Sei sulla pagina 1di 55

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18

European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

I volontari di E.R.A. Siziano (PV) a Cavezzo (MO) per prestare aiuto


provincialepavia@era.eu Sezione E.R.A. di Siziano

Sisma Emilia Romagna


Per i componenti la Sezione E.R.A. di Siziano, l'attivit di sostegno all'emergenza Emilia-Romagna, era iniziata con la partecipazione, da parte dei radioamatori ik2sgv (Siziano) e iz2ipf (Stradella) alla maglia radio nazionale E.R.A. attivata il 27 maggio con l'installazione e messa in opera di antenne dedicate . Installati gli impianti aerei ed effettuato il collegamento con la stazione capomaglia iq1hq di Ponderano (Biella), si proceduto al monitoraggio della frequenza d'emergenza per il mantenimento dei collegamenti. Nel frattempo, il Diego ha avuto la bella idea di fare qualcosa di pi concreto per aiutare le persone delle zone colpite, cos siamo arrivati alla conclusione di attivarci al fine di raccogliere generi di prima necessit da inviare nelle zone terremotate. Per noi era un'incognita, non sapevamo come avrebbe risposto la cittadinanza, comunque, avuto l'appoggio dei negozianti, l'entusiasmo del Vinicio e signora ci ha ben predisposto, abbiamo portato i manifestini da esporre, dando cos il via a questa iniziativa per noi sconosciuta. La risposta andata oltre ad ogni nostra rosea aspettativa, ed il venerd pomeriggio, dopo l'ultimo giro di raccolta, ci siamo resi conto della quantit di generi alimentari e non che avevamo a disposizione, preoccupandoci per il trasporto; temevamo che il furgone Mercedes Sprinter non sarebbe bastato, ma poi, utilizzando bene lo spazio a disposizione, i nostri volontari sono riusciti a farci stare tutto e, poco prima della mezzanotte, il furgone era carico e pronto per la partenza. Alle ore 6,00 del mattino di sabato 9 Giugno, partenza di Diego, Marco e Paolo per Cavezzo (MO) dove li attendevano i contatti a cui consegnare i generi raccolti. Sino a Carpi tutta autostrada, poi l'ultimo pezzo di tragitto percorrendo la statale constatando visivamente la drammaticit degli effetti del sisma; interi condomini inagibili e cittadini accampati in ogni spazio verde disponibile. Arrivati a Cavezzo (MO), il tempo di scaricate il materiale, fare qualche fotografia per ricordare, una breve intervista con il responsabile della protezione civile del posto e, nelle prime ore del pomeriggio, rientro a Siziano (PV). Tutto considerato, stata un'esperienza positiva che sicuramente, con l'aiuto dei cittadini, ripeteremo. Ma a nulla sarebbe valso il nostro sforzo se non ci fossero state le persone, locali e non, aziende e negozi che ci hanno dato fiducia, cos vogliamo ringraziare: .Continua

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 2

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

I volontari di E.R.A. Siziano (PV) a Cavezzo (MO) per prestare aiuto


provincialepavia@era.eu Le persone che non conosciamo ma che hanno contribuito: Associazione Fotoreporter (Siziano) Bakery Service con i suoi dipendenti (Fizzonasco di pieve Emanule) Beauty express (Lacchiarella) Titolari e dipendenti per la disponibilit; Cleman (Siziano) Titolari e dipendenti per la disponibilit Epi-d'Or (Stradella) Filippo-Elisa (Stradella) Il personale della Misco S.P.A. (Lacchiarella) Il Cral della Roche S.P.A. Paolo Zandi (per il mezzo di trasporto) Treco Controsoffittature Da noi, ma soprattutto dalla comunit di Cavezzo,(MO) il nostro pi sincero GRAZIE! Sezione ERA-Siziano Paolo Chincarini Ik2SGV

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 3

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

I volontari di E.R.A. Siziano (PV) a Cavezzo (MO) per prestare aiuto


provincialepavia@era.eu La sezione E.R.A. di Siziano (PV) vicina ai cittadini di Cavezzo (MO), localit colpita dai terremoti che ultimamente hanno martoriato lEmilia Romagna ; in questo caso vi mostriamo alcune foto dove i nostri consoci hanno portato generi di prima necessit al comune modenese.

Il Video lo puoi visionare sia ciccando sul link che con il barcode
http://www.youtube.com/watch?v=PjNaJZrK6WA&feature=youtu.be

Attiva il lettore di QR Code su smartphone e guarda il video

Vorrei rivolgere un grazie particolare ai consoci ERA della sezione di Siziano (PV) per lopera umanitaria prestata, BRAVI! Iz7PFU Massimiliano eramagazine@era.eu ; sao@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 4

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

2012 anno internazionale dell' energia sostenibile proclamato dall'ONU e dall'UNESCO

I SEGRETI DELLA LUNA


di Ik0ELN Giovanni Lorusso
Premessa La Luna, il nostro satellite. Ce chi la definisce un sasso senza tempo; altri ritengono che, dopo lo sbarco dell'uomo, ormai, non ha pi nulla da raccontare; altri ancora affermano che il classico bacio al chiar di luna con la morosa non produce pi l'effetto romantico di un tempo. Sembra proprio che della Luna non gli importa pi niente a nessuno. I tempi cambiano! Ma, la Luna, anche se apparentemente immobile nel tempo, non cessa mai di stupire. Sebbene la sua vicinanza alla Terra ci consente di osservarla con molta facilit, sono davvero tante le cose che ancora non conosciamo di essa. Ne consegue che, molti fenomeni selenici, ad oggi, ci sono ancora sconosciuti. Ma lo studio su questo rimorchio che il nostro Pianeta si trascina dietro da miliardi di anni continua sempre. La ricerca di fenomeni, quali ad esempio: i Domi Lunari, i Transienti e la Ionosfera Lunare sono soltanto una parte dei segreti del nostro satellite naturale. Per cui, non ci resta che approfondire l'argomento per cercare di capire la natura del fenomeno. Follow me... La teoria pi accreditata vede l'origine della Luna dovuta ad una antica fusione con un altro satellite della Terra, a seguito di impatto tra di loro. Questo ci lascia capire che, in principio, il nostro Pianeta avesse pi di un satellite naturale che gli orbitasse intorno ( quanto sostengono due scienziati: Erik Asphaug del California University e Martin Jutzi dell'Universit di Berna). Ve le immaginate due Lune nel cielo serale? Uno scenario fantascientifico! Eppure, dopo un recente studio, la loro teoria ha riscosso il consenso della Comunit Scientifica Internazionale, tanto da pubblicarla sulla prestigiosa rivista Nature. Sempre secondo la teoria di questi luminari della scienza, pare che, in un lontano passato (4,7 MLD di anni f), la Luna pi piccola avesse un diametro di 1200 Km; ovvero: un terzo della sorella maggiore; ed un lento impatto tra le due Moon Sisters, nel giro di poche ore, avrebbe fatto spiaccicare tutto il materiale della Luna minore sulla Luna maggiore, producendo una fusione tra le parti di materiale, evitando di farla disintegrare. Ed ecco la Luna che noi conosciamo! Asphaug e Jutzi si dicono certi di quanto affermano in quanto, l'accrescimento della massa lunare, avrebbe provocato l' ispessimento della crosta ancora presente sulla faccia nascosta della Luna, provocando altipiani e rigonfiamenti, ed una diversa composizione chimica nel sottosuolo (il dibattito scientifico che ha caratterizzato il XX secolo stato dominato da tre teorie che riguardano l'origine della Luna: 1 la cattura da parte della Terra ad opera della gravit terrestre; 2 la formazione simultanea della Terra e della Luna, generate dal campo primordiale di planetesimi; 3 la collisione tra la Terra ed il nostro satellite, oppure, oggi pi accreditata, la collisione tra due satelliti orbitanti intorno alla Terra). Tutto qui il mistero? Beh, no. E' ovvio che tale evento ha anche prodotto degli sconvolgimenti sul suolo lunare ed aperto nuovi scenari, ancora oggi visibili, anche con un modesto strumento ottico: i Domi Lunari. Difficili da osservare se non si veramente esperti, i Domi Lunari rappresentano dei rigonfiamento con una struttura cupuliforma (come i vulcani a scudo terrestri), con una altezza tra 300/400 m. e con un diametro di circa 10/20 Km. che, a volte, subiscono un effetto bradisismo (come avviene a Pozzuoli) a causa del residuo dei gas del sottosuolo lunare. I Domi Lunari furono osservati per la prima volta nel 1932 da R. Barker che ne tracci una mappa storica, la quale viene costantemente aggiornata man mano che ne vengono scoperti altri (un lavoro certosino della Sezione di Ricerca Luna dell' U.A.I. - www.uai.it). La dinamica per svolgere un'ottima osservazione di ricerca quella di osservare la Luna al primo quarto; ovvero: quando i raggi del Sole sono radenti sulla superficie lunare e mettono ben in evidenza l'orlo dei crateri, gli appennini e, quindi, anche i Domi Lunari. Passiamo adesso ad esaminare un'altro fenomeno che genera strane luci e colori sulla superficie della Luna. No, non sono gli alieni che accendono e spengono le luci; il Fenomeno dei Transienti Lunari. Si tratta della fuoriuscita di gas sotterranei nelle vicinanze di crateri di enorme dimensione
.Continua
ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 5

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

2012 anno internazionale dell' energia sostenibile proclamato dall'ONU e dall'UNESCO

I SEGRETI DELLA LUNA


di Ik0ELN Giovanni Lorusso
(il cratere Aristarco primeggia per questi fenomeni) che, a contatto con la supericie (basalto) assume variopinti colori modellati dalle violenti radiazioni solari. Altri bagliori provenienti dalla superficie lunare appartengono agli impatti meteorici, i quali, emettono diversi colori monocromatici dovuti al surriscaldamento dei minerali del meteoroide nel momento in cui impatta al suolo. Ne consegue un enorme innalzamento di materiale lunare (ejecta) formato da rocce, suolo lunare e polvere, il quale, a causa della bassissima gravit, ricade al suolo molto lentamente, dando l'impressione all'osservatore di vedere formazioni nuvolose. Ma l'argomento che riguarda pi da vicino i radioamatori la Ionosfera Lunare. Sappiamo che cosa la Ionosfera, anche perch ne facciamo uso quando effettuiamo collegamenti a lunga distanza (Dx). Tuttavia...repetita juvant: la Ionosfera lo strato superiore dell'Atmosfera Terrestre, formato da gas ionizzato dai Raggi Ultravioletti (U.V.) del Sole e dai Raggi Cosmici (Cosmic Ray). Ma, se la Luna non ha un'Atmosfera, da dove salta fuori la Ionosfera Lunare? A tal riguardo, ricordo che era circa l'una di notte del 3 Settembre 2006, quando il Dott. Salvatore Pluchino, radioastronomo presso l'Istituto di Radio Astronomia di Medicina Bologna e coordinatore nazionale di I.A.R.A. Group www.iaragroup.org mi telefon e mi disse:...buongiorno signor radioamatore, preparati ad andare sulla Luna per fare attivit Dx via Ionosfera Lunare! Vediamo che cosa era successo quella notte al radiotelescopio Croce del Nord di Medicina. Orbene, in occasione dell'impatto programmato dalla NASA del satellite europeo SMART ONE sul suolo lunare, i radioastronomi di Medicina, in assonanza con i radioastronomi del radiotelescopio V.L.B.I. di Noto Siracusa, con sistema di puntamento bi statico delle antenne paraboliche di 32 metri di diametro, hanno monitorato l'ingresso del satellite nell'orbita lunare e, ancora prima che impattasse nel cratere di Aitken Polo Sud Lunare, hanno rilevato la effettiva presenza di Ionosfera. Un progetto tutto italiano; un successo; un grande successo per la ricerca radioastronomica italiana. La dinamica di osservazione eseguita dai due radiotelescopi (Medicina e Noto) fu nel rilevare la radiazione termica dei motori di SMART ONE per monitorare costantemente il satellite fino al momento dell'impatto al suolo. Purtroppo SMART ONE sbagli il bersaglio e impatt fuori dal cratere Aitken (dove, con successive missioni satellitari, fu trovata una immensa distesa di acqua ghiacciata), ma i sensori di bordo non sbagliarono a rilevare tracce di Ionosfera. Finalmente il risultato dei lavori di quella ricerca stato reso noto: la Ionosfera Lunare generata proprio dai grani di polvere lunare in sospensione che catturano la luce solare, creando l'alone lungo l'orizzonte (fenomeno, questo, gi osservato dagli astronauti della missione Apollo 15). Ma, come si comporta la Ionosfera della Luna con la radio propagazione? A tal riguardo, va detto che una Ionosfera composta di polvere anzich di gas inedita per la scienza planetaria; per cui difficile stabilire il suo comportamento diurno e notturno, il comportamento stagionale, ma anche le reazioni nel corso dei cicli solari sulle varie lunghezze d'onda. .Continua
ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 6

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

2012 anno internazionale dell' energia sostenibile proclamato dall'ONU e dall'UNESCO

I SEGRETI DELLA LUNA


di Ik0ELN Giovanni Lorusso
Per potrebbe accadere che, in futuro, due astronauti (magari radioamatori) riescano a comunicare tra loro sulle onde corte grazie a questa strana Ionosfera. No, non stiamo galoppando con la fantasia, giacch, tra non molto, inizier il turismo lunare! Quindi, chiunque potr visitare la Luna, passeggiarvi come hanno fatto gli astronauti, forse soggiornarvi per qualche periodo di tempo e ritornare sul nostro Pianeta. E la Scienza? Diciamo che l'interesse per il nostro satellite si nuovamente riacutizzato, anche a causa di necessari progetti di ricerca non pi attuabili sulla Terra. Uno di questi la realizzazione di un enorme radiotelescopio nel cratere Dedalus, ubicato sulla faccia nascosta della Luna. Perch mai sulla faccia nascosta? Il motivo molto semplice: l'enorme inquinamento elettromagnetico generato sulla Terra (comunicazioni cellulari, emittenti radio e televisive, strumenti di laboratorio e...radioamatoriali) che coinvolge anche la faccia visibile della Luna. Il progetto si chiama Quiet Cone (cono silenzioso) e prevede l'installazione di una enorme antenna parabolica, proprio nel cratere Dedalus; la quale, in assenza di disturbi, raccoglierebbe importanti dati di radiosorgenti presenti nell'Universo per poi inviarli sulla Terra attraverso un sistema di satelliti ripetitori (Space Relay Satellits), posizionati nei vari punti Lagrangiani della Luna. Data l'assenza di fenomeni meteorologici sulla Luna, ovvio che la grossa parabola, unitamente al suo meccanismo di sostegno ed al sistema motorizzato di tracking, non necessiterebbe di nessuna manutenzione di lubrificazione ai congegni di snodo. L'unica manutenzione potrebbe scaturire se, fatalmente, il radiotelescopio fosse colpito da un meteorite (ma, gi da adesso, facciamo gli scongiuri); minaccia, che potrebbe accadere anche alla Stazione Spaziale Internazionale. A questo, va aggiuto il progetto di colonizzazione del nostro satellite, con l'installazione di basi di lancio per i satelliti interplanetari (oggi cosmodromi di Guru nella Guyane Francoise; del Jet Propulsion Laboratory a Pasadena U.S.A.; di Baikonur nel Kazakhstan) risparmiando una enorme quantit di carburante per la messa in orbita, grazie alla minima gravit lunare. Siamo giunti alla fine di questa disquisizione ed abbiamo esposto soltanto una minima parte dei segreti che Selene ci ha svelato fino ad ora. Sicuramente, con lo studio, la ricerca e la sperimentazione, magari nei futuri laboratori lunari, scopriremo altre peculiarit nascoste di questo meraviglioso oggetto celeste. Resta di fatto che, della nostra Luna non possiamo farne a meno, in quanto, se non ci fosse questo naturale freno motore la Terra girerebbe pi velocemente, come una trattola (altro che un sasso senza tempo!). E allora lasciamola dov', silenziosa, sorniona; lasciamola agli innamorati, ai sognatori, agli astronauti; ma anche ai radioamatori che la utilizzano per far riflettere i segnali radio Earth-Moon-Earth. Gi, proprio i radioamatori che, cos come gli astronauti, fanno echeggiare la loro voce tra le valli e tra i monti della nostra, cara Luna.

Grande novit Da questo numero sto inserendo negli articoli il QRCODE In tal modo i possessori di IPHONE e telefoni ANDROID potranno decodificare il codice e vedere sul Cellulare il contenuto. By Iz7PFU Massimiliano eramagazine@era.eu
ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 7

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

il 30 Giugno e il 1 Luglio 2012 tutti in HF , commemorazione dle BTG Valle Intelvi

Ik0UAG Francesco Berio

COMMEMORAZIONE del BATTAGLIONE VALLE INTELVI del 5 Rgt.ALPINI


I trasmettitori A.N.G.E.T. , Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori di Milano, in occasione della 30^ manifestazione in commemorazione del BATTAGLIONE VALLE INTELVI , organizzata dai gruppi Alpini della Valle dIntelvi , che si terr in SAN FEDELE INTELVI (CO) , nei giorni 30 giugno e 1 luglio 2012 , saranno presenti con lesposizione di materiale storico relativo alle trasmissioni e con lattivazione di una stazione radioamatoriale che trasmetter in HF (20- 40m). con nominativo speciale I I 2 B V I ,

Attiva il lettore di QR Code su smartphone

La QSL commemorativa potr essere richiesta a IZ2QHV Leonardo tramite bureau oppure per via diretta , includendo una busta preaffancata e preindirizzata, al seguente indirizzo : Leonardo Di Perna via Messina 9 20154 Milano Italia

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 8

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

7/8 Luglio LA CORSA DI GRANDE SALENTO CONTINUA CON LA REGATA VELICA BRINDISI-VALONA

grandesalento@era.eu

Il percorso, di 120 miglia, prevede una semplice andata e ritorno (rotta 100 in andata e 280 in ritorno) partendo sabato 7 luglio dalla citt capoluogo, lasciando a sinistra l'isola di Saseno (Sazan)e ritornando a Brindisi entro la serata di domenica. La partenza ed il ritorno, alla presenza di una giuria e dei radiomatori della nota sezione IQ7IA GRANDE SALENTO saranno nel porto interno, e sar un momento di grande partecipazione di tutta la citt. All'equipaggio primo classificato sar offerto il Trofeo dell'Accoglienza. La citt di Brindisi ha con il mare un rapporto privilegiato, mezzo di comunicazione com' tra popoli e civilt diverse ma affini. La barca a vela uno sport che conosce una veloce e progressiva espansione tra i giovani brindisini, grazie anche a progetti mirati alla conoscenza del mare e della pratica sportiva in giovane et. La regata BRINDISI; VALONA; BRINDISI rientra nell'ottica della valorizzazione della cultura del mare e dello sport della vela, riscoperta nella sua pi autentica vocazione, quella dello stretto rapporto tra l'uomo ed il mare. Proprio per questo ''Brindisi per due'' non sar la classica regata che lascia ampio spazio ai supertecnicismi, alle soluzioni tecniche esasperate che inevitabilmente premiano soluzioni cantieristiche e non abilit e umane. Sar invece una regata con equipaggio di sole due persone, senza vincoli eccessivi che non siano la correttezza di gara, la scoperta della terra al di l del mare e l'entusiasmo della partecipazione. La regata Brindisi-Valona-Brindisi sar visibile in tempo reale on line, giacch i regatanti e le loro barche saranno collegati con sistema di tracciamento a Google Maps, e questo li render visibili lungo la via d'acqua che collega la citt pugliese alla quella albanese. Un modo, questo, per far partecipare, minuto per minuto, in tempo reale, anche i giovani della scuola vela, le loro famiglie, i brindisini e, in senso pi ampio, i salentini al tifo per la regata. La regata organizzata dalla Lega Navale di Brindisi prevede un tempo massimo di percorrenza di 33 ore: il percorso di 120 miglia prevede la partenza dal porto interno di Brindisi, giro allIsola di Seseno e ritorno previsto per la serata di domenica. La regata riservata alle imbarcazioni con LOA superiore a 8.50 metri F.T. abilitate alla navigazione senza limiti dalla costa in possesso di certificato di stazza ORC International o ORC Club 2012. Siamo convinti infatti che la cultura del mare , importante per la citt di Brindisi, deve essere assimilata da piccoli e, inevitabilmente, questo coinvolger le famiglie. Un percorso di formazione virtuoso ed atipico, che fa in modo che siano le nuove generazioni a far riscoprire agli adulti il valore della cultura del mare. L'intero Salento coinvolto attivamente nella manifestazione, le marinerie di Taranto, Lecce, Otranto, Santa Maria di Leuca, Gallipoli, Ostuni sono le citt del Grande Salento che hanno nel sangue, da quando la Puglia del sud ospitava le immigrazioni indoeuropee, la gestione della grande via d'acqua. Occasioni del genere e di carattere internazionale fanno anche si che la cittadinanza apprezzi il servizio di radioassistenza dei radioamatori, appassionandosi spesso alla nostra cultura ed avvicinandosi spesso alla Nostra famiglia.
ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 9

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

ERA Grande Salento sar di nuovo in campo dal 9 al 14 Luglio


grandesalento@era.eu
Dopo la riuscitissima radioassistenza alla regata velica internazionale Brindisi - Corfu', l' E.R.A. GRANDE SALENTO ancora una volta riscatta la voglia di crescere, dal 9 al 14 Luglio 2012, la nostra associazione parteciper all'evento che oramai da anni spopola nel settore motoristico italiano, manifestazione di grande lustro internazionale denominata GIRO DELLA TERRA DI BRINDISI quest anno memoriale ed in nome di un grande amico Gianfranco Carbini morto p r e m a t u r a m e n t e a l l ' e t d i 5 2 a n n i . (Gianfranco fin da subito respira quel mondo, anzi, diventa quel mondo, grazie al padre che gli trasmette questa passione sin dai primi rombi del suo vagito. Assieme viaggiano per lItalia, in due, su auto depoca come tappeti volanti meccanicizzati, Zagato, Maserati, Porsche lenergia del movimento, lebbrezza della velocita, lestetica della carrozzeria, quel senso di libert che solo le auto sportive riescono a dare. La macchina che arriva a diventare unestensione del corpo, una ramificazione di fili nelle gambe, in gara, in prove di regolarita, abilita e velocita su pista come un centometrista con le giunture a pistone sullasfalto sportivo. Vinceva ma sapeva anche perdere) Era non solo un uomo dalle grandi doti, ma era anche mio (iw7crp) amico,come tutti i buoni amici che si rispettino anche un buon p a d r e d i f a m i g l i a . Anche qest anno si ripresenta il 20 giro della nostra terra, la nostra neonata associazione parteciper con un numero di 4 unit per giorno a rotazione alla radioassistenza, voluta dal sottoscritto (iw7crp) in veste di organizzatore del trofeo FIVA ed accettata dal consiglio direttivo del club Federato ASI ( A U T O M O T O S T O R I C O I T A L I A N O ) d i B r i n d i s i . La suddetta si svolger per una settimana con passaggi turistico culturali in alcuni comuni della provincia di Brindisi e dove in particolare tre avranno luogo le prove di regolarit a cronometro, regolare con l'ausilio della federazione cronometristi italiani. Gli Equipaggi saranno 40 alcuni provenienti dalla lontana Loire (Francia) e Dusseldorf (Germania) La splendida cornice della struttura ricettiva Tenuta Moreno sar la base come da 10 edizioni ad oggi p e r t u t t a l a m a n i f e s t a z i o n e . Presenti i commissari nazionali che verranno appositamente da Torino, quale sede nazionale dell'ASI e alcuni ospiti che del motorismo Italiano hanno fatto la storia, tanto per citarne qualcuno: CESARE FIORIO, ( stato per venticinque anni uno dei personaggi decisivi nel rendere i rally una specialit professionistica. Nel 1961 vinse come pilota un titolo italiano di categoria GT. Figlio del capo ufficio stampa della Lancia, nel 1963 Cesare Fiorio fond l'HF (High Fidelity), cio il reparto Corse della Casa torinese, che cominci cos a essere una protagonista fissa dei grandi rally internazionali. Nei vari ruoli di Direttore Sportivo Lancia e Fiat e di responsabile-competizioni del Gruppo Fiat, Cesare Fiorio ha vinto 10 titoli mondiali rally costruttori di cui 7 con la Lancia (1972, 1974, 1975, 1976, 1983, 1987, 1988) e altri 3 con la Fiat (1977, 1978, 1980), Attualmente collabora con la RAI, partecipando al programma televisivo Pole Position. Inoltre quest'anno, dopo aver acquistato un terreno ed un casale nell'agro Cegliese dello splendido AltoSalento, ha accettato, di buon grado, di promuovere il Territorio Brindisino e Cegliese, nel Mondo, facendo l'Assessore al marketing Territoriale e promozione Sportiva della cittadina di Ceglie Messapica (BR), con le aspettative di farla divenire, la nuova perla del Salento, d o p o O s t u n i ( B R ) e M a r t i n a F r a n c a ( T A ) . La signora ABARTH, moglie dell' Ingegnere Karl Abarth a tutt' oggi titolare dell' azienda rilanciata nel 2007, con il nome Abarth & C. SpA, l'azienda si occupa della produzione e commercializzazione di versioni sportive ed elaborazioni di v e t t u r e F I A T c o n i l m a r c h i o A b a r t h . Anche questanno le auto depoca tornano protagoniste in Puglia, come alcune delle pi belle passate edizioni del G i r o d el l a te r r a d i B r i n d is i , l a v e n te s im a ed i z io ne . Uno dei modi migliori per scoprire queste perle di storia locale, senza ombra di dubbio il pi affascinante, quello di visitare questi siti percorrendo le antiche strade che attraversando selve collegano i paesi tra salite e discese da colline, gravine e pianure a bordo di un mezzo di locomozione di altri tempi: lautomobile . Grazie all'ausilio dei radioamatori dell' ERA GRANDE SALENTO che il radar lo conoscono oramai bene i partecipanti avranno una sicurezza piu' per potersi godere questi antichi percorsi alla riscoperta della cultura e del calore del sud Costa Adriatica.
Pagina 10

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Nomina referente Regionale Piemonte


presidente@era.eu

IL PRESIDENTE Con giubilo e con gioia comunico che in data odierna (29 Giugno 2012) ho conferito la carica di Referente E.R.A. Regione Piemonte al nostro stimatissimo consocio I1REG Elio Roncagliolo, gi Presidente della Sezione Provinciale di Alessandria. Al caro Elio porgo gli auguri di buon lavoro anche a nome di tutto il popolo della E.R.A. Siamo sicuri di avere scelto il socio giusto per una carica cos importante ed altrattanto certi che I1REG assumer il tutto con grande onore, grande dignit e con molta umilt: la E .R .A. in Pi em on te di verr pi for te di un a gran de quercia !!!

Ringrazio IK2SGV Paolo Chincarini per aver portato nella nostra Organizzazione una persona cos educata e squisita come il

caro

Elio.

73 de IT9LND Marcello Vella Presidente E.R.A.

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 11

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

V I I

M e e t i n g

E u r o p e o
iw2ehh@era.eu

E . R . A .

28-maggio-2012 IZ2WZZ Andrea Massimo Carminati Questanno il nostro meeting stato organizzato da E.R.A. di Milano nei giorni 26-27 maggio. Siamo gi arrivati alla settima edizione e, come ogni volta, linteresse, la partecipazione e la simpatia dei partecipanti sono stati sempre al massimo livello. Questo breve scritto vuole illustrare lo svolgimento dellEvento, lasciando ad uno o pi successivi articoli lesposizione degli importanti contenuti discussi e condivisi nel meeting e negli scambi paralleli di vedute facilitati dalla rara occasione di incontrarci di persona tutti assieme. Il meeting era organizzato su due giornate, una dedicata a far conoscere la giovane struttura di E.R.A. Milano, la seconda orientata ad una condivisione pi globale della situazione organizzativa e tecnologica dellAssociazione. La visita alla sede e sala radio di Milano IQ2WM, presso lIstituto Tecnico Aeronautico J.C. Maxwell ha dato il via alla due giorni, tra ali di studenti stupiti di vedere nel proprio Istituto tante persone, la maggior parte in divisa della Protezione Civile. Chi scrive crede di non sbagliare attribuendo al nostro Ospite, il Preside dellistituto, un po di orgoglio per il fatto di ospitare una iniziativa come quella dellE.R.A. Lincontro, impostato ad una amichevole condivisione delle esperienze ed allillustrazione sia della sede stessa, ottenuta grazie alla disponibilit di chi ci ospita, che delle apparecchiature, ha suscitato un vivo interesse sedato solo dalla stanchezza per il viaggio e dallappetito dei partecipanti verso le 13 Il pomeriggio stato lasciato a disposizione dei partecipanti per visite alla Citt, a concomitanti mostre del settore e, perch no, alla cultura con la visita di alcuni di Noi presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia dove dedicato un ampio spazio per la storia e tecnologia della Radio. Le attivit collegiali sono riprese la sera per cena, che si svolta presso il ristorante Malaspina nella zona vicina allaeroporto Forlanini di Linate. Verso la fine della serata si potuta tenere la premiazione del 1 contest E.R.A. .Alle due del mattino, increduli dellora raggiunta e, alcuni, stremati dalle 24 ore di veglia tra viaggio, visite ed attivit varie, la serata (ormai notte fonda) terminata. I lavori sono ripresi alle 10 del mattino, presso lo stesso locale della serata precedente dove il ristoratore ha provveduto ad allestire unarea adeguata allattivit congressuale mentre ancora stava ripristinando la sala accanto da noi lasciata solo pochissime ore prima. Si cos svolto il vero e proprio Meeting introdotto ed orchestrato dal Referente della regione Lombardia e dal Presidente Nazionale.I lavori sono stati supportati dalla proiezione di una professionale presentazione telematica. Durante la sessione di lavoro, con estrema sorpresa di tutti noi e di Marco IW2EHH, ...Continua

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 12

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

V I I

M e e t i n g

E u r o p e o
iw2ehh@era.eu

E . R . A .

il Direttivo Naziolane, per mano del Presidente Marcello Vella IT9LND, ha consegnato un modem Pactor USB III che diventer la punta di diamante della S.O.E.N. IQ2WM garantendo le comunicazioni anche in modalit digitale sicure per le attivit di supporto. Copia della presentazione telematica, ideata sempre da Marco con il contributo dei soci della sezione di Milano, verr presto commentata e pubblicata. Ai presenti sono state consegnate le attese tessere sociali nella rinnovata veste tipografica, gli attestati di partecipazione e benemerenza, e graditi omaggi della Sezione ospitante. Le novit illustrate non si sono limitate ai badge ed allaccurata descrizione della sede Regionale di Milano, ma anche alla

presentazione di importanti argomenti sulloperativit dellAssociazione in ambito Emergenza e molto altro che gli sfortunati assenti potranno scoprire solo nei prossimi articoli e documenti. Inaspettatamente, almeno per chi scrive, linteresse dei partecipanti rimasto elevatissimo fino alla fine della presentazione anche tra coloro che coinvolti come ospiti poco o nulla conoscevano fino a questo evento delle nostre attivit, tant che il pur gustoso intermezzo di un rinfresco si rapidamente concluso senza che i partecipanti si spargessero per gli accoglienti dintorni del locale. La vivace attenzione e gli interessanti interventi dei partecipanti ci fanno ben sperare nella longevit e prosperit della nostra Associazione che sullentusiasmo dei suoi fondatori si formata e si sta rapidamente espandendo. Lavvenimento non poteva che essere coronato dalla delizia per le nostre papille gustative, e la stazza media dei partecipanti la dice lunga sulle aspettative, da una foto di gruppo dove tutti i sorrisi erano ampi e dai calorosi e fraterni abbracci di commiato. Noi villici che abbiamo avuto il piacere di dividere, aim poche, ore con i convenuti da tutta Italia non possiamo nascondere che alla vostra partenza ci siamo sentiti un po abbandonati, ma non crediamo di poter essere smentiti se abbiamo avuto limpressione che anche chi aveva un lungo e pesante viaggio di ritorno abbia stentato a rimettersi in moto fino quasi allautolesionismo pur di scambiare ancora una frase, una battuta ed un saluto. IZ2WZZ Andrea Massimo Carminati
ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 13

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

V I I

M e e t i n g

E u r o p e o
iw2ehh@era.eu

E . R . A .

Parliamo della splendida nonch funzionalissima lampada da tavolo (la sto utilizzando in questo momento) che ERA Prov.le Milano ha voluto omaggiarci durante il VII Meeting E.R.A. GRAZIE! Iz7PFU Massimiliano eramagazine@era.eu ; sao@era.eu

Artemide S.p.A. Tizio Lampada da tavolo Design: Richard Sapper, 1972


QUESTO PRODOTTO E' UN PEZZO DA MUSEO:
La lampada da tavolo di Richard Sapper Tizio estremamente razionale, di

una bellezza infinita perch si capisce che un pezzo di grandissimo design, pu assumere tantissime forme, ma non solo dal punto di vista funzionale, anche proprio dal punto di vista estetico. Quasi diventa una scultura, quindi molte volte un piacere averla proprio come oggetto. E poi ha questo pregio straordinario, un oggetto bellissimo che anche funziona perfettamente la lampada pi diffusa in tutto il mondo, presente praticamente in tutti i musei dove c' arte moderna, dove c' design, e noi siamo ben felici di continuare Testo estrapolato dall'intervista rilasciata da Ernesto Gismondi, Presidente di Artemide Ecco come Richard Sapper descrive la sua creazione:
La lampada Tizio nata da un'esigenza personale. Mentre lavoro o leggo mi piace la luce che cade

solamente sul foglio di carta davanti a me, il resto della camera nella penombra. Mi sento pi indisturbato e riesco a concentrarmi meglio che in un ambiente illuminato uniformemente. Per ottenere questo tipo di luce necessario tenere il riflettore vicino al foglio; un riflettore normale con una lampadina normale creerebbe un grande e fastidioso volume vicino alla testa. Per questo mi sono deciso per una lampada alogena, piccola, leggera, alla quale basta un riflettore piccolo e leggero. Desideravo anche una lampada da lavoro regolabile con un tocco di dito e che non mi possa mai cadere mai cadere sul tavolo a causa di giunti consumati. A questo scopo non poteva servire la solita costruzione di braccia a parallelogramma e molle di compensazione che bisogna o fissare al tavolo - cosa scomoda - o rinunciare ad un raggio d'azione sufficiente e anche questo, almeno per me, scomodo, dato che per disordine ingenito sulla superficie del tavolo non ho spazio per un lampada vicino a me. La soluzione migliore a questi problemi mi sembrava una lampada con un sistema di articolazione sempre tenuto in equilibrio tramite contrappesi: cos l'attrito dei punti di articolazione pu venire ridotto fino a compensare unicamente le tolleranze di produzione; e cos garantita la pi completa mobilit. Per arrivare a ci evidentemente deve essere evitato ogni disturbo del sistema di equilibrio: questo esclude i cavi per la trasmissione della corrente, ma in una lampada a bassa tensione le braccia stesse si offrono come conduttori. Due difficolt ostruivano la strada: dato che ogni coppia di articolazioni si basa sulla prossima come sistema, ogni contrappeso deve bilanciare tutte le parti della costruzione seguente: per il raggio d'azione desiderato era necessario rendere tutti gli elementi di costruzione il pi leggero possibile per evitare un peso complessivo della lampada troppo alto. .continua
ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 14

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

V I I

M e e t i n g

E u r o p e o
iw2ehh@era.eu

E . R . A .

Allo stesso tempo tutto l'apparecchio non doveva essere troppo fragile. Le articolazioni da una parte dovevano trasmettere la corrente, dall'altra offrire un minimo di attrito, che per durante la vita della lampada doveva assolutamente restare quello di origine. La soluzione di entrambi i problemi si trovata utilizzando come articolazioni dei normalissimi bottoni a pressione: costano poco, conducono la corrente, si aprono sotto sforzo e perci per la lampada costituiscono dei punti di rottura predeterminati; per di pi contengono un anello a molla, che contrappone alla rotazione una piccola, ma invariabile resistenza. Il riflettore ha invece richiesto del tempo. Dato che diventa molto caldo, doveva venire opportunamente isolato e questo sotto minimale dispendio di peso. Mi decisi per una costruzione a doppia parete con raffreddamento ad aria tramite convenzione nello spazio intermedio. Un prototipo ha dimostrato l'esattezza delle considerazioni prese. Segu qualche lavoro sulle forme dei contrappesi, dopodich la lampada era pronta per la preparazione della produzione. CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PRODOTTO: Bracci e testa orientabili in alluminio verniciato, bilanciati da contrappesi. Disponibile in tre dimensioni e nella versione Plus con testa orientabile anche in senso trasversale. L'innovazione sta nella sua concezione costruttiva: un trasformatore, posto nella base della lampada porta la tensione da 230V a 12V e alimenta una lampadina alogena attraverso bacchette e bottoni che, oltre ad avere una funzione strutturale, fanno da conduttori di corrente senza l'ausilio di cavi elettrici. Emissione di luce diretta orientabile, a due intensit. Colori: nero, bianco, grigio alluminio o cromo lucido (solo per Tizio micro). Tizio Plus: solo nera. In edizione limitata annuale e firmata da Richard Sapper, Tizio X30 prodotta in serie numerata, con base e testina in alluminio lucidato e astine in alluminio brillante anodizzato. Biografia di Richard Sapper Nasce nel 1932 a Monaco. Qui studia filosofia, grafica, ingegneria ed economia politica. Tra il 1956 e il 1958 lavora nell'ufficio progetti della Mercedes Benz. Nel 1958 si trasferisce a Milano. Inizialmente, lavora con Gio Ponti, in seguito per la Rinascente. Insieme a Marco Zanuso, progetta radio e televisori per Brionvega, il telefono Grillo per la Siemens, mobili e lampade ed altro ancora. Tra il 1970 e il 1976 consulente alla Fiat ed alla Pirelli per automobili e accessori; in seguito, per IBM in tutto il mondo. Dal 1986, insegna alla Hochschule fr angewandte Kunst di Vienna. Tra i suoi lavori pi conosciuti, figurano i bollitori per Alessi (1984) e la lampada Tizio (1972) per Artemide. Riceve cinque volte il Compasso d'Oro. Attualmente, insegna Lehrstuhl Fur Industrie Design all'Akademie der Bildenden Kunste di Stoccarda. "Recentemente ho letto, in un articolo di storia, che linvenzione dell'alfabeto ha cambiato il modo di pensare del mondo occidentale, nel senso che, da allora in poi. tutto deve essere scomposto e poi ricomposto in maniera consecutiva per poter essere letto e compreso; che questa scuola di pensiero logico, efficiente e monodimensionale, ci ha fatto conquistare il mondo, ma che, nel processo, abbiamo perso molto di quel pensiero che non pu essere scomposto in lettere o cifre, che non pu essere spiegato logicamente. Ecco, adesso so perch mi voglio rifiutare ogni volta qualcuno mi chiede di spiegare il mio lavoro. Non c niente da spiegare. Quando si disegna non si pensa in parole, ma in immagini tridimensionali, colorate, semoventi, che si toccano, delle volte suonano, possono essere calde e ti bruciano. Cos ci entrano i materiali, le sensazioni delle superfici, i vapori, il fuoco, e infine mangeremo quello che contengono. Mi auguro che sia buono".

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 15

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

P r e m i a z i o n e

1 C o n t e s t
provincialebergamo@era.eu

E . R . A . 2 0 1 2

La nostra Associazione diventata una realt molto importante, a via di tanti sacrifici, impegno e professionalit siamo riusciti in unimpresa molto difficile. La maggior parte di noi appartiene alla fascia di Radioamatori che si impegnano sia nel proprio hobby che nel sociale, ottenendo gratificazioni da parte di coloro che ci vedono impegnati su ogni fronte. Nellanno 2010 mi ero proposto per iniziare un percorso radio sul fronte Nazionale ERA, avevo gi in mente di istituire il CONTEST DELLE SEZIONI ERA e da li proposi la codifica delle sezioni inviando alla segreteria la mia intenzione e disponibilit nella generazione degli stessi per poter meglio gestire il contest e per dare una forma pi efficace nellidentificazione Nazionale. Personalmente ho sempre partecipato a eventi sia nazionali che Internazionali, limportante partecipare e aumentare il proprio bagaglio di esperienze, ma in quellanno, purtroppo, non stato possibile attuare la preparazione dell evento rimandandolo con la precisa volont a rimetterlo in gioco. Allinizio del 2012 ho voluto riprendere il progetto e stabilire il periodo pi adatto, anche se avevo gi le idee chiare. Ero gi a conoscenza, in base alle esperienze di lavoro precedenti, che i periodi adatti per premiazioni, eventi speciali etc sono quelli in cui i gruppi si ritrovano uniti in manifestazioni associative a carattere Nazionale, quindi decisi di fissare le date del contest per il 28 e 29 aprile 2012, date antecedenti il Meeting Nazionale, in modo tale che la premiazione fosse avvenuta in presenza delle rappresentanze Nazionali e in un momento di incontro generale. Mi rendevo conto, anche, che lorganizzazione non era molto semplice e che si sarebbero riscontrate alcune lacune, ma queste avrebbero contribuito al miglioramento per le prossime edizioni. Mancava un LOG personalizzato, durante una Alfio ZERBO Iz2smr@era.eu contestmanager@era.eu conversazione sulla (nostra) Videoconferenza ERA con Pierfrancesco IZ0BNQ provincialefrosinone@era.eu mi veniva suggerito il caro Giovanni IZ0PSA quale persona adatta per questa impresa e subito si mise a disposizione, generando un log personalizzato per lERA. Anche da parte di altri colleghi si hanno avuto dei suggerimenti molto ben accettati in quanto costruttivi. per arrivare alla pubblicazione del regolamento. Purtroppo la propagazione non ci ha aiutato pi di tanto, ma mi sono accorto che la risposta stata molto soddisfacente, hanno partecipato anche soci non appartenenti alla nostra associazione (purtroppo non hanno inviato il loro log) dando conferma che a prescindere della bandiera cui si appartiene, siamo Radioamatori. Lintento del contest, a parte il piacere di sentirci, era quello di manifestare la nostra presenza anche in radio, facendo conoscere lERA con i propri operatori e dando dimostrazione che siamo operativi. La banda pi sfruttata stata quella dei 40 metri, infatti la maggior parte dei collegamenti ( in base ai log pervenuti) sono avvenuti proprio in quella frequenza, sicuramente per motivi di propagazione, la presenza di stazioni del nord a parte Bergamo presente nei due giorni con 4 operatori attivi, stata esigua se non nulla, non abbiamo collegato alcuna stazione delle sezioni del Nord.anche se presenti in altri log.mentre altri operatori del nord non ERA sono stati collegati. Nei contest, si sa, c chi pi performante e chi invece meno.a farla da leoni sono stati i colleghi della Sezione ERA di Frosinone, ai quali va fatto un elogio per lottima organizzazione risultata vincente, ma non di meno per le altre stazioni Monopoli, Palermo, Roma, Salerno, Cagliari Brindisi, Veronaetc. Continua
ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 16

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

P r e m i a z i o n e

1 C o n t e s t
provincialebergamo@era.eu

E . R . A . 2 0 1 2

Sono state create diverse categorie per la partecipazione al contest, ma ahimnon stata inserita quella degli SWL, con i quali mi scuso e per il prossimo anno mi preoccuper di inserire, stato redatto pure il regolamento in lingua inglese per dare possibilit ai colleghi stranieri di leggerlo e interpretarlo nella forma per una loro partecipazione. Le date del contest sono state scelte per un motivo ben preciso (oltre a quelle del meeting), non vi erano contest importanti nel calendario IARU, solo quello Elvetico, pertanto favorevole dal punto di vista organizzativo e sono stati comunicati gli orari sia di partenza che fine per il 2012 durato qualche ora in pi, ma dallanno prossimo gli orari saranno conformi a quelli ufficiali IARU, 24 ore esatte. Nella giornata del sabato si visto da subito la presenza delle nostre stazioni, quando ho ascoltato Frosinone, circa le 17:00, mi sono reso conto che gi erano avanti.. visto il progressivo, ma anche altre stazioni erano gi a buon punto. La possibilit mi autospot sul cluster era vietata, ma ho visto che eravamo presenti sul cluster grazie ad altri operatori, questo ha sicuramente contribuito a collegamenti da parte di operatori non ERA. Durante la giornata della domenica ho avuto il piacere di parlare con molti di voi, grazie ad una piccola apertura arrivavano segnali molto forti dal sud ed stato un piacere mettere a log il nostro PresidenteIT9LND Marcello Vella e altri di Palermo, dalla zona 8, 7 e 6. La classifica, gi pubblicata, ha evidenziato limpegno delle stazioni che hanno operato, premiando coloro che hanno avuto, diciamo cosi, pi fortuna nella propagazione senza dimenticare tutti gli altri che hanno favorito alla buona riuscita dellevento. Infine la premiazione. Dal punto di vista organizzativo e per come si attuano le procedure del caso, la premiazione viene effettuata durante la giornata del meeting dopo le fasi di relazione e presentazione degli argomenti associativi, purtroppo ci non stato possibile in quanto lorganizzazione non ha potuto inserire, in base alla tabella di marcia e agli ordini del giorno, infatti la stessa stata effettuata nei locali esterni del luogo di incontro per la cena. Per lanno prossimo, sicuramente si avr questo beneficio e la premiazione sar effettuata durante il meeting come di regola fanno tutte le altre associazioni. Sono stati commessi alcuni errori sia nella parte organizzativa che nella fase di partecipazione degli operatori, ma questi errori fanno parte del gioco e servono per migliorare le fasi successive per questo contest che viene messo a calendario e che ogni anno sar presente nelle date antecedenti il meeting. Mea culpa per il nostro socio Massimo IZ0VXX, non so per quale motivo mi sia sfuggito il suo log... 1846 punti non pochi. Nulla sarebbe cambiato nella classifica generale delle sezioni, Frosinone si classificata prima, ma gli spetta la targa di diritto. Pertanto sar mia cura consegnarla come secondo classificato ex equo. Voglio ringraziare il nostro Presidente per aver avallato levento, tutti gli amici che hanno contribuito, con suggerimenti ed espressioni di pensiero, a migliorare lorganizzazione, il S.A.O. sao@era.eu Supporto Attivita Operative nella persona di IZ7PFU Massimiliano che mi ha seguito con tanta pazienza e professionalit nelle fasi di pubblicazione e invio comunicati e coloro che hanno dato vita al nostro primo contest. Per lanno 2013 , saranno inserite altre voci nel regolamento SWL e DIGITALE per dare spazio a tutti e a tutte le forme di emissioni. IZ2SMR Alfio Zerbo
contestmanager@era.eu

Presidente ERA Sezione Provinciale di Bergamo


ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 17

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

VII Meeting Europeo ERA


eramagazine@era.eu

Consegna targhe ricordo

I Radioamatori premiati al 1 contest E.R.A.

Grazie IT9NHC Ignazio per averci fornito questo prezioso materiale fotografico.

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 18

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

1 Giugno 2012 Minacce dallo Spazio di Giovanni LORUSSO


eramagazine@era.eu Il nostro caro amico IK0ELN Giovanni LORUSSO il 1 Giugno u.s. ha tenuto una conferenza nella sala convegni della biblioteca comunale di Segni (Roma Sud)

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 19

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

10 Giugno Conclusa con successo sensazionale la prima uscita ufficiale di IQ7LE

provincialelecce@era.eu Domenica 10 giugno 2012 rimarr alla storia per i soci della sezione provinciale ERA di Lecce, infatti stata loccasione per il varo ufficiale del nominativo che il ministero ha assegnato alla nostra sezione. E quale occasione non poteva essere migliore se non quella offertaci DallAssociazione Mostra Divise e Cimeli storici della Marina e dallARMI (Associazione Radioamatori Marinai

Italiani) in occasione della Festa della Marina Militare. Infatti in questo giorno ricorre la festa della Marina Italiana, istituita dopo l'impresa navale del 10 giugno 1918, quando, nel corso della prima guerra mondiale, il Comandante Luigi Rizzo e il Guardiamarina Giuseppe Aonzo, al comando dei MAS 15 e MAS 21, attaccarono una formazione navale austriaca nelle acque antistanti Premuda (costa dalmata), provocando l'affondamento della corazzata "Santo Stefano. Effettuare il connubio nominativo, castello, Festa della Marina, Mostra Permanente e ARMI stato dunque intuitivo e veloce pertanto drizzate le antenne e mollati gli ormeggi, abbiamo salpato per lattivazione del Castello dei Castriota dalla referenza DCI LE-012,

collegamenti validi per il conseguimento del Diploma dei Castelli dItalia (DCI) e per il Diploma dei Castelli Mondiali (WCA). Le due stazioni radio approntate, una interna alla mostra ed una esterna hanno focalizzato gli interessi dei molti visitatori con i quali si instaurato un simpatico e sereno clima familiare. ...Continua
ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 20

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

10 Giugno Conclusa con successo sensazionale la prima uscita ufficiale di IQ7LE

provincialelecce@era.eu ...continua Affascinati dalle voci che uscivano dagli altoparlanti delle nostre radio e dai risultati ottenuti utilizzando antenne di fortuna (una Long Wire ed una verticale in canna da pesca), sono stati non pochi coloro che hanno affermato di voler iniziare questo affascinante percorso di conoscenza radioamatoriale e di seguire uno dei prossimi corsi per aspiranti OM che terremo nella nostra sede di Maglie. Inimmaginabile la sensazione avuta nel collegare i nostri corrispondenti da quella location, i manichini con le divise storiche, alcune molto rare e preziose, ci facevano da spalla e ci rassicuravano incitandoci a fare ancora di pi ed ancora meglio. Molto costruttivo linteresse suscitato nei quadri dirigenziali della cittadina salentina inerente lutilizzo della radio in ambito di protezione civile, ramo nel quale noi siamo particolarmente inclini, e che ben lasciano sperare in proficue collaborazioni. Insomma, un carnet di collegamenti di tutto rispetto ed una giornata passata allinsegna della radio e dello spirito di gruppo tale da far invidia a ben pi collaudati competitors. Un sentito ringraziamento a quanti hanno reso possibile levento che stato patrocinato dal Comune di Botrugno, dallARMI (Associazione Radioamatori Marinai Italiani), dallAssociazione Divise storiche Non ci rimane quindi che darci appuntamento al prossimo evento che siamo sicuri non tarder ad arrivare. Ad majora.

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 21

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Il Provinciale Imperia , sempre pronto a organizzare corsi per i nei radioamatori

Maldarizzi Massimo per conto del provincialeimperia@era.eu

Grazie e complimenti, trasmetto per doverosa ed opportuna conoscenza a ERAMAGAZINE affinch la redazione possa pubblicare i vostri ringraziamenti. Saluti Massimo IT9DDI > Il corso invernale oramai giunto al termine. > Gli esami dei nostri allievi si sono tenuti a Genova il 12 giugno 2012. > > A tutti coloro che hanno superato l'esame, sia dell'ERA Imperia, sia di altre associazioni, sia ai numerosi "indipendenti" sono dedicate queste poche righe.... > Complimenti Ragazzi, Bravi ! > Vi attendiamo presto in frequenza! > > Ci tengo a ricordarvi che, presso la nostra sede, potrete trovare aiuto per espletare gli ultimi passi burocratici al fine di ottenere l'autorizzazione generale a trasmettere. > > Per coloro che invece non hanno superato l'esame, niente paura.... Dopo la pausa estiva riprenderanno i nostri corsi, al fine di aiutarvi a superare la sessione d'esame invernale che si terr, presumibilmente, a novembre. > > 73, E.R.A. Imperia - forum > > http://www.eraimperiaforum.mirkalanteri.eu/index.php
Attiva il lettore di QR Code su smartphone

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 22

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

13/14 Giugno Grande Salento alla Radioassistenza regata velica 27^ Brindisi-Corfu

grandesalento@era.eu E' stato un successone la radioassistenza alla regata velica 27^ Brindisi Corfu', la nostra stazione radioamatoriale previamente autorizzata all'uso delle frequenze marine ha condotto con grande entusiasmo per gli operatori e per i curiosi che vigilavano la nostra postazione radio le comunicazioni tra i natanti sino a Corfu' e l'appoggio alla guardia costiera di Brindisi nonche' a Bari radio centrale di tutte le capitanerie del basso adriatico. I nostri operatori hanno lavorato su turni ivi compresa la notte tra il 13 ed il 14 giugno, ci sono stati anche momenti di sgomento all'arrivo di una chiamata di May day dall'imbarcazione Lupa Di Mare alle 7,20 del 14... una folata di vento aveva rotto il timone portando allo sbando l'imbarcazione e successivamente piu' tardi di un altra imbarcazione la Local hero si erano perse completamente le tracce sul tracking : http://www.youtube.com/watch?v=Lh3UEedOYgs&feature=youtu.be (video). (sotto il QR Code by Iz7PFU) Insomma che dire stata una bella esperienza che ripeteremo il prossimo anno.

Attiva il lettore di QR Code su smartphone e guarda il video

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 23

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

22.06.2012 Inaugurata la S.O.E.I.R. Sala Operativa ERA Interregionale


provincialeroma@era.eu Il 22.06.2012 alle ore 11:30 si inaugurata a Palombara Sabina (Roma) la S . O . E . I . R . ( S a l a O p e r a t i v a E . R . A . I n t e r r e g i o n a l e ) Tale sala, nata come supporto alla S.O.E.N. Sala Operativa ERA Nazionale) garantisce la comunicazione tra i l S u d e i l N o r d I t a l i a . La cerimonia si svolta alla presenza di ospiti illustri quale il Sig. Sindaco di Palombara Sabina dott. Della Rocca , la Direttrice dell'Ospedale Distrettuale SS. Salvatore Dott.ssa Lippi, il Presidente Onorario della Sezione Provinciale di Roma Prof. Angelo Giustini e del Delegato R.N.R.E. presso il D i p a r t i m e n t o d i P . C . S i g . M a r c o M o n t i . Dopo il taglio del nastro tricolore da parte del Sindaco della Direttrice e successivamente da parte del Presidente di Sezione e dal Presidente Onorario, si proceduto ad una breve descrizione delle capacit e potenzialit della sala e del contributo portato all'evento sismico dell'Emilia. Note di elogio sono state elevate quando gli ospiti hanno preso parola sottolineando l'attivit svolta dai Soci della Sezione Provinciale di Roma che durante l' emergenza neve hanno garantito supporto ai medici del Pronto S o c c o r s o b l o c c a t i d a l l e i n t e n s e n e v i c a t e . Si ringrazia inoltre la presenza delle associazioni di volontariato t e r r i t o r i a l i i n t e r v e n u t e e t u t t i i m e d i ci e d i p e n d e n t i d i R o m a R M / G .
E.R.A. Regionale Lazio il referente Iz0HAH Fratta Gianluca

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 24

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 25

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 26

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 27

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 28

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 29

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 30

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 31

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 32

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 33

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 34

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 35

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 36

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 37

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 38

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 39

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 40

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 41

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 42

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 43

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 44

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 45

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 46

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 47

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 48

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 49

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 50

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 51

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 52

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 53

ERAMAGAZINE - ANNO 2012 - MESE GIUGNO - N 18


European Radioamateurs Association

Anno 2012 - Numeo 18 ERAMAGAZINE

Di seguito il debriefing del VII Meeting ERA


iw2ehh@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18

Pagina 54

ERA MAGAZINE DIAMO VOCE ALLA NOSTRA VOCE


(IT9LND Marcello VELLA Presidente E.R.A.)

Invia i tuoi articoli e/o le tue foto per la pubblicazione su ERAMAGAZINE


Gli articoli dovranno pervenire in redazione in formato word; writer, o semplicemente in notepad, non impaginare articoli ,creeresti solo una perdita di tempo per la redazione, con la conseguente non lavorazione e non pubblicazione dello scritto. Invia le immagini separate dal testo ; invia immagini leggere; in questo modo non avrai problemi con la posta elettronica, e renderai il lavoro della redazione pi fluido. Il materiale prima di essere pubblicato sar vagliato e valutato per la pubblicazione. Il materiale inviato alla redazione non sar restituito. LA REDAZIONE DI ERAMAGAZINE

Per informazioni sullAssociazione Europea E.R.A. Per sapere come aprire una sezione E.R.A. in Italia. Contatta i seguenti indirizzi: presidente@era.eu segreteria@era.eu

Socio E.R.A. , per aprire la tua e-mail personale @era.eu contatta sao@era.eu Socio E.R.A. , per farti inserire nella newsletter soci@era.eu contatta sao@era.eu

Per inviare i tuoi articoli scrivi a: eramagazine@era.eu Sito di E.R.A. MAGAZINE : http://www.eramagazine.altervista.org/ Sito Nazionale E.R.A. :http://italy.era.eu/
ERAMAGAZINE - Anno 2012 - Mese GIUGNO - N 18 Pagina 55