Sei sulla pagina 1di 21

ISSN 2036-3311

Numero Speciale /// www.ingegneri.cc

Bioedilizia e Rinnovabili, un connubio vincente

Direttore responsabile Paolo Maggioli Redazione


Pub Publimaggioli (Davvero) 25-05-2006 9:55 Page 1
C M Y CM MY CY CMY K

Federica Argelli, Mauro Ferrarini, Giacomo Sacchetti Progetto grafico Christian Rodero vietata la riproduzione, anche parziale, degli articoli pubblicati, senza lautorizzazione dellautore. Le opinioni espresse negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio, lasciandoli responsabili dei loro scritti. Lautore garantisce la paternit dei contenuti inviati alleditore manlevando questultimo da ogni eventuale richiesta di risarcimento danni proveniente da terzi che dovessero rivendicare diritti su tali contenuti. Le immagini pubblicate sono tratte da siti internet privi di copyright. Registrazione n. 23/2008 del 27.11.2008 - Tribunale di Rimini Pubblicit Publimaggioli Concessionaria di pubblicit del Gruppo Maggioli Via del Carpino, 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN) Tel. 0541 628439 Fax 0541 624887 publimaggioli@maggioli.it www.publimaggioli.it Amministrazione e diffusione: Maggioli Editore presso c.p.o. Rimini via Coriano, 58 47924 Rimini tel. 0541 628111 fax 0541 622100 Maggioli Editore un marchio Maggioli Spa Filiali: Milano via F. Albani, 21 20149 Milano tel. 02 48545811 fax 02 48517108 Bologna via Volto Santo, 3 40123 Bologna tel. 051 229439-228676 fax 051 262036 Roma via Volturno, 2/c 00153 Roma tel. 06 55896600-58301292 fax 06 5882342 Napoli via A. Diaz, 8 80134 Napoli tel. 081 5522271 fax 081 5516578 Maggioli s.p.a. Azienda con Sistema Qualit certificato ISO 9001:2000 Iscritta al registro operatori della comunicazione Registrazione presso il Tribunale di Rimini
Composite

con

con i Dirigenti Amministrazio a della Pubblic i Tecnici i Professionist

Per promuovere i tuoi prodotti o servizi su ingegneri.cc contatta

Concessionaria di pubblicit del Gruppo Maggioli

Via del Carpino, 8 47822 Santarcangelo di Romagna (RN) tel. 0541 628439/27 fax 0541 624887 e-mail: publimaggioli@maggioli.it www.publimaggioli.it

tel. 0541 628439 publimaggioli@maggioli.it www.publimaggioli.it

www.ingegneri.cc - redazionetecnica@maggioli.it

INTERVISTA

Ledilizia del passato? Da dimenticare. lora della bioedilizia


a cura di Mauro Ferrarini

Marco Signorini, titolare di Ideal Energy, parla di edilizia, rinnovabili e del loro futuro

Ledilizia tradizionale, soprattutto quella degli ultimi anni prima della crisi globale, non ha portato benefici al settore e al Paese in generale. Progettazione poco attenta alla sostenibilit del costruito, pessimi materiali, posa in opera non a regola darte e qualche calcolo speculativo hanno contribuito a spingere il mondo delle costruzioni nellabisso di una recessione che sembra non avere fine, almeno nel medio periodo. Che fare allora? Investire su materiali ad alto contenuto tecnologico, offrire soluzioni di ultima generazione, sfruttare le opportunit offerte dalle energie rinnovabili e togliere spazio agli speculatori. Abbiamo incontrato Marco Signorini, presidente di Ideal Energy (1), azienda specializzata nel settore delle costruzioni in bioedilizia e delle energie rinnovabili, che ha condiviso con noi la sua visione del mercato e della situazione attuale. Ingegneri. Bioedilizia, fonti energetiche rinnovabili, ma anche real estate e attivit di consulenza; unorganizzazione complessa.

Marco Signorini. Certamente. Nel panorama nazionale, il nostro gruppo si caratterizza per una certa complessit. Il Gruppo Ideal Energy nasce con lintento di mettere a disposizione del mercato edile (residenziale e pubblico), dei professionisti tecnici e degli investitori soluzioni mirate a offrire abitazioni salubri, con lutilizzo di materiali naturali e con lintegrazione di sistemi a risparmio energetico. Vengono messi a disposizione prodotti, impianti e servizi di alta gamma nel settore delle rinnovabili per garantire le migliori soluzioni tecniche ed economiche, al fine della completa soddisfazione del cliente: il tutto a sostegno di un mondo eco-logico. Ingegneri. Eco-logico, appunto. Leggendo la vostra Company Mission, cito testuale, trovo che il vostro obiettivo creare un mondo eco-logico, attento alle esigenze delle persone e alla difesa dellambiente. Pu chiarire questa affermazione? MS. Al giorno doggi, sul tema dellecologia e, pi nello specifico, del risparmio energetico e della sostenibilit, sono stati versati fiumi dinchiostro, ma se poi andiamo

Il titolare di Ideal Energy Group, Marco Signorini

a verificare sul campo quanto di ci che si predica viene messo realmente in pratica, il discorso cambia. Ingegneri. Mi faccia un esempio. MS. Lesempio lampante viene dal fotovoltaico. Molti operatori di questo settore hanno agito negli ultimi anni con un obiettivo esclusivamente speculativo, sviluppando i grandi impianti a terra che tanto fanno discutere lopinione pubblica e la stampa per limpatto ambientale e i danni creati al settore alimentare a causa dellimpiego di terreni fertili e coltivabili. Ingegneri. Invece voi MS. Per tornare alla sua domanda sul significato di eco-logico, la societ che rappresento non ha come unico obiettivo la pura speculazione, ma adotta una politica aziendale che tende a proporre prodotti per migliorare la qualit della vita e dellambiente. Ingegneri. Si spieghi meglio. MS. Ideal Energy costruisce edifici con limpiego di materiali ecocompatibili ed ecologici. Gli stessi materiali vengono da noi utilizzati anche per la riqualificazione energetica di edifici gi esistenti, siano essi in bioedilizia o in edilizia tradizionale. Sfruttando tecniche costruttive sostenibili, integrate con impianti quali il solare termico, solare fotovoltaico, le pompe di calore e la ventilazione meccanica controllata, garantiamo ambienti di vita e di lavoro salubri e confortevoli. Questo per noi significa essere realmente eco-logici. E mi lasci aggiungere unaltra cosa. Ingegneri. Prego. MS. Gli edifici che costruiamo sono

a energia zero, grazie anche agli accorgimenti tecnologici e ai prodotti innovativi che i nostri partner ci mettono a disposizione. Per esempio, se tutti conoscono il cartongesso, pochi sanno che noi, invece, utilizziamo il Fermacell, un materiale sostitutivo con caratteristiche tecniche migliori, costituito da impasto di gesso e fibra di cellulosa: sopporta carichi sospesi ed certificato in bioedilizia.

Ingegneri. Accennava a partnership tecnologiche. Di che si tratta? MS. Il Gruppo Ideal Energy, nelle sue molteplici sfaccettature, nasce e si consolida soprattutto come un insieme di professionisti e consulenti altamente qualificati. Per lo studio di fattibilit, la progettazione e lesecuzione dei nostri edifici ed impianti lavoriamo in collaborazione con partner esperti, in grado di offrire i migliori materiali

e le pi avanzate tecnologie disponibili sul mercato, sia nellambito della bioedilizia che in quello delle fonti rinnovabili. Grazie a queste partnership consolidate otteniamo il top di gamma per prodotti e soluzioni. Sfruttando il nostro know how e la nostra esperienza, sappiamo consigliare e guidare al meglio i nostri clienti (progettisti, studi tecnici, privati e pubblica amministrazione) verso lintegrazione delle

Marco Signorini: Ideal Energy partecipa alle fiere del Centro Italia, specifiche per i settori della bioedilizia e delle energie rinnovabili

soluzioni migliori per le specifiche esigenze. Il nostro punto di forza la consulenza gratuita ai clienti che si rivolgono alla nostra azienda; cerchiamo, prima, di comprendere le loro esigenze, per poi guidarli a compiere le scelte migliori. Ingegneri. Il settore delle costruzioni attraversa uno dei momenti pi critici che si ricordi, gli incentivi al fotovoltaico con lultimo Conto Energia sono stati decisamente ridimensionati rispetto al passato. Come vede il futuro? MS. Ledilizia pubblica e privata negli ultimi 15 anni stata pessima. Le costruzioni hanno perduto molto del loro valore a causa di scelte discutibili sia dal punto di vista progettuale che da quello della realizzazione: materiali scadenti, scarsa o nulla attenzione allisolamento termico e al comfort, posa in opera spesso effettuata da maestranze non adeguatamente addestrate e formate. Per quanto riguarda il settore del fotovoltaico, vero che lultimo conto energia stato ridimensionato notevolmente, ma questo passo stato sicuramente necessario per dare un freno ad un settore che si reggeva sulla pura speculazione. Per questo genere di operazioni non c pi mercato nel futuro. Per quanto ci riguarda, noi ci rivolgiamo a un mercato caratterizzato da numeri non altissimi ma con clienti che cercano soluzioni di alta gamma. Per questo settore crediamo ci saranno ottime prospettive di sviluppo. Ingegneri. Quale mercato? MS. Principalmente quello delle case singole, delle ville uni- o bifamiliari, spesso con committenti che possiedono il terreno dove sar edificata la struttura. Per costoro non importante solo linvestimento economico (pure fondamentale), ma anche

la qualit del prodotto finito e la garanzia che non perda valore nel tempo. Sullo stesso binario metto anche gli impianti fotovoltaici che, come ricordavo, installiamo impiegando pannelli di ultima generazione. Il nostro obiettivo dunque quello di creare un bene, sia un edificio o un impianto fotovoltaico o linsieme dei due integrati, che migliori le condizioni di vita di chi lo utilizzer e che mantenga le sue qualit nel tempo. Ingegneri. Torniamo a parlare di bioedilizia. Sul vostro sito si legge: Il concetto di Bioedilizia non deve far credere che la casa debba necessariamente essere realizzata solo con materiali naturali, altrimenti torneremmo indietro nel tempo dimenticando tutte le moderne tecnologie alle quali ci siamo tanto abituati. Cos dunque per voi la Bioedilizia? MS. Per molti bioedilizia sinonimo di casa in legno ed ovviamente una sintesi riduttiva. Quando parliamo di bioedilizia intendiamo un concetto ben preciso, cio lutilizzo di tutti i materiali naturali e principalmente il legno. E ancora, la bioedilizia, per essere davvero efficace, va abbinata alle tecniche di bioarchitettura, quali lo studio della ideale esposizione al sole, il corretto dimensionamento dei locali, ecc. Il tutto poi trova applicazione grazie alle migliori tecnologie, dalla domotica alla ventilazione controllata, coniugate secondo i principi della bioedilizia e della bioarchitettura. Ingegneri. Pare di capire che molta della vostra credibilit si giochi sulla scelta e sulla corretta integrazione delle innovazioni di prodotto e sulle soluzioni allavanguardia. In questo operate in sinergia con i vostri partner. Ma come si stringono questi accordi? MS. Si tratta di un lavoro certosino, fatto

giorno per giorno. Le nostre partnership nascono dai rapporti con aziende terze di comprovata affidabilit. Per la realizzazione delle strutture residenziali e commerciali nel settore della bioedilizia ci avvaliamo della collaborazione di studi tecnici e progettisti specializzati. Proprio a causa della crescente domanda di abitazioni in bioedilizia, sono diventati molto forti anche i rapporti con le agenzie immobiliari, che si rivolgono a noi per offrire una consulenza seria ai loro clienti. Infine, negli ultimi tempi abbiamo iniziato delle proficue collaborazioni con imprese edili interessate ad espandere la propria attivit in questo settore emergente. Ingegneri. E verso i professionisti tecnici, qual il vostro approccio? MS. Sempre pi ingegneri, architetti e geometri si dimostrano interessati alle opportunit offerte dalle costruzioni in legno. Spesso organizziamo momenti formativi gratuiti, in collaborazione con i collegi dei geometri e gli ordini provinciali di architetti e ingegneri, rivolti ai professionisti tecnici, per offrire supporto a quanti, sprovvisti di conoscenze tecniche specifiche di costruzioni in legno, vogliano avvicinarsi a questo nuovo modo di progettare e costruire. Ingegneri. Mercato nazionale o estero? MS. Entrambi. Siamo gi presenti allestero, soprattutto in Europa, con alcuni cantieri in Francia e Inghilterra. Con unazienda britannica abbiamo sviluppato il progetto della Solar Greenhouse, un sistema di impianti fotovoltaici a servizio dellimprenditoria agricola. Indubbiamente, il nostro principale mercato di riferimento e rimane lItalia, nel quale ci siamo concentrati molto negli ultimi anni, anche per mantenere la nostra posizione nel

mercato delle rinnovabili e del fotovoltaico in particolare. Ideal Energy partecipa inoltre alle fiere del Centro Italia, specifiche per i settori trattati ovvero la bioedilizia e le energie rinnovabili, come ad esempio la Fiera di Civitanova Marche che si svolge due volte lanno ed centrata su questi settori. Ingegneri. Unultima domanda: se potesse suggerire ai nostri governanti tre cose da fare subito per rimettere in moto il Paese, quali sarebbero? MS. La prima cosa da fare sarebbe dare nuovo impulso al programma di infrastrutture e di opere pubbliche del Paese, praticamente fermo allultimo Governo Prodi. Non mi riferisco solo alle grandi opere, ma anche quelle di dimensioni pi modeste, di respiro regionale ma non meno importanti per dare nuovo vigore alla crescita e allimprenditoria. Nel settore delledilizia sarebbe sufficiente attingere ai finanziamenti e alle risorse messe a disposizione dallUnione europea che sono attualmente bloccati. Terzo, ma non ultimo, dopo avere messo da parte il programma nucleare, lItalia dovrebbe gestire il pacchetto degli incentivi alle fonti rinnovabili per dare inizio a un rinascimento energetico. LItalia non solo benedetta da un irraggiamento solare eccezionale, ma ricca di zone in cui abbonda il vento e nel cui sottosuolo lenergia geotermica facilmente sfruttabile.

Note

1. Ideal Energy ha sede a Loreto (Ancona). Per ulteriori informazioni si rimanda al sito web www.gruppoidealenergy.it

Case History

Architettura bioclimatica, arte nuova ma dalle radici antiche


Il progetto di Casa Passiva a consumo zero
a cura di Mauro Ferrarini
Lapproccio scelto per la realizzazione delledificio, una abitazione con struttura prefabbricata in legno, leggera e flessibile, stato quello dellarchitettura bioclimatica, arte nuova ma con radici antichissime. Gi gli antichi, infatti, costruivano le proprie case cercando di sfruttare a proprio vantaggio gli elementi naturali del sito (sole, vento, acqua, conformazione del terreno, vegetazione), per godere del fresco nei mesi caldi e di un buon isolamento termico durante linverno. A livello empirico essi applicavano i principi che furono poi codificati nella disciplina bioclimatica che si basa sul controllo del microclima interno. Grazie a strategie progettuali passive si cerca di minimizzare luso di impianti meccanici, aumentando nel contempo lefficienza degli scambi termici positivi tra edificio e ambiente (1). Nel nostro caso, la progettazione delledificio, per la parte strutturale, stata effettuata dallo stesso committente, mentre per i dettagli e per la parte impiantistica ci si affidati alla studio B &B di Buonfigli Cesare di San Benedetto del Tronto specializzato oltre che nella parte strutturale, anche nella

La Commissione mondiale per lambiente e lo sviluppo del 1987 (Relazione Brundtland) con la definizione dello Sviluppo Sostenibile (soddisfare le esigenze del presente senza compromettere la possibilit delle future generazioni di soddisfare le proprie), specifica il significato dei termini bioedilizia, edilizia ecosostenibile, architettura bioclimatica, ecc. Ognuno di essi identifica concetti molto ampi e dai confini non sempre netti, ma tutti dettano gli indirizzi futuri delledilizia mondiale. La recente realizzazione di una Casa Passiva ad opera di Ideal Energy in prossimit del Lago di Bracciano, progettata secondo i dettami dellArchitettura bioclimatica, un esempio di questo futuro.

certificazione energetica e riqualificazione di edifici gi esistenti. Il fil rouge che ha guidato tutto il processo si basato sullo studio del rapporto tra lambiente e ledificio, considerando questultimo come un organismo vivente al fine di raggiungere il miglior livello di comfort e di efficienza energetica complessiva. Una corretta progettazione in architettura bioclimatica ecosostenibile permette unedilizia non pi onerosa di quella tradizionale, spiega Marco Signorini, titolare di Ideal Energy, anzi, permette in pratica lazzeramento nei costi di gestione dellimmobile sia per lelevata qualit dei materiali utilizzati, che porta ad una minore necessit di interventi di manutenzione dellimmobile, che per lalta efficienza energetica che rende limmobile autonomo sotto il profilo energetico. Il fabbricato che analizzeremo in questo articolo rispetta gli standard delledificio a consumo zero come definiti dalla nuova direttiva 2010/31/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010 e anticipa quindi di quasi 10 anni i nuovi standard europei, che diventeranno obbligatori per le nuove costruzioni private a partire dal 2020 e due anni prima per gli edifici pubblici. Un edificio gentile, intelligente, sicuro e salubre Gentile, Intelligente, Sicuro e Salubre sono i quattro aggettivi che i progettisti hanno utilizzato per definire labitazione. Vediamo allora di capirne il perch. A parte la platea di fondazione, realizzata con un getto di calcestruzzo, il resto della struttura stato ottenuto con una struttura a traliccio in legno massiccio. Il legname

Nellimmagine una fase della costruzione della casa a energia zero

impiegato dotato di certificazione PEFC (Pan European Forest Certification), che garantisce la provenienza da foreste di origine controllata e condotte in conformit ai principi e criteri di buona gestione forestale (2). La tecnologia a secco scelta per la costruzione, inoltre, utilizza per le strutture portanti materiali, che riducono il peso proprio della costruzione, mentre il sistema di montaggio del manto di copertura, con embrici posti a secco e coppi semplicemente inchiodati e senza parti incollate con malte o schiume adesive varie, rappresenta un ulteriore esempio delle scelte ecocompatibili e sostenibili adottate per lintera struttura. Il tetto ventilato, realizzato con manto tradizionale imposto dalle norme tecniche dattuazione comunali, consente inoltre il

contenimento del surriscaldamento diurno. Fin qui la gentilezza delledificio, che pure intelligente o, meglio, parsimonioso e attento a sfruttare al meglio le risorse naturali. Innanzitutto la casa utilizza sistemi di solarizzazione passiva e di recupero degli apporti gratuiti di energia per coprire le proprie esigenze energetiche. Per il riscaldamento e il raffescamento si invece optato per un sistema flessibile a tutta aria con recuperatore di calore. Lisolamento termico garantito sia dalla copertura ventilata che dalle pareti opache esterne e a secco su struttura lignea doppia, che controllano lo sfasamento termico (3) molto oltre quello ottimale delle 12 ore. Inoltre i serramenti ad alto taglio termico con

vetrate basso emissive e brise soleil esterni orientabili a pacchetto con lamelle in lega di alluminio-magnesio ottimizzano le capacit isolanti degli infissi. Sulla sicurezza degli edifici in legno si scritto tanto. Sono ormai note, infatti, le prestazioni di questo materiale in termini di resistenza sismica e resistenza al fuoco. La struttura stata realizzata con pareti portanti con ossatura tralicciata costituenti elementi elastici, di ridotto peso, tra loro giuntati con viteria, flange e bulloni ad alta resistenza. Ledificio risulta cos particolarmente adatto ad affrontare lattivit sismica per buona flessibilit dei singoli elementi, per lelasticit fornita dai vincoli in acciaio, per la migliore risposta allaccelerazione sismica

e per il ridotto peso proprio rispetto alle tradizionali strutture in cemento armato. Lintera struttura vincolata a partecipare al sostegno dei carichi sia verticali che orizzontali dalla forma spaziale delle strutture reagenti e dalla ridotta rigidezza dei singoli elementi componenti il telaio spaziale. Sembrer strano, ma il legno brucia solo se sottile e arieggiato, altrimenti carbonizza lentamente. A titolo di esempio, una parete di legno massiccio resiste ben oltre lo standard previsto di REI30 (4). A ulteriore sicurezza le strutture dellabitazione sono state tutte protette con lastre di fibrogesso, in grado di assicurare gradi di protezione REI 60-90. Per i materiali non strutturali, impiegati come isolanti e come rivestimenti, i progettisti hanno scartato quelli non naturali,

preferendo quelli di classe B e A1, secondo la nuova classificazione europea. La salubrit delledificio stata ottenuta agendo sul controllo del microclima interno, sulla scelta di sistemi costruttivi che eliminano i ponti termici e sullisolamento acustico. Il clima interno controllato sia da un sistema di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore e filtrazione dellaria immessa, per minimizzare la presenza di polveri sottili, pollini, insetti e inquinanti esterni, sia dagli accorgimenti per evitare il surriscaldamento estivo. Infatti, limpiego di sporti del tetto, appositamente calcolati, e di schermi solari a lamelle orientabili, prevengono linsolazione estiva attraverso il diretto irraggiamento delle finestre. Il comfort ambientale in inverno assicurato anche da pareti in grado di mantenere stabilmente una temperatura superficiale interna prossima a 20 C senza i ben noti problemi di sensazione di freddo generati da paramenti esterni inefficaci. La struttura stratificata realizzata con elementi nobili garantisce in estate uno sfasamento dellonda di calore vicina alle 16 ore mantenendo la temperatura superficiale interna della parete senza variazioni orarie; la temperatura dellaria controllata dalla ventilazione che accumula allinterno delledificio la fresca temperatura notturna. Il sistema costruttivo a secco consente anche il controllo dellisolamento acustico, sfruttando proprio la caratteristica dei sistemi di massa-molla, ideali per fermare le onde sonore. Il livello del fono isolamento arriva a 58 dB e anche le pareti divisorie (abbattimento 45 dB) forniscono un isolamento tra le stanze. Infine, i pannelli

mediante la realizzazione di unampia vetrata, progettata ed incassata in modo da poter, in un secondo momento, essere completata da una gi studiata serra solare ad accumulo e i pavimenti di gres porcellanato di colore nero fungeranno da piastra convettiva (accumulatore solare) nel periodo invernale, mentre appositi sistemi di oscuramento con lamelle frangisole impediranno il surriscaldamento estivo. Gli infissi sono stati progettati con una particolare cura dato che le chiusure verticali trasparenti sono spesso il tallone di Achille degli edifici ad alta efficienza energetica. Ove possibile sono state utilizzate vetrate fisse, non essendo necessario garantirne lapertura n per il ricambio daria fornito dalla ventilazione meccanica controllata, n per la pulizia che pu essere eseguita dallesterno. Questo accorgimento migliora di molti punti percentuali la trasmittanza globale dellinfisso, eliminando sia lo spessore dellanta che le perdite dalle guarnizioni. Le vetrate isolanti basso emissive a controllo solare sono realizzate con vetrocamera da 42 mm e oltre a garantire un elevato isolamento forniscono la sicurezza di una doppia vetrata antieffrazione. Controllo dellapporto energetico da soleggiamento estivo (ombreggiamento) Il progetto stato verificato con i dati fisici caratteristici del sito e con limpiego di maschere di ombreggiamento. Data la latitudine del sito e le caratteristiche climatiche favorevoli della zona, di bassa collina e che risente dei benefici apporti di mitigazione dovuti al vicino Lago di Bracciano e dalla massiccia presenza di alberi secolari del vicinissimo bosco di Manziana, sono stati privilegiati i parametri adatti ai climi temperati con forma delledificio allungata ed opportuni elementi

ombreggianti (frangisole Griesser in acciaio antieffrazione) a sud ed ad ovest. Uso dellapporto energetico da soleggiamento invernale La valorizzazione dellapporto energetico solare sulle superfici finestrate stato massimizzato con linstallazione di una grande vetrata di circa 10 mq posta sul lato sud delledificio e adottando frangisole orientabili con sollevamento ad inclinazione negativa (posizione di luminosit: -20). Risparmio energetico nel periodo invernale Ledificio concepito per ridurre il consumo energetico necessario alla climatizzazione invernale (con conseguente riduzione di emissioni di CO2 in atmosfera), riducendo la dispersione termica dellinvolucro edilizio, aumentando linerzia termica e incentivando un maggior rendimento globale dellimpianto termico e gli apporti energetici gratuiti (serre, vetrate opportunamente esposte, ecc.) Le componenti di chiusura perimetrale sono state realizzate con materiali particolarmente efficienti e sono state ottenute trasmittanze v ridotte. Per le pareti perimetrali verticali la trasmittanza misurata di 0,142 mK con uno sfasamento termico di oltre 15 ore (15,6 h). La trasmittanze delle coperture e degli infissi sono invece, rispettivamente, di 0,13 e 0,8 mK. Sui serramenti si segnalano i profili ad alto isolamento da 90 mm con sistema a 6 camere con tripla tenuta, dotati di tripli vetri basso emissivi con pannelli esterni a doppia lastra accoppiata di sicurezza. Uso dellinerzia termica per la climatizzazione estiva Ledificio stato dotato di ampio volume interno mediante linnalzamento della falda di copertura con funzione di accumulo termico. Tale caratteristica contiene le

in fibrocellulosa hanno un ottimo fono assorbimento e garantiscono leliminazione dei riverberi caratteristici dei locali tamponati con sistemi tradizionali. Gli elementi di dettaglio della progettazione Come sopra ricordato, ledificio nato nel rispetto dei criteri della bioclimatica. La sua progettazione tiene conto dellesposizione

e dellorientamento del sito, delle brezze dominanti nella zona e del contributo ottenibile dalla presenza di essenze centenarie. Lorientamento delledificio a Sud, allo scopo di garantire un adeguato numero di ore di soleggiamento anche dinverno. Inoltre, sono stati adottati parametri adatti ai climi temperati con forma delledificio allungata). La parete sud stata dotata di un sistema del tipo indiretto

10

rete del gas (5), ma stato integrato con una serie di impianti per raggiungere la classe energetica A +. Impianto di ventilazione meccanica Laria fresca viene aspirata dallapparecchio di ventilazione attraverso uno scambiatore termico collegato allimpianto solare termico. Dopo essere stata filtrata e riscaldata nellapparecchio di ventilazione, laria viene condotta nelle stanze di convogliamento dellaria di mandata. Laria umida e viziata viene evacuata dalla casa. Impianto di riscaldamento e condizionamento solare ibrido con produzione di ACS Labitazione non stata dotata di sistemi di riscaldamento tradizionali grazie alla bassa richiesta di energia dovuta ai sistemi passivi implementati. Si optato per linstallazione di un sistema solare ibrido con accumulo. Limpianto formato da: a. collettori solari piani ad alto rendimento a superficie altamente selettiva; b. accumulatore di acqua calda a grande capacit; c. pompa di calore con inverter ad alto rendimento formata da unit interna per il trasferimento del calore solare allimpianto di riscaldamento e acqua sanitaria e unit esterna per leventuale integrazione termica; d. unit terminali fan coil di integrazione e soccorso; e. pannelli radianti in fibra di carbonio ad alimentazione elettrica (scaldasalviette comfort bagno). Limpianto solare, una volta a regime, in grado di soddisfare interamente il fabbisogno di energia per gli usi termici; pertanto la pompa di calore deve essere considerata

come un sistema di back-up. Questultima, in caso di funzionamento di soccorso, in grado di integrare la produzione di acqua calda sanitaria, fornire al sistema VMC lintegrazione termica necessaria e alimentare le unit terminali fan coil supplementari. Impianto di generazione fotovoltaica di energia elettrica Il fabbricato grazie alla particolare disposizione delle aperture, alladozione di corpi illuminanti a led con bassissimo consumo, alladozione di elettrodomestici di ultima generazione A++ e tripla A, alla pompa di calore con coefficienti di prestazione, COP e EER molto elevati si pu considerare autonomo sotto il profilo energetico. Tutti i consumi elettrici compresa illuminazione dei locali e quella esterna sono assicurati attraverso lo scambio di energia autoprodotta con il fornitore di rete. stata installata una batteria di collettori fotovoltaici della potenza di picco di 2,3 kW, sulla tettoia di protezione del parcheggio in grado di generate tutta lenergia elettrica necessaria. Il regime di scambio sul posto con il gestore di rete garantisce continuit di funzionamento e bassissimi costi di manutenzione.

oscillazioni di temperatura dellaria allinterno dellorganismo edilizio sfruttando la massa superficiale unita alla buona massa superficiale delle pareti esterne e divisorie tutte realizzare con lastre di gesso fibra ad alto spessore. Uso razionale delle risorse idriche Sono stati adottati dispositivi di controllo e riduzione dei consumi di acqua potabile e saranno indicati nel manuale duso delledificio le procedure di corretto utilizzo della risorsa idrica.

Infine, la copertura delledificio capta lacqua piovana che viene conferita in un serbatoio interrato di accumulo, per essere poi riutilizzata per irrigazione dellorto e del giardino e per tutte le esigenze di lavaggi e manutenzioni delledificio. Impiantistica E per finire questo tour dettagliato sulle caratteristiche delledificio non si poteva trascurare la parte impiantistica, che stata integrata con la struttura nella fase di progettazione. La casa non allacciata alla

Note

1. Fonte Portale Architettura wikipedia.it. 2. Ferrarini M., Foresta-Legno: filiera certificata, in Ingegneri, 3/2009, p. 30. 3. Arco di tempo che serve allonda termica per fluire dallesterno allinterno attraverso un materiale edile. 4. Dopo 90 minuti una parete di legno massiccio sottoposta allazione di una fiamma a 1.000 C, aumenta la temperatura sul lato opposto di 1,8 C. 5. Per la cottura dei cibi ci si affida a piastre elettriche a induzione e forni elettrici.

11

sisteMi Costruttivi

Sistemi costruttivi in legno


a cura della Redazione

Durevole, naturale, tradizionale e universale

Il legno uno dei materiali utilizzati dalluomo sin dalla antichit e il suo utilizzo si diffuso nel tempo su larga scala per vari settori di attivit. Come elemento costruttivo, il legno presenta caratteristiche di estremo interesse, consentendo di raggiungere ottimi risultati estetici e funzionali. questo il motivo per il quale Ideal Energy ha scelto questo materiale per la propria attivit nel settore della bioedilizia. Nellarticolo saranno esaminati i due sistemi costruttivi adottati dallazienda di Loreto (Ancona) per le proprie realizzazioni in legno.

Il sistema a telaio prevede la costruzione di pareti solai e tetti, direttamente nello stabilimento attraverso lassemblaggio di travi portanti in legno

12

Per le sue caratteristiche biologiche il legno viene considerato al primo posto tra i materiali per edificazione, per i vantaggi che derivano dal suo impiego, tra i quali, appena il caso di ricordare, vi sono la facile lavorabilit, lelasticit, la bassa dilatazione, la leggerezza unita a unalta resistenza meccanica e unottima coibentazione termica. Tutte queste caratteristiche, unite alla ormai avanzatissima tecnologia progettuale, rendono possibile la realizzazione di costruzioni caratterizzate da livelli tecnici e statici molto elevati. Struttura a telaio Il sistema a telaio prevede la costruzione di pareti, solai e tetti, direttamente nello stabilimento attraverso lassemblaggio di travi portanti in legno, intervallati da materiale isolante come fibra di legno o lana minerale, chiusi allestremit con doppio pannello in fibracell, (fibra di cellulosa grezza pressata sottovuoto, o altri materiali similari). Sulla parte esterna viene applicato il cappotto sempre con materiali isolanti naturali e infine una rasatura finale. La parete cos composta arriva in cantiere con la predisposizione dellimpianto elettrico, idro-termo sanitario, con lintegrazione degli infissi esterni gi montati, (portone, finestre comprese di vetri e persiane/scuri), senza possibilit di errore umano in quanto le pareti sono costruite con dei macchinari speciali e sono certificate una a una, prima di uscire dallo stabilimento di produzione. I tempi di realizzazione di unabitazione con struttura portante a telaio sono ben diversi da quelli delledilizia tradizionale trattandosi di costruzioni a secco.

Le strutture arrivano in cantiere gi predisposte per gli impianti e con gli infissi assemblati e collaudati

13

La struttura in legno massiccio pu essere realizzata sia con il metodo delle pareti lamellari che con il metodo delle pareti a incastro

14

La struttura in legno massiccio si gestisce in cantiere in modo pi elastico anche se con tempi pi lunghi

15

La costruzione delle parti che compongono la struttura avviene in stabilimenti tecnologicamente avanzati, dove il taglio del legno e delle altre componenti avviene con lutilizzo software e macchine a controllo numerico. Cos gli errori umani vengono ridotti e i tempi velocizzati. Lassemblaggio viene fatto da personale specializzato e non improvvisato che lavora in ambienti chiusi ed in condizioni ottimali. Per dare un ordine di idee del tempo impiegato per il montaggio, il grezzo (1) pronto in appena cinque giorni, mentre per un edificio chiavi in mano (2) occorrono poco pi di due mesi (80 giorni). Struttura in legno massiccio La struttura in legno massiccio pu essere realizzata sia con il metodo delle pareti lamellari che con il metodo delle pareti a incastro senza lutilizzo di colle o chiodi. Entrambe le tipologie si distinguono per i loro pregi: - elevata resistenza meccanica; - eccellente resistenza al fuoco pari o superiore a quella delle strutture in acciaio o calcestruzzo proprio per le loro caratteristica di carbonizzare lentamente e non bruciare; - proteggono dalle radiazioni ad alta frequenza e da elettrosmog; - hanno una notevole resistenza a terremoti e forti venti; - contribuiscono a migliorare il risparmio energetico; - hanno elevata capacit di insonorizzazione; - possibilit di costruire fino a 10 piani di altezza. I tempi di realizzazione di una struttura in legno massiccio sono pi lunghi rispetto alle strutture a telaio ma ci sono anche dei vantaggi.

Mentre la struttura a telaio arriva in cantiere completa degli infissi e della predisposizione degli impianti gi inseriti nelle intercapedini, per cui eventuali modifiche agli impianti e alle strutture possono creare qualche problema, con la struttura in legno massiccio ledificio si costruisce in cantiere con le pareti gi assemblate per cui le varie fasi di montaggio della struttura, infissi, cappotto, realizzazione impianti, ecc. comportano dei tempi di realizzazione pi lunghi, ma con il vantaggio di gestire un cantiere pi flessibile che permette di fare delle modifiche in corso dopera.

Note

1. Il Grezzo comprende la fornitura e la posa in opera delle pareti portanti perimetrali, dei divisori interni con la predisposizione degli impianti, solai, tetto pronto per la copertura ed infissi. 2. Una casa Chiavi in manocomprende sia le finiture esterne con intonaco o mattoncini, pietra o legno, copertura del tetto con tegole o coppi e lattoneria, sia le finiture interne (impianti, pavimenti, rivestimenti, porte, ecc.) escluso, ovviamente, larredamento.

16

Fonti energetiCHe rinnovabili

Alla scoperta del Mini Eolico


Il futuro la produzione diffusa
di Enrico Patti e Marina Rui Ferro

Tra le numerose tecnologie per il mini eolico a uso civile si distingue quella progettata e brevettata dalla Ropatec, basata su un sistema a torre ad asse verticale

17

La soluzione del nodo energetico passa attraverso il rovesciamento dei canoni classici dei mega-impianti concentrati e il rovesciamento del ruolo del cittadino, da semplice fruitore a produttore di energia. La svolta energetica gi iniziata: pi di un sesto della produzione mondiale di elettricit derivata dalla microproduzione.
Produrre invece di consumare. A guardare con interesse verso queste strategie dovrebbe essere soprattutto il settore edilizio, ma in Italia la prospettiva continua a essere semiclandestina e ben pochi conoscono le opportunit che questa forma di piccola produzione distribuita di energia in grado di fornire. unopportunit mancata non pensare a sistemi rinnovabili per produrre energia elettrica su piccola scala in modo sostenibile e compatibile con lambiente. Limportanza di sviluppare un sistema energetico distribuito da fonti rinnovabili, che soddisfi fabbisogni diffusi e che produca elettricit a prezzi competitivi, una condizione oggi possibile grazie ai significativi progressi realizzati nella sperimentazione e applicazione tecnica che hanno permesso di dimostrare la fattibilit tecnico-economica di una produzione diffusa, che potrebbe presto contribuire significativamente al raggiungimento di livelli importanti di autonomia energetica. Un intervento rapido per vincere la battaglia energetica e ambientale del futuro, sostenuto

dalla crescente credibilit delle fonti rinnovabili. La produzione di energia nel settore civile si concentra attualmente sullenergia solare ed eolica: in questi settori che oggi le pubbliche amministrazioni e i professionisti assumono un ruolo importante nel processo di impiego di queste opportunit. Nello specifico, leolico di piccola taglia un campo delle energie rinnovabili con potenzialit ancora da sfruttare a pieno, ma vivace grazie a tecnologie innovative: il settore eolico italiano ha segnato un costante incremento dal 2007 a oggi. Le pale delle macchine eoliche vengono messe in rotazione dal movimento dellaria e lenergia cos ottenuta pu azionare generatori elettrici. Gli aerogeneratori devono essere installati in un luogo ventoso: quelli attualmente in commercio necessitano di una velocit minima di start up del vento di circa 3 m/s per poter entrare in funzione. I rotori pi piccoli adatti ad applicazioni domestiche, si attestano attorno a una potenza di 500 W a cui corrisponde un diametro minimo del rotore pari a poco pi di un metro, fino ad arrivare a 8 metri per taglie da 15 a 20 kW. Differenti sono le tipologie di generatori eolici gi presenti sul mercato che, grazie alle loro contenute dimensioni, possono entrare in gioco in un discorso di integrazione tra tecnologie eoliche, architettura ed ambiente urbano. Tra queste soluzioni merita un approfondimento la tecnologia proposta dalla Ropatec, il cui un sistema minieolico con torri ad asse verticale viene distribuito sul territorio nazionale da Ideal Energy. Tra le caratteristiche principali delle torri ad asse verticale vanno annoverate la capacit di partire autonomamente anche a basse velocit del vento (3 m/s) e di produrre

Un esempio dei dati visualizzati dalle stazioni meteo di monitoraggio preventivo

18

energia indipendentemente dalla direzione del vento. Consigli per una corretta valutazione di un impianto mini eolico Un sistema eolico per funzionare ha bisogno del vento. La percezione che abbiamo di questa energia condizionata alle nostre abitudini ed molto soggettiva. Al di l delle nostre percezioni, prima di installare una torre eolica necessario determinare in modo oggettivo la qualit e quantit del vento presente in una determinata zona. Esistono delle statistiche e un atlante del vento che si trovano facilmente sul web, ma per avere certezze consigliabile uno studio di almeno 6 mesi con una stazione meteo che registri i dati effettivamente percepiti nel sito scelto per linstallazione. Ideal Energy ha gi installato tre stazioni meteo nelle zone di Serra De Conti (Ancona), Macerata e Fermo. Tramite web si possono controllare da remoto i dati registrati in qualsiasi momento. Dopo un periodo di monitoraggio di almeno 4-6 mesi si pu conoscere la natura del vento, la sua forza media e di conseguenza si pu scegliere il generatore pi adatto per quella zona. Una volta effettuato lo studio con la stazione meteo possibile fare una stima approssimativa della produzione. Ad esempio un generatore di 1 kWp con una velocit del vento di 10m/s pu produrre da un minimo di 1.000 a un massimo di 1.800 kW lanno secondo leffettiva ventosit e la corretta installazione del generatore. Il costo di una torre eolica per uso civile varia dai 3.000 ai 5.000 euro a seconda della potenza installata e del numero di torri installate, a cui va sottratto leventuale costo del noleggio della stazione meteo e dello studio di fattibilit (che si aggira attorno ai 2.500 3.000 euro).

Contributo GSE Nella realizzazione di un impianto minieolico ci si pu avvalere degli incentivi statali che prevedono un contributo di 0,30/kW prodotto, per un periodo di 15 anni come tariffa omnicomprensiva. Trascorso tale periodo possibile adottare il sistema di scambio sul posto, conteggiando la vendita di energia prodotta per la tariffa vigente 0,17-0,20 /kW. In sostanza limpianto verr ammortizzato in circa 7-8 anni ma continuer a produrre per almeno 30 anni senza necessit di particolari manutenzioni.

Nellimmagine a destra la stazione meteo impiegata da Ideal Energy per gli studi preliminari allinstallazioni di torri eoliche

Prima di installare una torre eolica necessario determinare in modo oggettivo la qualit e quantit del vento presente in una determinata zona

19

innovazione

Energy Greenhouse, il fotovoltaico per lagricoltura


La serra fotovoltaica di Ideal Energy
a cura della Redazione

La crescente attenzione da parte delle istituzioni (internazionali, europee e nazionali) verso il settore energetico, con lobiettivo di migliorare lefficienza energetica e promuovere luso di fonti energetiche rinnovabili, ha portato alla elaborazione di numerose disposizioni per la diffusione delle energie verdi nel settore agricolo. Con queste norme, il legislatore ha voluto valorizzare sia la condizione giuridica dellimprenditore agricolo, sia la classificazione tributaria dellattivit.

20

Se analizziamo la specifica situazione italiana, per quanto riguarda le misure di sostegno allimprenditoria agricola, va sottolineata la posizione dellAgenzia delle entrate; essa, infatti, ha stabilito che limprenditore agricolo, che installa sul proprio terreno un impianto fotovoltaico di 200 kWp o di potenza superiore (se ne ha diritto), pu considerare il contributo del GSE come reddito agrario. In altre parole, la tariffa incentivante irrilevante ai fini delle imposte dirette. Le conseguenze sono: tempi di ammortamento ridotti notevolmente rispetto a qualsiasi altra azienda, possibilit di ottenere agevolazioni contributive e possibilit di accedere ai finanziamenti previsti dai PSR (Piani di Sviluppo Rurale). Se a questo si aggiunge il fatto che il Quarto Conto Energia prevede ulteriori meccanismi premianti per chi realizza impianti fotovoltaici su pensiline, pergole, tettoie e serre, abbastanza scontato che per gli imprenditori agricoli lopzione di installare un sistema fotovoltaico, senza occupare terreno coltivabile, diventa decisamente interessante. Per questo motivo Ideal Energy Group ha dato vita a Energy Greenhouse, un particolare progetto dedicato specificamente al mondo agricolo per coniugare il rendimento dellinvestimento economico e la salvaguardia dellambiente. Si tratta di una serra fotovoltaica con una struttura modulare brevettata, studiata e dimensionata nel rispetto dei carichi statici per resistere a terremoti, venti e carico neve. Il materiale impiegato resistente alla corrosione a allusura per avere una durata superiore ai 20 anni previsti dal conto energia. un prodotto di nicchia e non per tutti visto il costo sicuramente non economico, ma dal

risultato, e dalla durevolezza garantiti nel tempo dal produttore. La struttura La Energy Greenhouse, dotata di una struttura in acciaio modulare per avere la possibilit di personalizzarne la forma e le dimensioni. La struttura pu rimanere aperta o essere tamponata con pannelli in policarbonato o vetri, a seconda delle coltivazioni realizzate, per ottenere la cosiddetta serra calda, dotata anche di impianto di riscaldamento interno, e di illuminazione, che sfrutta lenergia elettrica prodotta dallimpianto fotovoltaico integrato sul tetto. La copertura del tetto La copertura del tetto della Energy Greenhouse stata studiata ad hoc per ottenere il massimo rendimento dallimpianto fotovoltaico. Nello specifico, i serramenti sono apribili ad anta scorrevole orizzontale per evitare ombreggiamenti sui moduli fotovoltaici; lapertura completa di relativa motorizzazione elettrica per la gestione da remoto. I serramenti per copertura sono ad anta fissa e vengono predisposti per tamponature con pannelli in policarbonato o vetro stratificato, completo di montanti di rinforzo. I profili sono in alluminio, completi di guarnizioni, per lalloggiamento dei pannelli fotovoltaici. Le tamponature Le tamponature perimetrali sono realizzate con profili in alluminio e guarnizioni tipo facciata continua adatti per tamponamenti con vetri stratificati, vetro camera o policarbonati di spessore diverso ed eventuali personalizzazioni su richiesta.

Possono essere inserite anche porte in alluminio ad ante scorrevoli o fisse. I moduli fotovoltaici I moduli fotovoltaici da utilizzare per lintegrazione dellimpianto sul tetto vengono scelti di volta in volta a seconda del tipo di struttura da realizzare (una falda, due falde) e a seconda dellesposizione e del tipo di coltivazione. Per la Energy Greenhouse i produttori consigliano comunque i Moduli Q Solar senza cornice in alluminio o semitrasparenti, per garantire una maggiore trasparenza e luminosit allinterno della serra.

Numerosi sono gli optional che possono essere integrati alla struttura base: dalle porte con aperture motorizzate, alla lattoneria per la raccolta delle acqua; dalle vasche per la raccolta delle acque piovane riutilizzate per le colture alla gronda calpestabile per la manutenzione e pulizia dei moduli fotovoltaici e delle coperture in vetro. Per le tamponature in policarbonato o vetro sono previste le opzioni trasparente o colorato e, a livello impiantistico, la serra pu essere dotata di riscaldamento elettrico a pavimento, di un sistema di ventilazione meccanica controllata e di un sistema di illuminazione a Led.

21