Sei sulla pagina 1di 5
LIQUID ALERT I sistemi di rilevamento liquidi sotto pavimento Liquid Alert , hanno lo scopo

LIQUID ALERT

I sistemi di rilevamento liquidi sotto pavimento Liquid Alert, hanno lo scopo di monitorare

l'eventuale comparsa di liquidi nel sotto pavimento negli ambienti e laboratori. Il sistema è costituito da un numero di sonde, a discrezione del cliente, dislocate in maniera da ottenere una maglia fitta di rilevatori.

Ogni sonda interagisce in maniera autonoma rilevando e trasmettendo delle informazioni riguardante il proprio stato.

Queste informazioni vengono ricevute da una unità centrale PH420 per la elaborazione e la supervisione. Attraverso un monitor viene evidenziato il lay-out generale nel quale viene presentato lo stato delle sonde e la loro ubicazione.

viene presentato lo stato delle sonde e la loro ubicazione. Tutte le informazioni delle sonde monitorate

Tutte le informazioni delle sonde monitorate ricevute dall'unità centrale vengono archiviate per una

successiva analisi. Il sistema di supervisione è stato realizzato mediante l'impiego di apparati e tool

di

sviluppo della Phoenix Elettronica.

In

particolare sono stati impiegati:

Le Sonde PH27/35B per il rilevamento dei liquidi del sotto pavimento, in alternativa Sonde PH27/30 ;

I Booster PH18/10 per la trasmissione dei dati verso l'unità centrale.

Le sonde PH27/35B sono alloggiate all'esterno di contenitori plastici munite di elettrodi in acciaio inox installate in prossimità del pavimento, mentre le Sonde PH27/30 sono composte da fasce di acciaio Inox AISI 316 larghe 5cm dello spessore di 0,4 mm che vengono installate per incollaggio e fissaggio a pavimento, per la lunghezza necessaria ( max 200 cm.).

I booster PH18/10 possono essere installati in aree di servizio o corridoi.

Tutte le sonde sono interfacciate con i booster e da questi al sistema attraverso una comunicazione seriale del tipo RS485. Mediante l'impiego del sistema software SuperVisore , è stata realizzata una strategia di controllo delle sonde in grado di eseguire le seguenti operazioni:

Effettuare un'interrogazione tipo polling di tutte le sonde del sistema.

Visualizzarne lo stato su una pagina sinottica animata di tipo generale.

Indicare se sono intervenuti allarmi e confermare il riconoscimento di tale situazione.

Indicare la data e l'ora in cui è stata effettuata l'ultima scansione da parte del sistema.

Registrare il cambiamento di stato d'ogni segnale, generato dai sensori nel sotto pavimento.

Trasmettere in uscita segnali di allarme.

Inviare messaggi telefonici sull'area delle zone in allarme.

Riconoscere più utenti con livelli di sicurezza diversi.

SuperVisore Il SuperVisore è un software sviluppato dalla Phoenix Elettronica con lo scopo di interagire

SuperVisore

Il SuperVisore è un software sviluppato dalla Phoenix Elettronica con lo scopo di interagire con i

sistemi Liquid Alert. La sua interfaccia semplice ed intuitiva lo rende indispensabile per la gestione

di piccoli e grandi sistemi di rilevamento liquidi.

Al primo avvio del software, l'interfaccia che si presenta rende tutte le funzionalità a portata di mano e da qui si potranno effettuare la maggior parte delle funzioni.

qui si potranno effettuare la maggior parte delle funzioni. Dal menu a tendina si potranno eseguire

Dal menu a tendina si potranno eseguire tutte le funzioni del software, qui di seguito vengono elencati i menu con le relative sotto voci e breve descrizione (i menu in BLU sono disponibili solo con un adeguato livello di accesso) :

MENU

SOTTOMENU

DESCRIZIONE

Accesso

- Login

Effettua l'accesso al sistema per poter usare le funzioni più avanzate.

- Logout

Disconnette dal sistema e ritorna in funzionalità limitata.

- Utenti

Apre la schermata per la gestione utenze.

Archivi

- Allarmi

Visualizza l'archivio degli allarmi.

Opzioni

- Preferenze

Apre la finestra di impostazione delle preferenze di funzionamento.

- Impostazione

Apre la finestra di impostazione delle opzioni hardware del sistema.

Manutenzione

- Gestione Sonde

Apre la finestra per l'abilitazione/disabilitazione delle sonde.

- Gestione Soglie

Apre la finestra per l'impostazione delle soglie di intervento.

- Gestione Layout

Apre la finestra per l'aggiornamento del layout grafico.

?

 

Visualizza l'aiuto in linea del software.

L'interfaccia, inoltre, dispone di due layout:

Il Layout Zone visualizza una panoramica delle zone su cui sta operando il Liquid Alert.

LAYOUT ZONE

e

LAYOUT SONDE.

Il Layout Zone visualizza una panoramica delle zone su cui sta operando il Liquid Alert. LAYOUT
Il Layout Zone visualizza una panoramica delle zone su cui sta operando il Liquid Alert. LAYOUT
Le zone definite sono evidenziate con un riquadro nero. Se una o più sonde che

Le zone definite sono evidenziate con un riquadro nero. Se una o più sonde che fanno parte di una zona vanno in allarme si avvia la segnalazione acustica e visiva, segnalata con un lampeggio rosso della rispettiva zona. La segnalazione visiva non può essere fermata finché non cessa la condizione di allarme. Il Layout Sonde visualizza l'esatta collocazione di ogni sonda e il loro stato. Una legenda descrive lo stato delle sonde in base a colori specifici. Le sonde definite sono evidenziate con un cerchio nero. Il cerchio viene riempito con una colorazione in base allo stato della sonda. Se viene rilevato liquido o una sonda va in avaria, questo stato viene identificato dal cambio di colore, l'attivazione segnale acustico, l'attivazione del combinatore telefonico e il lampeggio visivo della relativa sonda.

L'unica operazione possibile dall'operatore è la tacitazione della segnalazione acustica, mentre la segnalazione visiva non può essere fermata finché non cessa la condizione di allarme.

Tutte le segnalazioni di allarme o errori vengono memorizzati nell'archivio allarmi, che sarà possibile consultare dalla relativa schermata.

Il SuperVisore permette inoltre di visualizzare i dati in tempo reale. Questo serve per avere un'indicazione della lettura reale effettuata dalla sonda in luogo e facilita l'individuazione delle possibili cause dell'allarme, in quanto il valore è direttamente proporzionale alla quantità di umidità rilevata.

Questa ed altre funzioni sono disponibili solo a utenti che effettuano il login con un livello d'accesso di manutenzione.

CARATTERISTICHE TECNICHE UNITÀ CENTRALE LIQUID ALERT

Alimentazione:

220 VAC ± 20%

Consumo max:

400 Watts

Sistema di trasmissione:

Standard industriale RS485

Trasmissione/ricezione: Seriale

Modalità di indirizzo:

Trinario

Sistema di interrogazione:

Polling

Allarme acustico:

Sirena bitonale esterna

Allarme luminoso:

Monitor più lampeggiante esterno

Allarme guasti:

Monitor più contatto pulito esterno

Memoria allarmi:

Data e ora e successione eventi sul monitor

Sensibilità sonde:

Preselettabile

Numero sonde gestibili:

18 per booster

Numero booster gestibili:

16

Codificazione sonde:

8 caratteri

Combinatore telefonico:

Opzionale

SONDA PH27/35B Dimensioni: Ø x 13 x H8 cm Sensori: Acciaio inox AISI 316 Consumo:

SONDA PH27/35B

Dimensioni:

Ø x 13 x H8 cm

Sensori:

Acciaio inox AISI 316

Consumo:

0,001 Watts

Rivestimento esterno:

Materiale plastico autoestinguente

SONDA PH27/30

Dimensioni:

L 5 x P 200 x H 0,04 cm

Sensori:

Acciaio inox AISI 316

Consumo:

0,001 Watts

BOOSTER PH18/01

Alimentazione:

220 VAC

Consumo:

Max 10 Watts

Batteria:

1,2 Ah 12 Vcc