Sei sulla pagina 1di 3

In pochi sapranno che con il noto programma 

VLC Player è anche possibile creare dei video clip,


tagliando direttamente all’interno del programma il filmato in questione, senza appoggiarsi ad alcun
software esterno.
VLC è da sempre il player di riferimento per chi guarda spesso video sul computer, grazie alla sua
capacità di leggere praticamente tutti i formati esistenti. Oggi scopriremo quanto è facile usare lo
stesso VLC per salvare solamente dei pezzi dei nostri video.

1. Per prima cosa ovviamente scaricate ed installate VLC


2. Aprite VLC e cliccate sul menu Visualizza quindi selezionate la voce Controlli avanzati
3. Aprite il video che volete tagliare. Usate lo slider per navigare fino al punto da cui volete iniziare
a creare il video. Muovetevi con precisione utilizzando il pulsante Fotogramma per fotogramma,
posto alla destra dei controlli avanzati. In questo modo potete posizionarvi con precisione sul punto
in cui volete iniziare a registrare.
4. Premete il pulsante Registra alla sinistra dei controlli avanzati. Quando il pulsante Registra è
premuto cliccate Play e lasciate scorrere il video fino al punto in cui volete concluderlo. Alla fine
della sezione desiderata premete ancora Registra

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Altre 53 cose da fare con VLC


Ok, non sono 53, ma mi piaceva il titolo con riferimento alla Guida galattica, che tanto nessuno avrà
colto.
VLC è forse il più famoso programma per la riproduzione di file multimediali (ossia audio e video) in
circolazione, almeno tra quelli gratuiti e open source. In altri termini, il più famoso tra quelli che potete
scaricare e installare sul vostro computer senza problemi. I suoi punti di forza principali sono le
dimensioni ragionevolmente compatte, la disponibilità per tutti i principali sistemi operativi (esiste sia
per Windows, sia per Mac, sia per sistemiUNIX/Linux) e la capacità di riprodurre più o meno qualsiasi
tipo di formato video, senza bisogno di installare codecs supplementari. In pratica, ci potete vedere
qualsiasi cosa.
Lo potete scaricare dal sito ufficiale, nel formato adatto al vostro sistema operativo. Per gli
utenti Windows, una breve nota su un problema che potrebbe verificarsi, in fase di installazione: se per
qualche motivo VLC rifiuta di farsi installare, sostenendo che voi non avete i privilegi di amministratore
sul computer, c’è una semplice soluzione per aggirare il blocco. Se siete davvero gli amministratori,
cliccate col tasto destro del mouse sul file di installazione, scegliete “Proprietà”, poi “Compatibilità” e
selezionate la voce “Esegui questo programma come amministratore”. Applicate e date l’Ok.

VLC è principalmente un programma per la riproduzione di files multimediali, ma non solo. Oltre a
permetterci di aprire quasi tutti i formati video e audio, possiede anche altre caratteristiche, che lo
differenziano da un comune lettore (come Windows Media Player, per esempio). Vediamone alcune.

Qui sopra vediamo ciò che ci appare all’apertura del programma, se nessun video è caricato. La
maggior parte dei pulsanti dovrebbe essere chiara già a prima vista; in caso di dubbi, potete comunque
spostare il puntatore del mouse sopra il pulsante che non conoscete e vi apparirà in sovraimpressione
una breve descrizione di quello che fa.
Concentriamoci però sui tre pulsanti centrali, e in particolare sul pulsante destro di quel gruppo: lo
ritroveremo spesso, perché ci permette di accedere alle impostazioni estese di VLC. Le impostazioni
estese ci consentono di manipolare audio e immagini di un filmato in molti modi diversi, che vanno
anche ben al di là delle normali competenze di un lettore. In alternativa, possiamo accedere alle
impostazioni estese anche dal menu Strumenti ->Effetti e filtri, oppure premendo CTRL + E.

Altra cosa che tornerà utile, se vogliamo modificare un video, è attivare la barra dei controlli avanzati:
per farlo, basta selezionare dal menu Visualizza la voce Controlli avanzati. Sopra la barra normale,
appariranno altri tasti, in questo modo:

Ritagliare una porzione di video. È una delle cose più semplici che si possono fare con VLC, a parte
guardare un video. Se vogliamo estrarre una sequenza da un video, cosa che capiterà spesso a chi si
dedica ai video montaggi, dovremo tenere d’occhio la terza icona della barra in alto, ossia quella
con A e B. Apriamo il video da cui vogliamo tagliare un pezzo, ma non avviamolo subito. Prima
dobbiamo decidere la parte da tagliare. Per farlo, basta spostare il cursore fino al punto di inizio della
parte da tagliare, poi clicchiamo sul pulsante che ho indicato sopra. La lettera A diventerà rossa.
Scegliamo ora il punto finale (sempre spostando il cursore) e clicchiamo sul solito pulsante. Anche la
lettera B diventerà rossa. Clicchiamo poi sul primo pulsante, quello col bollino rosso, che serve per
registrare, e avviamo il video normalmente. Partirà così la riproduzione della parte di video che noi
abbiamo selezionato, mentre VLC la registra. Conclusa la sequenza, clicchiamo di nuovo sul pulsante
col bollino rosso e nella nostra cartella dei video sarà saltata la porzione di video che ci interessa.

Salvare una singola immagine. Funzione molto semplice, che permette di “fotografare” una scena di
un video e salvarla come immagine: in altri termini, ciò che in inglese definiremmo uno screenshot. Per
farlo, basta usare il secondo pulsante della barra superiore, quello che ha vagamente l’aspetto di una
macchina fotografica: quando sullo schermo c’è l’immagine che vogliamo “fotografare”, noi clicchiamo
quel pulsante e l’immagine sarà salvata nella nostra cartella. È utile però mettere in pausa il video, se
vogliamo essere sicuri di centrare l’immagine giusta. Per scegliere la cartella in cui salvare le immagini,
poi, basta cliccare su Strumenti -> Preferenze -> Video e poi scendere all’ultima voce, che è appunto
“Schermate video”: lì possiamo impostare la cartella di salvataggio e il formato delle immagini (png,
oppure jpg).

Fotogramma per fotogramma. Per concludere lo studio dei controlli avanzati, l’ultimo dei quattro
pulsanti serve a far scorrere il video un fotogramma alla volta: a ogni click, il filmato avanzerà di un
fotogramma. Può essere utile se volete analizzare nei dettagli una scena, per un qualunque motivo. È
probabile, però, che questo pulsante non lo userete spesso, a parte forse per salvare l’immagine del
momento esatto che vi interessa, in una sequenza video.
Videoritocco. Con le impostazioni estese, invece, sono possibili svariati interventi di videoritocco su
ciò che stiamo guardando. Tra gli “Effetti video”, infatti, troviamo diverse schede, che permettono di
modificare e migliorare la qualità di un video (nei limiti del possibile). Dalla scheda “Di base”, ad
esempio, possiamo regolare la luminosità della scena: aumentare o diminuire luminosità, contrasto e
altri elementi che possono tornare utili se abbiamo a che fare con un video troppo buio (perché magari
è stato filmato in un ambiente buio o con una qualità approssimativa). La voce “Accentuazione”,
sempre nella stessa scheda, permette invece di rendere più nitida l’immagine, ossia di aumentare (o
ridurre) il suo rilievo rispetto allo sfondo, mentre la voce “Trasformazione” permette di ruotare il video,
cosa molto utile se stiamo un video registrato “di fianco”, come succede spesso coi cellulari. Se invece
andiamo alla scheda “Ripeti”, troveremo una opzione per aggiungere un logo al video (nel caso siamo
interessati a marchiarlo). Esistono poi svariate altre opzioni e cose che si possono fare coi video, ma le
lascerò scoprire a voi.

Registrare in streaming. Con VLC è anche possibile vedere e registrare video presenti sulla Rete, sia
semplici filmati di YouTube, sia trasmissioni in streaming (non tutte, ma spesso sì).
Per vedere un filmato di YouTube con VLC, clicchiamo sul menu Media e scegliamo Apri flusso di
rete: copiamo nello spazio l’indirizzo del video di YouTube e lo potremo riprodurre all’interno di VLC (se
siamo connessi, ovviamente). Per registrarlo e salvare il video, basterà usare il pulsante di
registrazione, che abbiamo già visto: quel pulsante col bollino rosso, che appare tra i controlli avanzati.
Per registrare, premiamo il tasto di registrazione prima dell’inizio del video e lo premiamo di nuovo alla
fine del vide.
Lo stesso procedimento che abbiamo visto per i filmati di YouTube può essere usato (o almeno
tentato), anche per gli altri tipi di streaming che troviamo in Rete, come le trasmissioni in streaming di
eventi sportivi, film, eccetera. Prima di tutto, si copia l’indirizzo dello streaming, poi si accede al
menu Media -> Converti/Salva. Nella scheda “Rete” si incolla l’indirizzo dello streaming, per poi
cliccare su “Converti/Salva” (in basso). Scegliamo adesso la cartella in cui salvarlo e il nome con cui
salvarlo (inserendo anche l’estensione del video, ossia .mp4, .ogg, .avi o quello che è, a seconda dei
casi). Dopodiché, naturalmente, avviamo.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Ciao ragazzi, oggi vi voglio spiegare come registrare spezzoni di film per poi pubblicarli nel
web. 

E’ tutto molto semplice : Scaricate il programma VLC media player , dopo di che aprite il
programma con il video di cui volete registrare un pezzetto, andate su “visualizza” e
selezionate “rapporti avanzati“. Sotto la schermata vedrete un nuovo pulsante ( il bottone
rosso per registrare ) , quando vi trovate in prossimità del pezzo che volete registrare, cliccate
il pulsante. In quel momento partirà la registrazione, per fermarla non dovete far altro che ri-
cliccare il pulsante. 

Il video verrà salvato automaticamente nel computer e da li lo potrete caricare su youtube o


ovunque vogliate. Semplice vero?? 

>> Con