Sei sulla pagina 1di 1

MAPPA DELLE MEDUSE NEL MEDITERRANEO

Le meduse sono animali marini gelatinosi. Il Mediterraneo anche quest'anno ne se


mbra invaso. Questa la mappa (aggiornata on-line, su focus.it, in tempo reale gr
azie alla campagna 'Occhio alla medusa') degli esemplari lungo gli 8.000 chilome
tri delle coste italiane:
- VELELLA (innocua): Comune nel Mediterraneo. Puo' formare sciami lunghi chilome
tri e alla fine del ciclo si spiaggia. Viene definita anche 'barchetta di San Pi
etro';
- COTYLORHIZA (non urticante): Innocua per l'uomo. Nel 2009 e' stata frequente n
ei mari italiani piu' meridionali. E' una delle piu' belle meduse del Mediterran
eo: l'ombrello puo' misurare anche 30 cm. Ora nelle acque del mar Ligure;
- MNEMIOPSIS (non urticante): Innocua per l'uomo, ma molto dannosa per l'ecosist
ema marino. Ha invaso la laguna di Orbetello. E' un organismo gelatinoso lungo p
oco piu' di 10 cm;
- RHIZOSTOMA (non urticante): Nell'Adriatico e nello Jonio, ora in lungo le cost
e della Puglia jonica (Gallipoli) e adriatica, nell'alto tirreno (Toscana), e Fr
iuli Venezia-Giulia e Veneto. I tentacoli sono corti e non sono armati di cnidoc
isti pericolose per l'uomo. Il diametro del suo ombrello puo' arrivare a 60 cm e
puo' pesare fino a 10 kg. Per i cinesi e' un piatto prelibato;
- PELAGIA (urticante): Dal caldissimo 2003 la sua presenza e' quasi costante nel
bacino occidentale. La stragrande maggioranza delle punture di meduse sono ascr
ivibili a questa specie. L' ombrello misura circa 10 cm con otto lunghi tentacol
i che possono raggiungere anche i 10 metri, mentre la bocca e' dotata di otto lu
nghe braccia orali, mangiano uova e larve di pesci con un impatto che puo' esser
e devastante sugli stock ittici. Ora nelle acque antistanti la Campania, la Ligu
ria e la Toscana, in generale ha preso di mira il Tirreno del nord e del sud;
- CHRYSAORA (urticante): Simile alla Pelagia ma meno urticante. Vive in Atlantic
o e si spinge molto a nord, in Mediterraneo non e' abbondante ma frequente. L'om
brello puo' raggiungere i 30 cm di diametro. Ora perlopiu' in alto Adriatico (Ab
ruzzo);
- PHYSALIA (urticante): Chi viene colpito raramente vede questa medusa (chiamata
anche Caravella portoghese) ma avverte solo una fortissima scarica. Non si inco
ntra di frequente, anche se nel 2009 ha colpito diverse volte nel Mediterraneo o
ccidentale, in Corsica, in Liguria e lungo le coste della Toscana. Physalia puo'
misurare 15 cm ma i tentacoli possono raggiungere anche i 30 metri;

- PHYLLORHIZA (non urticante): Avvistata, in attesa di conferma. Non infligge pu


nture dolorose. Nel 2009 un esemplare e' stato visto per la prima volta lungo le
coste italiane all'isola di Tavolara, in Sardegna. E' una medusa a pois, appart
iene alla stessa famiglia di Rhizostoma. Si nutre di plancton di crostacei e, pr
obabilmente, di uova e di larve di pesci.