Sei sulla pagina 1di 39

Titolo

Elimina il Dolore Cronico con lo Yoga

Yoga per Tutti


(Vol. 5)
Anand Gupta

© Anand Gupta, 2016


All Rights Reserved
Contenuto
Titolo
Contenuto
Introduzione
Capitolo 1: Un Approfondimento sulle Malattie Croniche
Capitolo 2: Yoga: La Medicina Alternativa Più Conosciuta
Capitolo 3: Le 12 Posizioni Yoga Definitivamente Curative per Dolore &
Malattie Cronici
Conclusioni
Disconoscimento
Fascetta pubblicitaria
Introduzione
Yoga, nella credenza popolare, affonda le proprie radici in India e probabilmente
nacque più di 4500 anni fa. La parola yoga deriva da ‘yuj’, che significa unire.
Oggi non vengono praticate tante posizioni yoga come nel mondo antico. Infatti
molte delle posizioni non sono conosciute neanche dagli attuali guru.

La pratica dello yoga può essere un lungo cammino per ripulire il tuo stile di
vita, dare una spinta al tuo sistema immunitario e migliorare la qualità della tua
vita in generale. Adatto a persone di tutte le età, lo yoga può arrivare addirittura
a trattare malattie croniche negli adulti e tenerle lontane.

Dall’espandere la flssibilità e migliorare l’invulnerabilità fino a migliorare la


qualità del riposo e mitigare i dolori cerebrali, è risaputo che ci sono gigantesche
quantità di benefici medici nello yoga.
Come si è visto in molti casi, lo yoga è consigliato dai medici in tutto il mondo
dato che si è rivelato uno dei trattamenti migliori e più efficaci per le malattie
croniche. Che si tratti di pressione sanguigna, ipertensione, diabete, asma o altre
numerose malattie croniche, lo yoga è una soluzione a lungo termine.

Si sa che lo yoga ha cinque significati princiapali, a parte il suo obiettivo ultimo


di raggiungere la moksha o liberazione. Questi cinque significati princiapali
sono:

Lo yoga può essere usato come metodo disciplinato per raggiungere un


obiettivo
Può essere usato come tecnica per controllare il corpo e la mente
Yoga come nome delle scuole o sistemi filosofici
Yoga in connessione a parole come laya, mantra e hatha che si riferiscono a
specifiche tecniche di yoga e
Lo yoga come obiettivo della pratica dello yoga

Lo yoga è usato da tempi immemorabili per il benessere spirituale, mentale e


fisico. Qui imparerai come lo yoga può aiutare ad eliminare il dolore cronico—
dolore che è rimasto per anni e nessuna quantità di medicine ha aiutato a far
scomparire completamente.
Capitolo 1: Un Approfondimento sulle
Malattie Croniche
Prima di dedicarci allo yoga e ai suoi incredibili effetti sulle malattie croniche,
vediamo alcuni dettagli delle malattie croniche insieme ai loro fattori di rischio.
Le malattie croniche possono essere definite come un tipo di malattia acuto che
rimane con la persona per un lungo periodo di tempo, se confrontato con
malattie comuni come influenza, tifo, ecc. Questi tipi di malattie sono anche
conosciute come malattie non comunicabili. Le malattie croniche di base
includono dolore alle articolazioni, asma, malignità, diabete e malignancy
malattie virali, ad esempio l’epatite C e l’HIV/AIDS.

Tuttavia la ricorrenza di malattie croniche è intensa in natura. Uno sviluppo


cronico è ulteriormente caratterizzato da ricadute intermittenti e sporadiche e le
malattie repetitive si ripresentano continuamente, magari con meno intensità
irregolarmente. Le malattie non trasmissibili sono di solito condizioni mediche
seguite da cause non irresistibili. Alcune malattie croniche come ad esempio
HIV/AIDS vengono causate da contaminazione trasmissibile e possono essere
prevenute e anche limitate.

Le condizioni croniche sono state analizzate spesso e si è visto che le condizioni


di salute relative del corpo umano, per esempio disordini, debolezza fisica,
handicap, possono essere curate con mezzi e terapie naturali. Gli esperti della
trasmissione delle malattie hanno scoperto che lo Yoga cura la maggior parte dei
malanni che causano disabilità e che riducono la capacità fisica e/o mentale.

Ad esempio, si crede che la pressione sanguigna alta o ipertensione sia una


condizione cronica in sé ma anche in connessione a delle malattie, come ad
esempio l’infarto. Anche gli asana dello Yoga possono far diminuire i problemi
di circolazione e quindi assicurare un migliore e più sano stile di vita, riducendo
affaticamento e dolore sul lungo periodo.
Malattie cardiovascolari
Le malettie cardiovascolari (CVD) includono un gruppo di disturbi legati a cuore
e vasi sanguigni. Alcuni dei maggiori sono:

Malattia cerebro-vascolare – malattia che colpisce i vasi sanguigni che


portano sangue al cervello;

Malattia delle coronaire – malattia relativa ai vasi sanguigni che


riforniscono il muscolo cardiaco;

Malattia cardiaca reumatica – la malattia causata da danni a muscoli e


valvole cardiaci e causati da febbre reumatoide.

Malattia cardiaca congenita – cuore difettoso o malfunzionante dalla nascita

Malattia delle arterie periferiche – malattia relativa ai vasi sanguigni che


portano sangue agli arti.
Malattie croniche respiratorie
Le malattie croniche respiratorie (CRD) includono quelle malattie che
riguardano il processo di respirazione e gli organi coinvolti nel processo di
respirazione, come i polmoni. Alcune delle malattie comuni dei polmoni sono la
broncopneumopatia cronica ostruttiva (COPD), le malattie dei polmoni legate
all’ambiente di lavoro e l’ipertensione polmonare. Il fumo di tabacco è la causa
principale diCRD insieme ad altri fattori come inquinanti presenti nell’aria,
sostanze chimiche pericolose, ecc. Anche le infezioni infantili frequenti possono
causare malattie polmonari.

Le CRD sono considerati incurabili ma c’è un trattamento alternativo, l’apertura


delle vie aeree dei polmoni possono essere allargate, aiutando così a lenire i
sintomi. La medicina alternativa può anche aiutare notevolmente ad eliminare i
problemi respiratori.
Diabete
Il diabete è una delle malattie croniche più diffuse e anche se colpisce
maggiormente gli adulti, anche i bambini possono soffrire di diabete. Si presenta
generalmente se il pancreas non produce una quantità sufficiente di insulina o se
il corpo non può utilizzare l’insulina prodotta dal corpo. Alti livelli di zucchero
nel sangue sono un sintomo comune nelle persone che soffrono di diabete. Può
colpire molti organi vitali, anche gli occhi. Diamo un’occhiata ai due tipi di
diabete:

Diabete di tipo 1, anche conosciuto come diabete giovanile, colpisce i


bambini. Questo è dovuto all’incapacità del corpo di produrre una quantità
sufficiente di insulina per la gestione dello zucchero nel sangue. Perché il
paziente sopravviva deve essere prescritta una dose regolare di insulina
secondo necessità.

Diabete di tipo 2, è quello che colpisc milioni di adulti in tutto ilmondo ed è


il più comune. È il risultato dell’incapacità del corpo di usare l’insulina
prodotta dal pancreas. Il diabete di tipo 2 può anche essere dovuto ad
obesità e mancanza di attività fisica.

A prescindere da quale malattia cronica, ci sono diversi che dimostrano che lo


yoga può migliorare i sintomi delle malattie croniche inclusa la COPD, il cancro
al seno, obesitè e diabete, ecc. Sono consigliate diverse tecniche yoga per
diverse malattie e praticare quelle giuste è essenziale per ottenere un
miglioramento.
Capitolo 2: Yoga: La Medicina
Alternativa Più Conosciuta
Le persone che soffrono di malattie croniche, non importa quali, sanno quanto è
doloroso vivere insieme ad esse. I sintomi di solito continuano a cambiare e
anche la loro intensità. Un giorno potresti sentirti tutto vivo e sano e il giorno
dopo potresti dover andare dal medico.
Come sa chiunque viva con un disturbo cronico, le indicazioni possono cambiare
percorso da un giorno all’altro. Un giorno puoi sentirti agile e perfetto e il giorno
dopo si riacutizza. In ogni caso, tra le condizioni peggiori e quelle calmanti, gli
stili terapeutici delicati come il pranayama (lavoro del respiro) e la riflessione
funzionano! Lo yoga è una pratica estremamente versatile che dovrebbe essere
praticata regolarmente – a prescindere dalle possibilità che richiede per riuscire a
concentrarti sul tuo respiro per qualche minuto. La pratica all’inizio o fine
giornata quando ti alzi è sempre non obbligatoria.

Come caratteristica di uno stile di vita generalmente sano, lo yoga può offrire
assistenza nei seguenti casi:

Riduce il dolore
Limita l’ansia
Riduce il livello di pressione sanguigna
Aumenta la capacità respiratoria dei polmoni
Migliora le capacità respiratorie e il battito cardiaco
Dà una spinta alla circolazione e a tonificazione e solidità muscolari
Migliora la solidità delle ossa e migliora anche la tua resistenza in modo da
farti rimanere attivo tutto il giorno

Conoscendo i benefici dello yoga, si può definitivamente capire come quest’arte


della volontà può influenzare la propria vita. Dopo aver appreso quali sono i
benefici in generale, diamo un’occhiata ai numerosi benefici offerti dallo yoga
per le specifiche malattie croniche citate di seguito -
Asma
Si sa che è una malattia incurabile, ma una cura sostenibile per l’asma
risiede nello yoga
È vero che gli inalatori possono salvare la vita in casi di attacco d’asma, ma
non sono una soluzione permanente. Per una soluzione a lungo termine, gli
speciali esercizi di di respirazione aiuteranno moltissimo il paziente.
A causa dei regolari problemi respiratori, la vita di chi soffre d’asma di
solito è appesa a un filo. A volte, con gli attacchi improvvisi, i risultati fatali
sono inevitabili se non tenuti sotto controllo
Puoi rafforzare il funzionamento dei tuoi polmoni e avrai la capacità di
battere le difficoltà poste dall’asma con diversi yogasanas.
Diabete
Il diabete è uno dei disturbi “senza speranza” più significativi sul pianeta.
Di solito la resistenza all’insulina non è curabile; tuttavia alcuni asana dello
yoga come la posizione del triangolo possono aiutare a controllare i tuoi
livelli di zucchero nel sangue.
Il diabete è una malattia che si presenta se i livelli di zucchero nel tuo
sangue superano quelli di insulina.
Il diabete non può essere completamente curato con lo yoga. Detto questo,
facendo qualche asana frequentemente puoi controllare i tuoi livelli di
zucchero.
Ipertensione
La pressione alta può presentarsi per varie ragioni nella vita stressante
contemporanea.
È una malattia che può essere curata solo con una routine costante di asana
yoga meditativi.
Indigestione
L’indigestione è una malattia e anche una piaga nelle persone che lavorano
oggi, e lo Yoga qui può aiutare efficacemente
Tuttavia, puoi curare l’indigestione con i farmaci e associare il trattamento
con la posizione del bambino o la posizione del vento.
Mal di testa
Le emicranie sono frequentemente portate alla luce dal fatto che c’era un flusso
sanguigno insufficiente verso il cervello. Gli asana yoga che migliorano la
circolazione sanguigna aiutano ad apportare sollievo a questo tipo di dolore.
Lombalgie
La lombalgia si è trasformata in una malattia cronica tra i lavoratori esperti e le
persone ricorrono anche alla chirurgia per curarla. Certi asana che aggiustano la
postura possono aiutarti a liberarti di questo problema.
Dolore alle articolazioni
L’artrite è una malattia che causa un estremo dolore articolare, molto intenso.
Detto ciò, puoi controllare la propagazione del dolore rendendo le articolazioni
più mobili ed agili.
Problemi al fegato
I problemi al fegato possono variare da leggera ingestione a disordini maggiori
del fegato grasso. Per mantenere sano il tuo fegato, prova alcune posizioni yoga
fondamentali che espandono la circolazione sanguigna nel diaframma.
Depressione
Lo yoga è straordinario fra le cure più potenti contro la tristezza e la malinconia.
In questo caso, se preferiresti non assumere antidepressivi o sonniferi, gli asana
yoga possono mettere in forma smagliante la tua mente con positività e anche
alleviare dallo stress la tua interiorità.
Ovaio Policistico
Il PCOS è una delle piaghe che sta facendo soffrire la maggior parte delle donne
al giorno d’oggi. Gli effetti collaterali sono mestruazioni imprevedibili e può
addirittura causare improvvisa sterilit. Perciò prova delle posizioni yoga come
quella del cadavere per curare i blister ovarici senza medicine od operazioni
chirurgiche.
Capitolo 3: Le 12 Posizioni Yoga
Definitivamente Curative per Dolore &
Malattie Cronici
Vengono fatte sempre più ricerche che dimostrano che Yoga e meditazione
offrono vantaggi colossali alle persone che soffrono degli effetti negativi delle
malattie croniche. Questo non implica che lo Yoga curerà le malattie croniche o
a lungo termine, ma se è eseguito con una routine affidabile, lo yoga può gestire
un certo numero di malattie diminuendo l’ansia, riducendo le manifestazioni
della malattia e gli effetti collaterali dei farmaci, dando una spinta al sistema
immunitario e favorendo una generale salute e conforto. Ecco una lista degli
asana yoga efficaci per curarti dal dolore cronico:
Posizione della montagna (Tadasana):
Questo asana è abbastanza semplice da seguire ed è incluso negli asana basici
dello Yoga. In posizione verticale, tieni i piedi separati e alza le dita dei piedi.
Poi alza le ginocchia fino alle cosce. Inspira e guarda su mentre lo fai. Mentre
espiri, abbassa spalle e schiena e premi delicatamente la parte superiore del tuo
corpo contro la parete. Allinea il corpo in una posizione ad “H”, respirando
almeno 8 volte e poi rilassati.
Benefici
Riduce il mal di schiena
Rafforza i muscoli di cosce, addome e natiche
Migliora la concentrazione
Allevia stress e sciatica
Posizione dell’albero (Vriksasana):
Questo asana comincia con il piegare il piede destro e metterlo sulla coscia
sinistra. Tieni ferma la gamba sinistra, intreccia le mani sopra la testa e guarda
lontano, poi mantieni lo sguardo fisso. Respira lentamente e mantieni la
posizione per qualche minuto. Poi ripeti con l’altra gamba.
Benefici

Ringiovanisce l’intero corpo


Allunga braccia, gambe e schiena
Migliora la concentrazione
Piegamento dritto in avanti
(hastapadasana):
Tenendo in equilibrio tutto il tuo peso corporeo sui tuoi piedi, allunga le braccia
sopra la testa mentre inspiri. Espira lentamente e mentre espiri piegati in avanti
verso il basso, verso i piedi. Rimani in quella posizione per circa 30 secondi e
continua a respirare profondamente. Quando ritorni alla posizione iniziale,
inspira e allunga le braccia verso l’alto e ritorna in piedi.

Benefici

Aumenta il rifornimento di sangue a tutto il corpo


Maggior agilità della spina dorsale
Allunga e rafforza tutti i muscoli della schiena
Posizione del Guerriero
(Veerbhadrasana):
Questa posizione del guerriero comincia con la tadasana. Mantieni le gambe
distanti almeno 4 piedi. Gira il tuo piede sinistro di almeno 15 gradi e il tuo
piede destro di almeno 90, allunga le braccia di lato. Solleva le braccia ad altezza
delle spalle. Con i palmi verso l’alto, espira e piega il ginocchio destro. Girando
la testa, mantieni uno sguardo fisso alla tua destra. Premi delicatamente le pelvi
verso il basso e fai il sorriso del guerriero. Espirando, risali. Ripeti la stessa
posizione con l’altro lato del corpo.
Benefici
Altamente positivo per le spalle bloccate
Aumenta la resistenza e l’equilibrio del corpo
Un efficace asana Yoga per liberarsi dallo stress
Utile per le persone che fanno lavoro d’ufficio
Posizione del ponte (Setubandhasana)
A differenza di altre posizioni, questa comincia da terra, distesi sulla schiena.
Ripiega le ginocchia e tieni i piedi distanti 12 pollici dalle pelvi. Ginocchia e
caviglie dovrebbero essere su una linea retta. Metti le braccia sotto il corpo, con i
palmi che toccano il pavimento. Inspirando delicatamente, solleva la parte bassa
della schiena, poi quella mediana ed infine quella superiore ruotando sulle
spalle. Tocca lentamente con il petto il tuo mento senza muovere il mento. Tieni
le cosce parallele al pavimento e irrigidisci le natiche con questa posizione. Con
respiri tranquilli tieni la posizione per circa un minuto e poi rilascia
delicatamente. Puoi anche usare i palmi per dare sostegno alla schiena.

Benefici

Rilassa la schiena stanca


Riduce ansia e stress
Aumenta la forza dei muscoli della schiena
Apre le vie aeree e aiuta con i problemi alla tiroide
Aiuta anche on la digestione.
Posizione della Farfalla
(bandhakonasana)
Siediti su un materassino, allarga le gambe e tieni la schiena dritta. Piegando le
ginocchia, porta i piedi verso le pelvi, il più vicino possibile. Le piante dei piedi
dovrebbero toccarsi. Puoi mettere le mani sotto i piedi per sostenerli e poi
stringerli. Inspira profondamente; inizia a muovere le gambe come se fossero
ali. Assicurati di iniziare lentamente e poi aumentare la velocità. Prova a volare
più in alto e mantieni sotto controllo il respito. Mentre muovi le gambe, i tuoi
muscoli tendono a rilassarsi. Fare un respiro profondo ti farà alzare il petto.
Espira e allarga le gambe per rilassarti.

Benefici

Aiuta l’intestino e i movimenti intestinali


Migliora la flessibilità di anche, gambe e regione dell’inguine
Elimina l’affaticamento
Aiuta con i dolori mestruali e la menopausa
Rende più semplice il parto se fatta regolarmente
Posizione del Fulmine (Vajrasana)
Un altro asana molto semplice ma anche moltobenefico è il vajrasan. Prima di
tutto raccogli le gambe, mettendo le anche sui talloni, e siediti sulla piccola
conca formata dalle dita dei tuoi piedi. Mantieni una posizione eretta e con la
testa dritta, metti i palmi sulle ginocchia e mantieni la posizione respirando
profondamente. Rilassati lentamente e poi raddrizza le gambe.

Benefici

Il cibo viene digerito in modo appropriato se ti siedi in posizione vajrasan


dopo aver mangiato.
La circolazione del sangue viene aumentata nella regione del basso addome
Aiuta con il diabete e i dolori gastrici e addominali
Aiuta nella prevenzione di certe malattie reumatiche.
Aiuta nella meditazione e a mantenere una spina dorsale eretta e una
postura dritta.
Rilassa gambe e muscoli della schiena
Sedersi con colonna dorsale girata a
metà (Ardhamatsyendrasana)
Siediti con le gambe allungate davanti a te, tenendo i piedi insieme e la colonna
vertebrale eretta. Piega la gamba sinistra e metti il tallone del piede sinistro
lungo l’anca destra (in alternativa puoi tenere la gamba sinistra dritta). Metti la
gamba destra sopra il ginocchio sinistro. Poi metti la mano sinistra sul ginocchio
destro e la mano destra dietro di te. Gira la parte centrale del corpo, le spalle e il
collo in questo modo da un lato e guarda oltre la spalla destra. Mantieni la
colonna vertebrale eretta. Tieni la posizione e procedi con la spina eretta.
Mantieni la posizione e procedi con respiri lunghi e delicati dentro e fuori.
Espirando, scarica prima la mano destra (la mano dietro di te), scarica l’addome,
poi il petto ed infine il collo e siediti in modo comodo ma diritto. Ripeti
sull’altro lato. Espirando, ritorna in posizione frontale e distenditi.

Benefici

La spina rimane agile


L’elasticità spinale viene aumentata
Il passaggio dell’aria verso i polmoni viene aperto e aumenta l’aria che
entra nei polmoni.
La posizione della barca (Naukasana)
Distenditi sulla schiena con i piedi uniti e le braccia adiacenti al corpo. Fai un
respiro profondo mentre espiri, alza la parte centrale del corpo e i piedi dal
terreno, allunga le braccia verso i piedi. I tuoi occhi, le dita e le dita dei piedi
devono rimanere allineati. Senti la tensione nella zona dell’ombelico mentre i
muscoli dello stomaco si contraggono. Continua a respirare profondamente e
senza sforzo mentre rimani in posizione. Quando espiri, ritorna verso il
pavimento gradualmente e stenditi.

Benefici

Aiuta a tonificare muscoli di braccia e gambe


I muscoli della schiena e dell’addome vengono rafforzati
Abbastanza utile per le persone con ernia
Posizione del Cobra (Bhujangasana)
Disteso a pancia in giù tieni le dita dei piedi spianate sul pavimento e le tempie
che toccano il suolo. Unisci le gambe; lascia che talloni e piedi si tocchino
delicatamente. Appoggia le mani sotto le spalle, appoggia i gomiti paralleli e
vicino alla parte superiore del tuo corpo. Facendo un respiro completo, solleva
gradualmente la testa, la sezione mediana del corpo e l’area dello stomaco
mantenendo l’ombelico sul pavimento. Sollevando la parte centrale della schiena
dal pavimento con il supporto delle mani. Mantieni la respirazione con
consapevolezza mentre pieghi la colonna vertebra per vertebra. In caso sia
possibile, raddrizza le braccia curvando la schiena per in modo ragionevole;
inclina la testa indietro e guarda verso l’alto. Rilassa causalmente le spalle, se
necessario puoi leggermente piegare i gomiti. Con la pratica costante sarai in
grado di avere la capacità di estendere l’allungamento raddrizzando i gomiti.
Assicurati che i piedi rimangano vicini. Non sovracompensare l’allungamento o
finirai per avere uno strappo muscolare. Espira lentamente, porta delicatamente
pancia, sezione mediana verso il pavimento e distenditi.

Benefici

Allevia spalle e collo bloccati


Rafforza i muscoli della schiena e le spalle
Aumenta l’elasticità della schiena
Allarga il petto
Aumenta la circolazione sanguigna
Aiuta le persone a gestire le malattie respiratorie o che colpiscono i pomoni

Bhramaripranayam
Siediti in un angolo pacifico e ben ventilato con gli occhi chiusi. Mantieni un
sorriso delicato per tutta la durata dell’esercizio. Mettiti gli indici nelle orecchie.
C’è un legamento tra le guance e le orecchie. Metti gli indici sul legamento. Fai
un respiro profondo mentre espiri, premendo delicatamente il legamento. Puoi
tenere il legamento premuto o premerlo ad intervalli con le dita, mentre emetti
un mormorio vivace come quello di un’ape. Puoi anche fare un suono basso,
però è meglio emetterne uno penetrante per ottenere risultati migliori.

Benefici

Sollievo istanteneo da stress, rabbia e ansia.


Segue un processo di respirazione molto efficace e calma le persone con
ipertensione.
Ti risparmia fastidiosi mal di testa
Migliora memoria e concentrazione
Aiuta con l’emicrania
Aiuta con la pressione sanguigna e la controlla
Surya namaskar
Per fare un Surya namaskar perfetto, ecco i passi da seguire:
#1 Pranamasana (Posizione della Preghiera)
Unisci i piedi all’estremità del tuo materassino. Poi distribuisci equamente il
peso tra i due piedi. Allarga il petto e rilassa le spalle. Mentre inspiri, alza le
braccia lungo i fianchi. Mentre espiri, unisci le mani, quanto puoi, di fronte al
petto.
#2: Hastauttanasana (Posizione delle braccia alzate)
Mentre inspiri profondamente, solleva le braccia in alto sopra la testa, vicino alle
orecchie. Mantenendo questa posizione, lo sforzo è allungare l’intero corpo dalle
dita delle mani alle punte dei piedi. Puoi spingere le pelvi e piegarti leggermente
in avanti. Assicurati di risalire con le dita delle mani piuttosto che piegarti al
contrario.
#3: Hasta Padasana (Posizione da Mano a Piede)
Espirando, piegati in avanti partendo dal petto, la spina dorsale deve rimanere
eretta. Quando espiri completamente, porta i palmi delle mani verso il
pavimento, vicino ai piedi. Piegare le ginocchia è opzionale, fondamentale se ne
senti il bisogno, per toccare il pavimento con le mani. Sforzati subito di
mantenere le ginocchia erette. È un’idea intelligente mantenere le mani nella
posizione in cui i palmi toccano il pavimeno e tenerle così finché avrai
completato la successione.
#4: AshwaSanchalanasana (Posizione Equestre)
Per questo asana, devi spingere la tua gamba destra il più indietro possibile. Poi
tocca il suolo con il ginocchio destro e guarda verso l’alto. Per favore controlla
che il tuo piede sinistro sia precisamente al centro dei palmi.
#5:Dandasana (Posizione del Bastone)
Inspirando, allunga indietro la tua gamba sinistra e tienila accanto a quella destra
mentre mantieni la posizione eretta. Puoi mettere i palmi delle mani per terra per
avere un supporto.
#6:AshtangaNamaskara (Saluto ad otto sezioni)
Tocca delicatamente il pavimento con le ginocchia ed espira. Spingendo le anche
all’indietro, distenditi leggermente in avanti e appoggia il mento al busto sul
pavimento. Solleva un po’ la schiena e i due piedi, le due mani, le due ginocchia,
la sezione mediana e la mascella (otto sezioni del corpo toccano il pavimento).
#7: Bhujangasana (Posizione del Cobra)
Muoviti in avanti e solleva il busto nella posizione del Cobra. Se ne hai bisogno,
puoi tenere i gomiti inclinati in questa rappresentazione, le spalle lontane dalle
orecchie. Girati verso l’alto mentre inspiri, cerca di spingere in avanti la sezione
mediana; mentre espiri, spingi l’ombelico verso il basso. Assicurati di esercitare
la stessa pressione, più che puoi, senza spingere il corpo.
#8: Parvatasana (Posizione della Montagna)
Espirando profondamente, alza le anche e il coccige in alto, la sezione mediana
in avanti in una posizione a ‘V modificata’ (/). Se è possibile, cerca di toccare il
pavimento con i talloni e cerca di alzare il coccige, avvicinandoti ulteriormente
alla posizione di V rovesciata.
#9: AshwaSanchalanasana (Posizione Equestre)
Inspirando, porta il piede destro fra le mani appoggiate sul pavimento, il
ginocchio sinistro tocca il pavimento, spingi le anche verso il basso e girati verso
l’alto.
#10: Hasta Padasana (Posizione da Mano a Piede)
Espirando, allunga il piede, quello sinistro. Lascia che le piante siano appoggiate
per terra. Se necessario, piega le ginocchia. Raddrizza delicatamente le ginocchia
e per quanto puoi cerca di toccarti il naso con le ginocchia. Continua a respirare.
#11: Hastauttanasana (Posizione delle braccia alzate)
Inspiranto, solleva il busto verso l’alto, alza le mani e lascia che si pieghino
all’indietro, spingendo le anche leggermente all’infuori.
#12: Tadasana
Mentre espiri, manieni la posizione eretta e poi fai scivolare le braccia di lato.
Stenditi in questa posizione; senti e ascolta le sensazioni leggere in tutto il corpo.
Si crede che una grande porzione di questi vantaggi siano effetti immediati dello
yoga sulla respirazione e sulla concentrazione mentale accentuate, e inoltre viene
diminuita parte della preoccupazione mentale che accompagna le malattie di
lunga durata.
Conclusioni
Dopo aver gestito dolore e disagio, a volte anche le medicine falliscono nel
tentativo di mantenerci sani. In tal caso, lo yoga si rivela una manna e ha
dimostrato la sua efficacia per anni.
Come menzionato, non è mai troppo tardi per iniziare qualcosa di nuovo e
questo vale anche per lo yoga. Prova almeno 1-2 di questi regolarmente per
ottenere sollievo dal dolore cronico.
Tuttavia ricorda che lo Yoga non offre risultati come se si trattasse di noodle
istantanei, per avere risultati migliori e che durano a lungo devi continuare a
praticare lo Yoga ogni giorno e per tutta la vita.
Disconoscimento
Introduzione
Utilizzando questo libro, accetti in pieno queste condizioni.
Nessuna indicazione
Il libro contiene informazioni. L’informazione non è un’indicazione e non
dovrebbe essere recepita come tale.
Se pensi di avere una malattia dovresti consultare immediatamente il medico.
Non ritardare, trascurare o seguire mai in maniera discontinua le indicazioni del
medico a causa delle informazioni del libro.
Nessuna rappresentanza o garanzia
Escludiamo nella misura massima della legge applicabile alla sezione sottostante
ogni rappresentanza, garanzia e iniziativa relativa al libro.
Fatta salva la generalità del paragrafo precedente, non rappresentiamo,
garantiamo e non ci impegniamo o assicuriamo:
che le informazioni contenute nel libro siano corrette, accurate, complete o
non ingannevoli;
che l’uso della guida nel libro porterà particolari risultati.
Limitazioni ed esclusioni di responsabilità
Le limitazioni ed esclusioni della responsabilità descritte in questa sezione e
altrove in questo disclaimer: sono soggette alla sezione 6 sottostante;
impediscono tutte le responsabilità derivanti dal disclaimer o relative al libro,
incluse le responsabilità inerenti al contratto, a illeciti civili o per violazione
degli obblighi di legge.
Non siamo responsabili di qualsiasi perdite o eventi che vanno oltre il nostro
controllo.
Non siamo responsabili riguardo a perdite economiche, perdite o danni a
guadagni, reddito, utilizzo, produzione, risparmi, affari, contratti, opportunità
commerciali o favori.
Non siamo responsabili riguardo a qualsiasi perdita o danneggiamento di
qualsiasi dato, database o programma.
Non siamo responsabili riguardo a qualsiasi particolare perdita o danno indiretto
o conseguente.
Eccezioni
In questo disclaimer niente può: limitare o escludere la nostra responsabilità di
morte o lesione personale causata da negligenza; limitare o escludere la nostra
responsabilità per frode o false dichiarazioni; limitare le nostre responsabilità in
qualsiasi modo vietato dalla legge; o escludere le nostre responsabilità che non
possono essere escluse dalla legge.
Separabilità
Se una sezione di questo disclaimer è giudicata illegale e/o inapplicabile dalle
autorità competenti, le altre sezioni continuano ad essere valide.
Se qualsiasi sezione illegale e/o inapplicabile sarebbe legale o applicabile
cancellandone una parte, verrà considerata la possibilità di cancellare quella
parte e il resto della sezione continuerà ad essere valida.
Legge e giurisdizione
Questo disclaimer sarà disciplinato e intepretata conformementedalla legge
svizzera, e ogni disputa relativa a questo disclaimer sarà soggetta all’esclusiva
giurisdizione dei tribunali della Svizzera.
Fascetta pubblicitaria
Il Dolore Cronico affligge un numero infinito di persone in tutto il mondo.
Malattie e condizioni come Diabete, Asma, Lombalgia, Malattie
Cardiovascolari, Ipertensione, Indigestione e altre fanno soffrire le persone su
base quotidiana, causando dolore debilitante o che crea disagio il quale può
ostacolare, o addirittura impedire, le normali attività. Fortunatamente non deve
essere per forza così. Esistono trattamenti alternativi, il più efficace e popolare
dei quali è lo Yoga. Con la conoscenza e la pratica, questi antichi esercizi
medicinali possono aumentare la mobilità e ridurre il Dolore Cronico, ridandoti
la libertà che queste condizioni devastanti ti avevano rubato.

Elimina il Dolore Cronico con lo Yoga è l’alternativa priva di farmaci che stavi
cercando. Con sequenze facili da leggere, spiegazioni esaustive delle 12
Posizioni Yoga di Guarigione Definitiva e descrizioni comprensibili, questa
guida ti accompagnerà lungo il percorso di cui hai bisogno per aiutare TE
STESSO, anche se non hai mai provato una posizione di yoga prima d’ora.

Non è mai troppo tardi per cominciare qualcosa di nuovo.


Table of Contents
Titolo
Contenuto
Introduzione
Capitolo 1: Un Approfondimento sulle Malattie Croniche
Capitolo 2: Yoga: La Medicina Alternativa Più Conosciuta
Capitolo 3: Le 12 Posizioni Yoga Definitivamente Curative per Dolore & Malattie Cronici
Conclusioni
Disconoscimento
Fascetta pubblicitaria

Potrebbero piacerti anche