Sei sulla pagina 1di 1

ALMALATINA

SERGIO TROJSE, mandolino


EMANUELE BUZI, mandolino solista
VALDIMIRO BUZI, mandolino e mandola
ANDREA FASOLA, chitarra
WALTER PLANAMENTE, contrabbasso
ANDREA BONIOLI, percussioni
MARIA AUSILIA D’ANTONA, voce

Il Canto di Partenope
Viaggio musicale nella storia della Canzone Napoletana d’autore

Io te vurria vasà (Russo – Di Capua)


Michelammà (Anonimo del 1600)
Fenesta Vascia (Anonimo del 1500)
Cicerenella (Anonimo del 1700)
S’io fosse (Anonimo del 1800)
Canzona Marenara (Donizetti)
‘E Spingule Francese (Di Giacomo – De Leva)
Te voglio bene assaje (Sacco – Campanella)
‘A Vucchella (Tosti – D’ Annunzio)
Tarantella di Piedigrotta (Ricci – D’ Arienzo)

Reginella (Lama – Bovio)


Era de maggio (Di Giacomo – Costa)
Marechiare (Tosti – Di Giacomo)
Chiove (Bovio – Nardella)
Canzona Appassiunata (Mario)
Santa Lucia Luntana (Mario)
Dauje Paravise (Mario – Parente)
‘Na sera ‘e maggio (Cioffi – Pisano)
Simmo ‘e Napule paisà (Valente – Fiorelli)
Funiculì Funiculà (Denza - Turco)

Il concerto, oltre all’esecuzione dei brani musicali, prevede la contestualizzazione


degli stessi attraverso delle note storico-stilistiche che aiutano l’ascoltatore a meglio
comprendere il genere proposto. Il cammino musicale ripercorre i momenti più
significativi della storia del canto a Napoli, a partire dalle villanelle del 1500 fino alla
produzione dell’immediato dopoguerra.