Sei sulla pagina 1di 21

Mari, fiumi, laghi

Le coste del Nord: i Fiordi


Le coste a fiordo sono alte e frastagliate: sono strette insenature che erano
un tempo valli glaciali e che penetrano nell’interno per decine di chilometri.
Si trovano lungo le coste norvegesi.
Le coste
del Nord
Coste piatte
ricoperte di ghiacci
per circa 6 mesi
all’anno. Si trovano
intorno al Mar
Bianco.
Le coste del Nord: le coste
continentali
Coste del Baltico e del Coste basse e sabbiose con
Mare del Nord dune di decine di metri
Le coste del Mediterraneo
Coste basse e sabbiose del Coste alte e rocciose del
Mar Adriatico (Rimini) Mar Tirreno (Capri)
Le coste del Mediterraneo
Isole allungate parallele alla
Le coste della Dalmazia costa, separate da bracci di
mare (valloni)
Le coste dell’Atlantico
Spiagge basse ricche di Falesie: alte pareti rocciose
dune nella Francia a strapiombo sul mare
occidentale (Sponde della Manica)
I fiumi che scorrono in Europa
I fiumi dell’area orientale
 Sono i fiumi più lunghi del continente.
 Hanno un corso lento e non tortuoso perché scendono
da montagne basse.
 Scorrono in ampie pianure.
 Sono adatti alla navigazione ad eccezione del periodo
invernale quando ghiacciano.
 Sfociano nel Mar Baltico, nel Mar Glaciale Artico, Nel
Mar Caspio e nel Mar Nero.
Il Danubio
Il Danubio nasce nella
Foresta Nera in Germania.
Dopo aver attraversato
buona parte dell’Europa
dell’Est e 4 capitali
(Vianna, Bratislava,
Budapest e Belgrado) sfocia
nel Mar Nero. A nord è
collegato con il Reno per
mezzo di un canale ed è
una delle più importanti
vie di navigazione
dell’Europa centro
orientale.
I fiumi dell’area occidentale
 Hanno un corso lungo anche se sono più brevi dei
fiumi orientali.
 Sono tutti adatti alla navigazione.
 Sfociano nell’Oceano Atlantico.
 Il Reno è il più importante perché collega Germania,
Francia e i porti olandesi.
Il Reno: nasce dalle Alpi Svizzere e sfocia nel Mare
del Nord nei Paesi Bassi.
I fiumi
dell’area
orientale
Coi suoi 3331 km il
Volga è il fiume più
lungo d’Europa. Ha
più di 200 affluenti e
sfocia con un ampio
delta nel Mar Caspio.
I fiumi dell’area meridionale

 Sfociano nel Mar Mediterraneo.


 Scendono da montagne alte, vicine alle coste.
 Hanno corsi brevi e ripidi.
 Non sono adatti alla navigazione. Sono navigabili
nell’ultimo tratto: il Po, il Rodano e l’Ebro.
Il Po
Vicino alla sorgente Vicino alla foce
I laghi
I laghi sono masse
d’acqua che si
raccolgono in una
cavità del suolo.
Si distinguono
quindi in base a
come si è originata
questa cavità che
raccoglie l’acqua.
Laghi di origine
glaciale
I laghi di origine glaciale
si trovano in cavità
scavate dai ghiacciai
nella roccia.
La loro forma è
allungata.
La maggior parte dei
laghi dell’Europa del
Nord ha questa origine.
Tutti i laghi alpini sono
di origine glaciale come i
laghi del nord Italia e il
lago di Costanza,
illustrato a fianco.
Il lago LADOGA
Il Lagoda è il lago più La sua è superficie è di
grande d’Europa 18.400 Km2
I laghi di origine vulcanica
 Si formano all’interno del
cratere di un vulcano non
più attivo (laghi di
cratere)
 Oppure si formano nella
cavità di un cono
vulcanico sprofondato
(laghi di caldere).
 La loro forma è
tondeggiante. Come
quella del lago di Bolsena .
Laghi di
sbarramento
Possiamo avere
anche laghi detti di
sbarramento,
formati da detriti
trasportati o
artificialmente da
dighe che
ostruiscono il
corso di un fiume.
Laghi
costieri
Quando i
detriti portati
dal mare si
sedimentano
formano
cordoni
paralleli alla
costa e specchi
d’acqua restano
isolati dal mare.