Sei sulla pagina 1di 47

PAGINA DI "COME UTILIZZARE INTERNET"

in questa pagina troverete:

1) COME STILARE UN NUOVO ABBONAMENTO GRATUITO

2) COME CONFIGURARE IL MODEM

3) COME CREARE UNA NUOVA CONNESSIONE AD INTERNET

4) COME FARE RICERCHE IN INTERNET

5) COME PREPARARE UNA PAGINA WEB

6) COME PUBBLICARE UNA PAGINA WEB

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

1) COME STILARE UN NUOVO ABBONAMENTO GRATUITO

Per stipulare un abbonamento gratuito ad Internet bisogna seguire i seguenti passi:

a) Se in possesso di un CD-ROM utile allo scopo, inserirlo nel drive e caricarlo tramite
Risorse del Computer cliccando sull’icona relativa.

b) Prima di inserire il proprio nome e cognome, se possibile, andare a leggere in esso i POP
DI ACCESSO del Provider che ha regalato il CD-ROM. Se tra i Pop di Accesso vi è la
propria città o il prefisso relativo continuare seguendo il punto c) altrimenti cercare un
altro CD-ROM di un Provider che porta come Pop di Accesso la propria Città. Questo
perché se il Pop di Accesso non è quello della propria città si dovrà pagare per i successivi
collegamenti una tariffa interurbana con costi non indifferenti.

c) Se tra i Pop di Accesso vi è la propria città digitare quanto richiesto nell’abbonamento,


leggendolo, comunque, con cura. Tra gli altri dati da digitare esattamente vi è il proprio
Cognome e Nome, Luogo e Data di Nascita, il proprio indirizzo, il proprio codice fiscale e il
numero telefonico. Possono essere richiesti anche i dati di un proprio documento di
riconoscimento. A questo punto, dopo aver cliccato su “invia” il Provider presenta quanto
necessita fondamentalmente per il collegamento quali:

= Nome utente (USER ID)

= Password

= E-mail ( proprio indirizzo di Posta Elettronica)

= DNS primario e secondario

= POP Server (da immettere poi nella Posta Elettronica)


= SMTP Server ( “ “ “ “ “ “ )

= NEWS Server ( “ “ “ “ “ “ )

DOPO AVER STIPULATO IL CONTRATTO E’ STRETTAMENTE NECESSARIO


STAMPARLO: IN SEGUITO, PER CONFIGURARE L’HARDWARE E IL
SOFTWARE, SI DEVE CONSULTARE.

a1) Se non si è in possesso di un CD-ROM utile allo scopo si può stipulare un nuovo
abbonamento con l’ausilio di un computer collegato già ad Internet. Fatto il Collegamento si
digita l’indirizzo del Provider che concede l’abbonamento gratuito con Pop di Accesso la propria
Città (per quanto detto in b). A questo punto si clicca su Abbonamento Gratuito e si procede come
detto prima. L’indirizzo di un Provider che concede il servizio può essere richiesto a un qualsiasi
Tecnico Informatico, o Venditore di Computer o ai Mass media(TV).

a2) Se infine si conosce il nome(USER) e la PASSWORD per fare il primo collegamento


INTERNET gratuito ad un Provider si segue, e si esegue, col proprio computer, quanto scritto
nell’argomento successivo riguardo la Prima Connessione (CREA NUOVA CONNESSIONE),
quindi collegarsi al Provider e stipulare il nuovo abbonamento come si è spiegato nei punti a), b) e
c).

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

2) COME CONFIGURARE IL MODEM

Dal desktop cliccare su Risorse del Computer, poi su Pannello di Controllo ed infine su Modem.
Entro il quadro ‘Generale ‘ cliccare su Aggiungi, accendere il modem (se esterno) e cliccare su
Avanti. Dopo che il PC ha rilevato il Modem cliccare su Avanti e scegliere il Modem in possesso.
Tornare al quadro precedente e cliccare su “Proprietà”. Entrare in “Connessione” cliccandovi
sopra. Deselezionare “Attendi il segnale prima di comporre il numero”. Inserire il numero di
secondi (normalmente 60) in “Annulla la chiamate se non si è connessi entro ……. Secondi ”.
Cliccare su “impostazioni della porta” e portare i 2 livelli “Buffer” al massimo livello (Alto).
Uscire da tale quadro e cliccare su OK nel quadro “Connessioni”. Cliccare su “Chiudi” su
“Generale” – “Proprietà modem”.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
------

3)COME CREARE UNA NUOVA CONNESSIONE AD INTERNET

Seguire i seguenti passi:

1) Cliccare su ‘Risorse del Computer ’

2) Cliccare su ‘Accesso Remoto ’

3) Cliccare su ‘Crea una nuova connessione ’

4) Digitare il nome del Provider al quale s’intende collegarsi


5) Cliccare su ‘Avanti ‘

6) Sotto ‘Indicativo località ’ digitare la provincia alla quale corrisponde il


numero del Pop di Accesso del Provider (che, come si è detto nel Paragrafo
precedente – stipula del nuovo abbonamento – dovrebbe coincidere con il
prefisso telefonico del luogo ove si trova il proprio Computer per pagare la
tariffa urbana durante il Collegamento).

7) In ‘Numero di telefono ‘ digitare il numero telefonico del Provider preceduto


dal prefisso.

8) In ‘Indicativo del paese ‘ scegliere Italia.

9) Cliccare su ‘Avanti ‘

10) Cliccare su ‘Fine ‘

11) Cliccare ora entro ‘Accesso Remoto ‘ sull’icona del Provider così come nel
punto 4)

12) Comparsa la nuova finestra digitare in ‘Nome Utente ‘ l’User avuto dal
Provider nel Foglio dell’Abbonamento stipulato prima e stampato (oppure
l’User del Provider di primo collegamento), poi digitare la “Password” avuta
dal Provider nell’abbonamento. In ‘Numero telefonico ‘ digitare, se non vi è
già, quello del Provider preceduto dal prefisso (vedi 6).

13) A questo punto, cliccando su ‘Connetti ‘ può avvenire il primo collegamento


ad Internet, anche se conviene prima eseguire i successivi punti 14) e 15) oltre
che i punti B) e C).

14) Cliccare su ‘Proprietà di composizione ‘ e digitare nuovamente quanto fatto


nel 6 (se non vi è già). In ‘tipo segnale ‘ cliccare sul pulsante “A frequenza”.

15) Cliccare su OK. Tornati al quadro precedente cliccare su X (in alto a destra).
Tornare infine al Desktop.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------
-----

4) COME FARE VELOCEMENTE RICERCHE IN INTERNET

L'INTERNET è una potentissima fonte di informazioni che l'utente può trovare, leggere,
stampare e archiviare nel proprio Computer, molto spesso, gratuitamente. Per far ciò è necessaria
una connessione e cercare uno dei MOTORI di RICERCA elencati in questa stessa pagina con i
rispettivi indirizzi. Per evitare che l'utente perda molto tempo nella ricerca saranno ora illustrati
alcuni metodi (trucchetti) importanti per una rapida ricerca. Inoltre il navigatore può, subito
dopo, cliccare su uno dei sottostanti indirizzi per entrare nel rispettivo motore di ricerca ed
applicare un metodo prima indicato per fare una ricerca.Poniamo di fare una ricerca e vogliamo
cercare le parole : test vari per concorsi di varie materie.
SCRIVENDO: test & concorsi & varie & materie si cercano i siti che contengono pagine che
hanno nel loro interno TUTTE le 4 parole.Il simbolo & può essere sostituito con AND.

SCRIVENDO: test | concorsi | varie | materie si cercano i siti che contengono pagine che hanno
nel loro interno ALMENO una delle 4 parole. Il simbolo | può essere sostituito con OR.

SCRIVENDO: (test AND concorsi) OR (test AND varie materie) si cercano i siti che
contengono i test per concorsi OPPURE i test di varie materie.

SCRIVENDO: (test AND concorsi) AND NOT (test AND materie) si escludono nella ricerca le
pagine che portano test di materie che non servono per i concorsi.

SCRIVENDO: "test per concorsi di varie materie" si cercano i siti che contengono pagine che
hanno nel loro interno TUTTA LA FRASE scritta tra i due apici.

Viene ora presentato un elenco di indirizzi dei più importanti MOTORI DI RICERCA.
Cliccando su uno di essi avviene la immediata connessione senza uscire dal presente sito.

N.B) Finita la Connessione con uno dei sottostanti Motori di Ricerca, si torna al presente sito
cliccando su INDIETRO in alto a sinistra.

www.altavista.it INTERNAZIONALE

www.virgilio.it ITALIANO

www.arianna.it ITALIANO

www.yahoo.com INTERNAZIONALE

www.metacrawler.com INTERNAZIONALE

www.google.com INTERNAZIONALE
www.biswiz.com INTERNAZIONALE

www.elibrary.com/id/2525 INTERNAZIONALE (dedicato a


quotidiani,riviste,giornali,accademici,letteratura e arte).

www.excite.com INTERNAZIONALE

www.infoseek.com INTERNAZIONALE

www.linkstar.com INTERNAZIONALE

www.lycos.cs.cmu.edu INTERNAZIONALE

www.mckinley.com INTERNAZIONALE

www.shinyseek.it/ INTERNAZIONALE

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

5) COME PREPARARE UNA PAGINA WEB

Le pagine WEB si possono preparare con vari programmi. I più importanti sono: FRONT PAGE,
WINWORD, EXCELL, POWERPOINT.

In questa sede verranno ora dati alcuni CENNI per l’utilizzo di FRONT PAGE, di WINWORD e
di POWERPOINT.

a) FRONTPAGE

Se l’utente è in possesso di FRONTPAGE può caricarlo cliccando su AVVIO, PROGRAMMI e


MICROSOFT FRONTPAGE.

A questo punto può procedere in due modi:

1) In presenza di “Nuova pagina.htm” si digita quanto desiderato cercando


di utilizzare, al MASSIMO, le possibilità grafiche di un programma di
Video Scrittura quali l’inserimento di Immagini, di Caratteri di varia
grandezza, colorati e con stile particolare (Word Art, Clipart),
l’inserimento di suoni. Inoltre nelle pagine si devono inserire colori e
transizioni(Caratteri in movimento dall’alto verso il basso etc., testi
scorrevoli, e tutte le altre animazioni). Inoltre è strettamente necessario che
le varie pagine siano collegate con link specifici.

2) Cliccando su File, poi su Nuovo e infine su Web si può scegliere il tipo di


WEB che necessita. Dopo la scelta si presenta un quadro con(da sinistra a
destra) Visualizzazione, Elenco Cartelle e Nuova_pagina_1.htm. Si clicca
su INDEX.htm che deve risultare, sempre, la prima pagina del futuro sito.
Si prepara questa pagina con i suggerimenti già presenti nella pagina e con
tutto quello detto nel punto precedente. Seguire quindi la Struttura,
cliccando su Visualizzazioni e Struttura e quindi cliccando sulle Varie
Cartelle presenti in Elenco_cartelle. Le altre specifiche spiegazioni possono
essere prelevate in Guida in linea (?).

WINWORD

Per quanto riguarda Winword (ovvero il programma di video scrittura di MSOFFICE seguire
quanto scritto sopra nel punto 1) Lo stesso vale per POWERPOINT. Infine bisogna dire che
queste pagine fatte con WINWORD e POWERPOINT devono essere SALVATE COME
PAGINA WEB ( cliccando su File e nel comando relativo).

ATTENZIONE: LA PRIMA PAGINA DEL SITO DEVE ESSERE SALVATA,COME PAGINA


WEB, CON IL NOME INDEX.htm ED IN ESSA VI DEVONO ESSERE TUTTI I LINK
(COLLEGAMENTI) CON TUTTE LE PAGINE DEL SITO E VICEVERSA.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
-------

6) COME PUBBLICARE UNA PAGINA WEB

Il procedimento più semplice è il seguente:

Si clicca su AVVIO, quindi su PROGRAMMI, poi su ACCESSORI e su ACCESSO AD


INTERNET. Quindi si clicca su PUBBLICAZIONE GUIDATA SUL WEB. A questo punto
compare una finestra dal titolo “Pubblicazione guidata sul Web”. Cliccare su “Avanti”; In “Nome
file o cartella” digitare il percorso della cartella o del file che si vuole pubblicare, che si possono
cercare cliccando su “Sfoglia cartella” oppure “Sfoglia file”. Cliccare su “Avanti”. In “Server
web” digitare l’indirizzo del proprio sito e cliccare su “Avanti”. Alla richiesta dell’USER e della
PASSWORD digitarli ( sono quelli relativi al proprio web). Se il PC richiede se si vuole pubblicare
il file già esistente rispondere SI. Cliccare infine su “Fine”. A questo punto avviene il
collegamento e quindi il file o cartella viene inviato al sito.

Questo metodo è quello più semplice. Altri metodi possono ritrovarsi in FRONT PAGE oppure
cliccando,col tasto destro, sul file(nella sua directory) e quindi su “invia a” e su “pubblicazione
guidata”.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

ATTENZIONE: Maggiori Delucidazioni sui suddetti argomenti possono essere trovati


nel sito web: www.sampognaro.it

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

CORSO DI INFORMATICA

a cura del Prof.Sampognaro Giuseppe.


Saranno trattati i seguenti argomenti:

Cenni su Architettura del Computer pag 2-5

Trattato sul Sistema Operativo Windows pag.6-26

Programma di VideoScrittura (WINWORD7)


pag.27-36

Foglio elettronico (di calcolo) (EXCELL) pag.37-42

Programma di Database (ACCESS) pag.43-45

Cenni sulla Programmazione PASCAL5 pag.50-57

CENNI SULL’ARCHITETTURA DEL PC


PREMESSA
Per poter capire in modo ottimale il presente trattato,oltre che leggerlo, esercitarsi,sulle parti che
vengono spiegate, con un Personal Computer nel quale deve essere installata una versione di
WINDOWS, il pacchetto applicativo MSOFFICE , e una versione della programmazione in
PASCAL.
CAPITOLO N.1
1) a) BOOTSTRAP
All'accensione del PC si possono leggere nel Video delle scritte. Esse risultano i programmi
introdotte dal costruttore del PC affinchè esso possa iniziare a funzionare. Questi programmi prendono
il nome di BOOTSTRAP. Dopo la carica del Bootstrap viene caricato il Programma (FILE) del
Sistema Operativo,MS-DOS, di nome COMMAND.COM che crea il PROMPT visualizzato con
C:\>.A questo punto viene caricato automaticamente AUTOEXEC.BAT nel quale si attiva,tra l'altro,il
drive del CD-ROM,la scheda audio, la scheda dello Scanner,il Mouse etc.etc. Subito dopo, se nel PC il
tecnico del venditore ha introdotto il programma WINDOWS, si viene a caricare tale programma.

1) b) MEMORIE ROM e RAM.


Nel precedente paragrafo 1) a) si è parlato di Bootstrap. Questi programmi sono memorizzati nella
memoria centrale del PC e non possono MAI essere cancellati. Per questo motivo essi sono posti in
Memoria ROM,ovvero Read Only Memory (Memoria di sola lettura). Tutti gli altri programmi
sono invece posti in Memoria RAM (Random Access Memory). Questi ultimi Programmi possono
essere modificati in ogni istante.
1) c) ALGORITMO FONDAMENTALE del PC
Non appena un documento viene digitato attraverso la TASTIERA avviene la prima fase
dell'ALGORITMO FONDAMENTALE del PC che consta di 3 fasi:

= INPUT: (ovvero introduzione di dati); I dati introdotti


con le Periferiche di Input, quali la Tastiera,il Modem,il Mouse, saranno momentaneamente posti nella
MEMORIA CENTRALE(CPU-Central Processing Unit),dove vi è il BOOTSTRAP. Questi dati,però,
possono essere persi se, al momento dello spegnimento del PC, non sono stati memorizzati in una
Memoria PERIFERICA che può essere un DISCHETTO (FLOPPY DISK) o nel DISCO FISSO
(HARD DISK);

= ELABORAZIONE: In questa fase i dati introdotti vengono elaborati entro la Memoria Centrale
attraverso la ALU (Unità Aritmetico Logica). Si noti che nella Memoria Centrale vi è,oltre la ALU
anche la CU- Unità di Controllo che serve per collegare la Memoria Centrale con le PERIFERICHE
(Tastiera,Video,Stampante,Mouse, Modem etc.etc.).

= OUTPUT: In questa fase i dati elaborati vengono inviati alle Periferiche di Uscita quali il Video, la
Stampante,il Modem etc.

1) d) PARTI PRINCIPALI ed UTILI DEL PC,


quali TASTIERA,FLOPPY DISK,HARD DISK,MOUSE,
MICROPROCESSORE,MODEM,CD-ROM,SCHEDA AUDIO, SCANNER.
Nei paragrafi precedenti si è già,in parte, parlato delle parti principali del PC. Esse sono:

-- LA TASTIERA: E' un dispositivo HARDWARE di INPUT. Con essa i dati vengono introdotti
nella MEMORIA CENTRALE. Questa Memoria Centrale può contenere,ovvero ha una capacità,da un
minimo di 512kbytes ad un attuale massimo di 32Mbytes. Si noti che 1kbytes=1024 caratteri e
1Mbytes=oltre 1 milione di caratteri e 1Gico Bytes= oltre 1 miliardo di caratteri. La Tastiera si
comporta come una Macchina da Scrivere per buona parte dei tasti presenti
Vi sono dei tasti particolari che ora studieremo :
** Sulla prima colonna a sinistra troviamo:
= Tasto ESC : Premendolo si esce da un quadro presente nel Video di Programmi Particolari.
= Tasto TAB ( <---- ) Per spostarsi da sinistra a destra di 8 cm
(----->) circa in Programmi Particolari.
= Tasto "Catenaccio" (CAPS LOCK): Premuto si accende una spia a destra in alto. Da tale
momento si scriverà sempre in MAIUSCOLO
= Tasto Shift (freccia verso l'alto): Per passare da minuscolo a maiuscolo (o vicev. con CAPSLOCK)
= Tasto CTRL : Premuto con un altro tasto o due altri tasti esegue un particolare compito. Es)
CTRL+ALT+CANC fa riavviare il Computer.
= Tasti Funzione : (F1,F2,F3 etc.) Premuti compiono particolari compiti.
** Sulla Destra della Tastiera:
= Tasto <---- (Backspace): Per cancellare uno o piu' caratteri a sinistra del cursore.
= Tasto INVIO : Serve per andare al rigo successivo o per mandare nella Memoria Centrale il rigo
digitato.
= Tasto STAMP : Per mandare alla stampante il contenuto del video.(Sistema DOS).
= Tasto PAUSA : Per fermare lo scorrimento di un documento.
= Tasto CANC (DEL) : Per cancellare uno o più caratteri sul cursore o a destra del cursore.
= Tasti Direzionali: Per spostare il cursore verso l'alto, verso il basso,a destra o a sinistra.
= Tasto BLOC NUM: Se premuto (Con spia relativa accesa) si attiva il quadro numeri di destra .
Prima di chiudere con la tastiera si noti che i tasti visibili nella tastiera (ITALIANA) rimangono tali
se è stata installata dal tecnico venditore tale tastiera nel
file di nome AUTOEXEC.BAT. Se i tasti non corrispondono bisogna installare KEYB IT.COM in
AUTOEXEC.BAT (Conviene chiamare un tecnico).

-- VIDEO: E' un dispositivo HARDWARE di IMPUT-OUTPUT. Bisogna guardare il Video a non


meno 50 cm di distanza. Utilizzare,per quanto possibile,colori non tanto forti e per un periodo non
superiore a 1 ora. Sospendere il lavoro al PC ogni 2 ore per almeno 10 minuti.
-- ELABORATORE CENTRALE: E' il dispositivo HARDWARE che contiene la CPU (ovvero la
Memoria Centrale) di cui si è parlato prima, i drives (alloggiamento) dei Floppy disks e del CD-ROM,
il disco fisso, e le schede per l'audio,per il CD-ROM etc..
-- SCANNER: Per mandare al video il contenuto di un documento e a trasformarlo a file che potrà poi
essere memorizzato in un dischetto e poi modificarlo.
-- FLOPPY DISK: E' il comune dischetto di 3,5 pollici nel quale si possono memorizzare i documenti
(file) già inviati nella Memoria Centrale. Si noti che conviene memorizzare un documento,che si sta
digitando,ogni 10 minuti per evitare che l'eventuale mancanza di corrente faccia perdere il documento
già digitato.
In ogni floppy disk ad alta densità (high density) si possono normalmente memorizzare (cioè ha una
capacità) di 1,44Mbytes,ovvero può contenere sino a 1440000 caratteri. Il contenuto può essere protetto
da eventuale errata cancellazione creando il foro nel tergo del dischetto
N.B) Il drive del Floppy Disk è individuabile con la lettera A:\>

-- HARD DISK : E' il disco che si trova all'interno dell'elaboratore centrale e che pertanto è fisso,cioè
non rimovibile. Ha le stesse funzioni del Floppy Disk. Attualmente oggi hanno una capienza (capacità)
da alcune decine di milioni di caratteri sino ad alcuni GICO (Miliardi) di caratteri.
N.B) Il disco fisso è individuabile generalmente con la lettera C:\>

-- MICROPROCESSORE: Si può definire come il cervello del PC. Lo scopo fondamentale si può
ricercare nella velocità di esecuzione delle istruzioni e di ricerca dei files. In questi ultimi anni si è
passati, in modo vertiginoso, dal processore 4,7 MHz all'attuale (tempo reale) PENTIUM2 . Il primo
m.processore fu realizzato nel 1971 dalla statunitense INTEL,si chiamava 4004 e aveva un parallelismo
a 4 bit. Al 4004 seguì il m.processore 8008. I m.processori 80286,80386,80486 hanno un parallelismo
a 16 o 32 bit,mentre i modelli più avanzati lavorano con parallelismo di 64 bit. ATTENZIONE: I
modelli successivi di m.processori sono in grado di eseguire anche i programmi scritti per i modelli
precedenti, mentre non è possibile il contrario.
-- INTERNET: Attualmente è il miglior metodo per potersi collegare con computers di tutto il
mondo,con le Banche Dati,con Università etc.etc. Per potersi collegare ad INTERNET necessita un
MODEM e una PASSWORD o identificativo personale da richiedere al una sede di PROVIDER con
un particolare contratto. Quindi si può comunicare col la PROVIDER attraverso una connessione
telefonica. A questo punto si clicca sull'argomento di ricerca oppure si digita il numero di
identificazione del Sistema del Computer remoto dove attingere le notizie. Digitato quindi un insieme di
lettere e numeri si puo' mettere in contatto con un abbonato della rete INTERNET.
= CD-ROM : E' una specie di compact-disk che viene solo letto dal PC. Può avere una grandissima
capacità,anche di alcuni Giga-bytes, al punto che può contenere anche grosse enciclopedie. I files
presenti non possono,però,essere modificati essendo stati impressi nel disco con particolari metodi,quali
il laser. Comunque possono essere copiati anche se,come già detto,occupano un grande spazio. Per
essere ascoltati si può usare una cuffia collegata alla presa anteriore del drive del CD-ROM musicali
oppure si deve installare nell'elaboratore centrale una SCHEDA AUDIO. Infine lo stesso CD-ROM si
deve installare con un driver fornito dal produttore entro l'elaboratore centrale.
N.B) Normalmente la lettera assegnata al lettore del CD-ROM è la lettera D:\>
= SCHEDA AUDIO : E' una scheda elettronica che può essere posta all'interno dell'elaboratore
centrale. Nelle uscite relative vi sono delle prese dove vi si possono collegare altoparlanti e microfoni.
= SCANNER: Un altro strumento valido è lo Scanner. Serve per copiare un documento esterno e
renderlo file all'interno del PC. Si comporta,cioè come FOTOCOPIATRICE ma in più fa creare dalla
CPU un file che può essere salvato nel floppy disk o hard disk col contenuto del documento fotocopiato.
Anche lo Scanner si deve installare e necessita di una Scheda da introdurre all’interno dell’Elaboratore.
TRATTATO SU WINDOWS (Finestre)

Autore Prof. Sampognaro Giuseppe

INDICE ARGOMENTI PRINCIPALI:


a) a) DESKTOP pag. 7
b) b) RISORSE COMPUTER pag. 8
c) c) CESTINO pag. 10
d) d) START o AVVIO pag. 11
e) e) RISORSE DI RETE pag. 12
f) f) PROMPT MS-DOS pag.12
INDICE PER ARGOMENTI :
g) g) COME CREARE CARTELLE o COLLEGAMENTI pag.14
h) h) COME CANCELLARE FILES o CARTELLE pag.15
i) i) COME TAGLIARE,COPIARE,INCOLLARE FILE, CARTELLE
pag.15
j) j) COME RINOMINARE FILES o CARTELLE pag 16
k) k) COME CARICARE I PROGRAMMI DELLE PERIFERICHE pag 16
l) l) COME TROVARE UN FILE o CARTELLA NEL PC. Pag 16
m) m) COME INSTALLARE UNA STAMPANTE pag. 17
n) n) COME INSTALLARE UN PACCHETTO APPLICATIVO pag.17
o) o) COME UTILIZZARE IL PANNELLO DI CONTROLLO pag. 18
p) p) USO DEL TASTO SINISTRO o DESTRO del MOUSE. Pag.19
p) USO DEL QUADRO ESPLORA RISORSE pag. 20
q) q) COME ENTRARE NEL SISTEMA OPERATIVO MS-DOS
E COME RIENTRARE IN WINDOWS (2 metodi) pag.21
r) r) STUDIO DEL PROGRAMMA DI VIDEOSCRITTURA
WORD PAD (WRITE). Pag. 22
s) s) COME SPOSTARE ICONE, CARTELLE O FINESTRE pag. 24
t) t) COME TAGLIARE,COPIARE E INCOLLARE UN FILE O
CARTELLA pag. 24
u) u) COME INGRANDIRE UNA FINESTRA (2 metodi) pag. 25
v)COME CARICARE LA GUIDA RAPIDA IN UNA FINESTRA pag 25
z) z) SIGNIFICATO DELLA CLESSIDRA pag. 25
aa) aa) COME USCIRE DA WINDOWS E SPEGNERE IL PC. Pag 25
a) a) DESKTOP
Risulta essere il quadro principale di WINDOWS. Si carica automaticamente dopo il Bootstrap e le eventuali
Password e programma di Antivirus.
Sono presenti in esso delle ICONE fondamentali e secondarie.
Le ICONE fondamentali sono:
1) 1) RISORSE DEL COMPUTER
2) 2) CESTINO
3) 3) START o AVVIO.
Le ICONE secondarie sono:
1) 1) RISORSE DI RETE
2) 2) PROMPT MS-DOS
3) 3) EXPLORER
4) 4) ICONE OFFICE
Altre ICONE di Utilità possono essere:
1) 1) MSWORKS
2) 2) ARGO
3) 3) PAINT
4) 4) TEST di INFORMATICA etc.etc.
Le ICONE fondamentali sono SEMPRE presenti dopo la Installazione di WINDOWS
Le ICONE secondarie e di utilità sono create o dall’utente o da un particolare
SOFTWARE (durante la installazione).

RISORSE DEL COMPUTER


Si utilizza fondamentalmente per COLLEGARSI alle PERIFERICHE presenti nel PC. Tale Collegamento avviene
CLICCANDO (premendo) su tale Icona 2 volte (rapidamente) il tasto SINISTRO del Mouse (oppure cliccando 1
volta e premendo poi il tasto INVIO, oppure, se su di esso compare una MANINA, cliccando una sola volta. A questo
punto compare una FINESTRA (quadro) dove sono presenti le Icone del Floppy Disk (A), quella dell’Hard Disk (C)
e, se presente, quella del CD-ROM (D). Oltre a queste Icone vi sono quelle della STAMPANTE e del PANNELLO di
CONTROLLO.

Cliccando ora come sopra, tasto sinistro, sull’Icona di una delle Periferiche (A, C, oppure D) si apre un’altra Finestra
dove sono elencati i files o cartelle presenti nella periferica relativa.
In ogni finestra, dall’alto verso il basso, vi sono:
I) riga: Nome periferica (a sinistra); Le icone (-), ( ), (X) a destra.
La icona (-) serve per ridurre ad icona (da porre nella barra di stato- in basso – la periferica);
la icona ( ) serve per ingrandire la finestra se rimpicciolita;
la icona (X) serve per uscire dal presente quadro.
II) riga: I Comandi FILE, MODIFICA, VISUALIZZA, VAI.

Cliccando sul Comando FILE, con file non evidenziato, si apre una TENDINA coi sottocomandi: NUOVO (per
creare, in tale finestra, una nuova cartella o collegamento o caricare un nuovo file da un pacchetto applicativo);
CREA COLLEGAMENTO(per creare un colleg.con questa periferica); RISORSE PC (per collegarsi a Risorse PC);
Se invece un file è evidenziato sono attivi nella finestra di FILE anche questi sottocomandi: APRI (per caricare un
file); INVIA A ( per inviare tale file o ad un’altra periferica oppure al mondo esterno –fax o internet); ELIMINA (per
mandare al Cestino [vedi pag. 11] un file ; RINOMINA (per dare un nuovo nome ad un file); PROPRIETA’ (che
specifica le proprietà del file evidenziato);
Cliccando sul Comando MODIFICA si apre una TENDINA con, in particolare, i SOTTOCOMANDI: TAGLIA (per
togliere dal suo posto un file o cartella per poi copiarlo in un’altra periferica; COPIA (come Taglia ma lasciando il file
o cartella al suo posto); INCOLLA (per fissare in questa periferica un file o cartella che prima è stato Tagliato o
Copiato);
Cliccando sul Comando VISUALIZZA si apre una TENDINA con,in particolare, i seguenti SOTTOCOMANDI:
BARRA STRUMENTI con PULSANTI STANDARD le cui icone ritroveremo nella riga III (vedi); con BARRA
INDIRIZZI che ritroveremo nella riga IV; con BARRA COLLEGAMENTI che ritroveremo nella riga V; inoltre vi
sono i sottocomandi
ICONE GRANDI, ICONE PICCOLE, ELENCO, DETTAGLI che sono metodi per avere le icone presenti nella
periferica con forme diverse e per diversi scopi. Inoltre vi sono i sottocomandi DISPONI ICONE ed ALLINEA
ICONE che sono importanti per sistemare le icone.
Cliccando infine sul Comando VAI vi sono i sottocomandi INDIETRO (per spostarsi indietro di una icona),
AVANTI (opposto al precedente), CARTELLA SUPERIORE (per tornare alla precedente cartella principale –
Risorse del PC). Vi sono anche sottocomandi per Internet.

III riga) Vi sono le icone dei PULSANTI STANDARD spiegati in FILE, MODIFICA, e VAI.
IV riga) Vi è la BARRA INDIRIZZI fondamentale per l’uso dei sottocomandi dei PULSANTI STANDARD.
V riga) Vi è la BARRA COLLEGAMENTI importante specie per Internet.
Quindi vi sono tutte le icone dei vari files o cartelle.

Cliccando come sopra su uno di essi si carica il files oppure si entra nella Finestra della relativa Cartella.

Cliccando su una periferica, con tasto destro, si apre una TENDINA con i seguenti sotto comandi: APRI(per caricare
il file); ESPLORA (per caricare Esplora Risorse); TROVA (per cercare un file o cartella); e in più, se FLOPPY
DISK, vi è COPIA DISCO (per creare una copia del contenuto del floppy disk in un altro dischetto), FORMATTA
(per formattare il dischetto), PROPRIETA’ (tra l’altro per COMPRIMERE il dischetto per aumentarne la capacità);
se HARD DISK in più vi è FORMATTA (per formattare il Disco Fisso); se CD ROM in più vi è AUTO PLAY per
fare eseguire i files ed ESPELLI per togliere il CD ROM dal DRIVE.

Cliccando su Stampante si può configurare nel PC una nuova stampante. Seguire le Istruzioni che si presentano nel
Video.

Cliccando su Pannello di Controllo (Vedi relativo argomento pag.14) si possono scegliere Icone per la configurazioni
dei rispettivi Hardware.

Se invece si clicca sull’Icona RISORSE DEL COMPUTER con il tasto DESTRO del Mouse allora si apre una
TENDINA nella quale sono presenti: Apri, Esplora, Trova, Crea collegamento, Rinomina, Proprietà. Essi si eseguono
col tasto sinistro del Mouse.
APRI= Serve per avviare Risorse del Computer
ESPLORA= Con esso si avvia il quadro ESPLORA RISORSE che serve per Trasferire, cancellare, copiare files (vedi
pag. 20), e per visualizzare tutte le Risorse del PC.
TROVA= Serve per trovare un file o cartella presente nel PC con l’indicazione del percorso.
CREA COLLEGAMENTO (vedi pag.10)= Serve per creare un collegamento.
RINOMINA (vedi pag.12): Serve per dare un nuovo nome ad un file o cartella.
PROPRIETA’= In essa sono presentate le proprietà delle Risorse del Computer e, in particolare, come avviene la
Gestione delle periferiche, quali sono i Profili Hardware
CESTINO
Risulta essere una ICONA che serve principalmente come parcheggio dei files e delle cartelle che prima sono stati
rimossi dalle periferiche in cui si trovavano.
Successivamente questi files e cartelle possono o essere eliminati definitivamente oppure essere riportati nella
periferica di provenienza o in un’altra periferica.

Cliccando su di essa col tasto sinistro del mouse come precedentemente spiegato,
si presenta una TENDINA con i seguenti COMANDI: FILE,MODIFICA, VISUALIZZA, e VAI.
Cliccando su FILE si presentano principalmente i sottocomandi SVUOTA CESTINO che serve per cancellare
definitivamente files e cartelle e il sottocomando CHIUDI per uscire dal CESTINO.
Cliccando su MODIFICA si presentano i sottocomandi SELEZIONA TUTTO che serve per evidenziare tutti i files e
cartelle del cestino per poi essere copiati in determinate periferiche, TAGLIA,COPIA e INCOLLA che, come già
detto in Modifica di Risorse del Computer, servono per copiare qualche file o cartella in qualche periferica (vedi
anche pag.20).
Cliccando su VISUALIZZA si trovano gli stessi sottocomandi esposti in VISUALIZZA di Risorse del Computer.
Cliccando su VAI si trovano i sottocomandi trovati in VAI di Risorse del Computer.

Cliccando su CESTINO col tasto destro del Mouse si presenta la TENDINA coi comandi APRI, ESPLORA, CREA
COLLEGAMENTO e PROPRIETA’ che sono già stati spiegati più volte.
START o AVVIO
E’ una icona che generalmente si trova in basso a sinistra del Monitor, oppure in alto a sinistra o in alto a destra.
Talvolta sembra non esservi ma risulta automaticamente nascosto nelle posizione di cui sopra. In questo caso notare
che al limite del Video in basso o a sinistra o a destra vi è una striscia finissima sulla quale dev’essere portato il
cursore che fa apparire l’icona AVVIO o START.
Cliccando con il tasto sinistro su AVVIO si presenta una tendina con i seguenti Comandi letti dall'alto verso il basso:
Se è stato installato MSOFFICE:
APRI DOCUMENTO OFFICE : cliccandovi sopra si presenta una Finestra dove si può scegliere la Directory e il
relativo file da caricare con l’aiuto della Barra degli Indirizzi.
NUOVO DOCUMENTO OFFICE: cliccandovi sopra si presenta una Finestra dove si può scegliere o un documento
vuoto (Word), o una cartella vuota (Excell), o un foglio vuoto di Data Base (Access), o una presentazione vuota
(Powerpoint) oppure un documento Internet.
Gli altri Comandi più importanti sempre presenti in AVVIO o START sono:

PROGRAMMI: Cliccandovi sopra si possono caricare, tra l’altro,


a)ACCESSORI, contenente Accesso Internet, Fax, Giochi, Accesso remoto, Calcolatrice, Connessione telefonica,
Paint, Word pad (videoscrittura Write),
b)VARI PROGRAMMI INSTALLATI nel Computer.

DATI RECENTI: Vi sono presenti gli ultimi files eseguiti.

IMPOSTAZIONI: Cliccandovi sopra si possono caricare, tra l’altro,


a)PANNELLO CONTROLLO, contenente Data-ora, Installazione Applicazioni, Internet, Modem, Mouse,
Multimediale, Nuovo Hardware, Password, Rete, Schermo, Sistema, Suoni, Tastiera e in tutti si possono configurare
gli hardware relativi.
b)STAMPANTI: cliccando su essa si può intallare una nuova stampante: seguire le istruzioni che si presentano a
Video.

TROVA: serve per trovare nel Computer un file o una cartella e caricarli

GUIDA in LINEA di Windows

ESEGUI: Seve per eseguire un file o per installare un nuovo software

CHIUDI SESSIONE: Cliccandovi sopra si presenta una finestra dove si può scegliere a)ARRESTA IL SISTEMA che
serve per giungere allo spegnimento del PC. Questa procedura è obbligatoria se il PC è in Modalità Windows.
b)RIAVVIA IL SISTEMA per fare chiudere il PC e farlo riavviare.
c)RIAVVIA IN MODALITA’ MS-DOS: E’ uno dei metodi per entrare nel Sistema Operativo MS-DOS (vedi anche
pag. ). Quindi si preme OK per finire.
PROMPT MS-DOS
Questa icona è talvolta presente nel Desktop di Windows e serve,cliccandovi sopra, per poter entrare in Modalità
MS-DOS e poter così eseguire programmi che girano solo in quella modalità. Se tale icona non è presente nel
Desktop, allora vi può essere creata con un collegamento col programma COMMAND.com presente nella periferica
del Disco Fisso (Hard Disk) ©. (vedi anche pag.10 Collegamenti).

MICROSOFT EXPLORER
E’ una icona che talvolta si trova nel Desktop di Windows.
Cliccando su essa si apre una finestra con i comandi simili a quelli trovati in ogni periferica e serve, principalmente,
per i collegamenti con il modem e per Internet.

RISORSE DI RETE
La suddetta icona si trova in quei computer che sono collegati ad una rete locale o internazionale (Internet).
Cliccando su essa si presenta una finestra nella quale viene presentata il tipo di rete presente. N.B) Il termine TUTTA
LA RETE non intende necessariamente che è presente una rete, ma che essa è possibile. Vi possono anche essere i
nominativi di tutti i PC collegati (Rete Locale).
MSOFFICE
E’ un insieme di icone che si trovano,normalmente, in una colonna a destra del PC.
Esiste solo se è stato installato il pacchetto applicativo MSOFFICE nel PC.
Cliccando sopra una di queste icone si mette in esecuzione il programma collegato a quella icona. Questa colonna di
icona può essere spostata oppure presentata in altro modo. (vedi pag.20 Spostamento di icone o finestre)

MSWORKS
E’ una icona presente nel Desktop di Windows solo se è presente nel PC il pacchetto applicativo MSWORKS.
Cliccando su di essa è possibile o scegliere AUTOCOMPOSIZIONI tra le quali alcune importanti per la gestione di
una industria e sul Curriculum, o scegliere la Carica di DOCUMENTI ESISTENTI, oppure scegliere STRUMENTI
DI WORKS che sono VIDEOSCRITTURA,CALCOLO, DATABASE e COMUNICAZIONI con il Modem.

PROGRAMMI ARGO
Cliccando su questa icona si carica il Quadro Principale di ARGO, insieme di programmi molto validi per la
Gestione di un Istituto Scolastico. Anche in questo caso la icona si forma dopo aver installato il relativo programma.

PAINT
Cliccando sopra questa icona si carica un programma di Disegno.

TEST DI INFORMATICA
Cliccando sopra questa icona si presenta una Finestra con un insieme di test di Informatica.

N.B) L’UTENTE PUO’ INSERIRE NEL DESKTOP


TUTTE LE ICONE DEI PROGRAMMI CHE USA PIU’
FREQUENTEMENTE. A PAG.10 E’ SPIEGATO IL
METODO PER CREARE NUOVE ICONE O CARTELLE
NEL DESKTOP O IN UNA FINESTRA QUALSIASI.
COME CREARE CARTELLE o COLLEGAMENTI AD UN
FILE:
Prima di iniziare a discutere dell’argomento è necessario dare una definizione di CARTELLA e di
COLLEGAMENTO AD UN FILE.

Per CARTELLA si intende una Directory nel cui interno possono essere posti altre CARTELLE (subdirectory)
oppure un insieme di files (programmi).
Per creare una CARTELLA nel Desktop o in una Finestra di una periferica basta seguire il seguente procedimento:
Si clicca sulla finestra con il tasto DESTRO del Mouse e quindi si clicca su NUOVO. A questo punto compare una
Tendina avente in alto i Comandi Cartella oppure Collegamento. Si clicca su Cartella e subito dopo compare una
Icona Cartella (Gialla) con il cursore entro di essa. Si scrive allora il nome della Cartella e si preme il tasto INVIO. Se
poi si desidera introdurre entro tale Cartella appena creata una nuova Cartella(subdirectory) si entra, premendo il
tasto INVIO, nella Cartella e vi si crea una nuova Cartella come prima spiegato.

Per COLLEGAMENTO AD UN FILE si intende creare una icona nel Desktop o in una qualsiasi Finestra. Cliccando
poi su tale icona sarà eseguito il file(programma) richiesto.
Per creare un COLLEGAMENTO AD UN FILE nel Desktop o in una qualsiasi Finestra basta seguire il seguente
procedimento: Si clicca sulla finestra con il tasto DESTRO del Mouse e quindi si clicca su NUOVO. A questo punto
compare una Tendina avente in alto i Comandi Cartella oppure Collegamento. Si clicca su Collegamento e subito
dopo appare il Quadro Browse nel quale è da ricercare ,nella Barra Indirizzo la Periferica dove si trova la Directory
del file al quale collegarsi. Trovato tale File, che deve avere una estensione eseguibile (COM, EXE, BAT), si da il nome
del collegamento e si sceglie l’immagine da dare al Collegamento.

Si possono anche fare collegamenti su file di vari pacchetti applicativi presenti nella tendina dove vi è, in alto, Cartella
e Collegamento. Per collegarsi ad un file di cui sopra si clicca sul pacchetto applicativo presente e si seguono le
istruzioni a video.

COME CANCELLARE FILES O CARTELLE (2 metodi)


Per cancellare un file o una cartella basta procedere nel modo seguente:
Si entra nella periferica dove si trova il file o la cartella e quindi si cerca, anche con l’ausilio delle frecce o del tasto
icona sulla destra della finestra, il file o cartella da cancellare.
I metodo) Si clicca sul file o cartella con il tasto DESTRO del mouse e si sceglie ELIMINA cliccando su tale comando.
A questo punto viene richiesta la conferma di cancellazione del file o cartella e relativo invio nel Cestino. Il file o
cartella viene cancellata dalla periferica, ma rimane nel Cestino. Se si desidera poi eliminarlo definitivamente basta
cancellarlo dal cestino o svuotare il cestino (vedi anche pag. 6).
II metodo) Si evidenzia il file o cartella e si clicca in alto sul Pulsante Standard ELIMINA (due segni a croce) e si
conferma l’invio nel Cestino.
ATTENZIONE) Se i Pulsanti Standard non vi sono nella finestra si deve cliccare sul comando VISUALIZZA,quindi
su Barra degli Strumenti e quindi su Pulsanti Standard.
N.B) Si può anche “TAGLIARE” il file o cartella, ovvero togliere il file o cartella da una periferica per poi immetterlo
in un’altra periferica. Per questo argomento leggere il paragrafo successivo.

COME TAGLIARE,COPIARE, E INCOLLARE UN FILE O


CARTELLA (2 metodi)
TAGLIARE UN FILE O CARTELLA significa togliere un file o cartella dalla sua periferica per immetterlo in
un’altra periferica, o desktop o dentro una nuova cartella.
Per TAGLIARE un file o cartella si entra nella periferica dove vi è il file o cartella.
I metodo) Si clicca sul file o cartella con il tasto DESTRO del mouse e si sceglie TAGLIA cliccando su tale comando.
II metodo) Si evidenzia il file o cartella e si clicca in alto sul Pulsante Standard TAGLIA (evidenziato dalle Forbici).
Dopo aver TAGLIATO un file o cartella il relativo contenuto rimane nella Memoria Centrale, memoria ram, fin
quando non viene INCOLLATO (vedi subito dopo) in un’altra periferica,o desktop, o in un’altra cartella. Se il PC nel
frattempo si spegne il contenuto si perde irrimediabilmente. Pertanto la fase Taglia-Incolla non deve essere arrestata.

COPIARE UN FILE O CARTELLA significa porre un file o cartella non solo nella periferica dove si trova, ma anche
in un’altra periferica, o nel Desktop o in un’altra cartella.
Per copiare un file o cartella si procede come TAGLIA solo che alla fine dei 2 metodi spiegati sopra si clicca su
COPIA. Anche in questo caso il contenuto del file o cartella sarà posto nella Memoria Centrale in attesa di essere
INCOLLATO nella nuova destinazione.
Un altro metodo per COPIARE un file o cartella in un’altra periferica è quello dell’utilizzo di GESTIONE
RISORSE, attraverso il trascinamento del file o cartella (vedere pag.16).

INCOLLARE UN FILE O CARTELLA significa introdurre nella nuova periferica, o desktop, o nuova cartella il
contenuto del file o cartella prima TAGLIATO o COPIATO.
Per incollare il contenuto del file o cartella si apre la finestra della nuova periferica,o il desktop, o nuova cartella di
destinazione e si procede in 2 modi:
1) 1) Si clicca sulla finestra col tasto DESTRO del mouse e poi su INCOLLA.
2) 2) Si clicca sul Pulsante Standard di INCOLLA (paste) a destra di taglia(forbici) e copia.

COME RINOMINARE FILES O CARTELLE


Per RINOMINARE un file o cartella si procede come per la Cancellazione (Paragrafo precedente) ma cliccando su
RINOMINA e digitando il nuovo nome.

COME CARICARE UN FILE o CARTELLA


Si può caricare un file o cartella in uno dei seguenti 4 metodi:
1) 1) Si entra in RISORSE DEL COMPUTER, quindi nella periferica dove vi è il file o cartella ed infine si clicca
sul file o cartella o 2 volte rapidamente, o 1 volta e premuta di INVIO, oppure 1 volta se sul file vi è la “manina”
con il tasto SINISTRO del mouse.
2) 2) Si entra in AVVIO(START), quindi in PROGRAMMI e quindi si cerca il file.
3) 3) Si entra in ESPLORA(GESTIONE) RISORSE attraverso il tasto destro in RISORSE COMPUTER oppure
in PROGRAMMI di AVVIO(START) e si cerca il file richiesto e si clicca,come sopra, in esso.
4) 4) Se l’icona del file o cartella desiderata si trova nel Desktop si clicca su essa come sopra spiegato.

COME TROVARE UN FILE o CARTELLA nel PC.


Il metodo più semplice è il seguente:
Si clicca su AVVIO(START), quindi su TROVA ed infine si digita il nome del file o cartella richiesta e si preme invio.
Parte una ricerca che può dare esito positivo o negativo.
Se il file o cartella viene trovato esso può essere mandato in esecuzione cliccando su esso come spiegato prima.
Il file o cartella,una volta trovato, può essere anche eliminato o tagliato o copiato con i comandi FILE oppure
MODIFICA della finestra di TROVA.

COME INSTALLARE UNA STAMPANTE


Per installare una Stampante bisogna prima entrare nella Cartella relativa che si trova o in Risorse del Computer,
oppure in Avvio(Start) – Impostazioni.
Entrati in questa Cartella vi si trova una Cartella con il nome Aggiungi Stampante e, se già è installata una o più
Stampanti tante Cartelle quante sono le Stampanti Installate.Se si desidera installare una nuova Stampante si clicca
su Aggiungi Stampante e si seguono le istruzioni a Video. In questo procedimento è necessario sapere se la Stampante
serve solo per il Computer dove si lavora (locale), oppure se serve anche ad altri Computer (in questo caso deve
esistere una RETE di collegamenti); inoltre si deve conoscere il nome esatto della Stampante; alla fine conviene
rispondere SI alla richiesta di STAMPA DI UNA PAGINA DI PROVA.
Si può cliccare su una Stampante già intallata in 2 modi:
Se si clicca col tasto SINISTRO viene presentato un Elenco di files stampati oppure in coda durante il tempo in cui il
PC è rimasto acceso.
Se si clicca col tasto DESTRO compare una tendina con le seguenti principali Opzioni:
Interrompi Stampa: cliccando su essa viene interrotta la stampa in corso.
Imposta come predefinita: cliccando su essa la stampante viene utilizzata per le stampe tra due o più stampanti
presenti.
Elimina documenti in stampa: per togliere dalla memoria i documenti che devono essere mandati in stampa.
Elimina: Serve per eliminare la stampante evidenziata.
Rinomina: Serve per dare un nuovo nome alla cartella della stampante evidenziata
Proprietà: Serve per visualizzare le proprietà della presente stampante.

COME INSTALLARE UN PACCHETTO APPLICATIVO


Si definisce PACCHETTO APPLICATIVO un insieme di Programmi (files) che si trovano entro rispettive Cartelle.
La capienza di questi Pacchetti Applicativi oscilla da alcune decine di Mbytes a centinaia di Mbytes. Per questo
motivo tali Pacchetti Applicativi si trovano generalmente entro CD-ROM. Esempi di Pacchetti Applicativi sono
MSWORKS e OFFICE 97.
I Pacchetti applicativi possono essere installati nel PC in svariati modi. Si elencano i due metodi più importanti:
1) 1) Si entra nella periferica in cui si trovano (CD-ROM oppure Floppy N.1 ) e si cerca in essa il file SETUP
oppure INSTALLA; Si clicca su tale files e la installazione ha inizio.
2) 2) Si entra in AVVIO(START) e si clicca su ESEGUI; Si scrive la lettera della periferica seguito da SETUP
oppure INSTALLA (Per sapere quale delle due bisogna entrare prima nella periferica e vedere qual è il file di
Installazione del Pacchetto Applicativo.
N.B) Durante l’installazione è richiesta il KEY (numero) del Pacchetto che si deve leggere o nella parete esterna del
CD-ROM o nella Licenza del Pacchetto Applicativo
COME UTILIZZARE IL PANNELLO DI CONTROLLO
L’Icona del PANNELLO DI CONTROLLO si trova o dentro la Finestra di RISORSE DEL COMPUTER oppure in
AVVIO(START) – IMPOSTAZIONI.
Il PANNELLO DI CONTROLLO serve per introdurre le Impostazioni di tutti gli Hardware presenti dentro e fuori
il PC, quali Schermo,Mouse,Tastiera etc.etc.
Cliccando su tale Icona si entra in una Finestra contenente le icone dei seguenti files:
a) a) ALIMENTAZIONE: Cambia le opzioni di gestione dell’Energia e per il risparmio energetico
b) b) DATA E ORA: Modifica l’ora,la data e le informazioni sul fuso orario
c) c) IMPOSTAZIONI INTERNAZIONALI: Modifica le impostazioni internazionali in funzione di
numeri,valute, data e ora per determinate applicazioni.
d) d) INSTALLAZIONE APPLICAZIONI : Installa, rimuove applicazioni e crea collegamenti tra esse.
e) e) INTERNET: Modifica le impostazioni di Internet
f) f) MODEM: Installa un nuovo modem o ne modifica le proprietà
g) g) MOUSE: Modifica le impostazioni del mouse
h) h) MULTIMEDIA: Cambia le impostazioni delle periferiche multimediali.
i) i) NUOVO HARDWARE: Installa componenti hardware addizionali
j) j) PASSWORD: Modifica le password e le opzioni di protezione
k) k) PERIFERICHE DI GIOCO: Aggiunge, rimuove o cambia le impostazioni per le periferiche di gioco
l) l) POSTA: Imposta dati per la posta in EXCHANGE (Internet e Fax)
m) m) RETE: Configura hardware e software di rete
n) n) SCHERMO: Cambia le impostazioni dello schermo(colori,screen saver,etc)
o) o) SISTEMA: Fornisce informazioni sul sistema e ne modifica le impostazioni
p) p) STAMPANTI: Aggiunge,rimuove e cambia le impostazioni della stampante
q) q) SUONI: Cambia i suoni del programma e del sistema
r) r) TASTIERA: Modifica le impostazioni per la tastiera
s) s) TIPI DI CARATTERI: Visualizza,aggiunge e rimuove i tipi di carattere
t) t) UTENTI: Imposta e gestisce più utenti su un computer(Password,Desktop etc)
USO DEL TASTO SINISTRO E DESTRO DEL MOUSE
Come già si è detto più volte si possono alternativamente usare entrambi i tasti del MOUSE a seconda dello scopo
prefissato. Sintetizzando si elencano di seguito gli usi possibili del Tasto SINISTRO oppure DESTRO.

Si utilizza il Tasto SINISTRO per:


Per caricare Risorse Computer,Cestino,Periferiche,Finestre,Cartelle,Files, per aprire la Finestra del Cestino ed
eseguire i sottocomandi dei comandi di tutte le Finestre.

Si utilizza il Tasto DESTRO per caricare in:


RISORSE DEL COMPUTER: Esplora(Gestione) Risorse (vedi pag. )
Trova ( “ “ )
Rinomina la cartella
Proprietà della cartella
FLOPPY DISK (A): Apri- Esplora Risorse – Trova- Copia Disco - Formatta
Proprietà ( Capacità – Compressione etc.)
HARD DISK © : Apri – Esplora – Trova – Formatta - Proprietà
CD-ROM (D) : Apri – Esplora – Trova – Autoplay – Espelli –Proprietà.
STAMPANTI: Apri – Esplora
PANNELLO CONTROLLO: Apri – Esplora
CESTINO: Apri,Esplora,Svuota Cestino, Proprietà
AVVIO (START): Apri, Esplora, Trova
UNA CARTELLA QUALSIASI: Apri, Esplora, Trova, Invia a, Taglia, Copia, Elimina, Rinomina, Proprietà
UNA FINESTRA QUALSIASI (nello spazio vuoto): Visualizza icone, Disponi icone, Allinea icone, Incolla,Nuovo,
Proprietà
DESKTOP: Visualizza icone, Disponi icone, Allinea icone,Nuovo,Proprietà.
UN FILE QUALSIASI: Apri,Stampa,Nuovo,Anteprima,Invia a, Taglia, Copia, Elimina, Rinomina, Proprietà

USO DEL QUADRO ESPLORA(GESTIONE) RISORSE


Nel quadro ESPLORA(GESTIONE) RISORSE compaiono tutte le periferiche presenti nel PC compreso il Desktop e
le risorse di Rete.
Davanti ad alcune cartelle compare il segno [+]. Se si clicca su questo segno compaiono sotto la cartella altre cartelle
che sono le sue subdirectory.
Cliccando sulla Cartella col tasto SINISTRO del mouse si apre,sulla destra, l’elenco delle cartelle subdirectory e i files
collegati.
Cliccando sulla Cartella col tasto DESTRO del mouse si presenta una tendina con i seguenti comandi: Esplora,
Apri,Trova, Invia a, Taglia, Copia, Elimina, Rinomina, Proprietà.

Con il quadro Esplora Risorse è possibile visualizzare un file o cartella e spostarla dentro il quadro con un
trascinamento del file fin quando si giunge su una cartella
entro la quale il file o cartella può essere copiato.
COME ENTRARE NEL SISTEMA OPERATIVO MS-DOS
DA WINDOWS E COME RIENTRARE IN WINDOWS
In presenza del Quadro Principale di Windows si può entrare nel sistema operativo MS-DOS in 2 modi.

1° Metodo: Si clicca su AVVIO (START), quindi su PROGRAMMI e infine su PROMPT MS-DOS. Per rientrare in
WINDOWS si digita EXIT dopo la radice della directory presente.
N.B) Talvolta l’icona PROMPT MS-DOS si trova già nel quadro principale di WINDOWS e quindi,in questo caso, si
clicca su di essa per entrare lel sistema MS-DOS, senza passare per AVVIO e PROGRAMMI. Per poter inserire tale
icona nel quadro principale di WINDOWS bisogna fare, dal DESKTOP, un collegamento alla Dorectory WINDOWS
e cercare il file COMMAND.COM (vedere per i collegamenti a pag.10 )

2° Metodo: Si clicca su AVVIO (START), quindi su CHIUDI SESSIONE quindi su RIAVVIA IL SISTEMA IN
MODALITA’ MS-DOS e infine su OK. Dopo alcuni secondi si presenta il sistema MS-DOS. Per rientrare in
WINDOWS si digita WIN dopo la radice della directory presente.
STUDIO DEL PROGRAMMA DI VIDEOSCRITTURA
WORDPAD (WRITE)
E’ un programma di Videoscrittura che gira in Ambiente Windows.
Vi si entra cliccando prima su AVVIO(START) poi su ESEGUI e quindi qui si digita WRITE e si preme il tasto
INVIO.
A questo punto si presenta il quadro di WRITE.
Dall’alto verso il basso si presentano delle “BARRE” quali:
1) 1) BARRA DEI COMANDI che sono File, Modifica, Visualizza, Inserisci, Formato.
2) 2) BARRA DEGLI STRUMENTI
3) 3) BARRA DI FORMATTAZIONE
4) 4) RIGHELLO.

1) 1) ILLUSTRAZIONE dei COMANDI della BARRA DEI COMANDI


FILE: Nuovo= Per creare un nuovo documento,
FILE Apri= Per aprire un documento presente nelle periferiche
FILE Salva= Per salvare un documento,ogni 10 minuti, durante la digitazione (dopo il primo salvataggio che deve
avvenire con Salva con nome nel quale si sceglie la periferica dove si desidera memorizzare il documento,e il nome del
documento. FILE Stampa= Per scegliere opzioni di stampa(quali pagine stampare,numero copie etc.etc)
FILE Anteprima di Stampa= Per vedere come viene la stampa del documento.
FILE Imposta pagina= Per impostare la dimensione del foglio, l’orientamento(verticale o orizzontale),la larghezza e
lunghezza pagina,i margini( sinistro,destro,superiore ed inferiore.
FILE Invia= Per inviare il documento via FAX o via INTERNET o via INTRANET
FILE Esci = Per uscire da WRITE e tornare a WINDOWS
MODIFICA Taglia= Evidenziata una parte del documento(cliccando all’inizio di una parte del documento e
spostando il cursore su questa parte del documento oppure con Shift+ -à) e cliccando su Taglia questa parte del
documento viene tolta dalla sua posizione,memorizzata nella Memoria Centrale e successivamente portata (Incollata)
in una nuova parte del documento o in un nuovo documento.
MODIFICA Copia= Avviene quanto detto per Taglia, ma questa parte del documento rimane nella sua posizione e
copiata(con Incolla) in un’altra parte dello stesso documento o in un altro documento.
MODIFICA Incolla= Serve per completare l’azione di Taglia o Copia.
MODIFICA Cancella= Selezionata una parte del documento, con Cancella si cancella tale parte.
MODIFICA Seleziona tutto= Per selezionare tutto il documento (per poi Tagliarlo,Copiarlo o Cancellarlo)
MODIFICA Trova= Per trovare una parola nel documento
MODIFICA Sostituisci=Per sostituire una parola nel documento
VISUALIZZA Barra degli Strumenti=Per attivare(v presente) o disattivare la Barra degli strumenti
VISUALIZZA Barra formattazione= Per attivare(v presente) la Barra formattazione
VISUALIZZA il Righello=Come sopra ma per il righello
VISUALIZZA la Barra di Stato= Come sopra ma per la Barra di Stato
VISUALIZZA Opzioni= Per attivare o disattivare A CAPO AUTOMATICO e le BARRE.
INSERISCI Data e Ora = Per inserire Data e Ora nel documento dove vi è il cursore
INSERISCI Oggetto=Per inserire l’immagine di unoggetto dove vi è il cursore.
FORMATO Carattere= per cambiare tipo,stile,dimensione,barrato,sottolineato,colore
FORMATO Elenco puntato= per inserire un elenco puntato
FORMATO Paragrafo=per definire i RIENTRI e l’ALLINEAMENTO.
FORMATO Tabulazioni= per precisare il tipo di tabulazione che vogliamo nel documento

ICONE DELLA BARRA DEGLI STRUMENTI


In ordine,da sinistra a destra, sono quelli già illustrati in
FILE (Nuovo, Apri, Salva, Stampa, Anteprima)
MODIFICA(Trova, Taglia, Copia, Incolla, Annulla)
INSERISCI( Data e Ora)

ICONE DELLA BARRA FORMATTAZIONE


In ordine, da sinistra a destra, sono quelli già illustrati in
FORMATO CARATTERE (Tipo carattere, Dimensione, Stile= Grassetto-Corsivo-Sottolineato, Colore)
FORMATO PARAGRAFO (Allineamenti: a sinistra, centrale, a destra)
FORMATO ELENCO PUNTATO (Elenco puntato)

Inoltre vi è il RIGHELLO che serve per allineare manualmente e per sapere dove sono stati fissati i rientri e il ritorno
a capo

La novità di WRITE è da ricercarsi nella semplicità e nel poter scrivere con caratteri a colori.

L’introduzione dell’IMMAGINE DI UN OGGETTO avviene con l’ausilio del Comando INSERISCI OGGETTO,
entrando prima nel software contenente l’immagine (es.Clipart), copiandola nella CM e incollandola nel documento.

Infine per richiamare in ogni istante la guida di WRITE si può o premere F1 oppure cliccare su ? della BARRA
DEI COMANDI (a destra).

COME SPOSTARE ICONE, CARTELLE o FINESTRE


a) a) Per spostare le ICONE entro la propria FINESTRA si clicca su esse e, tenendo premuto il tasto (sinistro), si
trascina il mouse, e quindi la ICONA, sino al nuovo posto e quindi si lascia il tasto.
Talvolta questo spostamento non avviene. Ciò è dovuto al fatto che è attivata la DISPOSIZIONE
AUTOMATICA. Per disattivarla in presenza della finestra dove vi è l’icona da spostare, nello spazio vuoto
cliccare con il tasto destro del mouse e quindi spostarsi nel comando DISPOSIZIONE AUTOMATICA e premere
il tasto INVIO. In questo modo si toglie l’attivazione (il segnale V davanti il comando) e lo spostamento può
avvenire.
Parlando delle ICONE esse possono essere disposte automaticamente o per nome (alfabeticamente) o per capacità
o per tipo. Si procede come per Disposizione Automatica.
b) b) Per spostare cartelle entro la propria finestra si procede nello stesso modo come
per le icone. Se invece le cartelle o files o finestre si devono spostare al di fuori della propria allocazione allora si
deve entrare in Esplora (Gestione) Risorse e procedere come già esposto a pag. 16 e pag.20

COME TAGLIARE,COPIARE, E INCOLLARE UN FILE


O CARTELLA
Si procede in modo molto simile a quanto esposto a pag. per quanto riguarda il Taglio, la Copia, e l’Incollatura di
una parte di un documento entro WRITE.
La differenza è che per tagliare,copiare e incollare un file, o cartella bisogna prima entrare nella finestra che li
contiene, assicurarsi della presenza in alto della barra degli strumenti con l’indirizzo e le icone Taglia (forbici), Copia
e Incolla.
Se tale Barra non è presente cliccare su Visualizza, quindi su Barra Strumenti e quindi cliccare su PULSANTI
STANDARD.
A questo punto il file o cartella può essere tagliato o copiato in questo modo:
Si seleziona il file o cartella, si clicca sul Pulsante Standard Taglia oppure Copia, quindi, sempre nella Barra
strumenti, si va a destra di indirizzi e si clicca nella freccia in basso e si clicca nella directory dove si vuole copiare il
file o cartella. Aperta la finestra di quella directory (destinazione) ci si assicura che vi sono i Pulsanti Standard e
quindi si clicca su Incolla.

COME INGRANDIRE UNA FINESTRA


Si può procedere in due modi:
1° Metodo: In presenza della finestra si clicca, in alto a destra al centro in [ ] (finestra vuota) e la finestra si
ingrandisce. In questo caso per tornare al quadro precedente si clicca poi su X sempre in alto a destra.
2° Metodo: In presenza della finestra si clicca in alto al centro dove vi è una icona con frecce rosse. In questo caso per
tornare al quadro precedente si procede in questo modo: con 2 dita della mano sinistra si tengono premuti i tasti
CTRL e ALT, con un dito della mano destra si preme il tasto CANC. Si clicca infine su Termina Applicazione.
SIGNIFICATO DELLA CLESSIDRA
La CLESSIDRA compare quando è in fase di carica un determinato Programma.
Durante questo periodo non si deve utilizzare in alcun modo la tastiera.
Infatti il Computer non può ricevere in questi istanti alcun comando.
Se, però, la clessidra rimane per decine di secondi attivata, allora significa che il PC è bloccato. Per sbloccarlo si
devono premere,come spiegato nel paragrafo precedente, i tasti CTRL – ALT – CANC. Quindi si può cliccare o
Termina Applicazione oppure Arresta il Sistema.

COME CARICARE LA GUIDA DALLE FINESTRE


Generalmente si clicca su ? nella BARRA dei COMANDI in alto a destra e seguire le istruzioni a Video.
Un altro metodo, ma solo per alcuni softwares, è quello di premere F1 e seguire le istruzioni a video.

COME USCIRE DA WINDOWS e SPEGNERE IL PC


Entrati nel Desktop (Quadro principale) di Windows, si clicca su AVVIO (START), quindi su CHIUDI SESSIONE e
poi su ARRESTA IL SISTEMA e infine su OK.
Dopo alcuni secondi compare la scritta ATTENDERE: ARRESTO DEL SISTEMA IN CORSO. Passati altri pochi
secondi compare la scritta SI PUO’ SPEGNERE IL COMPUTER e il PC può essere spento definitivamente.
Questa procedura di chiusura è OBBLIGATORIA su il PC è in Modalità Windows.
In caso contrario si possono guastare elementi interni del PC.
In quest’ultimo caso, alla successiva accensione, il PC richiede l’esecuzione del programma Scandish per constatare se
l’irregolare spegnimento del PC ha causato qualche guasto in un CLUSTER del Disco Fisso o in qualche elemento del
PC.
N.B) Se il PC è in modalità MS-DOS esso può essere spento in ogni istante senza la suddetta procedura.
PROGRAMMA DI VIDEOSCRITTURA
WINWORD7
COME PUO’ ESSERE CARICATO
Entrati nel Desktop di Windows si possono utilizzare 2 Procedimenti:
1) Si può cliccare nella Barra Strumenti Office o nel Foglio Bianco (1A)(se si desidera iniziare a
digitare un nuovo documento o su Apri (foglio che si apre)(1B) se si desidera caricare un documento già
presente in una Periferica.
2) Si può cliccare su AVVIO,quindi su NUOVO DOCUMENTO OFFICE (2A) se si desidera
iniziare a digitare un nuovo documento, oppure su APRI DOCUMENTO OFFICE (2B) se si desidera
aprire un documento già presente in una periferica.
Se si opta per 1A oppure 2A dopo avere cliccato compare una Finestra dove si può scegliere tra:
Database vuoto, Documento Vuoto, Cartella di lavoro vuota, Raccoglitore Vuoto e Presentazione
vuota.
Dopo aver cliccato su Documento vuoto, dopo alcuni istanti compare il Foglio iniziale di Winword7.
Se si opta per 1B oppure 2B allora si apre una finestra dalla quale si può entrare o nel Disco Fisso o nel
Dischetto dove cercare il documento da aprire.Dopo essere entrati nella directory ed aver cliccato sul
file richiesto(con est. DOC) esso si apre subito dopo.
Tornando al Foglio iniziale di Winword7, in alto,sotto l’intestazione del documento, vi è la Barra dei
Comandi con File, Modifica, Visualizza,Inserisci, Formato, Strumenti, Tabella, Finestra, e ?. Si
illustreranno ora i suddetti comandi con relativi Sub-comandi.
Poichè si vuole iniziare a digitare un file di Videoscrittura allora si clicca in FILE e quindi sul quadro di
videoscrittura. Appare così il quadro che vi appare davanti con,in alto,nella prima riga, W,seguito da
Microsoft Word, e il Nome del Documento..
Nella seconda riga si avrà la BARRA DEI COMANDI coi comandi File,Modifica .... sino Finestra e
? che saranno spiegati subito dopo.
Nella terza riga vi è la BARRA DEGLI STRUMENTI (vedi pag. ).
Nella quarta riga vi potrebbe essere, se evidenziato in Visualizza, il RIGHELLO

Si noti che buona parte dei comandi o strumenti presentati si ritrovano anche in WINWORD e in
EXCELL. Si inizia a parlare di essi in modo esauriente ma senza spiegare le parti non degne di
particolare attenzione.

FILE :
=Nuovo : Per iniziare a digitare un nuovo documento (file); Si può anche cliccare sulla Prima icona
della barra degli strumenti.

=Apri : Per caricare un file esistente o nel dischetto,o nel disco fisso, o nel Cd-rom( solo lettura). Si
noti che a sinistra in basso compare il "tipo file" che si può caricare: ciò è importante perchè si possono
anche caricare files esterni ad WINWORD es. msworks ma convertibili ad esso. Questa alternativa
esiste anche in EXCELL oppure in ACCESS. In alto la possibilità di scelta del dischetto(a),del disco
fisso(c) o del Cd_rom(d) con tutte le subdirectory (vedasi in alto). A destra in alto vi è poi OK per la
conferma dell'apertura, ANNULLA per annullare il comando, ? per avere una guida
sull'apertura di un file.
Per aprire un documento esistente si può anche cliccare sulla Seconda icona della barra degli
strumenti.

=Chiudi: Cliccando su esso si chiude un documento attivo,cioè aperto. Se esso o parte di esso non è
stato salvato il PC ne chiede una conferma con un quadro specifico successivo. In esso vi è anche
ANNULLA che serve per tornare al file attivo senza uscire o salvare.

=Salva: Cliccando su esso si salva il file attivo e si torna sullo stesso per continuare la digitazione. Si
noti che se tale salvataggio avviene per la prima volta,allora il PC chiede il nome del file (Si può anche
usare Maiusc+F12).
ATTENZIONE: E' conveniente salvare un documento ogni 10 minuti per evitare che una
sospensione improvvisa dell'erogazione della corrente possa far perdere quanto digitato prima.
Per salvare con “salva” un documento si può anche cliccare sulla Terza icona della barra degli
strumenti.

=Salva con nome:Cliccando su esso si può salvare un documento ma dando SEMPRE il nome file. Ciò
avviene,per esempio,per lasciare inalterata un file intestazione dal quale si è partiti, o se si vuole salvare
il file in più destinazioni,o se si vuole cambiare nome al file digitato etc.

= Salva come HTML : Si può salvare il documento in un formato valido per fogli WEB da immetterlo
poi in INTERNET.

= Imposta Pagina: Per inserire le misure dei margini Superiore,Inferiore, Destro e Sinistro. Inoltre per
i margini della Intestazione e del Piè di Pagina; Inoltre si può fissare la dimensione della pagina e il suo
Orientamento per la Stampa (Verticale o Orizzontale); ed altro (alimentazione e Layout).
Prima di iniziare a digitare un NUOVO DOCUMENTO è strettamente necessario Impostare la Pagina.

=Anteprima di stampa: Cliccando su esso si può visualizzare il documento come comparirà nella
eventuale Stampa. Si noti che tale Anteprima può essere presentato a grandezza effettiva (100%) o
diminuita o accresciuta di grandezza.
A questo punto si presenta il quadro dell'Anteprima di stampa dove,a sinistra vi è il documento,mentre a
destra vi sono i seguenti più importanti comandi:
• • Stampa: Cliccando su esso si può stampare tutto o una parte del documento,dopo aver impostato
stampante,lunghezza e larghezza pagina.
• • Percentuale: Per rimpicciolire o ingrandire l’immagine.
• • Chiudi: Per tornare al Documento appena digitato.
ATTENZIONE: Si può accedere al comando Anteprima di stampa anche cliccando sul Quinto
comando che si trova in alto nella barra degli strumenti.

= Stampa....: E' il comando che generalmente si usa alla fine della digitazione del documento.
Cliccando su esso si presenta un quadro che presenta la possibilità di:
• • Scelta della Stampante
• • Scelta del Numero di Copie (Digitare il numero di copie da stampare)
• • Scelta delle Pagine da Stampare (Digitare le pagine del documento da stampare. Se si vogliono
stampare tutte le pagine non considerare tale sottocomando, se si vuole stampare solo una
pagina,es.pag.3, Da 3 a 3; altrimenti creare l'intervallo, es Da 2 a 10, oppure si può scegliere la
pagina corrente etc.).
• • OK (Per far partire la Stampa)
• • Annulla: Per tornare alla digitazione senza stampare)
• • ? Per andare alla Guida della stampa
• • Applica: Serve per rendere operative le scelte fatte.
Per stampare un documento si può anche cliccare sulla quarta icona della barra degli
strumenti.

= Invia a: Per inviare il presente documento alla Posta elettronica, o per Fax o ad una presentazione di
Power Point.
= Proprietà: Si suddivide in GENERALE( Titolo,Percorso di ricerca, Capacità file, Data Creazione e
ultima modifica); RIEPILOGO(Altre notizie sul file); STATISTICHE ( Numero
pagine,paragrafi,linee,parole,caratteri etc) ; ALTRO.

= Elenco files aperti più recentemente

= Esci : Per uscire da WINWORD7 e tornare al Desktop.

MODIFICA
=TAGLIA (Cancella la parte del documento prima selezionato e lo porta negli appunti della Memoria
Centrale. Tale parte sarà quindi incollato nel punto dove si porrà il cursore nello stesso documento o in
un altro file e dopo aver cliccato su MODIFICA+INCOLLA. In questo momento tale parte sarà tolta
dagli appunti.)
• • N.B) Una parte del documento si può tagliare e spostare in un altro posto nello stesso
documento evidenziandola con il mouse o con SHIFT + Tasto Direzionale e trascinando il
Mouse sul documento sino al punto dove si vuole inserire la parte evidenziata

=COPIA ( Copia la parte del documento prima selezionato (senza cancellarlo) negli appunti della
Memoria Centrale. Tale parte sarà quindi incollato nel punto dove si porrà il cursore nello stesso
documento o in un altro file e dopo aver cliccato su MODIFICA+INCOLLA. In questo momento tale
parte sarà tolta dagli appunti.)

=INCOLLA (Come già spiegato, cliccando su esso, la parte selezionata del documento già tagliata o
nel punto dove si troverà il cursore)

=CANCELLA ( Cancella dal documento la parte del documento prima selezionata)


• • N.B) Una parola o una parte del documento si può facilmente cancellare evidenzianola e
premendo la Barra Spaziatrice.

=SELEZIONA TUTTO: Cliccando su esso si evidenzia(seleziona) tutto il documento per poi essere
o tagliato,o copiato, o incollato, o cancellato.

=TROVA: Cliccando su esso appare una finestra nella quale si può digitare una parola o una parte
del documento da cercare nello stesso documento

= SOSTITUISCI: Cliccando su esso appare una finestra nella quale si digita una parola o una parte del
documento da sostituire e nello stesso quadro si digita in che modo deve essere sostituita la parola o la
parte del documento.

=VAI A… : Cliccando su essa si apre una finestra nella quale viene richiesta la PAGINA, la RIGA,la
SEZIONE o altro dove si deve spostare il cursore.

VISUALIZZA:

=NORMALE: Per avere la pagina per la digitazione del documento

=LAYOUT DI LETTURA= Per avere il foglio Stile Lettura: cioè con caratteri di maggiore dimensione
e con migliore presentazione.

=LAYOUT DI PAGINA: Per avere il documento centrato e giustificato.


Nella digitazione conviene avere questo tipo di Layout.
=STRUTTURA: Per evidenziare Paragrafi e Periodi.

=BARRE DEGLI STRUMENTI: Cliccando su esso compare una finestra dove possono essere scelti i
tipi di strumenti necessari per rendere sempre migliore il documento. Generalmente si evidenziano solo
le barre degli strumenti STANDARD e di FORMATTAZIONE.

=RIGHELLO: Se evidenziato compare in alto,sopra il documento, il righello nel quale possono essere
fissati , a SINISTRA, il Margine sinistro, il Rientro prima riga, il Rientro Sinistro e, a DESTRA, il
Rientro destro e il Margine destro. Conviene fissare margini e rientri prima di iniziare a digitare un
documento.

=MAPPA DEL DOCUMENTO: Per evidenziare il quadro principale (prima pagina) del documento:
Importante per predisporre Pagine WEB per Internet.

=INTESTAZIONE E PIE’ DI PAGINA: Serve per scrivere la Intestazione o la nota di piè di pagina.
Compare una finestra con i seguenti sottocomandi, da sinistra a destra:
Numero pagina, Numero pagine, Formato del numero pagina, Inserimento data, Inserimento ora,
Mostra-nascondi il testo, Alterna intestazione e piè di pagina, Mostra precedente e successiva, CHIUDI.

=SCHERMO INTERO: Per scrivere con shermo intero. In questo caso compare una piccola finestra
nella quale compare la scritta Chiudi schermo intero.

=ZOOM: Serve per ingrandire o rimpicciolire il documento.

INSERISCI
=INTERRUZIONE…: Serve per creare una interruzione di pagina o di sezione o relativa a pagine
particolari.

=NUMERI DI PAGINA…: Serve per creare numeri di Pagina. Cliccando su essa compare una prima
finestra con POSIZIONE(in Alto,in Basso), ALLINEAMENTO( sinistro, centrato, destro, interno,
esterno), ANTEPRIMA(per vedere il numero in Anteprima), FORMATO( per tipo numero –
arabo,romanico etc).

=DATA E ORA: Serve per inserire,nel punto dove c’è il cursore, la data e l’ora in formati da
scegliere nella finestra relativa.

=VOCE DI GLOSSARIO: Serve per inserire,nel punto dove c’è il cursore, una o più parole
predeterminate (da scegliere nelle relative finestre).

=SIMBOLO: Serve per inserire SIMBOLI o CARATTERI SPECIALI, da scegliere nelle relative
finestre, nel punto dove c’è il cursore[SG1].

=COMMENTO: Serve per inserire un COMMENTO (da digitare nella relativa finestra) nel punto dove
c’è il cursore.

=NOTA: Serve per inserire una NOTA nel Piè di pagina o di Chiusura o creare una numerazione delle
note.

=DIDASCALIA: Come per nota ma DIDASCALIA da includere dove c’è il cursore.

=IMMAGINE: Per introdurre, dove c’è il Cursore, una IMMAGINE da ricercare nel ClipArt, o in un
File, o in Forme, o in WordArt o in un Grafico.
=FILE: Per introdurre,dove c’è il Cursore, il contenuto di un documento, o parte di esso, da ricercare tra
file già pronti nel PC o da creare al momento. In quest’ultimo caso aprire un nuovo documento,digitarlo
e salvarlo.

=OGGETTO: Per inserire un documento,tra quelli riferiti ai softwares indicati nella finestra, nel
documento dove c’è il Cursore.

=SEGNALIBRO: Per inserire,dove c’è il cursore, un segnalibro.

=COLLEGAMENTO IPERTESTUALE: Per immettere,dove c’è il cursore un documento da


INTERNET, o da INTRANET, o presente nel PC.

FORMATO
=CARATTERE: Serve per cambiare il Tipo di Carattere,lo Stile(Normale, Corsivo, Grassetto,
Grassetto Corsivo),Le Dimensioni dei Caratteri, il tipo di posizione (apice,normale,pedice), il tipo di
Sottolineatura, il Colore. Inoltre si possono scegliere particolari ANIMAZIONI per i Caratteri
(interessante!!!).
N.B) Gli stessi comandi si ritrovano nella BARRA DEGLI STRUMENTI. Si noti che lo stile può
essere fatto anche solo ad una parte del documento selezionandolo (come detto prima) e premendo
l'icona corrispondente nella BARRA DEGLI STRUMENTI.
=PARAGRAFO:
• • RIENTRI e INTERLINEA: Serve per dare le misure,in cm, dei rientri,i valori degli spazi
delle interlinee,e il tipo di allineamento(Giustificato,A sinistra, Centrato, A destra)
N.B) I comandi delle Interlinee e dell'allineamento si ritrovano anche nella BARRA DEGLI
STRUMENTI. Si noti che l'allineamento e l'interlinea può essere fatto anche solo ad una parte del
documento selezionandolo (come detto prima) e premendo l'icona corrispondente nella BARRA
DEGLI STRUMENTI.
• • TABULAZIONI: Per dare l'allineamento e i caratteri di riempimento degli spazi vuoti e lo
spazio delle tabulazioni.

=ELENCHI PUNTATI E NUMERATI: Serve per creare Elenchi puntati o numerati. Cliccando su
essa si presenta una finestra con 3 tipi di sottocomandi quali:
• • Vari tipi di PUNTI ELENCO
• • Vari tipi di NUMERI o LETTERE
• • Vari tipi di STRUTTURA (Righe comandi principali e secondari).

= BORDO: Serve per applicare il bordo alla parte del documento selezionato prima e il tipo di bordo.
Si presentano 4 finestre che risultano:
1. 1. BORDI Paragrafo: Tipi di bordi predefiniti, Stile del bordo, Colore del bordo, Anteprima.
2. 2. BORDI Pagina: Come BORDI Paragrafo
3. 3. SFONDO: Colore Riempimento, Stile e Anteprima
4. 4. Opzioni BORDO: Misura della distanza dal testo(ne1 4 lati), Anteprima.

STRUMENTI:
=CONTROLLO ORTOGRAFIA E GRAMMATICA: Durante la digitazione compare talvolta la
sottolineatura rossa nel testo. Ciò significa che quanto scritto non è presente nel Vocabolario di
OFFICE, oppure non c’è spazio dopo la virgola. L’utente può così correggere manualmente il testo. Un
altro metodo di correzione è dato dal Comando CONTROLLO ORTOGRAFIA E GRAMMATICA.
Cliccando su esso appare una finestra dove,in particolare, sono presenti i sottocomandi Suggerimenti,
Cambia e Correzione automatica.
N.B.) L’utente può decidere se correggere o meno quanto sottolineato in rosso o suggerito dal PC. Questo perché nel
Vocabolario OFFICE mancano vocaboli moderni quali CLICCANDO etc,etc. Comunque in questo Comando vi è un
posto dove l’utente può personalizzare il Vocabolario OFFICE aggiungendo i vocaboli non presenti.

=LINGUA: Serve o per impostare la Lingua di riconoscimento del Vocabolario OFFICE, oppure per
aprire Thesaurus (Ricerca di una parola strana ed eventuale sostituzione), oppure Sillaba (per
suddividere il testo in sillabe).

=CONTEGGIO PAROLE: Conteggia le Pagine, le Parole, i Caratteri con e senza gli spazi vuoti, i
Paragrafi e le Righe del documento.

=SUNTO AUTOMATICO: Serve per selezionare le frasi più significative del documento, ne
evidenzia i punti chiave; Può inserire il sunto in un nuovo documento;
Può inserire il sunto all’inizio del documento; Può evidenziare solo il sunto senza uscire dal
documento originale; Può dare la percentuale del sunto sull’originale, la lunghezza del sunto e il numero
delle frasi e, infine, la lunghezza del documento e il numero delle frasi.

=CORREZIONE AUTOMATICA: Serve per correggere tutto il documento dopo che l’utente ha
imposto determinate condizioni.

=REVISIONI: Attraverso particolari finestre Mostra e Rivede le Revisioni, e Confronta Versioni. Le


Revisioni si possono unire col successivo comando a video.

= PROTEGGI DOCUMENTO: Serve per introdurre una password per evitare che il documento
possa essere modificato da un altro utente.
N.B) La Password può essere rimossa poi dal Proprietario in ogni istante cliccando sullo stesso punto e
seguendo le istruzioni a video.

=STAMPA UNIONE: Serve per impostare la Stampa unione di più documenti. Seguire le Istruzioni a
Video.

=BUSTE ED ETICHETTE: Serve per creare Buste ed Etichette con il titolo o scelta di parole del
documento attivo e quindi Stamparle con Opzioni particolari. Seguire istruzioni a video.

=AUTOCOMPOSIZIONE LETTERA: Per rendere attivi suggerimenti per inviare un documento


dopo averlo digitato. Seguire istruzioni a Video.

=MACRO: Per creare macro particolari. Seguire istruzioni a video

=MODELLI – PERSONALIZZA – OPZIONI : Sono Comandi particolari per rendere più


personalizzato il documento. Seguire le istruzioni a Video.

TABELLA
=DISEGNA TABELLA: Per creare manualmente una tabella di forma rettangolare con righe e
colonne. Seguire le istruzioni a Video.

=INSERISCI TABELLA: Per inserire automaticamente una tabella di un certo numero di righe e
colonne, la larghezza di ogni cella e la formattazione automatica in funzione di esempi. Seguire le
istruzioni a video.

= La Tabella inserita sotto ha 2 righe e 2 colonne


CLICCANDO DENTRO UNA TABELLA GIA’ INSERITA
SI ATTIVANO NEL COMANDO TABELLA I SOTTOCOMANDI:
• • INSERISCI RIGA
• • : Cliccandovi sopra si inserisce una riga dove c’e il cursore
• • ELIMINA CELLA: Cliccandovi sopra si elimina la cella dove c’è il cursore
• • UNISCI CELLE: Cliccandovi sopra due o più celle selezionate si unificano
• • DIVIDI CELLE: Come sopra ma per dividere le celle
• • SELEZIONA RIGA: Per selezionare la riga dove c’è il cursore
• • SELEZIONA COLONNA: Per selezionare la colonna dove c’è il cursore
• • SELEZIONA TABELLA: Per selezionare tutta la tabella dove c’è il cursore
• • FORMATTAZIONE AUTOMATICA TABELLA: Per formattare una Tabella con bordi etc.
in base ai formati e all’anteprima presente nella finestra relativa.
• • RIPARTISCI UNIFORMEMENTE RIGHE E COLONNE: Per dare una uguale larghezza e
altezza a più righe o colonne evidenziate
• • ALTEZZA E LARGHEZZA CELLE (2 modi): Cliccandovi sopra si prefigge una altezza e
una larghezza della cella o delle celle evidenziate. Si può seguire un altro metodo: si porta il cursore
tra 2 righe o tra 2 colonne. Si crea un piccolo segmento con 2 versi. Si clicca su esso e si crea una
retta tratteggiata orizzontale o verticale che,spostata, crea una maggiore altezza o larghezza della
cella.
• • TITOLI: Evidenziando il testo e cliccando su TITOLI tale testo viene introdotto in una tabella
(vedi sopra INSERISCI RIGA)
• • CONVERTI TESTO IN TABELLA: Per introdurre un testo in tabella.

=ORDINA: Per ordinare in modo crescente o decrescente più dati (numerici o non) evidenziati

=FORMULA: Per introdurre una formula presente nel foglio elettronico EXCELL. Seguire istruzioni a
video.

=MOSTRA GRIGLIA: Per rendere attiva la griglia di una tabella.

FINESTRA
= NUOVA FINESTRA: Per creare una nuova finestra dove c’è il cursore.
= DISPONI TUTTO: Per creare più finestre dove c’è il cursore
= DIVIDI: Serve per disporre nel video delle divisioni di quadri file già aperti uno dietro all'altro.

?
Cliccando su esso compaiono i seguenti sottocomandi:
= GUIDA IN LINEA MICROSOFT WORD
= SOMMARIO E INDICE
= GUIDA RAPIDA
= MICROSOFT SUL WEB
= INFORMAZIONI SU
Essi sono dei comandi necessari per maggior notizie su MSOFFICE e sul sito WEB di INTERNET di MSOFFICE e per una
connessione ad INTERNET.

BARRA DEGLI STRUMENTI


Dopo aver parlato dei Vari Comandi si deve dire qualcosa sulla BARRA DEGLI STRUMENTI
che si trova sotto i comandi già spiegati.
Innanzitutto tale BARRA deve essere attivata,se non lo è, cliccando prima
su VISUALIZZA e poi BARRE DEGLI STRUMENTI.
In essa sono presenti i Comandi più importanti per la digitazione di un documento.
1. 1. Nella BARRA STRUMENTI STANDARD
Si trova sotto la BARRA DEI COMANDI in alto (SECONDA):
• • Foglio bianco: per iniziare un nuovo documento (presente in FILE- Nuovo)
• • Foglio aperto giallo: per aprire un documento presente nel PC (presente in FILE- Apri)
• • Dischetto: per salvare un documento ( presente in FILE – Salva)
• • Stampante: per stampare un documento (presente in FILE – Stampa)
• • Foglio con lente ingrandimento: per vedere Anteprima Docum. (pres. FILE – Anteprima di
stampa).
• • ABC con V: Controllo ortografico e grammatica (presente in STRUMENTI- Controllo
ortografico)
• • Forbici: per tagliare parte del documento (presente in MODIFICA – Taglia)
• • 2 Fogli: per copiare parte del documento (presente in MODIFICA – Copia)
• • Valigia: per incollare parte documento prima tagliato o copiato ( presente in MODIFICA –
Incolla)
• • Freccia a Sud-Ovest: per annullare un comando fatto poco prima.(Vedi anche freccia in basso
per scegliere quale comando annullare)
• • Freccia a Sud-Est: per ripristinare un comando fatto poco prima (Vedi sopra).
• • Mondo con ellisse: per il Collegamento ipertestuale
• • Mondo con 2 freccie: per inserire Barra strumenti WEB
• • Quadro con Matita: per inserire Tabelle e Bordi
• • Tabella: Per inserire tabella
• • Tabella con frecce bleu : per inserire foglio elettronico EXCELL
• • Segue icona per creare colonne
• • Segue icona inserimento DISEGNO
• • Segue icona inserimento MAPPA DEL DOCUMENTO
• • Segue icona MOSTRA-NASCONDI segno Formattazione
• • Segue icona ZOOM del documento
• • Segue infine icona Assistente Office
2. Nella BARRA STRUMENTI FORMATTAZIONE:
• • La prima icona è quella dello Stile Particolare del CARATTERE : Si può scegliere con
l’indicatore che si trova a destra di esso
• • Segue l’icona del TIPO del CARATTERE : La scelta avviene anche con l’indicatore a destra di
esso.
• • Segue l’icona della dimensione del Carattere : La scelta con l’indicatore a destra
• • Seguono le 3 icone del Tipo FORMATTAZIONE: GRASSETTO – CORSIVO –
SOTTOLINEATO : Per utilizzarli basta o cliccarvi sopra e digitare il documento, oppure prima
selezionare la parte del documento e poi cliccare su una o più di esse.
• • Seguono le 4 icone per l’allineamento: a sinistra,al centro,a destra o giustificato. Per utilizzarle
seguire quanto detto per il Tipo Formattazione.
• • Seguono 2 icone per Elenco Numerato e Puntato: Evidenziando una di esse alla premuta di
INVIO si attivano a sinistra con numero o punto. Si possono scegliere vari tipi di Numeri o lettere
(vedi anche il comando FORMATO- Elenchi puntati o numerati).
• • Seguono 2 icone per Margini e Rientri sinistro e destro.
• • Segue l’icona Bordi e sfondo
• • Seguono 2 icone per evidenziare a colori parte del documento.

3. 3. Nella BARRA DI STATO


• • Numero della PAGINA
• • Numero della Sezione
• • Numero pagina attuale in riferimento a tutte le pagine
• • Distanza del presente cursore dall’inizio (in cm)
• • Numero della Riga dove c’è il Cursore
• • Numero della Colonna dove c’è il Cursore.

ESTENSIONE DEI FILES CREATI CON LA


VIDEO SCRITTURA DI WINWORD7

Prima di terminare lo Studio della VideoScrittura in WINWORD7 si deve precisare che i


programmi preparati con la suddetta VideoScrittura prenderanno automaticamente la estensione
.DOC
Inoltre si deve ricordare che il nome del file può superare 8 caratteri.

FOGLIO ELETTRONICO (DI CALCOLO)


EXCELL
a) COME SI CARICA IL SUDDETTO FOGLIO
Acceso il computer, in presenza del DESKTOP di WINDOWS si potranno seguire 3 procedimenti:
1. 1. Si cliccherà sulla BARRA STRUMENTI OFFICE in Foglio Vuoto e poi su Cartella vuota.
2. 2. Si clicchera su AVVIO, quindi su Nuovo Documento OFFICE ed infine su Cartella Vuota.
3. 3. Si cliccherà su AVVIO, quindi su PROGRAMMI e infine su Microsoft EXCELL.
Dopo alcuni istanti si presenterà il quadro vuoto con in alto a sinistra FILE. Si clicca su esso e quindi si
clicca su NUOVO.

b) IMPORTANZA DEL FOGLIO DI CALCOLO


Il Foglio di Calcolo serve per la GESTIONE DEGLI AFFARI, per le OPERAZIONI DI
BILANCIO E LA CONTABILITA'

c) COMPOSIZIONE DEL FOGLIO DI CALCOLO


E RELATIVA CREAZIONE
Il Foglio di Calcolo risulta composto da 4.194.304 Celle distribuite in 16.384 Righe e 256 Colonne.
In ogni cella può essere immesso o un testo,o un numero,o una data, o un orario,o una delle
formule.Una formula viene immessa dopo aver immesso nella relativa riga o colonna i numeri ai quali
fa riferimento la formula. Ogni Cella è individuata da 1 o 2 lettere (Ascissa) e da un numero (Ordinata).
Se,dopo aver inserito una formula, i numeri, ai quali fa riferimento la formula,cambiano, allora cambia
il risultato della operazione definita dalla formula.
Per inserire numeri o formule nelle celle si possono presentare i seguenti casi:

A) INSERIMENTO NUMERO:
a) Si evidenzia (portandovi il cursore coi tasti direzionali) la cella dove si deve inserire il numero.
b) Si digita il numero
c) Si fa CLIC col MOUSE( o si preme INVIO) sulla Cella, oppure,se si desidera immettere un altro
numero nella Cella a destra o in basso rispetto la Cella iniziale, allora si preme il tasto direzionale
relativo.
B) INSERIMENTO FORMULA:
Si procede come per il Numero, solo che,prima di immettere la formula si digita =
Se si desidera un elenco delle formule e loro modo d’uso bisogna cliccare sulla BARRA DEGLI
STRUMENTI STANDARD (in alto sotto i comandi) nell’icona denominata fx . Conviene anche che sia
attivata la BARRA STRUMENTI FORMULE da INSERISCI-BARRA STRUMENTI-FORMULE per
potere, in ogni istante, vedere il contenuto della formula in una cella.
In fx vengono spiegate anche le metodologie dell'uso della relativa formula. Così se si vuole
usare la formula LOG, bisogna digitare in una cella, per esempio =LOG(A4) Ciò significa che si
desidera il valore del Logaritmo del numero prima immesso nella cella A4.
Così se si digita in una cella =MEDIA(B4:B15) si viene a calcolare la media aritmetica dei
numeri presenti nella colonna da B4 sino B15.
Per la SOMMA si può proseguire ugualmente come MEDIA, oppure si può utilizzare l'icona
relativa(Sommatoria) presente nella BARRA DEGLI STRUMENTI del Foglio di Calcolo.
ALTRE FUNZIONI, PIU' COMUNEMENTE USATE, SONO:
* Simili a LOG(numero) : LN RADQ
* Simili a SOMMA(intervallo): MAX MEDIA
Vi sono inoltre moltre altre funzioni per calcoli GONIOMETRICI, FINANZIARI,
ASSICURATIVI, IPOTETICI(se) etc.

D) COME SVILUPPARE UN CALCOLO ANCHE MOLTO COMPLESSO


Scelta la cella dove fare il calcolo, si preme prima = quindi si scrivono i numeri con i segni delle
operazioni da fare. ESEMPIO: Si vuole calcolare
Log((45*32*12^2/342)/(0,32^0,5 +45*12+76/31))
Dopo aver premesso che il PC rispetta rigorosamente l'ordine delle parentesi e delle operazioni, e che
radice quadrata come potenza si scrive ^0,5 etc.etc., si sceglie la cella dove si vuole introdurre il
calcolo,es.A1, e quindi si scrive
=(45*32*12^2/342)/(0,32^0,5+45*12+76/31) e si preme INVIO.Comparirà in A1 il numero 1,1165681.
Posti quindi in un'altra cella, (es.A2),si digiterà = LOG(A1) e premuto INVIO si troverà in A2 il
numero 0,0478852. Cambiamo ora nella espressione iniziale davanti a 45 il segno + invece del - (N.B.
L'espressione si modifica portandsi nella relativa cella premendo F2 e portando il cursore su ciò che si
deve modificare).
A questo punto premeremo INVIO e in A1 comparirà il numero -1,1291161 e in A2 la scritta NUM!.
Questo è avvenuto poichè nel ricalcolo il PC ha riconosciuto che
LOG(-1,1291161) non può essere svolto essendo l'argomento negativo.

E) COME COPIARE IL CONTENUTO DI UNA o più CELLE


(FORMULE o ALTRO) in PIU' CELLE IN VERTICALE o ORIZZONTALE
Si procede in questo modo:
a) Si evidenziano le celle da copiare cliccando sulla prima e trascinando il mouse con tasto sinistro
premuto
b) Si clicca su MODIFICA e quindi su COPIA (Le celle vengono portate negli appunti)
c) Si sposta il cursore nelle Celle dove si desiderano copiare le celle evidenziate prima
d) Si clicca su MODIFICA e quindi su INCOLLA.

F) COME SPOSTARE IL CONTENUTO DI UNA o più CELLE


(FORMULE o ALTRO) in PIU' CELLE IN VERTICALE o ORIZZONTALE
Si procede come nel caso precedente, solo che nel punto b), invece di cliccare su COPIA si clicca su
TAGLIA.

G) COME COPIARE UNA PARTE DEL CONTENUTO DEL FOGLIO


DI CALCOLO in un ALTRO FILE (Video Scrittura o ALTRO).
Come già si è visto nella Video Scrittura anche nel foglio di calcolo si può inserire una parte di file di
videoscrittura o altro. Si procede come spiegato nel paragrafo E).

H) CREAZIONE DI UNA SERIE DI NUMERI CRESCENTE O DECRESC.


a) Si sceglie la Cella dove inserire il primo numero
b) Si inserisce il numero e,usando uno dei tasti direzionali, si passa alla cella dove immettere la formula
con l’incremento.
c) In questa cella digitare =, quindi la cella precedente dove c’è il numero, e quindi l’incremento
positivo o negativo. Es) se il numero introdotto in b) è 50 e si desidera una serie decrescente di
incremento 3, se il numero 50 si trova in A6 allora in A7 si digiterà =A6-3. All’invio comparirà in
A7 il numero 47.
f) Se si desidera porre in A8,A9,A10 etc sino in A14 la serie decrescente di incremento 3 da 50 in poi,
vi si pone in A7 (dove c’è la formula), quindi si clicca in Copia e questa cella si animerà. Vi si porrà in
A8 e si trascinerà il Mouse sino alla cella A14. A questo punto si clicca su Incolla e comparirà la serie
da 50 sino 26.
I) COME ALLARGARE UNA COLONNA
Talvolta,nell'atto dell'inserimento di un numero in una cella, compare in essa il numero in forma
esponenziale.Ciò accade quando il numero non può essere contenuto nella cella perchè troppo grande.
Se si desidera l’inserimento di tutto il numero in forma normale allora necessita allargare la Cella. Si
può procedere in 2 modi:
a) Portare il cursore sul bordo(in alto) tra le 2 colonne individuate da 2 lettere. Il cursore prende una
forma simile ad una croce . Trascinare il mouse (con tasto sinistro premuto) verso destra o sinistra e
quindi lasciare il tasto
b) Cliccare in alto su FORMATO, quindi su COLONNA e poi su LARGHEZZA COLONNA e quindi
dare un nuovo numero.

SI PROCEDERA' ORA A SPIEGARE I VARI COMANDI PRESENTI IN ALTO DEL


FOGLIO DI CALCOLO E I VARI COMANDI DELLA BARRA DEGLI STRUMENTI
STANDARD e DI FORMATTAZIONE , COSI' COME SI E' FATTO PER LA
VIDEOSCRITTURA.

FILE
Diverso dal rispettivo Comando di Videoscrittura(PAG. 6 ) solo negli Argomenti:

=Salva area di Lavoro: In Excell si può salvare anche una sola parte di un foglio o di un documento,
evidenziandolo, e Salvandolo con Salva area di lavoro.

=Imposta pagina: Cliccandovi compare una finestra con sottofinestre quali:


• • PAGINA richiedente l’Orientamento(Verticale o Orizzontale) e le dimensioni di essa
• • MARGINI: misure dei 4 margini dal testo, Distanza di Intestazione o Piè di Pagina e,nelle
Opzioni,il Tipo di Foglio utilizzato per la Stampa.
• • INTESTAZIONI: scritte in alto o in basso con personalizzazioni.

=Area di Stampa: Come per SALVA AREA DI LAVORO, esiste anche il comando per stampare solo
una parte del documento prima evidenziato.

=Proprietà: Serve per dare la Password se si desidera proteggere un documento (come per la
Videoscrittura. Vedi Pag. ); Per vedere il contenuto e per la personalizzazione del documento.

MODIFICA
Diverso dal rispettivo Comando di Videoscrittura(PAG. 8 ) solo negli Argomenti:

=Cancella: Per cancellare quanto evidenziato.


=Elimina: Per spostare le celle evidenziate a sinistra o in alto; Per eliminare righe o colonne
evidenziate.

=Elimina foglio presente: Innanzitutto è da precisare che all’apertura di una nuova cartella si presenta
il primo di 3 fogli attivi. Questi fogli possono essere aumentati oppure, con il presente comando, anche
eliminati del tutto.

=Sposta o Copia foglio: Per tagliare o copiare il presente foglio per poi poterlo incollare in un altro
documento.

VISUALIZZA
Diverso dal rispettivo Comando di Videoscrittura(PAG. ) solo negli Argomenti:

=Anteprima interruzione pagina: Per regolare le interruzioni di Pagina dentro la cartella.

FORMATO

=Celle: Cliccandovi si presenta una finestra con le seguenti opzioni:


• • TIPO NUMERO con relativi esempi
• • ALLINEAMENTO(sinistro – centrato – destro)
• • CARATTERE (Tipo – Stile – Dimensione – Effetti - Anteprima)
• • BORDO (vari tipi)
• • MOTIVO(Immissione Colore)
• • PROTEZIONE: La cella si può proteggere solo se protetto il Foglio. Vedi Strumenti – Proteggi
Foglio)

=Riga: Cliccandovi si presenta una finestra con le seguenti opzioni:


• • ALTEZZA: Per definire un numero per la Altezza
ATTENZIONE: Se si ingrandiscono i caratteri si diminuisce la parte delle CELLE visibili nel
VIDEO e anche quelle che poi saranno stampate
• • ADATTA (al foglio presente)
• • NASCONDI oppure SCOPRI: il dato immesso si può nascondere nella riga e poi, se si desidera,
scoperto. Lo stesso può valere per la Colonna e per il Foglio.
=Colonna: Cliccandovi si presenta una finestra con le seguenti opzioni:
• • LARGHEZZA: Per definire una misura per la Larghezza. Vi è anche un secondo metodo per
allargare una colonna ed è il seguente:
Portare il cursore sul bordo(in alto) tra le 2 colonne individuate da 2 lettere. Il cursore prende una forma
simile ad una croce . Trascinare il mouse (con tasto sinistro premuto) verso destra o sinistra e quindi
lasciare il tasto.
• • ADATTA (al Foglio presente)
• • NASCONDI oppure SCOPRI (Vedi Par.Precedente- RIGA)
• • LARGHEZZA STANDARD (non modificata)

=Foglio: Cliccandovi si presenta una finestra con le seguenti opzioni:


• • RINOMINA
• • NASCONDI oppure SCOPRI (Vedi Par.Precedente- RIGA)
• • SFONDI

=Formattazione automatica: Avviene tramite scelte con esempi.

=Formattazione Condizionale
=Stile: Si presenta un riepilogo dello stile utilizzato.

STRUMENTI:
I Comandi non presenti non sono stati ritenuti importanti dall’autore.
Sono ritenuti fondamentali i seguenti comandi:

=Controllo Ortografico (Automatico)

=Correzione Automatica ( Dopo alcuni suggerimenti dell’utente)

=Condividi aree di lavoro: Consente modifiche alla cartella da parte di più utenti e serve anche per
unire cartelle di lavoro.

=Revisioni: Mostra revisioni

=Protezione: Per proteggere un foglio, una cartella e per proteggere e condividere cartelle di lavoro. Il
tutto anche con l’introduzione di Password.

=Personalizza:Per personalizzare il documento con un grande numero di scelte.

DATI:
Il comando ritenuto degno di nota è

=ORDINA: Per ordinare un ELENCO evidenziato in ordine CRESCENTE o DECRESCENTE (sia di


Numeri che di Caratteri)

FINESTRA e ? :
I Comandi relativi sono identici a quelli spiegati per la videoscrittura (Pag. 14 ).

BARRA DEGLI STRUMENTI:


1) 1) BARRA DEGLI STRUMENTI STANDARD:
In aggiunta a quelli già trovati nella VIDEOSCRITTURA vi sono le icone:
• • SOMMATORIA: Per la somma automatica di un elenco evidenziato
• • Fx : Per avere l’elenco di tutte le formule per categorie e la relativa modalità d’uso con esempi
• • ORDINE CRESCENTE O DECRESCENTE : Per ordinare un elenco selezionato
• • GRAFICI: Per scegliere e disporre un grafico per un elenco di dati
• • DISEGNO: Per inserire un disegno nella cartella.
• • ZOOM: Per ingrandire o rimpicciolire una cartella.

2) 2) BARRA DEGLI STRUMENTI FORMATTAZIONE:


In aggiunta a quelli già trovati nella VIDEOSCRITTURA vi sono le icone:
(Dopo le icone di Allineamento)
• • UNISCI e CENTRA
• • STILE VALUTA
• • STILE PERCENTUALE
• • STILE SEPARATORE
• • AUMENTA e DIMINUISCE CIFRE DECIMALI

3) BARRA DI STATO:
• • SELEZIONE DEI FOGLI.
ESTENSIONE DEI FILES CREATI CON IL
FOGLIO DI CALCOLO DI MSOFFICE.

Prima di terminare lo Studio del Foglio di Calcolo in MSOFFICE (Excell) si deve precisare che i
programmi preparati con il suddetto FOGLIO DI CALCOLO prenderanno automaticamente la
estensione .XLS
Inoltre si deve ricordare che il nome del file può superare 8 Caratteri.
PROGRAMMA DI DATABASE
MSOFFICE
(ACCESS)
CONCETTO DI DATABASE
Il DATABASE è uno strumento che serve per archiviare ed organizzare dati.
ESEMPIO di DATABASE: Insieme di COGNOMI,NOMI,INDIRIZZI e Num.Telef.
Ognuno degli elementi del suddetto Insieme definisce un CAMPO.
L'unione dei CAMPI riferiti ad una sola persona crea un RECORD.
L'insieme di tutti RECORD crea il file del DATABASE relativo.
I PASSI più importanti di un DATABASE possono essere considerati:
1 1) CREAZIONE DEI CAMPI con Salvataggio
2) DIGITAZIONE DEI RECORDS (Visualizzazione Orizzontale)
3) CREAZIONE MASCHERA DI OGNI RECORD(Vis.Verticale)
4) SALVATAGGIO INTERO FILE

Saranno ora illustrati sia i PASSI suddetti


La Trattazione terminerà con la solita Spiegazione dei Comandi che si trovano in alto al
foglio(File,Modifica etc).

COME SI ENTRA IN DATABASE


Come per la Video Scrittura e il Foglio di Calcolo si possono seguire 2 Procedimenti:
1. 1. Si clicca nella Barra Comandi Office nel foglio vuoto(se si vuole iniziare a digitare un nuovo documento) o nel
foglio aperto se si vuole caricare un file esistente.
2. 2. Si clicca su AVVIO, quindi su Nuovo Documento Office oppure in Apri Documento Office.
Ora, in entrambi i procedimenti:
• • Se si vuole iniziare un Nuovo Data Base:
Si clicca su DATABASE VUOTO.
• • Se si vuole aprire un DATABASE ESISTENTE
Si cerca la directory contenente il file e si clicca su esso.

Si presenta il Foglio di Data Base che è molto simile a quello di VideoScrittura e del Foglio di Calcolo.
Prima di iniziare bisogna eseguire i seguenti passaggi:
a) a) Premere il tasto CAPS LOCK (per scrivere sempre in Maiuscolo)
b) b) Si clicca su DataBase vuoto e poi su OK
c) c) Si sceglie una directory dove salvare il Data Base, si immette un nome e quindi si clicca su
salva.
d) d) Alla presentazione del Quadro Specifico di Data Base si seguono i seguenti passi:
1) CREAZIONE DEI CAMPI con Salvataggio.
• • Si clicca su TABELLE, quindi su NUOVO e poi su Visualizza Struttura
• • Si digitano i Nomi dei CAMPI, i relativi TIPI di DATI (scegliendo fra vari tipi presenti e in
particolare con Testo o Numeri) ed, eventualmente, dando la descrizione.
• • Si clicca poi su X e si SALVA.
• • Conviene, per un normale Data Base, rispondere NO nella finestra richiedente la “ Chiave
Primaria Definita”.

2)DIGITAZIONE DEI RECORDS (Visualizzazione Orizzontale)


Al ripristino della finestra TABELLA si clicca su APRI.
Si digitano tutti i records, senza considerare l’ordine che può essere creato poi per ogni campo.(Vedi )
In ogni istante possono essere aggiunti, poi, altri records.(Vedi )
Alla fine si clicca su X.

3) 3) CREAZIONE DELLA MASCHERA PER OGNI RECORD


(Visualizzazione Verticale)
Si clicca su MASCHERA, poi si NUOVO e,infine, su AUTOCOMPOSIZIONE MASCHERA.
Si sceglie l’ordine d’inserimento dei Campi nella Maschera.
Si presenterà, alla fine, la maschera (Vis. Verticale) di ogni records.

PER GLI ALTRI ARGOMENTI (QUERY – REPORT – MACRO – MODULI) SI RIMANDA ALLA GUIDA DI
OFFICE, NON ESSENDO ESSI PRINCIPALI PER LA CREAZIONE DI UN NORMALE DATABASE.

SEGUE ORA UNA RAPIDA SPIEGAZIONE SUI COMANDI PRESENTI IN ALTO AL


FOGLIO DI DATA BASE E SUI COMANDI DELLA RELATIVA BARRA DEGLI
STRUMENTI.
ESSI INCLUDONO SOTTOCOMANDI DIVERSI IN RELAZIONI AI SEGUENTI QUADRI:
1) QUADRO TABELLE oppure MASCHERE:
FILE
Differenti da quelli di Video scrittura: Carica Dati Esterni; Importa; Collega tabelle.
MODIFICA
Differenti da Video Scrittura: Crea collegamento; Elimina o Rinomina Tabella o Maschera.
VISUALIZZA:
Oggetti Data Base; Icone grandi o piccole; Elenco; Dettagli; Disponi icone; Barre strumenti
INSERISCI:
Tabella; Maschera; Query etc.
STRUMENTI:
Sicurezza (per proteggere il Data Base)

2)QUADRO TABELLA +STRUTTURA(Campi+tipo+descriz.)


FILE: Come Video Scrittura
MODIFICA:
Seleziona tutto; Elimina righe;Chiave primaria

VISUALIZZA:
Visualizza struttura;Visualizza Foglio Dati (Orizzontale);Barre strumenti.

INSERISCI:
Righe

3) QUADRO TABELLA+ APRI(Vis.Orizzontale)


MODIFICA
Elimina record;Elimina colonne;Seleziona record;Seleziona tutti i records
VISUALIZZA:
Come quadro Tabella+strutture
INSERISCI:
Nuovo record; Colonna
FORMATO:
Diversi da Video Scrittura: Altezza Riga;Larghezza Colonne;Rinomina Colonne;Nascondi
Colonne e Scopri Colonne;Blocca colonne e Sblocca tutte le colonne.
RECORD:
Salva record; Immissione Dati (Nuovo record)

4) 4) QUADRO MASCHERA+STRUTTURA(Campi+tipo+de)
MODIFICA:
Seleziona tutto; Seleziona Maschera
VISUALIZZA:
Elenco Campi;Righello;Griglia;Caselle Strumenti; Intestaz.piè di pagina e maschera
INSERISCI:
Num.pagina;Data e ora;Grafico;Immagine;Oggetto

5) 5) QUADRO MASCHERA+APRI (Visualizzazione Verticale)


INSERISCI: Nuovo record
Tutti gli altri comandi sono come quelli del QUADRO(3) TABELLA+APRI

Inoltre:
FINESTRA
Vi sono gli stessi comandi relativi di Videoscrittura (Ved.pag.26)
?
Sulle varie guide di MSOFFICE

ESTENSIONE DEI FILES CREATI CON IL


DATA BASE (ACCESS) DI MSOFFICE.
Prima di terminare lo Studio del Data Base in MSWORKS si deve precisare che i
programmi preparati con ACCESS avranno estensione MDB

CENNI SULLA PROGRAMMAZIONE


LINGUAGGIO PASCAL
Prima Parte: PREMESSE
Una delle applicazioni piu' interessanti del P.C e' la esecuzione di programmi creati dall'utente
attraverso un linguaggio di programmazione. I linguaggi di programmazione piu' importanti sono:
1)Linguaggio BASIC; 2)Linguaggio PASCAL; 3)Linguaggio COBOL
In questo corso si spieghera' in tutte le sue parti il linguaggio PASCAL seguito da un insieme di
programmi che vanno gradatamente dai piu' facili (Grado A) ai piu' difficili (Grado C).

Seconda Parte: INTRODUZIONE AL LINGUAGGIO PASCAL


Il linguaggio PASCAL e' il linguaggio piu' prossimo alla sintassi comune della Lingua Italiana grazie al
modo in cui esso e' strutturato. Ogni programma scritto in Linguaggio PASCAL e' suddiviso in 7 fasi
delle quali 4 sono fondamentali.
Esse sono:
1) INTESTAZIONE
2) DICHIARAZIONE VARIABILI (fondamentale)
3) PRESENTAZIONE
4) INTRODUZIONE DELLE VARIABILI detta anche INPUT(fondamentale)
5) ELABORAZIONE (fondamentale)
6) ESTRAZIONE DELLA ELABORAZIONE detta anche OUTPUT (fondamentale)
7) INDENTAZIONE

In base alla difficolta'(come anche accennato prima),i programmi possono essere piu' o meno complessi.
A) Programmi con minima difficolta':
Sono presenti in essi l'intestazione,la dichiarazione delle variabili,la presentazione,le introduzioni delle
variabili,la elaborazione senza cicli iterativi,l'estrazione della elaborazione ed una minima indentazione.
Il Programma con minima difficolta' presentato dopo è MEDARITM;
B) Programmi con media difficolta':
Sono quei programmi che differiscono dai programmi di difficolta' A essendo in loro presenti(nella
elaborazione) uno o piu' CICLI ITERATIVI,di cui parleremo in seguito.
Il Programma di media difficolta' presentato dopo è EQ2GRADO.
C)Programmi con alta difficolta':
Sono quei programmi che differiscono dai precedenti di difficolta' A) e B) essendo in essi presenti o
PROCEDURE,di cui parleremo in seguito,oppure comandi di GRAFICA piu' o meno complessi che
servono per rappresentare graficamente figure geometriche,funzioni etc..
Il Programma di alta difficolta' presentato dopo è EQGR1PRO

Terza Parte: COME INIZIARE UNA PROGRAMMAZIONE


La nostra Programmazione avverra' in TURBO PASCAL5.
Si inizia nel Laboratorio di Informatica del "QUINTILIANO" accendendo il Computer.Alla comparsa
del PROMPT C:\> si digitera' cd pascal5 e si premera' <INVIO>. Si digitera' quindi TURBO e
dopo qualche istante comparira' il quadro principale del TURBO PASCAL5.
Alla premuta di <INVIO> si puo' scegliere una delle seguenti piu' importanti alternative: FILE oppure
EDIT oppure COMPILE oppure RUN. Alla scelta di FILE (F) si presentano dei SOTTOCOMANDI
dei quali i piu' importanti sono: LOAD (F3) , NEW , SAVE (F2) , CHANGE DIR , QUIT (ALT-X).
Vogliamo ora studiare in modo particolareggiato a che servono questi sottocomandi.
LOAD) Premendo L (LOAD) oppure il tasto funzionale F3 si potra' passare ad un DRIVE dove
cercare un programma o salvare un programma da digitare ovvero si potra' passare al DISCO
LAVORO dove esistono o dove si desiderano depositare i programmi in PASCAL che saranno fatti.
NEW) Premendo N (NEW) si entrera' in un quadro vuoto dell'EDIT dove si potra' digitare un
nuovo (NEW) programma.
SAVE) Premendo S (SAVE) oppure F2 si salva un programma che si sta digitando (comunque ogni
10 minuti), oppure per salvare un documento gia' digitato prima e dopo la sua compilazione.
ATTENZIONE: Se si e' iniziato un programma premendo N (NEW) allora, alla premuta di F2 il
computer richiedera' il nome del nuovo programma,altrimenti lo salva nel DIRETTORIO da dove
l'aveva richiamato.
CHANGE DIR) Scegliendo CHANGE DIR il computer richiedera' il nome del DRIVE dove si
trova il dischetto coi programmi che si desiderano richiamare o dove si vogliono salvare i
programmi che si stanno per digitare.

COME SI COMPILA E SI ESEGUE UN PROGRAMMA


Dopo aver digitato il programma con la metodologia che si dira' dopo, si premera' prima F2 per
salvarlo, poi si premera' F10 per entrare nel MENU PRINCIPALE e quindi si premera' C
(COMPILE) per COMPILARE il programma, ovvero vedere se in esso vi sono errori.
Dopo aver compilato il programma si premera' R (RUN) per eseguire il programma stesso.
Il Comando C (COMPILE) serve,cioe', per correggere gli eventuali errori di sintassi commessi
durante la digitazione di un programma.
ATTENZIONE: Dopo averlo COMPILATO il programma si deve SALVARE con F2 e lo stesso
deve avvenire dopo averlo ESEGUITO.

Quarta Parte) STUDIO DELLA PRIMA FASE DELLA PROGRAMMAZIONE:


INTESTAZIONE DI UN PROGRAMMA
Cominciamo a vedere come si deve digitare(EDITARE) un programma in PASCAL5. Dopo essere
entrati,come spiegato prima,nel QUADRO EDIT premendo N (NEW) si comincera' a digitare il
programma con la INTESTAZIONE. Poniamo allora di voler creare un programma che sappia risolvere
una qualsiasi EQUAZIONE DI PRIMO GRADO. Tale programma lo chiameremo poi EQUGRAD1.
ATTENZIONE: Il nome di un programma non puo' superare gli 8 caratteri.
L'Intestazione del programma avviene scrivendo nella prima riga PROGRAM seguita da uno spazio e
dal nome del programma senza lasciare spazi e finendo con ; Invece di scrivere il nome tutto unito, tra
una parola e l'altra si mette il trattino _ in modo che le parole si uniscono in modo regolare.
ESEMPIO) Se si desidera intestare il programma di cui sopra si scrivera' PROGRAM
RISOLUZIONEDIUNAEQUAZIONEDIPRIMOGRADO;
oppure PROGRAM RISOLUZIONE_DI_UNA_EQUAZIONE_DI_PRIMO_GRADO;
N.B) 1)La digitazione puo' avvenire in minuscolo oppure in maiuscolo.
2) La intestazione non sara' visualizzata nell'esecuzione del programma.

Quinta Parte) STUDIO DELLA SECONDA FASE DELLA PROGRAMMAZIONE


DICHIARAZIONE DELLE VARIABILI
Tutte le VARIABILI che saranno inseriti nel programma che si sta digitando devono essere dichiarati.
Cosi' se si vuole digitare il programma sulla risoluzione di un'equazione di I grado necessita dichiarare i
coefficenti a,b dell'equazione e poiche' essi sono generalmente numeri reali come il risultato x si
scrivera':
VAR a,b,x : real;
Vi potrebbero essere anche variabili piu' complesse come parole, insiemi etc. In ogni caso la
dichiarazione sara' fatta in modo specifico. Per chiarire meglio le idee conviene subito andare a vedere
come sono state dichiarate le variabili nei programmi di difficolta' A,B,C che seguono il presente trattato

Sesta Parte) STUDIO DELLA TERZA FASE DELLA PROGRAMMAZIONE:


PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA
Quando il programma,alla fine della digitazione,deve essere eseguito,deve essere ben presentato agli
utenti e quindi,durante la digitazione, deve anche trovare posto la presentazione del programma. Per
presentare il nostro programma scriveremo:
BEGIN (che serve per iniziare ogni programma)
WRITELN(' RISOLUZIONE EQUAZIONE DI PRIMO GRADO '):
WRITELN(' DEL TIPO ax+b=0 ');
In questo modo il programma sara' presentato nella esecuzione.
N.B) 1) WRITELN: Significa STAMPA E TORNA A CAPO
2) WRITE : Significa STAMPA E RIMANI NELLA RIGA
3) READLN : Significa LEGGI E TORNA A CAPO
4) READ : Significa LEGGI E RIMANI NELLA RIGA
5) Nella presentazione puo' prendere posto anche,su righe successive, il nome dell'AUTORE e qualsiasi
altra scritta atta a presentare il programma sempre precedute da WRITELN('

Settima Parte) STUDIO DELLA QUARTA FASE DELLA PROGRAMMAZIONE:


INTRODUZIONE DELLE VARIABILI (INPUT)
Affinche' il Computer possa elaborare un programma deve avere in memoria dei dati coi quali eseguire
una elaborazione.
Nel nostro programma dobbiamo quindi inserire il valore dei coefficenti che sono a e b. Per inserirli
scriveremo:
WRITE(' IL COEFFICENTE DELLA x RISULTA: ');
READLN(a);
WRITE(' IL TERMINE NOTO RISULTA: ');
READLN(b);
Si noti che con WRITE viene richiesto all'utente qualcosa mentre con READLN cio' che e' stato inserito
dall'utente viene memorizzato dal PC e il cursore torna a capo.

Ottava Parte) STUDIO DELLA QUINTA FASE DELLA PROGRAMMAZIONE:


ELABORAZIONE
In questa fase l'elaboratore elabora (con la sua UNITA' ARITMETICO LOGICA o ALU) la formula
relativa alla risoluzione dell'equazione di Primo Grado ax+b=0.
STUDIO DEL CICLO ITERATIVO IF..THEN..ELSE
In questo programma sorge la necessita' di introdurre un ciclo iterativo da inserire durante la
elaborazione. Cio' e' dovuto al fatto che le variabili che intervengono nell'elaborazione a,b possono
anche assumere valore zero e in questo caso la risoluzione del problema potra' anche non essere
possibile. In ITALIANO si dira' " SE a=0 ALLORA SE b e' diverso da 0 ALLORA STAMPA 'LA
EQUAZIONE RISULTA IMPOSSIBILE' ALTRIMENTI STAMPA 'LA EQUAZIONE RISULTA
INDETERMINATA'; SE a e' diversa da zero ALLORA COMINCIA A
STAMPARE 'LA EQUAZIONE RISULTA POSSIBILE'; La radice dell'equazione risulta x=-b/a e
finisci.
Di conseguenza si scrivera' nel modo seguente:
IF a=0 THEN IF b<>0 THEN WRITELN('LA EQUAZIONE RISULTA IMPOSSIBILE') ELSE
WRITELN('LA EQUAZIONE RISULTA INDETERMINATA');
IF a<>0 THEN BEGIN WRITELN('LA EQUAZIONE RISULTA POSSIBILE');
x:=-b/a; end;

Nona Parte) STUDIO DELLA SESTA FASE DELLA PROGRAMMAZIONE:


ESTRAZIONE DELL'ELABORAZIONE(OUTPUT)
Dopo l'elaborazione necessita fare stampare nel monitor i risultati di essa. Questa fase prende il nome do
OUTPUT.
Si procede in questo modo: si digitera':
WRITELN(' LA EQUAZIONE DI PRIMO GRADO PRESENTATA AMMETTE LA RADICE x=',x);
Il programma terminera' digitando END.

Decima Parte) STUDIO DELLA SETTIMA FASE DELLA PROGRAMMAZIONE:


INDENTAZIONE DEL PROGRAMMA
Prima di passare al salvataggio del programma ed alla sua esecuzione si dovra' scrivere il programma
rispettando la INDENTAZIONE. Cio' e' dovuto al fatto che nella digitazione dobbiamo rispettare(anche
se cio' non e' un obbligo) determinati incolonnamenti. Per capire bene quanto si vuole dire conviene
guardare il programma gia' digitato.

PROGRAMMI CON PRESENZA DI PROCEDURE E PROGRAMMI GRAFICI


Sono questi i programmi piu' complessi della programmazione in PASCAL per capire i quali necessita
analizzare i relativi programmi (di difficolta' C) che seguiranno questo trattato sulla programmazione. Si
deve solo dire che i programmi con PROCEDURE seguono il metodo TOP-DOWN ovvero essi sono
suddivisi in tanti sotto-programmi. Tra i programmi di difficolta' C vi e' anche il programma
EQGR1PRO.PAS che e' identico a quello gia' digitato prima solo che sono presenti in esso le
PROCEDURE.

Dopo la riga della intestazione finita con ; si deve digitare USES CRT GRAPH3 ed alla fine, nella riga
precedente END., si digitera' READLN oppure REPEAT UNTIL KEYPRESSED.

PREPARAZIONE TEST CON LA PROGRAMM.PASCAL


Con il linguaggio di programmazione PASCAL si possono preparare dei TEST personalizzati in
riferimento a parti di Programmi di tutte le materie.
Nei Laboratori di Informatica e Multimediale dell'Istituto Magistrale "M.F.QUINTILIANO" di
Siracusa sono presenti, preparati dal Prof.Sampognaro su richiesta dei Docenti di varie materie
vari test di ITALIANO,STORIA,GEOGRAFIA,MATEMATICA,INGLESE,FRANCESE,
CULTURA GENERALE e su QUOZIENTE INTELLETTIVO.

TRASFORMAZIONE PROGRAMMI PASCAL DA ESTENSIONE


.PAS AD ESTENSIONE .COM E QUINDI SUBITO ESEGUIBILI
SENZA CARICARE IL LINGUAGGIO PASCAL.
Per eseguire la TRASFORMAZIONE è preferibile caricare il programma in Linguaggio di
Programmazione Pascal, versione 3. Entrati nel quadro principale di PASCAL3 attraverso la carica del
file TURBO.COM si eseguono i seguenti passaggi:
1) Si carica il programma premendo W e digitando il nome del file
2) Si entra in Opzioni di Compile premendo O
3) Si sceglie cHn-file premendo H
4) Si chiede di compilare tale programma in Com premendo C
5) Si esce (Quit) da tale quadro premendo Q
6) Si preme quindi C per fare eseguire la compilazione in .Com

SEGUE INFINE L'EDIT DI 3 FILE IN BASE AI 3 TIPI DI DIFFICOLTA'


PER MINIMA DIFFICOLTA' SI PRESENTA IL PROGRAMMA:
CALCOLO DELLA MEDIA ARITMETICA DI 3 NUMERI
MEDARITM.PAS
program media_aritmetica_di_tre_numeri(imput,output);
uses crt;
var
a,b,c,s,m:real;
begin
clrscr;
writeln;writeln;
writeln(' CALCOLO DELLA MEDIA ARITMETICA TRA 3 NUMERI');
writeln;writeln(' a cura del Prof.SAMPOGNARO GIUSEPPE ');
writeln;writeln;
write ('DAMMI IL PRIMO NUMERO: a=');
readln (a);
write ('DAMMI IL SECONDO NUMERO: b=');
readln (b);
write ('DAMMI IL TERZO NUMERO: c=');
readln (c);
S:= A+B+C;
m:= S/3;
writeln ('LA MEDIA ARITMETICA DI TRE NUMERI RISULTA:=m=',m:0:2);
readln
end.

PER MEDIA DIFFICOLTA' SI PRESENTA IL PROGRAMMA:


RISOLUZIONE EQUAZIONE DI SECONDO GRADO
EQ2GRADO.PAS
program risoluzione_equazione_di_secondo_grado;
uses crt;
var
a,b,c,delta,x1,x2,pr,pi:real;
begin
clrscr;
writeln;writeln;writeln;
writeln(' PROGRAMMA PER LA RISOLUZIONE DI UNA');
writeln(' EQUAZIONE DI SECONDO GRADO ');
writeln(' DI EQUAZ.GENERICA ax^2+bx+c=0 ');
writeln;writeln;
writeln(' autore Prof.SAMPOGNARO Giuseppe');
writeln;writeln;writeln;writeln;
repeat
write('dammi il valore del coefficente di x^2: a=');
readln(a);
until a<>0;
write('dammi il valore del coefficente di x: b=');
readln(b);
write('dammi il valore del termine noto: c=');
readln(c);
delta:=b*b-4*a*c;
if delta >0 then
begin
x1:=(-b-sqrt(delta))/(2*a);
x2:=(-b+sqrt(delta))/(2*a);
writeln('LE SOLUZIONI RISULTANO REALI E DISTINTE');
writeln('LA RADICE MINORE RISULTA x1=',x1:0:2);
writeln('LA RADICE MAGGIORE RISULTA x2=',x2:0:2);
end;
if delta =0 then
begin
x1:=x2;
x1:=-b/(2*a);
writeln('LE SOLUZIONI SONO REALI E COINCIDENTI');
writeln('IL VALORE DELLA RADICE RISULTA x1=x2=',x1:0:2);
end;
if delta <0 then
begin
writeln('LE SOLUZIONI SONO COMPLESSE E CONIUGATE');
end;
readln
end._

INFINE PER ALTA DIFFICOLTA' SI PRESENTA IL PROGRAMMA:


RISOLUZIONE EQUAZIONE DI PRIMO GRADO CON PROCEDURE
EQGR1PRO
{* Prima fase: INTESTAZIONE *}
program risoluzione_di_una_equazione_di_primo_grado_con_procedure;
uses crt;
{* Seconda fase: DICHIARAZIONE VARIABILI *}
var a,b,x:real;

{* Terza fase: PRESENTAZIONE PROGRAMMA *}


procedure presenta;
begin
clrscr;
writeln(' RISOLUZIONE EQUAZIONE DI PRIMO GRADO CON PROCEDURE ');
writeln(' del tipo ax+b=0 ');
writeln;
writeln(' a cura del Prof. SAMPOGNARO GIUSEPPE ');
writeln;
end;

{* Quarta fase: INTRODUZIONE VARIABILI *}


procedure input;
begin
write('IL COEFFICENTE DELLA X RISULTA: ');
readln(a);
write('IL TERMINE NOTO RISULTA: ');
readln(b);
end;

{* Quinta fase: ELABORAZIONE CON CICLO IF..THEN..ELSE *}


procedure elaboraz;
begin
if a=0 then
if b=0 then
writeln('LA EQUAZIONE RISULTA INDETERMINATA') {*OUTPUT*}
else
writeln('LA EQUAZIONE RISULTA IMPOSSIBILE'); {*OUTPUT*}
if a<>0 then
begin
writeln('LA EQUAZIONE RISULTA POSSIBILE');
x:=-b/a; {*ELABORAZIONE*}

{* Sesta Fase: ESTRAZIONE DEI RISULTATI (OUTPUT)*}


writeln('LA EQUAZIONE RISULTA VERIFICATA PER x=',x:0:2);
end;
end;
{* PROGRAMMA PRINCIPALE *}
begin
presenta;
input;
elaboraz;
readln
end.