Sei sulla pagina 1di 1

Ma questo è un uomo?

Cosa ha fatto sì che un ominide sia diventato umano? Quando si può dire che è presente l’umanità?
L’uomo è fatto delle stesse cose, delle stesse componenti chimiche e fisiche, di cui è fatto tutto l’universo: non ha
nessuna “materia” speciale. È polvere come ogni polvere, terra, adamà.
Quando possiamo dire che questa polvere è diventata “qualcuno”, un essere umano?
La lettura della scienza La lettura della filosofia La lettura della fede (Gen 1-2)
- Un’evoluzione della massa Vi è un essere umano quando - L’uomo è polvere sulla quale Dio ha
celebrale. abbiamo capacità di soffiato: ha un “principio di vita non
- La posizione eretta, che ha reso “trascendenza”, cioè di cercare solo materiale”.
possibile l’utilizzo delle mani. ed operare per quello che è - L’uomo è polvere alla quale Dio
- Il pollice opponibile immateriale, che è “inutile”: parla, con la quale entra in una relazione
Uomo è quell’animale che ha - La capacità di “pro-gettare”, personale.
caratteristiche tecniche più pensare fuori dagli schemi - L’uomo è polvere che instaura con il
sviluppate, che gli permettono di istintivi consolidati. suo simile relazioni personali, non
adattare l’ambiente a sé in modo - La ricerca della bellezza, date solo dalla convenienza o dalla
unico. della simmetria, dell’armonia necessità della procreazione. È polvere
- Una struttura sociale evoluta e delle forme. che può amare.
flessibile - La costruzione di oggetti - L’uomo è polvere che ha una
- La capacità di creare cultura simbolici ed estetici. responsabilità sul resto della creazione,
grazie allo sviluppo del - La cura ed il culto dei partecipa alla Signoria di Dio.
linguaggio (segni, disegni, morti, che dice affetto che - L’uomo è polvere che decide del
parole, scrittura) permane e credenza in proprio destino, che può agire secondo
Uomo è quell’animale che è qualcosa che rimane. il suo discernimento.
evoluto verso un rapporto più - La religione, l’approccio con - L’uomo è “immagine di Dio”; Gesù è
complesso con gli altri e con qualcosa di non immediato e pienamente immagine di Dio e noi lo
la realtà. tangibile. siamo in lui.