Sei sulla pagina 1di 6

TIPS&TRICKS PER IL TRADUTTORE

FREELANCE
2a puntata: WINALIGN

Maria Antonietta Ricagno


www.antotranslation.com

La maggior parte di noi traduttori, in particolar modo i traduttori tecnici,


usa Trados Workbench e le sue applicazioni associate. Trados Workbench (TW)
consente di compilare dei database di memoria (TM) basati sul nostro lavoro; il
che significa che man mano che procediamo con i nostri progetti di lavoro, le
dimensioni della TM aumenteranno proporzionalmente. Ma, oltre a creare
memorie ex-novo, TW ci consente anche di importarne di già pronte, a
condizione che siano state esportate in formato testo (.txt), oltre che ricavare
delle memorie da lavori non originariamente elaborati con Trados.
Ci sarà senz’altro capitato di disporre di un testo in lingua originale e
della sua traduzione, ma per la quale non era stato usato TW e quindi della
relativa TM. In tal caso, è possibile usare WinAlign per ricavare la TM dai due
testi, mediante un metodo di comparazione ed allineamento.

Procedimento per l’allineamento dei file


Creazione di un nuovo progetto

Aprire WinAlign e fare clic su File>New Project. Si aprirà la finestra


indicata di seguito, nella quale compaiono varie opzioni.

Nel tasto General, configurare le varie opzioni come segue:

Project Name: assegnare un nome al nuovo progetto.


File Type: selezionare il formato del file, ad es. .doc o .rtf
Source Language: selezionare la lingua sorgente
Target Language: selezionare la lingua di destinazione
Source Segmentation: OK
Target Segmentation. OK
Queste ultime due opzioni si lasciano generalmente deselezionate, accettando i
valori di default.
Intermediate Result Files: assegnare un percorso in cui WinAlign
memorizzerà i risultati dell’allineamento, prestando attenzione a mantenere i
file nella stessa cartella del file .rtf di destinazione.
A questo punto, fare clic su OK e passare al tasto Files. Si aprirà la
seguente finestra:
Sul lato sinistro del file sorgente, fare clic su Add per aggiungere il file
sorgente, poi fare la stessa operazione sul lato destro del file di destinazione.

Fare clic su Align File Names e poi su OK.


Ora, dovrebbero comparire sui due lati i nomi dei file sorgente e di
destinazione:
Fare doppio clic su entrambi per aprire i file:

Ora, possiamo scegliere se collegare automaticamente tutti i segmenti in


contemporanea e poi esaminarne il corretto allineamento ed eventualmente
correggerlo, oppure realizzare l’operazione manualmente. Nel primo caso, è
sufficiente fare clic con il tasto destro del mouse sul quadratino verde/blu a lato
del file sorgente e scegliere ‘Commit all’: tutte le linee tratteggiate
diventeranno continue, allineando frasi/termini del file sorgente con i
corrispondenti del file di destinazione. Invece, se si desidera procedere
manualmente, è sufficiente fare clic sul quadratino verde/blu di sinistra (o di
destra) e trascinare la linea fino al termine di destinazione corrispondente
nell’altra colonna.
Se durante le operazioni di allineamento di notano errori di traduzione nel
file di destinazione, o semplicemente si desidera operare delle modifiche, è
sufficiente evidenziare il segmento interessato e fare clic con il tasto destro del
mouse: comparirà la finestra ‘Edit Segment: Edit Active Segment’ in cui è
possibile digitare la modifica.
Si consiglia di salvare spesso il progetto, poichè WinAlign tende a subire
frequenti crash.
Una volta terminato l’allineamento, occorre esportare il progetto come
file .txt. Fare clic sul menu File e selezionare Export Project.

In tal modo, il file appena esportato sarà nel formato idoneo ad essere
importato in Trados Workbench.

Come sempre, è gradito un a feedback con osservazioni, suggerimenti


ed opinioni.