Sei sulla pagina 1di 5

IL SISTEMA BINARIO

Sappiamo tutti quali numeri decimali sono: 1, 2, 3, 4, 5, ecc. Tuttavia, esistono molti
altri sistemi numerici, come numeri esadecimali (ad esempio: 3F2B) o numeri binari
( ad esempio: 10101011), che può sembrare criptico e privo di significato. Questi
numeri esadecimali o binari possono essere facilmente convertiti in numeri decimali
noti. Quindi, perché esistono questi altri sistemi e perché ne abbiamo bisogno anche
se i numeri decimali “normali” (1, 0, 9, 2 ecc.) Possono essere utilizzati per tutto ciò
che si può pensare?
Esistono altri sistemi numerici perché ci sono usi specifici in cui un certo sistema
numerico è più facile da usare e offre vantaggi rispetto ad un altro.

Il nostro sistema numerico più comune è il sistema decimale (o “base 10”). Ha 10


numeri (0-9), che possono essere usati per descrivere qualsiasi numero possibile che
usiamo quotidianamente. È molto conveniente per contare e calcoli, in più è il più
intuitivo. Probabilmente è nato dal fatto che fin dall’antichità i popoli usavano le dita
per contare, e guarda caso, le dita sono proprio 10! 
Un altro sistema numerico è il sistema esadecimale (o “base 16”). Ha 16 numeri (0-9
e A-F). È molto comodo descrivere il valore dei byte usati nell’informatica.
Il terzo sistema numerico, quello che ci interessa da vicino, è il sistema binario (o
“base 2”). Ha 2 numeri (0 e 1), e viene utilizzato per rappresentare il valore dei bit –
il tipo di informazioni memorizzate nella memoria del computer. Ha diversi vantaggi
nell’elettronica e offre anche alcuni vantaggi matematici.
I numeri binari ed esadecimali sono ampiamente usati nell’informatica. I numeri
binari possono essere considerati la rappresentazione di base di un numero in un
dispositivo elettronico. Rappresentano uno stato ON (1) e uno stato OFF (0). Molti di
questi stati ON e OFF rappresentano un numero decimale, ad esempio:

Binario Decimale
0001 –> 1
0010 –> 2
0011 –> 3
1000 –> 8

Ogni computer è costituito da molti componenti elettronici. Un computer è costruito


con molte connessioni e componenti, che vengono utilizzati per trasferire e archiviare
dati, nonché per comunicare con altri componenti. La maggior parte di ciò che
memorizza, trasferisce e comunica avviene con l’elettronica digitale. L’elettronica
digitale usa il sistema binario (ON / OFF). Un segnale elettrico con una serie di
impulsi ON / OFF è uguale a un numero binario. In altre parole tutto quello che
succede all’interno di un computer è caratterizzato da soli impulsi elettrici.

Nell’elettronica, un livello di tensione o flusso di corrente è un modo per


rappresentare un valore. Ad esempio, 5 V (volt) rappresenta un’informazione ON (1),
mentre 0 V (volt) OFF (0), quindi, ironicamente parlando, si può dire che un
computer ha solo due dita per contare!

Due stati chiaramente distinti che richiedono minima quantità di circuiti necessari,
che si traduce in una minore quantità di spazio, consumo di energia e costi ridotti.
Quindi pensate a quando visualizzate un’immagine, ascoltate un suono, o
semplicemente navigate in internet, alla marea di impulsi elettrici che ogni secondo
scorrono all’interno dei circuiti del vostro computer.
Miliardi di zero e di uno che scorrono silenziosamente sotto i vostri occhi!