Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

L’estate dei dischi volanti
La partita più importante del mondo
Fiabe sarde
Serie di e-book30 titoli

Il Trenino verde

Valutazione: 4 su 5 stelle

4/5

()

Info su questa serie

«“Sì, scoppierà” si era detto Matteo. “Ariel scoppierà e prof Maccioni ne avrà uno di meno a rompergli le balle, cussa carogna.”»
«Non ero solo. Per la prima volta in vita mia mi trovavo con la ragazza più affascinante della scuola, la più bella, quella che io e i miei amici sognavamo di notte e di giorno, e alla quale de­di­cavamo tutti i nostri pensieri più sfrenati e poetici.»
«Certe volte poi mi sentivo la testa vuota quando provavo a ricordare le parole nuove delle poesie del libro di lettura per ripetere alla maestra e quelle mi sfuggivano.»
Vi siete mai trovati in queste situazioni? Nelle storie raccontate in questo libro ci sono ragazzi e ragazze come voi…
Età: dai 10 anni in su.
LinguaItaliano
EditoreCondaghes
Data di uscita4 mar 2018
L’estate dei dischi volanti
La partita più importante del mondo
Fiabe sarde

Titoli di questa serie (40)

  • Fiabe sarde
    Fiabe sarde
    Fiabe sarde

    Fiabe sarde, certo. Ma le fiabe possono essere solo sarde? No davvero, perché spaziano nell’incanto di tutte le altre fiabe create dall’uomo. E infatti questi bellissimi racconti, rielaborati dalla tradizione popolare da Sergio e Rossana, ci parlano di Sardegna e del mondo, dei misteri, dei segreti e della poesia del raccontare, per tutti i paesi e per tutte le età. Età: dai 3 anni in su. In appendice vengono riportati i testi originali in lingua sarda pubblicati nel 1922 da Gino Bottiglioni che sono serviti agli autori come base per elaborare le fiabe contenute nella raccolta.

  • L’estate dei dischi volanti
    L’estate dei dischi volanti
    L’estate dei dischi volanti

    La comparsa di alcuni strani oggetti volanti, un inspiegabile rapimento, il tentativo di rapina di due balordi, lo scoppio di un incendio e una serie di altri avvenimenti inspiegabili fanno da cornice alle prime esperienze sentimentali di un gruppo di ragazzi. Dario, Vivina e i loro amici vivono così il passaggio dall’infanzia all’adolescenza.

  • La partita più importante del mondo
    La partita più importante del mondo
    La partita più importante del mondo

    Com’è possibile che la squadra di calcio più scalcinata disputi la finale della Coppa dei Campioni? E che figura potrà mai fare un gruppo di ragazzacci di un paesino sperduto che non hanno mai dato un calcio serio ad un pallone contro i giovani giocatori più forti d’Europa? Ve lo racconta Sergio, capitano, alle prese con un fratello dispettoso, irriverenti compagni di scuola e qualche amica innamorata… Età: 8-12 anni.

  • La macchina del cervello
    La macchina del cervello
    La macchina del cervello

    Demetrio (undici anni) è un esperto di computer, proprio come suo padre Arnaldo, e appena ha un po’ di tempo libero ne approfitta per giocare con la Playstation. È il padrone di Schwarz (diminutivo di Schwarzenegger), un pincher nano che si diverte ad azzannare le caviglie dei vicini antipatici. Un giorno si ritrova a provare di nascosto un curioso aggeggio che suo padre si è fatto spedire dagli Stati Uniti, la Brain Machine. C’è anche Schwarz, e Demetrio decide di farlo partecipare all’esperimento. Ma qualcosa non va per il verso giusto, e il nostro amico si trova suo malgrado a vivere un’avventura incredibile e pazzesca! Età: 8-12 anni.

  • Le Frazioni del Moro
    Le Frazioni del Moro
    Le Frazioni del Moro

    Questa è la storia della lotta degli Uomini contro le orde del male guidate da S’Aremigu, essere supremo delle Creature delle Tenebre, risvegliato dall’arroganza dei Maghi... Solo un’isola in mezzo ai mari, abitata ancora da Uomini e da Esseri fantastici da secoli in esilio volontario in attesa della battaglia finale, resiste al suo potere... E solo alcuni di essi potranno salvare, dopo aver superato incredibili e durissime prove, la Terra dalla sua distruzione finale: il servo pastore Pedru e Urthaddala la piccola Jana, Antoneddu e Arrosa la sposa guerriera, Sa Mama ’e su Entu e il marito Uragano, Balente il capo dei Briganti della macchia, il vecchio Re Bachis, i Pundacios, i Gentiles e i Paladinos de sa Reula. Dai dieci anni in su.

  • L’isola delle Janas
    L’isola delle Janas
    L’isola delle Janas

    L’isola delle Janas era un’isola bellissima, la più bella del mondo. Era ricoperta di verdi foreste e circondata da un bel mare azzurro chiaro nel quale si rispecchiavano le montagne... Gli uomini dell’isola vivevano in armonia tra loro e con la natura. I bambini conoscevano tanti giochi e si divertivano moltissimo... Su tutto e su tutti vigilavano le piccole fate, e la vita quotidiana scorreva felice, fino a quando non accaddero dei fatti terribili... Età: dai 6 anni in su.

  • Marina. Di libri, di pulci e di ratti
    Marina. Di libri, di pulci e di ratti
    Marina. Di libri, di pulci e di ratti

    «Stella, stellina, la notte si avvicina… la pecora traballa, la mucca è nella stalla…» Ma che fa, sua madre, si mette a cantare? È così strana la gente, cambia d’umore e di carattere così spesso. Oppure no, forse è Marina che vorrebbe tutto preciso e non sopporta che sua madre, la sua amica, i suoi compagni di scuola, gli altri possano essere diversi da come li immagina, da come se li rappresenta. Chissà se anche loro la vedono sempre uguale o la trasformano seguendo i propri stati d’animo. Età: dai nove anni in su.

  • Danin d’Argento: Il bambino di porcellana
    Danin d’Argento: Il bambino di porcellana
    Danin d’Argento: Il bambino di porcellana

    Il libro racconta il dramma di Daniele, bambino fragile e solo, incapace di abbandonare il bozzolo magico che lo racchiude e che lo protegge dalla realtà esterna. È uno dei tanti bambini che soffrono di autismo infantile: è un bambino di porcellana, un piccolo Rain man. L´autore ha riunito le vicende di alcuni di questi bambini e le ha unificate in un´unica storia. È nata così questa fiaba divertente e poetica insieme, strutturata in modo da consentire ai ragazzi un particolare momento di riflessione sui problemi della diversità. Di questa fiaba moderna ha scritto il grande critico italiano Antonio Faeti: «Il libro è di quelli che uno come me tiene e terrà sempre vicino a sé. Racconta, per i bambini, l’autismo infantile, e, di questo cupo labirinto doloroso, sa dire anche la trasparenza, l’incantata finezza. Libro pedagogicamente civile, libro necessario, libro come non si sospetta facilmente che ne esistano». (Millelibri 88)

  • Il violinista siccità
    Il violinista siccità
    Il violinista siccità

    C’è qualcosa che non va, a Bughidedal. La pioggia scivola via senza fermarsi, gli uccelli non cantano e un magico violino Stradivarius ha smarrito le sue melodie. Così a Pasompé, il Violinista Siccità, per sciogliere il mistero non resta che mettersi in cammino. Lungo la strada incontrerà scienziati e ladri, investigatori e antiquari, truffatori di bassa lega e bellissime fanciulle del Paradiso dei Violini e di Maometto. Da uno dei più affermati scrittori per ragazzi catalani, un romanzo avventuroso e visionario… Età: dai 9 ai 13 anni.

  • Il mistero della città perduta
    Il mistero della città perduta
    Il mistero della città perduta

    Ciccio vorrebbe trascorrere le vacanze nel modo più tranquillo possibile. A movimentargli la vita ci penseranno Loris, un ragazzino simpaticissimo ma svitato sino alle tonsille, e soprattutto Melinda, la sua amica del cuore. Perché Melinda giura che il vecchio ulivo sulla collina nasconde un mistero, e lo convince a indagare. Tra extraterresti, assassini, trabocchetti e bambine scomparse, Ciccio e i suoi amici dovranno svelare il mistero e scoprire chi è il traditore che si aggira nella colonia… Età: dai 9 anni in su.

  • La signora che investiva i bambini
    La signora che investiva i bambini
    La signora che investiva i bambini

    Questa è la storia della signora Antonia e di un ragazzino di nome Toni. La signora Antonia vorrebbe avere un figlio. Toni vorrebbe fuggire da uno zio che  lo tormenta. Riusciranno a realizzare i loro sogni, Toni e la signora Antonia? Forse sì. Ma prima ne vedremo delle belle. Perché un grande dolore a volte può far perdere la testa. E perché tra il dire e il fare questa volta ci sono di mezzo un cane dolcissimo e uno diabolico, una folla di ragazzini in pericolo e un’intera città che trema di fronte alla Signora che investiva i bambini.  Età: dai 9 anni in su

  • Non dire di me che ho fuggito il mare
    Non dire di me che ho fuggito il mare
    Non dire di me che ho fuggito il mare

    E' il 1944. Matteo e Marta hanno saputo che gli ebrei di La Spezia sono stati caricati sui treni blindati dai tedeschi, ma non hanno idea di quali saranno la loro destinazione e il loro destino. Lo scopriranno solo sull’Isola di Non, quando la loro nuova amica Carola e un misterioso personaggio che si nasconde in un faro abbandonato riveleranno loro una terribile verità. Solo allora Matteo e Marta cominceranno a porsi delle domande. Come è possibile che gli ebrei vengano perseguitati e uccisi dai nazisti in tutta Europa? E perché anche ai ragazzi italiani è stato insegnato a odiarli e a disprezzarli? Matteo e Marta però non si limiteranno a porsi delle domande. E con l’aiuto di Carola faranno di tutto per salvare almeno una vita: perché chiunque salva una vita – come recita il Talmud ebraico – salva il mondo intero… Età: dai 10 anni in su.

  • Che vita spericolata!
    Che vita spericolata!
    Che vita spericolata!

    Qualcuno potrebbe pensare che Dante – il protagonista di questa storia – sia un ragazzino davvero terribile. E non avrebbe tutti i torti: per esempio, è stato proprio lui, a mettere a ferro e fuoco la scuola. E ha il brutto vizio di farsi gioco dei supplenti, oltre a scorrazzare tra i passanti sui suoi rollerblade, insieme agli amici del cuore. Questa d’altronde è l’unica “vita spericolata” che lo diverte, soprattutto se c’è Ludovica, della quale è segretamente innamorato. Ma quando le cose cominciano ad andare davvero male, ecco che il suo più grande amico diventa uno strano professore, che sa ascoltarlo e che non lo giudica dalle apparenze… Età: dai 10 ai 14 anni.

  • Fiabe e leggende degli indios del Messico
    Fiabe e leggende degli indios del Messico
    Fiabe e leggende degli indios del Messico

    Le fiabe e le leggende dei Toltechi, degli Atzechi e soprattutto degli Huichol, un piccolo popolo che ancora oggi vive sulle montagne della Sierra Madre Occidentale in Messico, ci vengono raccontate in questo volume da un testimone d´eccezione.

  • Il segreto della casa abbandonata
    Il segreto della casa abbandonata
    Il segreto della casa abbandonata

    Venerdì: allo squillo della campanella d’uscita, qualcosa di pericoloso si nasconde in uno sgabuzzino della scuola. Fuori dal cancello si aggira un misterioso individuo, che da qualche tempo spia i bambini. Nel pomeriggio tre di loro – Ciriaco, Vera e Gianni – che hanno buoni motivi per non voler tornare a casa, decidono di nascondersi in una villa, abbandonata da decenni. Non si accorgono, però, che dal comignolo sale un filo di fumo. Quando, più tardi, scoprono che maestra Erme non è quella che sembra e che la Casa Abbandonata nasconde un segreto, si rendono conto di avere ormai un mucchio di gente strana alle calcagna, e di essersi cacciati in grossi guai...

  • Zuck lupo sdentato
    Zuck lupo sdentato
    Zuck lupo sdentato

    Il lupo Zuck è un po’ triste perché, per colpa della carie, ha perso tutti i denti e non può più mangiare. Ma in paese nessuno lo sa e la gente ha terrore di lui. Se lo vedono da lontano fuggono via a gambe levate... E lui ha sempre più una fame da lupi (è il caso di dirlo). Avrebbe bisogno di tanto cibo e qualcuno che lo consoli un po'... Età: dai 5 ai 7 anni.

  • Storie e leggende dalle Barbagie
    Storie e leggende dalle Barbagie
    Storie e leggende dalle Barbagie

    Questi racconti, di paura e di terrore, appartengono alla tradizione e sono quasi tutte diffuse nella Barbagia centrale. In gran parte si tratta di fatti reali, trasposti in una fantasia mitica, che affonda le sue radici in un codice d’onore antichissimo, nel quale la parola data e il rispetto degli altri, diventano un fatto quasi sacrale. I vecchi raccontavano ai giovani queste storie davanti al focolare in inverno o nel patio di casa in estate. Sono storie sanguinarie e terribili, vere e proprie lezioni di vita, che avevano lo scopo di rendere i ragazzi più cauti nelle loro azioni quotidiane e future. Età: 10-14 anni

  • Corsicana. Fiabe corse
    Corsicana. Fiabe corse
    Corsicana. Fiabe corse

    «Catarinella andava a far legna ai piedi del Monte Incudine e, tutti i giorni, udiva una voce che diceva: – Catarinella, sali più in alto.» Né c’era una volta né una volta ci sarà, ma direttamente nella storia, subito nel presente. Così erano le fiabe raccontate in Corsica alla fine dell’Ottocento. Immediate e schiette come la gente che le narrava. Queste raccolte nel libro, sono solo alcune delle centinaia di fiabe che i corsi regalano ancora oggi a piccini e a grandi di tutte le età. Un sincero omaggio che gli orgogliosi isolani fanno a tutto il mondo, consapevoli e convinti del fatto che vivere nelle isole non ha mai significato vivere isolati dal flusso delle storie. Età: dai 3 anni in su.

  • Rituali scolastici
    Rituali scolastici
    Rituali scolastici

    Come il prof, dopo aver massacrato per trent´anni la vitalità dei suoi alunni, scopre d´averne nostalgia. Come la prof di matematica viene accecata da un aeroplanino di carta, antico e poetico rituale che continua a sopravvivere nonostante la devastante concorrenza del telefonino. Come il bidello Attilio si meraviglia di quell´arnese, chiamato scopa, del quale ignorava l´esistenza. Come il pluriripetente Efisio, equilibrista improbabile, utilizza la sedia con i braccioli del prof. Come l´alunno, che sognava di emulare le gesta di Gianfranco Zola, scopre, mentre manovra una betoniera, che la scuola non è orrenda come lui se l´aveva dipinta.  Proprio come accade per il teatro i personaggi di questo racconto, prima d´entrare in scena, indossano una maschera. E proprio come in una commedia, la sorpresa è nel finale... Età: dai 10 ai 14 anni.

  • Sissel e gli Altri
    Sissel e gli Altri
    Sissel e gli Altri

    Come affrontare a scuola, coi bambini e coi ragazzi, il tema della Memoria dello sterminio degli ebrei e degli zingari avvenuto negli anni della Seconda Guerra Mondiale? Questo libro, che è il risultato di un anno di studi, dimostra che il modo migliore è rendere protagonisti gli stessi bambini e ragazzi. Capaci di proporre, alla fine di un percorso tanto difficile quanto appassionato, questo saggio che ricostruisce con numerosi e approfonditi materiali storici la tragedia della Shoah e del Porrajmos. Tra questi materiali, anche una preziosa testimonianza raccolta da Giovanna Boursier e ancora inedita in Italia: quella dello zingaro tedesco Hugo Höllenreimer, che da bambino fu vittima degli esperimenti di Josef Mengele, il dottor Morte di Auschwitz. Età: dai 10 ai 14 anni.

  • Le storie di Nino: Antonio Gramsci raccontato ai più piccoli
    Le storie di Nino: Antonio Gramsci raccontato ai più piccoli
    Le storie di Nino: Antonio Gramsci raccontato ai più piccoli

    Nino è uno bimbo speciale e poi un ragazzetto diverso. Una malattia gli ha deformato la spina dorsale rendendolo un gobbetto. Ma questo, se gli ha reso un po’ più triste la vita, forse gli ha dato la possibilità di imparare a guardare nella realtà delle cose. Da grande Nino − Antonio Gramsci − era un uomo che metteva la libertà e i diritti umani al di sopra di tutto. Ma in Italia c’era al governo una dittatura, che lo fece arrestare e condannare perché osava dire la verità. Negli undici anni di prigionia, Nino scrisse lettere agli amici, ai famigliari in Sardegna, alla moglie e ai figli in Russia. Sono lettere struggenti, perché vere, sono lettere belle come fiabe. E in questo libro ve ne sono dodici, di fiabe, un numero magico dato da 11 + 1: undici gli anni di carcere e detenzione condizionata, uno l’anno che Antonio non ebbe per ritornare alla sua casa e vivere da uomo libero. Attraverso i dodici racconti, ricavati dalla lettura delle sue centinaia di lettere, i lettori, grandi e piccini, potranno scoprire un libro utile e bello che cerca di restituire Gramsci alla sua Ghilarza e insieme di ricostruirne la voce e il canto.

  • La vera storia di Gondrano il cormorano
    La vera storia di Gondrano il cormorano
    La vera storia di Gondrano il cormorano

    Gondrano è il nome di un cormorano comune molto pigro, che decide di uscire dall’uovo soltanto quando il suo stormo è già in viaggio verso le terre calde del sud. Per fortuna incontra Sua Maestà, un gabbiano reale con la vocazione del contafavole, il quale lo adotta e lo porta con sé nella Rocca dei Gabbiani. Grazie alla sua curiosità naturale e ai consigli dell’autorevole gabbiano, Gondrano impara a conoscere alla svelta le cose belle e le cose brutte della vita, come: la ricerca del cibo, il tempo che passa, la paura, la pioggia, il sole, il trascorrere delle stagioni, l’avventura, la schiavitù, l’amicizia, l’amore, i sogni. Tutto ciò è vissuto nello spazio di un anno tra gli amici del Popolo dell’Aria e gli Animali Senz’ali che popolano la Grande Isola “dove tutto ha avuto inizio e dove tutto finirà”. Età: dai 10 ai 14 anni.

  • Tutti buoni arriva Mommotti
    Tutti buoni arriva Mommotti
    Tutti buoni arriva Mommotti

    Questo libro è diviso in due parti. Una, vietata ai bambini, è riservata agli adulti che vi troveranno i sapori, le paure e le delizie dell’infanzia di una cultura antica. L’altra, vietata agli adulti, è riservata ai giovanissimi che vi troveranno le proprie paure e le proprie delizie. Se poi vogliamo mettere d’accordo tutti si può fare così: gli adulti possono leggere ai più piccoli le storielle, e i piccoli, di nascosto, possono leggere quelle riservate agli adulti.

  • La casa della civetta e altri racconti
    La casa della civetta e altri racconti
    La casa della civetta e altri racconti

    Luoghi e personaggi animati da storie fantastiche e da racconti popolari. I protagonisti sono gli animali, speciali compagni di giochi dei bambini nella Sardegna di un tempo: cinghiali e volpi, lepri e cerbiatte, aquile e civette, foche e fenicotteri, cavallini e mufloni. Tutti abitanti di un’isola incontaminata. Li troviamo sui fondali marini di Tavolara, sulle vette del Gennargentu, sull’altopiano della Giara, nelle insenature del Golfo di Orosei, sopra gli strapiombi di Capo Marrargiu, nei boschi di Sarroch, nei pascoli dell’Asinara, nella valle di Badde Manna a Banari, nelle campagne di Olbia e tra le colline di Pozzomaggiore. Vi faranno compagnia il mulo Bobò, la tartaruga Speedy, la murena Giuanchìna, la foca Goloritzè, il cane Chiriòlu e tanti altri ancora.

  • Il mondo con gli occhiali
    Il mondo con gli occhiali
    Il mondo con gli occhiali

    Avete mai provato a vedere il mondo dal punto di vista degli altri? Immaginatevi un paio di occhiali che possono farvi vedere tutto sotto un'altra luce, magari meno pessimista. Soprattutto immaginatevi se questi occhiali venissero indossati da un ecologista o da un costruttore senza scrupoli, da un ricco sfondato o da un poveraccio... Angelica è una maestra di scuola che, durante una vacanza, ordina un paio di occhiali da un artigiano molto speciale, Monsieur Des Lunettes. Un giorno una sua collega, la terribile maestra Zittotù, indossa per errore gli occhiali di Angelica… Età: dai nove ai novanta anni.

  • La casa dello strego
    La casa dello strego
    La casa dello strego

    In questo libro gli autori, come nelle fiabe, hanno messo in primo piano gli animali, i cani e i gatti. Essi vivono con noi e poco parliamo di loro, o spesso, quando ne parliamo, li consideriamo alla stregua di oggetti di peluche o di giocattoli meccanici, privi di anima. Essi invece hanno un’anima, carattere, personalità individuale, sentimenti, forse pensieri, articolati non in parole, ma nella sintassi delle azioni. Vivono con noi da tanto tempo, c’erano prima di noi, ci saranno dopo. Veri democratici, stanno accanto alla gente più modesta e a quella più importante, senza fare differenze. Che cosa pensano di noi? Che cosa hanno pensato degli eroi, dei santi, dei navigatori, e dei geni che avevano accanto? Non lo sappiamo, ma su questo troverete nel libro molte divertenti ipotesi. Età: dai 9 anni in su.

  • Le magiche pietre e altre storie
    Le magiche pietre e altre storie
    Le magiche pietre e altre storie

    Rimasi tutta la mattina ad ascoltare l’uomo delle pietre. Raccontava con calma. Per due volte interruppe la storia per dirmi: «Le pietre sono vive, non dimenticarlo mai. Dentro ogni pietra c’è vita, c’è energia». Diceva che, se le osserviamo con attenzione, le pietre possono raccontarci la storia delle nostre vite più lontane, quando i nonni dei nonni dei nostri nonni non erano ancora nati... o forse erano uccelli, o api, o farfalle, o forse in quei tempi lontani eravamo alberi e tutti insieme formavamo una grande foresta... o magari solo un soffio di maestrale che accarezzava le pietre che di sicuro erano già lì! “Le magiche pietre” è anche uno spettacolo teatrale scritto e interpretato da Pierpaolo Piludu, con la regia di Mauro Mou e la straordinaria partecipazione dei magici semi di pietra di Pinuccio Sciola.

  • Mordipiedi il Tenebroso
    Mordipiedi il Tenebroso
    Mordipiedi il Tenebroso

    Chi si nasconde dietro la scomparsa di Lozana Landi? Chi è in realtà Mordipiedi il Tenebroso? A svelare questa intricata storia, fatta di antiche carte, orchi, fate, streghe e incantesimi, saranno proprio i ragazzi che… si stanno trasformando lentamente in esseri orrendi! Uno strano virus infiltratosi nel computer di Pietro – il figlio di Lozana – costituirà un importante indizio per la soluzione del mistero…

  • Cuori Rossoblù
    Cuori Rossoblù
    Cuori Rossoblù

    La famiglia di Carlo è in apparenza del tutto normale: padre, madre, sorella e fratellino. Vivono nelle Marche e il loro tempo è per lo più impegnato tra lavoro, scuola e il solito tran-tran quotidiano. Tutto normale? Non proprio perché la mamma è una tifosa sfegatata del Cagliari e il suo idolo è Gigi Riva! Al babbo del calcio invece non gliene frega niente… Decisamente anomalo! Carlo e sua sorella Rossa sono incuriositi da questa strana passione della mamma e decidono di indagare: scopriranno tante cose sul calcio e che di cuori rossoblù in famiglia ce n’è più di uno… Dagli otto anni in su.

  • Ampsicora: Eroe sardo
    Ampsicora: Eroe sardo
    Ampsicora: Eroe sardo

    Storia e romanzo si intrecciano nel racconto di una guerra epica. È il 215 a. C. quando l’esercito sardo affronta quello romano. Il sogno di Ampsicora e del figlio Osto di liberare la Sardegna si infrange una mattina d’estate nella piana del Campidano. E Roma si impossessa definitivamente dell’isola.

Leggi altro di Livy Former

Correlato a Il Trenino verde

Categorie correlate

Recensioni su Il Trenino verde

Valutazione: 4 su 5 stelle
4/5

1 valutazione0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole