The mystical city of God: The incarnation
Il castello interiore
The Mystical City of God: The conception
Serie di e-book18 titoli

La tradizione Cattolica

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questa serie

Jesús: en Vos confío! Santa Faustina es "el don de Dios a nuestro tiempo”. Gran Mística, Maestra de la vida espiritual, Profeta que recordó al mundo la verdad bíblica sobre el amor misericordioso de Dios a cada persona y llama a proclamarla al mundo mediante el testimonio de vida, la obra, la palabra y la oración. Apóstol de la Divina Misericordia, Secretaria de Jesús Misericordioso, Profeta de nuestro tiempo, gran Mística, Maestra de la vida espiritual- he aquí los títulos más frecuentes que acompañan al nombre de Santa Sor Faustina Kowalska de la Congregación de la Madre de Dios de la Misericordia que forma parte del círculo de los santos más conocidos y queridos y también de los mayores místicos de la Iglesia.

LinguaItaliano
EditoreDanka
Data di uscita25 mar 2019
The mystical city of God: The incarnation
Il castello interiore
The Mystical City of God: The conception

Titoli di questa serie (18)

  • The Mystical City of God: The conception
    The Mystical City of God: The conception
    The Mystical City of God: The conception

    E-book #1

    The Mystical City of God: The conception

    Sister Mary of Agreda
    Valutazione: 5 su 5 stelle
    5/5 - 1 valutazione
    Valutazione: 5 su 5 stelle
    5/5 - 1 valutazione

    Extracts from the Mystical City of God VOL 1 - THE CONCEPTION :: 'The holy angels spoke to me:  "This is that blessed Woman, whom Saint John saw in the Apocalypse, and in whom are enclosed, deposited and sealed up the wonderful mysteries of the Redemption. So much has the most high and powerful God favored this Creature, that we, his angelic spirits, are full of astonishment. Contemplate and admire her prerogatives, record them in writing, because that is the purpose for which, according to the measure suitable to thy circumstances, they will be made manifest to thee" .On another day, while my soul sweetly tarried in the aforesaid habitation, I heard a voice from the Most High saying: "My spouse, I desire that thou rouse thyself in earnest to seek Me, and to love Me with fervor; that thou make thy life more angelic than human, and that thou forget entirely the terrestrial affairs. I wish to raise thee as one that is poor from the dust, and as one full of need from the dunghill (Ps. 112:7), so that, while I exalt thee, thou mayest humiliate thyself, and the nard of thy sweet odor may remain in my presence (Cant. 1:11); knowing thy own misery, be thou convinced from the bottom of thy heart, that thou meritest for thyself only tribulation and humiliation. Consider my greatness and thy littleness; remember that I am just and holy; I deal with thee considerately, making use rather of my mercy and not chastising thee as thou deservest. Strive to build upon this foundation of humility all the other virtues in order to fulfill my wishes. I appoint my Virgin Mother to teach, correct and reprehend thee. She will spur thee onward and accompany thy footsteps according to my liking and pleasure."' (Ven. Mary of Agreda, Mystical City of God, Vol. I, 5-6) . The Mystical City of God consists of four volumes; I - The Conception, II - The Incarnation, III - The Transfixion and IV - The Coronation. Mystical City of God, the miracle of his omnipotence and the abyss of his grace the divine history and life of the Virgin Mother of God our Queen and our Lady, most holy Mary expiatrix of the fault of eve and mediatrix of grace. The history and life of the Virgin Mother of God our Queen and our Mother and Mediatrix of Grace, manifested to Sister Mary of Jesus, Prioress of the convent of the Immaculate Conception in Agreda, Spain. For new enlightenment of the world, for rejoicing of the Catholic Church, and encouragement of men. Completed in 1665.

    Extracts from the Mystical City of God VOL 1 - THE CONCEPTION :: 'The holy angels spoke to me:  "This is that blessed Woman, whom Saint John saw in the Apocalypse, and in whom are enclosed, deposited and sealed up the wonderful mysteries of the Redemption. So much has the most high and powerful God favored this Creature, that we, his angelic spirits, are full of astonishment. Contemplate and admire her prerogatives, record them in writing, because that is the purpose for which, according to the measure suitable to thy circumstances, they will be made manifest to thee" .On another day, while my soul sweetly tarried in the aforesaid habitation, I heard a voice from the Most High saying: "My spouse, I desire that thou rouse thyself in earnest to seek Me, and to love Me with fervor; that thou make thy life more angelic than human, and that thou forget entirely the terrestrial affairs. I wish to raise thee as one that is poor from the dust, and as one full of need from the dunghill (Ps. 112:7), so that, while I exalt thee, thou mayest humiliate thyself, and the nard of thy sweet odor may remain in my presence (Cant. 1:11); knowing thy own misery, be thou convinced from the bottom of thy heart, that thou meritest for thyself only tribulation and humiliation. Consider my greatness and thy littleness; remember that I am just and holy; I deal with thee considerately, making use rather of my mercy and not chastising thee as thou deservest. Strive to build upon this foundation of humility all the other virtues in order to fulfill my wishes. I appoint my Virgin Mother to teach, correct and reprehend thee. She will spur thee onward and accompany thy footsteps according to my liking and pleasure."' (Ven. Mary of Agreda, Mystical City of God, Vol. I, 5-6) . The Mystical City of God consists of four volumes; I - The Conception, II - The Incarnation, III - The Transfixion and IV - The Coronation. Mystical City of God, the miracle of his omnipotence and the abyss of his grace the divine history and life of the Virgin Mother of God our Queen and our Lady, most holy Mary expiatrix of the fault of eve and mediatrix of grace. The history and life of the Virgin Mother of God our Queen and our Mother and Mediatrix of Grace, manifested to Sister Mary of Jesus, Prioress of the convent of the Immaculate Conception in Agreda, Spain. For new enlightenment of the world, for rejoicing of the Catholic Church, and encouragement of men. Completed in 1665.

  • The mystical city of God: The incarnation
    The mystical city of God: The incarnation
    The mystical city of God: The incarnation

    E-book #2

    The mystical city of God: The incarnation

    Sister Mary of Agreda
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    Extracts from the Mystical City of God VOL 2 - THE INCARNATION :: 67 Christ our Redeemer began to manifest His Designs in regard to His Heavenly Mother after They had come back from Egypt to Nazareth, as I have already mentioned; and from that time on, He continued to follow up His purpose in His quality as Teacher and as the Divine En­lightener in all the Mysteries of the Incarnation and Redemption. After they returned from Jerusalem in His 12th year, the great Queen had a vision of the Divinity, not an intuitive vision, but one consisting of intellectual images; one very exalted and full of the new influences of the Divinity and of the secrets of the Most High. She was especially enlightened in regard to the decrees of the Divine Will concerning the Law of Grace, which was now to be established by the Incarnate Word, and concerning the power, which was given to Him in the Consistory of the Most Blessed Trinity. At the same time She saw how for this purpose the Eternal Father consigned to His Son the 7-sealed book, of which St. John speaks (Rev 5:1), and how none could be found either in heaven or on earth, who could unseal and open it, until the Lamb broke its seals by His Passion and Death and by His doctrines and merits. For in this figure God wished to intimate, that the, secret of this book was nothing else than the New Law of the Gospel and the Church founded upon it in this world" (Ven. Mary of Agreda, Mystical City of God, VoI. II, chpt 6) The Mystical City of God consists of four volumes; I - The Conception, II - The Incarnation, III - The Transfixion and IV - The Coronation. Mystical City of God, the miracle of his omnipotence and the abyss of his grace the divine history and life of the Virgin Mother of God our Queen and our Lady, most holy Mary expiatrix of the fault of eve and mediatrix of grace. The history and life of the Virgin Mother of God our Queen and our Mother and Mediatrix of Grace, manifested to Sister Mary of Jesus, Prioress of the convent of the Immaculate Conception in Agreda, Spain. For new enlightenment of the world, for rejoicing of the Catholic Church, and encouragement of men. Completed in 1665.

    Extracts from the Mystical City of God VOL 2 - THE INCARNATION :: 67 Christ our Redeemer began to manifest His Designs in regard to His Heavenly Mother after They had come back from Egypt to Nazareth, as I have already mentioned; and from that time on, He continued to follow up His purpose in His quality as Teacher and as the Divine En­lightener in all the Mysteries of the Incarnation and Redemption. After they returned from Jerusalem in His 12th year, the great Queen had a vision of the Divinity, not an intuitive vision, but one consisting of intellectual images; one very exalted and full of the new influences of the Divinity and of the secrets of the Most High. She was especially enlightened in regard to the decrees of the Divine Will concerning the Law of Grace, which was now to be established by the Incarnate Word, and concerning the power, which was given to Him in the Consistory of the Most Blessed Trinity. At the same time She saw how for this purpose the Eternal Father consigned to His Son the 7-sealed book, of which St. John speaks (Rev 5:1), and how none could be found either in heaven or on earth, who could unseal and open it, until the Lamb broke its seals by His Passion and Death and by His doctrines and merits. For in this figure God wished to intimate, that the, secret of this book was nothing else than the New Law of the Gospel and the Church founded upon it in this world" (Ven. Mary of Agreda, Mystical City of God, VoI. II, chpt 6) The Mystical City of God consists of four volumes; I - The Conception, II - The Incarnation, III - The Transfixion and IV - The Coronation. Mystical City of God, the miracle of his omnipotence and the abyss of his grace the divine history and life of the Virgin Mother of God our Queen and our Lady, most holy Mary expiatrix of the fault of eve and mediatrix of grace. The history and life of the Virgin Mother of God our Queen and our Mother and Mediatrix of Grace, manifested to Sister Mary of Jesus, Prioress of the convent of the Immaculate Conception in Agreda, Spain. For new enlightenment of the world, for rejoicing of the Catholic Church, and encouragement of men. Completed in 1665.

  • Il castello interiore
    Il castello interiore
    Il castello interiore

    Il castello interiore

    Teresa d'Avila
    Valutazione: 5 su 5 stelle
    5/5 - 1 valutazione
    Valutazione: 5 su 5 stelle
    5/5 - 1 valutazione

    Nel Libro Teresa descrive il percorso verso la preghiera,percorso fatto di fatiche ma anche segnato dalla gioia e dalla consolazione ,la strada del cammino per entrare al centro di noi stessi.L’anima comincia il suo percorso e passa attraverso“le sette dimore” o le sette stanze.Nel Castello interiore Teresa delinea il celebre itinerario dell’anima nelle sue sette dimore interiori, alla ricerca dell’unione perfetta con Dio, che abita nel profondo di noi stessi. Grado per grado,spinta dall’amore e dal desiderio di verità e libertà, la coscienza si purifica,trova consolazione, giunge alla pace e alla gioia perfetta.

    Nel Libro Teresa descrive il percorso verso la preghiera,percorso fatto di fatiche ma anche segnato dalla gioia e dalla consolazione ,la strada del cammino per entrare al centro di noi stessi.L’anima comincia il suo percorso e passa attraverso“le sette dimore” o le sette stanze.Nel Castello interiore Teresa delinea il celebre itinerario dell’anima nelle sue sette dimore interiori, alla ricerca dell’unione perfetta con Dio, che abita nel profondo di noi stessi. Grado per grado,spinta dall’amore e dal desiderio di verità e libertà, la coscienza si purifica,trova consolazione, giunge alla pace e alla gioia perfetta.

  • De civitate Dei
    De civitate Dei
    De civitate Dei

    De civitate Dei

    Agostino da Ippona
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    Agostino con l'opera La Città di Dio intendeva difendere il cristianesimo dall'accusa di essere stato la causa del sacco di Roma da parte dei visigoti nel 410, ma durante la stesura ampliò l'argomento tanto da ottenere una grandiosa trattazione della storia universale, interpretata secondo una concezione filosofica e teologica. Nei suoi 22 libri Agostino rappresenta la prima grande riflessione sui fini del processo storico, compilando una sorta di grande enciclopedia della civiltà pagana e di quella cristiana, concludendo che il paganesimo non solo non poteva portare alla felicità, né terrena né eterna, ma neppure alla giustizia. Il tema di fondo dell'opera si precisa nella distinzione tra città dell'uomo e città di Dio, nella distinzione e contrapposizione di fini: il volere dell'uomo e il volere di Dio. L'impero romano, come i grandi imperi della terra, è espressione della civitas terrena, che alla fine soccomberà di fronte al trionfo della civitas celeste; pertanto anche le sciagure subite dall'impero romano non sono altro che episodi nel percorso verso il trionfo dello spirito di Dio sulla terra. 

    Agostino con l'opera La Città di Dio intendeva difendere il cristianesimo dall'accusa di essere stato la causa del sacco di Roma da parte dei visigoti nel 410, ma durante la stesura ampliò l'argomento tanto da ottenere una grandiosa trattazione della storia universale, interpretata secondo una concezione filosofica e teologica. Nei suoi 22 libri Agostino rappresenta la prima grande riflessione sui fini del processo storico, compilando una sorta di grande enciclopedia della civiltà pagana e di quella cristiana, concludendo che il paganesimo non solo non poteva portare alla felicità, né terrena né eterna, ma neppure alla giustizia. Il tema di fondo dell'opera si precisa nella distinzione tra città dell'uomo e città di Dio, nella distinzione e contrapposizione di fini: il volere dell'uomo e il volere di Dio. L'impero romano, come i grandi imperi della terra, è espressione della civitas terrena, che alla fine soccomberà di fronte al trionfo della civitas celeste; pertanto anche le sciagure subite dall'impero romano non sono altro che episodi nel percorso verso il trionfo dello spirito di Dio sulla terra. 

  • Storia di un anima
    Storia di un anima
    Storia di un anima

    Storia di un anima

    Teresa di Lisieux
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    «È veramente la mia anima quanto rileggo in questo quaderno!… Madre mia, queste pagine faranno molto bene. Faranno conoscere la dolcezza del buon Dio…» Così Teresa parlava di «Storia di un'anima» due mesi prima della sua morte al Carmelo, a ventiquattro anni. Quelle pagine ora possiamo leggerle nella loro autenticità, senza ritocchi. Esse costituiscono la migliore biografia della santa. Un prologo, poi, ed un epilogo evocano la vera infanzia di Teresa, narrano la sua morte e riportano le sue ultime parole."Amare è dare tutto, è dare anche se stessi". Qui sta il segreto di questa giovane ardente e sapiente ragazza di 24 anni... Son bastati 24 anni alla giovane Teresa Martin per diventare "la più grande santa dei tempi moderni" (Pio X), "Patrona universale delle Missioni" (Pio XI), "Dottore della Chiesa" (Giovanni Paolo II) 

    «È veramente la mia anima quanto rileggo in questo quaderno!… Madre mia, queste pagine faranno molto bene. Faranno conoscere la dolcezza del buon Dio…» Così Teresa parlava di «Storia di un'anima» due mesi prima della sua morte al Carmelo, a ventiquattro anni. Quelle pagine ora possiamo leggerle nella loro autenticità, senza ritocchi. Esse costituiscono la migliore biografia della santa. Un prologo, poi, ed un epilogo evocano la vera infanzia di Teresa, narrano la sua morte e riportano le sue ultime parole."Amare è dare tutto, è dare anche se stessi". Qui sta il segreto di questa giovane ardente e sapiente ragazza di 24 anni... Son bastati 24 anni alla giovane Teresa Martin per diventare "la più grande santa dei tempi moderni" (Pio X), "Patrona universale delle Missioni" (Pio XI), "Dottore della Chiesa" (Giovanni Paolo II) 

  • The Secret of the Rosary
    The Secret of the Rosary
    The Secret of the Rosary

    The Secret of the Rosary

    Louis-Marie Grignion de Montfort
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    It is said of de Montfort’s book, The Secret of the Rosary, “It goes far beyond mere research. We might say that it contains everything that can be said about the rosary, its content and form, its real worth, about the instruction necessary for its appreciation and use.” de Montfort calls the rosary, “The mystical rose tree of Jesus and Mary in life, death and eternity.” He says that the roses of your rosary will “never wilt or die, and they will be just as exquisite thousands of years from now as they are today.” He warns us against both the ignorant and scholars who regard the rosary as something of little importance. “The rosary is a priceless treasure which is inspired by God.” 

    It is said of de Montfort’s book, The Secret of the Rosary, “It goes far beyond mere research. We might say that it contains everything that can be said about the rosary, its content and form, its real worth, about the instruction necessary for its appreciation and use.” de Montfort calls the rosary, “The mystical rose tree of Jesus and Mary in life, death and eternity.” He says that the roses of your rosary will “never wilt or die, and they will be just as exquisite thousands of years from now as they are today.” He warns us against both the ignorant and scholars who regard the rosary as something of little importance. “The rosary is a priceless treasure which is inspired by God.” 

  • Il cristianesimo vissuto: Consigli fondamentali dedicati alle anime
    Il cristianesimo vissuto: Consigli fondamentali dedicati alle anime
    Il cristianesimo vissuto: Consigli fondamentali dedicati alle anime

    Il cristianesimo vissuto: Consigli fondamentali dedicati alle anime

    Dom Francesco Pollien
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    Consigli fondamentali dedicati alle anime serie.Il certosino Dom Pollien, nel suo Cristianesimo vissuto, sintetizza in modo mirabile questo concetto: «Conoscere, amare ed agire, ecco tutto il movimento dell’uomo; sviluppare la mente, il cuore e i sensi, ecco tutta la tua vita. Vuoi vivere? Sviluppa la tua mente, sviluppa il tuo cuore, sviluppa i tuoi sensi e vivrai […] Dio ti fece per vivere; e vivere è svilupparsi».

    Consigli fondamentali dedicati alle anime serie.Il certosino Dom Pollien, nel suo Cristianesimo vissuto, sintetizza in modo mirabile questo concetto: «Conoscere, amare ed agire, ecco tutto il movimento dell’uomo; sviluppare la mente, il cuore e i sensi, ecco tutta la tua vita. Vuoi vivere? Sviluppa la tua mente, sviluppa il tuo cuore, sviluppa i tuoi sensi e vivrai […] Dio ti fece per vivere; e vivere è svilupparsi».

  • Imitação de Cristo
    Imitação de Cristo
    Imitação de Cristo

    Imitação de Cristo

    La tradizione Cattolica
    Valutazione: 5 su 5 stelle
    5/5 - 1 valutazione
    Valutazione: 5 su 5 stelle
    5/5 - 1 valutazione

    Imitação de Cristo é uma obra da literatura devocional, de autor anônimo, publicada no século XV. Seu texto é um auxiliar à oração e às práticas devocionais pessoais. Alguns o consideram um dos maiores tratados de moral cristã. A obra é atribuida ao padre alemão Tomás de Kempis, já que dos 66 manuscritos 60 trazem a assinatura de Tomás de Kempis, na mais respeitada cópia, conhecida como Kempense, escrita em 1441. Tomás de Kempis, também conhecido como Tomás de Kempen, Thomas Hemerken, Thomas à Kempis, ou Thomas von Kempen (Kempen, Renânia, 1379 ou 1380 - 25 de julho de 1471, mosteiro de Saint Agnetenberg, Zwolle), foi um monge e escritor místico alemão. São-lhe atribuidas cerca de 40 obras, o que o torna o maior representante da literatura devocional moderna. Um dos textos que lhe são atribuídos é o Imitação de Cristo, obra de inegável influência no cristianismo. derradeirasgracas  com

    Imitação de Cristo é uma obra da literatura devocional, de autor anônimo, publicada no século XV. Seu texto é um auxiliar à oração e às práticas devocionais pessoais. Alguns o consideram um dos maiores tratados de moral cristã. A obra é atribuida ao padre alemão Tomás de Kempis, já que dos 66 manuscritos 60 trazem a assinatura de Tomás de Kempis, na mais respeitada cópia, conhecida como Kempense, escrita em 1441. Tomás de Kempis, também conhecido como Tomás de Kempen, Thomas Hemerken, Thomas à Kempis, ou Thomas von Kempen (Kempen, Renânia, 1379 ou 1380 - 25 de julho de 1471, mosteiro de Saint Agnetenberg, Zwolle), foi um monge e escritor místico alemão. São-lhe atribuidas cerca de 40 obras, o que o torna o maior representante da literatura devocional moderna. Um dos textos que lhe são atribuídos é o Imitação de Cristo, obra de inegável influência no cristianismo. derradeirasgracas  com

  • Il trattato del Purgatorio
    Il trattato del Purgatorio
    Il trattato del Purgatorio

    Il trattato del Purgatorio

    Santa Caterina da Genova
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    “Il purgatorio: la pena è infernale, ma l’anima peccatrice la riceve come dono di misericordia, perché le pene non hanno pe­so di fronte alla gravità di quella macchia che im­pedisce l’amore.” Trattato del Purgatorio.

    “Il purgatorio: la pena è infernale, ma l’anima peccatrice la riceve come dono di misericordia, perché le pene non hanno pe­so di fronte alla gravità di quella macchia che im­pedisce l’amore.” Trattato del Purgatorio.

  • La salita del monte Carmelo
    La salita del monte Carmelo
    La salita del monte Carmelo

    La salita del monte Carmelo

    San Giovanni della Croce
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    La presente opera, composta da padre fra Giovanni della Croce, carmelitano scalzo, intende aiutare le anime a me lio disporsi spiritualmente, onde attingere più speditamente l’unione con Dio. Sia ai principianti che ai già progrediti nelle vie dello Spirito, essa propone consigli utili e dottrina solida per liberarsi da tutte le cose temporali, ma altresì per non lasciarsi irretire nei beni spirituali e permanere in quella perfetta spoliazione e libertà spirituale, indispensabili per l’unione con Dio.

    La presente opera, composta da padre fra Giovanni della Croce, carmelitano scalzo, intende aiutare le anime a me lio disporsi spiritualmente, onde attingere più speditamente l’unione con Dio. Sia ai principianti che ai già progrediti nelle vie dello Spirito, essa propone consigli utili e dottrina solida per liberarsi da tutte le cose temporali, ma altresì per non lasciarsi irretire nei beni spirituali e permanere in quella perfetta spoliazione e libertà spirituale, indispensabili per l’unione con Dio.

  • Story of a Soul
    Story of a Soul
    Story of a Soul

    Story of a Soul

    Thérèse of Lisieux
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    Story of a Soul is often called Therese's autobiography. She wrote three manuscripts: in 1895, for her sisters, a memoir of her childhood; in 1896, for her sister Marie, a souvenir of her last private retreat; and, in June 1897, for her prioress, Mother Marie de Gonzague, a reflection on her religious life. Translated into more than sixty languages, this classic in which Therese tells the story of her soul has had a miraculous impact on countless other souls.In Story of a Soul Therese writes "I find myself at a period in my life when I can cast a glance on the past," but in her letters we accompany her day by day. Read what she wrote at 14 on the day of her audience with Pope Leo XIII ("The good Pope is so old, one would say he is dead") and at 17 when she learned that her father would not be present at her reception of the veil: "Celine, my tears are falling as I write . . . ").

    Story of a Soul is often called Therese's autobiography. She wrote three manuscripts: in 1895, for her sisters, a memoir of her childhood; in 1896, for her sister Marie, a souvenir of her last private retreat; and, in June 1897, for her prioress, Mother Marie de Gonzague, a reflection on her religious life. Translated into more than sixty languages, this classic in which Therese tells the story of her soul has had a miraculous impact on countless other souls.In Story of a Soul Therese writes "I find myself at a period in my life when I can cast a glance on the past," but in her letters we accompany her day by day. Read what she wrote at 14 on the day of her audience with Pope Leo XIII ("The good Pope is so old, one would say he is dead") and at 17 when she learned that her father would not be present at her reception of the veil: "Celine, my tears are falling as I write . . . ").

  • The love of eternal wisdom
    The love of eternal wisdom
    The love of eternal wisdom

    The love of eternal wisdom

    Louis-Marie Grignion de Montfort
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    In it he treats of the relationship between God and mankind, stressing first and foremost the love of God for human beings, and the plan he devised for saving them from the consequences of sin. Using many texts from the Old Testament Wisdom literature, he meditates on the extraordinary desire God has to love them and be loved by them. He, like St Paul and St John, sees the Saviour, Jesus Christ, as the embodiment of the Wisdom of God, and applies to Christ the title "Eternal and Incarnate Wisdom of God" - therefore the "Eternal Wisdom" in the title of the book is to be taken as Jesus Christ himself. In his reflections on the love of God for humans, St Louis Marie picks out the death of Christ on the Cross as the greatest manifestation of this love, to the point where he can say: Wisdom is the Cross, and the Cross is Wisdom. Making the assumption that all human beings desire happiness, and that "wisdom" (in a natural sense) is the way to achieve this, he discusses various forms of wisdom, and states that the only true wisdom is the Wisdom of God, incarnate in Jesus Christ himself. It then becomes the life-long quest of all Christians to seek to acquire this Wisdom, or, in other words, to seek to know and love Jesus Christ, the Eternal Wisdom of God. He proposes four principal means to achieve this: An ardent desire to do so Constant prayer for this grace "Universal" mortification A tender devotion to the Blessed Virgin. He claims that this fourth means (devotion to the Blessed Virgin) is the most effective way to acquire and preserve Divine Wisdom, and it is this theme which he develops in the True Devotion to the Blessed Virgin and The Secret of Mary. The third means (universal mortification) is seen as a way of participating in the Cross of Christ, by accepting our own "crosses" and so becoming more aware of the love shown by the sufferings of Christ. He develops this theme more in A Letter to the Friends of the Cross.

    In it he treats of the relationship between God and mankind, stressing first and foremost the love of God for human beings, and the plan he devised for saving them from the consequences of sin. Using many texts from the Old Testament Wisdom literature, he meditates on the extraordinary desire God has to love them and be loved by them. He, like St Paul and St John, sees the Saviour, Jesus Christ, as the embodiment of the Wisdom of God, and applies to Christ the title "Eternal and Incarnate Wisdom of God" - therefore the "Eternal Wisdom" in the title of the book is to be taken as Jesus Christ himself. In his reflections on the love of God for humans, St Louis Marie picks out the death of Christ on the Cross as the greatest manifestation of this love, to the point where he can say: Wisdom is the Cross, and the Cross is Wisdom. Making the assumption that all human beings desire happiness, and that "wisdom" (in a natural sense) is the way to achieve this, he discusses various forms of wisdom, and states that the only true wisdom is the Wisdom of God, incarnate in Jesus Christ himself. It then becomes the life-long quest of all Christians to seek to acquire this Wisdom, or, in other words, to seek to know and love Jesus Christ, the Eternal Wisdom of God. He proposes four principal means to achieve this: An ardent desire to do so Constant prayer for this grace "Universal" mortification A tender devotion to the Blessed Virgin. He claims that this fourth means (devotion to the Blessed Virgin) is the most effective way to acquire and preserve Divine Wisdom, and it is this theme which he develops in the True Devotion to the Blessed Virgin and The Secret of Mary. The third means (universal mortification) is seen as a way of participating in the Cross of Christ, by accepting our own "crosses" and so becoming more aware of the love shown by the sufferings of Christ. He develops this theme more in A Letter to the Friends of the Cross.

  • Conversazioni con Dio
    Conversazioni con Dio
    Conversazioni con Dio

    Conversazioni con Dio

    John Henry Newman
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    Beato John Henry Newman:“Può sembrare strano, ma molti cristiani trascorrono la loro vita senza alcuno sforzo di raggiungere una corretta conoscenza di se stessi. Si accontentano di impressioni vaghe e generiche circa il loro effettivo stato; se hanno qual­cosa in più di questo, si tratta di esperienze casuali, quali i fatti della vita a volte impongono. Ma nulla di esatto e siste­matico, che non rientra nemmeno nei loro desideri avere.Quando dico che è strano, non è per suggerire che la conoscenza di sé sia facile; è quanto mai difficile conoscere se stessi anche parzialmente, e da questo punto di vista l’i­gnoranza di se stessi non è una cosa strana. La stranezza sta nel fatto che si affermi di credere e di praticare le grandi verità cristiane, mentre si è così ignoranti di se stessi, tenen­do conto che la conoscenza di sé è una condizione necessa­ria per la comprensione di quelle verità. Quindi non è trop­po dire che tutti quelli che trascurano il dovere di un abitua­le esame di coscienza, adoperano in molti casi parole senza averne il senso. Le dottrine del perdono dei peccati, e della nuova nascita dal peccato, non possono essere comprese senza una certa giusta conoscenza della natura del peccato, cioè, del nostro cuore. […]“Dovremo sperimentare cos’è il peccato nell’al di là, se non ce ne rendiamo conto ora. Dio ci dà ogni grazia per scegliere la sofferenza del pentimento, prima del sopraggiungere dell’ira ventura” “Ripeto, senza una qualche idea giusta del nostro cuore e del peccato, non possiamo avere un’idea giusta del governo morale, di un salvatore o santificatore”.

    Beato John Henry Newman:“Può sembrare strano, ma molti cristiani trascorrono la loro vita senza alcuno sforzo di raggiungere una corretta conoscenza di se stessi. Si accontentano di impressioni vaghe e generiche circa il loro effettivo stato; se hanno qual­cosa in più di questo, si tratta di esperienze casuali, quali i fatti della vita a volte impongono. Ma nulla di esatto e siste­matico, che non rientra nemmeno nei loro desideri avere.Quando dico che è strano, non è per suggerire che la conoscenza di sé sia facile; è quanto mai difficile conoscere se stessi anche parzialmente, e da questo punto di vista l’i­gnoranza di se stessi non è una cosa strana. La stranezza sta nel fatto che si affermi di credere e di praticare le grandi verità cristiane, mentre si è così ignoranti di se stessi, tenen­do conto che la conoscenza di sé è una condizione necessa­ria per la comprensione di quelle verità. Quindi non è trop­po dire che tutti quelli che trascurano il dovere di un abitua­le esame di coscienza, adoperano in molti casi parole senza averne il senso. Le dottrine del perdono dei peccati, e della nuova nascita dal peccato, non possono essere comprese senza una certa giusta conoscenza della natura del peccato, cioè, del nostro cuore. […]“Dovremo sperimentare cos’è il peccato nell’al di là, se non ce ne rendiamo conto ora. Dio ci dà ogni grazia per scegliere la sofferenza del pentimento, prima del sopraggiungere dell’ira ventura” “Ripeto, senza una qualche idea giusta del nostro cuore e del peccato, non possiamo avere un’idea giusta del governo morale, di un salvatore o santificatore”.

  • La mistica città di Dio
    La mistica città di Dio
    La mistica città di Dio

    La mistica città di Dio

    Suor Maria d'Agreda
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    I libri dell'abbadessa spagnola Maria di Agreda sulla vita di Maria sono ritenuti una delle più importanti opere ma­riane della letteratura cattolica e della mistica cristiana. Do­po la morte dell'Autrice, l'opera venne ripresa e revisionata accuratamente da parte di teologi e a ciò seguì nel 1670 la prima edizione a cura della tipografia reale di Madrid, che si diffuse in modo incredibilmente rapido. Nel 1681 e 1684 in breve tempo furono approntate altre edizioni; anche l'In­quisizione spagnola esaminò questi scritti e sancì la propria approvazione. Le edizioni si moltiplicarono anche in altri luoghi (Barcellona e Valenza in Spagna, Perpignano in Fran­cia e si diede corso a traduzioni in altre lingue.La Mistica Città di Dio fu tuttavia fin dal principio un'o­pera attaccata violentemente da più versanti, ma contempo­raneamente sperimentò anche il massimo riconoscimento. Il cardinale Aguirre, dell'Ordine dei benedettini, il 4 agosto del 1699 scrisse all'Arcivescovo di Parigi: «È certo che nessuno, per quanto erudito, avrebbe potuto presentare con la redazio­ne di quell'opera delle nozioni così sublimi in modo così na­turale. Ognuno deve essere moralmente convinto che tutto ciò che questa grande serva di Dio ha scritto, è stato composto per ispirazione dello Spirito Santo e con il particolare soccor­so della beatissima Vergine». Il papa Pio XI, in un'udienza pri­vata nel 1929, disse al reverendo Fiscar Marison, traduttore in lingua inglese: «Lei ha realizzato una grande opera a ono­re della Madre di Dio... Impartiamo la benedizione apostolica a tutti i lettori e divulgatori della Mistica Città di Dio».

    I libri dell'abbadessa spagnola Maria di Agreda sulla vita di Maria sono ritenuti una delle più importanti opere ma­riane della letteratura cattolica e della mistica cristiana. Do­po la morte dell'Autrice, l'opera venne ripresa e revisionata accuratamente da parte di teologi e a ciò seguì nel 1670 la prima edizione a cura della tipografia reale di Madrid, che si diffuse in modo incredibilmente rapido. Nel 1681 e 1684 in breve tempo furono approntate altre edizioni; anche l'In­quisizione spagnola esaminò questi scritti e sancì la propria approvazione. Le edizioni si moltiplicarono anche in altri luoghi (Barcellona e Valenza in Spagna, Perpignano in Fran­cia e si diede corso a traduzioni in altre lingue.La Mistica Città di Dio fu tuttavia fin dal principio un'o­pera attaccata violentemente da più versanti, ma contempo­raneamente sperimentò anche il massimo riconoscimento. Il cardinale Aguirre, dell'Ordine dei benedettini, il 4 agosto del 1699 scrisse all'Arcivescovo di Parigi: «È certo che nessuno, per quanto erudito, avrebbe potuto presentare con la redazio­ne di quell'opera delle nozioni così sublimi in modo così na­turale. Ognuno deve essere moralmente convinto che tutto ciò che questa grande serva di Dio ha scritto, è stato composto per ispirazione dello Spirito Santo e con il particolare soccor­so della beatissima Vergine». Il papa Pio XI, in un'udienza pri­vata nel 1929, disse al reverendo Fiscar Marison, traduttore in lingua inglese: «Lei ha realizzato una grande opera a ono­re della Madre di Dio... Impartiamo la benedizione apostolica a tutti i lettori e divulgatori della Mistica Città di Dio».

  • Il cattolico nel secolo
    Il cattolico nel secolo
    Il cattolico nel secolo

    Il cattolico nel secolo

    San Giovanni Bosco
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    L'operetta venuta alla luce nel 1883 è un interessantissimo compendio di Catechismo Cattolico,impostato su un ipotetico dialogo tra padre e figlio. IL CATTOLICO NEL SECOLO Occasione di questi trattenimenti PARTE PRIMA. Dei fondamenti della Religione Cattolica e della Chiesa di Gesù Cristo Trattenimento I. Dio Creatore - Argomento metafisico. Trattenimento II. Argomento fisico. Trattenimento III. Argomento morale. Credenza generale dell’esistenza di Dio. Trattenimento IV. Necessità di una Religione. Trattenimento V. Necessità della Rivelazione. Trattenimento VI. Veracità dei libri dell’Antico Testamento. Trattenimento VII. Divinità dei libri dell’Antico Testamento. Trattenimento VIII. Storia della Religione e Profezie riguardanti al Messia da Adamo fino a Davidde. Trattenimento IX. Profezie e storia della Religione da Davidde fino al Messia. Trattenimento X. Profezie avverate in Gesù Cristo. Trattenimento XI. Il Vangelo. Trattenimento XII. Gesù Cristo vero Dio e vero Uomo. Trattenimento XIII. Risurrezione ed Ascensione di Gesù Cristo. Argomento certo della sua divinità. Trattenimento XIV. Cenno sopra gli Ebrei[13]. Trattenimento XV. Gli Ebrei aspettano invano il Messia. Trattenimento XVI. Propagazione del Cristianesimo. Trattenimento XVII. Fondazione della Chiesa di Gesù Cristo. Trattenimento XVIII. Capo visibile della Chiesa di Gesù Cristo. Trattenimento XIX. Visibilità della Chiesa di Gesù Cristo. Trattenimento XX. Caratteri della Chiesa di Gesù Cristo. Trattenimento XXI. La Chiesa Romana ha il carattere dell’UNITÀ. Trattenimento XXII. La sola Chiesa Romana è SANTA. Trattenimento XXIII. La sola Chiesa Romana è CATTOLICA. Trattenimento XXIV. La sola Chiesa Romana è APOSTOLICA. Trattenimento XXV. Gerarchia Ecclesiastica. Trattenimento XXVI. Autorità dei Concilii. PARTE II. Credenze o sétte tuttora esistenti che in vari temp. si separarono dalla Chiesa Cattolica. Trattenimento I. Il Maomettismo. Trattenimento II. Scisma dei Greci. Trattenimento III. Origine dei Valdesi. Trattenimento IV. Continua lo stesso argomento. Trattenimento V. Mala fede dei ministri Valdesi. Trattenimento VI. Altre prove di mala fede dei ministri Valdesi. Trattenimento VII. Separazione dei Valdesi dalla Chiesa Cattolica. Trattenimento VIII. Lutero. Trattenimento IX. Incertezza di Lutero e suoi sentimenti intorno alla Chiesa Cattolica. Trattenimento X. La gerarchia di Martin Lutero. Trattenimento XI. Calvino. Trattenimento XII. Beza discepolo di Calvino. Trattenimento XIII. Dello Scisma Anglicano. Trattenimento XIV. Unione degli Anglicani coi Protestanti e coi Valdesi. Trattenimento XV. I predicatori della Riforma non avevano missione divina. Trattenimento XVI. Chiesa Ortodossa di Russia. PARTE III. Invariabilità della Dottrina Cattolica.

    L'operetta venuta alla luce nel 1883 è un interessantissimo compendio di Catechismo Cattolico,impostato su un ipotetico dialogo tra padre e figlio. IL CATTOLICO NEL SECOLO Occasione di questi trattenimenti PARTE PRIMA. Dei fondamenti della Religione Cattolica e della Chiesa di Gesù Cristo Trattenimento I. Dio Creatore - Argomento metafisico. Trattenimento II. Argomento fisico. Trattenimento III. Argomento morale. Credenza generale dell’esistenza di Dio. Trattenimento IV. Necessità di una Religione. Trattenimento V. Necessità della Rivelazione. Trattenimento VI. Veracità dei libri dell’Antico Testamento. Trattenimento VII. Divinità dei libri dell’Antico Testamento. Trattenimento VIII. Storia della Religione e Profezie riguardanti al Messia da Adamo fino a Davidde. Trattenimento IX. Profezie e storia della Religione da Davidde fino al Messia. Trattenimento X. Profezie avverate in Gesù Cristo. Trattenimento XI. Il Vangelo. Trattenimento XII. Gesù Cristo vero Dio e vero Uomo. Trattenimento XIII. Risurrezione ed Ascensione di Gesù Cristo. Argomento certo della sua divinità. Trattenimento XIV. Cenno sopra gli Ebrei[13]. Trattenimento XV. Gli Ebrei aspettano invano il Messia. Trattenimento XVI. Propagazione del Cristianesimo. Trattenimento XVII. Fondazione della Chiesa di Gesù Cristo. Trattenimento XVIII. Capo visibile della Chiesa di Gesù Cristo. Trattenimento XIX. Visibilità della Chiesa di Gesù Cristo. Trattenimento XX. Caratteri della Chiesa di Gesù Cristo. Trattenimento XXI. La Chiesa Romana ha il carattere dell’UNITÀ. Trattenimento XXII. La sola Chiesa Romana è SANTA. Trattenimento XXIII. La sola Chiesa Romana è CATTOLICA. Trattenimento XXIV. La sola Chiesa Romana è APOSTOLICA. Trattenimento XXV. Gerarchia Ecclesiastica. Trattenimento XXVI. Autorità dei Concilii. PARTE II. Credenze o sétte tuttora esistenti che in vari temp. si separarono dalla Chiesa Cattolica. Trattenimento I. Il Maomettismo. Trattenimento II. Scisma dei Greci. Trattenimento III. Origine dei Valdesi. Trattenimento IV. Continua lo stesso argomento. Trattenimento V. Mala fede dei ministri Valdesi. Trattenimento VI. Altre prove di mala fede dei ministri Valdesi. Trattenimento VII. Separazione dei Valdesi dalla Chiesa Cattolica. Trattenimento VIII. Lutero. Trattenimento IX. Incertezza di Lutero e suoi sentimenti intorno alla Chiesa Cattolica. Trattenimento X. La gerarchia di Martin Lutero. Trattenimento XI. Calvino. Trattenimento XII. Beza discepolo di Calvino. Trattenimento XIII. Dello Scisma Anglicano. Trattenimento XIV. Unione degli Anglicani coi Protestanti e coi Valdesi. Trattenimento XV. I predicatori della Riforma non avevano missione divina. Trattenimento XVI. Chiesa Ortodossa di Russia. PARTE III. Invariabilità della Dottrina Cattolica.

  • Il dogma del Purgatorio
    Il dogma del Purgatorio
    Il dogma del Purgatorio

    Il dogma del Purgatorio

    Padre F. S. Schouppe
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    IL DOGMA DEL PURGATORIO ILLUSTRATO CON FATTI E RIVELAZIONI PARTICOLARI DAL Padre F. S. SCHOUPPE d. C. d. G. Il dogma del Purgatorio dalla maggior parte dei fedeli è troppo dimenticato: la Chiesa purgante, in cui vivono tanti fratelli da soccorrere o nella quale ben presto passeranno essi medesimi, sembra essere loro affatto estranea.Una tale dimenticanza, veramente deplorevole, faceva gemere S. Francesco di Sales: «Ohimè! diceva questo pio dottore della Chiesa, noi non ci ricordiamo abbastanza dei cari nostri trapassati, e col suono delle campane sembra pure svanire la loro memoria».Ecco lo scopo di quest'opera. Si propone non di provare l'esistenza del Purgatorio a menti scettiche, bensì di farlo meglio conoscere ai pii fedeli, che con una fede divina credono al dogma rivelato da Dio. Ad essi in modo speciale s'indirizza questo libro, per dar loro del Purgatorio un'idea meno confusa, dirò meglio, un'idea più attuale di quella che comunemente se ne ha, lumeggiando il più che sia possibile questa grande verità della fede.A questo scopo abbiamo tre ben distinte fonti di luce. In primo luogo l'insegnamento dogmatico della Chiesa; quindi la dottrina esplicativa dei santi Dottori: per ultimo le rivelazioni dei Santi e le apparizioni, che confermano l'insegnamento dei Dottori.

    IL DOGMA DEL PURGATORIO ILLUSTRATO CON FATTI E RIVELAZIONI PARTICOLARI DAL Padre F. S. SCHOUPPE d. C. d. G. Il dogma del Purgatorio dalla maggior parte dei fedeli è troppo dimenticato: la Chiesa purgante, in cui vivono tanti fratelli da soccorrere o nella quale ben presto passeranno essi medesimi, sembra essere loro affatto estranea.Una tale dimenticanza, veramente deplorevole, faceva gemere S. Francesco di Sales: «Ohimè! diceva questo pio dottore della Chiesa, noi non ci ricordiamo abbastanza dei cari nostri trapassati, e col suono delle campane sembra pure svanire la loro memoria».Ecco lo scopo di quest'opera. Si propone non di provare l'esistenza del Purgatorio a menti scettiche, bensì di farlo meglio conoscere ai pii fedeli, che con una fede divina credono al dogma rivelato da Dio. Ad essi in modo speciale s'indirizza questo libro, per dar loro del Purgatorio un'idea meno confusa, dirò meglio, un'idea più attuale di quella che comunemente se ne ha, lumeggiando il più che sia possibile questa grande verità della fede.A questo scopo abbiamo tre ben distinte fonti di luce. In primo luogo l'insegnamento dogmatico della Chiesa; quindi la dottrina esplicativa dei santi Dottori: per ultimo le rivelazioni dei Santi e le apparizioni, che confermano l'insegnamento dei Dottori.

  • La vera religione
    La vera religione
    La vera religione

    La vera religione

    Agostino da Ippona
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni
    Valutazione: 0 su 5 stelle
    0 valutazioni

    Il "De vera religione" - "La vera religione",può essere considerato spartiacque tra le opere filosofiche e quelle teologiche. L’autore intende illustrare il cristianesimo come la vera religione. Agostino dimostra che la via universale di salvezza può essere incontrata e conosciuta nel cristianesimo.

    Il "De vera religione" - "La vera religione",può essere considerato spartiacque tra le opere filosofiche e quelle teologiche. L’autore intende illustrare il cristianesimo come la vera religione. Agostino dimostra che la via universale di salvezza può essere incontrata e conosciuta nel cristianesimo.

  • La Divina Misericordia en mi alma
    La Divina Misericordia en mi alma
    La Divina Misericordia en mi alma

    La Divina Misericordia en mi alma

    Sor M. Faustina Kowalska
    Valutazione: 5 su 5 stelle
    5/5 - 1 valutazione
    Valutazione: 5 su 5 stelle
    5/5 - 1 valutazione

    Jesús: en Vos confío! Santa Faustina es "el don de Dios a nuestro tiempo”. Gran Mística, Maestra de la vida espiritual, Profeta que recordó al mundo la verdad bíblica sobre el amor misericordioso de Dios a cada persona y llama a proclamarla al mundo mediante el testimonio de vida, la obra, la palabra y la oración. Apóstol de la Divina Misericordia, Secretaria de Jesús Misericordioso, Profeta de nuestro tiempo, gran Mística, Maestra de la vida espiritual- he aquí los títulos más frecuentes que acompañan al nombre de Santa Sor Faustina Kowalska de la Congregación de la Madre de Dios de la Misericordia que forma parte del círculo de los santos más conocidos y queridos y también de los mayores místicos de la Iglesia.

    Jesús: en Vos confío! Santa Faustina es "el don de Dios a nuestro tiempo”. Gran Mística, Maestra de la vida espiritual, Profeta que recordó al mundo la verdad bíblica sobre el amor misericordioso de Dios a cada persona y llama a proclamarla al mundo mediante el testimonio de vida, la obra, la palabra y la oración. Apóstol de la Divina Misericordia, Secretaria de Jesús Misericordioso, Profeta de nuestro tiempo, gran Mística, Maestra de la vida espiritual- he aquí los títulos más frecuentes que acompañan al nombre de Santa Sor Faustina Kowalska de la Congregación de la Madre de Dios de la Misericordia que forma parte del círculo de los santos más conocidos y queridos y también de los mayores místicos de la Iglesia.

Categorie correlate

Recensioni su La tradizione Cattolica

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Leggi o ascolta dove e quando vuoi.

    Accedi a oltre un milione di titoli integrali in modalità online e offline con le app per iOS e Android. Approfitta di musica gratis e molto altro con il nostro Perks.

    Solo $11.99/mese dopo il periodo di prova. Annulla in qualsiasi momento.