Sei sulla pagina 1di 16

I pronomi riflessivi

• Nei verbi riflessivi l’azione compiuta dal soggetto ricade nella


maggior parte dei casi sul soggetto stesso.
• I verbi riflessivi si coniugano combinandosi con i pronomi
riflessivi.
• solo i verbi transitivi possono avere anche la forma riflessiva.
• Quando coniughiamo i verbi riflessivi nei tempi composti,
usiamo sempre l’ausiliare «essere» e quindi dobbiamo
cambiare la vocale del participio passato.
LAVARE LAVARSI CONOSCERE CONOSCERSI SENTIRE SENTIRSI
( forma (forma (forma ( forma riflessiva) ( forma (forma
transitiva) riflessiva transitiva) transitiva) riflessiva)
lavo mi lavo conosco mi conosco sento mi sento
lavi ti lavi Conosci ti conosci senti ti senti
lava si lava conosce si conosce sente si sente
laviamo ci conosciamo ci conosciamo sentiamo ci sentiamo
laviamo
lavate vi lavate conoscete vi conoscete sentite vi sentite
lavano si lavano conoscono si conoscono sentono si sentono
• tu ti lavi i denti?. / tu ti sei lavato i denti?.
• Cristiano si lava le mani / Cristiano si è lavato le mani.
• I nostri genitori si conoscono da molto tempo / i nostri genitori si
sono conosciuti all’università.
• Maura si sente male e non va a lavorare. / Maura si è sentita male e
non è andata a lavorare.
• Io mi sento molto bene qui / io mi sono sentito molto bene qui
Con i verbi modali “potere”, “dovere”, “volere”
l’ausiliare cambia con la posizione del pronome riflessivo. Se
il pronome riflessivo si trova prima del verbo modale si usa
l’ausiliare “essere” (a); se il pronome riflessivo è dopo l’infinito si
usa l’ausiliare “avere” (b).
• (a) Ieri mi sono dovuta alzare alle 6.
• (b) Ieri ho dovuto alzarmi alle 6.
• (b) i bambini non hanno voluto lavarsi.
• (a) i bambini non si sono voluti lavare.
• (b) Isabella ha potuto sposarsi in chiesa
• (a) Isabella si è potuta spsare in chiesa
UNITÀ 9 : I COLORI
Esistono dei verbi che non si riferiscono a una persona o cosa
determinata, ma indicano un fatto in se stesso senza precisare
chi compie l’azione.
Questi verbi si chiamano impersonali e si usano
solamente alla terza persona singolare o alla terza persona
plurale Dipende dal complemento oggetto.
E’ possibile rendere impersonale qualsiasi verbo mettendo la
particella si davanti al verbo alla terza
persona singolare o plurale ( in tutti i modi e i tempi) Si può
usare anche il pronome « uno» ( una persona).
• In questo ristorante si mangia bene. / in questo
ristorante uno (= una persona) mangia bene.
• Se si studia, si impara. / se uno (una persona) studia,
impara.
• In Italia e in Perù si possono bere dei buoni vini. / in
Italia e in Perù uno (una persona) può bere dei buoni
vini .
• In Italia si vive bene. / In Italia uno (una perona) vive
bene.
• Per strada si vedono molte persone e molte macchine
/ Per strada uno vede molte persone e molte
macchine.
• In trattoria si possono mangiare molti piatti tipici local
/ In trattoria uno può mangiare molti piatti tipici locali.