Goditi questo podcast e tanto altro ancora

I podcast sono disponibili senza abbonamento, gratis al 100%. Offriamo anche ebook, audiolibri e tanto altro ancora a soli $9.99/mese.

Come Ho Scoperto Holbox (Mex): *Come Ho Scoperto Holbox*

Una volta ritornato a Terceira, sulla mia isoletta sperduta in mezzo all'oceano Atlantico, dopo l'indimenticabile viaggio in Thailandia con mio figlio Ludovico, i mainstream media lanciano la notizia del secolo: è scoppiata...

Come Ho Scoperto Holbox (Mex): *Come Ho Scoperto Holbox* Una volta ritornato a Terceira, sulla mia isoletta sperduta in mezzo all'oceano Atlantico, dopo l'indimenticabile viaggio in Thailandia con mio figlio Ludovico, i mainstream media lanciano la notizia del secolo: è scoppiata...

Dada Brand a Friend


Come Ho Scoperto Holbox (Mex): *Come Ho Scoperto Holbox* Una volta ritornato a Terceira, sulla mia isoletta sperduta in mezzo all'oceano Atlantico, dopo l'indimenticabile viaggio in Thailandia con mio figlio Ludovico, i mainstream media lanciano la notizia del secolo: è scoppiata...

Dada Brand a Friend

valutazioni:
Lunghezza:
23 minuti
Pubblicato:
Jul 4, 2021
Formato:
Episodio podcast

Descrizione

*Come Ho Scoperto Holbox*Una volta ritornato a Terceira, sulla mia isoletta sperduta in mezzo all'oceano Atlantico, dopo l'indimenticabile viaggio in Thailandia con mio figlio Ludovico, i mainstream media lanciano la notizia del secolo: è scoppiata la pandemia.I ricordi e le riflessioni fatte in quei posti meravigliosi sono ancora vivissime, così come il desiderio di trasformarle in realtà il prima possibile. Trasferirsi a "vivere" là dove mi ero sentito perfettamente a casa era diventata una meta concreta. Fu in quei primi giorni che mi capitò di leggere una serie di consigli su come trasformare i propri sogni in realtà. Visualizzare la nuova realtà, immergersi al suo interno, immaginare situazioni e azioni come se fossero reali.Fra i suggerimenti dati, c'era il consiglio di scrivere su uno o più cartoncini di carta l'obiettivo specifico che si sta perseguendo, descrivendolo in dettaglio e il porre poi questi cartoncini sia sulla propria scrivania che nel portafoglio. E così feci, scrivendo:"Voglio vivere in un posto tropicale, con tanto sole, mare, e con la possibilità di esprimere` me stesso. Un posto nella natura dove ci sia musica, la possibilità di fare attività fisica e l'opportunità di stringere amicizie con nuove persone interessanti e appassionate."Ma con il passare delle settimane la situazione in Thailandia peggiorava sempre di più e le notizie che arrivavano dal sud-est asiatico non lasciavano trasparire speranze di una pronta riapertura dei confini per chi come me desiderava poter rapidamente tornare a vivere in questi posti meravigliosi.Nonostante ciò non mi arrendevo facilmente all'idea di non poter trasformare il mio sogno in realtà ed esploravo tutte le strade, anche quelle meno, ortodosse per poter aggirare il divieto di entrata in Thailandia. Ma qualunque strada tentavo di intraprendere alla fine si dimostrava impercorribile.E così, pian-piano mi sono persuaso del fatto che quel sogno così profondo e personale, probabilmente non sarebbe mai più potuto diventare realtà. Anche se in futuro la Thailandia avesse riaperto i confini, ho realizzato che non sarei mai stato disposto ad accettare i nuovi requisiti per poter entrare in quel paese che venivano prospettati (quarantene forzate, test su test, certificati di vaccinazione, etc.). Mi sono auto-convinto di aver visto per un momento "la strada maestra" da seguire, ma nonostante ciò, di dover accettare la dura realtà che tale sogno probabilmente non si sarebbe mai più potuto realizzare nella mia vita.Fino a che, un giorno, ho sentito il mio amico francese Q, che essendo tornato in Francia ad inizio pandemia, era anche lui in attesa di opportunità per ritornare nelle sue isole favorite. Con Q ci sentivamo regolarmente ogni 2-3 settimane per verificare appunto l'evoluzione della situazione mondiale e le opportunità per poter ripartire. Fino a quel giorno, Q mi era sembrato del tutto intenzionato ad attendere con calma l'ulteriore evolversi della situazione. Ma all'improviso Q mi mandò un messaggio che avrebbe letteralmente cambiato i miei piani e la mia vita:"Robin, che fai ancora lì? Io sono in Messico. Qui è tutto aperto, non ci sono restrizioni, quarantene o test da fare. Puoi entrare liberamente e scoprire un paese, dei posti e delle persone meravigliose."Incredulo, non ho perso un solo istante, e ho cominciato a esplorare attraverso Google Maps e Google Earth tutte le coste messicane per scoprire dove avessi potuto trovare dei posti che in qualche modo si avvicinavano al mio sogno scritto sul cartoncino e ai ricordi ancora vivissimi delle isole thailandesi.Dai e dai, ho visto, che di posti veramente speciali e affini a quanto io cercavo, ce ne erano essenzialmente solo due: 1) La costa del Pacifico, nella zona di Zipolite, Mazunte, Puerto Escondido.2) La costa Maya, da Tulum, a Cancun, Playa del Carmen.Ho zoomato di più, ho cercato articoli e video di questi posti, e all'improvviso ho scoperto Holbox. Una lingua di sabbia bianca di quasi 40 kilometri, raggiu
Pubblicato:
Jul 4, 2021
Formato:
Episodio podcast