Sei sulla pagina 1di 2

La Music Learning Theory di Edwin E.

Gordon
Progetto di Musicainfasce® per bimbi da 0 a 3 anni

I primi tre anni di vita del bambino costituiscono una finestra di apprendimento straordinaria ed
irripetibile per lo sviluppo dell’attitudine musicale. Attraverso questa finestra è possibile far passare
un percorso di apprendimento musicale costruito secondo una modalità informale, che non pretende
a questa età di insegnare la musica, ma guida a vivere la musica attraverso il corpo, il movimento e
la voce. Il corso si basa sulla Music Learning Theory di E.E.Gordon, ed è stato concepito allo
scopo di arricchire con la musica il patrimonio espressivo del bambino sviluppando l’ascolto e la
coordinazione corpo-voce insieme alla capacità di stare all’interno di un gruppo. L’insegnante
propone canti melodici e ritmici, senza parole, che seguono il principio di varietà, brevità e
ripetizione. I bambini, durante la lezione, sono lasciati liberi di muoversi e sono accolti nelle loro
risposte musicali spontanee; il tutto in un’atmosfera di libertà, rilassamento e grande divertimento.

La Music Learning Theory, una teoria ideata da Edwin E. Gordon (South Carolina University,
USA) e fondata su oltre 50 anni di ricerche ed osservazioni. Descrive la modalità di
apprendimento musicale del bambino a partire dall’età neonatale e si fonda sul presupposto che la
musica si possa apprendere secondo processi analoghi a quelli con cui si apprende il linguaggio. In
Italia la Music Learning Theory viene insegnata e divulgata, come unica associazione autorizzata,
dall’AIGAM, Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale. L’associazione,
attraverso Insegnanti Associati svolge in tutta Italia corsi di Musicainfasce ® (0 - 36 mesi),
Sviluppomusicalità® (3 - 5 anni) e Alfabeto della musica® (6 - 9 anni).
L’AIGAM svolge la formazione ufficiale Gordon in Italia attraverso corsi di formazione autorizzati
dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e rivolti ad insegnanti di musica,
educatori di asilo nido, insegnanti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. L’Associazione
inoltre attua i suoi obiettivi di diffusione della Music Learning Theory attraverso pubblicazioni con
le Edizioni Curci di Milano e la collaborazione con Università e Conservatori oltre che con le
maggiori istituzioni musicali italiane come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e l’Accademia
delle Arti e dei Mestieri dello Spettacolo del Teatro alla Scala di Milano.
La Music Learning Theory di Gordon ha come obiettivo principale quello di favorire lo sviluppo
dell’attitudine musicale di ciascun bambino secondo le sue potenzialità, le sue modalità e
soprattutto i suoi tempi. La didattica basata sulla MLT promuove come competenza fondamentale
l’Audiation, definita da Gordon “Capacità di sentire e comprendere nella propria mente musica non
fisicamente presente nell’ambiente”. La capacità di Audiation, vero e proprio “pensiero musicale”, è
indispensabile per comprendere la sintassi musicale, sia nella produzione che nell’ascolto, per
sviluppare una buona lettura musicale e per improvvisare musicalmente. Non è dunque la crescita di
un bambino musicalmente “geniale” o del musicista professionista a costo a costituire la finalità
della MLT ma, al contrario, quella di persone in grado di comprendere la sintassi musicale e di
esprimersi musicalmente, con la voce o con uno strumento. Più in generale, per essere in armonia
col mondo.

Obiettivi del progetto


Gli incontri hanno l’obiettivo di guidare il bambino allo sviluppo della sua musicalità, intonazione e
senso ritmico, attraverso il gioco, il movimento, l’espressione ed esplorazione della sua creatività.
Grazie al contesto pedagogico di Guida Informale, l’Insegnante fornisce un esempio diretto,
mettendo in atto per primo le competenze musicali che il bambino svilupperà gradualmente e senza
pressione, secondo i propri tempi di sviluppo. Nei corsi di Musicainfasce®, dedicati ai bimbi da 0 a
3 anni, questo avviene in compagnia dell’adulto di riferimento, direttamente coinvolto nella lezione
e nella condivisione di veri e propri dialoghi musicali, esclusivi e di gruppo, attraverso i quali si
attiverà lo sviluppo dell’Audiation (pensiero musicale). Attraverso l’ascolto della voce cantata,
strumento primario che offre canti melodici e ritmici senza parole e attraverso attività di
interazione-gioco che favoriscono il coordinamento motorio e l’espressività, il bambino, di per sé
predisposto ad apprendere per sintesi ed imitazione, riesce gradualmente a decifrare gli elementi
principali della sintassi musicale e ad esprimere la propria musicalità, nel completo rispetto della
sua natura e fascia di età.

Quando
Una volta alla settimana. La durata dell’incontro è di 45 minuti (è il tempo ottimale per ottenere
piena attenzione da parte di bimbi appartenenti a questa fascia di età).
Durata
12 incontri, a cadenza settimanale.
Contributo
16euro a bambino ad incontro.
Conduttrice:
Francesca Pizzitola, insegnante AIGAM.