Sei sulla pagina 1di 4

Dominio:

hunterbestdeals.com

Motivo:
il dominio si presta bene perche’ hunter significa “cacciatore”, “cercatore”, associato a best
deals (migliori accordi/affari) giustifica la creazione di un blog network dove pubblicare i propri
articoli riguardanti i prodotti che verranno sponsorizzati.

Modo
Parlo di network anche perche’ il dominio si presta bene alla creazione di una serie di
sottodomini (web.henterbestdeals.com, come freelancer.hunterbestdeals.com,
enterpreteur.hunterbestdeals.com e cosi’ via....), che verranno sfruttati per creare una serie di
articoli che riguardano prodotti di Affiliate Marketing inerenti all’argomento del blog scelto.
L’idea base e’ quindi di affiliare ogni singolo blog ad una serie di articoli/prodotti che
permetteranno di fidelizzare l’utente e di fargli capire che la nostra intenzione e’ fargli salvare
denaro tramite l’acquisto dei prodotti che andremo a sponsorizzare.

Per la perfetta riuscita di questa idea dovremo creare delle Landing Page per ogni prodotto, una
volta trovata la landing page adatta (strutturalmente parlando) potremmo applicarla a tutti i
prodotti/articoli che abbiamo pubblicato all’interno del sito; questo perche’ ci saranno
determinati prodotti che vista l’utenza che attirano monetizzeranno meglio con certe strutture
che con altre.

Per raggiungere questo risultato dovremmo avere a disposizione un numero di Landing


Page, che si diversificheranno per grafica e struttura, in modo da fare dei test A/B che ci
permetteranno di scegliere al meglio la struttura che monetizza al meglio.

Traffico
Per raggiungere qualche risultato anche semplicemente con gli A/B test, avremmo bisogno di
una certa mole di traffico. Principalmente il traffico si raggiunge in due modi:
● motori di ricerca (Google, Yahoo)
● link in entrata (quindi tutti i tipi di link che punteranno al nostro sito)

Per aumentare il numero di ingressi tramite i motori di ricerca sara’ necessario scrivere buon
codice, ma non soltanto! Per prima cosa c’e’ da pensare a come costruire la perfetta pagina per
i motori di ricerca, quindi sia la struttura html che i contenuti dovranno essere scritti in maniera
impeccabile. E’ importante che per ogni articolo verranno scelte importanti keyword e che
queste keyword vengano ripetute durante l’articolo ma in modo sapiente, quindi inserire queste
keyword all’interno di frasi pertinenti e non a caso giusto per aumentarne il numero. Questa
tecnica si chiama densita ottimale di parole chiave, e comporta l’utilizzo di questa importante
tecnica per aumentare il posizionamento naturale dell’articolo stesso.

Ma abbiamo parlato anche che i link in entrata sono veramente importanti, non tanto per il
posizionamento che verra ricevuto dai motori di ricerca, ma piu’ che altro perche’ se questi link
vengono posizionati nei posti giusti e vengono resi molto visibili nell’immediato riescono ad
attirare molto piu’ traffico di quello che un motore di ricerca il piu’ delle volte puo’ fare. Non mi
fraintendere i motori di ricerca sono utilissimi per portare risultati a lungo termine, infatti se
riesci ad agganciarti ad un keyword davvero buona il traffico verra’ portato a migliaia e sara’
difficile farsi spostare!

Ascoltami bene non esistono facili soluzioni per questo! Bisogna lavorare sodo applicando al
massimo le conoscenze acquisite su ogni singolo articolo, ma per costruire dei link in entrata
esistono veramente infiniti metodi! Andiamo a vedere cosa possiamo fare per costruire una rete
di link in entrata:
● FaceBook - Questa e’ un’ottima piataforma sul quale iniziare a creare traffico, esistono
milioni gi utenti gia’ organizzati per gruppi di persone che condividono gli stessi
interessi. Quindi potremmo andare a colpire questo traffico targettizzato in modo da
portarlo sui nostri siti. Ma per fare questo bisogna studiare dei contenuti adatti, non
soltanto pubblicizzare l’ultimo articolo/prodotto pubblicato, ma creare proprio una
relazione tra il lettore ed il sito, farlli interessare ai nostri articoli/prodotti.
● Twitter - qua vale lo stesso identico discorso fatto per il punto precedente, ma la
comunita’ di persone hanno preferenze a messaggi differenti, massimo 160 caratteri
(consigliato 140) quindi avere questo in mente quando si organizzano gli articoli;
● Directory - le directory sono degli strumenti molto potenti per la costruzione di link in
entrata, esistono siti come digg.com, delicious.com, e molti molti altri (una futura ricerca
elenchera’ i migliori siti per questo scopo) dove e’ possibile inserire gli aritoli/prodotti su
siti di maggior rilevanza e traffico del nostro;
● Interno - per prima cosa ricordiamoci che stiamo costruendo un network, quindi e’
legittimo che il sito principale raccolga gli articoli dei blog interni al blog che
semplicemente questo creera dei link in entrata, ma anche man mano che
pubblicheremo i nostri articoli nei singoli blog che quest’ultimi si interlinkino tra loro,
segnalandoli al’interno del corpo facendoli collegare all’utente come relativi ed
importanti per lo stesso scopo dell’articolo che stanno correntemente leggendo;
● Newsletter e Email Marketing - ci sono ottimi articoli in rete in grado di insegnare
queste tecniche e fare in modo che tramite un singolo link in una email si porti l’utente
direttamente al nostro articolo/prodottoo alla pagina di vendita vera e propria del
prodotto.
Come e’ possibile notare una volta compreso il meccanismo del quale percorso sia possibile
fare, e’ arrivato il momento di vedere un poco come sia realizzabile questa Landing Page, la
pagina dove descriveremo e recensiremo il prodotto che vogliamo vendere.

Come Scrivere per una Landing Page


● Se il traffico alla pagina viene generato da un link esterno bisogna ricordarsi di
mantenere il titolo del link uguale al titolo della pagina, quindi se la pagina viene
intitolata “Come fare soldi online” dobbiamo usare lo stesso testo anche per il link che
andremo a spargere attraverso la rete;
● Provvedere di un bottone-azione - i bottoni-azione servono per essere notati e farsi
cliccare, qualsiasi stile del bottone azione deve essere rispettato attraverso la pagina e
in media deve essere ripetuto al max 2 volte su una corta landing page per arrivare ad
un massimo di 4 su di una piu’ lunga (e’ possibile fare degli A/B test per trovare la
soluzione migliore;
● Scrivere in seconda persona - Sopratutto nelle Landing Page e’ importante far
coninvolgere il visitatore anche soltanto l’utilizzo della seconda persona, nessuno
considera molto le tue risorse e i tuoi prodotti se non sono utili a loro per primi;
● Scrivere per dare un chiaro e persuasivo messaggio
● Si possono scrivere lunghi testi fintanto che sono utili - il senso e’ questo fintanto
che un testo e’ utile possiamo continuare a scrivere! Per capire quando possiamo
andare oltre pensiamo anche che se in una pagina e’ presente una vendita ha piu’
senso scrivere lunghi testi che raccolgano i motivi e le qualita’ del prodotto, nonche’
qualche testimonianza. Ma visto che i nostri testi saranno recinsioni e descrizioni di
quello che e’ possibile comprare generalmente potremmo scrivere tra le 400 e 600
parole;
● Essere chiaro con i propri scopi - se la pagina e’ stata creata per vendere o per
dirigere traffico, dichiaralo con parole tue fai in modo che l’utente possa capire cio’ che
gli vuoi far fare senza troppi rigiri;
● Mantieni i punti piu’ importanti all’inizio del paragrafo e delle liste - questo perche’
gli utenti internet scannerizzano le pagine e vogliono trovare facilmente cio’ che stanno
cercando;
● In relazione a quanto descritto sopra dobbiamo ricordare che le persone leggono molto
piu’ volentieri le parti inizialil e finali di un testo prima di leggere il corpo centrale;
● Il primo paragrafo deve essere abbastanza corto ma racchiudere allo stesso tempo il
succo delle informazioni che l’utente trovera’ piu’ in basso, e’ inoltre buona norma
evidenziare questo primo paragrafo anche tramite effetti grafici (uno sfondo, una
tipografia diversa / piu’ grande / in grassetto);
● Rimuovere le distrazioni - anche se le nostre landing page saranno presenti come
articolo di un blog, dobbiamo assicurarci che l’utente “fara fatica” a lasciare la pagina, da
rimuovere quindi parti come la navigazione, la sidebar generale ecc... Potrebbero
trovare posto in queste posizioni link che puntano ad altri prodotti/articoli che
promuoviamo ma sempre inerenti alla pagina in questione;
● Testare, testare, testare - Il punto focale di questa discussione rimane provare!
Tentare nuovi modi e controllare quanto questi possano funzionare in una landing page
per trovare la pagina perfetta che possa incrementare le vendite dei prodotti.

Servizi
Il servizio principale che possiamo utilizzare si chiama clickbank.com che ha una grossa risorsa
di link e prodotti da pubblicizzare ed in piu’ e’ possibile trovare specifiche affiliazioni per gli
argomenti dei vari blog interni.
Esempio abbiamo un blog che parla di prodotti per Mac (giusto un esempio) e per questo
specifica tipologia di utenti potremmo iniziare a sponsorizzare anche i famosi bundle (ne
esistono molti altri), una collezione di programmi per mac a basso costo. E cosi’ via per le altre
tipologie di blog.

Risorse
Piccola collezione a link ed articoli che possono complementare questa lettura:
● http://www.copyblogger.com/landing-pages/
● http://www.problogger.net/archives/2010/07/02/how-to-create-a-facebook-landing-page-
for-your-blog/
● http://www.problogger.net/archives/2010/01/19/perform-a-landing-page-analysis-on-
your-blog/