Sei sulla pagina 1di 14

La Carta della qualit in medicina interna un buon modo per celebrare i 30 anni del Tribunale per i diritti del

malato Teresa Petrangolini segretario generale Cittadinanzattiva

Il punto di partenza
Segnalazioni dei cittadini su qualit
assistenza e rapporto professionisti sanitari/pazienti la collaborazione da parte di Fadoi e Animo Esperienza Carta della qualit in chirurgia ( 114 reparti) ma soprattutto LA CARTA EUROPEA DEI DIRITTI DEL MALATO

CARTA EUROPEA DEI DIRITTI DEL MALATO


1. Diritto a misure preventive 2. Diritto allaccesso 3. Diritto allinformazione 4. Diritto al consenso 5. Diritto alla libera scelta 6. Diritto alla privacy e alla confidenzialit 7. Diritto al rispetto del tempo dei pazienti 8. Diritto al rispetto di standard di qualit 9. Diritto alla sicurezza 10. Diritto alla innovazione 11. Diritto a evitare le sofferenze e il dolore non necessari 12. Diritto a un trattamento personalizzato 13. Diritto al reclamo 14. Diritto al risarcimento

Segnalazioni
Il rapporto PiT Salute 08 assistenza ospedaliera: umanizzazione organizzazione e condivisione del percorso con il paziente continuit delle cure sul territorio

Segnalazioni
Il rapporto PiT Salute

La risposta ai bisogni
-Favorire il rapporto di fiducia - Migliorare la qualit e la collaborazione - Rendere noto limpegno del/dei reparto/i Carta qualit medicina interna

Carta qualit medicina interna


- Tavolo di lavoro: Cittadinanzattiva, Fadoi, Animo - Condivisione contenuti e redazione testo proposta - Intero percorso del paziente: dall accoglienza alle dimissioni.

Accoglienza
Tutti i cittadini quando entrano nel reparto, devono essere accolti, trattati con gentilezza ed affabilit, messi in condizione di affrontare con la maggiore serenit possibile la degenza. 11 punti: es. arrivo in reparto, informazioni organizzative, orario di visita familiari, presenza badanti,

Informazioni
Tutti i cittadini devono essere adeguatamente informati, al fine di instaurare un corretto rapporto medico/infermiere-paziente ed essere coinvolti nel percorso di cura. 7 punti: comunicazione, informazione

Consenso informato
Tutti i cittadini devono essere coinvolti nelle decisioni mediche che li riguardano ed essere considerati parte attiva del loro percorso di cura. 5 punti: diagnosi e chiarimenti e revoca, etc. tecniche,

Organizzazione
Tutti i cittadini devono trovare un reparto ben organizzato affinch sia garantita la migliore qualit delle cure possibile. 6 punti: riunione coordinamento, riservatezza, figura di riferimento, attenzione al dolore, etc.

Sicurezza e igiene
Tutti i cittadini devono essere protetti da eventuali rischi causati dal cattivo funzionamento delle strutture e dei servizi. 11 punti: prevenzione delle cadute accidentali, percorsi biancheria, norme di comportamento per

Innovazione
Tutti i cittadini devono poter contare su una struttura che garantisca laggiornamento del personale e lutilizzo di tecniche innovative per migliorare la qualit di vita e delle cure. 2 punti: aggiornamento professionale,

Dimissioni
Ogni cittadino, al momento della dimissione, deve ottenere tutte le informazioni necessarie ad affrontare al meglio il rientro a casa, secondo modalit che assicurino una adeguata continuit assistenziale. 6 punti: continuit assistenziale, scheda di dimissione, calendario visite