Sei sulla pagina 1di 16

N° 00 Giornale della Facoltà di Farmacia di Genova giugno-settembre 2008

Una finestra di consapevolezza


L ’idea di un giornale di Facoltà
nasce dalla crescente necessità
di noi studenti di dover comunica-
tinuo e adesso in ancor più rapido
mutamento.
Il mondo sanitario più di ogni
re e informarsi sui fatti che mag- altro si trova ad affrontare novi-
giormente ci riguardano. tà; se forse prima per esercitare la
Pensiamo che il giornale possa professione bastava essere laureati
essere una finestra di conoscenza, ed aver superato l’esame di Stato,
di consapevolezza di fatti, di pro- ora è richiesta una preparazione
grammi e ci auguriamo un movi- maggiore. Quindi sin dall’univer-
mento di idee e di persone, che sap- sità, si rende necessario attuare un
piano tempestivamente soccorrere programma che prepari, insegni e
la nostra futura professione, prima formi quel professionista sempre
che noi futuri laureati ci troviamo meglio e sempre più padrone del
a lavorare vicino al banco frigo di farmaco, e nell’ambito della far-
qualche supermarket! Dobbiamo macia operatore d’incontro e di
affrontare anche il problema che si consiglio tra il medico e il pazien-
genera tra l’essere un professioni- te, in grado di poter rispondere a
sta e un commerciante. tutto ciò di cui il cliente ha biso-
Mercurio è il nome scelto: il dio gno per la sua salute, dal semplice
greco mediatore tra l’uomo e gli consiglio alla preparazione magi-
dei, tra le forze degli inferi e quelle strale, senza trascurare i servizi
celesti, dio furbo, ritenuto perfino diagnostici, assistenziali anche nei
propiziatore della fortuna e della rapporti con il Servizio Sanitario
ricchezza. Nazionale.
Il giornale è aperto alle idee di Il giornalino si esprime in 3 ru-
tutti noi studenti di farmacia, e a briche:
tutti coloro, corpo docente e non, Università - per avere sempre
che vogliano collaborare ad una ci, riguardanti l’università, come notizie dall’Ateneo e dal mondo
migliore formazione universitaria lo scambio appunti, che saranno universitario;
e professionale. Ognuno di noi è pubblicati nella prossima uscita Scienza - indispensabile occhio
necessario per la buona riuscita di nella futura rubrica “Bacheca”. vigile e attento a ciò che di più in-
questa impresa che ha importanti Siamo convinti sia giunto il mo- teressante viene studiato e scoper-
obiettivi da raggiungere, chiedia- mento che anche la nostra Facoltà to nei laboratori di tutto il mondo;
mo quindi a tutti coloro che vo- di Genova, come già altre prima Cultura - fondamentale nella
gliono collaborare attivamente con di noi, debba affrontare il proble- formazione di un equilibrio intel-
Mercurio di mettersi in contatto ma dei cambiamenti avvenuti o in lettuale, di riflessione critica e al
con la Nostra Redazione all’indi- atto nel mondo del lavoro, predi- senso di discernimento, essenziali
rizzo di posta elettronica: sponendo corsi adeguati, per non nel metodo scientifico.
mercurio.farmacia@hotmail.it trovarsi impreparata davanti alle Buona lettura.
(anche solo per l’invio di annun- richieste della professione in con- Lorenzo Manca
2 Numero 00 Mercurio

Università
Intervista al neo eletto preside della nostra facoltà:
Giornale della Facoltà Alessandro Balbi

Q
di Farmacia di Genova uali sono le sue priorità, i suoi e il loro diretto coinvolgimento per-
progetti per la Facoltà di Far- metterà di fornire quelle competenze
macia, dall’1 novembre 2008? necessarie al completamento della fi-
Lo sviluppo della Facoltà di Farmacia gura professionale del Farmacista. Il
LA REDAZIONE e la sua efficienza si misurerà dalla Farmacista dovrà essere culturalmen-
capacità di coniugare passato e pre- te preparato a svolgere un’attività pro-
sente progettando un futuro che dovrà fessionale sempre più rivolta verso il
Lorenzo Manca corrispondere ai bisogni della socie- farmaco e servizi avanzati come ad
tà e del mondo produttivo. Saranno esempio quelli di diagnostica. Dovrà
Francesca Marsano quindi di fondamentale importanza i essere pronto e disponibile a rendere
rapporti con gli Ordini Professionali le farmacie un presidio polifunzio-
Giovanni Piaggio della Liguria e del basso Piemonte, i nale del servizio sanitario nazionale.
contatti con le industrie Farmaceuti- Proponendosi come “l’esperto del
che e con altre realtà connesse con il farmaco” e come tramite fra medico
Riccardo Giraudo mondo del “farmaco”. e paziente potrà far valere appieno
Auspico una revisione delle modalità tutta la sua professionalità mettendo
Elena Pozzo di erogare la didattica confrontando a frutto la cultura acquisita da tutti gli
il nostro sviluppo dei corsi con quel- insegnamenti presenti nel Corso di
Chiara Sabolla lo di alcune importanti scuole di far- Laurea.
macia Europee (tedesche, francesi ed
inglesi), cosa che porterebbe senza Come intende affrontare la que-
Chiara Tardivelli dubbio ad avere studenti più prepara- stione dei 4 poli didattici?
ti sia alla professione del Farmacista La riunione dei Dipartimenti (DIC-
Laura Camandone che a quello del Chimico Farmaceu- TFA e DISCIFAR e della sezione di
tico nel mondo industriale. Farmacologia del DIMES) che oggi
Pericle Nikas sono fisicamente dislocati nei poli di
Ritiene che gli insegnamenti tra Sturla e San Martino è sempre stata
loro siano integrati e risultino esse- nell’agenda dei Presidi che mi hanno
Angelo Cho re propedeutici l’uno all’altro? preceduto e costituisce una priorità
Mi impegnerò al coordinamento dei assoluta. Gli studenti troverebbero
corsi e alla loro integrazione, liberan- finalmente in un’ unica struttura tutti
Con la gentile partecipazione do il docente dalla ripetizione di no- i servizi, le aule didattiche ed i labo-
del Prof. Alessandro Rosina, zioni già presenti in altre discipline, ratori organizzati senza vuoti tempo-
docente di Demografia cercando di trovare modalità di inse- rali.
all’Università Cattolica gnamento mirato e continuativo da
di Milano. un esame all’altro, dando allo studen- Il suo programma per l’anno
te gli strumenti migliori per facilitare avvenire?
l’apprendimento di nuove tecnolo- Il perfezionamento dei servizi di
gie, nuovi farmaci, nuovi processi, orientamento, il potenziamento
sempre più aderenti e al passo con le dell’A.I.S.F., il potenziamento del
esigenze del mondo del lavoro. tutorato didattico e dei corsi di recu-
Stampa Erga
Via Biga 52 r - Genova Il contatto diretto con i problemi e gli pero, il reperimento di nuove sale di
obiettivi dell’industria farmaceutica lettura e la creazione di un posto di
permetterà inoltre di modernizzare i ristoro nel cortile antistante il DISCI-
programmi della Facoltà nei settori FAR, nel polo di San Martino, costi-
specifici dell’industria farmaceutica tuiscono obiettivi realizzabili già dal
(laurea in CTF). primo anno di Presidenza.
mercurio.farmacia@hotmail.it Per la laurea in Farmacia il coordi- Buon lavoro!
namento con gli Ordini professionali Lorenzo Manca
Mercurio Università Numero 00 3

Notizie da un bellissimo
primo anno insieme
M atricola... una parola che più e
più volte ci ha etichettato, e ad
oggi0 ci appartiene, nella quale nuo-
contrare persone che abitano in una
città diversa dalla tua, in una regione
diversa dalla tua, talvolta in uno stato
zione di chimica, la terza è saper re-
sistere un quarto d’ora “pressati come
sardine” sul 45 che porta al diparti-
vamente dobbiamo per forza di cose diverso dal tuo, piuttosto che imbat- mento di Sturla, la quarta è riuscire
identificarci... tersi nel proprio vicino di casa . a pranzare nel minor tempo possibile
E anche questa volta, da buoni e vo- Essere matricole nella facoltà di far- senza trovarsi a fisica con il bocco-
lenterosi novelli, ci siamo piegati a macia significa ciò e altre mille cose... ne in gola, la quinta è fare ognuna
quelle0prove celebrali ma non solo, La prima settimana devi imparare la queste cose tutti i giovedì e non solo,
che hanno reso questo primo seme- collocazione delle lezioni, dalla se- la sesta è perseverare in ognuna di
stre un misto portentoso di fatiche conda settimana devi iniziare a indi- queste “incombenze” anche quando
e risate insieme, e che più di tutto viduare le persone che ti circondano: l’inverno incalza, la settima è non
si sono rivelate “giudici” per quella futuri farmacisti, futuri informatori, arrabbiarsi quando il vento piega te e
idoneità che ci avrebbe consentito di futuri erboristi, futuri chimici, futu- l’ombrello in salita Papigliano... l’ot-
procedere in questo lungo percorso ri medici, futuri biologi... Perché in tava, ma non ultima per importanza,
quinquennale: la facoltà di farma- quel di san martino si vedono sfilare è che proprio in ognuna di queste cir-
cia... migliaia di camici bianchi che an- costanza ci si trova a fare le risate più
Essere matricole significa trovarsi in dranno0ad occupare altrettante pro- clamorose con quelle nuove persone
una realtà0nuova, in una realtà dove fessioni diverse. che improvvisamente sono diventa-
non ci sono più confini nei quali ri- Ma quel che rende davvero unico te compagni e amici! E ora che tutte
conoscersi e ai quali appartenere, questo primo semestre è cioè a cui queste cose le imparate, posso dire,
non esiste più la scuola, ma esiste prima ho alluso con il termine “col- forse a clamor di popolo, che ne è
la facoltà, non esiste più l’aula, ma locazione”... a quanto pare per di- valsa la pena...
il dipartimento, non si parla più di ventare farmacista si deve procedere Ma non è finita qua, perché farmacia
quadrimestre, ma di semestre, non ci a passi lunghi e ben distesi, ma non è molto di più... farmacia è studiare
sono più i compiti in classe, ma gli per modo di dire, qui se non si han l’infinitamente piccolo, per capire
esami, non c’è più la ricreazione, ma davvero le gambe in spalla sarà ben l’infinitamente grande, è studiare
la pausa caffè, non c’è più la classe, difficile seguire le lezioni... l’atomo per capire la materia, è stu-
ma ci sono tanti gruppi e tanti co- La prima cosa che bisogna impara- diare il mitocondrio per capire la cel-
noscenti, non c’è più l’obbligo, ma re è sapersi “scapicollare” tra il Polo lula, è studiare la cellula per capire
la possibilità, non c’è più il dovere Alberti e il dipartimento di matema- l’organismo, è studiare la genetica
ma la buona volontà... E soprattutto tica, la seconda è saper pazientare un per scoprire il l’umanità, è studiare il
quando si entra all’università, per la quarto d’ora alla fermata dell’autobus farmaco per sconfiggere il dolore.
prima volta sarà più facile e ovvio in- per raggiungere a tempo record la le- Elena Gallia

La proposta: “The Wall”


A d ogni lezione si ha la sensazione che la teoria e la pratica siano infinitamente distanti tra loro, e il nozionismo e
l’apprendimento mnemonico siano la strada obbligata per conseguire il superamento dell’esame. Potrebbe essere
d’aiuto la verifica sull’importanza delle nozioni che si devono apprendere, con accessi ai laboratori di ricerca in forma
coordinata dal professore e continuativa per lo studente, che si è distinto nel suo impegno. Questa promozione consente
agli studenti più meritevoli di “abbattere” un muro di carta a volte troppo spesso. La proposta rilancia la materia di studio
dando allo studente l’opportunità di veder soddisfatta la sua curiosità nella verifica delle nozioni che gli tocca studiare. Il
docente in quest’occasione può far conoscere anche gli strumenti più avanzati e tecnici che bisogna saper usare e che ne-
cessitano una conoscenza della loro teoria. Questo è un modo di costruire qualcosa che va al di là della pagina di testo...
qualcosa che davvero accresce e arricchisce la nostra formazione professionale dando soddisfazione all’intelligenza e
facilitando l’apprendimento.
Mercurio
4 Numero 00 Università Mercurio

L’Associazione Italiana Studenti di Farmacia

L ’Associazione Italiana Studenti di Farmacia nasce


dall’idea di alcuni ragazzi italiani che hanno fatto
della necessità di vivere al meglio quell’arco di tempo
• Seminari, conferenze, simposi e convegni scientifici
• Visite ad industrie del settore farmaceutico
Il socio della sede AISF ha dunque la possibilità di acce-
contraddistinto dallo studio universitario. L’Aisf è un’as- dere a programmi di mobilità studentesca in Europa e nel
sociazione nazionale che rappresenta la maggior forza mondo, di impegnarsi per il miglioramento della società
studentesca di farmacia sul territorio; essa è finalizzata in cui opera ma soprattutto vivere un’esperienza unica ed
alla formazione degli studenti della Facoltà di Farmacia irripetibile di aggregazione e divertimento.
e dei giovani laureati in Farmacia, Chimica e Tecnologia
Farmaceutiche e delle lauree non Specialistiche della Fa- L’ AISF  ha rapporti con gli ordini professionali e con
coltà di Farmacia. L’associazione, infatti, perseguendo i i più importanti Enti del pianeta Farmacia:
suoi obiettivi permette agli studenti di vivere in maniera FOFI (Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani)
più attiva la facoltà nella quale sono iscritti e soprattutto FederFarma (Federazione Nazionale Unitaria dei Titolari
di sviluppare doti e conoscenze che, altrimenti, dovreb- di Farmacia Italiani)
bero essere frutto di un’individuale intraprendenza.
SIFO (Società Italiana dei Farmacisti Ospedalieri)
L’AISF, permette ai suoi iscritti di incrementare le proprie
conoscenze organizzando giornate di studio e congressi, FeNAGIFar (Federazione Nazionale Associazione Gio-
il più importante dei quali è il Congresso Nazionale che vani Farmacisti)
ogni dicembre chiude l’anno di lavoro e inaugura quel- ADF (Associazione Distributori di Farmaci)
lo nuovo, su temi inerenti la formazione professionale e partecipa ai più importanti congressi Nazionali ed Inter-
dei laureandi in farmacia; inoltre, essendo essa in con- nazionali del settore farmaceutico.
tatto con enti pubblici e privati del settore farmaceutico, Tutte queste iniziative arricchiscono il curriculum for-
dà la possibilità di partecipare ad importanti eventi con mativo dei soci grazie ad attestati molti dei quali validi
condizioni d’accesso vantaggiose, com’è per esempio per l’attribuzione di CREDITI FORMATIVI UNIVER-
in occasione di Cosmofarma. L’Associazione, attiva sul SITARI e favoriscono il miglioramento professionale del
territorio nazionale da più di 6 anni, anche se è ancora futuro farmacista.
da considerare una giovane realtà, ha raggiunto notevoli
traguardi. L’AISF a Genova offre ai propri soci la possibilità di
usufruire di diversi vantaggi tra cui: un aula studio con 4
L’ AISF  promuove: tavoli munita di postazioni informatiche con collegamen-
• Contatti e scambi di informazioni tra gli studenti di to gratuito a internet e stampante, la possibilità di usufru-
Farmacia italiani ed europei ire degli appunti migliori di tutte le discipline dei 5 anni
• Iniziativa tendenti al miglioramento professionale de- di corso, sconti e molte altre agevolazioni.
gli associati
• Campagne d’informazione scientifiche e culturali L’aisf è tante altre cose, ma è difficile descriverle o par-
• Colloqui di orientamento professionale, facilitando larne... meglio viverle.
l’inserimento nel mondo lavorativo
Matteo Salomone
(socio AISF Genova)
Mercurio Università Numero 00 5

CHE COSA L’EPSA organizza quattro eventi prin-


cipali all’anno, di cui il più importante
sviluppano anche progetti come, corsi
di formazione, campagne umanitarie,
è L’EPSA? è il congresso annuale. L’assemblea progetti di scambio fra studenti noti
autunnale, viene pianificata con la col- come TWINs e progetti di mobilità
laborazione dell’ESCP (European So- individuale (IMP, Individual Mobility
Molti studenti non sanno che cosa sia ciety of Clinical Pharmacists), la socie- Project).
l’EPSA: l’associazione studentesca eu- tà europea di farmacisti clinici. Inoltre, Come presidente dell’EPSA, vorrei in-
ropea di farmacia. Lo abbiamo chiesto l’EPSA organizza anche dei congressi vitare calorosamente tutti gli studenti
alla presidentessa dell’EPSA: e dei ricevimenti estivi ogni anno. italiani di farmacia che vogliono con-
Oltre ad allestire vari eventi, duran- tribuire all’EPSA e ai suoi progetti,
A tutti gli studenti di Farmacia: te l’anno l’EPSA si impegna in molte dei quali sono sicura che l’Europa ha
La professione del farmacista è in con- altre attività. Le sue strutture includo- bisogno di conoscere. Spero di vedere
tinua crescita e sviluppo, e noi come no sette commissioni: risorse umane, molti di voi all’assemblea autunnale
studenti siamo il futuro della farmacia scienze farmaceutiche, formazione del- dell’EPSA a Dubrovnik, in Croazia tra
in Europa. la farmacia, salute pubblica, mobilità, il 20 e il 25 ottobre 2008.
L’EPSA (European Pharmacy Students informazione farmaceutica e sviluppo Potete trovare molte alter informazioni
Association), l’associazione studen- della professione. Gli studenti possono nel nostro sito www.epsa-online.org e
tesca europea di farmacia, rappresen- partecipare a queste commissioni, le iscrivervi al nostro forum a http://epsa-
ta oltre 120000 studenti in ventinove quali raccolgono le informazioni per online.org/phpBB3/index.php
paesi europei. Il nostro obbiettivo è lo la preparazione di una “policy paper”, Marisabelle Bonnici
sviluppo degli interessi e delle opinio- una linea di pensiero che verrà presen- Presidente dell’EPSA 2008 – 2009
ni degli studenti europei di farmacia e tata all’unione europea, ai nostri colla-
l’incoraggiamento del contatto e la co- boratori e a tutte le facoltà europee di Traduzione a cura di Angelo Cho
operazione fra di loro. farmacia. Inoltre, queste commissioni

Quando gli esami fanno paura


S e l’immagine che vedete qui ripor-
tata ricorda la vostra espressione
prima di dare un esame... allora siete
vengono anche valutate le sue capacità
intellettive e di ragionamento, inoltre teme
che la valutazione di quel dato esame cor-
vittima di ansia da prestazione. risponda al giudizio personale che il pro-
fessore ha dello studente stesso.
Mani che sudano, cuore che batte all’im- Si può inoltre dimostrare che tanto più
pazzata, nodo allo stomaco... sono tutti l’esame è impegnativo e il docente esigen-
sintomi famigliari a chi deve affrontare un te, tanto maggiori sono i sintomi da ansia,
esame e cade in quella che è definita ansia per cui possiamo dire che la difficoltà di un
da prestazione. esame e l’ansia che esso provoca in colui
L’ansia da esame è un tipo di ansia da pre- che lo dovrà sostenere sono direttamente
stazione che è abbastanza diffusa tra gli proporzionali.
studenti: essa si manifesta generalmente L’ansia compare prima dell’esame, solita-
con la formulazione di pensieri negativi e mente durante la preparazione e può pro-
addirittura catastrofici riguardanti l’epilo- vocare veri e propri sintomi come inson-
go della prova. nia, nervosismo, irritabilità, difficoltà di
Questi pensieri provocano l’autoconvin- concentrazione, portando a vere e proprie
zione di non essere in grado di superare sintomatologie psicosomatiche.
l’esame, di essere bocciato, di rimediare mento esterno, in questo caso un voto. Ma ci sarà pure un modo per opporsi a que-
solo una brutta figura. Chi soffre d’ansia da esame sente che non sta terribile sensazione che tiene gli stu-
Il soggetto che presenta ansia da esame fa vengono valutate solamente le proprie co- denti in un limbo di ossessioni e paranoie?
dipendere la sua autostima da un riconosci- noscenze sulla materia in questione ma Come primo passo è utile ridimensionare
6 Numero 00 Università Mercurio

l’importanza dell’esame (senza esagera- che permettano di “staccare la spina” e di la capacità di pianificare scelte economi-
re...), poi è utile cercare di gestire i pro- non pensare per un po’ alla prova: qualsia- che sono correlate. Egli ha condotto un
pri pensieri, filtrandoli in un certo senso e si attività va bene purché gradita come ad esperimento sulla cosiddetta “ansia anti-
considerando solo quelli positivi, quindi esempio uscire con gli amici, praticare uno cipatoria”. Sottoponendo i suoi studenti a
cercare di essere ottimisti (anche qui ov- sport, o semplicemente rilassarsi. Molti risonanza magnetica mentre eseguivano un
viamente senza esagerare... di certo non studenti arrivano all’esame in uno stato gioco di società in cui era chiesto loro di si-
funziona andare ad un esame completa- psicofisico disastroso. La causa? Notti pas- mulare investimenti finanziari, lo studioso
mente impreparato e convincersi che il sate sui libri, tonnellate di caffè bevute per ha scoperto che i soggetti con livelli ele-
professore si limiti a chiedere solamente il restare svegli, alimentazione irregolare. vati di ansia anticipatoria, correlata all’at-
numero di matricola!). È importante trattarsi come un atleta prima tivazione dell’area del cervello chiamata
Può essere utile farsi un programma di di una gara: le prestazioni intellettuali sono “insula anteriore”, hanno migliori capacità
studio e studiare con compagni di corso influenzate dallo stato psicofisico. nella previsione dei rischi connessi a scelte
in modo da condividere le paure e cercare Sapevi che... di investimento sbagliate.
di darsi sostegno reciproco. È importante Gregory Samanez-Larkin, un ricercato- Per cui se l’ansia da esame proprio non
che il programma di studio comprenda dei re della Stanford University (California, passa si può sempre sfruttare... per fare i
momenti da dedicare ad attività piacevoli Usa), è riuscito a dimostrare che l’ansia e consulenti finanziari!!!
Francesca Marsano

Il “degiovanimento” italiano
Q uando in una popolazione aumenta il
peso delle nuove generazioni si par-
la di “ringiovanimento”. Nel caso di un
fico corrisponda anche un degiovanimento
sociale, vale a dire una perdita generalizza-
ta di peso e di importanza dei giovani.
in meno per tutte le altre voci rispetto alla
media europea. La questione pensionistica
è un ulteriore elemento di iniquità nel rap-
processo opposto, nel quale la consistenza La teoria economica dice che se un bene porto tra le generazioni: come è stato da
delle nuove generazioni si riduce, si par- diventa più raro tende a diventare di con- molti sottolineato, le riforme previdenzia-
la di “invecchiamento”. Tale termine però seguenza anche più prezioso, aumenta di li hanno addossato la gran parte dei costi
porta a concentrare più l’attenzione sulla valore e viene più ricercato. Stranamente dell’invecchiamento sulle nuove genera-
crescita della popolazione anziana e delle ciò non accade in Italia per il bene “giova- zioni. E, dulcis in fundo, la più odiosa delle
sue implicazioni, e meno invece sulla ri- ni”. I giovani italiani, rispetto ai coetanei iniquità nei rapporti intergenerazionali: il
duzione della popolazione giovanile. Il europei, contano meno non solo dal punto debito pubblico. Nel 2007 l’indebitamen-
confronto tra Italia e Francia può essere di vista demografico, ma anche da quello to italiano è stato l’unico dell’area euro a
illuminante in questo senso. La longevità sociale, economico e politico (1). Siamo trovarsi sopra il Pil, mentre in tutti gli altri
nei due paesi è molto simile: del tutto com- infatti il paese che nel complesso risulta grandi paesi europei non oltrepassa il 65%.
parabili sono i livelli dell’aspettativa me- più squilibrato nei rapporti tra generazio- Un debito formato dalle generazioni più
dia di vita. Analogo è anche l’ammontare ni. C’è, in primis, lo squilibrio nei rapporti vecchie per salvaguardare il proprio benes-
della popolazione. La differenza sta tutta quantitativi, che corrisponde anche ad un sere e che ora brucia risorse che potrebbero
nella parte bassa della piramide delle età. più ridotto peso elettorale per le nuove essere destinate a rendere meno squilibrata
Negli ultimi venticinque anni la fecondi- generazioni. Ma esiste anche un deficit di la spesa per protezione sociale verso le ge-
tà francese si è mantenuta attorno a valori presenza dei giovani nella classe dirigen- nerazioni più giovani.
poco inferiori ai due figli per donna, soglia te. La maggiore gerontocrazia del mondo La spirale del “degiovanimento” penaliz-
che rappresenta il livello di equilibrio nel politico di cui soffre il nostro paese è inol- za lo sviluppo e la crescita. Per mantene-
rapporto generazionale. Nello stesso pe- tre accentuata da barriere anagrafiche di re competitivo il Paese, alla diminuzione
riodo l’Italia è diventata uno dei paesi con ingresso nel Parlamento che difficilmente quantitativa delle nuove generazioni si
più cronica denatalità al mondo. La con- trovano paragoni negli altri paesi occiden- deve rispondere con un aumento qualita-
seguenza è che ora rispetto alla Francia tali (2). L’occupazione giovanile under 25 tivo. La strada è semplice, si deve inver-
contiamo oltre quattro milioni e mezzo di è poi tra le più basse (la Spagna negli ul- tire completamente la rotta. Ovvero, fare
under 25 in meno, siamo inoltre quelli in timi dieci anni ci ha superati) e la disoc- quello che sinora non si è fatto: investire in
Europa con peso più basso di tale fascia cupazione tra le più elevate. Per chi poi formazione, in opportunità occupazionali
d’età sul totale della popolazione (gli unici trova lavoro, come dimostrano i dati Istat e e in protezione sociale. Ma poi, soprattut-
scesi sotto quota 25%. della Banca d’Italia, i salari risultano par- to, premiare i migliori. L’Italia dei pros-
Quello del declino demografico dei gio- ticolarmente bassi ed il divario con quelli simi decenni sarà meno peggio di quella
vani è un fenomeno del tutto inedito e del dei cinquantenni si è ampliato. Sbilanciato presente solo se avremo figli mediamente
quale il nostro paese è una della punte più a favore delle generazioni più vecchie è più bravi dei padri e consentiremo ai più
avanzate. Un processo che, per analogia anche la spesa sociale. In tutti gli altri pa- capaci di arrivare ai posti più importanti e
con quello della denatalità e per contrap- esi dell’area euro le pensioni incidono per prestigiosi.
posizione a quello del ringiovanimento, meno della metà della spesa per protezione Alessandro Rosina
potremmo chiamare “degiovanimento”. Il sociale, noi invece superiamo il 60%. Se si Professore associato di Demografia
rischio è che al degiovanimento demogra- scorporano le pensioni spendiamo un terzo all’Università Cattolica S.C., Milano
Mercurio Università Numero 00 7

Il sistema università si aggiorna... noi?


L a farmacia sta cambiando e profonda-
mente. I motivi sono vari e collegati tra
loro: riforma normativa, pressioni tecnolo-
ad aumentare la preparazione dei farma-
cisti neolaureati con corsi post-laurea:
il“Diploma in farmacia pratica” si con-
“Fondamenti di chimica nucleare”, “Far-
macovigilanza”, “Fitovigilanza”, “Proteine
ricombinanti di interesse terapeutico”, con
giche, nuovi atteggiamenti culturali. C’è segue seguendo un corso part time il cui lo scopo di preparare gli studenti alle nuo-
chi parla addirittura di “rivoluzione coper- obiettivo principale è di dotare gli opera- ve tecnologie e ai nuovi campi di ricerca.
nicana del sistema”;sicuramente il quadro tori delle competenze e conoscenze di cui Il neolaureato può seguire varie strade:
delle dinamiche e dei problemi è in piena hanno bisogno per fornire assistenza far- può essere assunto all’interno di centri
evoluzione e solo chi avra’ gli strumenti e maceutica in una clinica. commerciali come “farmacista da banco”,
le conoscenze giuste per gestire il cambia- L’Italia, a causa della mancanza di fondi, in una farmacia, in una Azienda Sanita-
mento ed elaborare nuovi metodi di lavoro resta indietro nella ricerca. Alcuni atenei ria Locale (ASL), puo’ restare all’interno
potrà farcela. però stanno iniziando a sviluppare nuove dell’ambiente universitario come ricerca-
Alcuni atenei stranieri hanno sviluppato strategie per far fronte ai cambiamenti in tore, oppure puo’ dedicarsi a corsi e ma-
nuovi corsi; i programmi dell’università di corso: di fronte alla liberalizzazione dei ster post laurea. L’attività del farmacista a
Atene propongono “Biofarmaceutica, “Ra- farmaci, Università di Pisa ha lanciato un contatto diretto col pubblico è ben diversa
diochimica farmaceutica”, “Fitoterapia”, master di secondo livello con lo scopo di dall’attività ospedaliera: il farmacista ospe-
”Omeopatia”, “Farmacoeconomia”, oltre mettere il farmacista in grado di intervenire daliero deve rendere disponibili tutte le in-
ad una particolare distribuzione dei corsi sul mercato con le giuste capacità critiche e formazioni di competenza, atte a garantire
(37 corsi obbligatori+11 a scelta). Com’è manageriali, indispensabili per competere la sicurezza ed appropriatezza d’impiego
evidente, le nozioni acquisite in piani di con le grandi multinazionali. Fondamen- dei farmaci e ad effettuare le opportune va-
studi comprendenti queste materie,portano tale è il miglioramento dell’approccio con lutazioni farmaco-economiche e farmaco-
il”neofarmacista”ad una preparazione su i consumatori e, parallelamente, perché il epidemiologiche; il farmacista “pubblico”
scala più ampia e ad una maggiore apertura cittadino continui ad identificare la farma- deve essere in grado di fornire consigli,
verso “il nuovo”. cia come punto di riferimento per la tutela fare semplici diagnosi e curare la salute
L’Università della California, San Franci- della sua salute, egli deve riuscire ad au- dell’individuo parallelamente al medico di
sco, ha sviluppato maggiormente il ramo mentare l’integrazione con il sistema sani- fiducia del paziente.
della ricerca, a scapito della preparazione tario nazionale. Guardare al fututo però non deve implicare
dei futuri farmacisti; vi è una ricca e diver- L’Università di Bologna mira a sviluppare la perdita dei vecchi principi: molte Uni-
sificata miscela di scienziati e medici che anche le capacità informatiche e linguisti- versità tengono in vita corsi sulla storia
include esperti di bioingegneria, biologia che dei suoi laureandi. della farmacia e sulla evoluzione di questa
chimica, proteomica, farmacogenetica, L’Università di Genova ha sviluppato nuo- nel corso dei secoli; la maggior parte delle
HIV/AIDS, gestione del dolore, malattie vi corsi a scelta molto particolari come conoscenze acquisite nel corso dei secoli
infettive e politica sanitaria. “Banche dati di interesse farmaceutico”, sono ancora oggi pietre miliari nella ricer-
L’Ateneo di Londra, al contrario, mira “Fitodermatiti”, “Micologia medica”, ca e nell’attività dei farmaci.
Chiara Tardivelli e Pericle Nikas

Storia della nostra facoltà


Introduzione il susseguirsi di eventi che hanno portato do di vantarne anche il primato nel mondo
Prima che possiate iniziare a leggere l’ar- alla fondazione del nostro dipartimento far- occidentale; infatti la sua fondazione risale
ticolo qui di seguito riportato, mi sento in maceutico. al 1088, anno scelto convenzionalmente
dovere di ringraziare voi tutti e in particola- Prima di poter continuare la stesura mi è nell’Ottocento da un comitato di storici
re Lorenzo per avermi dato la possibilità di sembrato doveroso proporre la definizione guidato da Giosue Carducci per festeggiar-
aderire alla prima stesura di questo giorna- della parola “università”, infatti secondo ne l’ottocentesimo anniversario.
lino di facoltà. l’enciclopedia il termine “Università” (dal Tra i molti centri accademici creatisi tra il
Una “piccola goccia nel mare” ecco come latino universitas, -atis) è un’istituzione co- 1088 e il 1924 sono sorti prima “scuole”
lo definirei, una goccia che spero possa ap- stituita da un gruppo di strutture scientifi- di indirizzo farmaceutico che poi si sono
passionare e coinvolgere sempre di più gli che finalizzate alla didattica e alla ricerca. evolute in istituti aventi un indirizzo uni-
studenti e gli illustrissimi professori alle te- Le università attribuiscono dei titoli acca- tario di Medicina e Farmacia con un Corso
matiche riguardanti: cultura, scienza e “sco- demici che si conseguono a séguito di corsi di Laurea in Farmacia di due anni, fino al
perte” (da noi trattate) e a passato, presente cui si accede dopo aver terminato gli studi distaccamento dell’indirizzo farmaceutico
e futuro dell’università italiana e in partico- secondari. da quello medico dando così origine ad un
lare di quella genovese. Le università presenti in Italia sono all’in- vero e proprio indirizzo di studi indipen-
In questo primo articolo a noi dedicato, ho circa un centinaio e sono presenti su tutto il dente.
pensato di occuparmi facendo qualche breve territorio dalla valle d’Aosta alla Sicilia ma Il distaccamento avvenuto intorno ai primi
accenno, alla storia dell’Università italiana il primato di università più antica è spettato anni del XIX sec. ha comportato la nascita
e a quella genovese, trattando in particolare all’emerito ateneo bolognese che è in gra- della Facoltà di Farmacia con la possibilità
8 Numero 00 Università Mercurio

di poter conferire il “Diploma in Farmacia”. lo “speziale” inizia a delinearsi sempre di tutte le farmacie diventa uniforme la com-
Il corso prevedeva la durata di quattro anni, più,quindi si rende opportuno la creazione posizione e la qualità dei medicamenti.
tre anni di studi universitari e un anno di di norme in grado di autorizzare gli indi- Negli stessi anni viene quindi fondata una
pratica professionale. vidui interessati all’esercizio della profes- scuola di chimica sotto il patrocinio del
Oltre a questo diploma nel XX sec. la Facol- sione. professor Batt, dove Mojon ottiene la cat-
tà di Farmacia evolutasi, iniziò a conferire Si crea quindi un ordinamento in cui si tro- tedra di chimica farmaceutica.
la laurea in “Farmacia” dopo quattro anni di vano i dati relativi alla burocrazia riguar- Nel 1788 si inizia a creare un vero lega-
studi universitari e un anno di pratica pro- dante il come diventare speziale e i “primi” me tra la pratica eseguita in negozio e la
fessionale. elementi relativi all’arte farmaceutica. teoria,infatti l’aspirante farmacista è obbli-
Nel febbraio 1971, infine, il Decreto del L’ordinamento in questione sostiene nei gato a frequentare negli ultimi 4 anni del
Presidente della Repubblica n. 293 fondò un primi punti che l’arte deve essere insegna- proprio settennio di pratica le lezioni uni-
secondo corso di laurea nella Facoltà di Far- ta soltanto ai nativi di Genova e delle tre versitarie.
macia che prese il nome di “Chimica e Tec- provincie, che il candidato avente un’età Da qui in poi l’ateneo genovese inizia sem-
nologia Farmaceutiche” in seguito furono compresa tra i 10 e i 20 anni si deve iscri- pre di più a delineare il suo aspetto odierno.
inoltre creati 2 corsi triennali detti: “tecni- vere (dopo aver ottenuto il consenso dai Dal 1800 ad oggi si è avuto un susseguir-
che erboristiche” e “informatore scientifico Consoli e dai Consiglieri della Corpo- si di audaci professori che con grinta sono
sul farmaco”. razione) in qualità di garzone presso un stati in grado di trasmettere il loro amore
Maestro già matricolato impegnandosi a per la chimica, in particolare di Chimica
Università di Genova rimanervi per otto anni se di età inferio- Farmaceutica:
A Genova, le origini dell’Università sono re ai 14 anni e compiuto poi il periodo di - il valido professor Moyon (ricordato
da ricercare in ambito “clericale”infatti dal tirocinio il candidato deve essere esami- tutt’oggi insieme ad altri professori di “alta”
1307 al 1773 l’istruzione superiore fu domi- nato dai Consoli, con il riconoscimento stima sulla lapide di marmo posta all’entra-
nata dai padri gesuiti. dell’idonetà attraverso un esame pratico ta, esattamente sopra la testa del “portiere
Il loro controllo finì proprio nel 1773 con che viene effettuato. di turno” del dipartimento di scienze farma-
la soppressione della compagnia di Gesù e Il tutto ha fine poi con il cosiddetto “Giu- ceutiche).
il passaggio del controllo sull’università in ramento di obbedienza”,con cui il nuovo - Giovan Battista Canobbio (si divide l’in-
favore del Senato della Repubblica di Ge- speziale può esercitare a suo piacimento segnamento di chimica generale da quello
nova con potere di nomina di professori e la sua professione, purchè avvenga in una di farmaceutica).
maestri. sede distante dieci case da quella del Mae- - Giovanni Nepomuceno Gardella succede
Nel 1777, un lascito consentì di fondare una stro presso il quale è stato garzone. a Canobbio, sotto la sua direzione il labo-
cattedra e un gabinetto di chimica che venne Nel 1518 si ha la fondazione della “log- ratorio di chimica farmaceutica assume
affidata a Guglielmo Batt, il quale iniziò a gia farmaceutica”che porta a 12 anni l’età carattere di maggiore specificità per l’inse-
lavorare per la costituzione di un orto bota- minima per essere ammessi ad apprendere gnamento.
nico sulla collina alle spalle del Palazzo uni- l’arte con l’obbligo di permanenza di otto - Professor Zuco. Con questo docente
versitario. Successivamente la deputazione anni. ha inizio quella che possiamo definire la
ritenne di dover introdurre insegnamenti di Nel 1558 si ha l’indignazione di alcuni fase moderna della chimica farmaceutica
tipo pratico- sperimentale. speziali per la vendita di infusi,pillole etc. dell’Ateneo genovese. Il professor Zuco
Con la costituzione dell’Impero francese, la all’interno di esercizi che non sono spezie- riorganizza il laboratorio ed istituisce un
Repubblica genovese venne assorbita, gli rie. regolare corso.
studi superiori furono suddivisi nelle scuole Nel 1617 proprio nello stesso anno gli - Luigi Marino
speciali di diritto, medicina, scienze fisiche “speziali farmacisti” si costituiscono in un - Marco Betti (1923-1926)
e matematiche, scienze commerciali, lingua collegio che prende il nome di “Magnifi- - Vincenzo Paolini
e letteratura, e farmacia. ca Università”con l’emanazione di questo - Luigi Colomba (1926-1927)
Nel 1862, la legge Matteucci attribuì a Ge- organo si vuole quindi sottolineare che il - Guido Cusmano (dal 1932 - anche
nova la qualifica di Università di secondo lavoro dello “speziale” è un lavoro esclu- preside)
livello. Venne annessa al primo livello nel sivamente rivolto alla preparazione del - Professor Gandini
1885 e, con l’entrata in vigore della legge farmaco. Fino agli odierni professori di chimica
Giovanni Gentile nel 1923, confermata defi- Da ciò sono state poi proposte nuove mo- farmaceutica come il professor Francesco
nitivamente come facoltà a tutti gli effetti. difiche all’ordinamento per ottenere l’abi- Bondavalli, il professore Balbi, la professo-
La Facoltà di farmacia a Genova litazione all’esercizio della professione ressa Luisa Mosti e il professore Ranise.
L’arte del farmacista nella nostra città ha quindi,l’età reale diventa compresa tra i 14 La sede del dipartimento di chimica far-
davvero nascita molto lontana. e i 18 anni i giovani devono essere adepti maceutica dal 1929 si trova presso una
Infatti già intorno al 1300 i cosiddetti “spe- della loggia,Il tirocinio deve avere una du- struttura sita nel quartiere di San Martino e
ziali” sono dapprima presenti all’interno rata pari a sette anni ma,i figli dei maestri insieme al dipartimento di Chimica e Tec-
delle mura cittadine e in secondo luogo sono non hanno bisogno di prenderla, purchè nologie Alimentari presente nel quartiere di
uniti in una sola corporazione coi droghieri facciano tirocinio nella farmacia paterna. Sturla fanno parte della facoltà di Farmacia
e confettieri. Negli stessi anni i giovani farmacisti ini- di Genova.
L’arte degli speziali è sempre stata tenuta in ziano a sentire l’esigenza di approfondire Riccardo Giraudo
molta considerazione nella nostra città. gli studi di tipo chimico e quindi nel 1787
È proprio in questi anni che la figura del- viene adottata una farmacopea per cui in
Mercurio Università Numero 00 9

 Notizie dal CSB di Farmacia "P. Schenone"


INFORMAZIONI GENERALI
• Indirizzo: viale Benedetto XV, 3 (I piano) - C.A.P 16132
• Telefono direzione: 010-3538375       
• Telefono amministrazione: 010-3538337       
• Telefono sala lettura/prestito: 010-3538327       
• Fax: 010-3538358
• E-mail: csbfar@unige.it
• Posti in sala lettura: 45

Notizie dal CSB di Farmacia


- Ampliamento orario per l’erogazione dei servizi
Grazie alla collaborazione degli studenti ai sensi dell’art. 13 L. 390/91
L’erogazione dei servizi fino al 15 luglio 2008 avverrà con il seguente orario:
mattino. LU-VE dalle ore 9: alle ore 12:30
pomeriggio LU-GIO dalle ore 14: alle ore 17:30

- Postazioni informatiche
Sono attive n. 7 postazioni informatiche (internet) tutorate
Sono in progress i lavori per 4 postazioni informatiche per l’utilizzo di computer personali
Per agosto 2008 è prevista l’attivazione wireless.

- Nuove acquisizioni
libri di didattica e didattica avanzata del CSB di Farmacia a disposizione per consultazione e prestito, le
copie sono presenti nel catalogo d’Ateneo (Aleph) consultabile via internet.

Titolo Autore Anno-Edizione N. copie Proposti da:


Robbins e Cotran, le basi patologiche delle ma- 2006 - 7 ed.
Kumar 1 Pronzato
lattie (in 2 volumi)
Structural identification of organic compounds
with spectroscopic techniques Ning 2005 1 Lucchesini
Biologia molecolare della cellula Alberts 2004 - 4 ed. 1 Quarto
Pharmaceutical practice Winfield 2004 - 3 ed. 1 Caviglioli
Martin’s physical pharmacy and pharmaceutical
sciences Sinko 2006 - 5 ed. 1 Caviglioli
Il manuale del fitopreparatore Pelle 1998 2 Vazzana
Biologia cellulare e molecolare Karp 2008 – 3 ed. 1 Quarto
L’essenziale di biologia molecolare della cellula Alberts 2005 – 2 ed.
1 Quarto
Guida ragionata allo svolgimento di esercizi di
D’Auria 2007
chimica organica 3 Pocci
Fisiologia: molecole, cellule e sistemi D’Angelo 2006 (in 2 volumi) 1 Palmero
Manuale dell’erborista Morelli 2005 2 Vazzana
Manuale dell’erborista Morelli 2005 2 Vazzana
Analisi farmaceutica Watson 2003 1 Bruno
Elementi di chimica fisica Atkins 2007 – 3 ed. 1 Cirafici
Istituzioni di patologia generale Dianzani 2004 – 4 ed. 1 Pronzato
Patologia: fondamenti clinicopatologici in me- Rubin
dicina 2006 1 Pronzato
Design of controlled release drug delivery sy- Li
2006 1 Caviglioli
stems
Biologia Solomon 2006 – 4 ed. 1 Quarto
Advanced organic chemistry
(part A: structure and mechanism; part B: reac- Carey 2007 – 5 ed. 2  Boido
tion and synthesis)
#
10 Numero 00 Università Mercurio

Università degli Studi di Genova V.le Benedetto XV, 3


CSB “P. Schenone” I –16132 Genova (Italy)
Tel.: (+ 39) 010 353. 8375
Centro Servizi Bibliotecari
Fax : (+ 39) 010 353.8358
della Facoltà di Farmacia (CSB FAR) mailto:csbfar@unige.it

Il questionario è indirizzato agli utenti della sala studio/consultazione/ prestito del CSB di Farmacia. Serve a raccogliere
la valutazione complessiva sui servizi erogati.
Il questionario è anonimo. La compilazione ci aiuterà a migliorare l’organizzazione dei servizi offerti.
I questionari vanno consegnati al bancone dell’aula studio del Discifar.

1. FACOLTÀ_______________________________________________________

2. LAUREA (3 anni)_________________________________________________

3. LAURA SPECIALISTICA (2 anni)_ __________________________________

LAUREA SPECIALISTICA A CICLO UNICO (5 anni)______________________

Studente q
Dottorando q
Studente Erasmus q

Indica i 5 servizi ritenuti più importanti scrivendo il numero relativo.

SERVIZIO UTILIZZATO scarso insufficiente sufficiente buono ottimo

1 Sala studio
(adeguatezza orario di apertura)
2 Consultazione
3 Prestito
4 Rinnovi e prenotazionio
5 Prestito interbibliotecario
6 Fornitura di Documenti
7 Servizio di Reference
8 Servizio fotocopie
9 Postazioni informatiche CSB
10 Postazioni informatiche PC propri
11 Richiesta “desiderata” dei libri
12 Pulizia e confort dei locali
  Giudizio complessivo

Suggerimenti:________________________________________________________________________________

___________________________________________________________________________________________
#

___________________________________________________________________________________________

___________________________________________________________________________________________

___________________________________________________________________________________________
Mercurio Scienza Numero 00 11

Un cuore nuovo direttamente


dal laboratorio

F orse vi sembrerà assurdo che un corpo cellule cardiache, o cellule pace maker
umano riprenda vita dal nulla come sono un tipo di cellule che non lavorano
quello di Frankestein... tuttavia, non vi do- autonomamente ma cooperano, addirittu-
L’ultimo passo è stato quello di trapianta-
re i cuori neo sintetizzati nell’addome di
altri topi che non hanno affatto rigettato
vrà sembrare assurdo che in un laboratorio ra basta che i citoplasmi interni di queste l’organo, anzi hanno ricreato un sistema di
sia possibile in un futuro ricreare un cuore cellule vengano in contatto perché esse si vasi sanguigni in grado di far riaffluire il
vivo e pronto per essere trapiantato. contraggano in modo armonico. sangue in questo cuore nuovo.
La possibilità di creare in laboratorio un I ricercatori hanno quindi stimolato elet- Per il trapianto nell’uomo ci sono ancora
cuore vero, pulsante, fatto di cellule che tricamente questi cuori e hanno fatto flu- diverse difficoltà: infatti per ripopolare gli
vivono, proprio come quelle presenti nel ire sangue per 10 giorni al loro interno: 4 organi è stato necessario iniettare 50-70
nostro organismo, oggi non è più solo una giorni dopo la semina delle cellule è com- milioni di cellule ognuno, estratte da un
fantasia da film di fantascienza, ma è dav- parsa la prima contrazione e dopo 8 giorni centinaio di cuori e nell’uomo questo non
vero possibile grazie all’equipe di Doris i cuori erano in grado di pompare sangue. sarebbe possibile e comunque sussistereb-
Taylor, direttrice del Center for Cardiova- A questo punto i ricercatori dell’equipe di be il problema del rigetto.
sculary repair, dell’Università del Minne- Doris Taylor hanno prelevato una sezione Tuttavia Neal D. Epstein del Laboratoty
sota. of Molecular Cardiology del Natio-
Il fattore che, fino a questo mo- nal Institute of Health di Bethesda
mento, aveva fatto da sbarramento (USA) ha dimostrato che il muscolo
alla ricerca sulla rigenerazione del scheletrico di diversi animali adulti
cuore era la sua struttura tridimen- contiene tipi di cellule che possono
sionale così tanto complessa. essere trasformati in cardiociti. Sa-
Dorys Taylor ebbe l’illuminazione rebbe quindi teoricamente possibile
tre anni fa quando ricordò che per prelevare le cellule dal muscolo del
trapiantare valvole suine nell’uo- paziente, moltiplicarle e trasfor-
mo in sostituzione di quelle difet- marle in cardiociti da utilizzare per
tose o danneggiate, era necessario, ricolonizzare l’organo senza peri-
per evitare il rigetto, privarle della colo di rigetto.
parte cellulare e conservarne la Questa importante innovazione
matrice extracellulare (processo potrebbe portare all’archiviazione
definito decellulatizzazione). 1.cuore morto prelevato da cadavere dei trapianti, in effetti oggi la do-
Così Doris Taylor pensò che con 2.-3. Cuore decellularizzato manda di cuori da trapiantare non
lo stesso principio si sarebbe potuto 4.5 Ricolonizzazione da parte delle cellule iniettate trova risposte sufficienti: i cuori
prelevare il cuore da un donatore di disponibili per trapianto sono cir-
organi, togliere la componente cellulare e di questo cuore “maturo” e sono rimasti ca un terzo di quelli richiesti e una volta
ricolonizzarlo con le cellule del ricevente. strabiliati dal fatto che le cellule erano lì trapiantati richiedono immunosoppressori
I Ricercatori dell’University of Minnesota come erano prima e sembravano sapesse- per impedire che vengano rigettati mentre
hanno lavorato a questo progetto per tre ro comportarsi proprio come vere cellule il cuore artificiale non richiederebbe la te-
anni: la prima sperimentazione è stata ese- cardiache. Le cellule si erano riorganiz- rapia immunosoppressiva
guita su un cuore di ratto; in seguito al pro- zate nella parete del cuore, quelle che do- I ricercatori ipotizzano che con lo stesso
cesso di decellularizzazione hanno notato vevano formare i vasi sanguigni si erano principio si possano creare anche altri orga-
che il cuore da rosso era diventato bianco e spostate dove c’erano i vasi e li avevano ni come il fegato, il pancreas e i polmoni:
immobile, poi hanno prelevato delle cellu- ritappezzati mentre quelle che dovevano sarebbe quindi un grande passo nel campo
le dal rivestimento delle arterie coronarie formare il muscolo si erano disposte sulla della medicina che potrebbe cambiare le sor-
di ratti neonati e hanno immerso il cuore parete del cuore. ti di numerosi pazienti costretti ad aspettare
in un terreno di coltura. Questo è davvero sorprendente e dimo- anche diversi anni un trapianto.
Il cuore è tuttavia un organo complesso stra quante informazioni fondamentali Francesca Marsano
e con un organizzazione straordinaria: le contiene la matrice extracellulare.
12 Numero 00 Scienza Mercurio

Novità sul cervello:


scoperto il segreto del “gioco di squadra” fra donne

I ricercatori della Emory University di Atlanta, in Georgia,


hanno indagato sulle cause che fanno scattare nel cervello
umano il meccanismo “del gioco di squadra”.
Gli studiosi, esaminate 36 donne impiegate in un gioco di
ruolo,  hanno scoperto che nel cervello, almeno in quello
femminile, l’esigenza della ricompensa fa scattare il mecca-
nismo di collaborazione con gli altri.
Durante un gioco ‘Il dilemma del prigioniero’ a cui sono sta-
te sottoposte le donne, ogni partecipante poteva liberamente
scegliere se collaborare con una partner o combatterla. An-
che se in base alla logica del gioco, la scelta piu’ vantaggiosa
sarebbe stata la seconda, la maggior parte delle giocatrici ha
preferito allearsi e collaborare con le avversarie. Dalla riso-
nanza magnetica, è risultato che nel cervello di chi sceglie il
gioco di squadra si attivano in modo significativo le regioni associate alla ricompensa.
a cura della redazione
fonte: RAI NEWS 24 © 2007

Due ricercatori dell’Università di Firenze scoprono


un enzima attivo senza struttura regolare
Il loro lavoro sulla struttura degli enzimi segnalato dalla prestigiosa
rivista scientifica internazionale “Science”

L a prestigiosa rivista
scientifica interna-
zionale “Science” dedica
di un enzima in grado di
“funzionare” anche se do-
tato di una struttura non
mento del cervello è grazie agli en-
zimi”.
Un enzima è generalmente una pro-
una segnalazione, nel nu- regolare: con questo risul- teina dotata di una struttura tridimen-
mero di questa settimana, tato sarà possibile ora in- sionale complessa, detta struttura na-
ad una ricerca firmata da vestigare più nei dettagli tiva: per funzionare da catalizzatore
un gruppo di ricewrcatori il rapporto struttura-fun- biologico, ha bisogno di acquisire e
dell’Università di Firenze. zione degli enzimi e delle mantenere quella determinata strut-
Si tratta di uno studio con- proteine in generale. tura.
dotto prevalentemente da “Gli enzimi sono ma- “La nostra ricerca - aggiunge Chiti
due ricercatori trenten- cromolecole complesse - ha messo in evidenza una struttura
ni Francesco Bemporad, necessarie a determinati tridimensionale di un enzima parzial-
dottore di ricerca, e Fabrizio Chi- processi biologici nel nostro organi- mente simile a quella nativa, in cui
ti, docente di Biochimica dell’ate- smo - spiega Fabrizio Chiti - Tutto il però la regione dell’enzima in grado
neo, in collegamento con un gruppo metabolismo del nostro organismo, di effettuare catalisi è strutturalmente
dell’Università di Cambridge, guida- per esempio, è affidato agli enzimi. disordinata: questo studio ha, perciò,
to da Michele Vendruscolo: già pub- Se noi consumiamo carboidrati, gras- implicazioni rilevanti per la com-
blicato sulla rivista EMBO Journal è si  o proteine per ricavare energia uti- prensione del processo di catalisi en-
ora ripreso da un commento nella ru- le per l’attività fisica e per processi zimatica in condizioni fisiologiche”.
brica “Editor’s choice” di Science. biologici basali come la contrazione
Al centro dello studio, la scoperta del muscolo cardiaco o il funziona- a cura della redazione
Mercurio Scienza Numero 00 13

Benefici del tè
T è verde e tè nero pro-
vengono dalla stessa
pianta: la camelia sinen-
cresciuto a dismisura, consi-
derando anche il “paradosso
nipponico”: tra i giapponesi,
sponsabili della degenerazione cellu-
lare.
Altri effetti benefici sono dati dai tanni-
sis (famiglia delle thea- infatti, pur essendo tra i più ni, che esercitano un’azione antinfiam-
cee). La parte utilizzata grandi fumatori al mondo, si matoria e antibatterica nei confronti
è costituita dalle foglie, è riscontrata una minore inci- delle mucose gastrointestinali.
che nel tè nero dopo es- denza di tumore al polmone. Le catechine, invece, possono miglio-
sere state raccolte, sono Inoltre come emerso da nu- rare la flora batterica intestinale, au-
scaldate all’aria per un merose ricerche, il tè verde mentare la velocità del metabolismo dei
giorno, arrotolate e fat- può prevenire il tumore alla grassi e sono ipotensivi, poiché limita-
te fermentare in luoghi umidi. Questo mammella, all’esofago, alla prostata e no l’attività dell’enzima che catalizza
processo provoca però la perdita di gran il melanoma. Ad esempio la Divisio- la formazione dell’angiotensina 2.
parte dei principi attivi, i quali possono ne di Epidemiologia Nutrizionale del Altre sostanze chimiche contenute nel
invece essere mantenuti nel tè verde, in Karolinska Institute di Stoccolma ha tè sono: le saponine, che si legano al
quanto le stesse foglie, appena raccolte, effettuato studi su 61057 colesterolo per impedirgli
vengono lavate a vapore e subito secca- donne, di età compresa tra i di entrare nel flusso sangui-
te per impedirne la fermentazione. 40 e i 76 anni, dimostrando gno, riducendo la quantità
Nonostante in Occidente il tè nero sia che il consumo abituale di di grassi; la caffeina, che
più apprezzato per il sapore, quello di tè diminuisce l’insorgenza contribuisce anch’essa a
più elevata qualità è il tè verde, poiché di cancro alle ovaie. bruciare i grassi, è diureti-
contiene componenti attivi e saluta- L’azione antiproliferativa, ca e stimolante del SNC, la
ri, quali: polifenoli (epigallocatechina che blocca o rallenta la tra- teobromina e la teofillina.
gallato, catechina, flavonoidi, tannini), sformazione delle cellule Queste ultime due possie-
caffeina, teobromina, teofillina, saponi- sane in tumori è dovuta al dono proprietà cardiotoni-
ne, minerali e vitamine (in bassa per- polifenolo EGCG. che, spasmodiche e diureti-
centuale). I polifenoli sono inoltre inibitori della che, ma la loro concentrazione nel tè è
L’interesse degli oncologi e dei ri- perossidazione lipidica mitocondriale, in genere modesta.
cercatori per questa antica bevanda è combattendo così i radicali liberi, re- Elena Pozzo e Chiara Sabolla

States, realizzato computer che legge nel pensiero


W ashington (Reuters) - Un com-
puter è stato "addestrato" a
leggere nella mente di persone che
da secoli: in che modo il cervello or-
ganizza la conoscenza?", ha spiegato
Mitchell in un'intervista telefonica.
cerebrali legate ad una stessa parola
esistono infatti piccole differenze da
persona a persona.
pensano a parole specifiche sulla base Il team di scienziati ha utilizzato la A questo punto è arrivato il vero e
di "fotografie" del loro cervello. risonanza magnetica funzionale per proprio esperimento.
Ad annunciarlo alcuni ricercatori in fotografare il cervello in presa diret- “Dopo aver scelto altre 58 parole, ab-
uno studio pubblicato sulla rivista ta. biamo detto 'Ecco due nuove parole
Science, che sperano possa favorire Innanzitutto il computer è stato "tara- che (il computer) non ha visto, seda-
una migliore comprensione di come to" sulla base delle risonanze di nove no e aeroplano' ”. Abbiamo chiesto al
e dove il cervello immagazzina le in- volontari che hanno pensato a 58 pa- computer di scegliere quale immagi-
formazioni. role diverse. ne corrispondeva a quale parola, e lui
Secondo Tom Mitchell del Machine "Abbiamo dato istruzioni alle perso- ci è riuscito.
Learning Department della Carnegie ne dicendo loro “Vi mostreremo del- Il passo successivo ora è studiare l'at-
Mellon University di Pittsburgh, che le parole e quando le vedrete dovrete tività cerebrale generata dalle frasi.
ha coordinato lo studio, la scoperta pensare alle loro proprietà”, ha spie- "Se dico 'coniglio' o 'coniglio velo-
potrebbe portare a migliori cure per gato Mitchell. Il cervello dei volontari ce' o 'coniglio tenero', sono concetti
i disordini linguistici e le difficoltà di è stato fotografato mentre pensavano molti diversi", ha detto Mitchell.
apprendimento. a ciascuna delle 58 parole, per creare Vi terremo aggiornati su ulteriori svi-
"La domanda a cui stiamo cercando una sorta di "media" dell'immagine luppi.
di rispondere è quella che ci facciamo per ogni parola. Tra due immagini a cura della redazione
tratto da: Reuters 2008.
14 Numero 00 Scienza Mercurio

In questo mondo... di farmaci


Quando la rete parla chiaro

Q uanto conosciamo veramente


dei farmaci di cui facciamo uso
comunemente? Siamo invasi da mes-
dormire tranquilli!!).
Per questo motivo proponiamo una
serie di siti che sono riconosciuti
casa... può anche succedere!) potete
ritrovarlo on-line a questo sito: www.
salus.it/farmacopea/index.asp
saggi pubblicitari di farmaci, pillole come sicuri e che dispensano infor- In questo sito è possibile ricercare le
colorate di tutte le forme e le dimen- mazioni utili: alcuni sono utili so- caratteristiche del farmaco scrivendo
sioni... ma quanto veramente sappia- prattutto per noi studenti, altri rivolti nei campi di ricerca il principio atti-
mo di ciò che noi consideriamo inve- ad un pubblico più ampio. vo, il nome commerciale o il gruppo
ce conosciuto? Segnaliamo il sito dell’Aifa dove è terapeutico.
I farmaci in commercio sono elencati presente una guida all’uso dei farma- Altro sito che merita la nostra atten-
dall’Oms (Organizzazione Mondiale ci. http://www.guidausofarmaci.it zione è: http://www.epicentro.iss.it;
della Sanità): attualmente sono 316 le È prevalentemente un sito indirizza- sito che tratta argomenti quali la sa-
formulazioni di farmaci attivi contro to agli operatori sanitari, tuttavia se lute e la prevenzione: proponiamo
le principali patologie. in particolar modo di vi-
È importante sapere che sitare la zona dedicata al
questi farmaci sono stati “progetto cuore” per la
opportunamente classifi- prevenzione delle malat-
cati: dal 16 gennaio 2003 tie cardiovascolari e la
sono state individuate nel sezione degli argomenti
Prontuario Terapeutico di salute che propone un
Nazionale tre fasce di interessante articolo sugli
farmaci: screening oncologici con-
fascia A sigliati.
fascia H Consigliamo inoltre di vi-
fascia C sitare il sito: www.farma-
La fascia A comprende i covigilanza.org
farmaci necessari per la Un sito ben organizzato e
cura delle malattie croni- di facile consultazione, in
che e sono rimborsati dal esso sono presenti sezioni
Servizio Sanitario Nazio- dedicate alla farmacovigi-
nale (anche se le singole lanza, alla fitovigilanza e
regioni possono introdurre il paga- si hanno buone conoscenze in campo alla cosmetovigilanza che contengo-
mento del ticket). medico-biologico è possibile trovare no interessanti informazioni e notizie
I farmaci della fascia H sono di uso interessanti informazioni. in merito alle terapie farmacologiche
ospedaliero e non possono essere Il sito presenta delle vere e proprie alle applicazioni cliniche dei farma-
venduti in farmacia, mentre i farmaci schede che raccolgono i medicinali ci, alle interazioni dei farmaci e alle
della fascia C sono a completo carico a seconda del sito d’azione e delle nuove prospettive terapiche.
del cittadino, e non sono considerati patologie che curano, per ogni com- Sono inoltre presenti anche altre se-
indispensabili. ponente del farmaco sono inoltre in- zioni che possono essere interessanti
Premesso questo è importante sape- dicate le indicazioni terapeutiche, le come quella riguardante la safety nei
re che le informazioni sui farmaci controindicazioni, le interazioni con trial clinici, la sezione dedicata alla
si trovano anche on - line, ma fate altre molecole nonché la posologia. pediatria, quella riguardante le in-
attenzione, poiché non tutti i siti ri- Se prima di acquistare un farmaco tolleranze alimentari, e quella sulle
portano informazioni corrette, potete avete bisogno di leggere il foglietto reazione cutanee causate dai farmaci
ben intuire che la mala -informazione illustrativo oppure se semplicemen- (sconsiglio le immagini di quest’ulti-
su internet, in generale, è all’ordine te l’avete smarrito (non è poi così ma sezione a chi è facilmente impres-
del giorno (non bisogna stupirsi se strano... con tutte le confezioni di sionabile...).
qualcuno consiglia le anfetamine per medicinali che in media si hanno in Francesca Marsano
Mercurio Cultura Numero 00 15

L’angolo del libro


a cura di Giovanni Piaggio

Il deserto dei tartari - Dino Buzzati


Grande classico, ‘’ Il deserto dei Tartari ‘’, pur essendo ormai piuttosto datato, rimane uno di quei
libri assolutamente da leggere, la tematica sempre attuale dello scorrere iperterrito del tempo e
della ricerca di un motivo per vivere, il fascino dell’ambientazione e la prosa perfetta di Buzzati
lasciano sempre il segno e incollano il lettore alle pagine.
È la storia di Giovanni Drogo, un militare che per fare carriera decide di fare servizio al confine,
in una fortezza affacciata sul deserto dei Tartari, fantomatici nemici sempre in procinto di inizia-
re una guerra, ma è anche la storia di un uomo che pian piano si accorge di spendere la sua vita
nell’attesa, di perderla irrimediabilmente dimenticando il presente.
Bello, romantico, coinvolgente e scritto in un italiano perfetto. Da leggere.

Il vecchio che leggeva Romanzi d’Amore - Luis Sepulveda


Ambientazione fantastica, nella giungla nel mezzo di un ipotetico sud
America, in un passato umido, caldo, tropicale, popolato di persone strane e romantiche.
‘’ Il vecchio che leggeva romanzi d’amore ‘’ di Sepulveda esprime tutti i più caratteristici motivi
della narrativa sudamericana e riesce a far sognare il lettore, a immedesimarlo in una lotta per la
sopravvivenza, nella ricerca della libertà e sé stessi nella natura, nella difesa della propria solitu-
dine.
Scritto in modo impersonale, ha una prosa moderna, scorrevole e disimpegnata e garantisce sicu-
ramente qualche ora di svago e fantasticherie.

Le uova fatali - Michail Bulgakov


Uno scienziato che scopre un raggio dalle qualità straordinarie, una mi-
steriosa moria di polli, un misterioso funzionario di partito che vuole ri-
mediarvi e un errore fatale, questi gli ingredienti con cui Bulgakof confeziona un capolavoro della
letteratura satirica.
Attingendo da diversi generi letterari Bulgakof costruisce una vera e propria antiutopia e lancia un
monito sempre tremendamente attuale: la scienza può rilevarsi un’arma incontrollabile e micidiale
se al servizio di una società arretrata dal punto di vista civile ed etico.
Attuale, scorrevole, curioso e divertente.

Nelle terre estreme - (Into the wild) Krakaver Jon


Da una storia realmente accaduta, l’avventura di Chris McCandless Ale-
xander Supertramp lungo le infinite statali americane, in autostop dal caldo torrido del sud al gelo
dell’Alaska.
Un sognatore senza mezzi termini, radicale, alla ricerca della libertà assoluta e deciso ad andare
fino in fondo, vivendo d’espedienti, si lancia in un viaggio utopico rincorrendo ed enunciando i
suoi ideali fino alla fine.
Anche se forse un po’ troppo apologetico, è un libro piacevole e ricco di spunti che rimette insieme
pezzettino dopo pezzettino con testimonianze, tracce e documenti, la corsa
irrefrenabile verso la libertà di un adolescente.

Nero di luna - MArco Vichi


Un libro coinvolgente, mi è piaciuto, incuriosisce e intriga. Molto piace-
vole, lo stile di Vichi, semplice, forse a tratti un po’ troppo, ma che, scorrecvolissimo, proietta di
pagina in pagina sempre più curioso di sapere come andrà a finire. Molto bello anche lo svolgersi
stesso della trama dove, continui misteri si intrecciano e fanno fantasticare, ma risolvendosi poi
sempre in fatti semplici e logici, sembrano quasi dire: “dove hai la testa?”.
L’autore ti sbatte in faccia la realtà sgretolando le supposizioni fantastiche tue e del suo protago-
nista, la trama va sempre dove non vorresti e, lasciandoti sempre fuori strada, sembra ripetere: “la
storia è mia”.

Forse non tutti sanno che il nostro tecnico di Sturla Luigi Massa fa teatro dialettale nella Compagnia teatrale S.Fruttuoso e che siamo
tutti invitati al suo spettacolo “I Sciantilin” che si terrà il 17 Luglio Pzza di Bogliasco; 23 Luglio Pala quinto (ex tiro al piccione).
16 Numero 00 Focus sul personaggio Mercurio

Robert Wilhelm Amedeo Robert

Ecco a voi L’uomo del numero Chimico irlandese


quel famoso “becco” alla base della Chimica dalla costante tempra.
di Bunsen! Moderna: Avogadro l’uomo BoYLE
dalla testa a quadro!

CRUCIFARMA
4 6 ORIZZONTALI
2. Compendio che descrive il regno vegetale -
10 18 21. Ha la capacità di contrarsi - 28. Lo si chiede
quando ci si trova in difficoltà - 39. Capo d’ab-
21 23 25 bigliamento tipico di chi frequenta i laboratori -
46. Iniziali di Iodio Bromo e Cloro - 50. Espres-
28 sione che indica incertezza - 61. Iene senza la
prima e - 65. Prefisso che precede logia o chi-
39 42 mica - 71. Iniziali di elettrofilo e molecola - 73.
Componente muscolare cardiaca
46 50

VERTICALI
61 62 63 4. Contenitore da laboratorio - 6. Iniziali di ra-
dio cobalto cromo - 10. È famoso quello impo-
65 67 69 71 verito - 18. Negazione - 21. Sinonimo di cumu-
lo - 23. Lo sono le addizioni - 25. Organi della
73 vista - 42. Via... senza v - 62. Punti scuri sulla
pelle - 63. Senza... si legge solo globina - 69.

mercurio.farmacia@hotmail.it