciter" cercano di riprodurre questa
proprietà tramite armoniche superiori artificiali. Tuttavia questo

www.magix.com
120 Effetti di mastering
procedimento non deve essere applicato in modo statico, altrimenti
influenzerà anche i fruscii e altri segnali di basso livello.

Per un'impressione acustica viva è però altrettanto importante in


quale sequenza temporale sono disposte le singole frequenze.

Il processo psicoacustico utilizzato nell'Energizer si basa su una


combinazione di correzione di fase dipendente dalle frequenze, la
creazione di armoniche aggiuntive (armoniche superiori) e il
riconoscimento dei cosiddetti transienti (brevi picchi del segnale).

L'Energizer è suddiviso in un area di bassi e un'area di medi e alti. In


entrambe le aree è possibile eseguire il miglioramente del suono
separatamente.

I parametri dell'Energizer

I preset dell'effetto disponibili coprono i tipici campi di impiego e sono


già preimpostati, ad esempio per creare un CD per l'autoradio, la
colonna sonora di un video o per il restauro di frequenze deformate di
vecchi vinili. L'Energizer può produrre drastici cambiamenti audio
anche con minimi cambiamenti dei parametri. Per poterti orientare al
massimo nella creazione del suono, qui di seguito sono descritti in
dettaglio i regolatori disponibili.

Low Tune: qui puoi impostare il processore di bassi su una


determinata frequenza di impiego (tra 50 e 150 Hz). Generalmente è
questa la frequenza in cui ad esempio viene suonata una grancassa o
un basso acustico o elettrico. Corrispondentemente alla frequenza
impostata viene modificata la posizione di fase dell'area dei bassi, il
suono dei bassi è quindi più "pregnante" e "ampio".

Low Attack: per mezzo del riconoscimento dei transienti con questo
regolatore è possibile rafforzare (regolatore a destra) o diminuire (a
sinistra) l'andamento delle battute nell'area armonizzata. Hai quindi la
possibilità di creare una base di bassi "dura" o "dinamica" oppure
dare un effetto "legato" o "debole" all'area interessata.

www.magix.com
Effetti di mastering 121
Low Mix: con questa funzione il segnale di basso elaborato viene
aggiunto al segnale di entrata non elaborato. Considera che con un
materiale con volume già alto possono insorgere sovramodulazioni o
distorsioni. Nel caso di bassi già fortemente alzati è quindi
consigliabile smorzare il materiale di origine per avere abbastanza
riserve a disposizione. Si consiglia anche di impiegare il Limiter di
Audio Cleanic come passaggio successivo.

High Tune: questo regolatore determina la frequenza di impiego


dell'attivazione degli alti (tra 1 e 10 kHz). Una parte del segnale di
entrata viene filtrata e rallentata per fasi in base alle sue frequenze.
Contemporaneamente si verifica un ampliamento dinamico delle
armoniche superiori. Se ruoti il regolatore a sinistra influenzi i medi e
gli alti del segnale, in modo che, ad esempio, sia possibile elaborare
voci e strumenti nella loro "articolazione". Più innalzi la frequenza e in
maggior misura vengono rilevate solo le armoniche superiori o i suoni
limpidi come i piatti della batteria. In questo modo puoi conferire alle
registrazioni "brillantezza" o "setosità".

High Stereo Width: con questo regolatore puoi stabilire se il segnale


alimentato con il processore di acuti viene elaborato in mono, stereo
o come segnale allargato. Così è possibile decidere se mettere in
evidenza l'area centrale stereo di una registrazione oppure le parti ai
lati (come ad esempio le informazioni di spazio).

High Mix: con quest'opzione puoi stabilire la quota che dal


processore ad alta frequenza viene mischiata al segnale originale.

Consiglio: le prime volte che si utilizzano processori psicocustici è


frequente incorrere nel rischio di esagerazioni. Per questo ti
consigliamo di passare più volte dal segnale non elaborato a quello
elaborato e viceversa. Per eseguire raffinati miglioramenti del suono è
spesso sufficiente che la modifica sia appena percepibile o che
disattivando l'effetto si abbia la sensazione che manchi qualcosa. Un
predominanza dell'effetto è invece spesso il segnale di un impiego
esagerato.

„1 Click“ Master Wizard

Il Master Wizard applica gli effetti di mastering in un ordine preciso.


Gli effetti vengono presentati anche con registrazioni dimostrative.

Il Master Wizard propone nell’ordine i seguenti effetti:

www.magix.com
122 Effetti di mastering
1. Equalizzatore
2. Editor Stereo
3. Processore Dinamico

Ciascun effetto può essere utilizzato con varie impostazioni o saltato.

www.magix.com
Altri effetti audio 123

Altri effetti audio

Modalità Surround

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe offre un comodo sistema per


creare un effetto surround. Per riprodurre materiale audio in surround
ti serve un impianto stereo con decoder compatibile con Dolby Pro
Logic e delle casse posizionate alle spalle dell’ascoltatore. È perfino
possibile registrare l’effetto surround su CD o esportarlo in file MP3!

Quando viene azionato il pulsante ”Surround”, appare una seconda


traccia stereo per il materiale audio. Contemporaneamente, si apre la
finestra ”Panorama surround”. Qui puoi stabilire la posizione nello
spazio dalla quale deve provenire il contenuto della traccia.
L’impostazione standard è ”dietro-centro”.

È particolarmente efficace utilizzare la modalità Surround in


combinazione con il Simulatore di acustiche di MAGIX Audio Cleanic
2007 deluxe. Il simulatore offre numerosi riverberi surround nei quali
la parte posteriore del riverbero viene inviata automaticamente alla
traccia surround. Il risultato è un effetto fantastico: prova tu stesso!

Nota bene: Le impostazioni dell’Editor Surround agiscono solo sulla


seconda traccia! Se desideri applicare a un oggetto il surround,
dovrai prima copiarlo sulla seconda traccia. Premi quindi il tasto “Ctrl”
e trascina l’oggetto dalla traccia superiore a quella inferiore. Tenendo
premuto contemporaneamente il tasto “Shift” puoi mantenere
invariata la posizione orizzontale dell’oggetto.

www.magix.com
124 Altri effetti audio
Surround Editor

Grafik: I cerchi blu indicano le casse: tre anteriori (destra, sinistra e


centro) e due posteriori (destra e sinistra). Il cerchio rosso indica la
posizione della sorgente sonora, così come viene percepita
dall’ascoltatore. Disponi la sorgente sonora spostando il cerchio
rosso con il mouse; spostandola verso il basso puoi muoverla verso
la parte posteriore, mentre spostandola verso l’alto puoi collocarla
nella parte anteriore. La posizione predefinita è al centro nella parte
posteriore. Questo è il segnale surround "puro".

Surround aktiv: Attiva la Modalità Surround e la seconda traccia si


aprirà simultaneamente. Il materiale audio situato nella seconda
traccia ("surround" nel display della traccia) potrà ora essere
posizionato nello spazio.

Divergenza: Determina le dimensioni del campo sonoro. Il campo


sonoro è formato dai cerchi concentrici che evidenziano il calo di
volume del segnale in funzione della distanza dalla sorgente sonora.
Un cerchio corrisponde a un calo di livello in dB. Minore è la
divergenza, più ridotto è il campo sonoro (e più rapidamente il livello
del segnale decade all’aumento della distanza dalla sorgente sonora)
e, di conseguenza, lo spazio virtuale viene percepito come più vasto.

www.magix.com
Altri effetti audio 125
dB uscita: Livello relativo in dB delle singole casse (0 dB = volume
massimo, -90 dB = silenzio).

Nomi casse: I nomi delle casse in funzione della loro posizione nello
spazio.

Campo sonoro: Cerchi concentrici tracciati intorno alla sorgente


sonora che evidenziano il calo di volume del segnale in funzione della
distanza dalla sorgente sonora. Un cerchio corrisponde a un calo di
livello in dB (vedi divergenza )

Surround Reverb: Se questa opzione viene attivata, al segnale


surround viene applicato un riverbero.

Surround Transitions
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe permette di creare le cosiddette
transizioni in surround oltre alle normali dissolvenze incrociate (vedi
anche Lavorare in visuale Traccia). In questo caso, oltre al cambio di
volume viene simulato il movimento delle tracce musicali nello spazio.
Il brano precedente „vola via“ e quello successivo arriva „in volo“.

Per ottenere una transizione in surround, crea dapprima una normale


transizione. Sposta un oggetto indietro lungo la timeline, oltre
l’oggetto precedente, quindi sfumalo utilizzando la maniglia in alto.
Per sfumare l’oggetto precedente, usa lo stesso sistema: in questo
modo puoi creare una cosiddetta dissolvenza incrociata.

È possibile selezionare varie impostazioni predefinite nel menu


secondario “Transizioni surround” cliccando sul simbolo della
dissolvenza incrociata.

Puoi effettuare più facilmente questa operazione utilizzando il


seguente comando menu: menu „Modifica“ à „Crea Transizioni
surround“. Verrà quindi creata una transizione in surround per ogni
oggetto.

www.magix.com
126 Altri effetti audio

Simulatore di acustiche

Il simulatore di acustica si attiva mediante il menu Modifica, ma è


necessario prima selezionare l’oggetto al quale si desidera applicare
l’effetto.

Questo efficientissimo effetto di alta qualità è in grado di riprodurre le


proprietà acustiche di spazi chiusi e moduli effetti e di applicarle al
tuo materiale audio. La risposta d’impulso si percepisce come se ci si
trovasse effettivamente nello spazio riprodotto. Puoi scegliere tra
numerose risposte di impulso: scorri l’elenco e ascoltale tu stesso.
Questa tecnica consente di ”copiare” proprietà spaziali come il
riverbero, il riflesso, gli echi, i suoni attutiti e la risonanza.

Sofisticati algoritmi riproducono il tuo materiale audio in diversi tipi di


spazi. Per esempio, la registrazione di una voce semplice può essere
elaborata in modo da riprodurre l’acustica di una chiesa. La qualità
del riverbero e la particolarità della resa superano quelle di qualsiasi
tecnica sintetica di riverbero odierna. Non sentirai né ticchettii né
rimbombi fuori posto!

Alcune risposte di impulso sono disponibili perfino in formato


surround: in questo modo l’impressione del riverbero in uno spazio
reale è percepibile sia davanti sia alle spalle.

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe ti permette di riprodurre un


riverbero surround nel tuo materiale audio. Attiva semplicemente
l’opzione ”Surround” nella finestra di dialogo!

www.magix.com
Altri effetti audio 127
MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe passerà quindi automaticamente
alla modalità Surround e il materiale audio verrà collocato sulla
seconda traccia con il riverbero surround. Quando si lavora su
materiale a 24 bit, tutti gli attributi del Simulatore di acustiche
vengono calcolati a risoluzione superiore, per una perfetta qualità
audio.

I singoli elementi operativi sono i seguenti:

Preset: Seleziona una risposta di impulso spaziale da impiegare nel


Simulatore di acustiche. Il pulsante ”Play” avvia la riproduzione di
prova della risposta di impulso. Alcune impostazioni predefinite
comprendono il termine ”surround” nel nome: queste impostazioni
contengono risposte di impulso separate per la parte anteriore e per
quella posteriore e forniscono un riverbero surround di qualità
particolarmente elevata.

Utilizza oggetto originale: Quando si attiva questa opzione, l’oggetto


originale nella prima traccia diventa modificabile e gli viene applicato
un riverbero.

Riverbero surround: Quando viene attivata questa opzione, un


secondo oggetto con riverbero viene creato sulla seconda traccia. La
seconda traccia passa automaticamente alla modalità Surround e il
riverbero può quindi essere percepito mediante un impianto stereo
compatibile con Dolby pro Logic.

Riverbero: Qui puoi regolare il rapporto tra suono originale e


riverbero. Per creare un riverbero surround, disattiva l’opzione ”Usa
oggetto originale” e attiva ”Riverbero surround”, impostando il
parametro su 100%.

Volume riverbero: Qui puoi regolare il volume del riverbero, il che è


particolarmente utile per parificare le diverse frequenze delle risposte
di impulso.

www.magix.com
128 Altri effetti audio

Ricampionamento/Timestretching

L’editor Timestretching/Ricampionamento/Pitchshifting si attiva


mediante il menu Modifica, ma è necessario prima selezionare
l’oggetto al quale si desidera applicare l’effetto.

Fattore: Tutti gli algoritmi di questa finestra di dialogo utilizzano il


parametro ”fattore” (in alto a sinistra) come parametro di input.
L’unico scopo delle altre possibilità offerte per il gruppo ”parametro”
è di consentire la facile modifica di questo fattore. Per questo fine
puoi utilizzare i valori durata e tempo (BPM). Dopo l’inserimento di
questi valori, è consigliabile selezionare ”Calcola parametro” per
aggiornare tutti gli altri display.

Altezza (semitoni): L’altezza può essere regolata indipendentemente


dal tempo, per mezzo del controllo di altezza posto accanto al
comando del fattore nella parte in alto a sinistra della finestra di
dialogo.

Test / Riproduci Orig.: ”Test” ti permette di controllare


immediatamente il risultato dell’algoritmo. ”Riproduci Orig” riproduce
invece il materiale originale, consentendo un confronto.

Ricampionamento: Se si utilizza un fattore inferiore a 1, l’altezza


aumenta e il materiale (”campione”) diviene più breve e quindi più
veloce.

”Ricampiona” è un comando che consente di aumentare l’altezza o di


ridurre il campione senza perdere praticamente alcuna informazione;

www.magix.com
Altri effetti audio 129
il materiale che costituisce il campione non vede cioè diminuire la
propria qualità sonora.

”Ricampiona” muta invece drasticamente l’altezza del suono. Per


esempio, passando da 44,1 kHz a 11,025 kHz avrai un notevole
abbassamento del tono.

I campionatori e i sintetizzatori PCM utilizzano questo procedimento


per trasporre i campioni. Quando si cambia la velocità di riproduzione
del registratore o del giradischi si ottiene lo stesso effetto.

Pitch-Shifting: Viene cambiata l’altezza del campione, ma non la sua


durata.

Time-Stretching: Viene elaborata la durata del campione, ma non la


sua altezza. È così possibile adattare un brano a un tempo diverso
dall’originale, senza cambiare l’altezza delle note.

Algoritmo
• Standard: Utilizza un algoritmo che solitamente dà ottimi risultati.
L’algoritmo usa dei fattori (da 0,9 a 1,1) e fasi fisse che conservano
l’impressione dello spazio per i segnali stereo. Per i loop di batteria e
altri suoni percussivi questo algoritmo è utilizzabile solo
occasionalmente, dal momento che può modificare il ritmo e, in rari
casi, raddoppiare o eliminare dei battiti.
• Metodo fluido: Si tratta di un algoritmo più complesso che richiede
più tempo per l’elaborazione. Ora è possibile elaborare il materiale
anche con fattori molto elevati (0,2-50) senza creare gravi artefatti.
La ragione è che il materiale viene "ammorbidito": il suono diviene
più morbido e la posizione di fase viene modificata. Questa modifica
è quasi impercettibile all’udito nelle registrazioni di voci o di strumenti
solisti. Quando lo spettro sonoro è più complesso (mixaggi di
strumenti diversi o mixaggi fissi) possono invece verificarsi degli
inconvenienti. Questo algoritmo non è indicato per i loop di
percussioni e per gli altri materiali caratterizzati da una marcata
periodicità: il ritmo viene conservato, ma lo spostamento della fase
modifica gli attacchi. In questi casi è spesso sufficiente una
correzione minima (fattore 0,9-1,1).
• Metodo con marker di battuta Slicing: il materiale viene tagliato nei
punti dove si trovano i marker di battuta e rimesso insieme con
nuove proporzioni temporali. I marker possono essere generati in
tempo reale (Auto) o importati dal file sorgente, se disponibili
(patched). Questo metodo è adatto per materiale ritmico, che non
può essere suddiviso in singole battute o note. Per questo è
necessario un picco basso prima e dopo le singole battute o note.

www.magix.com
130 Altri effetti audio
• Metodo con marker di battuta Stretching: il materiale viene esteso
tra le posizioni dei marker di battuta, in modo che le battute o gli
attacchi alle posizioni dei marker non vengano disturbati
dall'allungamento. I marker possono essere generati in tempo reale
(Auto) o importati dal file sorgente, se disponibili (patched). Questo
metodo è adatto per materiale ritmico, che non può essere suddiviso
in singole battute o note.
• Voce monofonica: timestretching e pitchshifting per assolo vocali,
parti parlate o strumenti solisti. Il materiale non deve contenere
rumori di sottofondo; anche un riverbero eccessivo può pregiudicare
l'impiego di questo sistema. Su materiali adatti, la qualità audio è
molto elevata. Inoltre nel pitchshifting le formanti rimangono invariate.

Riverbero/ Eco (solo object FX)

L’effetto riverbero offre algoritmi di riverbero di nuova concezione


estremamente realistici, in grado di conferire maggiore profondità alle
tue registrazioni.

Il Riverbero produce un effetto Hall che ottimizza gli altri effetti “Time”,
“Room size” e “Color”, da mixare poi con il suono originale.

Nozioni fondamentali

L’esperienza quotidiana ci insegna che non tutte le stanze si adattano


a tutti gli strumenti. Abbiamo quindi elaborato delle stanze “virtuali”.
Rimane importante, tuttavia, individuare i parametri giusti. Ecco alcuni
esempi di parametri decisivi per la resa del suono negli spazi reali e
virtuali:

• Dimensioni della stanza: Più grande è la stanza, più lungo è il


percorso che il suono copre prima di incontrare pareti od oggetti. Il
nostro cervello percepisce le dimensioni della stanza in funzione delle
differenze di tempo.
• Il tempo di riverbero è influenzato dalla composizione di pareti,
soffitti e pavimenti. Spesso il tempo dipende largamente dalla
frequenza. Per esempio, alti e medi vengono maggiormente attutiti

www.magix.com
Altri effetti audio 131
nelle stanze in cui sono presenti tende, tappeti, mobili e angoli di
quanto non lo siano in una stanza vuota e rivestita di piastrelle.
• La densità del riflesso: La sequenza del primo riflesso ha una
particolare importanza. Una stanza in cui sono presenti molti echi
riconoscibili individualmente (specie se lontani tra loro) dà una
sensazione di maggiore vivacità.
• La diffusione: I dispositivi di riverbero elementari non tengono conto
del fatto che i riflessi diventano progressivamente più complessi. I
primi echi vengono sfumati, il che produce un suono artificiale e
“bidimensionale” su molti segnali. Il nostro effetto riverbero
funziona invece come una stanza reale, in cui i singoli echi
possono essere percepiti all’inizio del riverbero e quindi si
confondono gli uni negli altri fino a scomparire nel sustain del
segnale, con il cosiddetto “sibilo diffuso”.

Le 12 impostazioni predefinite comprendono numerosi tipi di stanze


virtuali elaborate per specifici strumenti e applicazioni, i cui parametri
interni sono stati ottimizzati appositamente. Puoi tuttavia modificare la
maggior parte delle caratteristiche delle stanze utilizzando gli appositi
cursori.

Oltre alle stanze, abbiamo ideato due tipi di dispositivi di riverbero


che ti consentono di creare un riverbero artificiale di durata superiore:
Riverbero a piatto e Riverbero a spirale.

Riverbero piatto (Plate Reverb): Un riverbero a piastra è costituito da


una grande lastra metallica (della superficie di 0,5-1 metro quadrato)
che viene messa in movimento da un sistema di magneti e spirali
(simile a quello di un altoparlante). Sulla piastra sono presenti i
cosiddetti “tap”, disposti in punti diversi. Si tratta di pick-up simili a
quelli di una chitarra elettrica. Il riverbero a piastra produce un suono
molto denso (alta diffusione); non produce alcun eco diretto
percepibile. È quindi ideale per le percussioni metalliche. Applicato
alla voce, il riverbero a piastra produce un effetto suggestivo e
uniforme.

Riverbero a spirale (Spring Reverb): Probabilmente ricordi il riverbero


a molla caratteristico degli amplificatori per chitarra e per tastiera,
soprattutto i modelli più vecchi. Alla base di questi amplificatori c’è
un’unità composta da 2-4 spirali montate su un supporto anti-
vibrazione. Come il riverbero a piastra, questo sistema trasforma un
segnale elettrico in un segnale meccanico. Esistono riverberi a molla
di varia forma e dimensione ma hanno tutti un suono piuttosto tipico,
il classico “bloing” prodotto dal movimento delle molle, simile a uno
scroscio. Quando il riverbero si smorza, solitamente si sente piuttosto

www.magix.com
132 Altri effetti audio
chiaramente il rumore di base prodotto dalle molle. Inoltre, la gamma
delle frequenze è decisamente limitata a causa della perdita di bande
di frequenza prodotta dalle spirali e dalla trasmissione mediante pick-
up. Malgrado questo, il suono è particolare e alcuni stili musicali
recenti (per es. dub e reggae) potrebbero difficilmente esistere senza
il riverbero a molla.

Parametri

L’effetto riverbero ha i seguenti parametri:

Room size: questo comando regola il simulatore di spazio, che


calcola l’effetto riverbero in relazione alla grandezza dello spazio. Se il
regolatore viene girato completamente verso sinistra, il suono verrà
riprodotto come se fosse stato registrato in una camera molto
piccola; se, al contrario, viene girato completamente verso destra,
sembrerà registrato in una cattedrale.

Time (tempo): questa funzione determina la durata del riverbero, o


per meglio dire la fase di diminuzione dell’intensità.

Color (colore del suono): questa funzione permette di regolare il


colore del suono, cioè il tipo di riverbero: più sordo o più chiaro.

Mix (intensità): questo comando definisce il rapporto del mixaggio tra


il suono originale (segnale “dry”), e la parte di riverbero (segnale
“wet”).

Impostazioni predefinite

Le impostazioni predefinite offrono una regolazione di base per i vari


algoritmi di riverbero, che possono essere comunque modificati
insieme agli altri parametri. Non si tratta quindi di semplici parametri
predefiniti.

Eco
L‘effetto eco viene regolato con maggiore precisione con ‘ritardo’ e
‘feedback’ e applicato al suono originale per mezzo del comando
‘mix’.

Delay (Ritardo): Qui è possibile stabilire il tempo tra un eco e il


successivo; più ruotate il comando verso sinistra, più velocemente si
succedono gli eco.

www.magix.com
Altri effetti audio 133
Feedback: Qui è possibile regolare il numero di eco. Il comando
ruotato completamente a sinistra provoca l‘assenza totale di eco,
mentre completamente a destra genera una ripetizione virtualmente
infinita.

Chorus (Plug-In)

Il Chorus crea un suono “fluttuante”, particolarmente adatto a chitarre


e sintetizzatori. L’effetto permette di rendere più “corposo” il suono di
uno strumento, arricchendolo o creando l’illusione di più strumenti.

Velocità: Velocità della modulazione. Una velocità bassa crea un


effetto equilibrato e continuo. Una velocità elevata crea effetti tipo
vibrato, ma può produrre anche un effetto “subacqueo”.

Profondità: Profondità della modulazione. Determina l’intensità con


cui la velocità dell’effetto agisce sulla modulazione dell’altezza.

Mix: Definisce il rapporto tra il segnale diretto e il segnale dell’effetto.

www.magix.com
134 Altri effetti audio
Modalità:

• ”Normale” equivale a una combinazione del segnale diretto con il


segnale effettato.
• ”Normale, taglia basso” è un’impostazione progettata per i segnali
ricchi di frequenze basse, come quello del basso elettrico. La
porzione bassa del segnale rimane nitida e l’effetto è percettibile solo
per le frequenze medie e alte.
• “Doppio” rende più vivace il suono originale, che viene allargato
sull’intero panorama stereo con un effetto di maggiore “ampiezza”.
• “Quadra, taglia basso” è ideale per cerare suoni come i “tappeti” di
sintetizzatore ricchi di frequenze basse.

Suggerimento: Come gli effetti a pedale a cui sono ispirati, i nostri


effetti Vintage dispongono di un “pedale”, posizionato sotto il logo,
sul quale si può cliccare per attivare o disattivare l’effetto e
confrontare direttamente il suono prima e dopo l’effetto. Tutti gli
effetti di Vintage Effects Suite sono strutturati in questo modo.

www.magix.com
Altri effetti audio 135

Distorsione (nota: disponibile solo


scaricandola dopo la registrazione del
prodotto!)

Il nostro distorsore a pedale virtuale è un “overdrive” ad alto


guadagno per suoni incisivi da chitarra solista. Se si desidera
ottenere un suono tipico da amplificatore inglese per registrare una
traccia di chitarra rock, questo effetto a pedale virtuale è l’ideale.

Bassi: Regola la quantità di bassi prima e dopo la fase di distorsione.


Bisogna regolare i bassi in funzione del segnale diretto della chitarra e
del suono distorto che si vuole ottenere (“denso” o “tagliente”).

Alti: Regola la quantità di alti prima e dopo la fase di distorsione. Se


non si utilizza un amplificatore per chitarra esterno per controllare
questo plug-in, è meglio non regolare questo comando oltre la
posizione delle ore 12 sul quadrante!

www.magix.com
136 Altri effetti audio
Drive: Indica l’entità della distorsione. Controlla il guadagno inviato al
“sistema a valvole virtuale” (massimo 60 dB). Per ottenere suoni
leggermente distorti non va superata la posizione corrispondente alle
ore 10-11. Fa un bel lavoro sugli accordi più potenti!

Eliminazione applausi

L'eliminatore degli applausi trova ed evidenzia le parti di applausi


nelle lunghe registrazioni live. In caso di applausi prolungati è
possibile accorciarli tagliandone la parte centrale. Per farlo segui le
istruzioni che seguono:

1. Apri l'eliminatore di applausi dal comando "eliminazione


applausi..." nel menu Modifica.
2. La registrazione viene analizzata e rappresentata come forma
d'onda Comparisonics (vedi pagina 174), in base a questa analisi
le parti con gli applausi vengono evidenziate con appositi marker
all'inizio e alla fine.
3. Con il regolatore di sensibilità puoi condizionale la quantità di
marker trovati. Impostalo in modo che non si verifichino "falsi
allarmi".
4. Anche con la finestra di dialogo aperta puoi continuare ad
utilizzare le funzioni di riproduzione di MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe. Con "Marker successivo" puoi passare da un marker
all'altro e controllare così i singoli segmenti. Se necessario puoi
spostare con il mouse i singoli marker oppure eliminarli tutti.
5. Se l'opzione "Taglia applausi tra i marker e inserisci transizione" è
attiva, con Ok vengono eliminati tutti i passaggi di applausi e la
finestra di dialogo si chiude. Altrimenti i marker vengono
mantenuti, in modo da poterli elaborare ancora più nel dettaglio
ed eseguire l'eliminazione in un secondo momento, attivando
nuovamente questa funzione.

Voice Over

L'effetto Voice Over crea curve di volume per la


regolazione automatica della musica di
sottofondo in presenza di parti parlate.
Per utilizzare questo strumento segui le istruzioni che seguono:

1. Registra le parti parlate.


2. Carica la musica di sottofondo.

www.magix.com
Altri effetti audio 137
3. Sposta l'oggetto con la musica di sottofondo sulla seconda
traccia. Nota: per aprire la seconda traccia premi il tasto "2".
4. Colloca le parti parlate nei punti adeguati, tagliale ed elaborale con
le maniglie oggetto per eliminare eventuali rumori di disturbo.
5. Apri adesso la finestra di dialogo di Voice Over e attiva l'apposito
effetto.
6. Sulla seconda traccia viene creata una curva volume (vedi pagina
72), che regola automaticamente la musica di sottofondo quando
subentra una voce.

Con l'apposito regolatore puoi stabilire di quanto deve essere


abbassato il volume della musica di sottofondo dove sono presenti le
voci e con che velocità questo deve accadere.

Tramite la lista di selezione puoi applicare la curva anche nella prima


traccia, se hai posizionato qui la tua musica di sottofondo.

Se in un secondo momento sposti o accorci le tue registrazioni


vocali, clicca sul pulsante Attualizza per aggiornare la curva del
volume.

www.magix.com
138 Sezione Esporta

Sezione Esporta
Nella sezione Export il progetto può essere salvato come file o
masterizzato su CD audio.

Automazione del masterizzatore

La funzione di automazione del masterizzatore facilita la creazione di


CD audio e il posizionamento degli indicatori di traccia.

Se un CD vergine è inserito nel masterizzatore di CD, il programma di


masterizzazione confronta la lunghezza del progetto con la capacità
del CD. Se il progetto è troppo lungo per essere archiviato su un solo
CD, viene visualizzato un messaggio di errore.

La seconda fase è quella in cui il programma di masterizzazione


controlla gli indicatori delle tracce. A tale fine vengono riprodotti in
sequenza gli inizi delle singole tracce.

Se noti che gli indicatori di traccia sono posizionati in modo errato,


puoi inserire nuovi indicatori di traccia direttamente dal programma di
masterizzazione, oppure spostare gli indicatori esistenti.

La terza operazione è quella in cui il programma di masterizzazione


verifica quanta memoria del computer è occupata e calcola la velocità
di scrittura più adatta.

Infine, viene masterizzato il CD direttamente oppure viene creato un


file audio che potrà quindi essere masterizzato alla massima velocità.

Riconoscimento degli indicatori di traccia


La funzione di riconoscimento automatico degli indicatori (marker) di
traccia del programma di masterizzazione ricerca le pause all’interno
del materiale audio e inserisce un indicatore di traccia al termine di
ciascuna pausa.

Gli indicatori (marker) di traccia vengono quindi elencati in una lista


nella quale puoi facilmente controllarli, spostarli o eliminarli.

Ti consigliamo di utilizzare il riconoscimento automatico degli


indicatori di traccia qualora tu abbia registrato un intero disco in vinile
senza indicatori; in questo caso è infatti necessario inserire gli
indicatori di traccia per poter masterizzare un CD audio. Puoi

www.magix.com
Sezione Esporta 139
utilizzare la funzione di riconoscimento automatico anche per
controllare automaticamente in un secondo tempo gli indicatori di
traccia da te creati.

Play: Riproduce o interrompe le tracce indicate in grigio nell’elenco,


ossia quelle selezionate. Per selezionare un’altra traccia, cliccaci
sopra nell’elenco.

Traccia successiva: seleziona la voce successiva.

Sposta: Puoi spostare l’inizio delle tracce selezionate in avanti o


all’indietro utilizzando i due pulsanti freccia.

Mantieni indicatore: Qui puoi eliminare l’indicatore della traccia


selezionata, qualora sia superfluo. Per farlo dovrai deselezionare la
casella di spunta della traccia in questione (puoi farlo anche
nell’elenco in fondo a sinistra). Quindi, una volta eliminato l’indicatore
di traccia, la traccia corrente verrà unita a quella precedente.

OK: chiude l’elenco delle tracce disponibili. Per maggiore sicurezza, il


programma ti chiede nuovamente se applicare le impostazioni
selezionate al materiale audio della traccia oppure eliminarle. Se
selezioni “Applica”, gli indicatori di traccia indicati nella finestra
verranno applicati secondo le impostazioni.

Esporta Podcast

Podcasting indica una forma di trasmissione abbastanza nuova in


uso su Internet. Il nome è composto da: "Pod" che deriva da iPod, il
nome del noto lettore MP3 portatile e dal nome inglese
"Broadcasting" ovvero "diffusione radio" che indica la trasmissione di
contenuti media per una cerchia di destinatari possibilmente ampia.

Un Podcast è quindi paragonabile ad una stazione radio su Internet.


Normali stazioni radio su Internet "trasmettono" in tempo reale, ciò
significa che è solo possibile ascoltare e registrare il programma
appunto trasmesso in un dato momento. Il Podcasting è diverso: I
programmi sono prodotti anticipatamente e memorizzati per il
successivo download su un server Internet. In qualità di ascoltatore ti
è dato così modo di abbonare il Podcast, scaricando i file in un
momento qualsiasi ed ascoltando i brani quando ne avrai il tempo,
per esempio trovandoti in giro con il tuo lettore portatile.

www.magix.com
140 Sezione Esporta
Clicca sul pulsante "Export Podcast" e il
tuo Podcast inizierà così il suo percorso
verso le pagine de grandi server Podcast.
La prima stazione è il tuo MAGIX Album
Online personale, cioè il luogo in Internet
dove il tuo Podcast sarà "a casa". Da qui
potrà essere consultato da tutto il mondo.
Registrati con la password già assegnata
o procedi con una nuova registrazione.

Nota: puoi organizzare in modo personalizzato il tuo MAGIX Album


Online con 128 MB si spazio web. Sarà poi a tua disposizione in tutto
il mondo.

In sede di upload mediante "Make-Podcast" il Podcast è trasmesso


al tuo album online personale. Nel MAGIX Online Media Manager del
tuo MAGIX Album Online il titolo è infine disponibile nel nuovo formato
all'interno della nuova cartella "I miei Podcast".

www.magix.com
Sezione Esporta 141
Dai ora un'occhiata al tuo album website: dal tuo sito potrai
riprodurre direttamente il Podcast. Qui vedrai subito il piccolo
pulsante "Abbona RSS Feed" che consente ad ogni visitatore del tuo
MAGIX Album Online di ricevere automaticamente, adesso ed in
futuro, i tuoi Podcast.

Come si diffonde il tuo Podcast?


Il tuo MAGIX Album Online invia automaticamente il tuo "RSS Feed" –
grazie alla tecnologia alla base di un Podcast – a numerosi grandi
Podcatcher, tra cui MAGIX Podcast Service. Qui il tuo Podcast può
essere così abbonato e ascoltato da un pubblico internazionale.
Attualmente un Podcast creato in MAGIX Podcast Maker e caricato
su MAGIX Album Online è trasmesso a 10-20 cosiddetti Podcatcher
in tutto il mondo. La diffusione dipende dalla lingua e dall'argomento
del Podcast.

Può quindi senz'altro succedere di trovare un giorno il tuo Podcast su


un motore di ricerca rimanendo senz'altro sorpreso pensando al
lungo viaggio che un Podcast compie all'interno del World Wide Web.

Finestra di dialogo Esporta Podcast

www.magix.com
142 Sezione Esporta
Qui devi inserire le informazioni necessarie relative al tuo titolo
Podcast.

Titolo: questo è il titolo del tuo contributo. Un Podcast contiene


solitamente più titoli e se ne aggiungono sempre di nuovi. Qui non
viene indicato il nome del Podcast a cui appartiene il titolo. Questo lo
stabilirai solo durante il caricamento nel tuo MAGIX Album Online. Un
Podcast corrisponde così ad un album.

Esporta Podcast: il progetto viene codificato come file MP3 e


caricato su MAGIX Album Online. È possibile caricare solamente un
contributo (un file) alla volta.

Descrizione: la denominazione ed una esauriente descrizione del


titolo sono elementi importanti affinché le trasmissioni Podcast
possano essere trovate da altri ascoltatori.

Responsabile: qui è possibile per esempio inserire il proprio indirizzo


email per domande di chiarimento.

”Esporta Audio”

Premendo il pulsante di esportazione audio puoi salvare le tracce del


progetto corrente come file audio. Si aprirà quindi la finestra di

www.magix.com
Sezione Esporta 143
dialogo “Esporta progetto”. Qui potrai indicare i nomi, i percorsi e i
formati dei file.

Opzioni: Qui puoi stabilire se salvare ogni traccia CD indicata nella


finestra delle tracce come file separato oppure salvare l’intero
progetto come file audio. Se le tracce vengono salvate
separatamente, viene creato un file elenco (.m2u) indipendente dai file
audio che contiene i nomi dei singoli file audio nell’ordine corretto.
Questo file è utile perché ti permette di riaprire l’elenco dei file
caricando tutte le tracce appartenenti al progetto nella giusta
sequenza e in una sola operazione.

Impostazioni formato: Questo pulsante dà accesso a un’altra finestra


di dialogo in cui puoi stabilire i formati e le impostazioni di
esportazione. Per i formati compressi come MP3 e OGG puoi
scegliere anche il fattore di compressione del codec.

Wave: Il materiale audio viene esportato come file Wave standard. Si


tratta del formato standard per ulteriori elaborazioni su PC Windows. I
file Wave non sono compressi e mantengono quindi totalmente la
loro qualità audio.

MP3: MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe comprende un programma


di codifica MP3 di alta qualità ed estremamente veloce. Con questo
strumento puoi per esempio salvare interi LP completi di effetti di
pulizia oltre ai file MP3. Nulla ti impedisce inoltre di archiviare la tua
musica su CD-ROM di MP3. Per farlo, utilizza la funzione di
masterizzazione su CD-ROM descritta sopra.

Per ottenere una buona qualità, ti consigliamo di utilizzare


un’impostazione di almeno 128 kBit. In questo caso, malgrado la
compressione 1:10, la perdita di qualità audio è praticamente
impercettibile. Se hai memoria sufficiente, puoi mantenere una piena
qualità audio CD utilizzando l’impostazione a 256 kBit, che occupa
1/5 della memoria originale. Questo metodo è ideale per masterizzare
un vasto archivio musicale di alta qualità sull’hard disk del tuo PC.

Puoi attivare il programma di codifica MP3 dopo aver registrato la tua


copia di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe, oppure telefonando a un
numero gratuito. Potrai utilizzare il programma per 20 volte prima di
doverlo attivare.

Per ulteriori informazioni, consulta il paragrafo “Aggiornamento MP3


encoder”.

www.magix.com
144 Sezione Esporta
MPEG: Esporta l’arrangiamento nel formato audio compresso MPEG
Layer 2. Puoi impostare il fattore di compressione nella finestra di
dialogo.

MS Audio: Esporta l’arrangiamento in formato WMA (Windows Media


Audio).

Tasto: K

Audio CD

Premendo il pulsante CD della sezione Esporta si apre la finestra di


dialogo di registrazione di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe. MAGIX
Audio Cleanic 2007 deluxe ti consente di masterizzare e scrivere CD
audio secondo lo standard RedBook, direttamente dall’interno dei
progetti. Oltre alle tracce, sul CD vuoto vengono copiate tutte le
informazioni necessarie relative ai sotto-canali e ai file.

Troverai maggiori informazioni nel capitolo ”Masterizzazione di Import


CD (vedi pagina 145)”.

Finestra di dialogo “Crea CD”


Masterizzazione ”on the fly”, tutti gli effetti sono calcolati in tempo
reale: questa opzione avvia il procedimento di registrazione quando
viene inserito un CD vuoto nel masterizzatore.

Crea un file di immagine prima di masterizzare CD: questa opzione


crea (prima della registrazione) un file stereo che contiene tutte le
impostazioni dell’oggetto, le funzioni di restauro digitale e mastering, i
marker di traccia, eccetera. Il procedimento è consigliato nel caso in
cui il sistema sia sovraccarico o troppo lento per registrare in tempo
reale (”on the fly”). Fai attenzione al display di sistema sulla schermata
principale! Se si avvicina troppo al 100 %, è consigliabile creare un
file immagine prima della registrazione.

Il file verrà cancellato automaticamente dopo la registrazione.

Titolo CD: Qui puoi inserire un titolo per il CD, che apparirà sul
display di alcuni lettori di CD.

Masterizza CD: Avvia il procedimento di registrazione vero e proprio.

Annulla: Chiude la finestra di dialogo senza avviare la registrazione.

www.magix.com
Sezione Esporta 145
Help: Apre il capitolo corrispondente della guida in linea.

Track list: questa opzione ti permette di controllare l’elenco delle


tracce (accessibile anche tramite il menu CD). È possibile riprodurre
tutte le tracce e spostare gli indicatori (marker).

Masterizza CD: apre la finestra di dialogo di masterizzazione che


consente di selezionare la velocità di scrittura, il testo CD da scrivere
sul disco, la simulazione della procedura di scrittura e la
configurazione del CD come Progetto CD Extra. Puoi inoltre
confrontare il CD dopo la scrittura con i dati del progetto, per
determinare il numero degli errori. Se questo numero è troppo elevato
sarà necessario ridurre la velocità di scrittura.

Stampa copertina CD (versione deluxe): apre il programma


incorporato MAGIX Print Studio per la stampa delle copertine dei CD.
Le informazioni sulle tracce vengono acquisite automaticamente e
inserite come tabella nel progetto di stampa di MAGIX Print Studio.

Risoluzione dei problemi: apre il piccolo programma guida “Burn


Profiler”. Questa applicazione ti permette di attivare e disattivare i
driver di programmi di scrittura di altri produttori. Non verrà eliminato
alcun dato e tutti i parametri potranno essere ripristinati in seguito.
Non possiamo fornire alcuna garanzia a questo proposito.Assicurati
di creare delle copie di backup. Se il tuo masterizzatore non viene
riconosciuto dal Burn Profiler, visita il sito di MAGIX per scaricare i
nuovi driver per masterizzatori. I driver vengono aggiornati
costantemente ai nuovi modelli di masterizzatori in commercio.Premi
“Nuovo driver” nella finestra di dialogo per eliminare i problemi.

Tasto: B

Masterizzazione di CD audio
In questo capitolo vengono illustrate i principi basilari e le modalità di
lavoro durante la masterizzazione del CD. Le altre finestre di dialogo
verranno illustrate nella sezione per l'esportazione.

Principi basilari
Per unificare la struttura dei dati dei CD e renderli compatibili con i
lettori, sono stati definiti diversi standard per i diversi tipi di CD. I nomi
di questi standard derivano semplicemente dal colore dei libri in cui
sono stati scritti. Oltre al Red Book (libro rosso) per i CD audio,
quindi, ci sono per esempio lo Yellow Book (libro giallo) per i CD-
ROM e il White Book (libro bianco) per i CD video in formato MPEG. Il

www.magix.com
146 Sezione Esporta
termine ”Red Book” equivale quindi nel linguaggio colloquiale a
”Standard Audio Digitale per i Compact Disc”.

Il Red Book comprende, tra le altre cose, gli standard per la


frequenza di campionamento di 44,1 kHz e la risoluzione a 16 bit
supportate dai lettori CD, che valgono anche per i CD audio. I CD
audio possono inoltre comprendere da 1 a 99 tracce, accessibili
direttamente da parte dei lettori CD. Le informazioni relative al
numero e alla durata di ciascuna traccia e delle pause vengono
trasferite dal CD al lettore tramite speciali sottocanali.

Trasferimento dei dati


Nella masterizzazione di CD il trasferimento dei dati dall’hard disk al
masterizzatore è un processo delicato e impegnativo per il computer.
I dati devono essere trasmessi al masterizzatore in un flusso
continuo. Se in un momento qualsiasi durante la masterizzazione di
CD non arrivano dati alla RAM del masterizzatore, si verifica il
cosiddetto errore di ”Buffer Underrun”, che rende inutilizzabile il CD.
È quindi consigliabile l’utilizzo di un hard disk SCSI o IDE. Il tempo di
accesso medio deve essere pari o inferiore a 15 ms e la frequenza di
trasferimento costante dei dati non può essere inferiore a 800 KB al
secondo. Questi parametri sono alla portata di tutti i moderni hard
disk.

Supporto „Burn proof“


Le nuove procedure di registrazione su CD di MAGIX Audio Cleanic
2007 deluxe supportano quasi tutti i masterizzatori di CD presenti sul
mercato. Troverai un elenco dettagliato di tutti i dispositivi supportati
nel file ”CDR_Readme.txt”, oltre che sul sito di MAGIX.

Se il tuo masterizzatore di CD dispone del supporto ”burn proof”,


significa che anche in presenza di ingenti carichi di lavoro per il
processore non si verifica alcun errore ”buffer underrun” durante la
registrazione. Il supporto ”burn proof” ti garantisce una registrazione
su CD più veloce e più sicura. In caso di sovraccarico del processore,
i sistemi più vecchi interrompevano il procedimento di registrazione e
dal momento che la cache del file rimaneva vuota (errore ”buffer
underrun”) il CD diveniva inutilizzabile. Il sistema ”burn proof”, invece,
prosegue la registrazione passo per passo, in modo da procedere
senza errori a ogni nuova lettura di dati. Il supporto ”burn proof” ti
garantisce una registrazione su CD più veloce e più sicura!

www.magix.com
Sezione Esporta 147
La funzione di masterizzazione
Il materiale sonoro compare nel CD audio sotto forma di dati digitali
che vengono letti dal drive e trasformati in forma analogica. Ogni
marker di traccia indica al lettore il punto di inizio del brano
corrispondente. MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è in grado di
scrivere un CD audio direttamente dal programma. I marker di traccia
vengono collocati nella finestra della traccia prima che abbia inizio il
processo di scrittura. MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe trasforma
quindi le tracce stereo e gli indicatori in un flusso di dati che viene
inviato al masterizzatore.

Grazie a un sistema laser, il masterizzatore modifica uno speciale


strato del disco in modo da consentire a qualsiasi lettore CD audio di
leggere le informazioni sotto forma di dati audio digitali.

Creare un CD audio
1. Per scrivere un CD audio è necessario che nella finestra della
traccia sia presente del materiale. Modifica il materiale audio con
le funzioni in tempo reale di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe. Il
suono del nuovo CD sarà identico a quello che ascolti attraverso
la tua scheda audio stereo. Sul CD sono mantenute anche tutte le
impostazioni di restauro digitale e di mastering.
2. Fissa o sposta (se necessario) i marker di traccia, collocandoli
all’inizio dei brani. È possibile spostare o elaborare tutti i marker di
traccia con il mouse mediante il Track Wizard.
3. Clicca sul pulsante ”Import audio” nella sezione Esporta. Nella
finestra di dialogo ”Crea CD” puoi scegliere se registrare il CD
direttamente o creare un file immagine sull’hard disk. I file
immagine sono copie dirette del CD. Ti consigliamo di creare un
file immagine se il tuo sistema non ha le caratteristiche necessarie
per la scrittura ”on the fly”.
4. Ora puoi scrivere il CD. È necessario che un masterizzatore
compatibile con MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe sia collegato al
computer e che vi sia inserito un CD-R vuoto. Cliccando sul
pulsante ”Masterizza CD” darai inizio al processo di scrittura. Se ci
sono più masterizzatori collegati ti verrà chiesto di selezionarne
uno.
Lunghezza delle tracce
In base allo standard del Red Book, la distanza minima tra due
indicatori di traccia è di 4 secondi. Dal momento che i marker di
traccia indicano di norma l’inizio dei brani, non dovrebbero esserci
problemi. Se fisserai i marker di traccia a distanze inferiori, apparirà
un messaggio di errore.

www.magix.com
148 Sezione Esporta
Display di sistema
Le prestazioni del sistema hanno un’importanza determinante per la
masterizzazione di un CD in tempo reale. Una volta avviato, il
processo di scrittura non può essere interrotto. Se si verifica
un’interruzione provocata dalla velocità insufficiente del sistema,
l’intero CD diviene inutilizzabile. Nella masterizzazione ”on the fly” il
computer deve elaborare la riproduzione con tutte le funzioni in
tempo reale e, contemporaneamente, scrivere i dati sul CD.

Il display di sistema diMAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe ti aiuta a


prevedere i possibili problemi che potrebbero verificarsi in fase di
masterizzazione.

Se il sistema è sovraccarico, seleziona l’opzione ”Crea file immagine


del CD prima di masterizzare” nel menu ”Crea CD”. Verrà creato un
file stereo che sarà utilizzato come base per il processo di scrittura.
Questo file immagine comprende tutte le impostazioni relative agli
oggetti e agli effetti, le tracce, i marker di traccia, eccetera. Durante la
fase di masterizzazione il computer non dovrà quindi effettuare calcoli
in tempo reale.

“1 Click” Wizard
È molto più semplice scrivere un CD audio con il CD Wizard. Questo
strumento rileva la capacità del CD vuoto, la confronta con la
lunghezza dell’oggetto e individua il procedimento ideale per la
masterizzazione in funzione del carico di lavoro del sistema.

Tracce CD sotto forma di singoli file WAV


Per poter produrre in seguito nuovi CD senza dover creare un nuovo
file immagine, puoi esportare tutte le tracce CD sotto forma di singoli
file WAV. Seleziona l’opzione ”Ogni traccia del CD in un file” nella
finestra di dialogo Esporta. In seguito potrai caricare le tracce e
scriverle direttamente. In fase di esportazione verrà creato un file
playlist con l’estensione ”m3u”. Aprendo il file della playlist invece dei
singoli file WAV farai sì che tutte le tracce del progetto vengano
caricate nel giusto ordine. Verranno inoltre inserite le pause standard
di due secondi tra un brano e l’altro. Tutte le impostazioni degli effetti
vengono inserite nei file audio: potrai così registrare il CD ”on the fly”,
perché non saranno necessari calcoli in tempo reale per gli effetti.

Controllo CD Audio
Nella finestra di dialogo di masterizzazione conviene attivare l’opzione
“Prova e controlla CD dopo la masterizzazione” per esaminare il

www.magix.com
Sezione Esporta 149
numero di errori. Se tale numero è troppo elevato sarà necessario
ridurre le velocità di scrittura.

Audio DVD

Burn DVDsMAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe ti permette anche di


masterizzare DVD. In teoria è possibile masterizzare due tipi di DVD:

DVD stereo: Si tratta di normali DVD video che possono essere


riprodotti da qualsiasi lettore di DVD. Non contengono dati video e
questo permette di utilizzare molto più spazio per i dati audio. Questi
ultimi possono essere registrati in qualità CD con risoluzione a 16 bit
o ad alta risoluzione (24 bit). Le informazioni relative al surround
vengono codificate nei due canali stereo (sistema compatibile con
Dolby Surround ProLogic).

DVD a 4 canali: Si tratta dei cosiddetti „DVD Audio“ la cui


riproduzione richiede uno speciale lettore per DVD Audio. La musica
viene registrata con un reale suono surround a 4 canali. Anche qui è
possibile scegliere tra la risoluzione a 16 bit e a 24 bit.

La masterizzazione di DVD a 24 bit ha senso solo se il materiale è


stato registrato a 24 bit.

CD/DVD di dati

Mediante questa opzione i progetti in formato MP3, OGG Vorbis o


WMA possono essere masterizzati. Nella finestra di dialogo è
possibile modificare le impostazioni relative al formato dell’encoder.

Masterizza CD/DVD di MP3: il pulsante “Opzioni formato” dà


accesso alle impostazioni dell’encoder MP3.

www.magix.com
150 Menu File

Menu File

Nuovo progetto

Questa opzione ti permette di creare un nuovo progetto (vedi pagina


77) di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe.

Tasto: E

Carica progetto

Questa opzione ti permette di caricare un progetto (vedi pagina 77)


precedentemente salvato.

Tasto: O

Salva progetto

Il progetto (vedi pagina 77) corrente viene salvato con il nome


specificato. Se non viene specificato alcun nome, il programma apre
una finestra in cui inserire un nome e un percorso.

Tasto: S

Salva progetto con nome

Apre una finestra in cui devi specificare un nome e un percorso per il


progetto (vedi pagina 77), che verrà salvato secondo queste
impostazioni.

Tasto: Shift + S

Registrazione di copie di backup dei


progetti su CD/CD/DVD di dati

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe contiene, oltre alle routine di


registrazione di CD audio, un modulo di registrazione su CD
denominato ”MXCDR” che consente di registrare CD-ROM di dati.

www.magix.com
Menu File 151
Ci sono due metodi per effettuare questa operazione:

1. Backup progetto: I progetti in uso (compresi tutti i file audio in essi


contenuti) presenti nel menu File di MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe possono essere registrati su CD-ROM come copie di
backup. I file di grandi dimensioni non costituiscono un problema,
in quanto vengono suddivisi automaticamente su più CD. Il primo
CD di backup contiene il programma di ”ripristino” che trasferisce
automaticamente i dati dal CD all’hard disk. Naturalmente è
possibile registrare su CD-ROM anche altri tipi di dati, per
esempio lunghi video.
2. CD-ROM Jukebox: Questa modalità consente di registrare
qualsiasi file audio/video su CD-ROM. Quando si attiva l’opzione
”Jukebox”, MXCDR attiva MAGIX Media Manager (vedi sotto). Non
appena viene rilevato uno di questi CD, MAGIX Media Manager
inizia automaticamente a copiare i dati. Questo sistema è utile
anche per archiviare file MP3, MPG, WMA o WAV, in modo da
poterli riprodurre immediatamente sul tuo PC. Puoi per esempio
esportare la registrazione restaurata di un LP sotto forma di unico
file MP3 e registrarla su un CD Jukebox.

Un CD Jukebox può contenere i seguenti tipi di file:

Audio: WAV, MP3, MPG, WMA

Video: AVI, MPG, WMV, MXV

Carica file audio

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe puo


importare file audio nei formati WAVE,
Quicktime (*.aif), Ogg Vorbis (*.ogg),
MP3, WMA e AVI (solo tracce audio).
Per farlo, clicca sul pulsante ”Import
audio.WMA” in alto nella sezione Importa.
Si aprirà la finestra di dialogo Importa
Progetto. Da qui puoi accedere a
qualsiasi file audio. Ogni file visualizzato
può essere ascoltato in anteprima e
caricato in un progetto di MAGIX Audio
Cleanic 2007 deluxe.

Il file selezionato verrà inserito dopo l’ultimo oggetto del progetto


effettivo, dopo una pausa di due secondi, e gli verrà attribuito un

www.magix.com
152 Menu File
indicatore di traccia. Puoi modificare la durata della pausa nel menu
CD > “Regola pause automatiche”.

Puoi caricare più file contemporaneamente. Utilizzando lo stesso


sistema usato da Windows Explorer puoi estendere la selezione
tenendo premuto il tasto Ctrl e selezionare più file premendo il tasto
Shift.

Nota: A causa di una caratteristica di Windows Explorer, le righe della


finestra di dialogo di selezione dei file sono disposte a partire
dall’ultima. Per esempio, cliccando su Traccia 1, Traccia 2 e Traccia
3 (tenendo premuto Ctrl), vedrai nella riga di input “Traccia 3 “Traccia
2” e infine “Traccia 1”. Questa è la sequenza in cui i file vengono
caricati in MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe. Se desideri caricare più
file indipendenti, selezionali nell’ordine inverso rispetto a quello in cui
dovranno essere disposti nel progetto. Se invece desideri selezionare
un’area nell’Explorer (click + tasto shift), per esempio un’intera
directory, seleziona l’ultimo titolo dell’elenco, poi premi shift e
seleziona il primo titolo dell’elenco. Clicca quindi su “apri” e le tracce
appariranno nel VIP nel giusto ordine.

Comando veloce: W

Carica file Audio

Puoi importare nel progetto interi CD audio o singole tracce CD. I CD


audio, diversamente dai CD di dati, vanno sempre importati uno per
uno (con un’operazione detta grabbing o ripping). L’importazione dei
dati avviene interamente in digitale, ovvero senza perdita di
informazioni sonore.

Per importare tracce da CD audio, segui questi semplici passi:

1. Inserisci un CD audio nel lettore di CD-ROM e clicca sul pulsante


”CD audio”. Se disponi di più lettori dovrai selezionare quello in cui
è inserito il CD, attraverso la finestra di dialogo ”Opzioni drive CD”.
2. Seleziona il titolo o i titoli desiderati (Shift + Click del mouse o Alt +
tasti freccia).
3. Clicca su ”Copia tracce selezionate”.
4. Apparirà la finestra di dialogo ”Carica file audio”. Qui puoi
determinare il nome del file e il percorso di destinazione.
5. Il materiale audio verrà copiato dal lettore di CD sull’hard

www.magix.com
Menu File 153
Una volta chiusa la lettura i dialoghi vengono chiusi e le tracce
vengono inserite nei progetti.

Tasto: D

Importazione DVD audio

Con questo comando puoi importare in MAGIX Audio Cleanic 2007


deluxe il contenuto di un DVD audio. Per il funzionamento della
finestra di dialogo vedi Importazione CD.

Attenzione: non è possibile importare le tracce audio di un DVD


video!

Registrazione (Podcast)

Premendo il pulsante di registrazione di MAGIX Audio Cleanic 2007


deluxe apri la finestra di dialogo Registrazione. Consulta prima il
capitolo "Record Audio"!

Tasto: R

Elaborazione in batch

L’elaborazione in batch ti permette di rendere automatiche le


procedure di lavoro. Puoi cioè applicare una determinata procedura
di elaborazione a un gruppo (o “batch”) di file musicali, che verranno
elaborati tutti nello stesso modo.

Tra le modifiche possibili ci sono:

• Normalizzazione
• Dissolvenze lineari (in entrata e in uscita)
• Tutti gli effetti di restauro e mastering in tempo reale
• Eliminazione degli sbalzi di volume e dei disturbi del voltaggio a
corrente diretta
• Modifica del formato: Risoluzione in bit (8/16/24 bit), Frequenza di
campionamento, stereo/mono/sinistra/destra
• Salvataggio in tutti i formati di esportazione disponibili.

www.magix.com
154 Menu File
Puoi per esempio normalizzare una serie di file Wave a 24 bit al 96%,
inserendo una dissolvenza di 5 ms all’inizio e alla fine di ciascun file,
comprimerli con il compressore multi-banda, trasformarli in formato
16 bit mono, ricampionarli a 22 kHz e salvarli come file mp3.

Tasto: F

File sorgente
Qui puoi creare l’elenco dei file da elaborare, inserendoli nella lista
mediante il comando “Aggiungi file”. È possibile selezionare più file.
“Carica directory” ti consente di caricare intere directory (con le
relative sotto-directory) nell’elenco. È possibile caricare tutti i formati
audio importabili in Samplitude. “Salva elenco” crea una playlist (nel
formato comune *.m3u) che potrai utilizzare in seguito per la
selezione dei file. “Rimuovi” elimina tutte le voci dell’elenco
selezionate. “Rimuovi tutto” cancella l’intero elenco.

Effetti
Normalizzazione: Puoi normalizzare a un valore massimo indicato in
percentuale o in decibel. Puoi inoltre modificare il volume in funzione
di un valore dato. Per ulteriori informazioni, consulta la voce
“Normalizzazione del volume degli oggetti (vedi pagina 159)” nel
capitolo “Menu Effetti”.

Effetti: Applicazione di effetti di restauro e mastering dalla sezione


effetti: Puoi applicare tutti gli effetti presenti nella sezione effetti alle
impostazioni dei file audio contenuti nel tuo elenco. Puoi applicare
inoltre le funzioni “Elimina DC offset” ed “Eliminazione clipping”.

Dissolvenze all’inizio e alla fine dei progetto: All’inizio e/o alla fine
del progetto puoi creare file di lunghezza regolabile che producono
dissolvenze lineari.

Formato di destinazione
Puoi selezionare liberamente la risoluzione in bit (16/24/32 bit), la
frequenza di campionamento, stereo/mono/sinistra/destra e il tipo di
memoria (nell’ambito delle opzioni offerte dai rispettivi formati).

File di destinazione
Ci sono varie possibilità per il salvataggio dei file modificati:

Sostituisci file: Il file originale viene sostituito dal file modificato. Se il


file deve essere utilizzato in un VIP, il VIP viene chiuso.

www.magix.com
Menu File 155
Salva file con nome modificato nella directory sorgente / Salva file
nella directory che segue: Il file modificato viene salvato nella
directory sorgente e/o in una qualsiasi directory selezionata. Ai nomi
dei file viene applicato un prefisso o un suffisso. In alternativa è
possibile cancellare i file sorgente dopo le modifiche.

Mantieni struttura directory sorgente: L’opzione salva i file e il


percorso della directory sorgente. In questo modo è possibile per
esempio conservare la struttura delle directory di un CD di campioni.

Esporta audio

Con il pulsante Export Audio salvi il progetto


attuale come file audio.

Per farlo si apre la finestra di dialogo "Esportazione progetto". Qui


puoi stabilire il nome e il percorso del file e decidere il formato in cui
creare il file.

Impostazioni formato: tramite questo pulsante raggiungi un'ulteriore


finestra di dialogo, nella quale è possibile stabilire i formati di
esportazione e le impostazioni. Per i formati compressi come MP3 o
OGG è possibile selezionare il livello di compressione codec.

Nota: per l'esportazione nel formato MP3 può essere necessario in


precedenza attivare l'Encoder MP3. Vedi a tal proposito nel menu
Aiuto > Sblocca Encoder MP3 (vedi pagina 182)

Comando veloce: K

Caricamento di colonne sonore di video

In MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe puoi elaborare anche i file video
oltre ai file audio. La finestra di dialogo di selezione del file contiene
una finestra di anteprima video.

Tasto: J

www.magix.com
156 Menu File

Esportazione di colonne sonore di video

Dopo aver modificato la colonna sonora di un video puoi reinserirla


nel file video. Hai inoltre la possibilità di sostituire la colonna sonora
originale o di creare un nuovo file video. Non preoccuparti, però: non
sarà necessaria una nuova lunga procedura di compressione del
video. Potrai modificare il formato audio, qualsiasi esso sia,
convertendolo per esempio in un formato compresso come ADPCM.
Sarà tuttavia necessario installare i codec di compressione adeguati.

Tasto: G

Cancella progetto

Il comando "Cancella progetto" elimina i progetti con tutti i rispettivi


file audio contenuti.

Progetto: qui puoi scegliere un progetto da cancellare dalla lista degli


ultimi 8 progetti aperti. Con il pulsante della cartella puoi selezionare
direttamente il file progetto (.vip) da cancellare.

Per poter cancellare un progetto, questo non deve essere


attualmente aperto.

La lista file mostra i file audio utilizzati del progetto da cancellare.


Tramite le caselle puoi selezionare i file audio da eliminare. Quindi
quando elimini un progetto non devi necessariamente cancellare tutti
i file utilizzati, nel caso che alcuni possano essere impiegati anche in
altri progetti.

Con "Cancella" elimini il progetto (.vip) e i file audio selezionati nella


lista.

Esci

Chiude MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe.

Tastiera: Alt + F4

www.magix.com
Menu Modifica 157

Menu Modifica

Annulla

Nel progetto possono essere annullate le ultime modifiche eseguite.


In questo modo non rappresenta un problema sperimentare delle
operazioni critiche. Se il risultato non corrisponde alle aspettative
clicca sul pulsante Annulla e ritornerai allo stato iniziale.

Comando veloce: Ctr + Z

Ripristina

Questa funzione annulla nuovamente il comando "Annulla"


immediatamente precedente.

Comando veloce: Ctrl + Y

Annulla multipli

L’elenco comprende le ultime 20 operazioni di modifica. Puoi così


ritornare senza difficoltà a qualsiasi fase dell’elaborazione.

Posiziona Marker

Con questo comando puoi posizionare un marker nella traccia, per


poter in seguito ritrovare velocemente un determinato punto. Con i
comandi veloci Alt + freccia a destra/sinistra puoi passare
rapidamente da un marker all'altro.

Tasto: Alt+M

Suddividi

Un oggetto selezionato viene diviso in due oggetti separati nel punto


della linea di posizione. Funziona anche durante la riproduzione.

www.magix.com
158 Menu Modifica

Comando veloce: T

Taglia

Ritaglia l’oggetto selezionato dal progetto, collocandolo negli Appunti


di Windows. L’oggetto tagliato potrà quindi essere inserito in un’altra
posizione.

Tasto: Shift + Canc

Copia

L'oggetto selezionato viene copiato dal progetto negli appunti. Può


puoi essere inserito in altri punti.

Comando veloce: C

Incolla

Il contenuto degli appunti viene inserito nel progetto dove si trova la


linea di posizione.

Comando veloce: Ctrl + V

Cancella

L'oggetto attualmente selezionato viene eliminato dal progetto


corrente. Gli oggetti seguenti vengono arretrati, in modo che non si
creino vuoti nella traccia.

Comando veloce: Canc

www.magix.com
Menu Modifica 159

Normalizza volume Oggetto

Questa funzione aumenta al massimo il volume dell’oggetto senza


che il materiale risulti distorto. Prima viene individuato il livello di
picco, poi il volume dell’oggetto viene regolato in modo che il picco
raggiunga esattamente il livello di 0 decibel (equivalente al volume
massimo). Questa opzione ha la stessa funzione del pulsante Auto
posto sotto il controllo del volume in modalità Effetti Oggetto.

Tasto: N

Regolazione del volume

Questa funzione aumenta al massimo il volume di tutti gli oggetti,


senza che il materiale audio risulti distorto. Diversamente da quanto
avviene con la funzione normalizzazione master, ogni oggetto qui
viene normalizzato separatamente. Il volume del brano viene così
standardizzato.

In base al tipo di produzione, tuttavia, è possibile che ogni brano


abbia un volume diverso. Oltre al volume assoluto (corrispondente al
passaggio a volume più elevato all’interno del brano) viene rilevato il
volume medio (RMS) del brano e il livello dell’oggetto viene regolato
di conseguenza.

Può avvenire che i brani contenenti picchi di volume elevati ma


caratterizzati da un livello generale basso vengano normalizzati su
valori superiori a 0 dB (volume massimo). Per evitare volumi eccessivi
viene attivato automaticamente il Limiter (vedi Multimax).

Nota: Le fluttuazioni di volume all’interno di un brano possono essere


eliminate mediante i valori predefiniti del Leveler del MultiMAX.

Tasto: N

Elimina DC Offset

Questa funzione elimina le interferenze elettriche dall’oggetto. Ciò è


particolarmente utile per esempio nel caso in cui durante la
registrazione la scheda audio produca un rumore costante dovuto

www.magix.com
160 Menu Modifica
all’alimentazione. Questo può determinare disturbi o interruzioni
durante la riproduzione.

Opzioni: È possibile indicare qui un valore minimo del voltaggio a


corrente diretta, nel caso in cui sia necessario eliminare il rumore
prodotto dal voltaggio. In alternativa è possibile anche lavorare
contemporaneamente sui due canali stereo. Questa procedura
consente di ottimizzare il tempo di elaborazione, in particolare per i
file di grandi dimensioni.

Spectral Cleaning (Menu)

Questa opzione apre il dialogo Spectral Cleaning per l'oggetto scelto.

Si consiglia di leggere il paragrafo „Spectral Cleaning” nel capitolo


„Effetti Clening (vedi pagina 99)“!

Eliminazione applausi

Leggi al riguardo il paragrafo "Eliminazione applausi (vedi pagina


136)" nel capitolo "Altri effetti audio"!

www.magix.com
Menu Modifica 161

Voice-Over

Quest'opzione attiva la funzione Voice Over.

Leggi al riguardo il paragrafo "Voice-Over (vedi pagina 136) " nel


capitolo "Altri effetti audio"!

Isola canali audio

Visualizza un file stereo creato sulla base di due oggetti mono. I due
oggetti mono sono completamente indipendenti, vengono disposti
uno sopra l’altro su due tracce e possono essere elaborati
separatamente.

Editor Surround

Quest'opzione apre l'Editor Surround.

Leggi al riguardo il paragrafo "Editor-Surround (vedi pagina 124)" nel


capitolo "Altri effetti audio"!

Crea transizioni surround

Quest'opzione crea una transizione surround sull'oggetto


selezionato.

Leggi al riguardo il paragrafo "Transizioni surround (vedi pagina 125)"


nel capitolo "Altri effetti audio"!

Simulatore di acustiche

Questa funzione apre il simulatore acustico per gli oggetti selezionati.

Leggi al riguardo il paragrafo riguardo al simulatore acustico (vedi


pagina 126)nel capitolo "Altri effetti audio"!

www.magix.com
162 Menu Modifica

Plug-in

Con l'aiuto di questo dialogo potrai utilizzare plug-in compatibili con


Microsoft DirectX e VST per il calcolo degli effetti. Ciò ti permette di
usare, oltre agli effetti integrati in MAGIX MP3 Maker 11 praticamente
qualsiasi altro algoritmo di effetto prodotto da altre case.

A differenza degli effetti Plugin nella sezione FX, questo Plugin


funziona come gli altri effetti dal menu edit non in temporeale.
Possono essere applicati i Plugin che per ragioni di compatibilità o
caratteristiche del sistema non possono essere applicati in tempo
reale.

Tasto: X

Consulta il capitolo “Effetti di mastering”!

Ricampionamento/Timestretching

Apre l’editor Timestretching/Ricampionamento/Pitchshifting.

Consulta il capitolo “Effetti audio”!

Editor Effetti Oggetto

Apre l’interfaccia Effetti Oggetto per l’oggetto selezionato.

Per ulteriori informazioni consulta il capitolo “Effetti di restauro”.

MAGIX Music Editor

Apre MAGIX Music Editor.

Consulta il capitolo “MAGIX Music Editor”!

www.magix.com
Menu Modifica 163

Caricamento / salvataggio degli effetti in


tempo reale

Qui le impostazioni degli effetti possono essere salvate o caricate


come impostazioni effetti di “Mastering” o di “Restauro” ed essere
quindi applicate ad altri progetti od oggetti.

Le impostazioni predefinite degli effetti possono essere applicate


dalla finestra Effetti Oggetto a singoli oggetti, oppure come Effetti
master all’intero materiale audio (nella schermata principale).

Dato che gli effetti oggetto disponibili sono diversi dagli effetti master,
alcune impostazioni potrebbero venire ignorate. Per esempio le
impostazioni eco/riverbero vengono ignorate quando i preset degli
effetti vengono caricati come effetti master dalla schermata
principale, perché nella sezione Effetti master non c’è un dispositivo
eco/riverbero.

Valutazione di tutti gli effetti in tempo


reale

Se perdi di vista le impostazioni degli effetti, se ti trovi a corto di RAM


o se il lavoro precedente deve essere riordinato, puoi convertire
l’intero progetto in un file audio mediante questa opzione.

Il progetto occuperà così solo pochi megabyte sul tuo hard disk e
apparirà come unico lungo oggetto in un nuovo progetto. L’indicatore
di traccia, naturalmente, rimarrà nella posizione giusta.

www.magix.com
164 Menu CD/DVD

Menu CD/DVD
Il Menu CD contiene tutte le funzioni speciali per i CD audio e il
processo di CD-Mastering, es. il fissaggio dell tracce CD, pause e la
funzione "Crea CD".

Imposta Marker di traccia

Usate questa funzione per impostare un indicatore della pista


(Creatore di Indice) nella posizione attuale del cursore di riproduzione.
Tutti gli indicatori che precedono il punto di inserimento verranno
rinumerati.

Ciascun brano del CD richiede un indicatore (marker) traccia, che di


solito viene posto dopo una breve pausa all’inizio del titolo
successivo.

Usate la funzione per fissare i marker traccia su bordo dell'oggetto,


per creare automaticamente gli indicatori sui bordi dell’oggetto
campionato!

Tasto: M

Imposta Marker di pausa

Usate questa funzione per impostare un indicatore di pausa nella


posizione attuale del cursore di riproduzione. Ciò consente al
riproduttore di Cd di mettere l’uscita su un silenzio assoluto mentre
continua la riproduzione sino a raggiungere l’indicatore di pista o di
indice successivo.

Tasto: Shift + M

Imposta Marker di traccia


automaticamente

Questa opzione individua automaticamente la pausa tra due tracce e


vi inserisce un indicatore di traccia. Vengono analizzati anche i
passaggi silenziosi nell’ambito del materiale audio.

www.magix.com
Menu CD/DVD 165
Per ulteriori informazioni, consulta il capitolo “Arrangiamento nella
traccia master”.

Tasto: Ctrl + M

Posiziona marker di traccia ai bordi


dell'oggetto

Utilizza quest'opzione per posizionare automaticamente dei marker


traccia all'inizio di ogni oggetto. In precedenza dovrebbero essere
cancellati tutti i marker già esistenti con la funzione "Elimina tutti i
marker".

Comando veloce: Alt + M

Suddividi Oggetti alle posizioni del


marker

Suddivide l’oggetto sulla linea di posizione della traccia master in due


oggetti separati. Per effettuare l’operazione è necessario che
all’oggetto siano attribuiti dei marker.

Tasto: Ctrl + T

Impostazione delle pause automatiche

Con questa opzione è possibile determinare la lunghezza delle pause


che verranno automaticamente all'interno del progetto tra i file audio.

Cancella Marker

Usate questa funzione per cancellare un indicatore di pista o


sottoindice precedentemente impostato. Cliccate innanzitutto
sull’indicatore (il piccolo rettangolo sotto il numero), poi attivate
questa funzione per cancellarlo!

Tasto: Canc

www.magix.com
166 Menu CD/DVD

Cancella tutti i Marker

Usate questa funzione per cancellare tutti gli indicatori di pista o


sottoindice precedentemente impostati. Ciò può essere utile prima di
impiegare la funzione „Imposta gli indicatori di pista sui limiti
dell’oggetto“!

Tasto: Ctrl + Canc

Crea CD

Questa opzione ha la stessa funzione del comando CD audio nella


sezione di esportazione. Per conoscere le caratteristiche del
masterizzatore si consiglia di leggere il capitolo "Masterizzazione CD
audio".

Masterizzazione CD "On The Fly", tutti gli effetti verranno riprodotti


in tempo reale: questa opzione avvia il processo di masterizzazione.
Deve esser presente un CD-R

Crea file image del CD prima della masterizzazione: quest'opzione


crea un file stereo prima della masterizzazione, che contiene già tutte
le impostazioni dell'oggetto, le funzioni di cleaning e mastering, i
marker di traccia ecc. È consigliabile quando il sistema è
sovraccarico o troppo lento per una masterizzazione in tempo reale
("On the Fly"). Si consiglia di far attenzione alle indicazioni del sistema
sullo schermo principale. Se si avvicina al 100% è consigliabile la
creazione di un file image prima della masterizzazione.

Titolo del Cd: qui può essere inserito il titolo del CD, che verrà
visualizzato sul display prima della riproduzione.

Masterizzazione CD: avvia il processo di masterizzazione.

Annulla: chiude la finestra di dialogo senza masterizzare.

Aiuto: apri il passaggio corrispondente su "Aiuto Online"

Tasto: B

www.magix.com
Menu CD/DVD 167

Mostra informazioni sul masterizzatore

Questo dialogo mostra le informazioni sugli periferiche CD-R attivi.

Fra le informazioni mostrate c’è il produttore, il nome del drive, la


revisione dell’hardware, le dimensioni della cache e le funzioni
supportate dal meccanismo di scrittura.

Mostra informazioni sul disco CDR

Questo dialogo mostra le informazioni sul supporto CD-R attualmente


inserito.

L’informazione più importante è la lunghezza massima, che non può


essere superata in fase di produzioni (es. 74 minuti e 5 secondi).

DVD Audio

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe ti permette anche di masterizzare


DVD. In teoria è possibile masterizzare due tipi di DVD:

DVD stereo: Si tratta di normali DVD video che


possono essere riprodotti da qualsiasi lettore di
DVD. Non contengono dati video e questo
permette di utilizzare molto più spazio per i dati
audio. Questi ultimi possono essere registrati in
qualità CD con risoluzione a 16 bit o ad alta
risoluzione (24 bit).
Le informazioni relative al surround vengono codificate nei due canali
stereo (sistema compatibile con Dolby Surround ProLogic).

DVD a 4 canali: Si tratta dei cosiddetti „DVD


Audio“ la cui riproduzione richiede uno speciale
lettore per DVD Audio. La musica viene registrata
con un reale suono surround a 4 canali. Anche qui
è possibile scegliere tra la risoluzione a 16 bit e a
24 bit.
La masterizzazione di DVD a 24 bit ha senso solo se il materiale è
stato registrato a 24 bit.

www.magix.com
168 Menu CD/DVD

Lista tracce su CD

In questa finestra di dialogo sono visibili tutte le tracce CD selezionate


per il progetto corrente. A ogni traccia può essere attribuito un nome,
che verrà visualizzato nella finestra della traccia. È possibile
selezionare tutte le tracce dell’elenco. Gli oggetti corrispondenti sulla
traccia possono essere selezionati e spostati sulla posizione di
riproduzione del marker di traccia. I pulsanti Elimina permettono di
rimuovere tutti i marker di traccia.

L’elenco delle tracce CD può essere utilizzato per regolare con


precisione i marker di traccia. Puoi accedere agli indicatori anche
direttamente tramite la finestra della traccia, premendo Alt + tasti
freccia; oppure, puoi cliccare con il mouse sugli indicatori e spostarli.

Inizio Traccia: Qui puoi inserire il tempo di inizio del marker di traccia.
Seleziona l’unità di misura nello spazio grigio accanto al numero.

Nome Traccia: Digita qui il nome della traccia.

Sposta Traccia: Puoi elaborare l’ordine delle tracce spostando gli


oggetti corrispondenti con i tasti freccia.

Elimina Traccia: La traccia (compresi il marker di traccia e gli oggetti


corrispondenti) viene eliminata dal progetto

Tasto: l

MAGIX print studio

Apre MAGIX Print Studio.

Apri informazioni traccia CD on.line


(FreeDB)

Puoi ricercare su Internet informazioni sulle tracce dei CD importati


utilizzando la funzione Online FreeDB Query. Questa funzione di
ricerca si basa sulla correlazione precisa tra la durata delle tracce e
l’ordine dei brani su un album. Può essere utilizzata anche quando le
tracce vengono caricate separatamente nel progetto (per esempio
sotto forma di file MP3) nell’ordine giusto. Anche qualora la durata di

www.magix.com
Menu CD/DVD 169
una traccia differisca di qualche secondo da quella esatta, dovrebbe
essere possibile individuare comunque il CD giusto.

Inserisci il CD audio nel lettore e seleziona l’opzione “Apri informazioni


traccia CD online (FreeDB)”.

FreeDB > Aggiungi CD a FreeDB

Ti permette di aggiungere un CD al database online FreeDB. Il


progetto FreeDB™ si basa sul contributo degli utenti per mantenere
aggiornato il database.

Se possiedi un CD non presente nel database, puoi aggiungerlo al


database stesso.

• Inserisci il CD nel lettore.


• Seleziona “Aggiungi CD a FreeDB”
• Inserisci i dati nella finestra di dialogo. Verifica di aver inserito i dati
corretti.
• Premi “OK”
• Il tuo contributo sarà disponibile online nel giro di un paio d’ore.

FreeDB > cancella cache FreeDB

Il database online FreeDB™ crea sul tuo hard disk una cache che
contiene tutti i file che possono essere letti online con il pulsante
FreeDB. Grazie a questa cache, puoi leggere i file anche senza
connetterti a Internet. Questa opzione ti permette di eliminare la
cache.

Apri tracklist CD on-line

Quando registri il contenuto di cassette o dischi in vinile sul tuo


computer, viene creato un unico grande file in cui le tracce si
susseguono senza indicatori di traccia, come avviene con un CD.
Puoi naturalmente utilizzare la funzione “Crea indicatori di traccia
automaticamente” per analizzare il materiale audio e suddividerlo in
singole tracce, in funzione della posizione delle pause. Questo
sistema non è tuttavia utilizzabile quando le tracce si dissolvono l’una
nell’altra senza pause.

www.magix.com
170 Menu CD/DVD
In questo caso puoi ricostruire la suddivisione esatta tra le tracce
inviando una query di ricerca al database Online FreeDB CD. Per
farlo, procedi in questo modo:

1. Avvia il tuo browser Internet e connettiti alla pagina delle ricerche


FreeDB premendo il pulsante “Inizia ricerca su Internet”.
2. Inserisci il nome dell’album o quello del gruppo nella casella di
ricerca. Verranno indicati uno o più album che soddisfano i criteri
di ricerca. Clicca sull’album che corrisponde alla tua registrazione.
Nel browser apparirà l’elenco delle tracce del CD in questione.
3. Copia l’URL (collegamento Internet) dalla barra dell’indirizzo del
tuo browser.
4. Ritorna a MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe e incolla il
collegamento Internet nella casella di testo nella parte inferiore
della finestra di dialogo. Clicca quindi su “Applica dati CD “. Le
tracce CD verranno inserite nel progetto.

Attenzione: Se la prima traccia inizia con una parte molto silenziosa


(per esempio con un intro o con gli applausi in una registrazione dal
vivo) e la registrazione è stata avviata in ritardo, è possibile che la
durata della prima traccia non corrisponda a quella indicata dal
database. Di conseguenza, tutti gli indicatori di traccia risulteranno
leggermente arretrati. In questo caso, sposta in avanti il secondo
indicatore di traccia tenendo premuto il tasto Ctrl; tutti gli indicatori
successivi verranno spostati dello stesso intervallo e risulteranno così
posizionati con precisione all’inizio di ciascuna traccia.

ID Audio

Questa funzione ti permette di identificare i file audio. Diversamente


da quanto avviene per la ricerca FreeDB, non è necessario che il
brano faccia parte di un album o di un CD e non è nemmeno
indispensabile che si tratti di una registrazione completa.

Per riconoscere il brano, MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe analizza


parte delle sue caratteristiche sonore tipiche e invia le informazioni a
un server su Internet. Il server confronta quindi questa “impronta
acustica” con le informazioni sui brani presenti nel suo database e
restituisce il titolo cercato.

www.magix.com
Menu Opzioni 171

Menu Opzioni

Modalità Sposta

La modalità Sposta è quella predefinita. Con essa puoi


svolgere tutte le operazioni più importanti.

Cliccando con il tasto sinistro del mouse puoi selezionare, spostare o


cancellare gli oggetti nella finestra della traccia.

Le cinque maniglie ti permettono di impostare dissolvenze in entrata


e in uscita, di abbreviare un oggetto e di impostarne il volume
generale.

Cliccando con il tasto destro su un oggetto richiami il cosiddetto


menu contestuale, nel quale puoi selezionare importanti opzioni di
modifica per la sezione corrispondente.

Quando viene collocato su una curva attiva, il cursore del mouse


appare sotto forma di dito. Cliccando è possibile collocare
un’”ancora” su una curva e spostarla.

Tasto: V

Modalità Taglia

In modalità Taglia, il cursore del mouse assume l’aspetto di un


paio di forbici.

In questa modalità puoi tagliare in due qualsiasi oggetto nel punto in


cui si trova il cursore del mouse. Otterrai così due oggetti che potrai
elaborare separatamente.

Trascinando il mouse lungo la forma d’onda del materiale audio fai sì


che anche la linea di posizione si sposti. In questo modo puoi
controllare con precisione il punto in cui desideri effettuare il taglio.
Per ottenere tagli precisi, ti consigliamo di utilizzare la lente di
ingrandimento per ingrandire la forma d’onda (zoom).

www.magix.com
172 Menu Opzioni
Il menu contestuale viene richiamato quando clicchi con il tasto
destro su un oggetto. Qui troverai importanti strumenti per la modifica
dell’oggetto.

Lo strumento Forbici può essere usato anche per suddividere un


brano in più sezioni da elaborare separatamente in modalità Effetti
Oggetto.

Tasto: H

Modalità "Cancella oggetti"

In modalità Cancella il cursore del mouse assume l’aspetto di


una gomma per cancellare. In questa modalità puoi cancellare
degli oggetti dal progetto.

Tutti gli oggetti successivi, compresi i marker di traccia, verranno


automaticamente spostati occupando il posto dell’oggetto
cancellato.

In modalità Sposta puoi selezionare un oggetto e cancellarlo


premendo il tasto Canc della tastiera.

Tasto: F

Modalità Zoom mouse

In modalità Zoom il cursore del mouse si trasforma in una


lente. Puoi ingrandire la forma d’onda che rappresenta il
materiale audio cliccando con il tasto sinistro del mouse.

Cliccando con il tasto destro (o con il sinistro + tasto Alt) puoi invece
ridurre la visuale.

Con +/- nella parte in basso a destra della finestra della traccia è
possibile zoomare. La parte centrale della finestra della traccia viene
ingrandita. In modalità Zoom e possibile zoomare su segmenti
specifici della forma ad onda.

Tasto: Z

www.magix.com
Menu Opzioni 173

Modalità mouse Resample

In questa modalità, la velocità di riproduzione degli oggetti


può essere modificata.

Come sui nastri si modificano velocità e altezza del suono. Se un


oggetto viene modificato con il mouse verranno modificati Tempo e
altezza del suono come per le musicassette.

Modalità Volume

Con la curva del volume puo essere attivata con l'apposito


tasto.

In questa maniera è possibile disegnare l'andamento del volume del


tuo materiale audio, es. per compensare le parti deboli durante le
registrazioni o per aumentare il livello del volume nelle parti dove è più
basso.

Le modifiche dell'onda del volume vengono visualizzate subito sulla


curva in modo da poter effettuare subito un livellamento del volume
nei differenti passaggi.

L'effetto Voice Over crea curve di volume per la regolazione


automatica della musica di sottofondo in presenza di parti parlate.

Ci sono 2 modi per l'elaborazione della curava del volume:

Con un click sulla curva viene visualizzata creata una maniglia sulla
curva. Le maniglie possono essere spostate con il mouse per poter
inserire transizioni lineari. Le transizioni vengono calcolate
esattamente in base al sample in modo da evitare rumori di disturbo.
Il metodo dovrebbe essere applicato preferibilmente se in presenza
di passaggi più lunghi sono necessarie modifiche graduali del volume.

Questa modalità mouse serve per disegnare la curva di


volume.

Quando è attivata, è possibile tracciare l’andamento di una curva


(tenendo premuto il tasto sinistro del mouse) in modo da regolare il
livello del volume.

www.magix.com
174 Menu Opzioni
In modalità Cancella il cursore del mouse assume l’aspetto di una
gomma per cancellare (vedi pagina 71). In questa modalità puoi
cancellare degli oggetti dal progetto. Tutti gli oggetti successivi,
compresi i marker di traccia, verranno automaticamente spostati
occupando il posto dell’oggetto cancellato.

In modalità Sposta puoi selezionare un oggetto e cancellarlo


premendo il tasto Canc della tastiera.

2 tracce

Con il pulsante "Due tracce" puoi creare una seconda traccia


per la tua musica di sottofondo.

Tutti gli oggetti possono essere spostati a piacimento da una traccia


all'altra. Se durante il trascinamento da una traccia all'altra tieni
premuto il tasto Shift, la posizione orizzontale viene mantenuta; viene
cambiata quindi solamente la traccia.

Importante: nella traccia inferiore è possibile spostare gli oggetti


senza che quelli successivi vengano spostati insieme
automaticamente. Se ad esempio desideri scambiare degli oggetti
devi farlo nella seconda traccia.

Comando veloce: 2

Visuale Stereo

Questa opzione ti permette di elaborare la visuale della forma d’onda,


suddividendo il materiale nei due canali stereo. Questa visuale è utile
per controllare visivamente la disposizione del materiale nel panorama
stereo o per individuare gli zero-crossing adatti per le operazioni di
taglio.

Tasto: Tab

Display forma d'onda Comparisonics

Questa modalità di visualizzazione utilizza un algoritmo brevettato da


Comparisonics™ per la visualizzazione a colori del materiale audio.

www.magix.com
Menu Opzioni 175
Una speciale tonalità cromatica viene calcolata e visualizzata per ogni
segmento di materiale audio, a seconda della sua altezza e di altri
parametri.

Le tonalità basse vengono riprodotte in blu, quelle alte in verde, giallo


e rosso.

Il materiale sonoro ha tonalità cromatiche chiare, mentre i rumori


tendono al grigio. In questo modo, per esempio, è possibile
riconoscere visivamente i diversi livelli di altezza di un assolo di
sassofono o il segnale di un rumore che non sarebbero visibili in un
normale display a curva di inviluppo.

Ulteriori informazioni sull'algoritmo Comparisonics sono disponibili su


Internet all'indirizzo http://www.comparisonics.com
http://www.comparisonics.com.

Modalità Surround

Questa opzione attiva la modalità Surround, in cui viene creata una


seconda traccia speciale.

Per ulteriori informazioni, consulta il capitolo “Effetti audio”.

Curva volume attiva

Con quest'opzione viene attivata la curva volume.

Leggi al riguardo il capitolo "Arrangiamento nella traccia master" e


"Finestra traccia"!

Parametri di riproduzione

Questo menu apre la finestra dei parametri di riproduzione.

www.magix.com
176 Menu Opzioni

Frequenza: Qui puoi stabilire la frequenza di riproduzione, se la


scheda audio lo consente.

Dispositivo: Qui puoi impostare il driver della scheda audio a cui sarà
affidata la riproduzione, se la tua scheda audio lo consente. Questa
scelta è particolarmente importante se nel computer sono installate
più schede audio.

?: Qui puoi visualizzare i formati audio supportati dalla scheda audio


e le informazioni relative al driver della scheda audio. Puoi inoltre
selezionare vari tipi di driver alternativi (MME e WDM). Modifica
questa impostazione soltanto se hai problemi di riproduzione o
registrazione audio.

Scorrimento automatico: Ti consente di attivare una funzione


particolarmente utile quando lavori su progetti molto lunghi: il grafico
si sposta quando la linea di posizione supera la parte visibile. In
questo modo non perdi mai di vista il materiale. L’operazione di
scorrimento richiede un certo tempo di calcolo (che dipende dal
processore, dalla scheda grafica e dalla risoluzione), perciò in alcuni
casi il computer potrebbe sovraccaricarsi; ciò può provocare dei
”blocchi” durante la riproduzione. In questo caso, disattiva la modalità
scorrimento automatico.

Debole / Pagina: Puoi scegliere tra lo scorrimento graduale e il


passaggio diretto da una pagina all’altra.

www.magix.com
Menu Opzioni 177
Buffer riproduzione: Per consentire la riproduzione continua di un
progetto complesso, MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe imposta un
buffer di dati nel quale vengono caricate le aree dati correnti. Di
conseguenza, il progetto non viene elaborato tutto in anticipo con le
sue impostazioni; il calcolo viene effettuato passo per passo.

Puoi determinare le dimensioni del buffer tramite l’opzione


”Regolazioni buffer”, che va utilizzata per la riproduzione dell’intero
materiale o per l’ascolto in anteprima dei file nel gestore dei dati.

Ecco una regola generale: nel caso di lunghe attese e tempi di


caricamento eccessivi, le dimensioni del buffer vanno ridotte; nel
caso di ”blocchi” o di errori nel calcolo in tempo reale, le dimensioni
del buffer vanno aumentate.

Durata Loop (Secondi): Qui puoi regolare la durata della riproduzione


in ciclo che viene utilizzata nel progetto quando è attivata la modalità
Loop. La modalità Loop viene attivata mediante le funzioni del
controllo di trasporto (vedi pagina 46).

Finestra Analyzer

Questo comando visualizza o nasconde la finestra Analyzer (vedi


pagina 73)

Comando veloce: Y

Finestra video

Con questo comando viene visualizzata e nascosta la finestra video.

Unità di misura

Questo menu secondario ti consente di fissare diverse unità di misura


per la scala temporale. Puoi scegliere tra campioni, millisecondi,
ore/minuti/secondi e frame CD.

Comandi veloci:

www.magix.com
178 Menu Opzioni
Samples Shift +1
Millisecondi Shift +2
H:Min:Sec Shift +3
Min:Sec:CD Frames Shift +4

Mouse Grid Active

La griglia del mouse impedisce che gli oggetti, le maniglie e gli


indicatori vengano spostati accidentalmente. Se è attiva, le modifiche
vengono effettuate solo se il movimento del mouse supera una certa
distanza minima. Se desideri lavorare con grande precisione senza
dover utilizzare lo zoom, puoi disattivare questa misura di sicurezza.

Modalità Auto Crossfade attiva

Ad ogni taglio viene creata una breve dissolvenza tra i due oggetti,
per evitare clic di disturbo. Quest'operazione viene chiamata Auto
Crossfade (per i crossfade vedi anche: Transizioni oggetti (vedi
pagina 81)). Dato che anche per tutti gli oggetti registrati e importati
vengono create automaticamente brevi dissolvenze, se non si
desidera che questo avvenga qui è possibile disattivare
quest'opzione.

Opzioni per il riconoscimento dei marker


di traccia

Per avere informazioni sulla funzione di identificazione automatica


delle tracce, consulta la sezione ”Riconoscimento automatico delle
tracce” nel capitolo ”Regolazioni della traccia master”.

Durata minima delle pause: Maggiore è il valore, più diventa difficile


l’identificazione delle pause. Al contrario, se il valore è troppo basso,
brevi silenzi all’interno di un brano potrebbero essere identificati
come pause.

Durata minima delle tracce: Un nuovo marker di traccia viene fissato


solo quando è trascorso un intervallo minimo di tempo tra l’ultimo
marker di traccia e la pausa successiva. Se desideri registrare una
cassetta di brani pop su un CD, puoi determinare la lunghezza delle

www.magix.com
Menu Opzioni 179
pause in un certo modo. Se invece devi registrare campioni o suoni,
dovrai regolare questo intervallo di tempo di conseguenza.

Livello Massimo (Minimo) per le pause: Il primo passo compiuto da


MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è la ricerca di valori di volume utili
per l’identificazione delle pause. Se vengono individuate troppe
pause (cioè pause ”false”), sposta leggermente entrambi i controlli
verso destra; se le pause rilevate sono troppo poche, sposta i
controlli verso sinistra.

Riconoscimento dei lati delle cassette o dei disco: A volte puoi


decidere di registrare entrambi i lati di un disco immediatamente uno
dopo l’altro, senza interrompere la registrazione sul computer. Di
solito il risultato è un file audio molto lungo, contenente una parte a
volume molto basso al centro, posto che non vi siano rumori o fruscii
determinati dal cambio di lato del disco o della cassetta. In questo
caso, MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe identifica come pausa solo
questa parte a volume basso, riconosce la situazione, taglia l’oggetto
in questa posizione creando due nuovi oggetti e quindi li analizza di
nuovo separatamente. Nei casi più riusciti, anche i rumori prodotti
durante il cambio di lato del disco o della cassetta vengono eliminati.
Potrai ottenere migliori risultati determinando in anticipo la durata
minima del lato della cassetta o del disco. Ecco alcuni suggerimenti:

Singolo: 10 Minuti

Album: 15 Minuti

Cassetta da 60”•25 Minuti

Cassetta da 90”•40 Minuti

Impostazioni percorso

In questa finestra di dialogo puoi impostare il percorso per i tuoi dati


audio registrati (Nuovi progetti) così come il percorso di ricerca per
VST Plugins (vedi pagina 116).

www.magix.com
180 Menu Applicazioni

Menu Applicazioni
In questo menu è possibile selezionare con un semplice click tutte le
operazioni più importanti. Si aprirà quindi il corrispondente dispositivo
a effetti, con le relative impostazioni collaudate. Questa funzione non
è solo ideale per ottenere rapidamente risultati professionali ma offre
anche un sistema facile per apprendere l’uso delle opzioni ottimali per
i vari dispositivi.

Menu Servici
Per ulteriori informazioni, consulta il capitolo “iPACE Servizi Online
(vedi pagina 180)”.

iPACE Servizi Online

iPACE Servizi Online ti offre una vasta gamma di servizi online per le
fotografie digitali, i video, la musica e la sicurezza dei media, nonché
per la connessione di PC fissi con dispositivi portatili e con il Web
iPace sta per "assistente personale intelligente per la creazione di
materiale in Europa" ("intelligent personal assistant for content
creation in Europe.")
I primi iPACE Servizi Online comprendono MAGIX Album Online,
MAGIX Servizio stampa Online e MAGIX Libreria Multimediale Online
Per avere informazioni sugli ultimi aggiornamenti, seleziona l’opzione
"Servizi > Anteprima MAGIX iPace".

Esporta Podcast...

vedi capitolo Esportazione, Crea Podcast (vedi pagina 139)

www.magix.com
Menu Aiuto 181

Menu Aiuto

Help

Usate questo comando per mostrare i contenuti del sistema di aiuto.


Cliccate sul comando per cui avete bisogno di aiuto!

Tasto: F1

Mostra suggerimenti

Stabilisce se i tooltip devono essere visualizzati o meno. Se l'opzione


Mostra suggerimenti è attivata, ogni volta che posizioni il mouse su
un comando comparirà dopo brevissimo tempo una piccola finestra
informativa.

Mostra tutorial video

Avvia il tutorial video incluso.

Informazioni sul sistema

Viene mostrata una finestra che contiene le informazioni sullo stato


della memoria e gli altri parametri.

Risulta particolarmente utile la visualizzazione dello spazio libero su


tutti gli hard disk connessi, le risorse di sistema usate da MAGIX
Audio Cleanic 2007 deluxe e l’impiego della memoria.

Assicurati che il parametro della memoria di sistema impiegata da


MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe non superi mai la memoria di
sistema disponibile totale indicata (RAM fisica).

Informazioni su MAGIX Audio Cleanic


2007 deluxe

Vengono visualizzate le note di copyright e i numeri di versione.

www.magix.com
182 Menu Aiuto

Registrazione online

Con quest'opzione accedi alla pagina per la registrazione online,


dove potrai registrarti come utente MAGIX.

In questo modo avrai accesso anche al MAGIX Support Website (vedi


anche Support), dove puoi scaricare vari programmi di
aggiornamento e di assistenza, solamente se sei registrato come
utente MAGIX.

Grazie al modulo di registrazione allegato è anche possibile registrarsi


per posta o via fax. Basta stamparlo, compilarlo ed inviarlo!

Ricerca aggiornamenti

Si collega direttamente alla pagina dei servizi on-line di MAGIX (solo


per utenti registrati). È possibile aggiornare MAGIX Audio Cleanic
2007 deluxe con le Patches.

Attiva Encoder MP3...

Prima di poter utilizzare l'Encoder MP3 devi attivarlo. L'attivazione è a


pagamento. Questo è possibile direttamente da internet, per posta o
per fax. Dopo l'attivazione dell'Encoder puoi aprire la finestra di
dialogo di MP3.

Se sei già in possesso di un prodotto MAGIX e l'Encodere MP3 è già


stato attivato puoi esportare illimitatamente in formato MP3.
L'attivazione è valida anche per gli altri prodotti MAGIX con Encoder
MP3.

1. Richiedi il codice di attivazione

Il sistema più semplice è tramite Internet. Clicca semplicemente sul


pulsante Attiva online. Il programma apre il tuo browser Internet. Qui
devi prima registrare il tuo MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe (se non
lo hai ancora fatto). Successivamente verrai indirizzato ad una pagina
web dove è possibile ordinare l'attivazione dell'Encoder MP3.

Se non disponi di una connessione ad Internet puoi ordinare


l'attivazione per posta/fax. Per farlo utilizza l'apposito modulo. In
questo modo viene comunicato a MAGIX un ID-Code basato sul

www.magix.com
Menu Aiuto 183
computer. Questo viene mostrato nella finestra di dialogo successiva
es inserito automaticamente nel modulo da compilare.

Dopo aver eseguito il pagamento verrà inviato il codice di attivazione


all'indirizzo email indicato nel modulo. Se non disponi di un indirizzo
email puoi anche ordinare il codice di attivazione al numero di
telefono indicato nel modulo FAX.

2. Inserisci il codice di attivazione

Dopo aver ottenuto il codice di attivazione avvia nuovamente


l'esportazione di MP3. Inserisci il codice di attivazione ricevuto
nell'apposita finestra di dialogo. Clicca infine su "Attiva".

AAC Encoder attivazione

Perchè è necessaria una attivazione?


Per l'importazione (decoding) e l'esportazione (encoding) di alcuni
formati video e audio è necessario un codice adeguato per poter
leggere e trasferire questi formati. L'integrazione nel programma di
Decoder e Encoder di altri produttori generalmente prevede un costo.
Offrendoti questa attivazione a pagamento come possibilità opzionale
e non semplicemente integrando i Codec nel programma, MAGIX può
in questo modo continuare ad offrirti anche in futuro un ottimo
rapporto qualità/prezzo per i tuoi software.

Come funzione l'attivazione?


Per utilizzare il AAC-Export deveesserew attivato il Encoder.
L'attivazione è a pagamento e può essere eseguita da internet o per
posta/fax. la maniera più semplice e veloce per richiedere un codice
di attivazione, è quella online. La consegna avviene in pochi minuti
per email. Il processo per posta o fax necessita di qualche giorno.

www.magix.com
184 Menu Aiuto
Cosi funziona l'attivazione:

Ordina il codice d'attivazione online


Fare clic su "Ordina online..." (campo 1). Si aprirà l'Internet browser,
dove devi prima registrare il tuo MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe
(se non lo hai ancora fatto). Successivamente verrai indirizzato ad una
pagina web dove puoi ordinare l'attivazione che desideri.

Ordina il codice d'attivazione per posta/fax


Dopo un click su "Ordina per posta/fax" (campo 2) compare il tuo
codice utente. Questo abbina il tuo codice di accesso personale
automaticamente al tuo PC. Fare quindi click su "Continua con
modulo ordinazione" per trasferire il tuo codice utente
automaticamente sul modulo posta/fax. Invia il modulo compilato e
stampato all'indirizzo/numero fax indicato. Dopo il riscontro
dell'avvenuto pagamento, il codice di attivazione ti sarà inviato entro
qualche giorno per posta o per fax (opzionale anche per email).

Inserisci il codice d'attivazione


Dopo la consegna del codice di attivazione puoi subito aprire la
finestra di dialogo per l'attivazione del relativo formato file tramite
l'apposita opzione nel menu "Aiuto". Copia il codice di attivazione
dalla email nel campo apposito della finestra di dialogo e clicca su
"Attiva".

Problemi e soluzioni
Il MAGIX Website non si apre

Verifica la tua connessione ad Internet, se necessario dovrai


effettuare la connessione manualmente.

Il MAGIX Website non si apre

Controlla la connessione alla rete ed eventualmente effettuala


manualmente.

Il modulo per la richiesta per posta o fax non si apre

• Controlla se è installato e attivato un programma di elaborazione


testi adeguato (per esempio MS Word).

Non ho ricevuto l'email con il codice di attivazione

• Controlla che la casella di posta non sia piena.


• Cerca nella tua cartella di posta indesiderata (spam).

www.magix.com
Menu Aiuto 185
In ogni momento puoi inviare domande via email alla nostra
assistenza tecnica. Tieni sempre pronte queste informazioni in modo
da permetterci di aiutarti in modo rapido e preciso:

• Nome completo del prodotto


• Numero esatto della versione del programma (menu Aiuto)
• Nome del Encoder/Decoder
Il tuo codice utente (nella finestra di dialogo "Attivazione per posta o
fax")

Ho installato il mio programma MAGIX su un nuovo computer


oppure ho inserito nel mio computer attuale un nuovo disco fisso
(scheda audio, memoria...). Adesso il mio codice di attivazione non
viene più accettato.

L'attivazione è legata ad un determinato computer. In seguito a


modifiche alle parti hardware del computer, per esempio
l'integrazione di un disco fisso di maggiori dimensioni, può accadere
che il computer non venga più riconosciuto come lo stesso per il
quale è stato emesso il codice di attivazione. Questo vale più che mai
se hai installato MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe su un nuovo
computer. In questo caso devi richiedere un nuovo codice di
attivazione. In quanto cliente MAGIX registrato, non devi ovviamente
pagare di nuovo l'attivazione!

Online: per la registrazione sul MAGIX Website utilizza i tuoi dati di


accesso MAGIX già esistenti.

Posta/Fax: stampa nuovamente il modulo di ordinazione ed invialo


all'indirizzo/numero di fax indicato.

Ripristina stato originario del programma

Questo comando ripristina tutte le impostazioni del programma allo


stato originario.

www.magix.com
186 Suggerimenti & Trucchi

Suggerimenti & Trucchi


Ecco alcuni suggerimenti che potranno facilitarti l’uso di MAGIX Audio
Cleanic 2007 deluxe:

Suggerimenti sugli strumenti

Colloca il cursore del mouse su un oggetto, su un’area del


programma o su una finestra. Lasciandolo immobile vedrai apparire
una piccola finestra che spiega dettagliatamente le funzioni
dell’oggetto.

Menu contestuali

In molti punti del programma puoi aprire con il tasto destro del
mouse dei menu contestuali, nei quali puoi selezionare le funzioni più
importanti disponibili per l’area in cui ti trovi. Le funzioni comprese nel
menu contestuale dipendono dalla posizione in cui clicchi con il
mouse. Se per esempio il tasto destro del mouse viene premuto in
corrispondenza di un oggetto, appare il menu contestuale relativo
all’oggetto.

Lavorare sui progetti

• Il tasto ”a” allarga lo zoom all’intero progetto.


• La barra spaziatrice avvia o interrompe l’operazione in corso.
• Un clic sulla scala temporale posta sopra la traccia fissa la linea di
posizione nel punto corrispondente (anche durante la riproduzione!).
• Il tasto Home riporta la linea di posizione all’inizio del progetto.
• Il tasto freccia sinistra (destra) premuto insieme al tasto Alt porta la
linea di posizione al marker di traccia successivo (precedente).
• Il tasto Canc cancella i marker di traccia o gli oggetti
precedentemente selezionati.
• Premendo il tasto ”t” puoi tagliare un oggetto selezionato in
corrispondenza della linea di posizione. A ogni taglio viene associata
automaticamente una breve dissolvenza incrociata, che evita gli
stacchi bruschi in corrispondenza dei tagli.
• Premendo il tasto ”m” puoi collocare un marker di traccia in
corrispondenza della linea di posizione.

www.magix.com
Suggerimenti & Trucchi 187
• Per elaborare l’ordine dei brani non è indispensabile spostare gli
oggetti (operazione che richiede di passare per la seconda traccia). È
più facile spostare il corrispondente marker di traccia, collocandolo
prima o dopo un altro marker di traccia. In questo modo viene modi
ficata anche la posizione degli oggetti corrispondenti. Il sistema più
facile consiste nel modificare l’ordine dei brani nell’elenco delle
tracce CD.
• Puoi trascinare i file WAV ed MP3 direttamente da Windows nei
progetti di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe (funzione Drag &
Drop).
• In molti casi può essere utile utilizzare MAGIX Audio Cleanic 2007
deluxe in ”doppio” (basta avviare due volte il programma dal
desktop). Questo ti consente per esempio di effettuare una lunga
registrazione in una delle due sessioni del programma, lavorando
contemporaneamente su altro materiale nell’altra sessione. Con i
sistemi a doppio processore come Windows NT, entrambe le
sessioni offrono una capacità di calcolo completa; puoi però
utilizzare questo procedimento anche con Windows 95/98.
• Ingrandendo il display della forma d’onda risulta più facile effettuare
varie operazioni.Per zoomare rapidamente, clicca sulla timeline e
sposta il cursore del mouse verso l’alto o verso il basso tenendo
premuto il tasto. In questo modo potrai ingrandire o ridurre
qualsiasi settore.

Prestazioni

Se incontri dei problemi durante la riproduzione, prova le seguenti


opzioni:

• Aumenta le dimensioni del buffer di riproduzione nella finestra di


dialogo ”Parametri di riproduzione” (tasto p).
• Effettua uno zoom out completo, in modo da visualizzare l’intero
progetto (tasto a).
• Disattiva la funzione ”Scorrimento automatico” nella finestra di
dialogo ”Parametri di riproduzione” (tasto p).
• Non utilizzare plug-in DirectX, che richiedono capacità di calcolo.
• Windows NT consente spesso prestazioni di riproduzione sull’hard
disk particolarmente elevate quando i file vengono riprodotti per la
prima volta. Se un progetto non viene riprodotto perfettamente,
salvalo, chiudilo e riaprilo: il sistema NT dovrebbe garantire ora
una prestazione ottimale.

www.magix.com
188 Suggerimenti & Trucchi

Record/Play

• È possibile aprire la finestra di registrazione mediante il tasto di


scelta rapida R. Potrai quindi avviare la registrazione con il tasto ”A”
e interromperla con il tasto ”S”.
• Per avviare e interrompere la riproduzione, premi la barra spaziatrice.
Quando la riproduzione viene interrotta, la linea di posizione ritorna al
suo punto di partenza. Se invece la riproduzione viene interrotta con
il tasto 0 della tastiera numerica, il cursore rimane nell’ultima
posizione raggiunta.

www.magix.com
Comandi veloci e rotella della mouse 189

Comandi veloci e rotella della


mouse

Scorciatoie

Nuovo progetto e

Carica progetto o

Carica file audio w

Carica tracce CD audio d

Registra r

Salva progetto s

Salva progetto con nome Shift + s

Stop Alt + F4

Annulla Ctrl + z

Ripristina Ctrl + a

Suddividi t

Copia c

Incolla Shift + Blocc Scorr

Cancella Canc

Fissa marker di traccia m

Fissa marker di pausa Shift + m

Cancella marker Canc

Standardizza volume oggetto n

Masterizza CD b

www.magix.com
190 Comandi veloci e rotella della mouse
Elenco tracce CD l

Modalità Sposta v

Modalità Taglia h

Modalità Zooma z

Parametri di riproduzione p

Help F1

Help contestuale Shift + F1

Pausa di emergenza durante

la riproduzione Esc

Zoom su tutto il progetto a

Start/Stop Barra spaziatrice

Pausa 0 (tastiera numerica)

Ritorna all’inizio HOME

Posizione di riproduzione sul

marker di traccia Freccia sinistra (destra)


(tastiera numerica)

Supporto della rotella del mouse

Clic centrale del mouse: Avvia e ferma la Riproduzione

Rotella: Scorrimento orizzontale

+ Ctrl Stringe / Allarga Zoom


orizzontalmente

+ Shift Stringe / Allarga Zoom verticalmente

www.magix.com
Comandi veloci e rotella della mouse 191
+ Ctrl + Shift Scorre verticalmente

www.magix.com
192 Problemi e Soluzioni

Problemi e Soluzioni
Se, dopo aver avviato la riproduzione di un progetto con la barra
spaziatrice o con il pulsante “Riproduci“, non vengono emessi suoni,
eppure il cursore scorre sul progetto, è possibile che:

• nella finestra dei parametri di riproduzione (tasto p) sia stato scelto il


driver sbagliato
• non sia stato installato un driver per Windows per la scheda audio
che usate
• l’impostazione per la riproduzione audio nel mixer della scheda audio
sia troppo bassa
• gli altoparlanti o il collegamento degli amplificatori con la scheda
audio siano difettosi

In caso di dubbio, testate prima di tutto la riproduzione audio al di


fuori di Audio Cleanic, ad esempio con il programma “Lettore
multimediale“. Caricate un file .WAV dalla directory di Windows e
avviatene l’esecuzione. Se non sentite nulla, significa che il driver per
la scheda audio non funziona oppure non è installato.

Impossibile aprire il dispositivo di


elaborazione di forma d’onda

Questo messaggio d’errore viene visualizzato se il dispositivo di


riproduzione audio della scheda audio è già stato aperto da un altro
programma, ad esempio “Voice-Commander“, “Lettore multimediale“,
ecc. Chiudete l’altro programma e riavviate l’esecuzione.

Impossibile riprodurre questo formato


Wave

Questo messaggio indica che stai cercando di riprodurre un formato


Wave non supportato dalla tua scheda audio. MAGIX Audio Cleanic
2007 deluxe richiede una scheda audio di almeno 16 Bit.

Interruzioni durante la riproduzione

Se durante la riproduzione si verificano delle interruzioni, in particolare


con progetti virtuali e su hard disk, significa che il vostro sistema

www.magix.com
Problemi e Soluzioni 193
(processore o accesso all‘ hard disk) non è adeguato alle dimensioni
di buffer e alle frequenze di campionamento impostate. Nella finestra
di riproduzione (tasto p) aumentate i valori di buffer per VIP. Questa
soluzione migliora le prestazioni, ma rallenta la visualizzazione del
cursore e richiede più RAM.

Non è possibile fermare la riproduzione

Se utilizzando la barra spaziatrice è possibile avviare la riproduzione


ma non fermarla, significa che il computer è sovraccaricato
dall’esecuzione. La riproduzione può essere interrotta soltanto
usando il tasto “ESC“.

Nessun livello durante la registrazione

Se nella finestra di registrazione, con la funzione monitor attivata, non


è visibile nessun livello, questo può dipendere da varie cause:

• impostazione del driver errato in "Device"


• non è installato nessun driver Windows® per la scheda audio
• nel mixer della scheda audio il segnale della canale di entrata (Micro
o AUX) è impostato su un volume troppo basso o non attivato per la
registrazione
• i collegamenti alla scheda audio sono inseriti erroneamente

lo schermo di MAGIX Audio Cleanic 2007


deluxe è incompleto, mancano i bordi
della grafica

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe necessita di una risoluzione dello


schermo di almeno 800*600 Pixel.

La risoluzione può essere modificata dalle impostazioni sul panello di


controllo.

www.magix.com
194 Problemi e Soluzioni

L'interfaccia di MAGIX Audio Cleanic


2007 deluxe viene visualizzata con colori
errati o alterati.

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe necessita di una profondità di


colore di almeno16 Bit (High Color) per una visualizzazione perfetta.
La profondità di colore può essere modificata da Pannello di controllo
> Schermo > Impostazioni. Considera che la profondità di colore è
fortemente dipendente dalla capacità della scheda grafica.

Avviando il programma appare il


messaggio "L'apertura dell'unità sound
primaria Direct-X è fallita".

MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe non ha potuto trovare la scheda


audio. È probabile che al momento non sia ancora installata una
scheda audio. Forse non è stato installato nessun sistema
DirectSound, che è necessario per la riproduzione audio in MAGIX
Audio Cleanic 2007 deluxe. Per prima cosa è necessario quindi
installare DirectSound, che è una componente di Microsoft®s
DirectX, usando il CD-ROM di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe.
Nella directory addon>DXMEDIA si trova il file SETUP.EXE. Avvia il
programma d'installazione con un doppio click e segui le istruzioni
sullo schermo.

www.magix.com
Indice analitico 195

Indice analitico

2 tracce ............................................................................ 66, 81, 173

AAC Encoder attivazione............................................................... 182


Accendere tutti i dispositivi e avviare il programma ..........................29
Accorcia e allunga oggetti ...............................................................80
Algoritmo...................................................................................... 128
All-round Recorder .........................................................................17
Altre info su MAGIX.........................................................................14
Altri effetti audio ................................................................ 20, 66, 123
Altri formati .....................................................................................59
Analizzatore ...................................................................... 69, 73, 176
Annulla ......................................................................................... 156
Annulla multipli.............................................................................. 156
Apri informazioni traccia CD on.line (FreeDB)................................. 167
Apri tracklist CD on-line ................................................................ 168
Aprire un nuovo Progetto di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe .......36
Assistenza ......................................................................................10
Attiva Encoder MP3... ........................................................... 154, 181
Audio CD...................................................................................... 143
Audio DVD.................................................................................... 148
Audio ID .........................................................................................26
Automazione del masterizzatore.................................................... 137
Avviando il programma appare il messaggio.................................. 193

Brilliance Enhancer ....................................................................... 110

Cancella ....................................................................................... 157


Cancella e sposta oggetti................................................................81
Cancella Marker............................................................................ 164
Cancella progetto ......................................................................... 155
Cancella tutti i Marker ................................................................... 165
Cancellazione o spostamento di oggetti ..........................................82

www.magix.com
196 Indice analitico
Caratteristiche ................................................................................ 18
Carica file audio ............................................................................ 150
Carica file Audio ........................................................................... 151
Carica progetto ...................................................................... 68, 149
Caricamento / salvataggio degli effetti in tempo reale .................... 162
Caricamento di colonne sonore di video........................................ 154
Caricare i brani ............................................................................... 37
CD audio protetti da copyright ........................................................ 64
CD/DVD di dati ............................................................................. 148
Che cos’è MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe? ............................... 16
Chorus (Plug-In)............................................................................ 132
Cleaning in 1Click ........................................................................... 17
Collegamenti .................................................................................. 27
Collegamento delle sorgenti sonore ................................................ 51
Comandi veloci e rotella della mouse ............................................ 188
Come funziona MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe? ........................ 16
Come funzione l'attivazione?......................................................... 182
Come posso assemblare i brani e adattarli al mio sound preferito?.. 37
Come si ottiene un CD da una vecchia musicassetta?..................... 35
Come si trasferisce un vecchio disco su CD?.................................. 28
Compressor ................................................................................. 114
Contenuto della confezione............................................................. 11
Controllare i marker di traccia... ...................................................... 31
Controllare il livello del segnale........................................................ 29
Controllare la registrazione.............................................................. 31
Controlli (Console di comando) ....................................................... 46
Controlli di riproduzione .................................................................. 43
Controllo CD Audio....................................................................... 147
Controllo di trasporto........................................................ 46, 67, 176
Copia ........................................................................................... 157
Copyright ......................................................................................... 2
Cosa c'è di nuovo in MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe?................ 17
Cosa sono gli oggetti? .................................................................... 77
Cosi funziona l'attivazione:............................................................ 183
Crea CD ....................................................................................... 165
Crea transizioni surround .............................................................. 160
Creare un CD audio ...................................................................... 146
Creazione Podcast ......................................................................... 17
Curva volume attiva ...................................................................... 174

Declicker/Decrackler....................................................................... 89
Declipper........................................................................................ 91
Decrackler ...................................................................................... 90

www.magix.com
Indice analitico 197
De-Esser (Plug-in) ...........................................................................97
Dehisser .........................................................................................92
Denoiser .........................................................................................93
Display di sistema ................................................................... 77, 147
Display durata (CD meter) ...............................................................76
Display forma d'onda Comparisonics .................................... 135, 173
Display LED ....................................................................................76
Displays..........................................................................................76
Disposizione degli indicatori di traccia .............................................84
Disposizione degli indicatori di traccia e degli oggetti.......................47
Distorsione (nota
disponibile solo scaricandola dopo la registrazione del prodotto!)
................................................................................................. 134
Disturbi provocati dagli effetti di restauro digitale .............................96
Duplicazione oggetti .......................................................................79
DVD Audio.................................................................................... 166

Eco .............................................................................................. 131


Editor dei plug-in VST ................................................................... 117
Editor Effetti Oggetto .................................................................... 161
Editor Surround ............................................................................ 160
Editor Tag ID3 ................................................................................18
Effetti............................................................................................ 153
Effetti Cleaning e Mastering per singoli oggetti.................................38
Effetti di mastering ........................................................................ 105
Effetti di restauro digitale......................................................... 87, 106
Effetti Oggetto ................................................................................83
Effetti Oggetto o Effetti Master? ......................................................48
Elaborare altri oggetti ......................................................................39
Elaborazione del suono con gli Effetti di Mastering ..........................36
Elaborazione delle colonne sonore dei video ...................................22
Elaborazione in batch.................................................................... 152
Elaborazione in batch con tutti i formati e gli effetti ..........................24
Elementi di base della registrazione con il computer ........................51
Elementi operativi.......................................................................... 101
Elimina DC Offset.................................................................... 98, 158
Eliminare i rumori ............................................................................36
Eliminare i rumori fastidiosi ..............................................................33
Eliminazione applausi ............................................................ 135, 159
Encoder MP3 con supporto MP3 Surround.....................................25
Energizer (Plug-In)......................................................................... 119
Entrata e livello automatici...............................................................57
Equalizzatore ........................................................................ 107, 109

www.magix.com
198 Indice analitico
Equalizzatore parametrico............................................................. 107
Esci .............................................................................................. 155
Escludi effetti .................................................................................. 66
Esporta audio ............................................................................... 154
Esporta Podcast................................................................... 138, 179
Esporta Podcast........................................................................... 179
Esportazione audio ......................................................................... 23
Esportazione di colonne sonore di video ....................................... 155

Fade in/out oggetti ......................................................................... 79


File di destinazione ....................................................................... 153
File MP3 ......................................................................................... 59
File OGG VORBIS ........................................................................... 59
File sorgente................................................................................. 153
File Wave........................................................................................ 59
File WMA........................................................................................ 59
Finestra Analyzer .......................................................................... 176
Finestra della traccia ....................................................................... 65
Finestra di dialogo ............................................................ 61, 62, 143
Finestra di registrazione .................................................................. 54
Finestra Effetti Oggetto ........................................................... 88, 106
Finestra video ............................................................................... 176
Formato di destinazione................................................................ 153
FreeDB........................................................................................... 26
FreeDB > Aggiungi CD a FreeDB .................................................. 168
FreeDB > cancella cache FreeDB ................................................. 168
Funzionamento............................................................................. 100
Funzione VoiceOver ........................................................................ 18
Funzioni di cleaning ........................................................................ 18
Funzioni di mastering ...................................................................... 19

Help ............................................................................................. 180

I parametri dell'Energizer .............................................................. 120


ID Audio ................................................................................. 69, 169
Il collegamento ideale è quello tramite le uscite Line Out del
registratore ..................................................................................... 36
Import CD ...................................................................................... 60
Importa CD..................................................................................... 60

www.magix.com
Indice analitico 199
Importazione audio ................................................................... 22, 58
Importazione DVD audio ............................................................... 152
Impossibile aprire il dispositivo di elaborazione di forma d’onda ..... 191
Impossibile riprodurre questo formato Wave.................................. 191
Imposta Marker di pausa .............................................................. 163
Imposta Marker di traccia.............................................................. 163
Imposta Marker di traccia automaticamente .................................. 163
Impostazione delle pause automatiche .......................................... 164
Impostazioni percorso................................................................... 178
Impostazioni zoom..........................................................................74
Incolla........................................................................................... 157
Indicatore DeClicker........................................................................90
Indicatore delle battute ...................................................................65
Indicatore di posizione ....................................................................76
Info titolo ........................................................................................69
Informazioni su MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe ........................ 180
Informazioni sul sistema ................................................................ 180
Installazione ....................................................................................12
Interruzioni durante la riproduzione................................................ 191
Introduzione....................................................................................16
iPACE Servizi Online ..................................................................... 179
Isola canali audio .......................................................................... 160

La finestra di dialogo dei lettori CD ..................................................62


La finestra di dialogo di configurazione del CD-ROM ........... 61, 62, 63
La funzione di masterizzazione ...................................................... 146
Lavorare sui progetti ..................................................................... 185
Linea di posizione ...........................................................................65
L'interfaccia di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe viene visualizzata
con colori errati o alterati............................................................... 193
Lista tracce su CD ........................................................................ 167
Livello, registrazione e controllo degli indicatori di traccia.................36
lo schermo di MAGIX Audio Cleanic 2007 deluxe è incompleto,
mancano i bordi della grafica ........................................................ 192
Lunghezza delle tracce ................................................................. 146

MAGIX D
Magazine ....................................................................................15
MAGIX Energizer - processore psicoacustico ..................................17
MAGIX Music Editor.......................................................... 24, 69, 161
MAGIX Premium Club .....................................................................14

www.magix.com
200 Indice analitico
MAGIX print studio ....................................................................... 167
MAGIX Print Studio................................................................... 25, 69
MAGIX su Internet .......................................................................... 14
Marker............................................................................................ 69
Marker di traccia............................................................................. 47
Mastering ....................................................................................... 49
Masterizzazione .............................................................................. 69
Masterizzazione CD ........................................................................ 35
Masterizzazione di CD .............................................................. 23, 37
Masterizzazione di CD audio ................................................. 143, 144
Masterizzazione di CD, esportazione dei file e salvataggio dei
progetti .......................................................................................... 41
Masterizzazione di DVD audio con surround a 4 canali .................... 25
Masterizzazione di DVD musicali ..................................................... 25
Menu Aiuto................................................................................... 180
Menu Applicazioni ........................................................................ 179
Menu CD/DVD.............................................................................. 163
Menu contestuali .......................................................................... 185
Menu File...................................................................................... 149
Menu Modifica.............................................................................. 156
Menu Opzioni ............................................................................... 170
Menu Servici................................................................................. 179
Modalità ................................................................... 71, 72, 171, 173
Modalità Auto Crossfade attiva ..................................................... 177
Modalità mouse ........................................................................ 47, 69
Modalità mouse Resample...................................................... 71, 172
Modalità Sposta ..................................................................... 70, 170
Modalità Surround .......................................................... 22, 123, 174
Modalità Taglia ....................................................................... 70, 170
Modalità Volume............................................................. 72, 136, 172
Modalità Zoom mouse ............................................................ 71, 171
Modifica del suono ......................................................................... 48
Modifica della sequenza dei brani ................................................... 83
Modifica volume oggetto................................................................. 78
Mostra informazioni sul disco CDR................................................ 166
Mostra informazioni sul masterizzatore.......................................... 166
Mostra suggerimenti ..................................................................... 180
Mostra tutorial video ..................................................................... 180
Mouse Grid Active ........................................................................ 177
Multiband Stereo Enhancer con Stereo Vitalizing............................. 18
MultiMax ...................................................................................... 115

Navigazione.................................................................................... 65

www.magix.com
Indice analitico 201
Nessun livello durante la registrazione ........................................... 192
Non è possibile fermare la riproduzione ......................................... 192
Normalizza volume Oggetto .................................................. 153, 158
Nuovo progetto ...................................................................... 68, 149

Oggetti ...........................................................................................48
Opzioni per il riconoscimento dei marker di traccia ........................ 177
Ordine dei brani ..............................................................................37

Panoramica dell'interfaccia .............................................................42


Panoramica elaborazione ................................................................44
Parametri di riproduzione ........................................................ 76, 174
Pause automatiche tra gli oggetti ....................................................83
Perchè è necessaria una attivazione?............................................ 182
Più brani all’interno di un solo lungo oggetto ...................................83
Playback....................................................................................... 103
Playlists (.m3u)................................................................................59
Plug-in.......................................................................................... 161
Plugins ................................................................................. 116, 178
Posiziona Marker .......................................................................... 156
Posiziona marker di traccia ai bordi dell'oggetto ............................ 164
Predefiniti ..................................................................................... 115
Prefazione ........................................................................................3
Presentazione del materiale audio ...................................................65
Prestazioni.................................................................................... 186
Prima di iniziare...............................................................................11
Principi basilari.............................................................................. 144
Problemi e soluzioni ...................................................................... 183
Problemi e Soluzioni ..................................................................... 191
Progetti ..........................................................................................44
Progetto ................................................................................. 77, 149
Pulire il disco ..................................................................................28
Pulsante Effetti Oggetto ..................................................................66

Record Audio .................................................................................51


Record/Play.................................................................................. 187
Registrare un disco .........................................................................30
Registrazione (Podcast) ................................................................ 152

www.magix.com
202 Indice analitico
Registrazione di copie di backup dei progetti su CD/CD/DVD di dati
.............................................................................................. 23, 149
Registrazione diretta in MP3 ........................................................... 24
Registrazione online...................................................................... 181
Regolatore volume / Pulsante Auto ................................................. 75
Regolazione automatica del volume ................................................ 21
Regolazione del livello del segnale................................................... 52
Regolazione del volume .......................................................... 40, 158
Regolazione della visuale ................................................................ 66
Requisiti di sistema......................................................................... 11
Restauro ........................................................................................ 49
Ricampionamento/Timestretching......................................... 127, 161
Ricerca aggiornamenti .................................................................. 181
Riconoscimento applausi ................................................................ 18
Riconoscimento automatico delle tracce ......................................... 85
Riconoscimento degli indicatori di traccia...................................... 137
Ripristina ...................................................................................... 156
Ripristina stato originario del programma ...................................... 184
Riverbero/ Eco (solo object FX) ..................................................... 129

Salva progetto ........................................................................ 68, 149


Salva progetto con nome.............................................................. 149
Salvataggio e caricamento delle impostazioni predefinite......... 87, 105
Scorciatoie ................................................................................... 188
Sezione d'imporatazione
Carica materiale audio................................................................. 44
Sezione Esporta ........................................................................... 137
Masterizzazione di CD o salvataggio dei file audio........................ 45
Sezione Importa ....................................................................... 45, 51
Sezione mastering ........................................................................ 105
Sezione Restauro ........................................................................... 87
Elaborazione ............................................................................... 45
Simulatore di acustiche......................................................... 125, 160
Simulazione nastro (Plug-In).......................................................... 118
Sound Cloner ............................................................................... 111
Soundcloner - FFT Filter ............................................................... 112
Spectral Cleaning ................................................................... 99, 159
Spectral Cleaning (Menu) .............................................................. 159
Spostamenti nella traccia master .................................................... 77
Stereo ............................................................................................ 66
Stereo FX ..................................................................................... 106
Suddividi ...................................................................................... 156
Suddividi Oggetti alle posizioni del marker..................................... 164

www.magix.com
Indice analitico 203
Suggerimenti & Trucchi ................................................................. 185
Suggerimenti sugli strumenti ......................................................... 185
Supporto ................................................................................ 24, 145
Supporto audio 24 bit ............................................................... 24, 57
Supporto della rotella del mouse ................................................... 189
Supporto Plugin DirectX/VST ..........................................................25
Surround ........................................................................................66
Surround Editor .................................................................... 123, 160
Surround Transitions....................................................... 26, 124, 160

Taglia ........................................................................................... 157


Taglia oggetti ..................................................................................81
Tasti ...............................................................................................68
Tempo/Resampling.........................................................................89
Tracce CD sotto forma di singoli file WAV...................................... 147
Traccia master.......................................................................... 23, 65
Tracciamento delle curve di volume........................................... 25, 84
Transizioni oggetti................................................................... 81, 177
Trasferimento dei dati ................................................................... 145
Trasferimento digitale......................................................................53
Tre automazioni 1Click....................................................................22
Tutorial ...........................................................................................27

Unità di misura.................................................................. 46, 67, 176

Valutazione di tutti gli effetti in tempo reale .................................... 162


Verifica e spostamento degli indicatori di traccia..............................86
Verificare la pausa tra i due lati del disco .........................................32
Video Cleaning................................................................................18
Visuale Stereo............................................................................... 173
Voice Over............................................................................ 135, 160
Voice-Over ................................................................................... 160
Volume ...........................................................................................66

Wizard ( ..........................................................................................47

www.magix.com
204 Indice analitico

Zoom ............................................................................................. 74
Zoom rapido................................................................................... 84

www.magix.com