Sei sulla pagina 1di 8

Secondo l’articolo 9 della Costituzione Italiana ,la Repubblica promuove lo sviluppo della cultura

e la ricerca scientifica e tecnica . ( diritto al patrimonio )


Tutela il paesaggio e patrimonio storico e artistico della nazione .
Il patrimonio culturale
- è elemento fondante dell’identità nazionale
- contribuisce alla qualità della vita individuale e collettiva degli italiani .
- inteso come bene pubblico
- costituito da beni culturali e beni paesaggistici
i beni culturali 1 sono :
-tutte le testimonianze materiali ed immateriali con valore di civiltà .
- i beni oggetto d’interesse :
storico
artistico
archeologico
etnoantropologico
bibliografico
archivistico
si può distinguere tra :
-Beni materiali2: dalla forma definita e stabile
-beni immateriali 3: esistono solo nel momento in cui avvengono
-beni mobili4 : possono essere spostati senza comprometterne l’integrità
-beni immobili : non possono essere spostati dal luogo sul quale sorgono
Comprende :
-architettura e urbanistica5
- aree archeologiche
-beni paesaggistici6: sono angoli del territorio dal particolare valore storico-estetico che
vanno tutelati in quanto beni realizzati dall’uomo.

1
Non si tratta di soli oggetti d’arte ,ma di tutto ciò che ha un valore storico : documenti, libri, monumenti,
strumenti, oggetti , vestiti)
2
Quadri ,statue ,strumenti musicali ,vestiti , architetture , reperti archeologici ,utensili
3
Feste e riti religiose , processioni , rappresentazioni popolari , cerimonie folkloristiche , gare sportive
storiche , artigianato artistico locale
4
Quadri,sculture,oggetti,monete vestiti ,strumenti ecc.
5
Quello che vi è connesso : affreschi, monumenti, arredo
6
Coste,vulcani,parchi naturali,fosreste,
Dato che i beni culturali sono d’interesse collettivo al fine di evitare :
-che siano esportati all’estero e sottratti alla pubblica fruizione;
-che si evitino danneggiamenti /distruzioni per uso improprio ;
sono soggetti ad un regime vincolistico :

inalienabilità Divieto di Diritto di Verifica Controllo delle


Esportazione prelazione dell’interesse soprintendenze
culturale

TUTELA E VALORIZZAZIONE DI BENI :


la tutela consiste nell’ individuazione di beni del patrimonio culturale al fine di garantirne la
protezione e conservazione per una pubblica fruizione .
per valorizzazione intendiamo la promozione della conoscenza del patrimonio culturale
finalizzata ad assicurare migliori condizioni di utilizzo e fruizione pubblica dello stesso
patrimonio per promuovere lo sviluppo della cultura

Tutelare Valorizzare
Preservare Attribuire nuovo valore
Salvaguardare Conferire maggior valore
Conservare Mettere a frutto il valore di qualcosa

Il patrimonio culturale è un bene che non deve soltanto essere tutelato /conservato ,ma va
valorizzato :
il bene culturale è una risorsa in grado di :
-innescare un processo di sviluppo socioeconomico del contesto in cui è ubicato ,
-incrementare l’attrattività del territorio ( turisti , capitali , risorse)
-migliorare la qualità della vita ( delle comunità locali dei territori )
Considerazioni su una migliore valorizzazione ed una migliore gestione sono strategie vincenti
per contrastare le difficoltà che il settore del patrimonio culturale sta riscontrando ,quali :
- scarsa attrazione di capitali e investimenti
- scarsa efficienza ed efficacia di interventi di valorizzazione
 mancanza di progettualità strategica
 assenza di servizi di offerta culturale
 qualità dei servizi culturali non ottimale
 assenza di gestione del patrimonio culturale
 scarsa diffusione della conoscenza e promozione del patrimonio culturale
 stagnazione della domanda culturale (modesti incrementi)
 Incapacità di destagionalizzare i flussi turistici
Tramite
PROGETTO DI VALORIZZAZIONE (Cosa valorizzare? Perché e per chi valorizzare?)
CONDIVISIONE DEL PROGETTO (collaborazione interistituzionale)
COINVOLGIMENTO DEI PRIVATI (coinvolgere gli stakeholder, animazione territoriale)
PATRIMONIO COME SISTEMA UNITARIO (insieme coordinato ed integrato di beni)
OFFERTA INTEGRATA DELLE RISORSE (integrazione verticale ed orizzontale tra settori della
filiera).
La strategia della puglia nei confronti dei beni culturali: orientamento e strumenti di
programmazione
1. legge regionale in materia di beni culturali
2. carta dei beni culturali
3. legge sul riconoscimento degli ecomusei
4. bando pubblico musei
5. carta dei beni culturali
6. polibibliotecari sbn
7. piano strategico della cultura
CHE COSA SONO I SAC ?
SISTEMI AMBIENTALI CULTURALI
Si tratta di aggregazioni di risorse ambientali e culturali del territorio organizzate sulla base di
un’idea di forza in grado di attivare percorsi avanzati di sviluppo e cooperazione inter
istituzionale per :
1. potenziare l’offerta culturale,
2. migliorare la qualità dei servizi,
3. qualificare i flussi turistici,
4. accrescere l’attrattività del territorio
5. creare occupazione e migliorare la qualità della vita nelle comunità locali.
Costituiscono una serie di beni e attività che vengono valorizzati in modo innovativo attraverso
azioni di gestione integrata in un contesto di percorso di sviluppo e attrattività territoriale
condotta a livello locale e regionale (puglia )
I SAC , coerenti con la pianificazione territoriale ed economica ,ne traducono gli obiettivi in
passaggi gestionali .
Segnano quindi il passaggio:
1. da una tutela del paesaggio alla sua valorizzazione (conservazione sostenibile )
2. Dalla gestione di un solo bene alla gestione integrata di beni culturali (sostenibilità
gestionale )
Cosa s’intende per gestione ?
- un’organizzazione di beni e mezzi materiali/immateriali finalizzata alla produzione ed
erogazione di beni culturali.
- È finalizzata a migliorare :
- Efficacia : grado di raggiungimento degli obiettivi
risorse utilizzate
- Efficienza :
risultati ottenuti
Fattori di integrazione dei SAC :
è possibile integrare :
1. beni : insieme di beni culturali/ambientali del territorio che fungono da massa critica
poiché permettono di sviluppare effetti in termini di integrazione :
-sviluppo
-valorizzazione
-sostenibilità ambientale
-sostenibilità finanziaria
2. Soggetti : un partenariato articolato .

per partenariato s’intende una sorta di partnership, un patto tra soggetti pubblici e
privati che mira a realizzare interventi finalizzati allo sviluppo economico, allo sviluppo
del territorio e all’integrazione sociale.
3. Risorse finanziarie di soggetti pubblici e privati
4. Territorio: perimetro territoriale ampio ed omogeneo da promuovere :
-messa in rete
-generare e diffondere economie distrettuali
Per partenariato locale intendiamo :
1. enti locali :
2. enti pubblici
3. enti pubblici con finalità di utilità sociale culturale ambientale
4. associazioni senza scopo di lucro
5. enti ecclesiastici
il progetto di SAC :
1. beni culturali e ambientali oggetto di valutazione in rete
2. caratteristiche del territorio di riferimento
3. idea forza , obiettivi e strategie di valorizzazione
4. il partenariato locale
operazioni di valorizzazione :
1. attività per la valorizzazione integrata del patrimonio culturale e ambientale
piano di gestione :
- chi fa cosa
- modalità di organizzazione e funzionamento dei singoli beni culturali
- coordinamento delle attività governance del sac

3 FASI PER LA DEFINIZIONE DEI SAC


PRIMA: ELABORAZIONE DELLE PROPOSTE DI SAC (partenariati locali )
- costituzione del partenariato
- definizione delle ipotesi di governance e organizzative
- elaborazione e condivisione interna al partenzariato e presentazione alla regione del
progetto di SAC e delle operazioni d valorizzazione
1. AMMISSIBILITA’ : (REGIONE )
l’Amministrazione regionale procede alla verifica dei requisiti di ammissibilità funzionali alla
fase della valutazione di merito :
- Aggregazione territoriale ( almeno 3 comuni contigui )
- Individuazione di un capofila ,partenariato , modalità di governance ed organizzative
- Presenza di una pluralità di beni ( culturali /ambientali )
- Partecipazione dei comuni ad un unico SAC
- Progetto sac : definzione operazioni di valorizzazione e piano di gestione
2. VALUTAZIONE DI MERITO : (regione )
l’amministrazione valuta i progetti di valorizzazione e gestione integrata dei sac in base ad
un giudizio di completezza e maturità degli stessi ,stilando , in base alle risorse
disponibili, una graduatoria di merito .
superato il vaglio è possibile passare alla fase successiva –
i criteri di valutazione necessari sono:
-varietà tipologica di beni oggetto di valutazione
-varietà delle compagnie partenariate
-Coerenza territoriale
-realismo e coerenza del progetto sac
-individuazione effetti attesi
Qualità , sostenibilità,efficienza del piano di gestione .
3. FASE NEGOZIALE (regione/ partenariati )
L’amministrazione regionale costituisce appositi tavoli tecnici con i soggetti capofila dei sac
per assegnare ai partenariati i criteri e le prescrizioni finalizzate ad ottenere ben precisi
standard di qualità ed efficacia
Gli obiettivi della fase negoziale sono :
1. La definizione e il dettaglio dei caratteri e delle qualità delle proposte
2. Selezione delle operazioni finalizzate alla valorizzazione integrata del territorio
interessato al sistema e contraddistinte da un elevato valore rispetto ai criteri di merito
identificati per ciascuna azione in base alla loro capacità di contribuire al progetto dei
sac
3. Elaborazione e condivisione finale del programma gestionale del SAC al quale
dovevano essere conferiti caratteri di immediata operatività .

I NUMERI DEI SAC


RISORSE -> 18 MILIONI DI €( Fondi FESR 2007-2013 )
PROGETTI -> 18 PROPOSTE AMMESSE
ENTI LOCALI - >185 COMUNI – 5 PROVINCE
PARTNERS -> + DI 1000

I BENEFICI PER IL TURISTA :

L’ospite si trova di fronte a:


◆ un’offerta unitaria di iniziative, attività e patrimonio che rappresentano nel loro insieme
l’identità e l’anima dei luoghi di visita; un viaggio tra emozioni ed esperienze;
◆ servizi aggiuntivi e di accoglienza integrati e potenziati con facili percorsi di interscambio
ed elementi continui di rimando da un sito all’altro e da questi alle iniziative in corso;
◆ migliori percorsi di mobilità interna “dolce” e intermodale;
◆ collegamenti più forti tra i beni attrattori per una visita/esperienza partecipata e
composita;
◆ “conoscenza” più profonda del territorio attraverso il consolidamento delle connessioni
tematiche e identitarie.

SAC : ATTIVITÀ FINANZIATE PER LO START UP :


INFRASTRUTTURAZIONE PRIMARIA
-creazione di itinerari (cartellonistica , pannelli informativi , mappe ,guide )
-dotazione tecnologica e allestimento di spazi culturali
Mobilità lenta
- Servizi per il cicloturista ,navetta ,noleggio bici , cycling cafè ,ciclofficina.
Promozione ed informazione :
- servizi di accoglienza e informazioni presso i beni culturali
servizi culturali
- servizi didattici ( laboratori culturali ,teatrali , ambientale ,laboratori di archeologia )
- visite guidate ( storytelling, visite guidate animate )
- servizi aggiuntivi museali (bookshoops ,bar ristoro..)
- mostre , eventi culturali , installazioni artistiche
AZIONI DI COMUNICAZIONE :
-SEGNALETICA :
- pannello d’insieme : pannello che deve fornire una vista di tutta la rete di percorsi urbani e beni
culturali/ambientali interessati .
Deve essere collocato in punti strategici ( stazioni , aree di sosta, infopoint, centri di visita)
-SCHEDE :
ciascuna bene e itinerario devono avere una scheda esplicativa , al retro in inglese , dalla forma
arrotondata .
potranno essere schede d’insieme , dei singoli percorsi per essere assemblate .
l’insieme delle schede costituisce la guida dei SAC
-PORTALE WEB

-ANIMAZIONE TERRITORIALE :
intorno alle azioni di valorizzazione integrata si è creata una significativa mobilitazione del
territorio in termini di energie , creatività ,coesione , apporto economico .
incontri tematici di co progettazione
1. Attivare un percorso di progettazione partecipata che fornisca agli enti la mappatura
del sistema di bisogni, oltre a parole chiave e linee guida utili alla formulazione del progetto
di SAC;

2. Coinvolgere energie “sommerse” dei territori, estendendo l’invito a partecipare alla


rete perché diventino il motore di sviluppo reale delle attività SAC;
3. Condividere con il territorio lo stato di avanzamento delle azioni SAC;

4. Garantire la sostenibilità nel tempo dei SAC mediante il coinvolgimento emotivo e


operativo degli attori locali nel processo partecipato di costruzione delle azioni nei territori.

I PRIMI 2 SAC
-Mari tra le mura : nel blu dipinto di Puglia
-Salento di mare e di pietre