Sei sulla pagina 1di 1

Olga Kefalogianni /

intervistata da Vittorio Zincone

in Italia per un forum dellUnesco. Appena pu co-


mincia a elencare le virt della sua Grecia segre-
ta, quella meno nota ai visitatori: le Meteore, le
strade percorse da san Paolo Olga Kefalogianni,
39 anni, il ministro del Turismo del governo Samaras. La
incontro nel cortile di un bar dalle parti di via Montenapo-
leone, a Milano. Mi accoglie con occhialoni scuri e foulard
svolazzante intorno al collo. Parla un inglese ultra uente e,
ogni tanto, quando le domande si fanno pi politiche sorri-
de verso il suo consigliere.
Una crisi, una faccia, una razza. Kefalogianni dice che lIta-
lia e la Grecia, insieme, devono combattere due battaglie
in Europa: quella sullimmigrazione e quella per introdurre
politiche espansive. Fiera rappresentante di Nea Demokra-
tia, il centrodestra ellenico, difende il piano di privatizza-
zioni del suo governo: Dobbiamo attrarre investimenti e
migliorare allo stesso tempo le infrastrutture. E canta le
lodi dei lantropi greci che stanno mettendo mano al por-
tafogli per aiutare il Paese a riemergere:
Grazie alle donazioni, ad Atene stiamo
portando a termine lOpera, la Bibliote-
ca e un grande parco balneare progetta-
ti da Renzo Piano.
Le faccio notare che a ogni fremito di
spread, in Italia parte lallarme: Fare-
mo la ne della Grecia!. Sorride. Spie-
ga che alcuni errori commessi hanno
gettato il suo Paese in un circolo vizioso
recessivo. Ma aggiunge: Il peggio sem-
bra essere passato. E questanno abbia-
mo ripreso a crescere per la prima volta dal 2008. Srotola
con una certa erezza i dati positivi sugli arrivi in Grecia,
lapertura di nuove linee aree con la Cina, i piani acchiappa
stranieri: Nel 2013 sono venuti da noi quasi diciotto milio-
ni di turisti. Nel primo trimestre i visitatori della capitale
sono aumentati del 30%.
Il ministro dice che i servizi televisivi sul centro di Atene
devastato dalle contestazioni non hanno aiutato limmagi-
ne della Grecia. Obietto: Le contestazioni erano dovute ai
tagli sanguinosi e ai provvedimenti in stile austero molto
duri messi in atto anche dal suo governo. Replica: Il me-
todo pu essere sembrato inappropriato, ma le riforme an-
davano fatte. Bisognava spingere verso la modernizzazione
del Paese.
Col senno di poi, cera unalternativa?
Se potessimo tornare indietro Il primo governo greco
che ha trattato con la Troika avrebbe dovuto spiegare me-
glio la situazione del Paese: che cosa era necessario fare e
che cosa, invece, rischiava di soffocare la Grecia.
Soffocare. Alexis Tsipras, leader dellopposizione gau-
chista (Syriza), sostiene che il governo Samaras stia af-
fossando leconomia greca.
Tsipras ama creare allarmismo. Ci stiamo risollevando.
Lavanzo primario cresce pi veloce di quanto avessimo
previsto.
Con Tsipras in testa ai sondaggi, fate brillare i mercati
europei. vero che in caso di vittoria elettorale Syriza ha
promesso di non rispettare il piano di salvataggio che
lEuropa vi ha imposto?
Il programma di Syriza un po torbido: non si capisce
bene quale sia la loro linea sullEuropa.
In ogni caso non credo che si andr a
elezioni.
Se il Parlamento non riuscir a nomi-
nare il nuovo presidente della Grecia
entro febbraio 2015, le elezioni sa-
ranno inevitabili.
A febbraio le condizioni politiche ed
economiche saranno favorevoli a una
elezione presidenziale con largo con-
senso. Abbiamo gi fatto abbastanza
sacrici. Le elezioni in questo momen-
to porterebbero solo guai, soprattutto economici.
Qual la riforma pi dura che il popolo greco ha dovuto
subire?
Molti hanno perso il lavoro. I redditi si sono ridotti note-
volmente. Ma la cosa pi importante che ora stiamo pro-
cedendo con misure forti per rimuovere alcune ingiustizie
e rilanciare leconomia. Abbiamo trattato con successo con
la Troika.
Trattare con la Troika.
Un anno fa siamo riusciti a ridurre lIva sulla ristorazione
dal 23% al 13%. Siamo diventati pi competitivi. Molti ope-
ratori hanno adeguato i prezzi, abbassandoli, e la reputazio-
ne delle nostre mete turistiche molto migliorata.
Che impatto ha il turismo sulleconomia greca?
Il turismo questanno ha raggiunto il 20% circa del pil.
Gli italiani come contribuiscono?
Voi siete i sesti nella classica dei visitatori.
Chi sono i primi?
I tedeschi. Molti di loro amano davvero la Grecia: hanno
ristrutturato case, ville.
Qual lisola greca che lei preferisce?
Kimolos, nelle Cicladi. incontaminata. C unatmosfera
anni Cinquanta.
Il luogo meno noto e pi sorprendente?
Forse il monte Olimpo. O litinerario che va sulle orme di
Alessandro Magno. Devo gridarlo forte: in Grecia non ci
sono solo il mare e il Partenone.
Il Partenone. La richiesta di restituzione dei fregi, ora
conservati al British Museum, una provocazione?
No. una pretesa giusta. La prima a occuparsene fu Me-
lina Mercouri, attrice ed ex ministro della Cultura. Ora c
il sostegno di tutto il popolo greco. Abbiamo costruito un
meraviglioso museo dellAcropoli e lo spazio per accogliere
i fregi gi pronto.
Se ne sta occupando anche lavvocatessa Amal Alamud-
din, moglie di George Clooney.
Lei e il suo studio legale si sono aggiunti allo sforzo di
unintera nazione. Ho incontrato la signora Clooney: la con-
versazione stata molto positiva.
Lei quando ha cominciato a fare politica?
Questanno abbiamo ripreso a crescere, dice il ministro del Turismo ellenico,
Ora la cosa pi importante adottare misure forti per rimuovere
alcune ingiustizie nella societ. E di questo abbiamo gi convinto lEuropa
La Grecia ora sta meglio
perch ha saputo
trattare con la Troika
Ai tempi dellUniversit frequentavo le organizzazioni po-
litiche studentesche, ma non aspiravo a fare questo mestie-
re.
Anche suo padre Ioannis era un politico. Il primo ricor-
do?
La visita che ci fece, a Creta, lallora presidente Konstanti-
nos Karamanlis. Avevo circa quattro anni.
Il suo primo incarico?
Sono avvocato. E nel 2004 sono diventata consulente lega-
le del premier. Sono stata eletta per la prima volta in Parla-
mento nel 2007.
Qual la scelta che le ha cambiato la vita?
Presentarmi alle elezioni sette anni fa.
Suo padre era daccordo?
Fu una scelta mia. Posso prendermela solo con me stessa,
eh eh. I miei genitori non erano esattamente felici.
Perch?
Perch sanno che con la politica raro avere una vita di-
vertente. Sono eri del fatto che io serva il Paese, ma sono
consapevoli dei miei sacrici.
Sa chi Matteo Renzi?
Certo. Oggi uno dei leader pi noti dEuropa.
Lei sua coetanea. Anche lei punta alla premiership?
Non lo dica neanche per scherzo. Mi fa piacere che nel
continente ci siano molti leader con valori solidi e una vi-
sione per il futuro.
Qual lerrore pi grande che ha fatto?
Le posso rispondere tra qualche anno?.
No.
Non aver avuto gli prima di cominciare a fare politica.
Che cosa guarda in tv?
Non guardo la tv.
Il lm preferito?
Le grand bleu di Luc Besson, girato principalmente nella
nostra isola di Amorgos.
Il libro?
A maggot di John Fowles.
Pensavo citasse qualche classico greco.
presto fatto: un volume di poesie di Nikos Kazantzakis.
Kazantzakis lautore di Zorba il Greco.
Anche lui, come me, di Creta. Quellisola ha qualcosa di
speciale.
La canzone?
Mi devo mettere a cantare?.
Se vuole.
Mi sarebbe piaciuto diventare una rockstar. Sono appas-
sionata dei James.
Sa dove si trova il Kurdistan?
Certo, ma la prego di non farmi commentare vicende che
riguardano i nostri vicini turchi.
Lei favorevole allingresso della Turchia in Europa?
Tutta la Grecia favorevole.
Molti criticano leccessiva islamizzazione della Turchia
da parte del Presidente Recep Erdogan.
Non commento le dinamiche interne di altri Paesi. Per en-
trare in Europa ci sono regole precise. E chi le rispetta pu
entrare a far parte della famiglia europea.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il precedentegoverno
avrebbedovutospiegare
meglioaBruxellesla
situazionedel Paese:
checosaeranecessario
fareechecosainvece
rischiavadi soffocarci
Unavvocatoper il Turismo. Olga Kefalogianni stata nominata
ministro del Turismo nel giugno del 2012. Nata a Creta 39 anni fa, si
laureata in legge ad Atene (con seguente master al Kings College di
Londra) ed sposata con limprenditore Manos Pentheroudakis.
N
IK
O
S
P
IL
O
S
/
L
A
IF
/
C
O
N
T
R
A
S
T
O
SETTE | 44 31.10.2014 46 SETTE | 44 31.10.2014 47