Sei sulla pagina 1di 3

INDICE

BOLLETTINO
TECNICO
! AVVERTENZA DI SICUREZZA - Le istruzioni dei Bollettini di assistenza Numero 11/031
tecnica presuppongono che il tecnico sia a conoscenza delle norme di sicurezza e sia
stato addestrato agli interventi di manutenzione e riparazione sulle attrezzature JCB. Edizione 1
In caso di incertezza o mancata comprensione delle informazioni rivolgersi al
superiore diretto o a JCB SERVICE per ulteriori chiarimenti. Ricordarsi che LA Data Nov. 1997
SICUREZZA È SEMPRE L’ASPETTO FONDAMENTALE.
Foglio 1 di 3

MACCHINE INTERESSATE:
Macchine XO cingolate e gommate

OGGETTO:
Anomalie motore acceleratore e centralina di comando

VALIDITÀ:
In caso di anomalie al motore acceleratore o alla centralina di comando, quando si manifestano inconvenienti
intermittenti all’acceleratore o quando la macchina non si avvia e sul monitor di autodiagnosi compare
l’indicazione “IMP. ELETTRICO” e l’orologio indica “0000”.

INFORMAZIONI DI ASSISTENZA

Su alcune macchine è stato riscontrato che un’eventuale anomalia all’impianto acceleratore può essere causa di
danni sia al motore acceleratore che alla centralina di comando. Qualora ci si limiti alla sostituzione di uno solo dei
due componenti, al riavvio della macchina l’anomalia si ripresenta causando il danneggiamento del nuovo
componente.

MODALITÀ DI INTERVENTO

In caso di avaria dell’impianto acceleratore, PRIMA di sostituire qualsiasi componente o di tentare di riavviare la
macchina occorre eseguire i seguenti tre controlli:

Controllo 1 Dimensioni ed efficienza del tirante acceleratore

1.1 Individuare il motore acceleratore e il tirante A. Togliere il coperchio del tirante acceleratore per consentire
l’accesso al tirante e al cavo acceleratore B.

1.2 Scollegare il cavo acceleratore B dalla leva C.

1.3 Scollegare e rimuovere il tirante acceleratore A.

1.4 Verificare l’efficienza del tirante trattenendo un’estremità dello stesso contro una superficie solida e premendo
sull’estremità opposta del tirante. Il tirante per superare la prova deve comprimersi di circa 20 mm. Se ciò non
avviene, ad esempio se il tirante è arrugginito o ha perso elasticità, sostituirlo.

1.5 Se il tirante è risultato efficiente, confrontarne le dimensioni rispetto a quelle indicate in X. Se le dimensioni
rilevate non sono esatte, procedere alle opportune registrazioni.

1.6 Controllare che i grani di riferimento D (sulla leva E) siano posizionati al centro delle fresature dell’albero
comando motore acceleratore e che siano correttamente serrati.

1.7 Rimontare il tirante A sulle leve C ed E. Collegare il cavo acceleratore B alla leva C.

IL PRESENTE BOLLETTINO È EMESSO SOLO A TITOLO INFORMATIVO E NON PREVEDE CHE


L’INTERVENTO POSSA ESSERE RICONOSCIUTO IN GARANZIA

EMESSO DAL SERVIZIO PUBBLICAZIONI TECNICHE DI JCB SERVICE, ROCESTER, STAFFORDSHIRE, ST14 5LS, INGHILTERRA
ITALIAN
Foglio 2 di 3 11/031 Edizione 1

1.8 A commutatore di accensione inserito, selezionare la funzione di ridondanza (pulsante Y) del controller e agendo
ripetutamente sul pulsante Z, portare il regolatore mandata combustibile in posizione di massima apertura M.

1.9 Con il regolatore mandata combustibile in posizione di massima apertura M, registrare il cavo acceleratore
agendo sui punti P e R in modo da allungare il tirante A di 1-3 mm circa (questo valore corrisponde alla
deformazione della molla).

Riportare il controller in condizioni di normale funzionamento agendo sul pulsante Y. Disinserire il commutatore
di accensione.

Z Y

Controllo 2

2.1 Individuare il motore acceleratore e scollegare il connettore S.

2.2 Rilevare la resistenza tra i seguenti capicorda:

1 e 4 (nero e marrone)
1 e 7 (nero e arancione)
1 e 8 (nero e giallo)
1 e 5 (nero e rosso)

La resistenza tra ciascuna coppia di capicorda deve essere compresa tra 3 e 36 ohm (a 25°C). Se uno dei valori
rilevati non rientra nei limiti prescritti, NON ricollegare il motore. PRIMA di sostituire il motore, controllare la
centralina di comando (controllo 3).

Controllo 3

3.1 Individuare la centralina comando motore e scollegare il connettore.

3.2 Controllare la continuità elettrica tra i seguenti capicorda sulla centralina comando motore T:

1e3
1e4
2e3
2e4
9e3
9e4
10 e 3
10 e 4

Non deve esserci continuità tra nessuna di queste coppie di capicorda. Se si rileva la presenza di continuità tra
qualcuna di queste coppie, il motore DEVE essere sostituito.

NOTA 1: solo dopo aver effettuato tutte e tre i controlli si può procedere all’eventuale sostituzione dei componenti.

NOTA 2: a seguito della sostituzione di componenti o di eventuali registrazioni, è necessario eseguire la registrazione
automatica facendo riferimento al manuale delle riparazioni.

ITALIAN
Foglio 3 di 3 11/031 Edizione 1

1 2 3

4 5 6
S
7 8 9

B P X

30 36
E 20.5
A 245
24

M
D D

1 2 3 4 5 6 7 8

9 10 11 12 13 14 15 16 17

ITALIAN