Sei sulla pagina 1di 3

Lezione 1

Dialogo 1

In treno

Bruno: Scusi, è libero questo posto?


Laura: Sì, sono tutti e due liberi. Prego.
Bruno: Ah, finalmente ho trovato posto! Il treno è così affollato.
Laura: Il tratto da Firenze a Bologna è sempre affollato. Ci sono tanti pendolari che prendono
questo treno.
Bruno: Scusi, signorina, ma non sono italiano. Cosa vuol dire pendolari?
Laura: Sono persone che abitano in una città e lavorano o studiano in un'altra città. Ogni giorno
devono viaggiare per andare al lavoro o all'università.
Bruno: Ah, ho capito. Anche lei è una pendolare?
Laura: Sì, purtroppo. Da molti anni faccio questo viaggio. Studio a Bologna e abito a Firenze.
Mi sono abituata a questo viaggio. In treno leggo, mi preparo le lezioni. A casa ho poco
tempo per farlo.
Bruno: Ah, e cosa studia?
Laura: Giurisprudenza... legge.
Bruno: Ah, ho capito. Io devo cambiare treno a Bologna.
Laura: Dove va?
Bruno: Vado a Rimini. A Bologna prendo la coincidenza per Rimini sul treno diretto Milano-
Ancona.
Laura: Rimini? Una bella cittadina sul mare! Va a Rimini in vacanza?
Bruno: Magari! Vado a Rimini per lavoro. Lavoro in un ristorante. Faccio il cuoco. Domani
comincio il mio nuovo lavoro presso il Ristorante Adriatico.
Laura: Quando ha un po' di tempo libero, le suggerisco di visitare Ravenna. Ci sono dei
bellissimi mosaici bizantini. Le piace l'arte?
Bruno: Beh, non mi interesso di arte. Ma grazie lo stesso. Quando finisco il lavoro preferisco
fare il bagno e prendere il sole sulla spiaggia...
Dialogo 2
In aereo

Assistente di volo: Ecco, questo è il suo posto, 32 A.


Dario: Bene, vicino al finestrino! Questa è la zona per non fumatori, vero?
Assistente di volo: Sì, la zona per fumatori è in fondo all'aereo, vicino alle toilettes.
Dario: Ah, bene. Posso abbassare lo schienale del sedile?
Assistente di volo: Sì, dopo il decollo. Guardi, qui c'è il pulsante e qui c'è l'interruttore per la
luce.
Dario: Grazie, molto gentile. Dove metto il bagaglio a mano?
Assistente di volo: Sotto il sedile o sopra, nell'apposito portabagagli.
Dario: Grazie, signorina.
Assistente di volo: Prego. Buon viaggio.
Dario: E scusi, un'altra domanda. Quando servite i pasti?
Assistente di volo: Su questa rotta serviamo due pasti, la cena e la prima colazione, e anche uno
spuntino. Ecco il menu dei pasti. Poi cambia l'equipaggio.
Dario: Oh, grazie.
Assistente di volo: L'aereo decolla tra poco. Per favore, allacci la cintura.
Dario: Bene, ecco fatto. Che film c'è da vedere?
Assistente di volo: Il programma di volo è in questa rivista, nella tasca del sedile. Allora, tutto a
posto, ora?
Dario: Sì, grazie. Beh, ho sete. Vorrei qualcos da bere. C'è una Coca Cola?
Assistente di volo: Ora no, durante il decollo. Dopo, quando l'aereo ha raggiunto la quota di
volo, le porto una bibita.
Dario: Grazie, signorina, Lei è molto gentile.
Lezione 4

Dialogo 1
Sull'autostrada
Pina: Andrea, senti la sirena dell'autoambulanza? Va'piano!
Andrea: Forse c'è stato un incidente. In questo tratto dell'autostrada ci sono sempre incidenti.
Pina: Peché vanno tutti come matti? Poi, con questo tempo, non ci si vede bene. Usa il
tergicristallo, il parabrezza è tutto bagnato.
Andrea: Hai ragione. Sono solo le quattro del pomeriggio e c'è già la nebbia. Fermiamoci
all'autogrill perun caffè. Ti va?
Pina: Sì, mi va proprio. Ho freddo e il viaggio è lungo. Fremiamoci un quarto d'ora e
prendiamo qualcosa di caldo.

Dialogo 2
In panne
Dopo il caffè, Pina e Andrea riprendono il viaggio. Andrea vede una macchina ferma sul ciglio
della strada e si ferma a vedere cosa è successo.

Andrea: Posso fare qualcosa? Cosa è successo? È in panne?


Signora: No, ho solo una ruota a terra. Grazie. Devo chiamare il soccorso stradale.
Andrea: Beh, vediamo se posso aiutaria io. È quasi notte. A quest'ora, il soccorso stradale può
metterci un sacco di tempo per arrivare. Dov'è la ruota di scorta?
Signora: La ruota di scorta è nel cofano. E qui ci sono anche gli attrezzi. Stia attento però a non
sporcarsi.
Andrea: Non si preoccupi, signora. Sono pratico di queste cose.
Signora: Lei è molto gentile. Devo arrivare a Milano prima delle otto. Ho un biglietto per
l'opera La Traviata al teatro a La Scala.
Andrea: Beata lei. Mi piace molto l'opera, specialmente alla Scala di Milano. Ma stia attenta
alla nebbia. Deve guidare piano.
Signora: Sì, certo, e grazie ancora.

Dialogue 3
Un incidente stradale
Andrea: Pina, la signora aveva un biglietto per il teatro a La Scala di Milano. Ti piace l'opera?
Pina: No, preferisco la musica rock. Andrea, quanto manca per Venezia?
Andrea: Due ore circa. Ma cosa c'è laggiù? Vedo delle macchine ferme.
Pina: Rallenta, forse c'è stato un incidente stradale. Sì, guarda, c'è la Polizia. C'è anche
l'autoambulanza.
Andrea: È un brutto incidente. C'è stato uno scontro fra una macchina e un camion. Il camion
blocca l'autostrada.
Pina: Speriamo che non ci siano morti o feriti. Viaggiare in macchina è pericoloso.