Sei sulla pagina 1di 3

Test

1 Un corpo può essere considerato un punto materiale quando:


A è in quiete.
B è sferico.
C ha una massa trascurabile.
D le sue dimensioni sono piccole rispetto all’ambiente in cui si trova.
(Risp. D: per definizione di punto materiale)

2 Il corpo rigido è un:


A oggetto assolutamente non elastico.
B oggetto esteso che subisce deformazioni quando gli vengono applicate forze molto intense.
C oggetto esteso che non subisce deformazioni qualsiasi siano le forze che gli vengono
applicate.
D modello che descrive il comportamento del punto materiale.
(Risp. C: per definizione di corpo rigido).

3 La forza vincolare è una forza:


A dipendente dalla natura del vincolo che la determina.
B di intensità indefinita, in quanto il vincolo adatta la sua reazione alla forza che agisce su di
esso.
C che impone a un corpo rigido di muoversi in una sola direzione.
D che si oppone, sempre e solo, alla forza peso degli oggetti.
(Risp. B:La motivazione è già nella risposta).

4 Un’automobile è tenuta in equilibrio sul piano inclinato di una bisarca da un cavo di acciaio. La
tensione del cavo è:
A direttamente proporzionale alla forza peso dell’auto.
B inversamente proporzionale alla forza peso dell’auto.
C direttamente proporzionale alla lunghezza del piano inclinato.
D inversamente proporzionale alla lunghezza del piano inclinato.
(Risp.A: in questo caso la forza equilibrante è data dalla tensione del cavo e poiché F eq=Fpeso·h/l
allora essa è direttamente proporzionale alla forza peso).

5 Quando a un corpo rigido sono applicate due forze, esse si possono sommare:
A solo se agiscono sulla stessa retta d’azione.
B solo se sono tra loro parallele e concordi e la risultante è interna alle due forze.
C indipendentemente dal loro orientamento relativo, spostandole lungo la propria retta
d’azione e sommandole con la regola del parallelogramma.
D indipendentemente dal loro orientamento relativo, sommandole direttamente con la regola
del parallelogramma.
(Risp. C: in quanto gli effetti delle forze non cambiano se si spostano lunga la loro linea di azione e
si applica la regola del parallelogramma, in quanto le forze sono dei vettori. E´ sottointeso che le
forze non siano parallele).

6 Il braccio di una forza F rispetto a un punto
 O è dato dalla distanza
A tra il punto O e la punta del vettore F .

B tra il punto O e la coda del vettore F .
C tra il punto O e il modulo del vettoreF.
D tra il punto O e la retta che contiene F .
(Risp. D: per definizione di braccio di una forza).

7 Il momento di una forza F rispetto a un punto O è:
A un vettore che ha modulo uguale al prodotto dell’intensità della forza per il braccio della
forza rispetto a O.
B un vettore che ha modulo uguale al quoziente fra l’intensità della forza e il braccio della
forza rispetto a O.
C uno scalare uguale al prodotto dell’intensità della forza per il braccio della forza rispetto a O.
D uno scalare uguale al quoziente fra l’intensità della forza e il braccio della forza rispetto a O.
(Risp. A: per definizione di momento di una forza).
8 Quale delle seguenti affermazioni è corretta?
A Il punto materiale si può spostare nello spazio e può ruotare se su di esso agisce una forza.
B Il punto materiale è in equilibrio quando la somma algebrica di tutte le forze ad esso
applicate è nulla.
C Il corpo rigido si può spostare nello spazio e può ruotare: esso è in equilibrio quando la
somma vettoriale di tutte le forze applicate è nulla.
D Il corpo rigido si può spostare nello spazio e può ruotare: esso è in equilibrio quando le
somme vettoriali di tutte le forze e di tutti i momenti ad esso applicati sono nulle.
(Risp. D: per le condizioni generali di equilibrio di un corpo rigido).

9 Una carriola piena di cemento è sospesa a una gru. Se la carriola è ferma puoi concludere che
su di essa:
A non agisce alcuna forza.
B non agisce alcun momento.
C agisce una forza totale uguale al momento totale.
D agiscono una forza totale nulla e un momento totale nullo.
(Risp. D: basta applicare le condizioni generali di equilibrio di un corpo rigido).

10 Una leva è in equilibrio quando:


A il momento della forza resistente è uguale al momento della forza motrice.
B il momento della forza resistente è uguale e opposto al momento della forza motrice.
C la forza resistente è uguale alla forza motrice.
D la forza resistente è uguale e opposta alla forza motrice.
(Risp. B: la somma dei due momenti è nulla e quindi il momento della forza resistente è opposto a
quello della forza motrice).

11 Un corpo appeso dal basso per un punto P è in equilibrio:


A stabile.
B instabile.
C indifferente.
D non può essere in equilibrio.
(Risp. B: l´equilibrio è instabile in quanto il baricentro si trova al di sopra del punto P).

12 È possibile mantenere in equilibrio un ombrello sulla punta di un dito solo se:


A il peso dell’ombrello è equilibrato dalla forza esercitata dal dito.
B il baricentro dell’ombrello sta sulla retta verticale che passa per la punta del dito.
C il momento totale agente sull’ombrello è un vettore perpendicolare al terreno.
D il momento totale agente sull’ombrello è uguale alla forza vincolare esercitata dal dito.
(Risp. B: se la verticale passante per il baricentro non cadesse per la punta del dito, il peso dell
´ombrello non verrebbe annullato dalla reazione vincolare e l´ombrello cadrebbe).