Sei sulla pagina 1di 8

Lorenzo Cangiolini

3OTTICOCONTATTOLOGIA
April 20, 2020

VERIFICA CONTATTOLOGIA III 63.33%


OTTICO 20.04.2020 (38/60)

1. LE LENTI A CONTATTO SONO DISPOSITIVI MEDICI A FORMA DI PICCOLA CALOTTA


TRASPARENTE.
T True

F False

2. LE LENTI A CONTATTO NON CONSENTONO UN MAGGIOR CAMPO VISIVO RISPETTO


ALL’OCCHIALE.
T True

F False

3. NON TUTTE LE PERSONE SONO IDONEE ALL’APPLICAZIONE DI LENTI A CONTATTO.


T True

F False

4. L’OTTICO SENZA L’OCULISTA NON E’ IN GRADO DI EFFETTUARE LA SCELTA E LA FORNITURA


DELLE LENTI A CONTATTO.
T True

F False

5. NEL 1508 LEONARDO DA VINCI SCOPRI’ LE LENTI A CONTATTO CON UN ESPERIMENTO.


T True

F False

6. LE LENTI A CONTATTO RIGIDE SONO LE PIU’ UTILIZZATE.


T True

F False
7. PERMEABILITA’ ALL’OSSIGENO , BAGNABILITA’ E BIOCOMPATIBILITÁ SONO PROPRIETÀ
PRINCIPALI DELLE LENTI A CONTATTO.
T True

F False

8. NON TUTTI I MATERIALI PER LENTI A CONTATTO IN COMMERCIO SONO BIOCOMPATIBILI.


T True

F False

9. LE LENTI A CONTATTO MORBIDE SONO SOLO GIORNALIERE.


T True

F False

10. LE LENTI A CONTATTO RIGIDE HANNO UN DIAMETRO INFERIORE DELLE LENTI A CONTATTO
MORBIDE.
T True

F False

11. LE LENTI A CONTATTO RIGIDE SONO PER LA MAGGIOR PARTE REALIZZATE IN P.M.M.A.
T True

F False

12. LE LENTI A CONTATTO COSMETICHE POSSONO ANCHE CORREGGERE I DIFETTI VISIVI


T True

F False

13. LA MANUTENZIONE DELLE LENTI A CONTATTO HA LO SCOPO DI MANTENERE INTEGRE NEL


TEMPO LE CARATTERISTICHE CHIMICO - FISICHE DEL MATERIALE.
T True

F False

14. L’AZIONE DI PULIZIA DELLE LENTI A CONTATTO NON E’ SEMPRE ESSENZIALE PER LA
RIMOZIONE DI DEPOSITI DALLA SUPERFICIE DELLA LENTE.
T True

F False
15. IN CONDIZIONI DI EMERGENZA POSSO RISCIACQUARE SOTTO L’ACQUA CORRENTE O CON LA
SALIVA LE LENTI A CONTATTO
T True

F False

16. IL FILM LACRIMALE È FONDAMENTALE PERCHÈ SVOLGE LA FUNZIONE DI DIFENSORE


CONTRO GLI AGENTI PATOGENI.
T True

F False

17. IL FILM LACRIMALE SI DIVIDE IN : STRATO LIPIDICO , ACQUOSO E MUCOSO.


T True

F False

18. L’UTILIZZO DELLE LENTI A CONTATTO NON PUÒ ALTERARE LA STRUTTURA DEL FILM
LACRIMALE.
T True

F False

19. NELLA TORNITURA IL POLIMERO È POLIMERALIZZATO IN FORMA DI BOTTONI.


T True

F False

20. IL METODO DI COSTRUZIONE DELLA CENTRIFUGAZIONE È SIMILE A QUELLO DELLA


TORNITURA.
T True

F False

21. NELLA FASE FINALE DELLA CENTRIFUGAZIONE AVVIENE IL PASSAGGIO DI STATO DEL
MATERIALE DELLA LENTE DA LIQUIDO A SOLIDO.
T True

F False

22. NEL METODO DI COSTRUZIONE DELLO STAMPAGGIO SI HA A DISPOSIZIONE UNO STAMPO


STANDARD SUL QUALE POI SI VANNO A PERFEZIONARE I PARAMETRI RICHIESTI.
T True

F False
23. TRA I TRE METODI DI COSTRUZIONE, LA TORNITURA È QUELLA CHE PRESENTA PIÙ
DIFFICOLTÀ NEL RISULTATO FINALE.
T True

F False

24. L’ F.O.Z.D. È SEMPRE PIÙ PICCOLO DEL T.D.


T True

F False

25. IL B.P.R. È LA SIGLA DEL RAGGIO DELLA ZONA OTTICA POSTERIORE.


T True

F False

26. IL B.O.Z.D. COMPRENDE IL B.P.R.


T True

F False

27. LE LENTI A CONTATTO BISETTIMANALI NECESSITANO DELLA STESSA PULIZIA E


CONSERVAZIONE DELLE MENSILI
T True

F False

28. LA SOLUZIONE SALINA DISINFETTA LE LENTI A CONTATTO.


T True

F False

29. LA SOLUZIONE SALINA NON È ADATTA PER LA CONSERVAZIONE NEL LUNGO TERMINE DELLE
LENTI A CONTATTO.
T True

F False

30. LE LENTI A CONTATTO BISETTIMANALI E MENSILI DEVONO ESSERE PULITE OGNI VOLTA CHE
VENGONO TOLTE E POSTE NELL’ APPOSITO CONTENITORE PORTA - LENTI.
T True

F False
31. CLIMA FREDDO E SECCO NON INFLUENZANO IL NOSTRO FILM LACRIMALE.
T True

F False

32. I TEST LACRIMALI SI SUDDIVIDONO IN QUANTITATIVI E QUALITATIVI.


T True

F False

33. IL TEST DI SHIRMER 1 VIENE ESEGUITO ANESTETIZZANDO L’OCCHIO.


T True

F False

34. NEL TEST B.U.T. SI MISURA IL TEMPO CHE INTERCORRE TRA L’ULTIMO AMMICCAMENTO E LA
COMPARSA DELLA ROTTURA DEL FILM LACRIMALE.
T True

F False

35. NEL RILEVAMENTO DELLA CONDIZIONE DI OCCHIO SECCO LE PALPEBRE SONO UN ASPETTO
IMPORTANTE.
T True

F False

36. LA LAMPADA A FESSURA E IL BIOMICROSCOPIO SONO DUE STRUMENTI UTILIZZATI PER


ESAMI PRE - APPLICATIVI DIVERSI.
T True

F False

37. LA LAMPADA A FESSURA È UNO STRUMENTO NON INVASIVO.


T True

F False

38. LA LAMPADA A FESSURA VIENE UTILIZZATA ANCHE PER L’OSSERVAZIONE DEI TESSUTI
OCULARI.
T True

F False
39. IL TEST DEL MENISCO LACRIMALE È UN TEST QUANTITATIVO
T True

F False

40. LE LENTI A CONTATTO FORNISCONO UNA MIGLIORE VISIONE PERIFERICA RISPETTO


ALL’OCCHIALE.
T True

F False

41. LE LENTI A CONTATTO USURATE O NON APPLICATE CORRETTAMENTE POSSONO ROVINARE


LA SUPERFICIE OCULARE.
T True

F False

42. NELLE LENTI A CONTATTO TRICURVE IL B.P.R. 3 È SEMPRE PIÙ LUNGO DEL B.P.R. 1 .
T True

F False

43. B.O.Z. È L’ABBREVIAZIONE DI ZONA OTTICA POSTERIORE


T True

F False

44. IL T.D. E IL B.O.Z.D. INCIDONO ANCHE SUL COMFORT.


T True

F False

45. SE IL BORDO DELLA LENTE È A CONTATTO CON IL MARGINE DELLA PALPEBRA SUPERIORE È
L’UNICO CASO IN CUI IL PAZIENTE NON AVRÀ DISCOMFORT .
T True

F False

46. A LAMPADA A FESSURA ESISTONO CINQUE DIVERSE TIPOLOGIE DI ILLUMINAZIONE DIRETTA.


T True

F False
47. IL N.I.B.U.T. È UN TEST QUANTITATIVO.
T True

F False

48. NEL N.I.B.U.T. IL VALORE MEDIO È DI CIRCA 18 SECONDI.


T True

F False

49. IL P.M.M.A. HA IL VANTAGGIO DI ESSERE UN MATERIALE CON ALTA PERMEABILITÀ


ALL’OSSIGENO.
T True

F False

50. IL C.A.B. HA LO SVANTAGGIO DI AVERE UNA BASSA RESISTENZA ALLE ABRASIONI.


T True

F False

51. LO STIRENE HA UN INDICE DI RIFRAZIONE ELEVATO


T True

F False

52. I DEPOSITI PROTEICI VENGONO MESSI IN EVIDENZA IMMERGENDO LA LENTE A CONTATTO


NELLA SOLUZIONE SALINA.
T True

F False

53. LE SCREPOLATURE SI DIFFERENZIANO DAI GRAFFI PER LA LORO DISPOSIZIONE RETICOLARE.


T True

F False

54. SE RISCONTRO DEI DANNI AL BORDO DELLE LENTI A CONTATTO DEVO IMMEDIATAMENTE
SOSTITUIRLE.
T True

F False
55. L’OCCHIO SECCO MARGINALE E QUELLO PATOLOGICO VENGONO TRATTATI IN MANIERA
DIFFERENTE.
T True

F False

56. UN FASTIDIO IMMEDIATO POST APPLICAZIONE PUÒ ESSERE RICONDOTTO A UN EVENTUALE


PRESENZA DI CORPO ESTRANEO.
T True

F False

57. IN PRESENZA DI UNA LENTE A CONTATTO STRETTA DIMINUISCO IL B.O.Z.R.


T True

F False

58. UNA LENTE A CONTATTO PIATTA MI GENERA UN MOVIMENTO ECCESSIVO.


T True

F False

59. LE LENTI A CONTATTO MENSILI HANNO UNA DURATA DI TRENTA APPLICAZIONI.


T True

F False

60. IL PORTATORE DI LENTI CHE INDOSSA UNA LENTE CON IL BORDO A CONTATTO CON IL
MARGINE PALPEBRALE RIDURRÀ LA FREQUENZA DEGLI AMMICCAMENTI.
T True

F False