Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

La sciarpa scozzese
Vittoria, un grande dono: La coraggiosa testimonianza di una madre che per amore non ha mai smesso di lottare
Homo pandemicus: Vogliamo davvero rinunciare alla nostra umanità?
Serie di e-book19 titoli

FUORI COLLANA

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questa serie

La protesta e l’amore è stato pensato come un libro spurio e trasversale. Un focus svagato e divagante sui giorni, i dischi e i pensieri di Luca Bonaffini.
Un altro modo per raccontare la faccia oscura della luna che continua a spuntare dal monte ma non per tutti. Prendetela come una storia esemplare, piovuta dritta dal B-side del cantautorato italiano. Dove la “B” è da assumersi come collocazione imposta (a volte auto-imposta). Tutt’altro che una diminutio, o una sottospecie.
Luca Bonaffini scrive-canta-suona per sé e per gli altri da trent’anni buoni. Lo fa gettando il cuore oltre ogni ostacolo, per chi ha orecchie e testa per intendere. Lo fa perché non saprebbe fare altrimenti. Lo fa con ostinazione prima ancora che per atto di sincerità.
Questo libro raccoglie molto della sua storia – l’anti-epica di un attraversatore di sogni, riff, facce da rock and roll (o, insomma, giù di lì) – così come è venuta fuori dagli incontri che ho avuto con lui nel corso del tempo.
Spero vi piaccia e che vi faccia anche incazzare. Un po’ come succede nella vita quando siamo alle prese con la protesta e l’amore.
LinguaItaliano
Data di uscita2 set 2013
La sciarpa scozzese
Vittoria, un grande dono: La coraggiosa testimonianza di una madre che per amore non ha mai smesso di lottare
Homo pandemicus: Vogliamo davvero rinunciare alla nostra umanità?

Titoli di questa serie (19)

  • Homo pandemicus: Vogliamo davvero rinunciare alla nostra umanità?
    Homo pandemicus: Vogliamo davvero rinunciare alla nostra umanità?
    Homo pandemicus: Vogliamo davvero rinunciare alla nostra umanità?

    Quello che abbiamo vissuto in questi due anni ha una portata storica, ma sbaglieremmo se lo riassumessimo tutto in una vicenda sanitaria. Lo è stata, certamente, tuttavia non è la medicina ciò che più spiega gli eventi a cui abbiamo assistito: le questioni sanitarie sono quelle che hanno catturato la nostra emotività, ma esistono scene rimaste in penombra che si rivelano fondamentali per comprendere nel suo insieme la vicenda pandemica. Quali sono i processi che hanno trasformato un'emergenza sanitaria in un’emergenza democratica? Il libro Homo pandemicus parte dall’evidenza sanitaria per coglierne gli elementi fondamentali, con l’obiettivo di diradare il fumo informativo, spesso creato di proposito, che in questi mesi l’ha avvolta. Lo fa con rigore, sulla base dei molti dati che oggi sono ormai disponibili. Quello dell’autore Alessandro Bagnato è un viaggio coraggioso, accompagnato da riflessioni storiche, filosofiche e antropologiche intorno a quell’homo pandemicus che sembra essersi affacciato alla storia e che potrebbe segnare un distacco dalla nostra umanità.

  • La sciarpa scozzese
    La sciarpa scozzese
    La sciarpa scozzese

    Diciotto racconti, intensi e commoventi, sull’infanzia. Costruiti ciascuno intorno a un oggetto (dei rapaci impagliati, il fantoccio di un aviatore, delle maschere, una bandiera del palio...), delineano, da varie angolazioni, una grammatica dei sentimenti. Solo uno, “la morte”, non ha oggetto: perché, al centro della morte, non vi sono oggetti, ma soltanto il vuoto e l’orrore. In questi racconti, però si celano anche delle domande. Chi è il misterioso funzionario che, riemerso dal passato, sconvolge la vita d’una famigliola sotto natale? Perché un’anziana zia, entrata nella sua stanza, suona davanti al nipotino una Suite di Bach sul violoncello prima di uccidersi? Come mai un alunno, un “primo della classe”, accetta la sfida mortale con un compagno? Chi è “la piccola donnina” che, dopo averlo conosciuto all’oratorio, appare in sogno, al suo amichetto, con un orribile livido sul braccio? Domande, queste, destinate a restare senza risposta. Guardare al cuore umano, al suo abisso, si può. Ma, poi, bisogna ritrarsene al più presto.

  • Vittoria, un grande dono: La coraggiosa testimonianza di una madre che per amore non ha mai smesso di lottare
    Vittoria, un grande dono: La coraggiosa testimonianza di una madre che per amore non ha mai smesso di lottare
    Vittoria, un grande dono: La coraggiosa testimonianza di una madre che per amore non ha mai smesso di lottare

    Milena è una donna coraggiosa, forte, sensibile, speciale, ma preferisce definirsi semplicemente “la mamma di Vittoria”, una bimba dagli occhi azzurri che ti penetrano l’anima e dai lunghi capelli biondi, affetta da Sindrome di Rett, una rara malattia genetica. Nonostante le mille difficoltà, nonostante i timori per il futuro, nonostante gli sguardi indifferenti o carichi di pietà che si posano sulla sua bambina, Milena ringrazia Dio per averle riservato un magnifico dono, la sua Vittoria, e per aver messo sul suo cammino tanti angeli dal volto umano che la sostengono e sorreggono. Milena ha scelto di lottare, di combattere per dare una speranza a Vittoria, con quell’amore assoluto e incondizionato che solo una mamma riesce a provare. La speranza, che talvolta traballa ma non cede mai alla rassegnazione, le deriva dalla fiducia che la ricerca genetica un giorno possa trovare una cura per la sindrome di Vittoria, ma soprattutto dall’assoluta fede in Dio, non priva di interrogativi, ma sempre solida e indissolubile. Le sue parole non sono urla di disperazione, come ci si potrebbe attendere, ma tocchi al cuore di chi soffre, di chi sente di non farcela, di chi non crede, di chi non riesce ad accettare con il sorriso ciò che la vita gli ha riservato, proprio come fa Milena con forza e coraggio.

  • L'universo e Fritz Leiber
    L'universo e Fritz Leiber
    L'universo e Fritz Leiber

    Saggio critico che ripercorre la carriera letteraria di Leiber dai racconti di gioventù sulle mitiche riviste pulp come Weird Tales e Astounding Science Fiction, alle ultime storie cupe e introspettive degli anni Ottanta, passando in rassegna tutte le fasi più significative del suo percorso evolutivo nei generi della fantascienza e dell’horror. Una corposa ricerca (che ha riguardato anche l’analisi dei manoscritti e dei dattiloscritti originali conservati nelle università americane) che si concentra sull’esame di una selezione di testi rappresentativi, e mette in evidenza caratteristiche salienti dell’opera di Leiber mai studiate prima, come l’approccio postmoderno della produzione più tarda. Il più completo, ricco ed esaustivo studio dell’opera di Leiber dai tempi del classico *Witches of the Mind* di Bruce Byfield (1991).

  • Perennia Verba
    Perennia Verba
    Perennia Verba

    Prende il via con il numero 10 la nuova serie di Perennia Verba, collana di studi inerenti vari argomenti, sia di natura sia in prospettiva, rigorosamente tradizionali. In questo volume saggi di: Paolo Urizzi, "Ibn 'Arabi e la questione del pluralismo religioso" Franco Galletti, " Il significato simbolico delle buone maniere" Nuccio D'Anna, "Cos'è il Santo Graal" Paolo Vicentini, "La tessitura del Destino nella filosofia antica" Ananda K. Coomaraswamy, "Due Inni vedântici dal Siddhântamuktîvalî"

  • Il pane degli angeli
    Il pane degli angeli
    Il pane degli angeli

    È il primo libro sulla "celiachia", sindrome sempre più diffusa di intolleranza al glutine. Uno scritto semplice, di vita vissuta, una testimonianza vivace da parte di una ragazza diagnosticata a 21 anni. Avvincente, intercalato da 17 ricette per celiaci e simpatiche vignette. L'argomento è di attualità e il testo può essere di grande aiuto sia per coloro che sono diagnosticati da adulti, sia per chiunque (parenti, amici, medici, personale scolastico ecc.) abbia a che fare con persone affette da questa sindrome.

  • La scuola della guerra
    La scuola della guerra
    La scuola della guerra

    In questo romanzo autobiografico, l'autore ci racconta della sua infanzia e giovinezza trascorse durante la terribile guerra civile libanese.

  • Khalil Gibran
    Khalil Gibran
    Khalil Gibran

    L'affascinante e avventurosa vita dell'autore di uno dei libri più noti e amati di tutti i tempi ("Il Profeta"), scritta con stile e amore da un suo conterraneo. Alexandre Najjar, suo connazionale, ci narra l'eccezionale destino di quel visionario ribelle che emancipò la letteratura araba e seppe usare con eleganza la lingua inglese. Un uomo segnato dalle tragedie familiari, ma sempre pronto a difendere le proprie convinzioni per amore della vita, che ci ha trasmesso un messaggio di pace e di speranza.

  • Coronavirus Covid-19: No! Non è andato tutto bene
    Coronavirus Covid-19: No! Non è andato tutto bene
    Coronavirus Covid-19: No! Non è andato tutto bene

    Ripetuto in ogni occasione, esposto sui balconi accompagnato da un beneaugurante arcobaleno, lo slogan “andrà tutto bene” ha espresso la paura, la speranza e l’orgoglio di milioni di italiani. In questo volume gli autori tracciano un bilancio delle scelte attuate per contrastare la pandemia che ha coinvolto principalmente gli anziani, già affetti da patologie croniche preesistenti. Sono stati loro le vittime predestinate di una quarantena imposta all’Italia intera. Molti anziani non sono morti perché sono andati in giro, sono morti paradossalmente perché non sono andati in giro, perché sono stati chiusi 24 ore su 24 con chi poteva infettarli, aumentando di molte volte la loro probabilità di essere contagiati. E ciò non è successo soltanto nelle case, nelle abitazioni private, ma anche nelle Residenze Socio-sanitarie Assistite e perfino negli ospedali, in tutti quei luoghi chiusi che si sono dimostrati il vero centro di incubazione del virus e che la quarantena ha reso ancora più critici. L’obbligo all’uso delle mascherine, dei guanti per accedere ai negozi, la sanificazione delle superfici, sono riesaminate alla luce delle evidenze scientifiche più aggiornate, per giungere alla conclusione che: “No! Non è andato tutto bene”.  

  • Quando il corpo dice no: il costo dello stress invisibile
    Quando il corpo dice no: il costo dello stress invisibile
    Quando il corpo dice no: il costo dello stress invisibile

    Può una persona letteralmente morire di solitudine? C’è una connessione tra l’abilità di esprimere emozioni e l’Alzheimer? Esiste la “personalità da cancro”? Attingendo dalla ricerca scientifica e da decenni di esperienza di Gabor Maté in qualità di medico, Quando il corpo dice no risponde a queste e ad altre importanti domande sulle conseguenze del legame corpo-mente in relazione alla salute e alla malattia e al ruolo che lo stress e le emozioni personali giocano in una varietà di disfunzioni. Quando il corpo dice no esplora il ruolo della connessione corpo-mente nei disturbi e malattie come artrite, cancro, diabete, sindrome dell’intestino irritabile, sclerosi multipla e molte altre; attinge dalla ricerca medica e dall’esperienza clinica dell’Autore come medico di famiglia; condivide numerosi e illuminanti casi di studio, tra cui quelli di persone come Lou Gherig (SLA), Betty Ford (cancro al seno), Ronald Reagan (Alzheimer) e Gilda Radner (cancro alle ovaie); include i sette pilastri della guarigione: princìpi di guarigione e prevenzione di malattie provocate dallo stress nascosto.  

  • Malattie, vaccini e la storia dimenticata: dissolving illusion
    Malattie, vaccini e la storia dimenticata: dissolving illusion
    Malattie, vaccini e la storia dimenticata: dissolving illusion

    Fino a qualche tempo fa le infezioni mortali erano molto temute in Occidente. Da allora, diversi Paesi hanno attraversato un'enorme trasformazione diventando più sicuri e più sani. Molte cose infatti sono mutate complessivamente nella vita sociale: dalla nuova sensibilità per l'ambiente alla legislazione sulla sicurezza sul lavoro, dalla maggiore consapevolezza dell'igiene a una migliore conoscenza dei bisogni alimentari. Le malattie infettive erano già in diminuzione a partire dalla metà del XIX secolo, e all'inizio del XX avevano raggiunto livelli significativamente più bassi. Questa trasformazione è una storia che parla di fame, di povertà, di sporcizia, di terapie dimenticate, di idee eugenetiche, di libertà personali contro il potere dello Stato, di proteste e detenzioni per il rifiuto dei vaccini e di molto altro ancora. Oggi ci viene insegnato da più parti che gli interventi medici sotto forma di vaccinazione sono la maggiore scoperta della medicina perché hanno aumentato la nostra aspettativa di vita e prevenuto le morti di massa. Ma questo corrisponde davvero alla verità? Suzanne Humphries e Roman Bystrianyk hanno investigato direttamente le fonti, ricercando e analizzando una miriade di documenti storici da metà Settecento ai giorni nostri. Libri e riviste mediche, eventi storici, rapporti scientifici, relazioni parlamentari, studi statistici e molta altra documentazione medica da tempo dimenticata. Il compendio di questa vastissima mole di informazioni è raccolto in questo libro: più di 50 grafici, decine di diagrammi e altre immagini storiche, insieme a un'abbondanza di citazioni e testimonianze, che illuminano le vere cause delle malattie e il nesso essenziale tra le condizioni di vita, l'alimentazione e la salute. Molti miti cadono, molte credenze si dissolvono, molte presunte certezze - divenute veri e propri dogmi quasi religiosi - evaporano.

  • Emergenza scuola: I bisogni ignorati dei nostri figli nella crisi sanitaria
    Emergenza scuola: I bisogni ignorati dei nostri figli nella crisi sanitaria
    Emergenza scuola: I bisogni ignorati dei nostri figli nella crisi sanitaria

    La crisi sanitaria globale ha messo in discussione non solo la nostra quotidianità e i nostri diritti costituzionali, ma anche i bisogni e i diritti di bambini e adolescenti. Sono venuti meno la scuola, le relazioni, il gioco con i coetanei, la vita all’aria aperta, la serenità, la libertà, la gioia, l’esperienza del contatto e dell’abbraccio. Dopo la lunga quarantena forzata, il rientro a scuola ha trasformato il già dissestato sistema nazionale di istruzione in un presidio sanitario, governato da regole ferree e del tutto estranee alle finalità della crescita e dell’apprendimento. Come ha influito tutto questo sulla salute complessiva di bambini e ragazzi? Quanto ne ha risentito il loro sviluppo affettivo, cognitivo e sociale? Quali rischi corrono? Quali emozioni sono in gioco in questa fase di crisi? Quali effetti avrà questo scenario mai visto sul loro benessere psicologico e sul loro futuro? Come possiamo aiutarli? Come possiamo difendere la nostra salute, il nostro equilibrio e i nostri valori? Di quali risorse possiamo disporre, come insegnanti e come genitori?

  • Dal fango estraggo l'oro: Le parole di denuncia e speranza della Preside più famosa d’Italia
    Dal fango estraggo l'oro: Le parole di denuncia e speranza della Preside più famosa d’Italia
    Dal fango estraggo l'oro: Le parole di denuncia e speranza della Preside più famosa d’Italia

    Solange Hutter ripercorre insieme ai suoi lettori tutta la parabola drammatica dell’emergenza sanitaria. In qualità di Preside di Scuole Superiori, ma anche di madre di due figli poco più che adolescenti, l’autrice intuisce la gravità del momento soprattutto da una prospettiva umana e sociale. Non appena comincia a diffondersi il concetto di “distanziamento sociale”, che lei non esita a definire incompatibile sia con la scuola sia in generale con la natura umana, lancia subito il suo grido d’allarme, affidando a un flusso di coscienza intenso e profondo il racconto delle emozioni, delle sensazioni e reazioni al cospetto di una crisi mondiale. Il libro Dal fango estraggo l’oro contiene anche il testo del Discorso alla Camera nonché di quello pronunciato alla Marcia della Liberazione, in Piazza San Giovanni a Roma il 10 ottobre 2020.

  • Il telegrafista di Margherita: Il soggiorno a Bordighera della regina
    Il telegrafista di Margherita: Il soggiorno a Bordighera della regina
    Il telegrafista di Margherita: Il soggiorno a Bordighera della regina

    La Regina Margherita scelse di vivere gli ultimi anni della sua intrepida vita nella lussureggiante Bordighera, nell’estremo ponente ligure. In queste pagine, la figura e la vita della Regina sono filtrate dallo sguardo di molteplici personaggi più o meno locali che ebbero a che fare con lei (dall’architetto Luigi Broggi a padre Giacomo Viale, a Giuseppe Bessone e Miss Eileen Daly, editori del Journal de Bordighera), ma il filo conduttore è Arturo Giacobbe, il fidatissimo telegrafista personale di Margherita, custode di importanti segreti. Un libro che, oltre a raccontarci della Regina, restituisce quell’atmosfera incantata tra la Belle Époque e i ruggenti anni Venti, che a Bordighera persisterà anche dopo la Grande Guerra.

  • Umanità sotto scacco: Riflessioni filosofiche, psicologiche e scientifiche per affrontare lo stato di emergenza
    Umanità sotto scacco: Riflessioni filosofiche, psicologiche e scientifiche per affrontare lo stato di emergenza
    Umanità sotto scacco: Riflessioni filosofiche, psicologiche e scientifiche per affrontare lo stato di emergenza

    Un breve ma ricchissimo testo per crescere nella consapevolezza dei tempi attuali e per interpretare le forze che operano per riplasmare l’essere umano e i rapporti sociali. L’autore ci mette di fronte alle possibilità manipolative che pervadono oramai ogni campo della vita, ma ci offre anche molti preziosi insegnamenti per affrontare al meglio e superare l’attuale stato di emergenza.

  • Il cibo: un alleato prezioso: Prendersi cura della propria salute a tavola ai tempi del Covid
    Il cibo: un alleato prezioso: Prendersi cura della propria salute a tavola ai tempi del Covid
    Il cibo: un alleato prezioso: Prendersi cura della propria salute a tavola ai tempi del Covid

    Il cibo: un alleato prezioso è una piccola guida molto pratica per riconoscere, nel quotidiano, i nutrienti presenti nel cibo, soprattutto quelli che non devono mai mancare a tavola, così da riuscire a impostare un menu settimanale equilibrato per ogni stagione, non solo per tenersi in forma, ma anche per rafforzarsi nella lotta contro il virus. L'autrice Elisa Eusebio non elenca quali sono gli alimenti da evitare, finirebbe solo per accrescere quel clima di rinunce e privazioni che stiamo già vivendo, ma ci accompagna a scoprire come rendere la nostra tavola nutrizionalmente più ricca. Un libro per cambiare punto di vista e iniziare a guardare al cibo con la consapevolezza di avere un alleato prezioso!

  • Tarek e gli altri
    Tarek e gli altri
    Tarek e gli altri

    Due vite, a lungo parallele e remote, s'incrociano d'improvviso. Per caso o per fatalità. La reciproca estraneità si trasforma allora in avvicinamento, fino alla condivisione. E ciò che era ignoto o ignorato diviene tema di riflessione: lo sfruttamento dei più deboli, degli emarginati, degli ultimi reclama attenzione nonché fattiva solidarietà. Tarek (e non solo lui) ha bussato alla porta di Antonio, il quale gli ha aperto. Questa è la loro storia.

  • Il filo della danza
    Il filo della danza
    Il filo della danza

    “…il mio sguardo si apriva a nuove trasformazioni, attraverso il tempo diventa uno scambio di passi di danza tra l’oggi e il domani”. Una vita intrecciata dai fili della danza, in ogni sua forma e manifestazione. Una vita periodicamente reinventata, affrontando con l’armonia i cambi di rotta che il destino le impone. Poi, la svolta de-finitiva. La danza non è più una ricerca personale ma diventa un’attività per gli altri: scopre la dan-zamovimentoterapia. Attraverso il racconto della propria vita fuori dagli schemi, Orietta Ravenna mostra la via per una nuova percezione di sé e per un risveglio verso nuovi orizzonti.

  • La protesta e l'amore: conversazioni con Luca Bonaffini
    La protesta e l'amore: conversazioni con Luca Bonaffini
    La protesta e l'amore: conversazioni con Luca Bonaffini

    La protesta e l’amore è stato pensato come un libro spurio e trasversale. Un focus svagato e divagante sui giorni, i dischi e i pensieri di Luca Bonaffini. Un altro modo per raccontare la faccia oscura della luna che continua a spuntare dal monte ma non per tutti. Prendetela come una storia esemplare, piovuta dritta dal B-side del cantautorato italiano. Dove la “B” è da assumersi come collocazione imposta (a volte auto-imposta). Tutt’altro che una diminutio, o una sottospecie. Luca Bonaffini scrive-canta-suona per sé e per gli altri da trent’anni buoni. Lo fa gettando il cuore oltre ogni ostacolo, per chi ha orecchie e testa per intendere. Lo fa perché non saprebbe fare altrimenti. Lo fa con ostinazione prima ancora che per atto di sincerità. Questo libro raccoglie molto della sua storia – l’anti-epica di un attraversatore di sogni, riff, facce da rock and roll (o, insomma, giù di lì) – così come è venuta fuori dagli incontri che ho avuto con lui nel corso del tempo. Spero vi piaccia e che vi faccia anche incazzare. Un po’ come succede nella vita quando siamo alle prese con la protesta e l’amore.

Leggi altro di Aa. Vv.

Correlato a FUORI COLLANA

Categorie correlate