Sei sulla pagina 1di 2

Istituto Istruzione Superiore “A.

Venturi” Modena
Liceo artistico - Istituto Professionale Grafica
Via Rainusso, 66 - 41124 MODENA – Sede di riferimento
(Via de’ Servi, 21 - 41121 MODENA)
tel. 059-222156 / 245330 - fax 059-246293 - www.isaventuri.it - mail: segreteria@isarteventuri.it

Anno Scolastico 2015-2016 LICEO ARTISTICO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA


DISCIPLINA : Lingua e cultura straniera (INGLESE)
La lingua straniera è strumento di comunicazione e in quanto tale contribuisce alla formazione
integrale della persona come portavoce di una comunità e di una cultura.

 FINALITÀ
L' insegnamento della lingua straniera si propone di favorire:
- L'autopromozione dell'allievo dal punto di vista umano, sociale e culturale in quanto meta finale
di ogni processo educativo, quindi anche dell'educazione linguistica.
- L'acquisizione da parte dell'allievo di una competenza comunicativa che lo renda capace di
affrontare situazioni di comunicazione gradatamente più complesse e varie, di intrecciare
rapporti e di perseguire progetti all'estero.
- Lo sviluppo di capacità cognitive e di apprendimento nonché di valutazione personale.
- L' acquisizione degli strumenti necessari per l'analisi comparativa con altre lingue e culture sia
per lo sviluppo della consapevolezza della propria identità culturale sia per la comprensione della
diversità in una dimensione interculturale.
- Una maggiore consapevolezza del funzionamento della L1, tramite il confronto con la L2.

La programmazione comune a tutti gli insegnanti di lingua straniera prevede l'articolazione


dell'azione didattica in un biennio e in un triennio. Nel biennio vengono definiti gli obiettivi per lo
sviluppo di competenze comunicative e relazionali; nel triennio gli alunni acquisiscono gli
strumenti di analisi e di decodifica del testo letterario e/o artistico per poi procedere all'inserimento
del testo stesso nell'appropriato contesto storico-culturale.
In particolare nelle fasi iniziali di passaggio dalla scuola secondaria di primo grado al biennio o al
triennio successivo il dipartimento si propone di portare gli studenti ad un livello di base omogeneo
colmando eventuali differenze di preparazione.
Tenendo conto dei diversi livelli di competenza linguistica proposti dal Consiglio di Europa gli
studenti al termine del biennio potranno raggiungere il livello A2/B1. Al termine del triennio invece
gli studenti potranno raggiungere il livello B2. La scuola offrirà l'opportunità di conseguire la
certificazione esterna dei livelli di competenza raggiunti.

PRIMO BIENNIO

 OBIETTIVI SPECIFICI
Gli obiettivi disciplinari fanno riferimento ai descrittori del Quadro Europeo di Riferimento
Comune del Consiglio d’Europa i quali stabiliscono i livelli di competenza e le abilità comunicative
(speaking, listening, reading and writing) attesi dagli studenti alla fine dei singoli percorsi didattici.
Al termine del biennio lo studente è in grado di comprendere e di descrivere esperienze,
avvenimenti, sogni, speranze, ambizioni; è in grado di esporre brevemente ragioni e dare
spiegazioni su opinioni e progetti. Lo studente legge brevi testi scritti e comprende brani orali e,
prendendo spunto dagli stessi, è in grado di rispondere a domande e di esporre quanto appreso con
una pronuncia e una intonazione accettabili. Lo studente produce semplici e brevi testi scritti
inerenti ai temi trattati e ad argomenti di carattere quotidiano, utilizzando in maniera appropriata le
strutture grammaticali, lessicali e sintattiche apprese.

OBIETTIVI MINIMI
Al termine del biennio lo studente è in grado di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari in
lingua standard su argomenti familiari che si affrontano a scuola, nel tempo libero. Sa affrontare
alcune situazioni che si possono presentare viaggiando in una regione dove si parla la lingua
inglese. Lo studente è in grado di produrre testi brevi e semplici su argomenti che gli siano familiari
o siano di suo interesse. Lo studente è in grado di parlare di situazione e avvenimenti in corso di
svolgimento al presente, che sono avvenuti in passato o che avverranno in futuro, sa parlare di
azioni abituali. Conosce e sa applicare le più elementari strutture grammaticali, lessicali e
sintattiche. E’ in grado di esprimersi con una pronuncia e una intonazione accettabili, di leggere e di
capire semplici testi come quelli del testo in adozione. Prendendo spunto dagli stessi, lo studente è
in grado di rispondere a semplici domande.

SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

 OBIETTIVI SPECIFICI
Nel triennio lo studente consolida ed amplia la conoscenza delle funzioni linguistiche e
grammaticali, approfondisce le conoscenze in campo lessicale e acquisisce buone conoscenze
storiche, artistiche e letterarie della civiltà inglese. Lo studente è dunque in grado di comprendere e
analizzare diverse tipologie testuali, di esporre oralmente gli argomenti studiati e comporre testi
scritti inerenti agli stessi.

OBIETTIVI MINIMI
Al termine del triennio lo studente è in grado di comprendere e di esporre sia oralmente sia per
iscritto le idee fondamentali dei diversi testi analizzati utilizzando idonee strutture linguistiche di
base.

 VERIFICHE E VALUTAZIONE
La verifica, oltre a dare agli studenti la misura dei loro progressi e renderli consapevoli di eventuali
lacune, costituisce anche un utile feed-back per l'attuazione di iniziative di recupero e/o po
potenziamento. Le prove di verifica, orali e scritte (Prove strutturate e semi-strutturate,
comprensione del testo, produzioni scritte e orali, produzione del testo - anche domande aperte-
ipotesi sul significato) partiranno dalle attività svolte nella fase di acquisizione della lingua.
Si prevedono almeno due verifiche nel primo quadrimestre e tre nel secondo quadrimestre per ogni
classe. Le insegnanti del dipartimento di lingua inglese confermano la decisione di esprimere la
valutazione in pagella con voto unico sia nel primo sia nel secondo quadrimestre. I criteri per la
valutazione terranno conto di: conoscenza dei contenuti, scelte lessicali, correttezza morfo-
sintattica e rielaborazione personale. Nella valutazione globale degli allievi si terrà conto, oltre che
dell'effettivo rendimento, anche dell'impegno personale mostrato nel corso dell'anno. Per quanto
riguarda gli studenti con disturbi specifici di apprendimento (DSA), ciascun insegnante redigerà un
Piano Didattico Personalizzato nel corso del consiglio di classe circa le strategie metodologiche e
didattiche, gli strumenti compensativi e dispensativi, i criteri e le modalità di verifica e valutazione.
Per gli studenti BES, si concorderanno strategie adeguate all’interno del singolo consiglio di classe.

I docenti del Dipartimento di Inglese del Liceo