Sei sulla pagina 1di 4

Programma elettorale Forza Evasori 2013

Forza Evasori intende presentarsi puntando su unagenda programmatica in 5 punti per far ripartire lItalia riducendo il carico fiscale e il peso dello Stato al fine di dar maggiori libert agli individui contribuenti. Fisco un dovere morale imperativo favorire il risparmio. Quindi: Tassa piatta al 10% sia per le persone fisiche che per quelle giuridiche. Il 7% va ai Comuni, il 2% va alla Regione (o Provincia), l'1% va allo Stato. Gli enti locali potranno riorganizzarsi e ripartire gli introiti come meglio credono. Chi guadagna meno di 10.000 euro lanno non pagher imposte sul reddito. Tassa indiretta sul valore aggiunto I.V.A. al 5% su tutti i prodotti e servizi (pubblici e privati). Il 3% ai Comuni, il restante 2% ripartito a met fra Regione (Provincia) e Stato. Semplificazione del sistema fiscale e burocratico in modo da permettere a chiunque di poter gestire la propria contabilit senza la necessit di ricorrere, obtorto collo, ad un commercialista. Ergo, per calcolare il reddito si detrarranno alle Entrate le Uscite (tutte), sulla rimanenza si paga la percentuale prevista dalla tassa piatta. Abolizione di ogni imposta indiretta afferente carte bollate, timbri e stampiglie varie. Nessuna patrimoniale ammissibile sulla prima casa. Introduzione del principio che divide il potere di spendere da quello di tassare. Come in Svizzera, ogni proposta fiscale potr essere avanzata dai diversi di livelli di potere, ma solo i cittadini con referendum (senza quorum) decideranno se la gabella va applicata. Questa riforma va approvata entro il primo anno di governo e applicata a partire dal secondo. Qualora ci non accadesse chiunque ha il diritto di evadere le tasse. Dieta Paleolitica per lo Stato Riduzione entro due anni del 50% del debito pubblico vendendo tutto ci che vendibile e di propriet dello Stato (immobili e societ). Licenziamento di 2,5 milioni di dipendenti pubblici anche qui entro i primi due anni di governo con un anno di preavviso per le persone toccate dal provvedimento. Tutti coloro che smetteranno di lavorare per lo Stato (ente pubblico in genere), potranno reinserirsi nel mercato del lavoro usufruendo di notevoli agevolazioni fiscali: per 5 anni non pagheranno alcuna imposta sul reddito; per i 5 anni
Programma 2013

2 di 4

successivi pagheranno una flat tax del 5%. Abolizione graduale di tutti i sussidi, partendo da quelli alle aziende e alle associazioni di volontariato (altrimenti non sarebbero tali). Verr introdotto nella Costituzione il diritto allautodeterminazione e luso dello strumento referendario per esercitare tale diritto. La sovranit monetaria spetta e appartiene direttamente al popolo senza alcuna intermediazione istituzionale. I diritti di propriet sul denaro godono della massima tutela e protezione. Allo Stato fatto totale divieto di interferire nel sistema bancario e monetario. Abolizione dei diritti acquisiti (in merito a quel che concerne pensioni, rendite, privilegi, altro di derivazione pubblica). Ricalcolo delle pensioni pubbliche con introduzione del minimo vitale. Ristrutturazione del debito pubblico. Divieto assoluto per gli enti pubblici di qualsiasi grado di contrarre nuovo debito pubblico. Abolizione del ruolo dellente pubblico. Pacificazione fiscale: Visti i conti dello Stato e degli altri enti pubblici, si rende necessario un condono tombale, grazie al quale e solo aderendovi le persone fisiche e giuridiche acquisiscono il diritto ad accedere al nuovo sistema fiscale. Tutti gli introiti saranno utilizzati per abbattere il debito pubblico. La Costituzione verr riscritta ed adeguata alle proposte elencate nel Pentalogo.

Il futuro mio e lo decido io Riforma del sistema pensionistico, che verr totalmente privatizzato sul modello di quello cileno. Abolizione del sostituto dimposta. Abbasso la sQuola Apertura del mercato dellistruzione secondo queste direttive:

1. Liberalizzazione dellofferta con conseguente apertura del mercato a imprese che vogliano investire nel settore; 2. Abolizione del valore legale del titolo di studio; 3. Abolizione del Ministero della Pubblica Istruzione e di ogni programma scolastico

Programma 2013

3 di 4

nazionale; 4. Libert per chi vuole esercitare lhomeschooling (scuola a casa). Libert di pensiero e di confessione Abolizione di ogni rapporto costituzionalizzato fra religioni e Stato. Azzeramento di ogni tipo di sussidio e/o agevolazione ad associazioni religiose.

Programma 2013

4 di 4