Sei sulla pagina 1di 14

Maestr

a Silvia
• IL FIUME E’ UN CORSO D’ACQUA DOLCE
CHE NASCE IN MONTAGNA, ATTRAVERSA LA
PIANURA E ARRIVA FINO AL MARE
OPPURE, ENTRA IN UN ALTRO FIUME O IN
UN LAGO.
• NEL SUO VIAGGIO VERSO IL MARE, IL FIUME
SCAVA UN SOLCO CHIAMATO LETTO E
RICEVE LE ACQUE DI ALTRI FIUMI, GLI
AFFLUENTI.
• IN PIANURA, IL FIUME SCORRE DELIMITATO
DA RIVE O SPONDE E DISEGNA AMPIE
CURVE, I MEANDRI.
• IL PUNTO IN CUI IL FIUME VERSA LE SUE
LA SORGENTE
IL FIUME NASCE IN E’ IL PUNTO IN CUI LE
ACQUE RACCOLTE
MONTAGNA DA UNA SOTTOTERRA AFFIORANO IN
SORGENTE OPPURE DA SUPERFICIE.
UN GHIACCIAIO CHE
SI SCIOGLIE.
ALL’INIZIO E’ UN PICCOLO
RUSCELLO, POI SI
INGROSSA E DIVENTA UN
IL GHIACCIAIO
TORRENTE PERCHE’ SI SCIOGLIE CONTINUAMENTE
VIENE ALIMENTATO DALLE NEL PUNTO IN CUI LA
PIOGGE, DALLA NEVE E DA TEMPERATURA E’ PIU’ CALDA
DANDO ORIGINE AL FIUME.
ALTRI RUSCELLI.
IL FIUME, DURANTE IL SUO
VIAGGIO VERSO IL MARE, PUO’
INCONTRARE DELLE PENDENZE
E FORMA LE CASCATE.
IL FIUME SFOCIA NEL MARE IN UN PUNTO
CHIAMATO FOCE. ALCUNI FIUMI HANNO LA
FOCE A DELTA, ALTRI HANNO LA FOCE AD
ESTUARIO.

FOCE A DELTA
FOCE AD ESTUARIO
IL FIUME SI DIVIDE IN TANTI CORSI
D’ACQUA PIU’ PICCOLI CHE IL FIUME SI GETTA DIRETTAMENTE
ENTRANO NEL MARE. NEL MARE.
GIUNCHI PIOPPO

LUNGO LE RIVE DEL FIUME


CRESCE UNA VEGETAZIONE CANNETI
SPONTANEA RIGOGLIOSA GRAZIE
ALL’ABBONDANZA D’ACQUA.
CI SONO: SALICI, ONTANI,
PIOPPI, GIUNCHI, CANNETI. SALICE

ONTANO
LA FAUNA SELVATICA E’ FORMATA DA
NUMEROSI UCCELLI CHE NIDIFICANO SUGLI
ALBERI E TRA GLI ARBUSTI CHE CRESCONO
LUNGO IL FIUME. TRA QUESTI IL MARTIN MARTIN
PESCATORE,IL CORMORANO E L’ AIRONE. PESCATOR
NELLE ACQUE DEL FIUME VIVONO MOLTI E
CORMOR ANO
PESCI (CARPE, SALMONI, LUCCI, TROTE…),
MA ANCHE RANE, ROSPI, SALAMANDRE.
SULLE RIVE DEL FIUME SI TROVANO INSETTI
COME LIBELLULE, MOSCERINI E ZANZARE.

AIRONE

LUCCIO

TROTA

CARP SALMONE
SALAMANDRA
A
I FIUMI SONO SEMPRE STATI IMPORTANTI PER LA VITA DEGLI UOMINI.
GLI UOMINI DEL PALEOLITICO CON LA SCOPERTA DELL’AGRICOLTURA,
PESCAVANO NELLE ACQUE DEL NEL NEOLITICO, L’ACQUA DEL FIUME
FIUME E UTILIZZAVANO LE ACQUE DIVENTO’ FONDAMENTALE ANCHE PER
PER DISSETARSI. IRRIGARE I CAMPI.
ANCHE OGGI IL FIUME E’ LA SEDE DI MOLTE ATTIVITA’ UMANE.

PRODUZIONE DI
AGRICOLTURA
ENERGIA ELETTRICA

PESCA

TRASPORTO DI ESTRAZIONE DI
MERCI E PERSONE GHIAIA E SABBIA
LE ATTIVITA’ CHE L’UOMO SVOLGE IN PROSSIMITA’ DEI CORSI D’ACQUA, VARIANO A
SECONDA DELL’ALTITUDINE, CIOE’ DEL TRATTO DI FIUME CONSIDERATO.

IN MONTAGNA, L’UOMO UTILIZZA L’ACQUA


DEI FIUMI PER PRODURRE ENERGIA NELLE
CENTRALI IDROELETTRICHE.

IN PIANURA, L’ACQUA DEI FIUMI VIENE


UTILIZZATA PER LA COLTIVAZIONE DI CEREALI CHE
HANNO BISOGNO DI MOLTA ACQUA PER
CRESCERE, COME IL RISO.
IN PIANURA, I FIUMI LARGHI E PROFONDI
SONO NAVIGABILI, CIOE’ POSSONO ESSERE
PERCORSI DA IMBARCAZIONI CHE
TRASPORTANO PERSONE E MERCI.

DAL LETTO DEI FIUMI, L’UOMO ESTRAE


GHIAIA E SABBIA, MATERIALI CHE
SERVONO PER L’EDILIZIA, CIOE’ PER LA
COSTRUZIONE DI CASE, STRADE, PONTI.
NEI FIUMI VIVONO TANTI PESCI E LA PESCA E
L’ALLEVAMENTO DI PESCI DI ACQUA DOLCE, COME
TROTE E SALMONI, E’ UN’ ATTIVITA’ IMPORTANTE PER
LA VITA DEGLI ABITANTI.
L’ ACQUA DEI FIUMI, UNA VOLTA
DEPURATA E DISINFETTATA, DIVENTA
ACQUA POTABILE E VIENE DISTRIBUITA
NELLE NOSTRE CASE ATTRAVERSO GLI
ACQUEDOTTI.
ABB
RA CCI!
!!